Se non vi è alcuna operazione prima della consegna, esiste il rischio di tromboflebite in gravidanza

Motivi

Buon pomeriggio! Per me di 29 anni, sulle gambe le vene espanse da 16 anni. Ora le vene gonfie, la diagnosi di CVI 1 cucchiaio. 2 fasi. Ho nominato detraleks, trombo ACC, unguenti, jersey di compressione. E insisti sull'operazione di rimuovere le vene. Ho capito da tempo che la chirurgia non può essere evitata, ma ho pensato di farlo dopo la consegna. La domanda è proprio questa. Se non vi è alcuna operazione prima della consegna, esiste un rischio di tromboflebite in gravidanza? In anticipo, ringrazio per la risposta. Gulnara

sintomi: vene gonfie
Età: 29 anni

Ciao, Gulnara!
Hai risposto correttamente alla tua domanda. È la trombosi nel primo periodo postpartum che spesso accade. Quanto rappresento questa situazione: da un lato ci sono le vene varicose. Ma tutti sanno che le vene varicose sono una malattia cronica e anche se le vene varicose sono trattate prima del parto, dopo il parto possono comparire nuove vene, che possono richiedere nuovamente il trattamento delle vene varicose. D'altra parte - ora abbiamo un quadro preciso sui nostri piedi, una varicosa di una certa forma. Quello che accadrà alle vene dopo il parto è sconosciuto. Chiaramente, solo una cosa non è migliore di adesso. E che cosa può essere - come progressione quantitativa (cioè, aumentando il numero di vene varicose, la loro dimensione, senza passare a un'altra fase di vene varicose - basta piedi cercherà di peggio), e cambiamenti qualitativi (vene varicose diffuso ad altre sviluppo tronco vena importante complicanze delle vene varicose - tromboflebiti, disturbi trofici, ulcera). Inoltre spesso vediamo una situazione in cui prima della consegna potrebbe tenere trattamento non chirurgico delle vene varicose (scleroterapia) o operazione "piccolo" - dopo il parto non è più possibile, e si dispone di un accordo con complicazioni o offerta anticipo il metodo più traumatico di trattamento delle vene varicose. Pertanto, un approccio più ragionevole e ragionevole è quello di rivolgersi a una clinica specializzata, a un flebologo. Lo specialista, che vede i pazienti prima e dopo il parto, si rende conto che cosa sta accadendo con le vene varicose bagnati durante la gravidanza, non sarà mai proporrà di rinviare il trattamento delle vene varicose, e per lo stesso trattamento chirurgico delle vene varicose per un periodo dopo il parto. Quando ho chiesto una domanda simile davanti ai miei occhi ottiene sempre la stessa immagine: me alla reception arriva una donna con una settimana un bambino in braccio (e lasciarlo nessuno) lamentando un dolore acuto, gonfiore nel corso delle vene varicose alle gambe. Naturalmente, il trattamento pre-gravidanza di vene varicose non viene effettuata (e abbastanza comune sentire la frase - ma perché trattano se le nuove vene vylezut che danno vita -. Vieni, passare il trattamento delle vene varicose). Su ultrasuoni - tromboflebite acuta delle vene varicose. Naturalmente, in una situazione del genere, il paziente capisce finalmente - chi aveva ragione e chi no. Ma il tempo è stato perso, e si deve eseguire un'operazione di emergenza al fine di evitare il passaggio alla trombosi venosa profonda, embolia polmonare Development (coagulo può staccarsi e migrare attraverso il flusso sanguigno ai polmoni, che è pericoloso per la vita), per motivi di conservazione della vita e la salute della madre. Pertanto, la domanda - quando trattare varicose - prima o dopo il parto - ritengo chiusa. Il trattamento delle vene varicose deve essere eseguito prima e, se necessario, dopo il parto. Con tutta l'apparente semplicità delle vene varicose diventa una malattia molto seria e pericolosa, se ha una tale possibilità. E le vene nepropechennye e il parto - questa è solo una situazione del genere. E ancora: hai trattato le vene prima della gravidanza. E, supponiamo, dopo la nascita, apparvero nuove vene varicose. È ragionevole - questo è l'argomento principale degli oppositori del trattamento delle vene varicose prima della gravidanza. Ma: la forma delle vene varicose sarà diversa, più facile (che se non si tratti la varicosi prima della gravidanza), e il metodo di trattamento delle vene varicose è più spesso non chirurgico (scleroterapia). È molto raro che dopo la nascita sia necessaria una seconda operazione. Pertanto, la risposta a questa domanda è estremamente semplice: per trattare le vene varicose e prima della consegna. Il flebologo non può avere un'opinione diversa.
Sii sano!

Vene varicose durante la gravidanza sulle gambe, cosa fare

loading...

Gravidanza a lungo attesa. Come procederà, come avverrà la consegna, cosa dirà il medico? Un evento gioioso, ma che richiede resistenza e pazienza. E non tutte le donne hanno nove mesi per andare senza momenti spiacevoli. Uno dei problemi che possono verificarsi sono le vene varicose. Certamente, la medicina moderna non sta ferma ed è possibile eseguire la rimozione della vena laser. Ma si può fare senza conseguenze per la madre e il nascituro? È possibile evitare tali sintomi?

Le cause della varicosi durante la gravidanza

loading...

Tra la maggior parte delle donne, vi è l'opinione che la gravidanza sia necessariamente accompagnata da un'espansione delle vene. Questa è un'opinione errata. La malattia si trova anche negli uomini. Puffiness sulle gambe, la pesantezza è possibile, ma varicose è eccezionale. Molte donne in tutte le gravidanze non hanno effetti collaterali. E ogni deviazione indica una violazione nel corpo, questo sarà confermato da qualsiasi medico. Le vene varicose si verificano a causa della mancanza di collagene. Ma ci sono altri motivi per i quali si verifica varicosi durante la gravidanza. Tra questi puoi notare:

  • predisposizione ereditaria;
  • affaticare le vene soprattutto nel terzo trimestre;
  • stile di vita sedentario;
  • cattive abitudini, succede e così;
  • alto fondo ormonale;
  • acqua alta;
  • basso livello di fibre;
  • violazione della dieta.

Di norma, la comparsa di varicosi durante la gravidanza indica una malattia già esistente, che fino ad ora era in forma latente. Nei primi mesi di gravidanza, non può essere manifestato in alcun modo. A partire dal terzo mese, una donna presta attenzione alla rete blu, i noduli che appaiono sulle sue gambe. In questo caso, puoi già parlare di violazioni nel flusso sanguigno verso il cuore, le pareti delle vene si indeboliscono, le valvole si afflosciano. L'utero, aumentando di dimensioni, preme le articolazioni venose nella cavità addominale. Il flusso di sangue agli arti rallenta e le vene bluastre dilatate cominciano ad apparire sulle gambe. Decidere cosa fare in questo caso, come sbarazzarsi di questo, escludere effetti collaterali, come la chirurgia, può solo dopo che la diagnosi è stata fatta dal medico.

Come prevenire il varicosio durante la gravidanza

Le donne che hanno una predisposizione genetica alla varicosi possono preparare il loro corpo prima del concepimento.

Sbarazzarsi della malattia già emergente è un trattamento difficile a lungo termine, a volte può richiedere un'operazione. Dopo aver consultato un medico, è possibile utilizzare in sicurezza il trattamento raccomandato, senza paura del concepimento e del cuscinetto fetale.

Quando i primi sintomi si consiglia di indossare collant a compressione, questo ridurrà il rischio e aiuterà a sbarazzarsi dei primi segni.

Sono fatti di tessuto denso, ma piuttosto elastico e sono in grado di mantenere il tono muscolare al livello desiderato. Negli ultimi termini, l'uso di questi collant non è molto conveniente, quindi raccomandare l'uso di un bendaggio elastico. Il farmaco deve essere assunto solo da quelli prescritti dal medico. Di non poca importanza è il modo di vivere, le cattive abitudini e le scarpe.

  1. È consigliabile rimuovere le scarpe con i tacchi alti strette e sostituirle con scarpe comode e non pressanti a bassa velocità. Se si indossano scarpe con i tacchi, la loro altezza non deve superare i 5 centimetri.
  2. Controlla il tuo peso. Molte donne guadagnano durante la gravidanza circa venti chilogrammi, e qualche volta di più. È una condizione stressante per tutto il corpo e un grande carico sulle gambe. Il peso elevato porta un pesante fardello nelle vene.
  3. Dovrebbe dormire almeno otto ore. Il sonno sul lato sinistro migliora la circolazione sanguigna.
  4. Esegui semplici e regolari esercizi ginnici per i piedi. Impediscono la comparsa della malattia e aiutano a sbarazzarsi della malattia. Semplicemente tirando la punta o il tallone su di te in una posizione seduta migliora notevolmente la circolazione sanguigna.
  5. Escludere dal guardaroba vestiti stretti e stretti.
  6. Osservare rigorosamente la dieta. Mangia cibi ricchi di collagene, fibre, vitamine del gruppo B ed E. Il rispetto di queste semplici regole è il miglior trattamento e prevenzione delle vene varicose.
  7. Bagni caldi da escludere.

Trattamento delle vene varicose in donne in gravidanza

Prima di tutto, vale la pena ricordare che i primi segni di vene varicose non dovrebbero causare il panico nella futura madre. I nervi non sono il miglior compagno per una donna incinta e il suo futuro bambino. Sbarazzati della malattia, non puoi escluderne le conseguenze. Qui un compito importante ricade sulle spalle di uomini che hanno bisogno di monitorare le condizioni emotive e fisiche del coniuge.

Qualsiasi trattamento deve essere iniziato solo dopo le raccomandazioni che il medico curante darà. La medicina è meglio escludere. Suggerimenti da spot televisivi o pubblicazioni stampate non sono solo inutili, ma anche pericolosi. Gel pubblicizzati, gli unguenti possono contenere sostanze nocive che hanno un effetto negativo sul feto. Di solito il medico prescrive fondi con un effetto rinfrescante, che allevia il dolore, aumenta il tono delle vene. L'operazione è mostrata in casi eccezionali.

L'uso della medicina tradizionale, che è stata utilizzata prima della gravidanza, può causare una reazione allergica. Pertanto, il loro uso dovrebbe essere raccomandato da un medico.

Operazione per rimuovere le vene varicose e la gravidanza

Un'operazione di questo tipo non è considerata difficile e pericolosa, anche durante la gravidanza. Spesso viene eseguito in anestesia locale o utilizzando un laser. Né l'uno né l'altro non influenzano lo sviluppo del feto. Durante l'intervento chirurgico, sono interessate solo le vene dilatate superficiali. Lo scopo dell'operazione è di migliorare il flusso di sangue dalle vene interne verso l'esterno.

Laser largamente usato, o meglio, fibre laser. Vengono introdotti in punti dolenti e la radiazione laser colpisce le pareti dei vasi. Come risultato di questa procedura, le pareti sono rinforzate, la circolazione del sangue migliora. Ma, i chirurghi esperti ed esperti raccomandano un tipo tradizionale di chirurgia, in quanto ha risultati più affidabili. Se il medico curante raccomanda un'operazione sulle vene, non dovresti abbandonarla. Con ogni mese di gravidanza, aumenta il carico sulle gambe, che non è una conseguenza favorevole per i pazienti con le vene.

Prevenzione delle vene varicose

Sono necessarie misure preventive non solo per le donne in gravidanza che soffrono di vene varicose, sono adatte per gli uomini. Questa è una piccola serie di esercizi che non consente carichi pesanti e ha lo scopo di rafforzare le navi, migliorando la circolazione del sangue. Pertanto, è completamente sicuro per uomini e donne. Una prevenzione sufficientemente utile sarà ogni giorno un giro a piedi prima di andare a letto, a nuotare. Sono ugualmente utili per entrambi i sessi. Per gli uomini, è possibile diversificare le misure preventive, aggiungendo a questo in sella a una bicicletta.

Una piccola serie di esercizi preventivi dalle vene varicose

loading...
  1. Sedersi su una sedia e alternativamente raccogliere prima le calze della punta, poi i talloni. Venti volte è sufficiente, per gli uomini dovrebbe esserci un po 'più di ripetizioni, ma senza molto sforzo per le gambe.
  2. Una passeggiata a piedi nudi nella tua stessa casa. Per prima cosa mettilo in piedi, poi vai sui talloni.
  3. Diventa volto verso il muro e inclinalo con le tue mani. Alzarsi su calze e gradualmente rotolare da un tallone a un calzino. Ripeti non più di venti volte. Per gli uomini, il numero di ripetizioni dovrebbe essere aumentato a trenta.
  4. Fai un respiro profondo in posizione eretta e contemporaneamente alza le braccia in alto, abbassale mentre espiri. Ripeti l'esercizio circa venti volte. IMPORTANTE! Questo esercizio non è raccomandato per l'ultimo periodo di gravidanza.
  5. Diversificare il complesso è una nota cyclette. Ma le donne incinte non alzano i piedi troppo in alto e ripetono non più di cinque volte in due, tre approcci.
  6. Sdraiati sulla schiena, metti i piedi sul muro e cammina lungo il muro, poi verso il basso.

Diversificare il complesso può essere ballato. La musica e i movimenti ritmici aumentano l'umore, migliorano il benessere, migliorano il flusso sanguigno non solo sulle gambe, rafforzano le pareti dei vasi sanguigni. È utile attaccarsi all'addestramento degli uomini. Ma non vale la pena ballare con angoscia, a gran ritmo e il medico responsabile deve sapere di svolgere tutte le attività.

Gravidanza dopo l'operazione delle vene varicose

loading...

La varicosi si è fatta sentire nel terzo mese di gravidanza. E recentemente ho cominciato a notare che le vene iniziarono ad espandersi all'inguine. Terribilmente sgradevole. Il flebologo che ha operato alla mia gamba destra era a novembre. Ho assegnato solo calze a compressione. Flebodia e Detralex non prendono. "Non dissetare il bambino", disse. Ma, nella prima gravidanza, ho preso flebodia, ma solo negli ultimi mesi. Ha risolto, lo stesso per rivolgersi ancora una volta al flebologo. Le calze aiutano, ma solo per i piedi. Ma all'inguine non lo sono.

La varicosità al piede destro è scesa alla prima gravidanza, nel maggio 2013 sono stati sottoposti a intervento chirurgico. Il dottore che mi ha preparato per l'operazione e operato, ha detto così, che se ingrassi molto, uscirò di nuovo, ma posso dirti che posso rimanere incinta. E ora sono in una posizione dopo l'operazione è stata più di 2 anni, di peso non ha segnato o quanti (di per sé è molto sottile, pesa 38 kg, prima è andato a partorire con un peso di 49), ma le sue gambe già ferito, ieri ha visto che si gonfiò di nuovo.

Coloro che sono apparsi dopo la nascita che viene fatto dopo la seconda nascita si trovò ad affrontare un tale problema: ??? (((Le vene varicose ha dato alla luce in calze da 6 mes.hodila troppo, in cui: (ho ancora una domanda in estate a piedi in calze a compressione maglia,. Va bene, sono andato a fare un estate presto incinta sarebbe auspicabile ai piedi bellezza :))) e con tali vene e contusioni e anche purtroppo zharko.No ma le gambe non fischiare e non fanno male quando ho solo la mia salvezza qui questi stivali...!: ))) E cosa hai scelto? Posso vedere molto chiaramente il mio piede destro. su ikrah.Propivala Fleon e unguento Venolife su quest'ultimo.

Oggi, proprio il giorno del mio compleanno, ho letto il verdetto - cesareo. La ragione - una forte vene varicose, valvole nella gamba non aratro, solo la chirurgia dopo la gravidanza. Epidurale mi bandito, e l'anestesia generale Sono terribilmente paura di fin dall'infanzia. Ho paura di tutto: non vedere il bambino, lei squittiscono uno, e la sua nessuno potrà avvicinarsi fino a quando sono svenuto, non mi sveglio dall'anestesia, ho SEAM zashyut storto e sarà la deformità per la vita, che è vietato per essere un bambino indossare.

Tutte le mie gravidanze sono state un piacere per me, ma questa volta non tutto è così dolce. Questa volta provai tutte le delizie della tossicosi, come tutte le tossicità passate, ma ora le piaghe si sono insinuate una dopo l'altra. Inizialmente, l'emoglobina è scesa a 87, con il fatto che inizialmente mi siedo sull'ascensore. Ho collegato sorbifer, io già ne sono stufo e l'emoglobina sopra 108 non sale. Inoltre. Vene aumentate a che dappertutto: su gambe o piedi, all'inguine, su un petto. E hanno appena iniziato ad annerire le loro gambe molto bruscamente.

Ragazze che hanno avuto 3KS o più, dimmi come è andato tutto. Come è andata la gravidanza, come è andata l'operazione, dopo la ripresa.

Le ragazze che hanno ululato la varicosi prima della gravidanza, non ripetono il mio errore, non si arrendono calze compressive. Ho avuto problemi con le vene in 20 anni, dopo due gravidanze su una gamba è stato operato, e poi ho vissuto una vita normale, sono tolto il peso, l'esercizio fisico e tutto è andato bene, lo stato di un po 'peggio, ma lentamente. In questo pensiero porterà gravidanza, il resto più è stato letto, non ha fatto niente quando ho visto scuse di deterioramento per me in quel calore, intensa usura, prurito su tutto. I.

Ragazze, non sono ancora incinta, e persino non pianificando l'ECO. Ma mi rivolgo qui, perché di solito ECO le donne incinte mangiavano il cane sugli indicatori del sangue. Nel 2011 ci fu l'anembrionia, poi passò un'analisi genetica del sangue (nel recinto), disse il ginecologo - pf! E non con tali indicatori partorire! È genetica, può manifestarsi, forse no. Tuttavia, ho vene varicose e c'è stata un'operazione per rimuoverlo. Ma il mio flebologo ha anche detto che partorirai, andrà tutto bene! Inoltre ho preso in coagulabilità, meno della norma.

Durante la prima nascita, ho avuto una vena all'ingresso del ow. La nascita è stata complessa, il bambino ha pesato 4400. Ma durante la gravidanza c'era solo una vena e non mi ha disturbato particolarmente. passato 5 anni. In questo momento è la 27a settimana. ma già da 20 settimane ho le vene lì, fa male, fa male camminare. Ancora una volta, il frutto è grande. Sembra che la varicosa interna sia, anche se, di nuovo, alla prima gravidanza, ho sempre guardato la sedia e mai i medici non hanno detto una parola a riguardo. Dopo il pas.

Che hanno superato 39 settimane della mia gravidanza, il medico ha detto di andare a domani per la patologia, prenderanno i test e dire quando l'operazione, spero vivamente che il giorno successivo e farlo, perché il significato di vivere prima del fine settimana, soprattutto perché il mio medico è in servizio domani. Tutta la vita partono bene, nessun problema, bene, la verità è spesso crampi muscolari, convulsioni torturati e ottenuto una piccola varici, ancora fino a ieri sera ho mantenuto cetrioli, ieri è diventato peggio e ancora probabilmente il mio bambino fino al limite.

Non so perché sto scrivendo qui sul corso del mio "rimanere incinta" numero 2, ma improvvisamente qualcuno sarà interessato.

Qui sono passati 10 mesi e ho deciso di scrivere una recensione e condividi le tue impressioni (improvvisamente qualcuno rivelarsi utile) Gravidanza avvenuto senza intoppi e.. rende naturalmente esami ad ultrasuoni e del sangue, ecc.. E 'stato sulla residenza nella consultazione LCD Bataisk medico Leonenko / non avevamo trovato un linguaggio comune Costantemente mi hanno indicato pagare analisi, uzi alla genetica in niapdazhe.. Con sospetto abuso del bambino.. Ogni viaggio per il suo stress per me.. andato irregolare, esclusivamente per il bene del marchio.

Non ho scritto nulla per quasi questa gravidanza. È necessario correggere, e poi mi pentirò))) Per memoria, per così dire. Per quanto riguarda la gravidanza in generale: 34 settimane, e mi chiedo ancora quando passo lo specchio) è psicologicamente più facile molto, questa volta non faccio jerk per niente. Infine, il 28 febbraio, al 3 ° screening, il 100% ha dichiarato che la ragazza) ha fatto l'ecografia 4 volte (per specialità diverse) - non ha mostrato: la situazione non ha successo, la corda tra le gambe e così via.

Attenzione: sotto il foglio e un rapporto dettagliato, oltre alle immagini terribili del mio piede. È meglio non sembrare impressionati. Ho sempre pensato che le varicose fossero le nonne, i nonni, o le persone che trascinavano sempre le loro vite per i contadini krajnyak degli atleti. E questa malattia non mi toccherà. Ahimè. Preistoria: le prime manifestazioni delle vene varicose sembrano essere apparse su di me in 13 anni. A volte la sera, con una lunga seduta sul divano, la sedia, la sedia cominciò a stringere la gamba sinistra. Bene, chi non succede, tu dici? È tutto con tutti questi crampi.

Sì. Sì. tu non sogni :))) Oh, carissime ragazze, mi piace lo Stirlitz. Vado alle cliniche di Flebologia. Mi ha portato come ho scritto in precedenza nella clinica del Nord il 9 maggio 19 a. Klaus Zhuk Stanislav Anatolevich che non ricorda ancora per chiarire: mi sono registrato alla reception per una settimana, mi sono avvicinato e mi ha detto che ti lamenti :). gambe o piedi che parlo durante e dopo la gravidanza, le vene si rompono, fanno male. la rosa sembrava. sdraiarsi fa o fa uzi. sì. Oh, così tu hai. è necessario avere un intervento urgente! Non è necessario allattare al seno e fare l'operazione. alzati Il dottore che ho. La varicosa in 3 fasi! OGO bene a me qui e così.

Gravidanza dopo l'intervento chirurgico nelle vene

loading...

Gravidanza e vene varicose sugli arti inferiori.

Alla vostra attenzione, abbiamo preparato un articolo che tocca un argomento molto serio: come comportarsi con una donna con vene varicose che sta pianificando una gravidanza. Materiale preparato dal nostro esperto leader in questo campo, un ex ostetrico-ginecologo, e ora chirurgo, endovascolare e flebologia estetica con l'ecografia specialista delle vene delle gambe, membro della "Società russa di Angiologia e Chirurgia Vascolare" e "San Pietroburgo Associazione di Flebologia" SPSP Alexey Alexandrovich Antipov.

La patologia venosa più comune, cioè le vene varicose sugli arti inferiori, è più rilevante durante la gravidanza, così come nel periodo postpartum e durante l'allattamento.

Purtroppo, un gran numero di chirurghi, ostetrici e sottovalutano i pericoli della malattia. Soprattutto quando si pianifica una donna è incinta, i chirurghi consigliato di fare la rimozione delle vene varicose dopo la nascita, cioè dopo la fine della lattazione, che è di circa 1,7 anni, sostenendo che non giustifica la tesi che "dopo varicosa il parto si verificano ancora, quindi perché rimuoverlo? ". Secondo l'esperienza della sua precedente ostetrico lavoro dico che una tale tesi è parlata da quasi tutte le donne.

Sicuramente, questo approccio deve essere sradicato ovunque dalla pratica dei chirurghi. Eliminare le vene varicose (specialmente con le principali forme di lesione) dovrebbe essere fatto prima della gravidanza programmata su base obbligatoria, così come il risanamento o il trattamento dei focolai cronici di infezione.

La ragione - il più importante - sono le complicazioni di vene varicose trasformazione, più spesso tromboflebite acuta, il cui sviluppo una gravidanza e in allattamento donne, una percentuale molto superiore a quello delle donne senza esposizione al progesterone e prolattina.

Quando questa complicazione si verifica, naturalmente, deve essere trattata, a volte anche da una via chirurgica radicale, per non parlare della terapia farmacologica. Naturalmente, questo non può essere molto buono per il feto durante la gravidanza o l'allattamento nel periodo postpartum. Non sto parlando dello status psico-emotivo delle donne.

Alexei Alexandrovich tratta le vene varicose con un laser

Ma, i medici di molte cliniche e la consultazione delle donne, continuano a negare alle donne nel trattamento radicale della malattia varicosa degli arti inferiori, non solo quando si tratta di reclami durante la gravidanza, completamente assioma dimenticato che qualsiasi farmaco quando ingerito donna incinta compare nel feto. E, invece di assegnare un adeguato calze a compressione per le donne in stato di gravidanza, si consiglia di prendere venotoniki, trattamento topico che possono causare una reazione allergica donna incinta. Prendo atto che ostetrici - ginecologi spesso sottovalutano il problema della varicosa patologia, soprattutto nel lavoro. È chiaro che l'atto di nascita è il momento cruciale. Abbiamo bisogno di avere un bambino sano e che la donna non abbia sanguinamento. Ma il post-partum tromboflebite ricordare quando era in tutta la gamma di colori * * migliora l'umore donna dopo il parto.

Senza fallo è necessario:

  • partorire e i primi giorni sono in una maglia di compressione speciale (ospedale) o, almeno, in bende elastiche!
  • Quasi immediatamente dopo la nascita, alzati (attiva) - riduce il rischio di trombosi e tromboflebiti;
  • monitorare costantemente la viscosità del sangue (controllo del coagulogramma) - il medico deve saperlo;
  • a determinate indicazioni durante il parto e nel primo periodo postparto, assumere farmaci che diluiscono il sangue;
  • soprattutto - quando si pianifica una gravidanza, consultare Flebologo-medico, escludere il rischio di complicanze dal sistema venoso degli arti inferiori.

Gravidanza dopo l'intervento chirurgico

loading...

Se per alcune donne la questione della pianificazione della gravidanza non è affatto difficile, per altri presenta un intero dilemma. Il secondo gruppo comprende donne che hanno determinati problemi di salute, così come quelli che hanno dovuto subire un intervento chirurgico su organi interni. Sono loro che sono interessati a stabilire se sia possibile una gravidanza e, in tal caso, se sarà pericoloso e se si verificherà del tutto.

Naturalmente, l'operazione dell'operazione è diversa. Tuttavia, possiamo tranquillamente dire che dopo la stragrande maggioranza degli interventi chirurgici esistenti, è possibile rimanere incinta tre mesi dopo il recupero assoluto. Ricorda, non è l'operazione in sé, si tratta del restauro, che, in casi particolari, può richiedere un anno e mezzo all'anno. Inoltre, va tenuto presente che, naturalmente, la natura dell'operazione trasferita e il luogo in cui è stata condotta sono di particolare importanza. Se si parla di chirurgia addominale in cui il chirurgo taglia il tessuto, ci vorrà molto più tempo dopo l'intervento chirurgico in laparoscopia, fornendo piercing in un certo luogo.

Per quanto riguarda l'organo su cui viene eseguita l'operazione, svolge uno dei ruoli principali. Ad esempio, durante un'operazione per rimuovere le vene varicose, è possibile rimanere incinta abbastanza rapidamente: in un mese o due. In questo caso è necessario tener conto del fatto che con la pancia in crescita aumenta il carico sugli arti inferiori, che può causare l'espansione di altre vene. Questo fatto non ha alcuna influenza sul bambino molto piccolo.

Ma dopo l'operazione sull'ovaio, puoi pianificare una gravidanza prima di 3-6 mesi. Se una donna, a seguito di una gravidanza extrauterina, ha eseguito un'operazione per rimuovere il tubo, rimanere incinta può essere piuttosto difficile. Tuttavia, in molti casi questo è possibile, e quindi non mollare. Non puoi pianificare una gravidanza subito dopo l'operazione. Deve passare almeno sei mesi, quindi è bene prendersi cura della contraccezione. Già immediatamente prima di pianificare, è necessario condurre un sondaggio completo. In questa fase, è necessario fare tutto il possibile per evitare che la situazione si ripeta.

Riabilitazione dopo l'intervento per le vene varicose degli arti inferiori

loading...

Il successo e la durata della riabilitazione dopo l'intervento chirurgico per le vene varicose degli arti inferiori dipendono dalle condizioni iniziali del paziente e dall'estensione dell'intervento chirurgico. Il corso di terapia è nominato in ogni caso singolarmente, e quando le prescrizioni del medico sono eseguite, il recupero avviene senza complicazioni.

Il successo e la durata della riabilitazione dopo l'intervento chirurgico per le vene varicose degli arti inferiori dipendono dalle condizioni iniziali del paziente e dall'estensione dell'intervento chirurgico.

Riabilitazione in un ospedale

loading...

Per memorizzare il tono del sistema cardiovascolare dopo l'operazione il paziente mettere i piedi sul rullo di altezza di 10 cm, e entro 3-4 ore dopo l'intervento, il paziente deve eseguire esercizi semplici: un piedi movimento circolare, sollevamento gambe. Mentire immobili è dannoso.

Con la flebectomia, le sensazioni postoperatorie possono essere dolorose - sono associate a danni ai tessuti molli.

Il giorno dopo al paziente è permesso di sedersi, fare una benda di bendaggio elastico, che è permesso di alzarsi e camminare. Allo stesso tempo prescritto esercizio terapeutico e massaggio, in modo da non formare coaguli. Tratta le ferite e cambia le bende ogni 1-2 giorni.

Bere e mangiare il medico si risolve in 2-3 ore, quando l'effetto dell'anestesia. Evitare cibi che hanno un effetto lassativo o possono provocare stitichezza, cibi salati e piccanti.

Bere e mangiare il medico si risolve in 2-3 ore, quando l'effetto dell'anestesia.

Se le ferite sono asciutte, dopo 5-8 giorni, le cuciture separate vengono rimosse. Sulle gambe e all'inguine rimangono fino a due settimane. Si trovano in ospedale per 5-10 giorni, a seconda delle condizioni.

Vengono scaricati dall'ospedale prima che vengano rimosse le cuciture della pelle.

Riabilitazione a casa

loading...

Il periodo di recupero dura fino a 6 mesi. Per escludere il ri-sviluppo della malattia, è importante visitare il medico e seguire le sue raccomandazioni.

Maglieria a compressione

Speciali gambaletti, calze o collant vengono indossati quando vengono rimosse le cuciture della pelle. La maglieria crea una maggiore pressione fisiologica nella parte inferiore dello stinco, che diminuisce più vicino alla coscia. Di conseguenza, il sangue non ristagna, il gonfiore viene eliminato. Tale biancheria intima aiuta il corpo ad abituarsi ai cambiamenti che seguono l'operazione più velocemente, previene l'eccessiva tensione dei muscoli feriti, riducendo così il dolore.

Il grado di compressione e la durata di indossare una maglia speciale sono determinati dal medico. È sufficiente che alcuni pazienti indossino biancheria speciale per 3-4 settimane, altri la nominano per 2-3 mesi.

Solo il campo su come saranno rimosse le cuciture della pelle il paziente può indossare la biancheria a compressione.

Per prevenire il ripetersi delle vene varicose, devi sempre indossare la jersey di compressione in questi casi:

  • se c'è un volo o un lungo viaggio in autobus (2-4 ore);
  • Se le gambe sono molto stanche al lavoro;
  • quando si fa sport;
  • con la comparsa di edema anche minore;
  • donne durante la gravidanza o prendendo contraccettivi ormonali.

Invece di maglieria a volte utilizzare una benda elastica. Nella parte inferiore del piede, il bendaggio è reso più stretto, il terzo medio e superiore della gamba sono fasciati più liberamente e la coscia è priva di tensione. La benda elastica e la maglieria a compressione aumentano la velocità del flusso sanguigno attraverso le vene profonde in 5-7 volte, senza che una normale riabilitazione postoperatoria sia impossibile.

Invece della maglieria, puoi usare una benda elastica.

Ginnastica terapeutica

Una serie di esercizi si comporta prono. Fai esercizi "Forbici", "Bicicletta", tira le ginocchia al petto e solleva le gambe dritte in posizione verticale. La ginnastica medica è una buona prevenzione delle complicanze postoperatorie, poiché non consente al sangue di ristagnare. Tuttavia, non sovraccaricare i muscoli con l'allenamento, poiché l'eccesso di acido urico si forma mentre questo può portare alla trombosi. È necessario proteggere la gamba operata dai traumi.

Esercizi di respirazione utili, yoga, nuoto e camminata al ritmo del tallone. Camminare è consigliato per 20-40 minuti.

Se l'operazione è condotta ad una tromboflebite delle vene sottocutanee utile vibrogimnastika: dritto in piedi sulle dita del piede, strappando il tallone di 1 cm dal pavimento, poi bruscamente con un punzone per abbassarli. Questo esercizio normalizza la circolazione del sangue, viene eseguito 20-30 volte e ripetuto dopo una pausa di 5-10 secondi.

Cosa mangiare

I flebologi raccomandano di includere nella dieta tali prodotti:

  • frutta e verdura ricca di vitamina C, per rafforzare le pareti dei vasi sanguigni. Questo è ribes nero, olivello spinoso, peperone dolce;
  • Frutti di mare, in quanto impediscono lo stiramento delle vene;
  • contenenti fibre vegetali - verdure a foglia, sedano, mele, fiocchi d'avena;
  • diradamento del sangue - cipolle, aglio, ciliegie, agrumi, pomodori, olio d'oliva;
  • contenente una routine, rendendo elastiche le pareti delle vene, - noci, nocciole, miele.

Non puoi mangiare troppo. È importante non ingrassare, il che danneggia i vasi sanguigni e le articolazioni. Si consiglia di bere un giorno di 1,5-2 litri di acqua naturale a temperatura ambiente. Parte di questo volume può essere sostituita da utili per vasi di tè verde, verdura appena spremuta e succhi di frutta, ad eccezione del succo di carota, poiché aumenta la coagulabilità del sangue.

Si consiglia di bere un giorno di 1,5-2 litri di acqua naturale a temperatura ambiente.

preparativi

Al fine di normalizzare la microcircolazione e ripristinare il tono dei vasi degli arti inferiori dopo l'operazione, il medico può prescrivere tali farmaci:

Gli ultimi due farmaci sono anche raccomandati per il gonfiore. Per ridurre il rischio di trombosi, vengono utilizzati i disaggregati (Vazobral, Doxium).

I medici che eseguono operazioni sui vasi sanguigni utilizzano Trental e altri farmaci a base di pentossifillina per stimolare le vie circolatorie del sangue.

Lo schema di trattamento dopo l'operazione a casa con l'indizio di dosaggio e frequenza di ricevimento è determinato dal dottore. Oltre alla terapia, sono prescritti complessi vitaminici e antiossidanti.

Per restaurare il tono dei vasi degli arti inferiori, viene usato il Troxevasin della droga.

Cosa non si può fare dopo l'operazione?

loading...

L'organismo ha bisogno di un regime parsimonioso per aprire un sistema venoso superficiale di riserva. Fino a quando ciò non accadrà, le vene profonde sperimenteranno un carico maggiore, sul piede e sulla gamba si gonfierà. Per non provocare una complicazione, le prime 2-3 settimane non possono essere mosse intensamente, accovacciate, prendere il sole. Si consiglia di non volare durante questo periodo in aereo - il cambiamento della pressione atmosferica è dannoso.

Un atteggiamento attento nei confronti della salute nel periodo postoperatorio presuppone tali divieti e restrizioni:

  • la gamba non può essere bagnata fino a quando non vengono rimosse le cuciture della pelle;
  • non si può ferire la giuntura con una salvietta rigida e strofinare, rimuovere le croste che coprono le linee di taglio;
  • prima della formazione della sutura (2-3 mesi dopo l'operazione) non fare bagni caldi, non andare al bagno o alla sauna;
  • non è consigliabile sollevare il carico più di 4-5 kg ​​nei primi 2 mesi e 10 kg entro 6 mesi dopo l'operazione;
  • non fumare o bere alcolici.

Dopo l'operazione, è severamente vietato fumare.

Non puoi provare a liberarti di lividi e foche nel corso di vene lontane con l'aiuto di unguenti, compresse o riscaldamento senza consultare il chirurgo che ha eseguito l'operazione.

Quando posso andare a lavorare dopo l'operazione?

loading...

Il congedo per malattia è rilasciato per 15-30 giorni, a seconda della professione e delle condizioni del paziente. Se l'operazione è stata eseguita su una gamba, è possibile iniziare a lavorare in 2-3 settimane, se su entrambi, dopo 3-4 settimane.

Il terapeuta valuta il processo di recupero e può estendere i giorni di malattia se il paziente ne ha bisogno.

Se è stato rilasciato un elenco a lungo termine di incapacità al lavoro, è necessario visitare il policlinico ogni 15 giorni per confermare o terminare il periodo di riabilitazione.

Se l'operazione è complicata, il medico può prolungare il congedo per malattia inviando il paziente in un sanatorio.

Per lavori remoti non complicati, puoi iniziare lasciando l'ospedale.

Se l'operazione è complicata, il medico può prolungare il congedo per malattia inviando il paziente in un sanatorio.

Possibili complicazioni e conseguenze

loading...

I difetti cosmetici sulla pelle appaiono a causa della propensione a formare cicatrici cheloidi e ipertrofiche.

Complicazioni più gravi dopo l'intervento chirurgico possono verificarsi in questa forma:

  • suppurazione delle ferite dopo l'infezione;
  • accumulo di liquidi nei tessuti con danni ai linfonodi;
  • una diminuzione della sensibilità della pelle, se i nervi che passano vicino alle vene e ai vasi linfatici sono feriti.

Per determinare il rischio di trombosi, prima dell'operazione eseguire un esame del sangue generale.

Perché c'erano le vene

L'operazione interessa solo le navi colpite, quindi la malattia può ritornare. L'aspetto delle vene lungo la cicatrice indica una ricaduta della malattia. L'espansione delle vene sulle gambe lontane dall'incisione è la prova della progressione delle vene varicose. Molto spesso le cause della ricaduta sono:

  • neovascolarizzazione (proliferazione patologica dei vasi sanguigni);
  • ereditarietà;
  • l'obesità;
  • la gravidanza.

Molto spesso la causa della ricorrenza è la gravidanza.

Con gravi sintomi di vene varicose, la chirurgia non deve essere posticipata. L'85-90% del sangue scorre attraverso le vene profonde, che operano raramente. Il 10-15% della corrente totale cade sui vasi sottocutanei. Sono spesso effettuate operazioni. Oggi i chirurghi stanno sviluppando metodi minimamente invasivi e delicati di tale intervento.

Feedback dopo l'intervento chirurgico

loading...

Elena, 35 anni, San Pietroburgo: "Dopo l'operazione, le gambe sembrano brutte, dovranno essere chiuse, ma non c'è più dolore e paura per le loro vene".

Amore, 37 anni, Krasnodar: "Le vene apparvero dopo la nascita. 9 anni periodicamente li spalmavano con tutti i tipi di unguenti e creme, ma nulla cambiava. L'operazione è stata effettuata un anno fa. Ora tutto è buono. Recentemente è stato dal dottore - tutto ha cominciato a vivere perfettamente ".

Irina, 44 anni, regione di Mosca: "L'operazione è stata fatta 2 anni fa, le cicatrici impercettibili - se non si conosce, non si vede, la sensibilità per lungo tempo completamente recuperato e gambe apparire belli."

Diana, 31 anni, Uzhhorod: "Ho avuto un'operazione 5 anni fa. Il risultato è stato consolato. Alesò e partorì, ma le vene non apparvero. Avendo deciso l'operazione, è importante rivolgersi a un professionista e seguire tutti i suoi appuntamenti. Col passare del tempo, diventerà un'abitudine. "

Galina, 66 anni, Mosca: "Dopo l'operazione, sono passati 5 mesi su entrambe le gambe. Le vene varicose erano neglette. Ora vivo diversamente: le gambe non fanno male e non si gonfiano, e le osservazioni del medico danno più fiducia nella vita ".

Dopo l'intervento chirurgico per le vene, il periodo di riabilitazione

loading...

Operazioni sulle vene delle gambe e le loro conseguenze

loading...

La malattia più frequente in cui vengono eseguite le operazioni sui vasi delle gambe sono le vene varicose. L'essenza dell'intervento è rimuovere la nave colpita. Certo, questo è il modo più efficace per combattere le vene varicose, che non solo elimina il dolore, ma risolve anche un problema estetico.

Tipi di operazioni sulle vene degli arti inferiori

loading...

La medicina moderna offre diversi tipi di operazioni sulle vene degli arti inferiori:

  • flebectomia;
  • mikroflebektomiyu;
  • coagulazione laser;
  • ablazione con radiofrequenza;
  • scleroterapia a compressione.

flebectomia

Questa è una procedura chirurgica classica per la rimozione delle vene. È considerata la migliore opzione per il trattamento delle vene varicose, ma con l'avvento di metodi minimamente invasivi viene utilizzata sempre più raramente e soprattutto in casi trascurati e con danni su larga scala alle vene. Ora durante questa operazione, vengono rimosse solo grandi navi.

  1. Il medico fa segni sulle gambe, mentre il paziente è in piedi.
  2. Il paziente giace sul tavolo operatorio ed è anestetizzato (il più delle volte usato dal locale).
  3. Non appena l'anestesia inizia ad agire, il medico fa un'incisione all'inguine e attorno alla caviglia.
  4. Quindi si fanno incisioni superficiali (in modo da poter ottenere una vena) marcando.
  5. Attraverso l'incisione, un estratto speciale (simile a un filo sottile con un'estremità arrotondata) viene inserito nell'inguine nella vena, che raggiunge l'incisione alla caviglia.
  6. L'estratto viene iniettato con aria in modo che la punta aumenti di dimensioni e possa essere rimossa, e con essa una vena malata.
  7. Quindi, le vene perforanti vengono bloccate e vengono cucite le suture.
  8. Sul piede, viene applicata una benda e viene fatto un bendaggio elastico.


L'attrezzatura moderna, ad esempio il controllo a ultrasuoni durante l'intervento, consente di eseguire la flebectomia in modo molto più accurato ed efficiente

Miniflebektomiya

Questa operazione per la rimozione delle vene assomiglia a una flebectomia, ma ha le sue caratteristiche ed è considerata un'opera di gioielleria. Se durante l'operazione classica la nave viene completamente rimossa, allora in questo caso solo il frammento danneggiato. Durante questo, le vene varicose vengono rimosse attraverso le punture. Un gancio speciale viene inserito sotto la pelle, estendono la parte interessata della vena, la tagliano e le aree sane sono cucite. Grazie a questa tecnologia, è possibile abbreviare il periodo di recupero e aumentare l'effetto cosmetico.

Dopo l'operazione, nel punto in cui si trovavano le vene danneggiate, si formano gli ematomi. Dopo circa due settimane scompaiono. Sulla pelle ci sono piccole cicatrici, che saranno quasi invisibili.

Questa operazione non è altamente traumatica e molto efficace. Dopo segue la riabilitazione, durante la quale è necessario indossare una maglia di compressione. La durata del periodo di recupero e l'uso di calze elastiche dipendono dal numero di vene rimosse e dalla gravità della malattia. Dopo l'operazione, è necessario ridurre il carico sulle gambe, non ci sono altre restrizioni.

Rimozione laser

La coagulazione laser ha un costo elevato dovuto all'uso di attrezzature e strumenti costosi.

Durante l'intervento chirurgico, le vene sono esposte a un raggio laser. Di conseguenza, il sangue bolle e la vena della vena è chiusa, quindi la nave si dissolve.

Prima dell'operazione, non è richiesta alcuna preparazione preliminare. Durante la procedura il paziente è sdraiato. Viene realizzato un anestetico e una fibra ottica con una lente di diffusione miniaturizzata all'estremità viene inserita nell'area marcata della vena, grazie alla quale la parete della nave viene trattata in modo uniforme. La coagulazione viene effettuata sul percorso di ritorno della fibra, mentre il corso dell'operazione è controllato dalla dopplerografia a ultrasuoni. La procedura dura circa 30 minuti.

coagulazione laser caratterizzata dall'assenza di cicatrici e punti, è ben tollerato dalla maggior parte delle persone, non rimane dopo i lividi, il paziente può subito tornare a casa e condurre una vita normale, le misure di riabilitazione quasi non necessari.

Oggi è considerato uno dei migliori metodi, ma con le vene molto espanse, spesso l'effetto desiderato non lo fa.


La rimozione laser dei vasi venosi sulle gambe non richiede anestesia e ha un eccellente effetto cosmetico

Ablazione con radiofrequenza

È considerata una versione migliorata della coagulazione laser e il metodo meno traumatico da quelli esistenti. Durante l'operazione, un catetere a radiofrequenza viene inserito nel lume della vena interessata alla lunghezza desiderata, quindi un anestetico viene iniettato nel vaso di tessuto circostante. Sulle pareti delle vene sono colpite da onde radio, di conseguenza, la nave è sigillata. Il recupero dopo questa procedura è rapido, ma in alcuni casi i risultati potrebbero essere peggiori rispetto alla rimozione laser.

L'ablazione con radiofrequenza è indicata per la rimozione delle vene di tutti i calibri, può essere eseguita a qualsiasi età e in qualsiasi momento, senza sangue e indolore, in anestesia locale. Non è richiesta alcuna riabilitazione speciale dopo l'intervento chirurgico. In due settimane puoi iniziare a fare sport.


L'ablazione con radiofrequenza consente di rimuovere le vene varicose di diversi calibri - da una rete vascolare poco profonda a grandi vene varicose

Scleroterapia a compressione

Questo metodo di trattamento delle vene varicose è considerato non chirurgico. Soprattutto si adatta a coloro che non possono fare l'anestesia. Con l'aiuto della scleroterapia può solo eliminare le aree colpite delle navi, lasciando il sano.

Durante la procedura viene utilizzato uno sclerosante, un farmaco speciale che viene iniettato nelle vene varicose. Sotto la sua azione, le pareti della nave sono incollate e trasformate in un cordone fibroso. Dopo l'operazione, viene indossata una maglia di compressione, che dovrà essere indossata fino a quando le vene varicose non scompariranno. Di solito, sono necessarie diverse iniezioni, che vengono eseguite dopo un certo periodo di tempo. Pertanto, il trattamento può richiedere molto tempo, compreso un periodo di tre mesi di indossare biancheria di compressione dopo il corso delle iniezioni. A volte macchie di pigmentazione rimangono sulla pelle delle gambe nel sito di iniezione.

Nei casi avanzati, la scleroterapia non viene utilizzata a causa dell'inefficienza.


La scleroterapia non richiede anestesia, ma, sfortunatamente, consente di eliminare solo piccoli difetti vascolari

Conseguenze dell'operazione

loading...

Dopo l'intervento chirurgico sulle vene delle gambe, non sono escluse le complicazioni, che i medici di solito avvertono in anticipo i pazienti. Le possibili conseguenze e la probabilità del loro verificarsi dipendono da diversi fattori, come ad esempio:

  • tipo di intervento chirurgico;
  • portata del lavoro e livello di traumatismo;
  • usato l'anestesia.

Ogni metodo per la rimozione delle vene ha le sue caratteristiche, anche in termini di complicazioni e misure di recupero.

Rispetto ai metodi di trattamento minimamente invasivi, la flebectomia è caratterizzata da un periodo postoperatorio a lungo termine e da conseguenze più gravi e numerose.

I principali sono:

Puoi anche leggere: Trattamento delle vene varicose con un laser

  • lividi sul sito delle vene rimosse;
  • lieve sanguinamento delle ferite formate dopo l'intervento;
  • aumento della temperatura corporea diversi giorni dopo l'intervento a causa di infiammazione asettica sotto la pelle;
  • la formazione di corde dolorose dovute all'accumulo nelle vene di sangue (mentre non dovrebbe esserci arrossamento della pelle al posto delle foche);
  • arrossamento della pelle indica un'infezione batterica secondaria con infiammazione e suppurazione;
  • traumi ai vasi linfatici e flusso linfatico nella zona inguinale, dove si effettua l'accesso per la separazione della vena femorale e sottocutanea;
  • trombosi venosa profonda a causa del prolungato riposo a letto (per evitare, di regola, prescrivere maglieria a compressione, risparmiando l'attività motoria e assumendo farmaci che migliorano la fluidità del sangue);
  • la guarigione dei tessuti varia nei diversi pazienti e dipende da come si forma il tessuto cicatriziale, che è geneticamente condizionato, quindi l'effetto cosmetico è diverso per tutti nelle stesse condizioni;
  • c'è il rischio di recidiva, la progressione della malattia non è esclusa.

Di solito vengono adottate misure preventive per prevenire le conseguenze.

Per guarire il più presto possibile, non appena il paziente si allontana dall'anestesia, si consiglia di muoversi in modo che il sangue arrivi agli arti inferiori. L'attività motoria durante questo periodo implica l'esecuzione di esercizi speciali sviluppati dal medico. Il complesso include la flessione e l'estensione delle gambe nell'articolazione del ginocchio e la rotazione circolare dei piedi, che deve essere eseguita lentamente per non esagerare.

Se l'operazione ha avuto successo, il paziente viene dimesso lo stesso giorno, 3-5 ore dopo la procedura.

Di solito il giorno seguente, dopo la medicazione, fanno un bendaggio elastico o indossano una maglieria a compressione, e ora il paziente può camminare e fare esercizi leggeri. Inoltre, si raccomanda di sollevare le gambe per una migliore circolazione del sangue in loro.

Non è permesso bagnare l'arto, in modo che le cuciture non si separino, e quindi, dobbiamo astenerci dal visitare la piscina e il bagno.

Per la circolazione del sangue era normale, durante il sonno, è necessario mettere i piedi su un cuscino speciale alto circa 10 centimetri.

Di regola, il primo giorno viene mostrato il riposo a letto del paziente, ma il giorno dopo, dopo averlo vestito, dovrebbe iniziare a camminare. In nessun caso non si possono ignorare gli esercizi fisici, altrimenti si può sviluppare trombosi venosa profonda da mobilità insufficiente.

Per evitare che le cuciture si infiammino, devono essere lubrificate con verde e gli antibiotici dovrebbero essere presi internamente. In alcuni casi, possono essere indicati farmaci antidolorifici.

Se il paziente ha le gambe doloranti e vi è gonfiore, è probabile che l'attività fisica sia troppo alta e debba essere ridotta.

Dopo dieci giorni, i punti saranno rimossi e al paziente verranno dati corsi di riabilitazione. I tempi del recupero sono diversi per tutti, dipendono dalle caratteristiche individuali di una persona e dalla gravità delle vene varicose.


Terapia compressiva - una componente indispensabile per una riabilitazione efficace dopo le operazioni sulle vene delle gambe

Le attività post-chirurgiche sono sviluppate dal medico curante su base individuale. In genere, includono i seguenti elementi:

  • Passeggiate quotidiane
  • Esercizi senza oneri.
  • Prendendo i farmaci prescritti da un medico.
  • Massaggi.
  • Corretta alimentazione
  • Riposo.

I lividi dopo flebectomia scompaiono in media un mese dopo, in alcuni casi questo periodo può essere fino a quattro mesi. I sigilli nei luoghi di incisione passano all'incirca in un mese.

I metodi minimamente invasivi sono praticamente indolori, tutte le manipolazioni sono eseguite attraverso punture che non richiedono la sutura. Questi tipi di trattamento sono molto più facilmente tollerati dai pazienti e il periodo di riabilitazione è praticamente assente o non dura a lungo.

Leggi anche:
Scleroterapia delle vene degli arti inferiori e delle sue conseguenze
Rimozione laser delle vene sulle gambe

Anna, 30 anni
Già a 26 anni, la vena della sua gamba sembrava un grappolo d'uva. I fondi esterni non hanno aiutato: né Lyoton, né Troxevasin, né tintura di castagno. Non osai andare all'ospedale per un lungo periodo, ma proseguii, quando sulla mia gamba apparvero punti pruriginosi. Quando ho visto un medico, ho scoperto che la malattia era iniziata, la scleroterapia non aiuta e hai bisogno di fare un flebectomia. Avevo paura dell'operazione, ma ho comunque scoperto quanto era, sintonizzato e deciso. Dai risultati degli Stati Uniti tutti sono passati o si sono verificati con successo, nel giorno in cui ho avvelenato la casa. Ora la vena malata viene rimossa e la gamba non mi disturba. Sono contento di essere riuscito a evitare gravi conseguenze.

Галина, 46 anni
La varicità apparve dopo la nascita del primo figlio. L'operazione non voleva farlo, ma i medici insistettero, spiegando che nient'altro avrebbe aiutato. All'inizio tutto andava bene, belle gambe, minigonna. Due anni dopo apparvero problemi minori, e dopo la nascita del secondo figlio, tutto tornò: ancora la rete vascolare, gonfiore, raspiranie nelle gambe, vene emergenti blu. Da allora, ho fatto scleroterapia diverse volte, ma ora mi sto preparando per un intervento chirurgico, ma già alla mini-oleobectomia.

conclusione

loading...

Sfortunatamente, le operazioni sopra descritte delle vene varicose non guariscono completamente, ma rimuovono solo le vene danneggiate, quindi non si escludono ricadute. Per ridurre il rischio di ri-manifestazione della malattia, il paziente deve cambiare il suo stile di vita, osservare il flebologo, seguire tutte le sue raccomandazioni.

Varicità dopo chirurgia, periodo postoperatorio necessario

loading...

Qualsiasi operazione, anche eseguita con metodi moderni, può avere conseguenze negative reversibili o irreversibili. Il rischio di complicanze postoperatorie dipende dal rispetto delle regole e prescrizioni del medico durante il periodo di riabilitazione, le caratteristiche individuali del corpo del paziente, le qualifiche dello specialista e i farmaci utilizzati nel corso dell'intervento chirurgico. Oggi parleremo del periodo postoperatorio dopo l'operazione per rimuovere le vene varicose, e anche se le vene varicose possono tornare dopo l'operazione.

Malysheva mi ha detto come curare le vene varicose per 5 giorni! Annota la ricetta.

Regole per la riabilitazione dopo l'intervento chirurgico

loading...

Il trattamento chirurgico delle vene varicose coinvolge entrambi i metodi tradizionali di flebectomia e tecniche minimamente invasive che utilizzano attrezzature moderne. Se dopo la rimozione delle vene varicose delle gambe con una operazione su larga scala, la riabilitazione richiede 2-3 mesi, quindi dopo i metodi di trattamento e scleroterapia hardware questo periodo è significativamente più breve.

Tuttavia, per evitare complicazioni postoperatorie, è necessario osservare alcune regole.
La flebectomia viene praticata sotto anestesia spinale e pertanto il paziente lascia l'anestesia per le prime ore dopo l'intervento per rimuovere le vene varicose. Il paziente dovrebbe essere in ospedale per 3-5 giorni. Nel giro di pochi giorni, al paziente vengono dati anestetici e venotonici. Immediatamente dopo il recupero dell'attività motoria, si raccomanda di muovere le gambe per migliorare il deflusso di sangue.

Un giorno dopo l'operazione, puoi già camminare. Dopo la rimozione delle vene, il paziente è nel compartimento per 3-5 giorni, a seconda delle condizioni e della gravità dell'operazione. Le suture vengono rimosse, a seconda della posizione in 1-1,5 settimane.

Dopo il trattamento con laser, ultrasuoni, scleroterapia o altri metodi minimamente invasivi per trattare le vene varicose, il paziente non è ospedalizzato. L'intera procedura viene eseguita su base ambulatoriale e dopo l'operazione il paziente può tornare a casa.
Entro mezz'ora si consiglia di camminare un po 'per ripristinare la mobilità degli arti inferiori. Il medico osserva le condizioni del paziente e, in caso di esito favorevole, il paziente va a casa fino alla visita successiva. I metodi di riabilitazione postoperatoria differiscono solo nella durata. Dopo l'operazione, si consiglia di:

  • indossare maglieria a compressione, che solleverà il carico sulle gambe e normalizzerà il flusso di sangue 2-3 mesi è necessario;
  • fai esercizi speciali. La tensione dovrebbe essere misurata e la durata dovrebbe essere commisurata allo stato;
  • Non puoi rimanere in posizione statica per molto tempo - seduto o in piedi. Quindi, per esempio, dopo la flebectomia, puoi sederti solo dopo il permesso del medico e questo accade, di regola, 2-3 giorni dopo l'operazione;
  • è necessario aderire ai principi di una dieta equilibrata e monitorare il peso, in modo da non provocare complicazioni e recidiva delle vene varicose;
  • 3-4 mesi dopo l'operazione non è consigliabile visitare saune e bagni.

È necessario monitorare l'igiene e le condizioni delle articolazioni. La sutura postoperatoria viene trattata con una soluzione disinfettante, sulla ferita viene applicata una benda sterile. Nel caso di intervento minimamente invasivo, i siti di puntura vengono processati e sigillati con una patch.

In un primo momento, strofinare la zona di saldatura con un panno grosso o usare detergenti aggressivi. La zona di giunzione è lubrificata con un unguento che accelera la rigenerazione e previene la formazione di una cicatrice di cheloidi grossolana. Le gambe per bendaggio elastico o maglieria a compressione devono essere lubrificate con agenti antiaggreganti e venotonici.
È possibile ottenere un effetto positivo duraturo se si seguono le regole e le raccomandazioni del proprio medico. La violazione delle raccomandazioni nel periodo postoperatorio può non solo prolungare il periodo di riabilitazione, ma anche portare a gravi complicazioni.

Complicazioni dopo l'intervento chirurgico

I NOSTRI LETTORI RACCOMANDANO!
Per eliminare rapidamente ed efficacemente le vene varicose, i nostri lettori raccomandano la crema "Varius ". Il farmaco elimina le vene varicose per un corso, rapidamente ed efficacemente, consiste solo dei loro componenti naturali. VARIUS è completamente sicuro. Non ha effetti collaterali.

Se l'operazione di rimozione delle vene lesionate degli arti inferiori è stata eseguita tecnicamente correttamente e con una compliance antisettica, le complicazioni di solito non sono osservate. Tuttavia, se le raccomandazioni vengono violate, possono verificarsi le seguenti complicazioni:

  • trombosi venosa profonda. Questa patologia nel periodo postoperatorio è comune. La causa può essere l'età, l'eccesso di peso, la tromboflebite precedentemente trasferita. La complicazione è espressa in forti sensazioni di dolore nel muscolo gastrocnemio. La terapia farmacologica postoperatoria con anticoagulanti riduce il rischio di trombosi venosa.
  • infiammazione delle ferite postoperatorie. Questa patologia è rara, in particolare con il trattamento laser, in quanto ha effetti anti-infiammatori e antibatterici. L'infezione può verificarsi se le regole per la gestione delle lesioni e la violazione delle norme igieniche non sono osservate;
  • le conseguenze degli errori quando si applica una benda elastica. L'auto bendaggio dell'arto operato può portare allo schiacciamento e al ristagno del sangue nella vena. Sono stati notati casi in cui, a causa di un'applicazione impropria della benda, si è sviluppata un'ischemia acuta che porta all'amputazione della gamba;
  • trauma dei nervi sottocutanei e dei vasi linfatici. Molto spesso, quando il tronco della vena safena viene rimosso, il nervo cutaneo è ferito. Ciò porta ad una perdita di sensibilità. Inoltre, con una grande operazione per rimuovere le vene, un grande vaso linfatico può essere danneggiato.

La conseguenza di tale trauma è il gonfiore e l'elefantiasi. Tuttavia, i metodi minimamente invasivi evitano tali complicazioni;

  • a seguito dell'operazione, possono comparire ematomi, che successivamente si trasformano in inumi;
  • il paziente può provare un grande dolore per molto tempo;
    il sanguinamento è possibile, ecc.

Dopo l'operazione sul trattamento delle vene varicose, possono comparire nuovi siti delle vene espanse. La pigmentazione sul sito operato può anche cambiare - la pelle sopra la vena sclerotizzata si scolorirà o appariranno degli ematomi. Nel tempo, queste violazioni si verificano da sole. L'aspetto delle cicatrici e delle aree pigmentate della pelle dipende in larga misura dalle caratteristiche individuali del corpo, dalla velocità e dalla qualità del recupero - dall'immunità.

Al fine di minimizzare il rischio di complicanze, è necessario applicare misure preventive nel periodo postoperatorio e per tutta la vita.

Misure per la prevenzione delle vene varicose

Per prevenire la recidiva delle vene varicose e ridurre il rischio di progressione della malattia, è necessario utilizzare metodi di prevenzione:

  • Mangiare in modo corretto ed equilibrato, evitando cibi che possono provocare vene varicose;
  • condurre uno stile di vita attivo. Esercizio fisico, esercizio fisico, camminata, ciclismo, nuoto, danza miglioreranno lo stato del sistema venoso;
  • abbandonare completamente alcol, sigarette e altre cattive abitudini;
  • evitare carichi pesanti. Se il paziente lavora in condizioni che provocano vene varicose, allora cambia lavoro o usa la maglieria a compressione;
  • quando pianifichi una gravidanza, fai una pausa per mezzo anno dopo l'operazione delle vene varicose degli arti inferiori;
  • assumere farmaci che aiutano a mantenere la condizione e la funzione del sistema venoso;
  • visita periodicamente fisioterapia e sala massaggi;
  • passare attraverso una visita medica obbligatoria con un flebologo, in modo da non perdere una ricaduta della malattia.

Al momento di decidere un'operazione per rimuovere le vene varicose, non aspettarti che di conseguenza ci sarà un sollievo immediato da tutti i problemi. È necessario fare sforzi che la malattia cronica non si ripeta.
Su Internet, c'è un sacco di feedback da coloro che hanno avuto un'operazione di rimozione delle vene, o qualcuno vicino si è liberato delle vene varicose. Le recensioni sono diverse, ma ricercandole si può essere certi che i metodi moderni di trattamento chirurgico delle vene varicose funzionano e il risultato soddisfa molti pazienti.

"Le vene di mio marito erano gonfie fintanto che lo conosco. Questa è tutta ereditarietà e sollevamento pesi. Quando la camminata fu molto dura, decisi che il mio caro andare sotto i ferri. E ho scelto il metodo classico. Lo persuase a un laser o alla scleroterapia, ma il dottore gli disse che nel suo caso avrebbe fatto solo una flebectomia. L'operazione per la rimozione delle vene è durata più di 4 ore in anestesia generale. La vena fu tagliata dalla caviglia all'inguine. C'erano molte cicatrici. Stavamo ancora lavorando a casa. E si è persino rotto un po '. C'erano cicatrici, dove venivano fatte le incisioni. Due giorni seduti su antidolorifici. Ha detto che se avesse avuto una seconda gamba per operare, non era d'accordo. Ora tutto è guarito. Per le donne, questo metodo non si adatterebbe - l'intera gamba in croci. E mio marito - niente. La lana è invasa e tutto va bene. La cosa principale che cammina ora senza difficoltà. Quindi, se si sceglie, quindi flebectomia solo nel caso più estremo. "
Lily A. 45 anni.
"Volevo avere un'operazione per molto tempo. Varicose è apparso in 17. All'inizio è andato e in pantaloncini, e in gonne corte. E poi la ragazza ha fatto un'osservazione, e per strada i cittadini "compassionevoli" non hanno fatto un'osservazione... Ho deciso di fare un'operazione laser. Lo hanno fatto in anestesia locale e ho visto l'intero processo. Piacevole piccolo, ma la mia gamba non ha fatto male a tutti. Dopo l'operazione, ordinai calze tedesche anziché bende, spalmato e fatto tutto, come diceva il dottore. All'inizio ero preoccupato che ci sarebbero state tracce, ma dopo due settimane i lividi sono caduti e la mia gamba è diventata liscia e bella. Ora cammino insomma e non posso preoccuparmi che qualcuno mi faccia un commento. "
Svetlana B. ha 31 anni.
"La prima operazione è stata eseguita 10 anni fa. Le reti rimuovevano le vene dalle vene. Dopo di ciò, c'è stata una gravidanza, ha dato alla luce e vene povylzali anche dove non erano in precedenza. Ho deciso di andare di nuovo. Sono stato rassicurato che questo accade spesso. Hanno laserato l'operazione. Forse qualcuno non è critico su 10-15 cicatrici, ma non voglio nascondere tutta la mia vita. Lo hanno fatto rapidamente. Già il primo giorno siamo stati mandati a casa. Sì, indosso calze, ma è femminile! Uso quelli rimasti dopo la prima operazione. Il dottore ha detto che la compressione è sufficiente - puoi indossarla. Così ho salvato. E il modo migliore è quello di salvare le gambe della tua auto. Nel trasporto pubblico, ma con borse pesanti, nessuna rimozione delle vene sulle gambe aiuterà. Ad ogni modo, usciranno nuove vene. "
Katerina.

Pensi ancora che sia difficile liberarsi velocemente dalla varicosi?

Lo stadio iniziale della malattia può causare effetti irreversibili, come: cancrena, infezione del sangue. Spesso la vita di una persona con una fase trascurata può essere salvata solo dall'amputazione dell'arto.

In nessun caso dovresti iniziare la malattia!

Raccomandiamo di leggere l'articolo del capo dell'Istituto di Flebologia del Ministero della Salute della Federazione Russa, Dottore in Scienze Mediche della Russia Viktor Mikhailovich Semenov.

Vene su gambe dopo operazione

Gli arti inferiori del corpo umano, o più semplicemente le gambe, sono in qualche modo uno dei principali supporti del nostro corpo, aiutano a muoversi nello spazio e svolgono una serie di altre funzioni. È importante che i tuoi piedi siano sempre sani.

Il sistema circolatorio è un fenomeno sorprendente, costituito da vene, arterie e capillari, la lunghezza totale delle navi è di circa centomila chilometri. Qualsiasi violazione nella sua struttura o nel suo funzionamento influisce sull'intera vita di una persona.

Operazioni chirurgiche sulle vene degli arti inferiori

Uno degli interventi chirurgici più frequenti eseguiti con la malattia degli arti inferiori è un'operazione su vasi venosi. Tali violazioni possono essere causate da varie cause, sia congenite che acquisite.

Il motivo principale per questo scopo-operazione può essere problemi come tromboflebite, embolia vascolari, aterosclerosi, danno vascolare meccanica (lesioni sportive, frattura esposta et al.).

La base di questi disturbi è il meccanismo di danneggiamento delle pareti delle navi o il blocco del lume della nave. Ad esempio, a causa perturbato aterosclerotiche fibre struttura patologia delle pareti dei vasi sanguigni che porta alla rottura della plasticità prima parete e successivamente alla rottura navi, ecc microbleeds

Se consideriamo le violazioni di trombosi, sembra che questo: a causa di elevata coagulazione del sangue e cambiamenti nel flusso sanguigno, coagulo di sangue si forma. Se le vene profonde (vene cave superiori e inferiori, vena porta, ecc.) Sono interessate, la malattia sarà chiamata trombosi.

La trombosi delle vene superficiali (piccole e grandi vene sottocutanee) sarà chiamata tromboflebite. Come risultato, queste malattie e c'è un coagulo di sangue che può staccarsi dal muro, muoversi attraverso il flusso sanguigno, raggiungendo e petto intasare l'arteria polmonare, portando ad un'embolia polmonare (necrosi tissutale, polmone miocardica).

I compiti principali dell'intervento chirurgico sono:

  • Ripristino della circolazione sanguigna;
  • Restauro delle pareti delle navi venose.

Preparazione per un'operazione

Prima di tutto, dovrebbe consultare un terapeuta e flebologo (medico specializzato nei vasi sanguigni), le donne anche bisogno di essere esaminato da un ginecologo.

Ognuno di questi specialisti dovrebbe identificare le indicazioni e le controindicazioni alle manipolazioni chirurgiche.

È inoltre necessario consultare un allergologo per scoprire se il paziente ha un'allergia all'anestesia.

In secondo luogo, obbligatorio per la consegna saranno test di urina e sangue. I seguenti tipi di analisi del sangue saranno sicuramente consegnati:

  • analisi per la determinazione del gruppo sanguigno e del fattore Rh;
  • un'analisi sul numero di piastrine nel sangue e sulla sua coagulazione;
  • analisi del sangue biochimica;
  • Analisi di malattie come l'AIDS, l'HIV, l'epatite C, la sifilide.

terzo. Avrete bisogno di passare attraverso le seguenti diagnosi: elettrocardiogramma, photofluorogram, color Doppler mappatura delle vene (un tipo di diagnosi ecografica in cui si studia il movimento dei fluidi nel corpo).

In quarto luogo, è necessario aderire a una dieta rigorosa entro 3 giorni prima dell'operazione. È necessario escludere cibi pesanti e grassi, utilizzare meno cottura, ma più frutta e verdura che contengono fibre. Il giorno prima dell'operazione è necessario fare un clistere.

In quinto luogo, Prima di operazione è necessario radere una gamba su cui passeranno tutte le manipolazioni. Tutte le lesioni cutanee (ferite, piaghe, ecc.) Devono essere segnalate al medico. E 8 ore prima dell'intervento, non puoi mangiare alcun cibo.

Possibili complicazioni

Se si escludono errori medici e la presenza di malattie croniche, le principali complicanze dopo l'intervento chirurgico possono essere:

  • formazione di lividi (lividi);
  • eruzioni di microblood;
  • infiammazione locale;
  • aumento della temperatura corporea;
  • Drenaggio linfatico (quando la linfa esce dai vasi linfatici nello spazio libero del corpo);
  • infiammazione purulenta, ulcere;

Controindicazioni generali all'intervento chirurgico dei vasi degli arti inferiori:

  • Donne in gravidanza e in allattamento;
  • Malattie vascolari della fase di esacerbazione (trombosi, ecc.);
  • Cardiopatia ipertensiva;
  • Cardiopatia ischemica;
  • Fasi tardive delle vene varicose;
  • Età avanzata
  • Malattie infettive;
  • Processi infiammatori sulla pelle delle gambe.

Oltre alle controindicazioni di cui sopra, vi sono ulteriori divieti per varie operazioni sulle navi venose.

Ad esempio, controindicazioni per flebectomia:

  • Questa manipolazione non è fatta dal paziente "bugiardo", perché dopo l'operazione, sarà impossibile creare un carico funzionale sulle gambe;
  • Forme pesanti di tali malattie: diabete, nefropatia, angiopatia, piede diabetico;
  • Neoplasie maligne;
  • Insufficienza cardiaca;
  • Insufficienza renale;

Periodo postoperatorio, riabilitazione

L'operazione stessa è piuttosto difficile, per esempio. richiede alta precisione e lavoro coordinato dei chirurghi, in anestesia locale e dura circa un'ora e mezza.

In anticipo, il paziente deve acquistare bende elastiche. perché Dopo l'operazione sarà necessario usarli per un lungo periodo.

Tutte le manipolazioni sono minimamente invasive, quindi non è richiesta alcuna sutura o fasciatura. Il primo giorno dopo l'operazione al paziente è stato prescritto un riposo a letto. Il secondo giorno inizia il trattamento conservativo attivo. Il paziente può essere prescritto un numero di farmaci che rafforzano i vasi sanguigni, normalizzando la pressione sanguigna.

anche avrai bisogno di medicine, aiutando ad affrontare l'infiammazione locale (principalmente crema, unguenti e antibiotici locali). Allo stesso tempo al paziente è permesso (e anche se necessario) di alzarsi in piedi e muoversi all'interno del reparto e dell'ospedale.

In assenza di infezioni, vengono prescritte severe infiammazioni e sovratensioni carichi funzionali ed esercizi per gli arti inferiori. Fondamentalmente sta camminando solo una certa quantità di tempo.

È possibile eseguire i seguenti esercizi:

  1. prendere la posizione sdraiata, pre-stirata sotto la schiena di un tappetino da palestra o una coperta spessa;
  2. una gamba sana piegare il ginocchio e tirare verso il petto - tenere in questa posizione per 3-4 respiri;
  3. una gamba dolorosa da piegare al ginocchio e tirare verso il petto - per mantenere questa posizione per 3-4 respiri.

All'inizio, dopo l'operazione, non è permesso il bagno, la sauna o la piscina. È importante gestire le ferite postoperatorie, bere antibiotici, seguire una dieta rigorosa. In nessun caso puoi sovraccaricare le gambe con esercizi fisici - tutto solo su consiglio di un medico.

Prevenzione delle vene varicose

  • Indossare sempre scarpe comode e di qualità;
  • Dare il tempo per moderare lo sforzo fisico;
  • Guarda cosa mangi, cerca di non ingrassare;
  • Dopo uno sforzo prolungato, si deve riposare agli arti inferiori: si raccomanda di mettere i piedi appena sopra il livello della testa e di riposare in tale posizione;
  • Cammina a piedi nudi su superfici diverse;
  • Effettuare la profilassi delle malattie cardiovascolari.

Con il nostro ritmo di vita, è molto importante prestare particolare attenzione alle gambe e alla loro salute. È importante conoscere la presenza di una predisposizione alle malattie elencate, condurre uno stile di vita sano e monitorare la propria condizione

Siete Interessati Circa Le Vene Varicose

L'uso di spray analgesici con ulcere trofiche

Motivi

Quando c'è un'ulcera trofica, porta disagio psicologico e funzioni alterate e un dolore forte e doloroso. Sensation esaurisce il paziente giorno dopo notte....

Cosa puoi mangiare con le emorroidi e cosa non puoi mangiare?

Motivi

Le emorroidi sono una malattia abbastanza diffusa, principalmente, che perseguita le persone con uno stile di vita sedentario. Spesso, una persona ricorre al trattamento di questa malattia solo durante i periodi di esacerbazione....