In dettaglio sul trattamento della trombosi venosa profonda degli arti inferiori

Prevenzione

Oggi, la questione della metodologia e dei regimi di trattamento per i pazienti con diagnosi accertata - trombosi venosa profonda degli arti inferiori - è impostata con particolare severità. Ciò è dovuto al frequente sviluppo della malattia in un'età attiva attiva.

Di particolare interesse è medico disabilità gran parte dei pazienti dopo la malattia e il successivo sviluppo di sindrome post-trombotica, la progressione dell'insufficienza venosa cronica, e soprattutto - un elevato rischio di morte dei pazienti in caso di embolia polmonare acuta.

Approccio alla terapia

loading...

I principali compiti risolti dalla terapia attiva per la trombosi venosa profonda sono i seguenti:

  • prevenzione di embolia polmonare, ictus ischemico e infarto-polmonite con un embolo;
  • interruzione del processo di formazione di coaguli patologici;
  • diminuzione della coagulazione del sangue;
  • ripristino della ricanalizzazione e pervietà vascolare;
  • eliminazione dei fattori di formazione di coaguli;
  • la prevenzione della sindrome post-trombotica.

Terapia conservativa

loading...

Il principale metodo di trattamento del processo trombotico acuto è la terapia conservativa, condotta nel reparto di chirurgia, in cui il paziente entra. Paziente con masse sanguinolente e spesse nel letto venoso dal momento dell'ammissione all'istituto medico è considerato un potenziale paziente con rischio di sviluppare embolia polmonare.

Se la diagnosi è stabilita, il trattamento viene avviato immediatamente. A seconda della gravità dei sintomi, lo stadio della malattia, esso viene eseguita in ospedale (al primo stadio) o ambulatoriale (durante il periodo di stabilizzazione).

regime

prima che la modalità di test:

Prima dell'esame ecografico e determinazione della forma e localizzazione del trombo e prima del rilevamento della minaccia di embolia nei primi 5 giorni, il paziente viene assegnato riposo a letto rigoroso.

Allo stesso tempo, è richiesta la compressione obbligatoria dell'arto colpito con una benda elastica. Per la normalizzazione del deflusso venoso la fine del letto è sollevata di 20 ° o fissare la gamba in un conduttore speciale per l'immobilizzazione.

La necessità di riposo fisico e lo stato di benessere psicologico per il paziente in questo periodo è determinato da:

  • la minaccia del distacco di un denso coagulo e il rapido trasferimento con il sangue a qualsiasi organo;
  • la possibilità di sviluppo di tromboembolismo polmonare con successivo esito fatale.

Modalità dopo l'esame:

Il paziente può alzarsi e muoversi, se durante l'angiografia a ultrasuoni diagnosticare la trombosi delle seguenti forme:

  • forma parietale, quando il corpo del trombo densamente confina con il muro della nave;
  • occlusivo, quando le masse trombotiche si sovrappongono al lume della vena.

Ciò significa che la flottazione (movimento) del trombo nel letto venoso è assente. Tuttavia, anche in queste condizioni, se ci sono dolore e gonfiore della gamba, viene mostrato il riposo a letto.

Man mano che le manifestazioni di questi sintomi diminuiscono, ai pazienti viene concessa l'attività con osservanza della fasciatura dell'arto fino all'inguine per un periodo fino a 10 giorni. Questa volta di solito è sufficiente che la minaccia di embolia polmonare sia ridotta e il trombo sia fissato sulla parete della vena. I pazienti possono alzarsi per stimolare il flusso sanguigno nelle vene, camminare un po '.

I pazienti possono alzarsi e muoversi solo dopo terapia attiva e completa rimozione della minaccia per le loro vite.

Farmaci e regimi di trattamento

Terapia per trombosi comporta, innanzitutto, l'uso di anticoagulanti di azione diretta, in primo luogo - eparina, che riduce rapidamente la coagulazione del sangue, disattivando l'enzima trombina, e inibisce la formazione di nuovi coaguli patologiche.

Eparinoterapia ospedaliera

Prima di tutto, al paziente viene somministrata per via endovenosa una dose unica di eparina - 5 mila unità.

Le gocce vengono utilizzate per la somministrazione del farmaco all'ora (la velocità di somministrazione è fino a 1200 unità all'ora). Nei giorni successivi al trattamento, fino a 6 volte al giorno, l'eparina viene iniettata per via sottocutanea nella regione addominale alla dose di 5.000 unità. L'uso di eparina in forma pura è possibile solo in un ospedale, a causa di possibili complicazioni quando utilizzato nel dosaggio corretto e la necessità di un monitoraggio continuo.

L'efficacia della terapia con eparina è confermata dall'indicatore della durata della coagulazione del sangue, che dovrebbe essere da 1,5 a 3 volte maggiore dell'indicatore primario.

In generale, un'adeguata terapia con eparina prevede un apporto giornaliero di 30.000 - 40.000 unità del farmaco. Con tale trattamento il rischio di formazione di trombi ricorrenti è ridotto a 2 - 1,5%.

Con dinamiche positive per 4 - 7 giorni in questo schema di trattamento, invece della solita forma di eparina, fractiprorin a basso peso molecolare in siringhe finite, che vengono iniettate nell'addome solo per via sottocutanea 1-2 volte al giorno.

Terapia reologica

Richiede fino a 15 giorni, è diretto:

  • cambiamenti nella viscosità del sangue e del plasma;
  • sulla correzione dell'ematocrito (numero di globuli rossi nel sangue, in grado di trasportare ossigeno);
  • per contrastare l'aggregazione (agglomerante) di erythrocytes.

È previsto somministrazione endovenosa o gocciolante di tali farmaci come:

  • reopoligljukin (goccia a goccia, in una dose giornaliera di 400 - 800 ml). Plazmozameshchath significa che aziona il tasso emodinamica, migliora la circolazione del sangue nei vasi sanguigni, aumenta il volume di liquido nel sistema circolatorio, impedisce l'adesione di trombociti ed eritrociti.
  • pentoxifylline - farmaco antiaggregante che riduce la viscosità del sangue, attiva la microcircolazione nelle aree in cui l'apporto di sangue è compromesso. Il farmaco viene iniettato per via endovenosa o gocciolare con una soluzione di cloruro di sodio (0,9%) e una durata fino a 180 minuti.
  • Acido nicotinico, che viene somministrato per via intramuscolare 4 - 6 ml al giorno e ha un effetto anticoagulante vasodilatatore e debole.

antibiotici

Trattamento mostrato con sintomi infiammatori gravi trombosi di vene profonde di estremità più basse, durata - 5 - 7 giorni. Gli antibiotici sono usati: ciprofloxacina - in compresse; cefazolina, lincomicina, cefotaxime - sotto forma di iniezioni intramuscolari.

Lingerie e bende per compressione

La compressione elastica è inclusa come elemento indispensabile della terapia per la trombosi. Per questo vengono utilizzate bende elastiche che coprono l'arto dolente dalle dita alla piega inguinale. Con questo tipo di terapia:

  • il deflusso venoso migliora;
  • attivamente sviluppando una rete di vasi bypass che forniscono un deflusso di sangue venoso al posto della vena principale (i cosiddetti collaterali);
  • impedisce la distruzione delle valvole venose;
  • la velocità del sangue scorre attraverso aumenti di vene profonde;
  • migliorare la funzione del drenaggio linfatico.

A proposito di selezione della tela di compressione si può imparare da questo articolo.

Che trattare: i prodotti medici di base

loading...

anticoagulanti

su 6 - 10 giorni dopo l'inizio della terapia con eparina lo schema di trattamento prevede il passaggio a anticoagulanti compressi di azione indiretta e disaggregati - significa che non consentono alle piastrine di aderire.

warfarin si riferiscono a anticoagulanti a lungo termine che inibiscono la sintesi della vitamina K, che è un forte coagulante.

Viene preso una volta al giorno in un dato momento. Quando si usa il warfarin, il controllo dell'indicatore INR è obbligatorio, per la determinazione del quale l'analisi del sangue viene eseguita ogni 10 giorni. Il warfarin ha molte controindicazioni, quindi È applicato solo dopo selezione dal dottore di una dose concreta e sotto il controllo di laboratorio severo.

Attualmente, le società farmaceutiche occidentali stanno ricercando farmaci con un'azione anticoagulante ancora più focalizzata, che non richiede test continui. Questo consente applicare eparine a basso peso molecolare per la terapia in ambito ambulatoriale.

antiaggreganti piastrinici

Acido acetilsalicilico, assunto a 50 mg al giorno, aiuta a mantenere la viscosità del sangue sufficientemente bassa da prevenire la formazione di coaguli di sangue patologici. Con problemi al tratto gastrointestinale, a seconda delle dinamiche della malattia, è consigliabile assumere compresse rivestite per 4-8 settimane.

raccomandato ricevimento di agenti venotonici, contribuendo ad aumentare il tono delle vene, rinforzando le pareti dei vasi sanguigni, migliorando la microcircolazione e normalizzando il flusso sanguigno: escusano, detralex, flebodia.

Flebotoniki

I risultati della terapia compressiva, che continua in modo ambulatoriale, sono più pronunciati se il luogo del processo infiammatorio viene lubrificato con speciali unguenti e gel gelofotropici: Troxevasin, Venoruton, Venitane, Escuzane, Lyoton-gel, Reparil-gel. Questi agenti hanno eccellenti effetti venotonici e antinfiammatori.

Intervento operativo

loading...

La scelta della terapia per la trombosi è direttamente dipendente dal grado della sua "embologenic", cioè la possibilità di trombo flottante dal muro e entrare nel flusso sanguigno ai polmoni, al cuore o il cervello, causando l'embolia.

Trattamento operativo, di regola, mostrato in due casi:

  • con trombi di flottazione e minacce di vita del paziente;
  • con forma segmentale di trombosi e il recente termine di formazione di coaguli in assenza di gravi patologie nel paziente.

Il tipo di intervento chirurgico dipende dalla posizione del trombo che chiude la nave. applicare:

  • Operazioni per rimuovere i coaguli di sangue o la trombectomia chirurgica con l'estrazione di masse di sangue denso dalla vena attraverso una piccola incisione. La procedura viene utilizzata solo per le forme gravi della malattia, quando viene accertata la probabilità di necrosi tissutale.

Tuttavia, gli esperti ritengono che la trombectomia eseguita dopo 10 giorni di formazione di trombi sia inefficace a causa della sua stretta fusione con la parete vascolare e la distruzione delle valvole.

  • Legatura delle vene.
  • Applicazione di uno shunt artero-venoso. Attualmente, è usato molto raramente a causa della procedura in anestesia generale, l'incapacità di eseguirlo in caso di pronunciamenti trofici nei tessuti e la difficoltà con accesso ripetuto a causa dello sviluppo di tessuto cicatriziale.
  • Installazione del "filtro cava" autobloccante. Questo dispositivo per ritardare lo spostamento di coaguli di sangue (emboli) sulla strada per organi importanti (polmone, cuore, cervello). È impiantato nella vena attraverso il metodo endovascolare (attraverso la nave). Il metodo è usato solo se gli anticoagulanti non possono essere usati.
  • Cucitura o plicatura di una nave. Applicabile in caso di impossibilità di utilizzare un filtro Cava. In questa procedura, la parete della vena cava è cucita con fermagli metallici.
  • Dissoluzione di masse trombotiche, o trombolisi.
  • La trombolisi è procedura per la risoluzione dei trombi. Il chirurgo vascolare si inserisce in una vena, coperta da un denso coagulo nel quale entra un particolare agente dissolvente: il trombolitico entra per mezzo di un catetere.

    Se è necessario rivolgersi alla medicina nazionale?

    loading...

    Trattamento della malattia può essere integrato con ricette di medicina tradizionale, ma solo su raccomandazione di un flebologo.

    • Olio di pesce La composizione dell'olio di pesce comprende gliceridi e acidi grassi speciali, che hanno le proprietà di distruggere la fibrina - una proteina che partecipa alla formazione di un trombo. Inoltre, contribuiscono alla diluizione del sangue.

    Al fine di prevenire l'olio di pesce bevi 1 cucchiaio 2 o 3 volte al giorno. Ma un modo più razionale è usare l'olio di pesce in capsule che non hanno un odore sgradevole e sono molto più convenienti da usare. Dose abituale 1 - 2 capsule fino a 3 volte al giorno durante i pasti. Controindicazioni: reazioni allergiche, colelitiasi e urolitiasi, patologia della tiroide.

  • Bagni di maiali di palude. Cudweed erba secca in una quantità di 150 g versare acqua bollente in un volume di 10 litri. Insistere per 60 minuti. Per mezz'ora prima di andare a letto, mantieni i piedi caldi.
  • Impacchi di cagliata o argilla. Il massaggio quotidiano dei talloni con la ricotta o l'argilla influisce molto bene sul flusso sanguigno venoso. In luoghi di infiammazione e aree dolenti, i piedi non vengono massaggiati, ma semplicemente si applica una cagliata calda o argilla sotto forma di un impacco per 2-3 ore.
  • Cosa non si può fare?

    loading...

    Non violare la modalità assegnata. La prima ascensione e il camminare con un trombo fluttuante nella vena dell'arto inferiore possono portare al suo distacco e al rapido sviluppo dell'embolia polmonare.

    Non è permesso assumere medicinali e infusi a base di erbe senza consultare un medico. L'ammissione di anticoagulanti, la capacità del sangue di piegarsi rapidamente e di formare coaguli impone alcune restrizioni su qualsiasi procedura e assunzione di farmaci.

    Ad esempio, molti farmaci riducono l'effetto del warfarin o viceversa, che significa un'alta probabilità di sanguinamento, ictus emorragico o viceversa - ispessimento del sangue e la riformazione dei coaguli di sangue. Lo stesso vale per qualsiasi rimedio popolare. Quindi, un'ortica molto utile contiene molta vitamina K e un consumo incontrollato di brodi può favorire un forte ispessimento del sangue.

    prevenzione

    loading...

    Va tenuto presente che per un periodo prolungato possibile recidiva di trombosi (da 1 anno a 9 anni). Secondo le statistiche, dopo 3 anni il 40 - 65% dei pazienti con non conformità con misure preventive e trattamento prescritto si presentano in condizioni di disabilità sullo sfondo dell'insufficienza venosa cronica.

    A questo proposito, essere sicuro:

    • conformità con tutte le prescrizioni mediche e assunzione di farmaci;
    • uso della maglia di compressione;
    • screening per la coagulazione del sangue contro i contraccettivi orali (per le donne in età riproduttiva);
    • test di laboratorio regolari per MNO coagulazione del sangue;
    • rifiuto di fumare;
    • conformità con la corretta modalità di attività fisica, non ammessi: lunga restare in piedi, la posizione, un brusco passaggio da esercizio fisico intenso per gli arti lungo di fissaggio (ad esempio, dopo l'allenamento sportivo - un lungo viaggio in macchina, quando le gambe sono praticamente immobili) seduta;
    • uso di determinati prodotti (cipolle, mele, tè verde, arance, vino rosso naturale a piccole dosi), in cui ci sono sostanze chimiche che aiutano a prevenire la formazione di formazioni trombotiche.

    Il compito principale della medicina moderna nel campo del trattamento e della prevenzione della trombosi venosa profonda degli arti inferiori (stinco, anca o altra nave) prevenire o interrompere in breve tempo lo sviluppo di questa pericolosa malattia, che si verifica nelle condizioni del letto prolungato che riposa negli anziani costretti a letto, nelle giovani donne che assumono contraccettivi, donne incinte, donne che hanno partorienti e persino tra gli studenti che abusano del fumo.

    La prevenzione della formazione e della crescita dei coaguli di sangue nelle vene profonde riduce significativamente il rischio di infarto, embolia, ictus e quindi - salva la vita e la salute.

    Video utile

    loading...

    Guarda un video su come riconoscere la malattia e cosa fare per salvare la vita:

    Trombosi venosa profonda: cos'è, sintomi, trattamento, segni, cause

    loading...

    Cos'è la trombosi venosa profonda?

    loading...

    La trombosi venosa profonda (TVP) è il processo di coagulazione del sangue in una vena profonda dell'arto o del bacino. La trombosi venosa profonda è il risultato di una combinazione di una serie di condizioni che potrebbero influenzare il sangue attraverso le vene del pallone, con conseguente danneggiamento o disfunzione dell'endotelio o causare ipercoagulabilità. La diagnosi è confermata da esami strumentali, di regola - mediante dopplerografia ad ultrasuoni e scansione duplex. Il principale metodo di trattamento è la nomina di anticoagulanti. Le tipiche complicanze a lungo termine sono l'insufficienza venosa con o senza la sindrome post-flebite.

    La trombosi venosa profonda della parte inferiore delle gambe è meno probabile che sia una zona di formazione di grandi tromboemboli e può causare PE. L'embolia polmonare asintomatica è presente in circa il 50% dei pazienti con TVP e almeno il 30% dei pazienti con EP presenta chiari segni di TVP.

    L'edema delle gambe, uno o entrambi, è un sintomo abbastanza comune. La trombosi venosa profonda è una delle possibili cause. È caratterizzato da dolore, edema, ipertermia e dilatazione delle vene superficiali.

    Tuttavia, spesso i sintomi sono minimi, quindi la verifica della diagnosi richiede un esame aggiuntivo.

    L'edema unilaterale delle gambe può essere il risultato di una reazione spontanea o di un trauma dell'ematoma nel gastrocnemio, erisipela o rottura della cisti di Baker. La penetrazione di liquido sinoviale nei tessuti cisti surale accompagnata da una diminuzione delle dimensioni della fossa poplitea e un forte dolore a causa di irritazione per il liquido sinoviale.

    Cause di trombosi venosa profonda

    loading...

    Molti fattori possono contribuire allo sviluppo della TVP. Le malattie oncologiche sono un fattore di rischio per la TVP, soprattutto negli anziani e nei pazienti con trombosi ricorrente. Questa associazione è chiaramente evidente nella presenza di tumori, cellule endoteliali in uscita e mucine secernenti, come le neoplasie dell'intestino e del pancreas. Nei pazienti con sospetta TVP idiopatica possono essere tumori asintomatici, ma è raccomandato un profondo esame di pazienti contro i tumori solo se il rischio di cancro o di sintomi che potrebbero indicare tumori asintomatici.

    Fisiopatologia della trombosi venosa profonda

    loading...

    Trombosi delle vene profonde degli arti inferiori si verifica frequentemente a causa di disturbi boccetta venosi (ad esempio, pazienti immobilizzati), danni o disfunzione dell'endotelio (ad esempio dopo una frattura della gamba) o ipercoagulabilità.

    La trombosi venosa profonda degli arti superiori si verifica più spesso a causa del danno endoteliale da cateteri venosi centrali, elettrodi di elettrocardiostimolazione o quando si iniettano farmaci. Alta TVP dell'arto volte spesso si verifica come parte della sindrome della vena cava superiore (SVC), oppure è una conseguenza della compressione di ipercoagulabilità o vena succlavia al punto di uscita dal torace. La depressione può verificarsi in presenza di una prima costola normale o aggiuntiva o di un legamento fibroso o a causa di un vigoroso lavoro manuale.

    Complicazioni di trombosi venosa profonda

    loading...

    Le complicazioni tipiche includono:

    • Insufficienza venosa cronica.
    • Sindrome postflebita.
    • Tromboembolismo dell'arteria polmonare.

    Nel caso della flemma bianca dolorosa, una rara complicanza della TVP in gravidanza, gli arti inferiori assumono un colore bianco lattiginoso. La fisiopatologia non è chiara, ma l'edema può aumentare la pressione di perfusione nei capillari dei tessuti molli, portando a ischemia tissutale e cancrena umida.

    Nel caso di reflusso da dolore blu, la trombosi massiccia ileofemorale causa un'occlusione subtotale delle vene; le estremità inferiori diventano ischemiche, cianotiche e dolorose. La fisiopatologia può includere l'arresto del flusso sanguigno venoso e arterioso negli arti inferiori a causa della cessazione del deflusso venoso o dell'edema massivo che ostruisce il flusso sanguigno arterioso. Una conseguenza potrebbe essere la cancrena venosa.

    Una rara complicanza è l'infezione dei coaguli di sangue nelle vene.

    Sintomi e segni di trombosi venosa profonda

    loading...

    Il più delle volte è asintomatico.

    Un lieve disagio nella parte inferiore della gamba o un edema locale (> 65%) dell'arto colpito è il segno più caratteristico. La dispnea e il dolore al petto di solito si verificano dopo l'embolia.

    I sintomi includono arrossamento della pelle e gonfiore dello stinco, allargamento delle vene superficiali, dolore ai muscoli del polpaccio con la piegatura posteriore del piede. A volte una fossa poplitea può palpare un trombo sotto forma di un polsino fibroso. La presenza di edema (più di 2 cm) è confermata misurando la circonferenza dell'arto 15 cm più in alto e 10 cm sotto la tuberosità della tibia.

    In tutti i casi di edema degli arti inferiori, è necessario effettuare studi addominali e rettali (ginecologici per le donne) per escludere le cause associate alla cavità addominale.

    La trombosi venosa profonda può svilupparsi in pazienti ambulatoriali, sia come complicanza di un'operazione chirurgica, sia in malattie gravi e di lunga durata di importanti malattie mediche.

    Quando la sintomatologia appare non specifica, differisce in frequenza e intensità e coincide con il danno agli arti superiori e inferiori. Le vene superficiali collaterali espanse diventano visibili o iniziano a palpare. Disagio ai polpacci appaiono sul piegatura in caviglia con un ginocchio raddrizzato (Homans sintomo) batte volte in presenza di TVP distale arti inferiori, ma questo sintomo insensibile e non specifici. Dolore, gonfiore dell'intero arto inferiore, una differenza nelle circonferenze dei polpacci più di un centimetro, la pastosità e la presenza di vene superficiali collaterali possono essere più specifici; La TVP è probabile con una combinazione> 3 in assenza di un'altra diagnosi appropriata.

    Ci può essere una condizione subfebrile; la trombosi venosa profonda può essere la causa di una febbre che non ha una causa evidente, specialmente nel periodo postoperatorio.

    Per un caso simile di edema asimmetrica degli arti inferiori, che può simulare una TVP includere lesioni dei tessuti molli, cellulite, violazioni del deflusso venoso pelvica o vasi linfatici e borsite poplitea, che viola i palloni venose. I tumori della cavità addominale e del bacino, che interrompono il drenaggio venoso o linfatico, sono cause meno frequenti. L'uso di farmaci che provocano gonfiore e ipoalbuminemia causato simmetrica bilaterale edema estremità inferiore; L'edema può essere asimmetrico se c'è insufficienza venosa, più pronunciato da un lato.

    Le cause della sindrome del dolore nei muscoli del polpaccio, che imita la TVP acuta, possono essere l'insufficienza venosa e la sindrome post-flebite; cellulite, che causa la congestione dolorosa delle gambe; una cisti poplitea (Baker) di rottura (pseudo-DVT) che causa edema alle gambe, sindrome del dolore e talvolta emorragia nella zona mediale del malleolo; e una rottura parziale o completa dei muscoli o dei tendini della parte inferiore della gamba.

    Diagnosi di trombosi venosa profonda

    loading...
    • Le vene ad ultrasuoni con compressione in tempo reale in modalità β - il metodo più preferito, in gran parte sostituisce la flebografia. Lo studio è rapido e non invasivo, la sensibilità e la specificità superano il 90%, non c'è il rischio di sviluppare un'allergia a contrasto o rischio di flebiti. Il metodo consente di stimare il limite prossimale della crescita del trombo, specialmente durante i vasi del bacino.
    • I D-dimeri nella trombosi hanno un valore prognostico negativo alto. La bassa probabilità di questa malattia secondo i segni clinici e l'analisi negativa per il D-dimero non richiedono ulteriori diagnosi. Se viene ricevuta una risposta positiva, devono essere eseguiti gli ultrasuoni.
    • Flebografia: è usata se i risultati dei metodi precedenti sono incerti e il quadro clinico causa notevole sospetto.
    • A tutti i pazienti vengono assegnati studi di base (un esame del sangue generalizzato, determinazione dell'urea e degli elettroliti di sangue, ECG).
    • Se possibile, determinare la causa principale.
    • Coagulazione.
    • Determinare l'attività procoagulante: per assegnare i saggi devono fare riferimento al laboratorio dell'ospedale e di consultarsi con l'ematologo (proteina per esempio, C-reattiva, VES, proteina C e S, antitrombina III, fattore di mutazione Vnewen, autoanticorpi attività di analisi cromatografica delle immunoglobuline e immunoelettroforesi, anticardiolipina anticorpi, test dell'acido del prosciutto, ecc.).
    • Lo screening per malattie maligne: ecografia e TC (addome e bacino), radiografia del torace, test di funzionalità epatica, antigene prostatico specifico, un antigene tumore embrionale (antigene carcinoembrionario), un tumore antigene CA-125 e CA-19.9, gonadotropina corionica (P-hCG), ecc.

    Quando si gonfia una gamba, è necessario stabilire se questa è una conseguenza della trombosi venosa profonda. La trombosi venosa profonda si verifica spesso da un lato, ma il danno bilaterale è possibile, se il processo è diffuso con il coinvolgimento delle vene pelviche e della vena cava inferiore. Con edemi di entrambe le gambe, è necessario escludere altre possibili cause, ad esempio un'ostruzione del flusso venoso e del drenaggio linfatico a livello pelvico o superiore, scompenso cardiaco ventricolare destro e ipoalbuminemia.

    La valutazione dei sintomi nei punteggi di Vella offre l'opportunità di determinare il rischio clinico (basso, medio o alto) di trombosi venosa profonda. Pazienti con un rischio medio o elevato di ecografia o flebografia. A basso rischio, viene determinato il D-dimero nel plasma. Con una bassa concentrazione di D-dimero, la diagnosi di trombosi venosa profonda è esclusa, ad alta concentrazione - è richiesta ecografia o flebografia.

    La flebografia rimane il metodo più accurato e affidabile per la diagnosi della trombosi venosa. La preparazione radiopaca viene iniettata nella vena nella parte posteriore del piede. Le vene profonde vengono visualizzate utilizzando la radiografia funzionale (creando una serie di immagini statiche, visualizzando il processo in dinamica).

    L'esame ecografico si riferisce anche a metodi affidabili non invasivi per la rilevazione della trombosi venosa. Se la vena non può essere trasmessa, questo indica un trombo. Sfortunatamente, gli ultrasuoni possono rilevare un trombo solo in grandi vene, quindi il metodo è applicabile per l'esame delle vene dalla fossa poplitea al legamento inguinale.

    Se un paziente ha una trombosi venosa, potrebbe esserci la necessità di identificare che ha una trombofilia. L'esame viene solitamente eseguito dopo l'interruzione del trattamento con anticoagulanti.

    storia e la ricerca obiettiva consente di determinare la probabilità di TVP prima degli studi strumentali. La diagnosi viene eseguita da ultrasuoni con rilevamento del flusso Doppler (scansione duplex). La necessità di ulteriori studi (ad esempio, la determinazione del livello di D-dimero), la loro scelta e frequenza dipendono dalla probabilità della malattia e in alcuni casi dai risultati dell'ecografia. La cosa migliore è usare un protocollo che include più di un metodo di indagine.

    Esame ecografico Lo studio ecografico identifica i trombi mediante visualizzazione diretta della vena e quando viene rilevata una comprimibilità della vena anomala, oppure, nello studio Doppler, nella rilevazione di alterazione del flusso sanguigno venoso. La sensibilità di questo studio è> 90%, specificità> 95% con trombosi delle vene femorali e popliteali, ma è meno accurata per trombosi deliaca o della caviglia.

    D-dimero. Il D-dimero è un sottoprodotto della degradazione della fibrina; un aumento del suo livello suggerisce la recente comparsa e distruzione di coaguli di sangue. I test utilizzati per rilevare il D-dimero differiscono per sensibilità e specificità, ma la maggior parte di essi sono sensibili e non specifici. Per la diagnostica, devono essere utilizzati solo i test più accurati. Ad esempio, un saggio di immunoassorbimento legato all'enzima in fase solida con una sensibilità di circa il 95% è altamente sensibile.

    Se la probabilità di TVP è piccola prima degli esami di laboratorio, quest'ultima può essere esclusa dai pazienti con un livello di D-dimero normale dai risultati di uno studio altamente sensibile. Pertanto, utilizzando un risultato del test negativo per il D-dimero, i pazienti con una bassa probabilità di TVP e quelli che non richiedono l'ecografia possono essere isolati. Tuttavia, il risultato positivo di questo test non è specifico; perché il livello di D-dimero può aumentare a causa di una serie di motivi (ad esempio, malattie del fegato, traumi, gravidanza, presenza di fattore reumatoide, infiammazione, chirurgia recente, neoplasie maligne), è necessario un esame più approfondito.

    Se la probabilità di trombosi venosa profonda viene valutata come moderata o elevata prima dei test di laboratorio, la determinazione del livello D-dimero può essere eseguita in parallelo con la scansione Doppler a ultrasuoni e duplex. Un risultato ecografico positivo conferma la diagnosi indipendentemente dal livello del D-dimero e il livello normale del D-dimero aiuta ad escludere la TVP. I pazienti con livelli di D-dimero elevati devono eseguire un esame ecografico ripetuto in pochi giorni o un altro studio di visualizzazione, ad esempio flebografia a seconda della situazione clinica.

    venografia. Venografia con iniezione di contrasto per un lungo tempo sia di fondamentale importanza per lo studio della diagnosi di TVP, ma ora la sua in molti casi sostituito ultrasuoni, che non invasivo, molto più accessibile e quasi sempre rilevare con precisione la trombosi venosa profonda. La venografia è indicato nei casi in cui i risultati ecografici sono normali, ma fino a quando la ricerca ha avuto seri motivi di sospettare TVP paziente. L'incidenza delle complicanze è di circa il 2%.

    Altri studi. Al momento vengono studiate alternative non invasive alla flebografia. Essi comprendono MR flebografia e MRI trombo diretta usando T1 ponderata gradient echo con successiva purificazione della magnetizzazione trasversale residua e ondulazione alta frequenza liquido-eccitazione.

    Se i disturbi e il quadro clinico indicano una possibile EP, devono essere eseguiti ulteriori studi di visualizzazione (ad esempio, scintigrafia polmonare con perfusione ventilatoria o angiopolmonografia TC).

    Determinazione della causa. I pazienti con TVP confermata e la sua causa obiettiva disponibile non richiedono un esame aggiuntivo. Si può discutere la fattibilità di verifica di un aumento della coagulazione del sangue, ma che in alcuni casi questi studi vengono eseguiti in pazienti con idiopatica (o non provocato) o ricorrente TVP, in presenza di una storia individuale o familiare di trombosi di altre aree, così come nei pazienti giovani, senza fattori predisponenti evidenti. Ci sono prove che punta al ruolo importante dei fattori di rischio clinici nel predire il ripetersi di TVP, mentre la presenza di elevati livelli di coagulazione del sangue in questa situazione non ha alcun effetto significativo.

    L'esame di pazienti con TVP per la presenza di neoplasie maligne non è importante. Gli studi selezionati per un'analisi approfondita dell'anamnesi e della ricerca obiettiva e mirati a colpire le neoplasie maligne saranno probabilmente appropriati.

    Stabilire una diagnosi di cancro alla tiroide sulla base di un quadro clinico

    fattori

    • Dolore nella proiezione delle vene della parte inferiore della gamba e della coscia
    • Gonfiore dell'intero arto inferiore
    • Edema della parte inferiore della gamba (la differenza tra le circonferenze dello stinco è> 3 cm, misurata a 10 cm distale rispetto alla tuberosità tibiale)
    • Pastoznost, più pronunciato dal lato affetto
    • Vene collaterali superficiali avanzate
    • Neoplasie maligne (compresi i casi in cui il trattamento è stato interrotto entro 6 mesi)
    • Immobilizzazione degli arti inferiori (ad esempio a causa di paralisi, paresi, lunga posizione in posizione verticale)
    • Interventi chirurgici che coinvolgono la posizione immobile> 3 giorni nelle ultime 4 settimane

    probabilità

    • La probabilità riassume il numero di fattori meno 2, se è possibile anche un'altra diagnosi o più possibile rispetto alla TVP
    • Alta probabilità:> 3 punti
    • Probabilità moderata: 1-2 punti
    • Bassa probabilità: 65 anni, sanguinamento gastrointestinale o storia di ONMC, AMI recente e anemia concomitante (Hct
      • 1
      • 2
      • 3
      • 4
      • 5

      Anticoagulanti nella tromboflebite: rimedi efficaci

      loading...

      La tromboflebite non è una malattia abbastanza piacevole, che deve essere trattata immediatamente. In primo luogo, è accompagnato da un dolore piuttosto grave e, in secondo luogo, può semplicemente portare alla disabilità, se non a un esito fatale. Pertanto, in terapia, gli anticoagulanti sono prescritti per la tromboflebite, che aiuta a fluidificare il sangue e quindi a combattere la malattia.

      Contribuiscono alla soppressione della coagulabilità, a causa della quale il flusso sanguigno è normalizzato nel sistema vascolare. Ma tali farmaci non sono prescritti in modo indipendente. Dopo un esame completo, il medico curante, guidato dai test ricevuti, prescrive il dosaggio di un determinato preparato. Questo è esattamente ciò che verrà discusso di seguito.

      Farmaci per trombosi venosa profonda

      loading...

      I farmaci prescritti per la trombosi delle vene degli arti inferiori colpiscono non tanto i coaguli sanguigni nei vasi, quanto la coagulabilità del sangue stesso. "Funzionano" con enzimi responsabili della formazione di filamenti fibrosi.

      Gli anticoagulanti per il trattamento di tali disturbi sono divisi in due gruppi:

      • Impatto diretto Tali farmaci influenzano direttamente la trombina e contribuiscono a ridurre la sua attività. Il loro meccanismo d'azione consiste nella disattivazione della protrombina, inibizione della formazione di trombi e inibitori della trombina. Ma dal momento che i farmaci ad azione diretta diluiscono molto il sangue, c'è il rischio di emorragia interna. Questo è il motivo per cui, finché il paziente prende tali fondi, il medico gli ordina di sottoporsi regolarmente a esami del sangue per controllarne la coagulazione. Farmaci di esposizione diretta venosa profonda tromboflebite facilmente assorbito nelle pareti del tratto gastrointestinale, fegato e raggiungono liberamente lasciare il corpo con l'urina. Uno dei membri più popolari di questo gruppo sono "Eparina" (e suoi derivati), "Fragmin", "Klivarin", "Clexane" "Fraksiparin", "Wesel Due F", "Hirudin", "hirugen", "Hirulog", "Lepirudin".
      • Impatto indiretto Questa categoria ha un effetto sulla biosintesi degli enzimi laterali. Esiste una completa distruzione della trombina, che migliora l'apporto di sangue miocardico, il rilassamento della muscolatura liscia, l'escrezione urinaria e l'effetto ipocolesterolemizzante. Questi farmaci sono utilizzati non solo per il trattamento delle tromboflebiti degli arti inferiori, ma anche come prevenzione. La loro forma - targhe per ricevimento interno.

      Qualsiasi medicinale è prescritto da un medico a seconda del tipo e della forma della malattia, nonché del rischio di complicanze.

      compresse

      loading...

      Le compresse con trombosi venosa sono i mezzi più efficaci, perché influenzano il problema dall'interno. Con questa malattia, i seguenti farmaci possono essere prescritti:

      • "Fenilin". Questo farmaco ha un alto assorbimento, in modo che la barriera istoematologica passi facilmente. Promuove il miglioramento dei parametri del sangue, normalizza la coagulabilità. Letteralmente fin dai primi giorni di assunzione di "Fenilin" passano i crampi muscolari e scompare un senso di intorpidimento. MA! Questo farmaco non è prescritto dai medici così spesso, perché ha una vasta gamma di effetti collaterali.
      • "Neodikumarina". Aiuta a inibire la formazione di trombi, quindi è prescritto nelle fasi iniziali della tromboflebite. Qui è necessario prendere la medicina per un lungo periodo, quindi non ha un effetto rapido. Ha bisogno di accumularsi nei tessuti. "Neodikumarina" aiuta a ridurre la coagulabilità, ha un effetto ipolipidemico e aiuta le pareti dei vasi a diventare più percettivi. Ma assumere un farmaco del genere richiede un'accurata osservanza del dosaggio e del corso del trattamento.
      • "Varfin". Si riferisce alla categoria degli anticoagulanti indiretti, favorisce il blocco della sintesi degli enzimi epatici, che influenzano la coagulabilità del sistema circolatorio. Grazie ad esso, la concentrazione di tali sostanze nel plasma diminuisce, a causa della quale viene inibita la formazione di trombi. Abbastanza rapidamente mostra il suo effetto, e il vantaggio principale - se il paziente ha effetti collaterali, poi dopo aver preso il farmaco, passano rapidamente.
      • "Indometrine", "Orthofen" e "Butadion". Tutti questi farmaci sono farmaci anti-infiammatori non steroidei e hanno lo stesso effetto. Il trattamento della trombosi delle vene degli arti inferiori con questi farmaci contribuisce alla corretta distribuzione del sangue in tutto il corpo. Ma questo è particolarmente importante quando gli strati profondi vengono sconfitti, dal momento che gli unguenti non penetrano così profondamente. L'ammissione avviene per 14 giorni per 1-2 compresse al giorno, a seconda delle condizioni del paziente. MA! Questi farmaci non dovrebbero essere bevuti in persone con un'ulcera allo stomaco o una malattia del fegato.

      Qualsiasi delle compresse sopra ha un effetto leggermente diverso. Pertanto, per curare la tromboflebite, è necessario consultare uno specialista.

      antibiotici

      loading...

      La tromboflebite ha un inizio diverso. E uno dei motivi per il suo aspetto potrebbe essere nel corpo di un'infezione. In questo caso, il flebologo può prescrivere antibiotici. Se i vasi colpiti sono gli agenti patogeni, non ha senso di prescrivere antibiotici, perché possono solo fare danni provocando un ispessimento del sangue. Ma se i test hanno mostrato la presenza di infezione nel corpo, allora i phobes saranno decisi in modo diverso.

      I miei pazienti hanno usato uno strumento collaudato, che può sbarazzarsi delle vene varicose in 2 settimane senza molto sforzo.

      Gli antibiotici per la tromboflebite possono essere prescritti come segue:

      • amoxicillina;
      • penicillina e tutti i suoi derivati;
      • augmentin (è una penicillina purificata);
      • tetraciclina e tutti i suoi derivati;
      • doxiciclina;
      • un contagocce con "Vankomycin";
      • iniezioni di serie di cefalosporine.

      Inoltre, l'unguento a base di eritromicina è anche popolare. È efficace in caso di infiammazione delle vene non di natura varicosa, inoltre non provoca reazioni allergiche.

      Spesso tali farmaci hanno la forma di iniezioni, poiché richiedono l'influenza più rapida ed efficace sui microrganismi patogeni. Se la situazione diventa più complicata, il paziente viene ricoverato in ospedale e interviene chirurgicamente in modo che sia possibile aprire il focolare e rimuovere da esso tutti gli accumuli purulenti.

      diclofenac

      loading...

      Poiché il miglior rimedio per la tromboflebite degli arti inferiori può essere riferito solo a un medico, diventa chiaro che l'auto-trattamento è severamente proibito. Questo è determinato dal fatto che in ogni singolo caso, queste o altre sostanze medicinali possono aiutare.

      Ma, tuttavia, molto spesso la tromboflebite è prescritta "Diclofenac". Ciò è dovuto ai seguenti punti:

      • il farmaco promuove la riduzione dei processi infiammatori in aree con lesioni profonde;
      • ha effetto analgesico;
      • sopprime l'aggregazione piastrinica;
      • aumenta le proprietà urologiche del sistema circolatorio.

      "Diclofenac" appartiene alla categoria dei farmaci non steroidei e dovrebbe essere usato in parallelo con altri farmaci e terapie. Ad oggi, è presentato sotto forma di iniezioni, forma ritardata. E le supposte rettali sono prescritte, sia nelle malattie acute che croniche.

      Il successo del trattamento dipende in gran parte da un approccio integrato. Pertanto, oltre a prendere i farmaci, il paziente deve ricordare che quando la tromboflebite degli arti inferiori deve muoversi di più. È per questo scopo che non interferisce con l'educazione fisica che migliora la salute. Qualsiasi azione o medicina dovrebbe essere approvata da un flebologo, altrimenti invece di un risultato positivo, si possono avere complicazioni. E poi dovremo combattere non solo con la malattia, ma con le sue conseguenze. Bene, se segui tutte le istruzioni del medico, la ripresa non richiederà molto tempo.

      Un modo provato per curare la varicosi in casa per 14 giorni!

      I principali aspetti della terapia trombotica

      Negli ultimi anni, i principi della terapia per le patologie vascolari acute hanno subito una serie di cambiamenti. Ciò è dovuto alla comparsa di nuovi farmaci più efficaci. Quindi, ad esempio, il trattamento della trombosi venosa profonda è stato un chiaro esempio di nuove innovazioni.

      Brevemente sulla patologia

      Per capire come trattare la trombosi, è necessario comprendere l'essenza del processo.

      La patologia è una malattia acuta che deriva dalla formazione intravascolare di coaguli di sangue con lo sviluppo di vari gradi di reazioni infiammatorie locali.

      Questo è anche associato ad un'altra malattia dei vasi sanguigni - tromboflebite. Quindi, la base dello sviluppo della trombosi è 3 meccanismi:

      • rallentando la velocità del flusso sanguigno;
      • danno alla parete della nave;
      • cambiamento delle proprietà reologiche del sangue (aumento della sua viscosità).

      L'aspetto di queste condizioni è possibile nelle seguenti situazioni:

      • gravi processi infettivi;
      • traumi;
      • parto;
      • interventi chirurgici;
      • diabete mellito;
      • gravi reazioni allergiche;
      • Patologia vascolare (vene varicose, lesioni aterosclerotiche);
      • malattie oncologiche;
      • uso a lungo termine di alcuni farmaci (glucocorticosteroidi sistemici, contraccettivi orali).

      Durante il trattamento, è importante considerare la causa della trombosi. Senza effetti terapeutici su di esso, è impossibile curare la patologia vascolare. Per selezionare un adeguato metodo di trattamento, i medici sono guidati da diverse classificazioni, che consentono di delineare l'urgenza e la pianificazione dei pazienti. La trombosi è divisa in tre gruppi in base al momento del suo sviluppo:

      1. Sharp. La durata è fino a 2 settimane.
      2. Subacuta. Dura fino a 3 mesi
      3. Cronica. Caratterizzato da un corso prolungato - più di 3 mesi.
      4. Sindrome post-tromboflebitica.

      La classificazione del grado di disturbi trofici ed emodinamici è considerata topica quando possibile per condurre un intervento chirurgico. Include trombosi:

      • forma leggera;
      • gravità moderata;
      • pesante.

      Anche la diagnosi introduce necessariamente la localizzazione della trombosi:

      • lesioni nel sistema della vena cava inferiore o superiore;
      • malattia dell'arteria polmonare;
      • malattia coronarica, ecc.

      Con la trombosi delle vene, il trattamento viene selezionato tenendo conto della fase del processo patologico, determinata dal quadro clinico:

      1. La IA è caratterizzata da una sintomatologia lieve: intorpidimento, freddezza dell'arto, sensazione di "pelle d'oca" sulla pelle.
      2. IB è accompagnato dall'attaccamento di dolore di vari gradi di intensità.
      3. L'IIA è caratterizzato da una diminuzione della sensibilità e movimenti attivi delle articolazioni;
      4. A IIB, si osserva una paralisi completa dei muscoli, il sangue rifornisce il vaso ostruito.
      5. IIIA mostra gonfiore delle estremità.
      6. IIIB è caratterizzato da completa immobilità delle articolazioni, sindrome del dolore marcata. In assenza di terapia in questa fase, la cancrena delle dita si sviluppa con la tendenza a diffondere il processo.

      Una tale varietà di forme determina l'urgenza del problema.

      La trombosi può verificarsi a qualsiasi età, e la versione più formidabile è l'EP, che porta a un infarto polmonare e, di conseguenza, alla morte dei pazienti.

      Metodi di terapia

      I principali compiti di trattamento in caso di trombosi sono:

      • ripristino della normale pervietà del letto vascolare (vene, arterie);
      • prevenzione di complicanze gravi (PE, ictus ischemico, infarto renale);
      • interrompere il processo di crescita dei coaguli di sangue;
      • prevenzione dello sviluppo ripetuto della patologia;
      • la trombosi venosa profonda presuppone la prevenzione della malattia vascolare valvolare e lo sviluppo della sindrome post-tromboflebitica;
      • ripristino della funzione compromessa dell'organo o dell'arto, a seconda della localizzazione del processo.

      Tali obiettivi sono raggiunti con la nomina di:

      Dopo aver studiato i metodi di profilassi dei trombi e il recupero delle navi di Renat Achkurin e la loro purificazione dal colesterolo, abbiamo deciso di offrirli alla vostra attenzione.

      • raccomandazioni generali;
      • trattamento della malattia di base, che ha portato allo sviluppo di trombosi;
      • intervento chirurgico;
      • terapia conservativa;
      • procedure fisioterapeutiche.

      Il trattamento chirurgico di patologie viene eseguita nelle prime 6-8 ore (PE, trombosi, arterie coronarie), o in fase acuta di venosa profonda con lesioni. In quest'ultimo caso, l'operazione eseguita nel periodo fino a 5 giorni è più efficace.

      Tromboembolismo dell'arteria polmonare

      Con lo sviluppo di embolia polmonare, lesioni coronariche viene eseguita l'angiografia, che permette di visualizzare l'area interessata. Nella sindrome coronarica acuta con elevazione del segmento ST (infarto del miocardio grande-focale) durante la procedura, viene eseguita la trombolisi locale. Se è inefficace, allora l'angioplastica e stenting (lume arterioso recupero impostando l'espansore). L'operazione viene eseguita dopo anestesia con sostanze stupefacenti.

      Quando il PE è anche somministrato a livello locale farmaci trombolitici. Il filtro cava viene quindi impiantato nella vena cava per prevenire il ri-sviluppo.

      Di recente ho letto un articolo che descrive il Holedol sciroppo naturale per la prevenzione di coaguli di sangue, riducendo i livelli di colesterolo e normalizzare il sistema cardiovascolare. Con questo sciroppo colesterolo può abbassare rapidamente, ripristinare i vasi sanguigni, rimuovere placche di colesterolo, per eliminare l'aterosclerosi, migliorare il sistema cardiovascolare, purificare i sistemi di sangue e linfa in casa.

      Non ero abituato a fidarmi di alcuna informazione, ma ho deciso di controllare e ordinare un pacchetto. Ho notato i cambiamenti in una settimana: il peso nelle mie gambe è scomparso, le mie gambe hanno smesso di gonfiarsi, ho iniziato a sentire meglio, la forza e l'energia sono apparse. Le analisi hanno mostrato una diminuzione del colesterolo fino alla norma. Prova e tu, e se sei interessato, il link sottostante è un articolo.

      Nel trattamento della lesione delle vene profonde, la chirurgia viene chiamata trombectomia. La sua essenza consiste nella dissezione del vaso intasato e l'estrazione di coaguli di sangue. L'operazione viene eseguita in anestesia generale. Dopo è obbligatorio monitorare i globuli rossi per valutare la consistenza delle suture.

      La trombosi di vene profonde di un corso cronico con una cancrena in via di sviluppo nella maggior parte dei casi conduce ad amputazione. Viene eseguito secondo rigorose indicazioni che tengono conto della patologia concomitante. Se l'anamnesi opprimente non consente al paziente di sottoporsi a chirurgia gangrena, continua il trattamento conservativo con l'aggiunta di forti analgesici.

      Le procedure fisioterapeutiche sono indicate per il decorso cronico della malattia e per lo stadio II-III dopo un periodo acuto. Assegnazione:

      L'obiettivo delle procedure è diminuire il dolore e rallentare la progressione della patologia. Quando si sviluppa una trombosi in un contesto di malattie croniche, è necessario contattare il medico. Regolerà la terapia.

      Tra le designazioni generali, a un certo numero di articoli viene assegnato un posto significativo:

      • alimentazione corretta, compresa l'assunzione giornaliera di acqua fresca nel volume, almeno 2 litri (in assenza di controindicazioni);
      • diminuzione del peso corporeo;
      • rifiuto di fumare;
      • riduzione dell'attività fisica (soprattutto squat);
      • per le donne - ritiro di contraccettivi orali;
      • bendaggio elastico stretto, indossando speciali collant a compressione e calze - con trombosi venosa profonda. Vengono selezionati tenendo conto del peso e dell'altezza del paziente.
      al sommario ↑

      Amministrazione dei farmaci

      Tra i farmaci usati per trattare e prevenire la trombosi, vengono mostrati tre gruppi di farmaci:

      Per la prevenzione di TOMBOV, diminuzione del livello di colesterolo nel corpo, Elena Malysheva raccomanda un nuovo metodo basato sulla moderna droga Holedol.

      Si compone di semi e succo di amaranto, e altri ingredienti naturali che combatte efficacemente i coaguli di sangue, abbassare il colesterolo, normalizzare il tono venoso, purificare il sangue e la linfa, impedisce il deposito di placche di colesterolo, migliorare la salute generale. In questo caso, vengono utilizzati solo ingredienti naturali, nessuna chimica e ormoni!

      1. Trombolitica.
      2. Anticoagulanti.
      3. antiaggreganti piastrinici.

      Farmaci trombolitici

      I trombolitici sono in grado di sciogliere il trombo, ripristinando la pervietà della nave. Indicazioni per il loro scopo sono:

      • embolia polmonare;
      • ictus ischemico a causa di trombosi;
      • sindrome coronarica acuta con elevazione del segmento ST.

      Assegnarlo nel caso in cui dal momento dell'inizio del quadro clinico non siano trascorse più di 12-24 ore. In termini successivi, la trombolisi non è efficace. I farmaci più comunemente usati sono:

      • streptochinasi;
      • Purolaza;
      • urokinase;
      • alteplase;
      • Tenecteplase.

      Che cosa esattamente è il farmaco da somministrare, decide il medico rianimatore. La trombolisi viene eseguita solo in unità di terapia intensiva. Ciò è dovuto al fatto che quando il trombo si dissolve, le condizioni del paziente possono deteriorarsi bruscamente, fino all'arresto dell'attività cardiaca. La terapia viene eseguita per diverse ore sotto il costante controllo dei parametri del sistema di coagulazione del sangue, degli eritrociti e dell'emoglobina. È anche necessario monitorare l'emodinamica. Le controindicazioni per la terapia trombolitica sono:

      • un colpo hemorrhagic nell'anamnesi;
      • segni di sanguinamento interno;
      • esacerbazione di ulcera peptica di stomaco o duodeno;
      • recenti operazioni cavitarie, parto;
      • la gravidanza;
      • prescrizione di trombosi più di un giorno.

      La trombolisi può essere eseguita sia a livello sistemico che locale durante uno studio angiografico. Quest'ultimo metodo è più preferito a causa di un minor numero di effetti collaterali. Tuttavia, non tutte le strutture mediche sono dotate dell'attrezzatura necessaria.

      Prima di eseguire la trombolisi, al paziente deve essere somministrata una compressa di aspirina e iniettata con eparina per migliorare l'effetto dei principali principi attivi. Simultaneamente con farmaci trombolitici, disaggregati e anticoagulanti sono prescritti. Ciò è dovuto alla gravità della patologia e all'elevata percentuale di morti da essa.

      Alcuni farmaci sono prescritti da molto tempo. L'uso combinato di disaggregati e anticoagulanti è indicato per il trattamento di una malattia come la trombosi venosa profonda. Sono assegnati prima dell'intervento chirurgico e dopo di esso. La durata della loro ricezione simultanea è determinata individualmente.

      anticoagulanti

      La trombosi venosa profonda implica terapia con anticoagulanti. Può essere effettuato con l'aiuto di preparazioni di diverse forme di dosaggio:

      Quando viene ricoverato in ospedale durante un periodo acuto di trombosi, viene prescritta la somministrazione sottocutanea di anticoagulanti nell'addome. Tale localizzazione delle iniezioni è spiegata da un minor rischio di ematomi. Dei farmaci usati:

      1. Eparina fino a 4 volte al giorno per un periodo di 7-10 giorni. Il sangue totale, il tempo di coagulazione e l'APTT sono monitorati. Con un forte aumento degli ultimi 2 indicatori - ridurre il dosaggio o annullare il farmaco. Ciò è dovuto all'alto rischio di sanguinamento interno.
      2. Clexane viene somministrato 2 volte al giorno. Un attento controllo non richiede. La durata delle iniezioni è di 7 giorni. Il dosaggio viene selezionato tenendo conto del peso corporeo del paziente. È possibile nominare dopo il parto semplice.
      3. Frakssiparin viene somministrato due volte al giorno per 5-7 giorni. Quando viene somministrato, vengono valutati il ​​test del sangue totale e il tempo di coagulazione.

      2-3 giorni prima della fine del corso dei prodotti elencati, sono indicati gli anticoagulanti orali. Ciò è rilevante per la categoria di pazienti sottoposti a trattamento chirurgico con posizionamento di stent (ad esempio, nella carotide o nell'arteria coronaria, aorta). Fino a poco tempo fa, a tali pazienti veniva prescritto il Warfarin. La sua ricezione ha richiesto un attento monitoraggio di alcuni indicatori (MNO) e il rispetto della dieta. Poiché è stato nominato per un lungo periodo (fino a un anno), non tutti i pazienti potevano permetterselo. Recentemente sono comparsi nuovi farmaci che non richiedono alcun controllo di laboratorio, ma hanno un costo elevato. Questi sono:

      • Pradaksa. È preso 2 volte al giorno;
      • Ksarelto. Assegna 1 volta al giorno. Il suo principale vantaggio è che tratta trombosi venosa profonda e vene superficiali. Lo consiglio nelle ultime fasi della tromboflebite venosa profonda.

      Le controindicazioni alla nomina di anticoagulanti sono:

      • sanguinamento interno;
      • processi ulcerosi nella fase di esacerbazione;
      • frequente sanguinamento nasale;
      • grande tempo di coagulazione e APTT;
      • l'anemia;
      • la gravidanza.
      al sommario ↑

      antiaggreganti piastrinici

      In parallelo con gli anticoagulanti è obbligatorio prescrivere la dezagregantia per la prevenzione della trombosi ripetuta. Sono usati i seguenti farmaci:

      • Acido acetilsalicilico (Aspirina, Cardiomagnum, Cardi ASA, Trombo ACC);
      • Chimes. Può essere prescritto durante la gravidanza);
      • Clopidogrel. (Plavix, Lopirel).

      Assegnali per un periodo di almeno un anno. Per una maggiore efficacia, due farmaci vengono prescritti contemporaneamente: Aspirina e Clopidogrel. Tale schema è attualmente utile nel trattamento di qualsiasi tipo di trombosi, quando l'intervento chirurgico non ha stent l'arteria. Controindicazioni per la somministrazione di agenti antipiastrinici sono:

      • Asma dell'aspirina;
      • febbre da fieno;
      • trombocitopenia;
      • emofilia.

      I suddetti farmaci sono prescritti per l'ulcera gastrica, ma con l'assunzione simultanea di inibitori della pompa protonica - Omese, Lanzid, Nolpaz.

      Pertanto, il trattamento della trombosi implica l'uso di terapia intensiva. La trombosi delle vene profonde delle estremità viene trattata con la somministrazione contemporanea di anticoagulanti e disaggregati, con lo sviluppo di complicanze che vengono prescritti trombolitici. Dopo la dimissione dall'ospedale durante l'anno, il paziente viene mostrato Aspirina e Clopidogrel. Se il trattamento della trombosi era accompagnato dall'installazione di uno stent o di un filtro cava (con PE), si consigliano anche Xarelto o Pradaksu per l'ammissione.

      Inoltre, in ospedale farmaci ampiamente prescritti che possono migliorare trofico e avere una debole attività antiaggregante. Inseriscili per via endovenosa. A tali medicine portano:

      • pentoxifylline;
      • Trental;
      • reopoligljukin;
      • Xanthinal nicotinato.

      I chirurghi vascolari nel trattamento della trombosi delle vene profonde e superficiali consigliano di prendere i venotonick - Escuzan, Fleobody, Detralex, ecc. Assegnare tali farmaci per un lungo periodo. L'effetto è osservato dopo un mese dalla loro ammissione.

      Unguenti locali sono efficaci nella sconfitta delle vene superficiali, iniezione tromboflebite. In questi casi, vengono nominati due gruppi:

      • farmaci antinfiammatori non steroidei - Naise, Nimulide, Nurofen;
      • agenti venotonizzanti - Troxevasin gel, eparina pomata.

      La terapia di qualsiasi trombosi è complessa. L'automedicazione in casa è inaccettabile. Solo il medico seleziona i farmaci necessari. Il trattamento della trombosi è un processo che richiede tempo che inizia in un ospedale e continua a casa, ma solo sotto la supervisione di uno specialista. Pertanto, è importante rispettare tutte le prescrizioni del medico per la prevenzione delle recidive e gravi conseguenze della patologia.

    Siete Interessati Circa Le Vene Varicose

    Candele vaginali Argo IPC "Abys" Vitaprinol Lubrificante per l'igiene intima - richiamo

    Prevenzione

    Candele contro le malattie femminili + uso segreto Candele naturali da malattie delle donne Vitaprinol aiuta a trattare una varietà di malattie....

    Detralex farmaco contro la venetizzazione - completare le istruzioni per l'uso, recensioni di medici e pazienti sul farmaco

    Prevenzione

    Detralex appartiene alla categoria agenti venotonizzanti. Questo farmaco è a base di flavonoidi - sostanze di origine vegetale....