Una descrizione completa dell'aterosclerosi dei vasi cerebrali: cause, trattamento, prognosi

Motivi

Da questo articolo imparerai: come e perché c'è uno sviluppo dell'aterosclerosi dei vasi cerebrali, le manifestazioni e le conseguenze della patologia, quali metodi di trattamento esistono e quanto sono efficaci.

Aterosclerosi dei vasi nel cervello - restringimento o intasamento delle placche di colesterolo dei vasi arteriosi che portano il sangue al cervello. Il risultato di tali cambiamenti è il deterioramento della fornitura di sangue al cervello, una violazione della sua normale struttura e perdita di funzioni. Nell'85-90% dei casi, le persone di età superiore ai 45-50 anni sono ammalate.

I sintomi e le conseguenze causate da aterosclerosi dei vasi cerebrali, diverse da capogiro periodica e riducono memoria prima della corsa (tessuto cerebrale parte necrosi) pazienti con gravi disabilità (paralisi, perdita della capacità di camminare e self-service elementari).

La malattia si sviluppa gradualmente per diversi mesi o addirittura anni. Nell'80-90% dei pazienti le prime manifestazioni di aterosclerosi delle arterie cerebrali non disturbano lo stato generale e il modo di vita abituale. Se, dopo la loro apparizione, consultare uno specialista, è possibile prevenire la progressione della malattia e i disturbi irreversibili della circolazione cerebrale (ictus). Trattamento farmacologico, permanente sotto forma di corsi periodici 2-3 volte l'anno. Nel 20-30% dei casi è necessario un intervento chirurgico.

È impegnato nel trattamento di un neurologo. Se necessario, il trattamento chirurgico coinvolge un neurochirurgo vascolare o endovascolare. Il recupero completo è impossibile, previene la progressione di alterazioni patologiche nei vasi sanguigni e normalizza la capacità del flusso sanguigno cerebrale.

Essenza, fasi della malattia

loading...

L'aterosclerosi dei vasi cerebrali è una malattia cronica, che si basa sulla sconfitta della parete vascolare con placche di colesterolo - depositi eccessivi di colesterolo sotto forma di noduli. Queste placche sporgono nel lume del vaso, causando il restringimento del lume, la perdita di forza e l'elasticità del muro. La malattia colpisce solo le arterie - vasi che portano sangue arricchito con ossigeno e sostanze nutritive al cervello.

I cambiamenti patologici nelle arterie cerebrali nell'aterosclerosi si verificano in più fasi e sono soggetti a progressione graduale:

  1. Eccessiva quantità di colesterolo (grassi aterogenici, lipidi) nel sangue - ipercolesterolemia, iperlipidemia.
  2. Impregnazione delle pareti interne delle arterie cerebrali con inclusioni di colesterolo, loro accumulo sotto forma di noduli, placche.
  3. Infiammazione nella parete vascolare, formazione di cicatrici dense, aumento delle dimensioni delle placche di colesterolo, trasformazione in aterosclerotica.
  4. La deposizione di calcio sulla superficie delle placche, la loro rottura, che causa la formazione di trombi.
  5. Costrizione o obliterazione (completa sovrapposizione) delle arterie del lume con placche e trombi, ridotta forza, rischio di rottura spontanea della nave.
  6. Riduzione dell'afflusso di sangue arterioso, alterata circolazione sanguigna o necrosi (ictus) del cervello.

Cause di sviluppo e fattori di rischio

loading...

L'aterosclerosi dei vasi cerebrali ha una sola causa immediata di sviluppo: un elevato livello di colesterolo nel sangue e altri grassi aterogenici (lipoproteine ​​a bassa densità, trigliceridi). Tale disturbo dello scambio può verificarsi solo in un numero limitato di persone (circa il 30-40%). Gli individui con un aumentato rischio di sviluppare la malattia sono chiamati un gruppo a rischio:

  • età oltre 45 anni;
  • l'obesità;
  • malattia ipertensiva (pressione alta);
  • presenza di aterosclerosi di vasi cerebrali in parenti stretti;
  • diabete mellito;
  • fumo di tabacco;
  • abuso sistematico di alcol;
  • stile di vita sedentario;
  • aumento della coagulabilità del sangue (ispessimento del sangue).

Nel 50-60% dei pazienti con aterosclerosi delle arterie cerebrali combinate con una simile lesioni vascolari in altri siti (arterie coronarie del cuore, l'aorta, degli arti inferiori, reni, intestino). Pertanto, i disturbi e i sintomi caratteristici del sistema nervoso in combinazione con l'aterosclerosi dei vasi di qualsiasi localizzazione dovrebbero essere allarmanti per quanto riguarda le lesioni aterosclerotiche delle arterie cerebrali.

Sintomi e conseguenze dell'aterosclerosi cerebrale

loading...

Di per sé, l'aterosclerosi dei vasi nel cervello non è pericolosa e non si manifesta. Pericolo e sintomi negativi provocano malattie e disturbi della circolazione cerebrale, provocati dall'aterosclerosi.

Manifestazioni e segni di aterosclerosi dell'arteria cerebrale possono essere acuti (prima insorgenza) e cronici (osservati per diversi mesi, anni). I tipi e le manifestazioni di questa patologia sono riportati nella tabella:

Caratteristiche del decorso della malattia, da cui dipendono i sintomi

Nel 25-30% dei pazienti con aterosclerosi può essere sviluppata per 10-15 anni, senza causare disturbi della circolazione cerebrale, con questi pazienti tutte le arterie in vari gradi sorpresi processo aterosclerotico. Nel 15-20% dei pazienti, dopo alcuni mesi o anni, ci sono gravi disturbi circolatori nel cervello, che portano alla disabilità, quando il processo patologico interessa solo un'arteria.

I sintomi dell'aterosclerosi delle arterie cerebrali e il momento della loro insorgenza dipendono da tali fattori:

    1. Il grado di aumento del livello di colesterolo - più è alto, più veloce è la progressione dell'aterosclerosi.
    2. La durata del colesterolo in eccesso è superiore a 5 anni: il rischio di aterosclerosi cerebrale aumenta del 50-60%.
    3. Caratteristiche individuali della ramificazione delle arterie cerebrali e del loro diametro. Ad esempio, se hanno il tipo di tronco (più arterie sono responsabili di tutta la fornitura di sangue), o distanti ad angolo retto - la rapida progressione dell'aterosclerosi e disturbi della circolazione cerebrale precoce e grave.
    4. L'assenza di connessioni tra la carotide e i sistemi arteriosi vertebrali del cervello - la separazione del circolo di Willis, l'assenza di collaterali. Ciò aumenta il rischio di disturbi circolatori cerebrali gravi e precoci del 60-70%.
  1. Che tipo di arteria stupito - ogni nave è responsabile per il flusso di sangue a una particolare area del cervello: arteria cerebrale anteriore al lobo frontale, al centro - parietotemporal, back - to occipitale e del cervelletto. Il più comune (55-65%) è affetto dal bacino dell'arteria cerebrale media.

Metodi diagnostici affidabili

loading...

Sospetti di aterosclerosi dei vasi cerebrali deve essere confermato o smentito. Per questo vengono utilizzati i test di laboratorio (analisi del sangue) e strumentali (studi sull'hardware):

  • Analisi biochimica dello spettro lipidico del sangue: colesterolo, trigliceridi, LDL (lipoproteine ​​a bassa densità). Per questo è necessario donare il sangue dalla vena. L'analisi non conferma la diagnosi di aterosclerosi, ma determina solo se una persona è a rischio di questa malattia: se i tassi sono superati per almeno uno di questi indicatori. Nel 50% dei pazienti con sintomi evidenti di aterosclerosi, i parametri studiati rientrano nel range di normalità.
  • US-Doppler, scansione duplex di vasi cerebrali. Il metodo è il più informativo per studiare solo le grandi arterie cerebrali.
  • Angiografia delle arterie del cervello - l'introduzione di un mezzo di contrasto direttamente nel sistema arterioso del collo. Ogni nave grande e piccola viene contrastata e diventa visibile sul film a raggi X, monitor a raggi X. Questo è il metodo più affidabile nella diagnosi di aterosclerosi.
  • La tomografia del cervello (TC o RM) con iniezione endovenosa di mezzo di contrasto è un metodo diagnostico valido, rapido e affidabile, che mostra lo stato di tutti i vasi cerebrali.
Metodi per la diagnosi di aterosclerosi dell'arteria cerebrale

Trattamento moderno

loading...

Complesso di misure terapeutiche per l'aterosclerosi arteriosa del cervello:

  1. cibo dietetico;
  2. correzione della droga del metabolismo del colesterolo;
  3. diminuzione della viscosità del sangue;
  4. miglioramento dell'afflusso di sangue al cervello;
  5. correzione della pressione sanguigna;
  6. operazioni chirurgiche.

Il trattamento dovrebbe durare per tutta la vita sotto forma di cicli alternati di terapia con questi o altri tipi di farmaci 2-3 volte l'anno. Poiché l'aterosclerosi è una malattia di fondo, un precursore dei disturbi della circolazione cerebrale, l'obiettivo principale della terapia non è tanto di curarlo completamente, quanto di prevenire progressione e complicanze. Il recupero completo è possibile solo nella fase delle modifiche iniziali.

1. Alimenti dietetici

Limitando la quantità di colesterolo usato con il cibo, è possibile ridurre la sua concentrazione nel sangue. A un'aterosclerosi di navi di grassi cerebrali di un'origine animale, i piatti fritti, i prodotti affumicati sono vietati. La base della dieta - prodotti contenenti acidi grassi omega-3 (verdure e frutta, pesce, lino e olio d'oliva, noci).

2. Correzione della medicazione del metabolismo del colesterolo

Per ridurre la concentrazione di droghe usate di colesterolo:

    1. Antichità: Simvastatina, Lovastatina, Atorvastatina, Atoris. È stato scientificamente dimostrato che la somministrazione sistematica in modo affidabile (del 40%) riduce il rischio di ictus ischemico e altri disturbi della circolazione cerebrale. È sufficiente applicare il farmaco una volta al giorno.
Gli antiossidanti sono usati per ridurre la concentrazione di colesterolo
  1. Acidi grassi Omega 3 - la sostanza più potente di origine naturale contro qualsiasi arteriosclerosi dei vasi sanguigni, comprese le arterie del cervello. È meglio ricostituire la fornitura di cibo omega-3 (olio di lino, pesce giallo, noci). Vengono anche prodotti farmaci e additivi biologicamente attivi.
  2. Vitamina E (tocoferolo). Di per sé ha un debole effetto contro l'aterosclerosi, ma in combinazione con altri agenti i suoi effetti terapeutici migliorano.

3. Sanguinamento del sangue

Qualsiasi stadio di aterosclerosi dell'arteria cerebrale è un'indicazione per l'assunzione di farmaci che fluidificano il sangue:

  • Acido acetilsalicilico, Aspirina, Cardiomagnolo, Magnikor, Lospirina;
  • Clopidogrel, Tromboneet, Plavix, Plagril;
  • Warfarin, Cincumar. Più adatto nei pazienti con gravi sintomi di aterosclerosi cerebrale, complicata da qualsiasi tipo di disturbi della circolazione cerebrale.

4. Migliorare la nutrizione cerebrale

I preparati di questo gruppo non influenzano il decorso dell'aterosclerosi dei vasi cerebrali, ma permettono alle cellule nervose di non perdere la loro funzione sullo sfondo dei disturbi circolatori:

  • Normalizzatori di microcircolazione: Cavinton, Trental, Cerebrolysin, Plestazol;
  • Cerebroprotettori: Cinnarizine, Fezam, Ceraxon, Sermion, Neuraxon;
  • Nootropics: Thiocetam, Nootropil, Pyracetam, Cortexin.

5. Controllo della pressione sanguigna

La graduale normalizzazione della pressione alta e il suo mantenimento a un livello normale (non superiore a 140/90) rallenta l'aggravamento delle variazioni aterosclerotiche nei vasi cerebrali del 30-40%. Per questo è indicato il ricevimento dei corrispondenti agenti antipertensivi: bisoprololo, Berlipril, Lipraside, Valsacor. Sono nominati da un medico-terapeuta o cardiologo.

Farmaci per il controllo della pressione arteriosa

6. Trattamento operatorio: indicazioni ed efficacia

Aterosclerosi delle arterie del cervello, vengono eseguiti due tipi di operazioni sui vasi: endovascolare (attraverso la puntura) e aperto (attraverso l'incisione). Le indicazioni per il trattamento chirurgico sono limitate o piccole (fino a 1 cm) di restringimento di oltre il 50% di 1-3 vasi cerebrali principali. Con lesioni multiple uniformi delle arterie, l'operazione non è pratica. Le indicazioni si verificano nel 45% dei pazienti. Possono essere determinati solo dopo angiografia o tomografia del cervello.

Chirurgia endovascolare

Gli interventi endovascolari sono un metodo veramente efficace per prevenire gli effetti dell'aterosclerosi avanzata (ictus ischemico).

L'essenza dell'operazione: una puntura dell'arteria sulla coscia o sulla spalla, l'introduzione nel lume di un catetere sottile, che sotto il controllo delle apparecchiature informatiche viene effettuata sul vaso ristretto del cervello. In questa zona, viene installato uno stent (molla), eliminando la costrizione.

Operazione tradizionale

Gli interventi aperti sulle navi situate nella cavità cranica non sono tecnicamente fattibili. Così puoi eliminare le placche aterosclerotiche sulle arterie carotidi del collo. Utilizzare sia la rimozione diretta delle placche rotti dal lume delle arterie (chirurgia dell'endarterectomia), sia la sostituzione del sito alterato con una protesi artificiale (chirurgia di bypass, protesi vascolari).

La previsione più probabile

loading...

I dati statistici sull'aterosclerosi dei vasi cerebrali sono i seguenti:

  • Nel 50-60% dei pazienti di età compresa tra 40 e 55 anni, i sintomi della malattia provocano ictus ischemico a causa di un restringimento brusco di una grande nave. Le conseguenze per il 45 - 55% di loro - una profonda invalidità o morte.
  • Circa l'80% dei pazienti con aterosclerosi cerebrale di età superiore ai 65 anni soffre di disturbi cronici o transitori della circolazione cerebrale. Nel 30% di loro successivamente c'è un ictus.
  • Nel 5-7% delle persone, la malattia è asintomatica e non ha conseguenze.

Questi dati indicano che quanto più giovani appaiono i sintomi dell'aterosclerosi, tanto peggiori sono le conseguenze e peggio la prognosi. Se il problema viene rilevato in una fase iniziale, nel 30-45% dei casi può essere risolto con un trattamento chirurgico endovascolare. Nelle persone dopo 60 anni, il restringimento delle navi è di carattere allentato: nell'80% dei casi, le cure mediche migliorano l'afflusso di sangue al cervello.

Aterosclerosi dei vasi cerebrali

loading...

Come curare l'aterosclerosi dei vasi cerebrali

loading...

L'aterosclerosi è ora di diritto la prima causa di morte, sebbene la vera origine di questa patologia non sia completamente compresa.

Gli scienziati affermano con grande sicurezza che i principali fattori nell'insorgenza dell'aterosclerosi sono le cause ereditarie, lo stile di vita e le abitudini alimentari (sia la dieta che il regime giusto).

La malattia è accompagnata dalla formazione di placche sulla parete interna dei vasi e può essere influenzata come le arterie degli arti inferiori e il cervello, il cuore. La mancanza di un tempestivo intervento medico può portare a cancrena di arti, cardiopatia ischemica, infarto del miocardio, disturbi della circolazione cerebrale. La sconfitta delle arterie cerebrali diventa la causa degli ictus.

Quali sono i fattori di rischio per la malattia?

Da tempo è opinione diffusa che l'aterosclerosi si sviluppa quando non si osservano le regole del mangiare sano. Molto spesso, questo significa un consumo eccessivo di grassi animali. Le idee moderne su una dieta sana sono cambiate un po '.

Molte persone, basandosi sui suddetti principi, cercano di limitare il numero di grassi animali. Studi in pratica hanno dimostrato che i livelli ematici di lipoproteine ​​a bassa e bassissima densità diminuiscono con una diminuzione del contenuto calorico totale del cibo e non solo il numero di grassi animali. Pertanto, la formazione di placche sulle pareti delle navi e aterosclerosi non si verifica quasi mai nelle persone che osservano una dieta povera di calorie.

Non meno pericolosi sono i grassi vegetali, il cui uso eccessivo porta alla comparsa di sintomi caratteristici dell'aterosclerosi e dell'obesità.

Ricerche recenti hanno dimostrato che i carboidrati svolgono un ruolo importante nel disturbo del metabolismo dei grassi nel corpo. Ciò si applica, in primo luogo, ai cereali, poiché il loro glutine è in grado di interrompere il metabolismo lipidico.

L'aterosclerosi dei vasi cerebrali è molto più veloce e si sviluppa più spesso nelle persone che spesso soffrono di stress psicoemozionale. Situazioni stressanti causano una forte stenosi dei vasi sanguigni nel letto arterioso. La violazione della normale forma delle arterie è una condizione ottimale per la deposizione di placche sclerotiche sul loro endotelio.

Allo stesso modo, agiscono su arterie e cattive abitudini (alcol e tabacco). La forte conservazione prolungata della loro stenosi, che si osserva durante il fumo e durante la reazione di sbornia, aumenta significativamente il rischio di aterosclerosi.

Il fattore ereditario non è stato studiato per intero, tuttavia, le persone che hanno parenti con una lesione aterosclerotica di qualsiasi vaso devono fare attenzione alla loro salute, aderendo alle regole di prevenzione.

Quadro clinico della malattia

L'aterosclerosi è astuta perché le sue manifestazioni possono essere sia danni cerebrali cronici che disturbi circolatori acuti del cervello.

Il processo cronico è caratterizzato dallo sviluppo dell'encefalopatia discircolatoria. La patologia ha diverse fasi, in base ai sintomi dominanti.

  1. Manifestazioni iniziali Le principali lamentele del paziente sono l'attenzione distratta, una leggera diminuzione della memoria, un rapido affaticamento, l'acufene, il mal di testa con sovraffaticamento fisico o mentale. Fondamentalmente, i segni della malattia iniziano a manifestarsi nel pomeriggio, verso sera e dopo il riposo.
  2. Il palcoscenico caratterizzato dalla progressione della malattia. Tutti i suddetti sintomi aumentano e ne appaiono di nuovi: ansia, sospettosità, stato depressivo. Una persona può sopravvalutare le sue capacità e, se fallisce, incolpa qualcuno dagli altri. A volte ci sono sintomi temporanei: andatura tremante, tremore delle dita, tremori di testa, vertigini, la parola è indistinta, durante il pasto il paziente è soffocato.
  3. Fase scompensata. In genere, la scomparsa delle capacità di self-service, il paziente richiede un aiuto esterno, così come la perdita di memoria, il pensiero. In questa fase, le complicanze frequenti sono ictus e paralisi.

Tra le complicazioni acute dell'aterosclerosi, l'alterazione transitoria della circolazione cerebrale o l'attacco ischemico è isolata. La sintomatologia dipende completamente dall'area del danno cerebrale: disturbi del linguaggio dalla pronuncia distorta alla perdita totale, intorpidimento dei muscoli della lingua, arti disobbedienti.

L'aterosclerosi dei vasi cerebrali porta a gravi conseguenze - ictus (infarto) del tessuto cerebrale.

Con il corso e la patogenesi, l'ictus è diviso in ischemico ed emorragico.

  1. L'ictus ischemico è caratterizzato dallo sviluppo per un certo periodo di tempo. L'otturazione finale della nave arteriosa porta alla graduale morte delle cellule cerebrali a causa della mancanza di ossigeno e nutrizione.
  2. La forma emorragica dell'ictus si sviluppa bruscamente, in una quantità minima di tempo. La carenza di ossigeno nelle cellule porta a emorragia nella sostanza cerebrale (grigia o bianca).

Trattamento della malattia

L'aterosclerosi dei vasi cerebrali è la malattia che è più facile e più efficace da prevenire che trattare.

Il trattamento deve iniziare il più presto possibile per ritardare lo sviluppo di complicazioni della malattia, che comprendono la demenza, la perdita di capacità di auto-cura, ictus e menomazione transitoria della circolazione cerebrale.

La prima fase della terapia è dieta e dieta, evitando le cattive abitudini e limitando, se possibile, lo sviluppo di situazioni stressanti.

Il trattamento con i farmaci prevede la prescrizione di determinati gruppi di farmaci e, se necessario, la correzione chirurgica.

L'aterosclerosi dei vasi cerebrali viene trattata con i seguenti gruppi di farmaci:

  • farmaci che dilatano le arterie;
  • antiossidanti;
  • gruppo di fibrati;
  • medicinali a base di resine a scambio anionico;
  • statine;
  • Cerebrolysin e terapia contenente iodio.

Ai farmaci che dilatano il diametro dei vasi, sono inclusi i calcio antagonisti. Sono in grado di rilassare le arterie e quasi non cambiano il tono dei vasi venosi. I farmaci di questo gruppo sono lunghi e selettivi, hanno la minor quantità di effetti collaterali.

Il trattamento più efficace è stato i vasi del cervello con l'aiuto di Cinnarizina e Nimodipina. Con una marcata violazione della circolazione sanguigna del cervello senza questi farmaci non si può fare.

Altri rappresentanti: Isoptin, Corinfar, Adalat, Diltiazem, Isradipin, Falipamil, Norvasc, Lazipil.

Un buon effetto sulla circolazione del sangue nelle arterie del cervello è fornito da farmaci a base di alcaloidi vegetali.

Quindi, le sostanze vinche rimuovono lo spasmo, migliorano il metabolismo nel tessuto cerebrale, interferiscono con l'aumento dell'incollaggio delle piastrine.

Il trattamento comprende Vinpocetine, Cavinton, Telectol, Bravinton, Vincetin.

Il secondo rappresentante di origine vegetale è il ginkgo biloba. Ha un effetto complesso, rimuove lo spasmo, rafforza la microcircolazione, cambia la reologia del sangue. Esempi: Bilobil, Tanakan, Ginkor, Gingium.

I vasi del cervello si dilatano a livello dei capillari di un farmaco a base di acido nicotinico. L'acido nicotinico inibisce il processo di deposito del colesterolo cattivo sull'endotelio. È preferibile prescrivere farmaci sotto forma di iniezioni sotto la supervisione di un medico.

Farmaci: Enduratin, acido nicotinico, Nikospan.

Farmaci per rafforzare la parete arteriosa:

  1. Acido nicotinico Questa vitamina è costituita da molte sostanze biologicamente attive con forti proprietà antiossidanti. Il farmaco più famoso è l'ascorutina, così come tutti i prodotti a base di mirtilli;
  2. Selenio, potassio e silicio. Rafforzare arterie e vene, si consiglia di assumere la forma di complessi;
  3. Digidrokvertitsin. Basato su bioflavonoidi di Dahur e larice siberiano.

Per influenzare il collegamento principale della patogenesi della malattia, la deposizione di placche, è necessario assumere farmaci dal gruppo di statine. Questo è Atorvastatin, Lovastatin, Simvastatin. Effettuano il trattamento delle malattie del fegato e sono considerati i più efficaci farmaci anti-colesterolo.

Violazione della formazione di fondi di colesterolo cattivo dal gruppo di fibrati. Sono in grado di penetrare la catena del suo metabolismo, riducendo così la sua quantità nel sangue. Rappresentanti: Ciprofibrato, Fenofibrato, Bezafibrato.

Con l'inefficacia dei metodi standard di terapia, utilizzare il trattamento operativo e hardware.

L'operazione consiste nel rimuovere la placca, l'endoarterectomia carotidea. Di conseguenza, il lume della nave viene ripristinato, la circolazione sanguigna della parte corrispondente del cervello.

Per i metodi hardware si intende il trattamento passando il sangue del paziente attraverso uno speciale assorbente che rimuove il colesterolo. Questo nuovo trattamento, insufficientemente studiato, oltre a costoso.

Omaron combinato farmaco nel complesso trattamento delle malattie vascolari croniche del cervello (encefalopatie dincircolatorie)

loading...

Kadykov A.S. Shakhparonova N.V.

cronico vascolare malattia testa del cervello (CHSGM), meglio conosciuto nella letteratura nazionale sotto il termine circolatorio encefalopatia (DE) sono uno dei problemi di salute più urgenti a causa della loro natura progressiva, che porta alla disabilità, aumento del deterioramento cognitivo, spesso con conseguente demenza. progressione malattia è causato da un'insufficienza prolungata e prolungata gruppo di esperti circolazione sanguigna e / o ricorrenti episodi di d-cresciuta, che si verificano sia con sintomi clinici acuti (ictus, anomalie transitorie gruppo di esperti circolazione del sangue), e in modo subclinico. Il termine "dyscirculatory entsefalopatiyaraquo ; GA proposto. Maksudov e V.M. Kogan nel 1958. La classificazione internazionale delle malattie nona e decima revisione (ICD-9 e ICD-10), questo termine non è menzionato, e rappresentato tra i parenti di condizioni cliniche: arteriosclerosi cerebrale, un progressivo vascolare leucoencefalopatia, ipertensiva encefalopatia. altri disturbi vascolari non specificati del cervello. compresa l'ischemia del cervello (cronica) e malattia cerebrovascolare, non specificata.

Quando è stato il primo a proporre questo termine non esisteva ancora tecniche di imaging - calcolatore (CT) e la risonanza magnetica (MRI), tuttavia, ulteriore angioneurology sviluppo associati a studi in vivo del cervello ha confermato il concetto di base di DE.

DE è eterogeneo, che si riflette nell'eziologia, nelle caratteristiche cliniche, di neuroimaging e morfologiche delle sue forme individuali. Uno può individuare le seguenti varianti principali di DE:

1. Ipertensivo DE.

1.1. Arteriosclerotica sottocorticale encefalopatia.

1.2. Multi-infarto ipertensivo encefalopatia.

2. DEterosclerotico.

3. cronico vascolare insufficienza vertebrale-basilare.

4. Forme miste.

Esistono anche DE, che si sviluppa sullo sfondo della sindrome da antifosfolipidi, diabete mellito, iperomocisteinemia, vasculite, ecc. [5].

Nella letteratura, oltre al termine SAE, ci sono altri nomi di questa forma di XPSG:

• cronico encefalopatia sottocorticale progressiva;

• encefalopatia arteriosclerotica subacuta di Binswanger;

• encefalopatia ipertensiva del tipo binswanger.

I fattori di rischio per lo sviluppo e la progressione della genesi ipertensiva che porta alla demenza del SAE (e questa è la stragrande maggioranza dei casi di EPS) sono:

• caratteristiche di violazione del ritmo circadiano BP [5,8,9];

• Ematocrito alto (oltre il 45%) [13];

• aumento dei livelli di fibrinogeno, aggregazione piastrinica ed eritrociti e viscosità del sangue [2];

• un quadro di neuroimaging: una leucoareosi periventricolare comune in combinazione con infarti lacunari [7,8,15].

Secondo i ricercatori, i seguenti disturbi del ritmo circadiano della pressione sanguigna, che sono determinati con il monitoraggio giornaliero della pressione del sangue, sono caratteristici per SAE [8,9]:

• Pressione sanguigna notturna inadeguata inferiore a quella giornaliera - inferiore al 10% (con un declino normale del 10-22%);

• aumento della pressione sanguigna notturna;

• forte diminuzione della pressione sanguigna notturna (che è più comune nella fase di estrema avanzata SAE) - oltre il 22%, che aumenta l'ischemia delle zone colpite del cervello (riducendo la pressione di perfusione) e può portare a un approfondimento del deterioramento cognitivo e la sindrome astenica.

Il quadro morfologico del SAE è rappresentato da [1,3,11]:

• una diffusa lesioni della materia bianca (prevalentemente periventricolare) con una pluralità di necrosi incompleta, perdita di mielina e parziale disintegrazione di assoni, foci entsefalolizisa, proliferazione diffusa di astrociti;

• spongiosi diffusa, periventricolare più pronunciato;

• infarti lacunari nella sostanza bianca, gangli della base, collinetta visiva, base del ponte di variolium, cervelletto;

• ispessimento e ialinosi delle piccole arterie (arteriosclerosi) nella sostanza bianca e grigia dei gangli della base;

• idrocefalo per set di riduzione della sostanza bianca.

La patologia della sostanza bianca in SAE si basa sull'arteriosclerosi delle arteriole e delle piccole arterie (diametro inferiore a 150 micron).

Nello studio di neuroimaging testa cervello in pazienti con SAE sono osservati [1,4-6,12,14]:

• leucoareosi - diminuzione della densità della sostanza bianca, più spesso intorno alle corna anteriori dei ventricoli laterali ("caps", "orecchie di Topolino");

• cisti piccola postinfartuale (infarti lacunari effetti spesso clinicamente "silenti") nella materia bianca degli emisferi cerebrali, gangli basali, talamo, base pons, cervelletto;

• diminuzione del volume della sostanza bianca perivascolare e dell'espansione del sistema ventricolare (idrocefalo).

I sintomi clinici dell'EPS sono i seguenti [4,5,11]:

• livelli o gradualmente progredendo disturbi cognitivi (disturbi di attenzione, memoria, percezione spaziale visiva, sensazioni di povertà, disturbi del linguaggio meno), raggiungendo la fase finale (per una media di 5-10 anni) il grado di demenza; processo nonostante progressivo aumento disturbi cognitivi in ​​generale, ci possono essere periodi di stabilizzazione ( "plateau") e anche periodi di miglioramento;

• un progressivo aumento dei disturbi della deambulazione (frontale distanza disprassia): la destabilizzazione dei movimenti dei tassi e del ritmo dezavtomatizatsiya camminare, maggiore tendenza a cadere, nella fase finale - l'impossibilità di movimento indipendente;

• progressione dei disturbi pelvici: dall'incontinenza periodica alla completa assenza di controllo della minzione, quindi alla defecazione;

• Lo sfondo della progressione del deterioramento cognitivo nella maggior parte dei pazienti SAE sviluppare sintomi neurologici focali: 1) paresi degli arti (di solito da lieve a moderata, in molti casi completamente regredita), segni piramidali; 2) disordini extrapiramidali (più spesso sindrome acinetica-aminostasi-parkinson-simile o parkinsoniana); 3) sindrome pseudobulbare (disartria, disfagia, pianto violento e risate).

MGEE differisce da SAE in quanto nel quadro morfologico malattia Stato multiinfarct prevale -. lo sviluppo di una moltitudine di piccoli infarti lacunari profonde nella materia bianca del corteccia cerebrale, gangli subcorticale, talamo, cervello basata sul ponte, cervelletto, meno in altre aree del cervello [5] Per MGEE è tipico:

• sviluppo acuto o progressivo di sintomi neurologici e deterioramento cognitivo;

• rilevamento alla TC o RM studio, post-ictus avente una pluralità di piccole cisti (conseguenza di infarti lacunari ripetute, spesso clinicamente "silent"), in combinazione con moderata atrofia cerebrale e allargamento di tutte le parti del sistema ventricolare, con poca o nessuna espressione di leucoaraiosi.

Indubbiamente, non esiste una linea chiara tra MGEE ed EPS; c'è un ampio gruppo di pazienti con encefalopatia ipertensiva mista (forma intermedia tra SAE e MGEE), che in alcune fasi dello sviluppo acquisisce le caratteristiche del MGEE, su altri - SAE.

Il quadro clinico del MGE è rappresentato da disturbi cognitivi, che a differenza di SAE raramente raggiungono il grado di demenza, pseudobulbar, sottocorticale, cerebellare e sindromi lacunari.

Encefalopatia aterosclerotica (AE)

Encefalopatia aterosclerotica - AE (sinonimi: angioencefalopatia aterosclerotica, cronico vascolare insufficienza cerebrale) è caratterizzata, per definizione, da N.V. Vereshchagin et al. (1997), un complesso di cambiamenti diffusi e focali testa natura ischemica cerebrale, causata da arteriosclerosi dei vasi (principalmente stenosi aterosclerotiche e occlusioni del MAG). Insieme con l'EA "pura", le forme miste si verificano spesso quando DE si sviluppa su uno sfondo di aterosclerosi diffusa e AH.

La base morfologica di AE è [1]:

• atrofia granulare della corteccia (degenerazione delle cellule gangliari e piccoli infarti superficiali);

• Infarto multiplo aterosclerotico di piccole dimensioni (lacunari) di varia genesi.

La base di AE è la sconfitta dei vasi cerebrali (angiopatia) a tre livelli principali [1]:

• a livello di MAG (arterie carotidi e vertebrali);

• a livello di extracerebrale (dipartimenti extracerebrali MAG circolo arterioso del Willis, arteria convexital e la superficie mediale degli emisferi cerebrali, le arterie del cervelletto e nel tronco cerebrale) e arterie intracerebrali;

• a livello microcircolatorio.

Con AE con predominanza cronico vascolare insufficienza nelle aree corticali, afflusso di sangue alla carotide interna, la base dei sintomi clinici sono:

• Violazioni progressive delle funzioni cognitive (diminuzione della memoria, attenzione, intelligenza), relativamente raramente raggiungendo il grado di demenza;

• Disturbi "focale" moderati e leggeri delle funzioni corticali superiori.

trattamento HSZGM

Nel trattamento di CHDGM si distinguono tre misure principali [5]:

1. Profilassi della progressione (o rallentamento della progressione) del CHDGM, inclusa la prevenzione dell'ictus (anche ripetuta), che spesso si verifica sullo sfondo di DE.

2. trattamento le principali sindromi di CHD, il miglioramento dello stato circolatorio e lo stato funzionale del cervello. compresa la terapia antiossidante, neurotrofica e vasoattiva.

3. Riabilitazione, sanatorio e resort trattamento.

Le misure preventive volte a prevenire o rallentare la progressione della malattia coronarica e lo sviluppo dell'ictus sono:

1. Preventivo non specifico trattamento tenendo conto dei fattori di rischio.

2. Profilassi individualizzata specifica che tenga conto dell'eziologia, della patogenesi e delle forme di DE.

Al centro del sindromologico trattamento Menzogna CHSGM:

• Terapia neurotrofica. I mezzi di scelta sono piracetam, cerebrolysin, cholinaphosphate, memantine, neuromidine. Quanto sopra farmaci avere un effetto nootropico e neuroprotettivo.

• La terapia vasoattiva, il cui scopo principale è quello di migliorare la circolazione del sangue nelle aree ischemiche del cervello. I mezzi di scelta sono la cinnarizina, la vinpocetina, il vasobrio, l'instenon, la pentoksifillina.

• Terapia antiossidante (neurox, citoflavina).

Come dimostra la nostra esperienza clinica, i pazienti non sono impegnati a prendere un gran numero di farmaci. Pertanto, l'uso combinato farmaci. uno dei quali è Omaron. contenente nootropica preparazione piracetam e vasoattivo preparazione cinnarizina, ha un netto vantaggio sull'uso separato di piracetam e cinnarizina.

Piracetam - un derivato triciclico dell'acido gammaaminobutirrico - un noto nootropico ben noto e ben collaudato preparazione. Il suo uso nei pazienti e nei soggetti sani migliora le capacità cognitive (cognitive), come la memoria, l'attenzione, il successo di apprendimento. Quando viene usato, le prestazioni mentali sono aumentate. E 'ampiamente utilizzato in disturbi del linguaggio e cognitivi derivanti da ictus, trauma cranico, l'encefalite, quando HSZGM, Piracetam aumenta la plasticità neuronale, migliorare la conducibilità nelle strutture neocorticali sinaptiche. Si è anche trovato positivo effetto piracetam sulle proprietà reologiche del sangue (diminuita aggregazione piastrinica ed eritrociti), migliorando così la microcircolazione. Gli effetti collaterali sullo sfondo di piracetam sono molto rari e solo a grandi dosaggi. Nei pazienti anziani può causare l'agitazione immotivata, irritabilità e disturbi del sonno (che è corretto dal rifiuto del suo ricevimento la sera). In 1 compressa Omarona contiene 400 mg di piracetam.

La cinnarzina è una droga vasoattiva, un bloccante selettivo dei canali del calcio lenti. La cinnarizina riduce il tono della muscolatura liscia degli alveoli e la loro reazione ai vasocostrittori biogenici, ha un effetto vasodilatatore (specialmente per quanto riguarda i vasi sanguigni testa cervello) senza diminuire la pressione sanguigna. La cinarinaina ha un'attività antistaminica, riduce l'eccitabilità dei centri vestibolari, il che rende possibile l'uso per capogiri. Aumenta la capacità degli eritrociti di deformarsi, migliorando il letto microcircolatorio. Gli effetti collaterali durante l'assunzione di cinnarizina sono estremamente rari. Con cautela applicare cinnarizina per il glaucoma e il morbo di Parkinson. In 1 compressa Omarona contiene 25 mg di cinnarizina.

Con CHSGM Omaron applicare 1-2 compresse 3 volte al giorno. Il corso del trattamento è di 3 mesi due volte all'anno. Uno studio condotto nell'ospedale regionale di Omsk per gli invalidi di guerra ha mostrato un'efficacia significativa Omarona negli anziani e negli anziani con dyscirculatory encefalopatia. C'è stata una significativa diminuzione della gravità testa dolore, vertigini, rumore nelle orecchie, miglioramento della memoria.

1. Vereshchagin N.V. Morgunov VA, Gulevskaya TS Patologia del cervello nell'aterosclerosi e ipertensione arteriosa. -M.: Medicina, 1997-288 p.

2. Gannushkina I.V. Lebedeva N.V. Encefalopatia ipertensiva. -M.: Medicina, 1987-224 p.

3. Gulevskaya TS Lyudkovskaya I.G. Ipertensione arteriosa e patologia della sostanza bianca del cervello. //Arch.patrol.-1992- №2 -С.33-59.

4. Kadykov A.S. Shakhparonova N.V. cronico vascolare progressivo malattia il cervello. // Consilium medicum-2003-Т.5, №12-С.712-715.

5. Kadykov A.S. Manvelov L.S. Shakhparonova N.V. Malattie vascolari croniche malattia il cervello (encefalopatia dyscirculatory). Manuale per i medici.-GEOTAR-Media, 2006-224 p.

6. Kalashnikova L.A. Gulevskaya TS Violazioni di funzioni mentali superiori dovute a tratti dissociativi nella collinetta visiva e nei tratti talamontali. // Journal. Neuropatia. e psichiatra.-1998-№6-С.8-13.

7. Kalashnikova L.A. Kulov B.B. Fattori di rischio per l'encefalopatia arteriosclerotica sottocorticale. // Journal. Neuropatia. e psichiatra.-2002-No.7, Stroke (Appendice) -C.3-8.

8. Kulov B.B. Kalashnikova L.A. Ritmo diurno della pressione arteriosa in pazienti con encefalopatia arteriosclerotica sottocorticale // Neurologo. Journal.-2003-T.8, №3-P.14-17.

9. V.V. Mashin. Kadykov A.S. Encefalopatia ipertensiva. Clinica e patogenesi.-Ulyanovsk: Ul'GU, 2002-139 p.

10. Temnikova E.A. Uso dell'aragosta della droga nella pratica di un terapeuta quando si lavora con pazienti in età senile // RMJ-2009-T.17, №20-C.1345-1355.

11. Caplan L.R. Malattia di Binswangers - revisted.//Neurology-1995-V.45, N4-P.626-633.

12. Hachinski V.C. Patter P. Merskey H. Leuko-araiosis.// Arch.Neurol.-1987-V.44, N1-P.21-23.

13. Ueda K. Kawano H. Hasno Y. Prevalenza ed eziologia della demenza in una comunità giapponese.//Stroke-1992-V23, N6-P.798-803.

14. Van Kooten F. Maasland L. Dippel D.W. et al. Anormalitici alla TC in relazione alla demenza in pazienti con stroke.//Cerebrovasc.Dis.-1997-V.7, N4-P.42

15. Yao H. Sadoshima S. Leukoaraiosis ad demenza in pazienti con ipertensione.// Corsa-1992-V23, N11-P.1673-1677.

Descrizione:

Cerebrale aterosclerosi - la più comune malattia del cervello che colpisce i vasi sanguigni di tipo muscolo-elastico, con la formazione di lesioni lipidiche singole o multiple, principalmente colesterolo, grassi - placca ateromasica - nei vasi cerebrali guscio interno. crescita successiva del tessuto connettivo in esso (sclerosi) e calcificazione del conduttore parete vascolare ad una deformazione lentamente progressiva e la costrizione del suo lume fino a completa zapustevaniya recipiente (obliterazione) e quindi causare cronica, lentamente crescente insufficienza perfusione degli organi, alimentato attraverso il vaso cerebrale infetto.

Sintomi dell'arteriosclerosi cerebrale:

Insufficiente flusso di sangue al cervello con un rallentamento del flusso sanguigno, una tendenza alla stagnazione, lenta reazione di espansione e contrazione negli stimoli esterni ed interni porta al fatto che il paziente ha l'arteriosclerosi cerebrale comincia a sperimentare mal di testa - stupido, peggio stanchezza, e nel corso del tempo, acquisisce una quasi permanente. rumore frequente e ronzio nella testa, vertigini, con stagger con un brusco cambiamento di posizione del corpo e quando si cammina, la sua faccia con arrossamento sudorazione o il suo pallore, a volte - "mosche volanti" di fronte ai suoi occhi. Con una lunga conversazione (rapporto, discorso, ecc.), È possibile che ci sia un "inciampo" sulle sillabe.

Di norma, il sonno è disturbato - diventa intermittente, con improvvisi risvegli, palpitazioni e paure, spesso con sogni spiacevoli, ci sono segni di addormentarsi durante il giorno durante il lavoro.

Uno dei primi sintomi dell'aterosclerosi cerebrale è una diminuzione dell'attività mentale, un indebolimento dell'attenzione, un'incapacità di cogliere rapidamente significativi. Un sintomo tipico è un danno di memoria per eventi recenti con una lunga storia di memoria. È importante notare che la memorizzazione meccanica è più disturbata della memoria semantica logica. Insieme con l'indebolimento dell'attività mentale, tipica instabilità emotiva in forma di pianto, sospettosità, ansia, irritabilità, capziosità, brontolio. Caratteristica del mentale "bloccato" - la lenta eliminazione dei più piccoli contrattempi, la propensione alle reazioni depressive.

Quando si esaminano pazienti con aterosclerosi cerebrale, si riscontrano anche numerosi disturbi oggettivi. Prima di tutto, la coordinazione dei movimenti è disturbata. C'è un'andatura instabile, c'è uno sbalzo nella posizione eretta, una sottile manipolazione con le mani diventa confusa. Rallenta il ritmo dei movimenti, potrebbe esserci un tremito alla testa, al mento, a una o entrambe le mani. A volte c'è nistagmo. Gli alunni possono cambiare forma, diventare irregolari, la loro reazione alla luce è fiacca. Frequente asimmetria del viso - un angolo della bocca è più basso dell'altro, la lingua sporge di lato quando si protende. Anche con la normale pressione arteriosa, la pulsazione dei vasi sul collo diventa visibile, le arterie temporali sono convolute, la pulsazione nelle arterie può indebolirsi. Quando si preme sull'arteria, si nota il loro dolore. Quando si esamina il fondo, vengono rilevati restringimenti arteriosi e tortuosità delle vene.

Il livello di colesterolo nel sangue è elevato (più di 250 mg in 100 ml). Una radiografia del cranio rivela spesso la calcificazione del cervello che fornisce la carotide interna e le arterie principali.

Cos'è l'aterosclerosi dei vasi cerebrali, i suoi sintomi e il trattamento

loading...

Tra tutti i tipi di malattie del sistema cardiovascolare, l'aterosclerosi dei vasi cerebrali occupa un posto speciale. Questa è una malattia estremamente pericolosa, il cui trattamento deve essere iniziato quando compaiono i primi sintomi.

Se non si prende abbastanza seriamente questa patologia, esiste una possibilità di sviluppo di complicanze così gravi come l'ischemia, l'infarto, l'ictus e altre condizioni pericolose per la salute e la vita umana.

Descrizione della malattia e sua prevalenza

loading...

L'aterosclerosi dei vasi cerebrali è una malattia caratterizzata da restringimento delle pareti delle arterie a seguito della crescita delle placche aterosclerotiche. Molto spesso, la malattia appare a causa del fatto che il corpo umano sta violando il metabolismo dei lipidi. Allo stesso tempo il tessuto connettivo inizia ad espandersi e nel lume delle pareti vascolari i sali di calcio vengono attivamente depositati.

Ciò porta al fatto che i vasi si restringono e talvolta sono completamente intasati. Nel cervello Possono verificarsi blocchi multipli dei vasi depositi, costituiti dalle loro placche di colesterolo.

Il pericolo di questa malattia è il suo sviluppo estremamente lento. Nelle fasi iniziali della malattia una persona potrebbe non avvertire alcun sintomo sospetto, eppure nel corpo continua un processo pericoloso, in cui gli organi interni ricevono meno nutrienti e ossigeno vitale.

Le placche aterosclerotiche, che riempiono i vasi sanguigni, sono costituite da calcio e grassi. Il principale gruppo di rischio per questa malattia è rappresentato dagli adulti uomini e donne dai 50 anni in su. Tra questi, l'aterosclerosi dei vasi cerebrali è molto comune - ogni sesta persona.

Cause e fattori di rischio

loading...

La ragione principale dell'insorgere dell'aterosclerosi dei principali vasi cerebrali è che il normale metabolismo dei grassi viene interrotto nel corpo, il che porta all'accumulo di colesterolo nei vasi. Il fattore di età della malattia è spiegato dal fatto che nei giovani il colesterolo in eccesso viene espulso con successo dall'organismo. Nelle persone anziane, le cose vanno molto peggio con questo - Il colesterolo si accumula e forma placche aterosclerotiche.

Gli scienziati non hanno ancora raggiunto un consenso sulle cause specifiche di questa patologia. Assegna solo una serie di fattori che contribuiscono all'insorgenza dell'aterosclerosi:

  • disordini metabolici;
  • fallimenti nel lavoro delle ghiandole endocrine - in particolare, la ghiandola tiroidea;
  • predisposizione genetica;
  • malattie sistemiche - per esempio, diabete mellito;

  • l'obesità;
  • fumo e abuso di alcool;
  • condizioni stressanti frequenti;
  • ipertensione;
  • mancanza di attività motoria, stile di vita sedentario;
  • malnutrizione - mangiare un sacco di cibi grassi, eccesso di cibo costante, mancanza di verde nella dieta, frutta e verdura;
  • aumento della coagulabilità e della viscosità del sangue.
  • Forme della malattia

    loading...

    Ci sono due forme di base aterosclerosi del cervello - progressiva e cerebrale.

    progressivo

    Questo tipo di malattia è caratterizzato da:

    • deterioramento della memoria,
    • affaticamento veloce,
    • scarsa concentrazione di attenzione,
    • mal di testa
    • alti e bassi emotivi, fino a stati depressivi prolungati,
    • disturbi del sonno,
    • svenimento,
    • vertigini, che possono verificarsi con un forte aumento da una posizione seduta o sdraiata.

    Se l'aterosclerosi è progressiva, Molto rapidamente si sviluppa, e per stringere o ritardare con trattamento in nessun caso è impossibile. Questa forma della malattia può influenzare lo stato mentale del paziente.

    cerebrale

    Questa forma della malattia colpisce il sistema nervoso centrale, violando la sua funzionalità. Il grado di influenza sul sistema nervoso centrale dipende da quanto i vasi cerebrali sono interessati. Il flusso di sangue nel cervello diminuisce, c'è una carenza di ossigeno, a causa della quale i neuroni cessano di funzionare normalmente.

    I segni dell'aterosclerosi cerebrale dipendono direttamente da quale parte del cervello è interessata. Tra questi ci sono: disabilità della memoria, tremori alle gambe o alle mani, mal di testa, stato depressivo, insonnia, aumento della sudorazione, alterazione delle capacità intellettive, deficit dell'udito e della vista, fotofobia.

    Fasi di

    loading...

    Questa malattia vascolare si sviluppa in più fasi, ognuna delle quali è accompagnata dai suoi sintomi:

    • Il primo stadio. Non ci sono ancora segni chiaramente segnalati. È possibile vedere solo un aumento della fatica anche con piccoli sforzi fisici, a volte ci sono vertigini, rari dolori alla testa. Diventa difficile per una persona ricordare alcune cose semplici. I sintomi compaiono quasi sempre più tardi la sera, ma dopo il sonno passano completamente.
    • Il secondo stadio. I sintomi insorgono molto più spesso, ad esempio fenomeni come tremore tremante, forti sbalzi d'umore, stato emotivo depresso, problemi di linguaggio.
    • Il terzo stadio. In questa fase, ci sono già gravi lesioni vascolari cerebrali, che si manifestano con frequenti casi di perdita di memoria, incapacità di eseguire semplici azioni quotidiane, tremori alle mani, malfunzionamento del ritmo cardiaco.

    Progredendo, l'aterosclerosi porta al fatto che il paziente non è in grado di ricordare alcune nuove informazioni, ma gli eventi del passato si ricordano abbastanza facilmente. L'uomo perde il controllo sulle sue azioni. Ci sono spesso casi in cui può accendere acqua o gas, quindi andare fuori.

    Le persone con stadi gravi di aterosclerosi può facilmente perdersi anche in una zona familiare, perché perdono il loro punto di riferimento I pazienti spesso non riescono a ricordare che giorno e persino l'anno è ora. Tali pazienti dovrebbero essere sotto la supervisione di persone vicine o in istituzioni mediche speciali.

    Cosa è pericoloso e possono esserci complicazioni?

    loading...

    Come risultato dello sviluppo dell'aterosclerosi, il lume dei vasi cerebrali si restringe, il che porta a saturazione di ossigeno insufficiente delle cellule. Se questa condizione è cronica, il tessuto cerebrale inizia a parzialmente atrofizzare, ci sono disturbi mentali ed emotivi.

    Ma il più grande pericolo nell'aterosclerosi è la possibilità di sviluppare un ictus. Si verifica quando la pressione all'interno dei vasi cerebrali raggiunge un valore di picco, le pareti della nave non possono resistere e scoppiare, causando un'emorragia nel cervello.

    Primi segni

    loading...

    Qualsiasi forma di aterosclerosi ha manifestazioni cliniche generali:

    • rumore nelle orecchie;
    • mal di testa;
    • insonnia;
    • ansia, eccitabilità, nervosismo;
    • affaticamento veloce;
    • debolezza e sonnolenza durante il giorno;
    • scarsa concentrazione di attenzione;
    • problemi di memoria;
    • disturbo del linguaggio, difficoltà a deglutire il cibo.

    Quale medico guarisce e quando trattarlo?

    loading...

    Ai primi segni di aterosclerosi è necessario con urgenza andare da un cardiologo. Le misure precedenti sono prese per curare, maggiore è la probabilità di un esito positivo.

    Se una persona comincia a provare una fatica inspiegabile anche con uno stress minimo, rumore o zone nelle orecchie, frequenti attacchi di vertigini e mal di testa che non vanno via sotto l'influenza di analgesici - Non ritardare e consultare un medico.

    Tutti i dettagli sull'aterosclerosi delle vene degli arti inferiori si trovano in un materiale separato - i primi sintomi e molto altro.

    E in questo articolo imparerai tutto sul trattamento dell'aterosclerosi dei rimedi del cervello: se è sicuro e cosa può essere usato.

    diagnostica

    loading...

    Con l'uso di moderni metodi diagnostici, è possibile identificare rapidamente una persona aterosclerosi del cervello. solitamente nominare i seguenti esami:

    • scansione ultrasonica delle navi;
    • un esame del sangue per il colesterolo;
    • tomografia delle arterie cerebrali;
    • angiografia;
    • risonanza magnetica;
    • Ultrasuoni del cuore e degli organi interni.

    Maggiori informazioni sulla malattia, vedi il video:

    Metodi di trattamento

    loading...

    L'aterosclerosi è una malattia complessa e il trattamento dovrebbe essere completo. Oltre all'assunzione di farmaci, vengono prescritti una dieta speciale e un esercizio quotidiano che migliorano la circolazione sanguigna e rafforzano il corpo.

    medicazione

    Farmaci che sono prescritti per l'aterosclerosi:

    • Fondi per vasodilatatori: Cinnarizine, Nimodipine, Corinfar, Cavinton, Euphyllin, Papaverin, Isoptin, Vinpocetine, Acido nicotinico, Adalato.
    • Farmaci che rafforzano le pareti delle arterie: Selenio, diidroquercetina, potassio
    • Mezzi per abbassare il colesterolo: Simvastatina, Ciprofibrato, Lovastatina, Atorvastatina, Cenofibrato.

    Oltre a loro, possono essere prescritti tranquillanti e antidepressivi. Con forti mal di testa, viene prescritto un corso di analgesici. In un altro articolo, più sui preparati per il trattamento dell'aterosclerosi cerebrovascolare.

    dieta

    Anche la dieta nel trattamento di questa malattia dovrebbe essere adeguata. È necessario escludere un numero di prodotti e piatti, contenente una grande quantità di colesterolo, vale a dire:

    • carne grassa;
    • Prodotti lattiero-caseari in cui il contenuto di grassi supera l'1%;
    • zucchero, miele, pasticcini dolci.

    La preferenza dovrebbe essere data ai seguenti prodotti:

    • porridge (farina d'avena), gelatina;
    • purea di biancospino;
    • frutti a basso tenero, verdure;
    • ricotta a basso contenuto di grassi - può essere consumata non più di 150 g al giorno;
    • cavolo marino e alghe - sono ricchi di vitamine e oligoelementi, che migliorano l'apporto di sangue ai vasi sanguigni del cervello.

    Prognosi e misure di prevenzione

    loading...

    La prevenzione dell'aterosclerosi delle arterie del cervello è la parte più importante del trattamento, con la quale è possibile prevenire le complicazioni della malattia e migliorare la propria salute. Prima di tutto, è necessario seguire rigorosamente tutte le prescrizioni del medico, rinunciare alle sigarette e ridurre al minimo l'uso di bevande alcoliche.

    Con un trattamento tempestivo, la prognosi di questa malattia è molto favorevole. Un'adeguata terapia, l'osservanza di tutte le raccomandazioni mediche e uno stile di vita sano aiuteranno a far fronte con successo alla malattia e prevenire possibili complicazioni.

    Siete Interessati Circa Le Vene Varicose

    Come scegliere e acquistare collant a compressione da vene varicose

    Motivi

    Come sapete, la biancheria intima da compressione è già parte integrante del trattamento e della prevenzione delle vene varicose e di molte altre malattie, in un modo o nell'altro associate ai vasi delle gambe....

    Argosulfan

    Motivi

    L'argosulfan è un medicinale a base di argento sulfatiazolo per uso esterno, che ha un effetto antibatterico e promuove la guarigione delle ferite.Il farmaco cura i sintomi del dolore, previene l'infezione delle ferite, riduce il tempo di guarigione....