Anticoagulanti di azione diretta e indiretta - preparazioni insostituibili in medicina

Motivi

Gli anticoagulanti sono sostanze chimiche che sono in grado di cambiare la viscosità del sangue, in particolare, per inibire i processi di coagulazione.

A seconda del gruppo di anticoagulanti, influisce sulla sintesi di alcune sostanze nel corpo, responsabili della viscosità del sangue e della sua capacità di trombogenesi.

Ci sono anticoagulanti azione diretta e indiretta. Gli anticoagulanti possono essere sotto forma di compresse o iniezioni e unguenti.

Alcuni anticoagulanti sono in grado di agire non solo in vivo, cioè direttamente nel corpo, ma anche in vitro - per manifestare le loro capacità in una provetta con sangue.

Anticoagulanti in medicina

loading...

Che cosa sono gli anticoagulanti in medicina e che posto occupano?

L'anticoagulante, come medicina, apparve dopo gli anni '20, quando fu scoperto il dicumarolo, un anticoagulante di azione indiretta. Da allora, sono iniziati gli studi di questa sostanza e di altri che hanno un effetto simile.

Di conseguenza, dopo determinati studi clinici, i farmaci basati su tali sostanze sono stati usati in medicina e portano il nome di anticoagulanti.

L'uso di anticoagulanti non è destinato esclusivamente al trattamento dei pazienti.

Poiché alcuni anticoagulanti hanno la capacità di esercitare il loro effetto in vitro, vengono utilizzati nella diagnostica di laboratorio, al fine di prevenire la coagulazione dei campioni di sangue. Gli anticoagulanti sono talvolta usati nella deratizzazione.

Effetto dei farmaci di gruppo sul corpo

loading...

A seconda del gruppo di anticoagulanti, il suo effetto è leggermente diverso.

Anticoagulanti diretti

L'effetto principale degli anticoagulanti diretti è inibizione della generazione di trombina. Si verifica l'inattivazione dei fattori IXa, Xa, XIa, XIIa e kalelecrina.

L'attività della ialuronidasi viene inibita, ma allo stesso tempo aumenta la permeabilità dei vasi del cervello e dei reni.

Insieme a questo, il livello di colesterolo, le beta-lipoproteine ​​diminuiscono, l'attività della lipoproteina lipasi viene aumentata e l'interazione dei linfociti T e B viene soppressa. Molti anticoagulanti ad azione diretta richiedono il controllo dell'INR e altri controlli della capacità di coagulazione del sangue per evitare emorragie interne.

Farmaci per azione indiretta

Gli anticoagulanti indiretti hanno una proprietà inibire la sintesi protrombina, proconvertina, fattore natale e fattore stuart-pruer nel fegato.

La sintesi di questi fattori dipende dal livello di concentrazione di vitamina K1, che ha la capacità di trasformarsi in una forma attiva sotto l'influenza della riduttasi epossidica. Gli anticoagulanti possono bloccare la produzione di questo enzima, che porta ad una diminuzione della produzione dei suddetti fattori di coagulabilità.

Classificazione degli anticoagulanti

loading...

Preparati Gli anticoagulanti sono divisi in due sottogruppi principali:

La loro differenza è che gli anticoagulanti indiretti agiscono sulla sintesi di enzimi collaterali che regolano la coagulabilità del sangue, tali farmaci sono efficaci solo in vivo. Gli anticoagulanti semplici possono agire direttamente sulla trombina e il sangue diluito in qualsiasi portatore.

A sua volta, diretti anticoagulanti sono divisi in:

  • eparine;
  • eparina a basso peso molecolare;
  • hirudin;
  • idrocarburo di sodio;
  • lepiridina e danaparoid.

Gli anticoagulanti indiretti includono tale sostanze, come:

Portano ad un antagonismo competitivo con la vitamina K1. Oltre a interrompere il ciclo di vitamina K e inibire l'attività dell'epossidossidasi reduttasi, si presume anche che inibiscano la produzione di chinone reduttasi.

Esistono anche sostanze simili agli anticoagulanti, che riducono la coagulabilità del sangue con altri meccanismi. Ad esempio, citrato di sodio, acido acetilsalicilico, salicilato di sodio.

classificazione anticoagulante diretta e indiretta

Indicazioni per l'uso

loading...

Gli anticoagulanti sono usati in quasi tutti i casi in cui vi è il rischio di formazione di trombi, con malattie cardiache e malattie dei vasi delle estremità.

In cardiologia sono nominati a:

  • insufficienza cardiaca congestizia;
  • presenza di valvole cardiache meccaniche;
  • aneurisma cronico;
  • tromboembolismo arterioso;
  • trombosi parietale delle cavità del cuore;
  • infarto miocardico di grande focale.

In altri casi, gli anticoagulanti sono usati per prevenire la trombosi:

  • tromboflebite delle vene degli arti inferiori;
  • vene varicose;
  • tromboembolia postpartum;
  • prolungato rimanere a letto dopo l'intervento chirurgico;
  • perdita di sangue (oltre 500 ml);
  • cachessia,
  • prevenzione della riocclusione dopo angioplastica.

Se viene prescritto un farmaco Vazobral, sono richieste le istruzioni per l'uso. Tutto ciò che devi sapere sulla medicina è controindicazioni, recensioni, analoghi.

Controindicazioni all'uso del gruppo di droghe

loading...

Deve superare un esame del sangue generale, un test delle urine generale, un test delle urine Nechiporenko, un esame del sangue occulto delle feci, un esame del sangue biochimico e un coagulogramma e un'ecografia dei reni.

Gli anticoagulanti sono controindicati in quanto segue malattie:

  • aneurisma intracerebrale;
  • ulcera peptica del tratto gastrointestinale;
  • Ipovitaminosi da vitamina K;
  • ipertensione portale;
  • trombocitopenia;
  • la leucemia;
  • tumori maligni;
  • insufficienza renale o epatica;
  • ipertensione (oltre 180/100);
  • l'alcolismo;
  • La malattia di Crohn.

Anticoagulanti dell'azione diretta

loading...

Il principale rappresentante degli anticoagulanti diretti è eparina. Nella sua composizione, l'eparina ha catene di glicosaminoglicani solfati di varie dimensioni.

La biodisponibilità di eparina è sufficientemente bassa per un dosaggio adeguato del farmaco. Ciò dipende principalmente dal fatto che l'eparina interagisce con molte altre sostanze nel corpo (macrofagi, proteine ​​del plasma, endotelio).

Pertanto, il trattamento con eparina non esclude la possibilità di un trombo. Dovrebbe anche essere preso in considerazione che il trombo sulla placca aterosclerotica non è sensibile all'eparina.

Ci sono anche eparina a basso peso molecolare: enoxaparina sodica, deltaparina sodica, sovraparina calcio.

Tuttavia, che hanno un elevato effetto antitrombotico a causa di elevata biodisponibilità (99%), tali sostanze hanno meno probabilità di causare complicanze emorroidali. Ciò è dovuto al fatto che le molecole di eparina a basso peso molecolare non interagiscono con il fattore di von Willebrand.

Gli scienziati hanno cercato di ricreare l'irudina sintetica - una sostanza che si trova nella saliva delle sanguisughe e ha un effetto anticoagulante diretto, che dura circa due ore.

Ma i tentativi non hanno avuto successo. Tuttavia, è stata creata la lepiridina, un derivato ricombinante dell'irudina.

danaparoid - una miscela di glicosaminoglicani, che ha anche un effetto anticoagulante. La sostanza è sintetizzata dalla mucosa intestinale dei suini.

Preparati che rappresentano anticoagulanti orali e unguenti azione diretta:

Anticoagulanti indiretti

loading...

Gli anticoagulanti dell'azione indiretta sono divisi in tre tipi principali:

  • monokumariny;
  • bishydroxycoumarin;
  • indandiones.

Si usano preparazioni anticoagulanti indirette di questo tipo ridurre la coagulazione del sangue per molto tempo.

Uno dei sottogruppi di questi farmaci ha il suo effetto a causa di una diminuzione nel fegato dei fattori dipendenti dalla K (antagonisti della vitamina K). Questo include fattori come: protrombina II, VII, X e IX. Abbassare il livello di questi fattori porta ad una diminuzione del livello di trombina.

Un altro sottogruppo di anticoagulanti indiretti ha la proprietà di ridurre la formazione di proteine ​​del sistema anticoagulante (proteine ​​S e C). La particolarità di questo metodo è che l'effetto sulla proteina si verifica più rapidamente rispetto ai fattori dipendenti da K.

E quindi, questi farmaci sono usati quando è necessario un effetto anticoagulante urgente.

I principali rappresentanti degli anticoagulanti azione indiretta:

  • Sinkumar;
  • neodikumarin;
  • fenindione;
  • warfarin;
  • Fepromaron;
  • pelentan;
  • Atsenkumarol;
  • Trombostop;
  • Biscotto acetato di etile.

antiaggreganti piastrinici

loading...

Queste sono sostanze che possono ridurre l'aggregazione delle piastrine coinvolte nella trombogenesi. Spesso usato insieme ad altri farmaci, migliorando e integrando il loro effetto. Un vivido rappresentante dell'antiaggregante è l'acido acetilsalicilico (aspirina).

Questo gruppo comprende anche farmaci anti-gotta e vasodilatatori, antispastici e una reopoliglyukina sostitutiva del sangue.

principale preparazioni:

  1. Aspirina. Porta a una rottura del metabolismo dell'acido arachidonico.
  2. Ticlopidine. Il farmaco è in grado di scindere FIF2 (fosfatidilinositolo-4, 5-difosfato) e alterare l'aggregazione piastrinica.
  3. Clopidogrel (tienopiridina). La struttura è simile alla ticlopidina, ma il farmaco stesso è meno tossico.
  4. Tirofiban. Inibitore a basso peso molecolare della glicoproteina IIb / IIIa. Ha un breve tempo di azione.
  5. Dipiridamolo. Vasodilatatore.
  6. Abciximab. È costituito da frammenti Fab di anticorpi monoclonali per la glicoproteina IIb / IIIa. Ha la proprietà di legarsi a avβ3-integrina.
  7. Eptifibatit. Un peptide ciclico distrugge l'aggregazione delle piastrine.

Caratteristiche dell'applicazione

loading...

Nella pratica medica, antiaggregati sono usati in parallelo con altri anticoagulanti, per esempio con eparina.

Per ottenere l'effetto desiderato, il dosaggio della preparazione e la preparazione stessa sono scelti in modo tale da livellare o, al contrario, migliorare l'azione dell'altro anticoagulante.

L'inizio dell'azione antipiastrinica avviene più tardi rispetto ai semplici anticoagulanti, in particolare l'azione diretta. Dopo l'abolizione di tali droghe, non vengono rimossi dal corpo per un po 'di tempo e continuano la loro azione.

risultati

loading...

Dalla metà del XX secolo, nella medicina pratica, sono state usate nuove sostanze che possono ridurre la capacità del sangue di formare un trombo.

Tutto iniziò quando le mucche iniziarono a morire in un unico insediamento a causa di una malattia sconosciuta, in cui qualsiasi ferita del bestiame portò alla sua morte, a causa di sanguinamento ininterrotto.

Gli scienziati hanno poi scoperto che hanno usato la sostanza - dicumarolo. Da allora è iniziata l'epoca degli anticoagulanti. Durante il quale sono stati salvati milioni di persone.

Attualmente vengono sviluppati prodotti più universali, che hanno il numero minimo di effetti collaterali e sono di massima efficacia.

Cosa sono gli anticoagulanti, a quali di essi si fa riferimento come farmaci diretti e indiretti

loading...

Per evitare il verificarsi di coaguli di sangue, come pericolosi coaguli di sangue, esiste un gruppo farmacologico chiamato anticoagulanti nella classificazione dei farmaci - l'elenco dei farmaci è presentato in qualsiasi libro di riferimento medico. Tali farmaci forniscono il controllo della viscosità del sangue, prevengono un certo numero di processi patologici, trattano con successo singole malattie del sistema di emopoiesi. Per recuperare era definitivo, la prima cosa da fare è identificare e rimuovere i fattori di coagulazione.

Cos'è un anticoagulante?

loading...

Sono rappresentanti separata gruppi farmacologici prodotti in forma di compresse e iniezioni, che sono progettati per abbassare indice di viscosità del sangue, prevenire la trombosi, prevenzione ictus nel trattamento dell'infarto miocardico. Tali farmaci non solo riducono in modo produttivo la coagulabilità del flusso sanguigno sistemico, ma mantengono anche l'elasticità delle pareti vascolari. Con l'aumento dell'attività delle piastrine, gli anticoagulanti bloccano la formazione di fibrina, che è appropriata per il successo del trattamento delle trombosi.

Indicazioni per l'uso

loading...

Gli anticoagulanti sono utilizzati non solo per la prevenzione del tromboembolismo venoso successo, si adatta tale nomina ad un'attività trombina elevato e le potenziali minacce alla formazione di pareti vascolari che minacciano i coaguli di sangue sistemici. La concentrazione delle piastrine diminuisce gradualmente, il sangue acquisisce la portata ammissibile, la malattia si ritira. L'elenco dei farmaci approvati è ampio e i loro specialisti sono nominati quando:

  • aterosclerosi;
  • malattie del fegato;
  • trombosi di vene;
  • malattie dei vasi sanguigni;
  • trombosi della vena cava inferiore;
  • tromboembolismo;
  • trombi di vene emorroidali;
  • flebiti;
  • traumi di diversa eziologia;
  • vene varicose.

classificazione

loading...

L'ovvio beneficio degli anticoagulanti naturali, che sono sintetizzati dal corpo e predominano in concentrazione sufficiente per controllare la viscosità del sangue. Tuttavia, gli inibitori naturali della coagulazione possono essere soggetti a numerosi processi patologici, pertanto diventa necessario introdurre anticoagulanti sintetici nello schema di trattamento complesso. Prima di determinare l'elenco dei farmaci, il paziente è tenuto a consultare un medico responsabile, per escludere potenziali complicazioni per la salute.

Anticoagulanti dell'azione diretta

L'elenco di tali farmaci è progettato per sopprimere l'attività della trombina, diminuire la sintesi di fibrina, normale funzionalità epatica. Questi sono eparini di azione locale di somministrazione sottocutanea o endovenosa, necessari per il trattamento delle vene varicose degli arti inferiori. I componenti attivi sono assorbiti in modo produttivo nel flusso sanguigno sistemico, agiscono durante il giorno, in modo più efficiente se somministrati per via sottocutanea rispetto all'uso orale. Tra le eparine a basso peso molecolare, i medici selezionano il seguente elenco di farmaci destinati alla somministrazione di eparina per via topica, per via endovenosa:

  • fraxiparine;
  • Lioton gel;
  • Clexane;
  • Eparina pomata;
  • Fragmin;
  • Gepatrombin;
  • Sodio idrato citrato (l'eparina viene somministrata per via endovenosa);
  • Klivarin.

Anticoagulanti indiretti

Questi farmaci sono un'azione prolungata, che agisce direttamente sulla coagulabilità del sangue. Gli anticoagulanti dell'azione indiretta contribuiscono alla formazione della protrombina nel fegato, contengono vitamine preziose per il corpo nella composizione chimica. Ad esempio, il warfarin è prescritto per la fibrillazione atriale e le valvole cardiache artificiali, mentre le dosi raccomandate di Aspirina sono meno produttive nella pratica. L'elenco dei farmaci rappresenta la seguente classificazione della serie cumarina:

  • monocoumarine: Warfarin, Cincumar, Mrakumar;
  • indandiones: Phenylline, Omefin, Dipaxin;
  • Dicoumarins: Dicumarin, Tromoxane.

Per normalizzare rapidamente coagulazione del sangue e prevenire la trombosi dopo infarto miocardico o ictus, medici suggeriscono fortemente anticoagulanti orali con il contenuto nella composizione chimica della vitamina K. Assign questo tipo di farmaci e altre patologie del sistema cardiovascolare, incline alla cronicità, recidiva. In assenza di malattie renali estese, dovrebbe essere evidenziato il seguente elenco di anticoagulanti orali:

Anticoagulanti PLA

Questa è una nuova generazione di anticoagulanti orali e parenterali, sviluppata da scienziati moderni. Tra i vantaggi di tale incarico, un rapido effetto, completa sicurezza per il rischio di sanguinamento, un'inibizione reversibile della trombina. Tuttavia, ci sono svantaggi di anticoagulanti orali, ed ecco la lista: emorragie negli organi del tratto gastrointestinale, la presenza di effetti collaterali e controindicazioni. Inoltre, per garantire un effetto terapeutico a lungo termine, gli inibitori della trombina devono essere assunti per lungo tempo senza violare le dosi giornaliere raccomandate.

I farmaci sono universali, ma l'azione nell'organismo colpito è più selettiva, temporanea, richiede una lunga applicazione. Per normalizzare la coagulabilità del sangue senza complicazioni gravi, si raccomanda di prendere uno degli elenchi di anticoagulanti di nuova generazione della nuova generazione:

Il prezzo degli anticoagulanti

loading...

Se avete bisogno di più breve tempo possibile per ridurre la coagulazione del sangue, i medici strettamente medico consiglia di prendere anticoagulanti - un elenco completo dei farmaci. La scelta finale dipende dalle caratteristiche farmacologiche di questo o di altri farmaci, il costo in farmacia. I prezzi sono diversi e prestare attenzione è più necessario per l'effetto terapeutico. Qui di seguito puoi trovare ulteriori informazioni sui prezzi di Mosca, ma non dimenticare i criteri di base per tale acquisto. Quindi:

Il nome dell'anticoagulante viene dalla lista dei farmaci

Anticoagulanti: una rassegna di farmaci, uso, indicazioni, alternative

loading...

Gli anticoagulanti sono un gruppo di farmaci che sopprimono l'attività del sistema di coagulazione del sangue e prevengono la formazione di trombi a causa della ridotta formazione di fibrina. Influenzano la biosintesi di alcune sostanze nel corpo, modificando la viscosità del sangue e inibendo i processi di coagulazione.

Gli anticoagulanti sono usati a scopi terapeutici e preventivi. Sono prodotti in varie forme di dosaggio: sotto forma di compresse, soluzioni iniettabili o unguenti. Solo uno specialista può scegliere correttamente la medicina e il suo dosaggio. Una terapia inadeguata può danneggiare il corpo e causare gravi conseguenze.

L'elevata mortalità per malattie cardiovascolari è dovuta alla formazione di trombi: praticamente ogni secondo che è morto per patologia cardiaca è risultato avere una trombosi vascolare alla dissezione. La trombosi di PE e vena sono le cause più comuni di morte e disabilità. A questo proposito, i cardiologi consigliano di iniziare a utilizzare anticoagulanti immediatamente dopo la diagnosi di malattie cardiache e vascolari. L'uso precoce di questi può prevenire la formazione di un coagulo di sangue, il suo aumento e l'intasamento dei vasi sanguigni.

Fin dall'antichità nella medicina popolare usata hirudin - il più famoso anticoagulante naturale. Questa sostanza fa parte della saliva delle sanguisughe e ha un effetto anticoagulante diretto, che agisce per due ore. Attualmente ai pazienti vengono prescritte droghe sintetiche e non naturali. Esistono oltre un centinaio di nomi di farmaci anticoagulanti, che consentono di scegliere il più adatto tenendo conto delle caratteristiche individuali dell'organismo e la possibilità del loro uso combinato con altre medicine.

La maggior parte degli anticoagulanti non influisce sul coagulo stesso, ma sull'attività del sistema di coagulazione del sangue. Come risultato di una serie di trasformazioni, fattori di coagulazione del plasma e produzione di trombina, un enzima necessario per la formazione di filamenti di fibrina, di cui si forma un coagulo trombotico, viene soppresso. Il processo di trombogenesi rallenta.

Meccanismo d'azione

loading...

Gli anticoagulanti mediante il meccanismo d'azione sono suddivisi in preparati di azione diretta e indiretta:

  • Anticoagulanti "diretti" avere un effetto diretto sulla trombina e ridurre la sua attività. Questi farmaci sono inibitori della trombina, disattivatori della protrombina e inibiscono il processo di trombosi. Per evitare il sanguinamento interno, è necessario monitorare i parametri del sistema di coagulazione del sangue. Gli anticoagulanti dell'azione diretta penetrano rapidamente nel corpo, sono ben assorbiti nel tratto digestivo, raggiungono la via ematogena del fegato, esercitano il loro effetto terapeutico e vengono espulsi verso l'esterno insieme all'urina.
  • Anticoagulanti "indiretti" influenzare la biosintesi degli enzimi collaterali del sistema di coagulazione del sangue. Distruggono completamente la trombina e non limitano la sua attività. Oltre agli effetti anticoagulanti di questo gruppo di farmaci, migliorare l'apporto di sangue al miocardio, rilassare la muscolatura liscia, rimuovere gli urati dal corpo e avere un effetto ipocolesterolemizzante. Assegnare anticoagulanti "indiretti", non solo per il trattamento delle trombosi, ma anche per la loro prevenzione. Applicali esclusivamente all'interno. I moduli compressi sono usati a lungo su base ambulatoriale. L'interruzione improvvisa può portare ad un aumento del livello di protrombina e trombosi.

Separatamente, i farmaci che sopprimono la coagulazione del sangue, così come gli anticoagulanti, ma altri meccanismi, sono isolati. Questi includono "Acido acetilsalicilico", "Aspirina".

Anticoagulanti dell'azione diretta

loading...

eparina

Il rappresentante più popolare di questo gruppo è l'eparina e i suoi derivati. L'eparina inibisce l'adesione delle piastrine e accelera il flusso di sangue nel cuore e nei reni. Allo stesso tempo, interagisce con i macrofagi e le proteine ​​plasmatiche, che non esclude la possibilità di formazione di trombi. Il farmaco abbassa la pressione sanguigna, ha un effetto ipocolesterolemizzante, aumenta la permeabilità vascolare, inibisce la proliferazione delle cellule muscolari lisce, promuove lo sviluppo dell'osteoporosi, deprime l'immunità e aumenta la diuresi. L'eparina fu prima isolata dal fegato, che determinò il suo nome.

L'eparina viene somministrata per via endovenosa in casi urgenti e per via sottocutanea con un obiettivo profilattico. Per l'applicazione topica vengono utilizzati unguenti e gel contenenti eparina che hanno un effetto antitrombotico e antinfiammatorio. I preparati con eparina vengono applicati con uno strato sottile sulla pelle e massaggiati con movimenti cauti. Solitamente per il trattamento della tromboflebite e della trombosi si usano gel "Lyoton" e "Gepatrombin", così come "Unguento eparina".

Gli effetti negativi dell'eparina sul processo di trombosi e l'aumento della permeabilità vascolare diventano le cause di un alto rischio di sanguinamento durante la terapia con eparina.

Eparina a basso peso molecolare

Le eparine a basso peso molecolare hanno un'alta biodisponibilità e attività antitrombotica, azione prolungata, basso rischio di complicanze emorroidali. Le proprietà biologiche di questi farmaci sono più stabili. A causa dell'assorbimento rapido e del lungo periodo di sospensione, la concentrazione di farmaci nel sangue rimane stabile. I farmaci di questo gruppo opprimono i fattori della coagulazione del sangue, sopprimono la sintesi della trombina, hanno scarso effetto sulla permeabilità dei vasi sanguigni, migliorano le proprietà reologiche del sangue e dell'afflusso di sangue agli organi e ai tessuti, stabilizzando le loro funzioni.

Gli eparini a basso peso molecolare raramente causano effetti collaterali, che cacciano l'eparina dalla pratica terapeutica. Sono iniettati per via sottocutanea nella superficie laterale della parete addominale.

  1. "Fragmin" - una soluzione trasparente o giallastra, che ha un debole effetto sull'adesione delle piastrine e dell'emostasi primaria. È vietato entrare per via intramuscolare. "Fragmin" in alte dosi viene prescritto ai pazienti immediatamente dopo l'intervento chirurgico, specialmente quelli che hanno un alto rischio di sanguinamento e lo sviluppo di disfunzione piastrinica.
  2. "Klivarin" - anticoagulante "diretto", che interessa la maggior parte delle fasi della coagulazione del sangue. Il farmaco neutralizza gli enzimi del sistema di coagulazione ed è usato per trattare e prevenire il tromboembolismo.
  3. "Clexane" - un medicinale con azione farmacologica antitrombotica e antinfiammatoria. Prima del suo appuntamento, è necessario cancellare tutti i farmaci che influiscono sull'emostasi.
  4. "Fraksiparin" - una soluzione con azione antitrombotica e anticoagulante. Nel sito di iniezione, spesso si sviluppano ematomi sottocutanei o noduli dense, scomparendo dopo pochi giorni. All'inizio del trattamento con grandi dosi possono svilupparsi emorragia e trombocitopenia che scompaiono nel corso dell'ulteriore terapia.
  5. "Wessel Doué F" - un rimedio naturale ottenuto dalla mucosa intestinale degli animali. Il farmaco sopprime l'attività dei fattori della coagulazione, stimola la biosintesi delle prostaglandine, riduce il livello di fibrinogeno nel sangue. "Wessel Doue F" lecca il trombo già formato ed è usato per prevenire la formazione di trombi nelle arterie e nelle vene.

Quando si usano farmaci del gruppo di eparine a basso peso molecolare, è necessario seguire scrupolosamente le raccomandazioni e le istruzioni per il loro uso.

Inibitori della trombina

Il principale rappresentante di questo gruppo è "Hirudin". Il farmaco si basa sulla proteina, scoperta per la prima volta nella saliva delle sanguisughe mediche. Questi sono anticoagulanti che agiscono direttamente nel sangue e sono inibitori diretti della trombina.

"Girugen" e "Girulog" sono analoghi sintetici di "Hirudin", che riducono il tasso di mortalità tra le persone con patologia cardiaca. Queste sono nuove droghe di questo gruppo, che hanno una serie di vantaggi rispetto ai derivati ​​dell'eparina. A causa della loro azione prolungata, l'industria farmaceutica sta attualmente sviluppando forme orali di inibitori della trombina. L'applicazione pratica di "Girugen" e "Girulog" è limitata dal loro costo elevato.

"Lepirudina" - farmaco ricombinante, trombina legante irreversibilmente e utilizzato per la prevenzione della trombosi e del tromboembolismo. Questo è un inibitore diretto della trombina che blocca la sua attività trombogenica e agisce sulla trombina che si trova nel coagulo. Riduce la mortalità da infarto miocardico acuto e la necessità di un intervento chirurgico al cuore in pazienti con angina pectoris.

Anticoagulanti di azione indiretta

loading...

Preparati-anticoagulanti di azione indiretta:

  • "Fenilin" - Un anticoagulante che viene assorbito rapidamente e completamente, penetra facilmente attraverso la barriera istoematologica e si accumula nei tessuti del corpo. Questo farmaco, secondo i pazienti, è considerato uno dei più efficaci. Migliora lo stato del sangue e normalizza la coagulabilità del sangue. Dopo il trattamento, le condizioni generali dei pazienti migliorano rapidamente: scompaiono convulsioni e intorpidimento delle gambe. Attualmente, "Phenylline" non viene utilizzato a causa dell'elevato rischio di effetti indesiderati.
  • "Neodikumarina" È uno strumento che inibisce il processo di formazione di trombi. L'effetto terapeutico del neodicumarin non è immediatamente evidente, ma dopo l'accumulo del farmaco nel corpo. Sopprime l'attività del sistema di coagulazione del sangue, ha un effetto ipolipidemico e aumenta la permeabilità dei vasi. Si consiglia ai pazienti di osservare rigorosamente il tempo di assunzione e la dose del farmaco.
  • La droga più comune di questo gruppo è il Warfarin. Questo anticoagulante significa, bloccando nel fegato la sintesi dei fattori di coagulazione del sangue, riducendo la loro concentrazione nel plasma e rallentando il processo di formazione di trombi. "Warfarin" è caratterizzato da un effetto precoce e una rapida cessazione delle conseguenze indesiderate quando la dose viene ridotta o il farmaco viene ritirato.

Video: nuovi anticoagulanti e Warfarin

L'uso di anticoagulanti

loading...

Il ricevimento di anticoagulanti è indicato per malattie del cuore e dei vasi sanguigni:

L'uso incontrollato di anticoagulanti può portare allo sviluppo di complicanze emorragiche. A un aumentato rischio di sanguinamento, dovresti usare agenti antiaggreganti più sicuri invece degli anticoagulanti.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Gli anticoagulanti sono controindicati nelle persone che soffrono delle seguenti malattie:

  • Ulcera allo stomaco e ulcera duodenale,
  • Emorroidi sanguinanti,
  • Epatite cronica e fibrosi epatica,
  • Insufficienza epatica e renale,
  • urolitiasi,
  • Porpora trombocitopenica,
  • Carenza di vitamine C e K,
  • Endocardite e pericardite,
  • Tubercolosi cavernosa dei polmoni,
  • Pancreatite emorragica,
  • Neoplasie maligne,
  • Infarto miocardico con ipertensione,
  • Aneurisma intracerebrale,
  • leucemia,
  • l'alcolismo,
  • Malattia di Crohn,
  • Retinopatia emorragica

Gli anticoagulanti sono vietati durante la gravidanza, l'allattamento, le mestruazioni, nei primi mesi del dopo-parto, così come negli anziani e negli anziani.

Gli effetti collaterali degli anticoagulanti comprendono: sintomi di dispepsia e intossicazione, allergia, necrosi, eruzioni cutanee, prurito cutaneo, disfunzione renale, osteoporosi, allopecia.

Complicazioni anticoagulante - reazione emorragica come sanguinamento degli organi interni: per via orale, nasale, gastrica, intestinale, e sanguinamento nei muscoli e le articolazioni, il sangue nelle urine. Per prevenire lo sviluppo di effetti pericolosi per la salute dovrebbero essere monitorati indicatori chiave di sangue e monitorare la condizione generale del paziente.

antiaggreganti piastrinici

Gli antiaggreganti sono agenti farmacologici che riducono la coagulazione del sangue sopprimendo l'adesione delle piastrine. Il loro scopo principale è aumentare l'efficacia degli anticoagulanti e, insieme a loro, ostacolare il processo di formazione di trombi. Gli antiaggreganti hanno anche effetto anti-gotta, vasodilatatore e spasmolitico. Un rappresentante brillante di questo gruppo è "Acido acetilsalicilico" o "Aspirina".

Elenco degli agenti antipiastrinici più popolari:

  • "Aspirina" - l'antiaggregante più efficace per oggi, prodotto sotto forma di compresse e destinato all'uso orale. Sopprime l'aggregazione delle piastrine, provoca la vasodilatazione e previene la formazione di trombi.
  • "Ticlopidine" - agente antipiastrinico, che inibisce l'adesione delle piastrine, migliora la microcircolazione e prolunga il tempo di sanguinamento. Il farmaco è prescritto per la profilassi della trombosi e per il trattamento di IHD, infarto miocardico e malattie cerebrovascolari.
  • "Tirofiban" - un farmaco che impedisce l'aggregazione delle piastrine, portando alla trombosi. Applicare il farmaco di solito insieme a "Eparina".
  • "Dipyridamole" espande i vasi coronarici, accelera il flusso sanguigno coronarico, migliora l'apporto di ossigeno al miocardio, le proprietà reologiche del sangue e della circolazione cerebrale, abbassa la pressione sanguigna.

Gruppo farmacologico - Anticoagulanti

Preparazioni di sottogruppi esclusi. permettere

descrizione

Gli anticoagulanti inibiscono principalmente l'aspetto dei filamenti di fibrina; impediscono trombosi, contribuiscono a fermare la crescita di coaguli di sangue che sono già sorta, aggravando l'impatto sul coaguli endogeni enzimi fibrinolitici.

Gli anticoagulanti sono divisi in 2 gruppi: a) anticoagulanti diretta - Fast (eparina sodica, Nadroparina, enoxaparina sodio, ecc), efficaci. in vitro e in vivo; b) antiakoagulyanty indiretti (antagonisti della vitamina K) -. lunga durata d'azione (warfarin, fenindione, acenocumarolo, ecc), unico atto in vivo e dopo un periodo di latenza.

effetto anticoagulante dell'eparina è collegata con azione diretta sul sistema di coagulazione del sangue a causa della formazione di complessi con molti fattori e coagulazione manifestati nell'inibire I, II e III di fase di coagulazione. L'eparina stessa è attivata solo in presenza di antitrombina III.

Anticoagulanti indiretti - derivati ​​oksikumarina, indandiona inibiscono competitivamente vitamina K reduttasi di inibire l'attivazione di quest'ultimo nel corpo e fermare la sintesi di fattori emostasi K-vitaminzavisimyh plasma - II, VII, IX, X

Anticoagulanti di azione indiretta: indicazioni e controindicazioni. Panoramica dei fondi

Gli anticoagulanti sono farmaci che prevengono la formazione di coaguli di sangue nei vasi sanguigni. Questo gruppo comprende 2 sottogruppi di farmaci: anticoagulanti di azione diretta e indiretta. Abbiamo già parlato di anticoagulanti dell'azione diretta in precedenza. Nello stesso articolo, descriveremo brevemente il principio di funzionamento normale del sistema di coagulazione del sangue. Per capire meglio l'azione degli anticoagulanti di meccanismi di azione indiretta, consigliamo vivamente il lettore a familiarizzare con le informazioni disponibili lì, quindi ciò che sta accadendo è normale, - sapendo questo, si sarà più facile da navigare è esposto sono descritti di seguito la droga e quali sono in una certa fase di coagulazione i loro effetti.

Il meccanismo d'azione degli anticoagulanti dell'azione indiretta

I preparativi di questo gruppo sono efficaci solo con somministrazione diretta al corpo. Se miscelati con il sangue in laboratorio, non influenzano la coagulabilità. Non agiscono direttamente sul coagulo, e influenza il sistema di coagulazione attraverso il fegato, provocando una serie di reazioni biochimiche conseguente stato di sviluppo simile a carenze vitaminiche K. Come risultato, diminuisce l'attività dei fattori della coagulazione del plasma, la trombina è formata lentamente, e quindi più lento formata trombo.

Farmacocinetica e farmacodinamica degli anticoagulanti di azione indiretta

Bene e abbastanza rapidamente questi farmaci sono assorbiti nel tratto gastrointestinale. Con il flusso di sangue raggiungono vari organi, principalmente il fegato, dove esercitano i loro effetti.
Il tasso di insorgenza, la durata dell'effetto e l'emivita dei diversi preparati di questa classe variano.

Isolato dal corpo, principalmente con l'urina. Alcuni rappresentanti della classe colorano l'urina in rosa.

L'effetto anticoagulante dei farmaci in questo gruppo ha una violazione della sintesi dei fattori della coagulazione che riduce gradualmente la velocità di questo processo. Oltre all'effetto anticoagulante di questi farmaci ridurre tono muscolare della parete bronchiale ed intestinale aumentata permeabilità vascolare, ridurre i lipidi nel sangue, inibire l'interazione di un antigene fatto reagire con l'anticorpo per stimolare l'escrezione di acido urico.

Indicazioni e controindicazioni per l'uso

Gli anticoagulanti di effetto indiretto sono usati per prevenire e trattare la trombosi e il tromboembolismo nelle seguenti condizioni:

  • dopo interventi chirurgici sul cuore e sui vasi sanguigni;
  • con infarto miocardico;
  • PE - con tromboembolismo dell'arteria polmonare;
  • con fibrillazione atriale;
  • con un aneurisma del ventricolo sinistro;
  • con thrombophlebitis di vene superficiali di estremità più basse;
  • con trombangiite obliterante;
  • con endoarterite obliterante.

Controindicazioni all'uso di droghe di questo gruppo sono:

  • diatesi emorragica;
  • ictus emorragico;
  • Altre malattie accompagnate da ridotta coagulazione del sangue;
  • aumento della permeabilità vascolare;
  • neoplasie maligne;
  • ulcera peptica dello stomaco e del duodeno;
  • grave compromissione della funzionalità renale ed epatica;
  • pericardite;
  • Infarto miocardico, accompagnato da alta pressione sanguigna;
  • periodo di gravidanza;
  • non assumere questi farmaci durante le mestruazioni (2 giorni prima dell'inizio del programma il loro farmaco viene cancellato) e nel primo periodo postparto;
  • con prudenza nominano pazienti anziani e senili.

Caratteristiche dell'azione e applicazione degli anticoagulanti dell'azione indiretta

A differenza degli anticoagulanti dell'azione diretta, l'effetto dei farmaci di questo gruppo non è immediatamente evidente, ma come il principio attivo si accumula negli organi e nei tessuti, cioè lentamente. Agiscono, al contrario, più a lungo. La velocità, la forza d'azione e il grado di accumulo (accumulo) di vari farmaci di questa classe varia.

Sono usati esclusivamente per via orale. Intramuscolarmente, per via endovenosa o sottocutanea, non possono essere utilizzati.

L'interruzione della terapia con anticoagulanti di azione indiretta non deve essere immediata, ma graduale - riducendo lentamente la dose e aumentando il tempo tra le dosi del farmaco (fino a 1 volta al giorno o anche a giorni alterni). L'annullamento brusco del farmaco può portare ad un improvviso aumento compensatorio dei livelli ematici di protrombina, che causerà trombosi.

In questo gruppo di overdose o troppo prolungata loro applicazione possono causare sanguinamento, ed è associata non solo con una riduzione della coagulazione del sangue, ma con una maggiore permeabilità delle pareti dei capillari. Raramente in questa situazione sviluppare sanguinamento dalla bocca e della gola, sanguinamento gastrointestinale, emorragia nel muscolo e cavità articolare, così come non v'è sangue nelle urine - una micro o ematuria macroscopica.

Per evitare lo sviluppo delle complicazioni descritte sopra, durante il trattamento con anticoagulanti indiretti, è necessario monitorare da vicino le condizioni del paziente e gli indicatori di laboratorio della coagulabilità del sangue. Una volta in 2-3 giorni, e in alcuni casi e più spesso, da stabilire il tempo di protrombina ed esaminare le urine per la presenza di globuli rossi (ematuria che è sangue nelle urine, - uno dei primi segni di overdose). Per un maggiore controllo dovrebbe essere definita e altri indicatori oltre al contenuto della protrombina nel sangue: tolleranza all'eparina, tempo ricalcificazione, indice di protrombina, fibrinogeno, protrombina contenuto del metodo 2-step.

Non prescrivere contemporaneamente a questi farmaci preparazioni del gruppo di salicilati (in particolare, acido acetilsalicilico), in quanto contribuiscono ad aumentare la concentrazione di anticoagulante libero nel sangue.

Le droghe del gruppo di anticoagulanti di azione indiretta sono in realtà pochi. Questo neodikumarin, acenocumarolo, warfarin e fenindion.
Consideriamo ciascuno di essi in modo più dettagliato.

Neodicumarina (Pelentan, Trombarin, Dicumaril)

Quando ingerito, assorbito in tempi relativamente brevi, l'emivita è di 2,5 ore, viene escreto nelle urine, non nella forma originale, ma sotto forma di prodotti metabolici.

L'effetto atteso del farmaco inizia a manifestarsi in 2-3 ore dopo la sua somministrazione, raggiunge un massimo nel periodo di 12-30 ore e continua per altri due giorni dopo l'interruzione del farmaco.

È usato da solo o in aggiunta alla terapia con eparina.

La forma di rilascio - compresse.

Dosaggio secondo lo schema, la dose massima giornaliera - 0,9 g La dose viene selezionata in base al tempo di protrombina.

Acenocumarolo (Cincumar)

Ben assorbito se assunto per via orale. Ha un effetto cumulativo (cioè quando una quantità sufficiente di esso viene raccolta nei tessuti). L'effetto massimo si osserva 24-48 ore dopo l'inizio del trattamento con questo farmaco. Dopo la cancellazione, il livello normale di protrombina viene determinato dopo 48-96 ore.

La forma di rilascio - compresse.

Viene preso internamente. Il primo giorno la dose raccomandata è 8-16 mg, in futuro il dosaggio del farmaco dipende dai valori della protrombina. Di regola, la dose di mantenimento è 1-6 mg al giorno.
Possibile aumento della sensibilità del corpo del paziente a questo farmaco. In caso di comparsa di reazioni allergiche deve essere cancellato.

Fenindione (fenilina)

La diminuzione della capacità di coagulazione del sangue è osservata 8-10 ore dopo l'assunzione del farmaco, raggiunge il massimo in circa un giorno. Ha un effetto cumulativo pronunciato.

La forma di rilascio - compresse.

La dose iniziale è 0,03-0,05 g tre volte al giorno nei primi 2 giorni. Ulteriori dosaggi del farmaco vengono selezionati singolarmente a seconda degli indici del sangue: l'indice di protrombina non deve essere inferiore al 40-50%. La dose singola massima è di 0,05 g, la dose giornaliera è di 200 mg.

Sullo sfondo del trattamento con fenilina, è possibile colorare la pelle e cambiare il colore dell'urina. Se compaiono questi sintomi, dovresti sostituire la fenindione con un altro anticoagulante.

Warfarin (Warfarin)

Nel tratto gastrointestinale viene assorbito completamente. L'emivita è di 40 ore. L'effetto anticoagulante inizia 3-5 giorni dopo l'inizio del trattamento e dura 3-5 giorni dopo l'interruzione del farmaco.

Prodotto in compresse.
Iniziare il trattamento con 10 mg una volta al giorno, dopo 2 giorni, il dosaggio si riduce di 1,5-2 volte - fino a 5-7,5 mg al giorno. La terapia viene effettuata sotto il controllo dell'indicatore del sangue dell'INR (la relazione normalizzata internazionale). In determinate situazioni cliniche, ad esempio, quando si prepara un trattamento chirurgico, i dosaggi raccomandati del farmaco variano e vengono determinati individualmente.

Rafforzare l'effetto anticoagulante dell'aspirina di warfarin e di altri farmaci antinfiammatori non steroidei: eparina, dipiridamolo, simvastatina. L'effetto è indebolito dalla colestiramina, dalla vitamina K, dai lassativi, dal paracetamolo in una dose elevata.

Gli anticoagulanti dell'azione indiretta sono farmaci molto gravi che, se poco professionali, possono causare una serie di complicazioni gravi, anche minacciose per la vita. Le informazioni di cui sopra sono fornite solo a scopo di conoscenza. Non prescrivere a se stessi o ai propri parenti questi preparati da soli: per determinare se hanno bisogno di te, e anche per scegliere un dosaggio efficace e sicuro può solo il medico!

A quale dottore applicare

Di solito, gli antiaggreganti di azione indiretta sono prescritti da un cardiologo, un cardiochirurgo, un flebologo o un chirurgo vascolare. Se il paziente assume questi farmaci per un lungo periodo (ad esempio warfarin nella fibrillazione atriale), il terapeuta può monitorare la loro efficacia.

Anticoagulanti: una lista di farmaci

Diverse malattie vascolari portano alla formazione di trombi. Ciò porta a conseguenze molto pericolose, come, ad esempio, possono verificarsi un infarto o ictus. Per diluire il sangue, un medico può prescrivere farmaci che aiutano a ridurre la coagulazione del sangue. Sono chiamati anticoagulanti e sono usati per assicurare che il corpo non formi coaguli. Aiutano a bloccare la formazione di fibrina. Il più delle volte vengono utilizzati in situazioni in cui il corpo ha aumentato la coagulabilità del sangue.

Può sorgere a causa di problemi come:

  • Vene varicose o flebiti;
  • Thrombi della vena cava inferiore;
  • Thrombi vene emorroidi;
  • ictus;
  • Infarto miocardico;
  • Lesione delle arterie in presenza di aterosclerosi;
  • tromboembolismo;
  • Shock, traumi o sepsi possono anche portare a coaguli di sangue.

Per migliorare lo stato di coagulabilità del sangue, vengono usati anticoagulanti. Se in precedenza hai usato l'Aspirina, ora i medici hanno abbandonato una tale tecnica, perché ci sono farmaci molto più efficaci.

Cos'è anticoagulanti, fattoria. l'effetto

anticoagulanti - Questi sono fluidificanti del sangue, inoltre riducono il rischio di altre trombosi che potrebbero apparire in futuro. Esistono anticoagulanti di azione diretta e indiretta.

Anticoagulanti diretti e indiretti

Esistono anticoagulanti diretti e indiretti. Il primo diluisce rapidamente il sangue e viene eliminato dal corpo per diverse ore. Il secondo si accumula gradualmente, fornendo un effetto curativo in una forma prolungata.

Poiché questi farmaci riducono la coagulazione del sangue, non è possibile abbassare o aumentare il dosaggio da soli e ridurre anche il tempo di assunzione. Le medicine sono usate secondo lo schema prescritto dal medico.

Anticoagulanti dell'azione diretta

Gli anticoagulanti dell'azione diretta riducono la sintesi della trombina. Inoltre, inibiscono la formazione di fibrina. Gli anticoagulanti sono mirati al lavoro del fegato e inibiscono i processi di coagulazione del sangue.

Gli anticoagulanti diretti sono ben noti a tutti. Si tratta di un'eparina topica per somministrazione sottocutanea o endovenosa.In un altro articolo troverete ancora più informazioni sugli unguenti con eparina.

Ad esempio, azione locale:

Questi farmaci sono utilizzati per la trombosi delle vene degli arti inferiori per il trattamento e la prevenzione della malattia.

Hanno un più alto grado di penetrazione, ma hanno meno effetto degli agenti endovenosi.

Eparina per somministrazione:

Tipicamente, gli anticoagulanti sono selezionati per risolvere problemi specifici. Ad esempio, Cleavarin e Troparin sono usati per la prevenzione di embolia e trombosi. Clexan e Fragmin - con angina pectoris, attacco cardiaco, trombosi delle vene e altri problemi.

Con l'emodialisi usare Fragmin. Gli anticoagulanti sono usati a rischio di coaguli di sangue in qualsiasi vaso, sia nelle arterie che nelle vene. L'attività del farmaco viene preservata per tutto il giorno.

Anticoagulanti di azione indiretta

Gli anticoagulanti dell'azione indiretta sono chiamati così perché influenzano la creazione di protrombina nel fegato e non influenzano immediatamente la coagulazione stessa. Questo processo è lungo, ma l'effetto dovuto a questo - prolungato.

Sono divisi in 3 gruppi:

  • Monokumariny. Questi includono: Warfarin, Cincumar, Mrakumar;
  • Dicoumarins sono Dicumarin e Tromoxane;
  • Indandions sono fenilin, Omefin, Dipaxin.

Più spesso, i medici prescrivono Warfarin. Questi farmaci sono prescritti in due casi: con fibrillazione atriale e valvole cardiache artificiali.

Spesso i pazienti chiedono, qual è la differenza tra Aspirin cardio e Warfarin e non è possibile sostituire un farmaco con un altro?

Gli esperti rispondono che l'Aspirina cardio viene prescritta nel caso in cui il rischio di ictus non sia elevato.

Il warfarin è molto più efficace dell'aspirina, tranne che è meglio impiegare diversi mesi e anche per il resto della tua vita.

L'aspirina corrode la mucosa gastrica ed è più tossica per il fegato.

Gli anticoagulanti di effetto indiretto riducono la produzione di sostanze che influenzano la coagulabilità, riducono anche la produzione di protrombina nel fegato e sono antagonisti della vitamina K.

Per anticoagulanti indiretti includono antagonisti di vitamina K:

La vitamina K è coinvolta nel processo di coagulazione del sangue e sotto l'azione di Warfarin le sue funzioni vengono violate. Aiuta a prevenire la rimozione di coaguli di sangue e l'intasamento dei vasi sanguigni. Questo farmaco viene spesso prescritto dopo un precedente infarto miocardico.

Esistono inibitori diretti e selettivi della trombina:

diretto:

selettivo:

Qualsiasi anticoagulante di azione diretta e indiretta è prescritto solo da un medico, altrimenti c'è un alto rischio di sanguinamento. Gli anticoagulanti dell'azione indiretta si accumulano gradualmente nel corpo.

Applicale solo per via orale. Non è possibile interrompere immediatamente il trattamento, è necessario ridurre gradualmente la dose del farmaco. La grave cancellazione del farmaco può causare trombosi. In caso di sovradosaggio di questo gruppo, può iniziare il sanguinamento.

L'uso di anticoagulanti

L'uso clinico di anticoagulanti è raccomandato per le seguenti malattie:

  • Infarto dei polmoni e del miocardio;
  • L'ictus è embolico e trombotico (tranne che per l'emorragia);
  • Flebotrombosi e tromboflebiti;
  • Embolia delle navi di vari organi interni.

Come misura preventiva, puoi usare quando:

  • Aterosclerosi delle arterie coronarie, vasi cerebrali e arterie periferiche;
  • Difetti cardiaci della mitrale reumatica;
  • flebotromboz;
  • Periodo postoperatorio per prevenire la formazione di coaguli di sangue.

Anticoagulanti naturali

Grazie al processo di coagulazione del sangue, il corpo si è preso cura di sé che il trombo non va oltre i limiti della nave colpita. Un millilitro di sangue può aiutare a coagulare tutto il fibrinogeno nel corpo.

A causa del suo movimento, il sangue mantiene uno stato liquido, e anche grazie ai coagulanti naturali. I coagulanti naturali sono prodotti nei tessuti e quindi entrano nel flusso sanguigno, dove viene inibita l'attivazione della coagulabilità del sangue.

Questi anticoagulanti includono:

  • eparina;
  • Antitrombina III;
  • Macroglobulina Alpha-2.

Preparati anticoagulanti - elenco

Gli anticoagulanti dell'azione diretta vengono assorbiti rapidamente e la loro durata d'azione non è più di un giorno prima della somministrazione o dell'applicazione ripetuta.

Gli anticoagulanti dell'azione indiretta si accumulano nel sangue, creando un effetto cumulativo.

Non possono essere cancellati immediatamente, in quanto ciò può contribuire alla trombosi. A ricevimento a loro gradualmente riducono un dosaggio.

Anticoagulanti dell'azione locale diretta:

  • Eparina pomata;
  • Gel Lyton;
  • Gepatrombin;
  • Trombless

Anticoagulanti per la somministrazione endovenosa o intradermica:

Anticoagulanti dell'azione indiretta:

  • hirugen;
  • L'hirulog;
  • argatroban;
  • Warfarin Nycomed in tab;
  • Fenilin in tab.

Controindicazioni

Per l'uso di anticoagulanti, ci sono un sacco di controindicazioni, quindi assicuratevi di controllare con un medico, l'opportunità di prendere fondi.

Non può essere usato con:

  • IBC;
  • Ulcera peptica;
  • Malattie parenchimali del fegato e dei reni;
  • Endocardite settica;
  • Aumento della permeabilità vascolare;
  • A pressione aumentata con infarto del miocardio;
  • Malattie oncologiche;
  • leucemie;
  • Aneurisma acuto del cuore;
  • Malattie allergiche;
  • La diatesi è emorragica;
  • fibromi;
  • Gravidanza.

Con cautela nelle mestruazioni nelle donne. Non raccomandare madri che allattano.

Effetti collaterali

In caso di sovradosaggio di farmaci di effetto indiretto, può iniziare il sanguinamento.

Con la somministrazione congiunta di warfarin con aspirina o altri farmaci antinfiammatori non steroidei (simvastina, eparina, ecc.), L'effetto anticoagulante è migliorato.

E la vitamina K, i lassativi o il paracetamolo indeboliscono l'effetto di Warfarin.

Effetti negativi durante l'ammissione:

  • le allergie;
  • Temperatura, mal di testa;
  • la debolezza;
  • Necrosi della pelle;
  • Violazione dei reni;
  • Nausea, diarrea, vomito;
  • Prurito, dolore addominale;
  • Calvizie.

Siete Interessati Circa Le Vene Varicose

Detraleks, da cosa aiuta? Istruzioni per l'uso, dosaggio

Motivi

Detralex appartiene al gruppo dei farmaci venotonici. La base di questo farmaco sono i flavonoidi - sostanze speciali che hanno origine naturale....

Revisione della vasculite: che cos'è, le cause, i sintomi e il trattamento

Motivi

Da questo articolo imparerai: la caratteristica della vasculite, che tipo di malattia e come trattarla. Tipi di patologia, metodi di trattamento....