Vasculite emorragica

Struttura

La vasculite emorragica è una malattia con una lesione predominante dei capillari della pelle, delle articolazioni, del tratto gastrointestinale e dei reni.

La vasculite emorragica può iniziare a qualsiasi età. Tuttavia, i bambini di età inferiore ai 3 anni raramente si ammalano. Il numero massimo di casi di vasculite emorragica si verifica all'età di 4-12 anni.

L'insorgenza della malattia è possibile in 1-4 settimane dopo angina, ARVI, scarlattina o altre malattie infettive. In un certo numero di pazienti, lo sviluppo della malattia è preceduto da vaccinazione, intolleranza alla droga, allergia alimentare, traumi e raffreddamento.

La base della vasculite emorragica è l'aumento della produzione di immunocomplessi, l'attivazione del sistema del complemento, l'aumento della permeabilità vascolare, il danneggiamento della parete dei capillari.

Manifestazioni di vasculite emorragica

loading...

Nella maggior parte dei bambini, la vasculite emorragica inizia con le tipiche eruzioni cutanee: si tratta di elementi tendini simmetrici disposti a chiazze piccole che non scompaiono quando vengono pressati. L'eruzione cutanea è localizzata sulle superfici estensorie delle estremità, attorno alle articolazioni, sui glutei. Eruzioni sulla pelle del viso, del tronco, delle palme e dei piedi sono meno frequenti. L'intensità dell'eruzione varia - da singolo a più elementi con tendenza a fondersi. Con l'estinzione dell'eruzione, rimane la pigmentazione, nel luogo della quale, con frequenti ricadute, si verifica la desquamazione.

La sconfitta delle articolazioni è il secondo segno caratteristico della vasculite emorragica, osservata in 2/3 dei pazienti. Di solito, appare contemporaneamente all'eruzione alla settimana 1 della malattia, o in una data successiva. La natura del danno articolare varia dai dolori articolari a breve termine all'infiammazione. Sono interessate soprattutto le articolazioni di grandi dimensioni, in particolare ginocchio e caviglia. L'edema periarticolare si sviluppa con cambiamenti nella forma delle articolazioni e della tenerezza; i dolori durano da alcune ore a diversi giorni. La deformazione di posizione delle articolazioni con una violazione della loro funzione non si verifica.

Il dolore nell'addome è il terzo segno più comune di vasculite emorragica. Può apparire contemporaneamente con danni alla pelle e alle articolazioni e può precedere le alterazioni della pelle. Alcuni pazienti lamentano dolori addominali lievi che non sono accompagnati da disturbi digestivi, non causano sofferenze speciali e si trasmettono da soli o nei primi 2-3 giorni dall'inizio del trattamento. Altri dolori all'addome sono parossistici, improvvisamente appaiono come una colica intestinale, non hanno una localizzazione chiara. Gli attacchi dolorosi possono essere ripetuti molte volte durante il giorno e durano fino a diversi giorni. I pazienti si lamentano di nausea, vomito, sgabello instabile, a volte febbre. In rari casi, sullo sfondo di questo quadro clinico, si notano episodi di sanguinamento intestinale e gastrico.


Foto: pelle con vasculite emorragica

La sconfitta dei reni con vasculite emorragica è osservata meno frequentemente rispetto ad altre manifestazioni della malattia. La sconfitta dei reni può essere diversa - da quelli che scompaiono rapidamente sullo sfondo della terapia, a un quadro pronunciato di glomerulonefrite (nefrite Shenlaine-Genocha).

Significativamente meno spesso con vasculite emorragica, viene rilevato un danno ad altri organi. La sindrome polmonare può verificarsi sotto forma di tosse con una piccola quantità di espettorato e striature del sangue, a volte mancanza di respiro. Sono descritte pericardite emorragica, emorragie nell'endocardio. Di regola, questi cambiamenti sono reversibili.

Più spesso nei bambini sullo sfondo di un decorso medio e grave della malattia, il soffio sistolico appare nel cuore di una natura funzionale. La sconfitta del sistema nervoso centrale è causata dall'infiammazione dei vasi del cervello, delle meningi e di solito appare all'altezza dei cambiamenti della pelle. I pazienti si lamentano di mal di testa, vertigini, irritabilità. In un certo numero di casi, i ragazzi con vasculite emorragica hanno lesioni testicolari (spesso bilaterali) - gonfiore, tenerezza.

diagnostica

loading...

I cambiamenti nei parametri di laboratorio non sono specifici per la vasculite emorragica. Possibile aumento della VES e disproteinemia leucociti con aumento dei livelli di alfa-2-globulina, aumentando indicatori aspecifici che caratterizzano l'infiammazione - BPA, seromucoid, titoli proteina C-reattiva titolo antistreptolisinico e antigialuronidazy.

I cambiamenti immunologici nella forma di aumentare il livello di immunoglobulina A, aumentando i complessi immunitari circolanti e le crioglobuline, riducendo il livello di immunoglobulina G, completano l'attività.

Le manifestazioni di laboratorio di ipercoagulazione (aumento dei livelli di fibrinogeno, complessi solubili di monomeri di fibrina, aggregazione piastrinica indotta, inibizione della fibrinolisi) sono più pronunciate nella malattia grave.

Trattamento della vasculite emorragica

loading...

La natura della terapia per la vasculite emorragica varia a seconda della fase della malattia -

  • debutto, recidiva, periodo di remissione;
  • forma clinica - semplice (cutanea), mista, con danno renale;
  • la gravità delle manifestazioni cliniche - luce (stato soddisfacente della salute, eruzioni cutanee neobilnye, può essere dolore alle articolazioni), la metà (più eruzioni cutanee, dolori articolari o artrite, dolori addominali ricorrenti, tracce di sangue o belkav urina), grave (eruzioni cutanee di scarico, elementi necrosi angioedema ricorrente, dolore addominale persistente, sanguinamento gastrointestinale, sangue nelle urine, sindrome nefrosica, insufficienza renale acuta);
  • natura del decorso della malattia - acuta (fino a 2 mesi), prolungata (fino a 6 mesi), cronica (ricorrente o sviluppo di giada Shenlaine - Genocha).

Gli antiaggreganti sono usati in tutte le forme della malattia. Curantil (dipiridamolo, persantina) 5-8 mg / kg al giorno in 4 dosi divise; trental (pentoksifillin, agapurin) 5-10 mg / kg al giorno in 3 dosi divise. In condizioni severe, due farmaci vengono prescritti contemporaneamente per migliorare l'effetto anti-aggregazione.

La durata del trattamento della vasculite emorragica dipende dalla forma clinica e dalla gravità: 2-3 mesi - con flusso facile; 4-6 mesi - con un moderato; fino a 12 mesi - con corso severo e nefrite severi di Shenlaine - Genocha; con un corso cronico di trattamento con corsi ripetuti per 3-6 mesi.

Dose anticoagulante selezionati singolarmente, concentrandosi sulle dinamiche positive di sintomi clinici (stabilizzazione rash cutanei, scomparsa dei dolori addominali, il grado di riduzione di urina di separazione del sangue), così come i parametri di laboratorio (prolungamento del tempo di coagulazione del sangue o attivati ​​nel tempo ricalcificazione 3.2 volte rispetto con l'originale, la traduzione delle prove positive di paracoagulazione in quelle negative).

In assenza di un adeguato effetto clinico e di laboratorio, la dose viene aumentata di 50-100 U / kg / die. Utilizzare la somministrazione sottocutanea di eparina nella fibra dello stomaco 3-4 volte al giorno (Fraxiparina - 2 volte) o iniezione endovenosa.

In caso di vasculite emorragica moderata, il corso del trattamento dura in genere fino a 25-30 giorni; con sollievo da grave a persistente di sindromi cliniche, sono necessari 45-60 giorni di terapia con eparina; Con la nefrite in evoluzione di Shenllein-Genoch si allunga. L'annullamento di medicine è effettuato gradualmente a 100 unità / kg / giorno ogni 1-3 giorni.

Attivatori di fibrinolisi - acido nicotinico e suoi derivati ​​(xantinol nicotinato, teonikol, komplamin) - dosaggio è selezionato tenendo conto della sensibilità individuale, è generalmente 0,3-0,6 g al giorno.

I glucocorticosteroidi sono efficaci nella malattia grave. Il trattamento con glucocorticosteroidi deve essere effettuato contro la terapia anticoagulante-antiaggregante. Con una corrente media e leggera, il loro uso non è giustificato. In forma semplice e mista senza danni renali, la dose di prednisolone è 0,7-1,5 mg / kg al giorno e viene utilizzata in un breve periodo di 7-20 giorni. Con lo sviluppo della giada Shenlene - Genocha nomina 2 mg / kg al giorno per 1-2 mesi, seguito da una diminuzione di 2,5-5,0 mg 1 volta in 5-7 giorni fino al completo ritiro.

I farmaci citotossici sono utili in forme gravi con danno renale in assenza di dinamiche positive del trattamento con glucocorticosteroidi, così come in presenza di una grave sindrome cutanea con aree di necrosi della pelle in uno sfondo ad alta attività immunologica. Azatioprina 2 mg / kg / die, ciclofosfamide 2 mg / kg / die per un massimo di 4-6 mesi è utilizzato per la ricezione. Il trattamento viene effettuato sotto il controllo della composizione del sangue periferico: con la diminuzione del numero dei leucociti, i citostatici vengono cancellati.

Terapia trasfusionale: viene effettuata nei bambini con grave decorso di vasculite emorragica per 5-15 giorni nel periodo acuto della malattia, quando la massima manifestazione di manifestazioni cliniche. La composizione della terapia trasfusionale comprende: soluzioni di sostituzione del plasma a basso peso molecolare (reopolyglucin, reogluman, reomacrodex) alla velocità di 10-20 ml / kg / giorno; miscela di glucosio-novocaina (soluzione di glucosio al 5% e soluzione novocaina allo 0,25% in un rapporto di 2: 1 o 3: 1) in una quantità di 10 ml per 1 kg di peso corporeo, ma non più di 100 ml; spasmolitici - eupillina (5 mg / kg / die), ma-spawn (2 ml di soluzione al 2%) in 150-250 ml di soluzione di cloruro di sodio isotonico; inibitori di enzimi proteolitici (contro 20.000 - 40.000 unità / kg / giorno, trasylol 50.000 - 100.000 unità / giorno). La somministrazione dei preparati viene effettuata a gocce ad una velocità di 10-15 gocce al minuto.

Plasmaferesi è diretta alla rimozione di tossine circolanti, batteri, sostanze infiammatorie, anticorpi e complessi immuni cryoglobulins mostrato in grave vasculite emorragica, ondulata recidiva continua o di sintomi. La plasmaferesi contribuisce a normalizzare le proprietà del sangue, elimina vasospasmo, migliora la microcircolazione, aumenta l'attività funzionale delle cellule del sistema immunitario, aumenta la sensibilità dei pazienti ai farmaci.

Il volume del plasma espulso è di 10-30 ml per 1 kg di peso corporeo del bambino (per un ciclo di trattamento composto da 3-8 sedute di plasmaferesi, vengono rimossi da 2 a 5 volumi di plasma circolante). Le prime 3-4 sessioni sono condotte ogni giorno, e le seguenti - 1 volta in 3 giorni. Il tasso di exfusion è di 50 ml al minuto. Per prevenire la trombosi applicare l'eparina ad una velocità di 100-300 unità / kg. Come soluzioni sostitutive, vengono utilizzati destrano a basso peso molecolare, soluzioni di albumina, glucosio, soluzione salina fisiologica.

farmaci antistaminici sono efficaci nei bambini con una storia di cibo, allergia ai farmaci o domestico, manifestazioni catarrali diatesi essudativa, malattie allergiche (febbre da fieno, edema angioneurotico, bronchite acuta, asma bronchiale). Utilizzare Tavegil, suprastin, diazolin, fenkarol e altri farmaci nei dosaggi di età per 7-10 giorni.

Enterosorbents sono necessari per pazienti con un'anamnesi allergica appesantita, con dolore addominale, in casi in cui gli agenti di cibo sono stati un fattore provocante della malattia. Gli enterosorbenti legano le tossine e sostanze biologicamente attive nel lume intestinale, impedendo in tal modo la loro penetrazione nel flusso sanguigno sistemico. A tal fine, nominare poliphepan, smektu, enterosorb, carbone attivo 3-4 volte al giorno per 5-10 giorni.

Stabilizzatori di membrana sono prescritti corsi ripetuti per danno renale o un corso ricorrente di sindrome della pelle. I preparati di questo gruppo contribuiscono a ridurre la permeabilità della parete vascolare, a migliorare i processi trofici, hanno un effetto immunomodulatore. Il retinolo più utilizzato, il tocoferolo (vitamina E), la rutina, il dimefosfon per 1 mese.

Complicazioni e prognosi

loading...

L'esito della vasculite emorragica nei bambini è generalmente favorevole. Il recupero dopo il debutto è notato in più della metà dei pazienti. Forse un corso ricorrente a lungo termine della malattia, con la frequenza delle recidive che vanno dal singolo per diversi anni al mese. Tuttavia, nel tempo, di regola, la malattia acquisisce il carattere di una monosindrome: si sviluppa solo un'eruzione cutanea (meno frequente con la sindrome articolare) o un danno renale cronico. In questo caso, la funzione renale rimane al sicuro per un lungo periodo. L'esito nell'insufficienza renale cronica è estremamente raro, con una forma mista di glomerulonefrite o una versione rapidamente progressiva.

Vasculite emorragica - cause, sintomi e trattamento

loading...

La vasculite emorragica è considerata una malattia che è una sorta di vasculite immunitaria di piccoli vasi ed è caratterizzata da una maggiore formazione di immunocomplessi, un aumento della permeabilità delle pareti vascolari.

Questa patologia può svilupparsi 2-3 settimane dopo tonsillite acuta, influenza o scarlattina. La vasculite emorragica nei bambini è più comune che negli adulti.

I bambini dai 4 ai 12 anni sono particolarmente inclini alla malattia. I ragazzi hanno 2 volte più probabilità delle ragazze.

motivi

loading...

Perché si presenta la vasculite emorragica e che cos'è? La vasculite emorragica è anche chiamata malattia di Shenlen-Henoch o capillarotossicosi. La malattia è un'infiammazione asettica (senza infezione) dei capillari, causata dall'effetto dannoso dei complessi immunitari. Esiste una capillarotossicosi con emorragie (emorragie), una violazione della coagulazione intravascolare del sangue e una disfunzione della circolazione sanguigna in piccoli vasi sanguigni.

Le cause della vasculite emorragica negli adulti e nei bambini sono suddivise in diversi tipi:

  • complicanze dopo una malattia infettiva (mal di gola, influenza e ARVI, scarlattina e varicella) causate da virus, batteri o parassiti;
  • allergia al cibo o alla droga;
  • ipotermia o intolleranza individuale al vaccino;
  • predisposizione genetica.

Il principio del meccanismo di sviluppo della vasculite emorragica è la formazione di immunocomplessi. Durante la circolazione del sangue, questi complessi possono essere depositati sulle superfici interne delle pareti di piccoli vasi e quindi causare danni con il verificarsi di una successiva infiammazione asettica.

Con l'infiammazione della parete vascolare, la sua elasticità diminuisce. Di conseguenza, diventa permeabile e forma lumen, che porta a depositi di fibrina e coaguli. Procedendo da questo, il segno patologico della vasculite è la microtrombosi e la sindrome emorragica (lividi).

classificazione

loading...

A seconda della variante clinica del decorso, si manifesta la vasculite emorragica:

  • pelle;
  • articolare;
  • addominale (cioè dal lato dell'addome);
  • rene;
  • combinato. Qualsiasi combinazione è possibile Molto spesso c'è una variante cutanea-articolare, altrimenti chiamata semplice.

A seconda della variante del corso, la malattia può essere:

  • fulmineo (per diversi giorni);
  • acuto (fino a 30-40 giorni);
  • protratto (per 2 mesi o più);
  • recidiva (comparsa ripetuta di segni della malattia 3-4 volte o più per diversi anni);
  • cronica (i sintomi clinici persistono per più di 1,5 anni e più) con esacerbazioni frequenti o rare.

Grado di attività della malattia:

Manifestazioni cliniche

loading...

La frequenza delle principali manifestazioni cliniche della vasculite emorragica nei bambini e negli adulti:

  • eruzioni cutanee sulla pelle (eruzione cutanea emorragica cutanea) - 100%;
  • sindrome articolare (dolore alle caviglie) - 70%;
  • sindrome addominale (dolore addominale) - 60%;
  • danno renale - 30-35%;

In questa malattia può colpire i vasi di qualsiasi area, compresi i reni, i polmoni, gli occhi, il cervello. Vasculite emorragica senza la sconfitta degli organi interni - il decorso più favorevole dell'intero gruppo di questa malattia.

I sintomi della vasculite emorragica

loading...

Nel caso della vasculite emorragica, i sintomi sono molto diversi, ma tutti hanno lesioni cutanee. Può manifestarsi all'inizio della malattia e dopo la comparsa di altri sintomi. Il più tipico è l'apparizione di porpora - emorragie fini-sparse (1-3 mm) che vengono palpate. Questo rash è simmetrico ed è inizialmente sui piedi e sulle gambe, in futuro può diffondersi più in alto. Oltre alla porpora, possono comparire anche altri elementi dell'eruzione cutanea (vescicole, petecchie, eritema e persino aree di necrosi).

Nel 70% dei pazienti vengono rilevati tali sintomi di vasculite emorragica come coinvolgimento delle superfici articolari. Questo sintomo si verifica spesso con eruzioni cutanee nella prima settimana della malattia. danno articolare può essere trascurabile e causare superficie articolare breve doloroso, ma a volte più ampia quando colpiti non solo grandi (caviglia e del ginocchio), ma piccola. C'è un gonfiore e la forma della superficie articolare cambia e le sensazioni dolorose possono durare da 2 ore a 5 giorni. Tuttavia, la malattia non causa gravi deformazioni delle superfici articolari.

La lesione più grave del tratto gastrointestinale. A volte i dolori addominali compaiono anche prima dell'eruzione. Sorgono quando le emorragie compaiono sul muro dell'intestino e sono di carattere crampo. Spesso tali dolori si verificano nell'ombelico, nell'area iliaca destra, nell'area sottocostale e assomigliano a un'immagine di un addome acuto causato da appendicite, ostruzione intestinale o perforazione dell'ulcera. Il dolore dura principalmente tre giorni. Ma a volte fino a dieci giorni. Spesso sono accompagnati da nausea e vomito sanguinante, così come l'aspetto del sangue nelle feci. In alcuni casi, si sviluppa un'emorragia intestinale, accompagnata da una forte diminuzione della pressione sanguigna e dal collasso.

Ai più rari segni di vasculite può essere attribuito un danno renale sotto forma di glomerulonefrite e sindrome polmonare, che si manifesta con tosse e mancanza di respiro.

La differenza tra i sintomi nei bambini e negli adulti

loading...
  • L'insorgenza della malattia viene cancellata, i sintomi sono più miti.
  • La sindrome addominale si manifesta solo nel 50% dei pazienti ed è raramente accompagnata da nausea e vomito.
  • Il danno renale porta allo sviluppo della glomerulonefrite diffusa cronica, con la formazione di insufficienza renale cronica.
  • Più del 30% dei bambini sviluppa febbre.
  • Esordio caratteristico e decorso della malattia.
  • La sindrome addominale è accompagnata da una perdita di feci con le vene del sangue.
  • Spesso i reni sono coinvolti nel processo fin dall'inizio, con la rilevazione di ematuria e proteinuria nelle analisi delle urine.

Vasculite emorragica: foto

loading...

Come la vasculite emorragica sulle gambe sembra, offriamo foto dettagliate dei sintomi.

complicazioni

loading...

Le possibili complicanze della vasculite emorragica includono:

  • ostruzione intestinale;
  • pancreatite;
  • perforazione di ulcere dello stomaco e dell'intestino;
  • peritonite;
  • anemia post-hemorrhagic;
  • Sindrome DIC con trombocitopenia;
  • trombosi e attacchi cardiaci negli organi;
  • disturbi cerebrali, neurite.

Le complicanze della vasculite emorragica si verificano solo in caso di trattamento prematuro, quindi è molto importante iniziare il trattamento il più presto possibile. È noto che qualsiasi malattia è molto più facile da trattare all'inizio del suo sviluppo. L'automedicazione, l'assunzione incontrollata di farmaci o la medicina tradizionale porterà ad un peggioramento delle condizioni del paziente.

diagnostica

loading...

Se sospetti una vasculite emorragica, il medico esaminerà il paziente, raccoglierà un'anamnesi, prescriverà esami di laboratorio e diagnostici che aiuteranno a fare un quadro completo della malattia e prescriverà il trattamento appropriato.

I principali metodi per diagnosticare la vasculite emorragica sono i seguenti esami:

  1. Coagulazione.
  2. Identificazione di immunocomplessi circolanti (CEC).
  3. Determinazione delle immunoglobuline delle classi A (elevata) e G (ridotta), crioglobuline e componenti del sistema del complemento.
  4. Analisi biochimiche (frazioni proteiche, CRP, antistreptolisina O, seromucoi).
  5. Un esame del sangue generale (ampliato) con il calcolo dei valori assoluti del conteggio dei leucociti.

Trattamento della vasculite emorragica

loading...

Le manifestazioni lievi della sindrome della pelle possono suggerire un regime ambulatoriale (ma simile a un letto!) Con l'osservanza obbligatoria di una dieta speciale (l'esclusione di carne, pesce, uova, allergeni obbligatori, nuovi prodotti) e la nomina di farmaci. Tuttavia, il periodo acuto richiede il ricovero in ospedale, il costante controllo medico e, in caso di coinvolgimento degli organi interni nel processo patologico, l'uso di un gran numero di farmaci prescritti da schemi speciali e in alcuni dosaggi.

La natura del trattamento per la vasculite emorragica varia a seconda della fase della malattia:

  • debutto, recidiva, periodo di remissione;
  • forma clinica - semplice (cutanea), mista, con danno renale;
  • la gravità delle manifestazioni cliniche - luce (stato soddisfacente della salute, eruzioni cutanee neobilnye, può essere dolore alle articolazioni), la metà (più eruzioni cutanee, dolori articolari o artrite, dolore addominale ricorrente, tracce di sangue o proteine ​​nelle urine), grave (eruzioni cutanee di scarico, elementi necrosi, angioedema ricorrente, dolore persistente allo stomaco, sanguinamento gastrointestinale, sangue nelle urine, sindrome nefrosica, insufficienza renale acuta);
  • natura del decorso della malattia - acuta (fino a 2 mesi), prolungata (fino a 6 mesi), cronica (ricorrente o sviluppo di giada Shenlaine - Genocha).

Lo schema del trattamento farmacologico include:

  1. Dezagreganty - kurantil 2-4 mg / kg al giorno, trental flebo endovenoso.
  2. L'eparina in un dosaggio di 200-700 unità per chilogrammo di peso corporeo al giorno per via sottocutanea o endovenosa 4 volte al giorno, viene annullata gradualmente con una diminuzione in una singola dose.
  3. Gli attivatori di fibrinolisi sono acido nicotinico.
  4. Nei casi più gravi, nominare la plasmaferesi o la terapia con glucocorticosteroidi.
  5. In casi eccezionali, utilizzare citostatici come Azatioprina o Ciclofosfamide.

La durata del trattamento della vasculite emorragica nei bambini e negli adulti dipende dalla gravità della malattia e dalla sua forma clinica. Di solito ci vogliono 2-3 mesi con un ciclo mite, 4-6 mesi con un moderato e fino a un anno con un decorso grave di malattia di Shenlaine-Henoch, accompagnato da recidive e nefrite.

La terapia dei pazienti con vasculite emorragica è complicata dal fatto che ora non ci sono farmaci che sopprimono efficacemente il principale processo patologico, indipendentemente dalla sua posizione. È necessario escludere l'effetto di effetti antigenici deliberatamente attivi, specialmente quelli che hanno cronologicamente coinciso con le manifestazioni cliniche della malattia.

dieta

loading...

Durante il trattamento è molto importante prevenire ulteriori sensibilizzazioni del paziente. Pertanto, è necessaria una dieta che escluda estrattivi, cioccolato, caffè, agrumi, fragole, uova, prodotti industriali in scatola e prodotti scarsamente tollerati dal paziente.

Diete speciali sono inoltre prescritte con sindromi addominali o renali espresse. Pertanto, con grave nefrite, si raccomanda di seguire la dieta n. 7 senza sale e carne.

A quale dottore applicare

loading...

La vasculite emorragica nei bambini e negli adulti viene curata da un reumatologo. Con la sconfitta di vari organi, è necessaria la consultazione di specialisti specializzati: dermatologo (pelle), gastroenterologo (intestino), neurologo (cervello), nefrologo (rene), cardiologo (cuore), pneumologo (polmoni). È auspicabile ispezionare l'immunologo per una diagnosi tempestiva delle complicanze dopo l'assunzione di farmaci.

prospettiva

loading...

Con la vasculite emorragica, la prognosi è abbastanza favorevole. In rari casi, la morte può verificarsi nella fase acuta della malattia a causa di complicanze del tratto gastrointestinale (sanguinamento, intussuscezione, infarto intestinale). Un esito fatale può anche essere una conseguenza dell'insufficienza renale acuta o del danno al sistema nervoso centrale.

Alcuni pazienti con vasculite emorragica possono sviluppare una malattia renale cronica. Circa il 25% dei pazienti con danno renale nella fase acuta della malattia presenta cambiamenti nei sedimenti urinari per un certo numero di anni; l'esito finale della malattia in tali pazienti è sconosciuto.

Vasculite emorragica

loading...

La vasculite emorragica è una malattia associata alla distruzione dei più piccoli vasi sanguigni del corpo: capillari, venule e arteriole. La vasculite emorragica è accompagnata da un'infiammazione asettica e da una violazione dell'organizzazione strutturale delle pareti dei vasi di piccolo calibro. Come risultato del danno alle pareti di venule, arteriole e capillari, c'è il rischio di aumento della trombosi. Soffri i piccoli vasi della pelle e degli organi interni. La sconfitta dei capillari cutanei porta a una particolare eruzione cutanea, in relazione alla quale la vasculite emorragica viene anche chiamata porpora allergica. Questa malattia si verifica principalmente nei bambini e / o nei pazienti di età inferiore ai 20 anni. L'incidenza di picco della vasculite emorragica di solito si verifica in primavera.

Nel 1832, fu descritto per la prima volta da vasculite emorragica dal dottore Shenlaine, e più tardi, nel 1874, scrisse un documento scientifico sull'argomento della malattia dal dott. Genoch. In loro onore, la vasculite emorragica è anche chiamata malattia di Shenlein-Henoch.

Emorragico provoca vasculite

loading...

Il meccanismo di innesco nel verificarsi di vasculite emorragica è l'infezione trasferita del tratto respiratorio superiore. I patogeni più comuni sono streptococchi emolitici, virus respiratori, micoplasma. Ma non solo questi agenti patogeni provocano una reazione allergica sotto forma di vasculite emorragica. Nel ruolo del grilletto possono agire vaccini, alcuni tipi di medicinali, allergeni alimentari, punture di insetti, ipotermia, bruciore alle malattie. Ci sono casi di vasculite emorragica in risposta a streptomicina, penicillina, sulfanilamide, barbiturici, chinino.

Per l'emergenza della vasculite emorragica è anche necessario uno stato speciale del sistema immunitario. Una persona è incline a reazioni atopiche e allergie. Questo contribuisce alla formazione della porpora emorragica.

Il sistema immunitario attiva un certo numero di sostanze, il cosiddetto sistema del complemento, che attaccano i componenti della parete del vaso. I complessi immunitari formati vengono introdotti nella parete danneggiata. L'attivazione del processo di coagulazione del sangue avviene, che porta alla formazione di microtrombi. Come il muro dei vasi sanguigni cessa di essere integrale, gli elementi uniformi dell'uscita del sangue nei tessuti, formando così una sindrome emorragica.

La vasculite emorragica può accompagnare un disturbo metabolico. La gravidanza è un fattore che contribuisce alla comparsa di vasculite emorragica. Il corpo di una donna durante questo periodo è soggetto a varie influenze dall'esterno. In questo caso, può verificarsi il distacco della placenta, l'ipossia del feto, il ritardo nello sviluppo del feto.

Sintomi di vasculite emorragica

loading...

Quando la vasculite emorragica sviluppa un gran numero di sintomi. Nelle fasi iniziali, c'è una febbre con alti numeri e un forte mal di testa. Il paziente è preoccupato per il dolore nelle articolazioni grandi. Nell'addome ci sono dolore e disagio di localizzazione incerta. C'è un disturbo dello sgabello. Nel corso del tempo, febbre alta viene sostituita da subfebrile.

La vasculite emorragica nei primi giorni della malattia potrebbe non manifestarsi in alcun modo. Dopo un po 'sul corpo cominciano a comparire emorragie e la localizzazione potrebbe essere diversa. Le eruzioni sono monotone, hanno la forma di porpora a piccolo punto, che tende a fondersi. Gli elementi dell'eruzione cutanea si trovano per lo più sul terreno e sulla traumatizzazione naturale della pelle, ad es. sulla superficie interna delle cosce, sui palmi delle mani, i piedi, sul sedile della cintura, ecc.

Le eruzioni con vasculite emorragica sono simmetriche e accompagnate da prurito. A volte, sullo sfondo della porpora emorragica, possono comparire altri elementi dell'eruzione: vesciche, tori, angioedema. Nei casi più gravi, le eruzioni cutanee si trasformano in eritema e necrosi, con conseguente ulcerazione della pelle. Il picco di eruzioni dura per due giorni. Quindi gli elementi dell'eruzione cutanea sono invertiti, diventano cremisi e quindi acquisiscono una tinta marrone. Questo colore indica la degradazione dell'emoglobina degli eritrociti extravascolari. Con la progressione della vasculite emorragica, l'eruzione può apparire ondulata, circa 3-4 volte.

La sindrome articolare causa dolore alle grandi articolazioni con vasculite emorragica. Di norma, soffrono problemi al ginocchio e alla caviglia. I dolori sono così forti che il paziente è immobilizzato per un po '. Allo stesso tempo, non ci sono dati radiografici obiettivi che mostrano malattie articolari. In rari casi, può comparire emartro, che può essere visto su immagini radiografiche. Le artralgie con vasculite emorragica sono instabili. In rari casi, l'emergere di un sintomo di dolore stabile. Ma più spesso la durata del sintomo articolare doloroso non supera le 2 settimane.

L'insorgenza della sindrome addominale con vasculite emorragica è causata da emorragia nella parete intestinale e impregnazione con sangue del mesentere intestinale. Si manifesta sotto forma di nausea, vomito, assorbimento alterato di nutrienti dal cibo, flatulenza. Spesso una tale manifestazione di vasculite emorragica può essere confusa con pancreatite acuta, colecistite, appendicite. Ci possono essere delle feci sanguinolente liquide, che vomitano con le vene del sangue. Il pericolo di manifestazioni addominali è ridotto al verificarsi di complicazioni sotto forma di peritonite, perforazione dell'intestino e sanguinamento.

La sconfitta dei reni con vasculite emorragica è associata alla formazione di coaguli di sangue nei capillari dei glomeruli renali. Di conseguenza, si verifica la glomerulonefrite. I primi sintomi della glomerulonefrite possono manifestarsi dopo l'estinzione dei sintomi sopra descritti. Sullo sfondo di un apparente benessere, inizia l'ematuria. La glomerulonefrite immuno-dipendente il più delle volte progredisce verso l'insufficienza renale. E l'insufficienza renale, come è noto, ha un carattere ondulato cronico. Nel tempo si sviluppano sindromi ipertensive e proteinuriche. Ma questo risultato è tipico per i pazienti con vasculite emorragica di mezza età.

Raramente, i sintomi di coinvolgimento polmonare si sviluppano sullo sfondo della vasculite emorragica. In questo caso, ci sono abbondanti emorragie polmonari. Sul roentgenogram i siti di tessuto polmonare infiltrato sono rivelati. A volte possono verificarsi emorragie cerebrali con sintomi cerebrali acuti. Ci sono casi di soffocamento nell'angioedema della laringe.

Le seguenti varianti del decorso clinico della vasculite emorragica sono annotate:

1) il corso fulminante è caratterizzato dall'insorgenza e dallo sviluppo di tutti i sintomi entro poche ore;

2) la vasculite emorragica acuta si sviluppa in pochi giorni;

3) il corso prolungato è caratterizzato dalla manifestazione di tutti i sintomi per un lungo periodo, indipendentemente dal trattamento;

4) una variante ricorrente del corso è caratterizzata da un'ondata di esacerbazioni;

5) la variante cronica persistente si manifesta con la presenza costante di petecchie sulla pelle.

Vasculite emorragica nei bambini

foto di vasculite emorragica del bambino

I genitori possono notare indipendentemente l'insorgenza della vasculite emorragica. Comincia, come la maggior parte delle malattie pericolose, con sintomi di malessere generale. In questa fase è importante consultare un medico, in cui le paure dei genitori saranno confermate e negate.

Il bambino è irrequieto o, al contrario, c'è una maggiore debolezza, non ha appetito. Il bambino precedentemente attivo e irrequieto è passivo e non mostra interesse per i giocattoli. I genitori possono rilevare gonfiore e un aumento delle articolazioni del ginocchio e della caviglia. La temperatura è elevata Il bambino si lamenta di dolori all'addome.

Pochi giorni dopo, appaiono eruzioni cutanee sulla pelle. Sono localizzati sulle superfici flessorie degli arti. Se il ricovero in ospedale non è stato effettuato prima, in questa fase è urgente andare all'ospedale. L'automedicazione in questo caso può aggravare la situazione. Nei bambini, spesso la vasculite emorragica è causata da reazioni allergiche. Pertanto, è necessario eliminare l'allergene il più presto possibile.

Dopo il ricovero, il 95% dei bambini guarisce e la vasculite emorragica e le sue conseguenze non li infastidiscono più.

Per la prevenzione della vasculite emorragica è necessario esercitare, indurire. È necessario proteggere il bambino dall'allergene e meno irragionevolmente prendere medicinali.

Forme di vasculite emorragica

Nella manifestazione clinica della vasculite emorragica possono esserci differenze. Diverse persone sono dominate da questa o quella sindrome. Pertanto, sono state identificate diverse forme di questa patologia, poiché un diverso decorso clinico richiede una terapia specifica. È consuetudine isolare le forme cutanee, dermico-articolari, addominali, renali e miste di vasculite emorragica.

Le combinazioni combinate di solito includono una variante della malattia della pelle, che è anche chiamata semplice.

A seconda del flusso, questa condizione può essere acuta (della durata di 30-40 giorni.), Fulminante (si sviluppa durante i giorni di lettura) protratta (durata più di due mesi), ricorrenti (i sintomi della malattia compaiono di nuovo 3-4r. Nel corso dei prossimi anni) e cronica (sintomi persistono per anni più di un anno e mezzo, con occasionali / frequenti riacutizzazioni).

La diagnosi di vasculite emorragica comprende un'anamnesi, che indica la presenza di una precedente infezione, farmaci, vaccinazione. C'è anche un modo semplice per diagnosticare la porpora con un bracciale. L'aria nel bracciale viene pompata fino a quando l'impulso sull'arteria radiale non si avverte minimamente. Pochi minuti dopo il bracciale viene rimosso. Il test è considerato positivo quando si sviluppano piccole emorragie sull'avambraccio. Ciò è dovuto ad un aumento del traumatismo dei vasi sanguigni durante la vasculite emorragica. Puoi controllare la vasculite emorragica con una forte spremitura della pelle - un sintomo di "pizzico".

In un ospedale, la biomicroscopia della congiuntiva bulbare viene utilizzata per identificare il cosiddetto fenomeno dei fanghi.

Le analisi del sangue mostrano un leggero aumento dei leucociti, spostando la formula dei leucociti a sinistra. La sindrome anemica è determinata in massicce emorragie, un aumento del tasso di sedimentazione eritrocitaria. Nelle urine è determinato da un gran numero di proteine, globuli rossi, cilindri.

L'analisi biochimica del sangue del paziente con vasculite emorragica indica un aumento di alfa e gamma globuline, fibrina, fibrinogeno. Il contenuto ematico del fattore di coagulazione di von Willebrand, che si forma nelle cellule endoteliali, aumenta di molte volte.

L'esame endoscopico dell'intestino in un paziente con vasculite emorragica rivela emorragie puntiformi nella mucosa.

Quando si esegue una biopsia della pelle, vengono rilevati infiltrati che contengono immunoglobuline.

Prima della diagnosi di vasculite emorragica, è necessario fare una diagnosi differenziale. Nel caso di vasculite emorragica addominale, è necessario distinguerlo da appendicite acuta, pancreatite, colecistite, ostruzione intestinale, peritonite. malattia emorragica cutanea manifesta eruzione cutanea, che può essere in meningite meningococcica, sindrome paraneoplastica, vasculite crioglobulinemica, sepsi, trombocitopenia.

Trattamento di vasculite emorragica

Tutti i pazienti con vasculite emorragica devono essere ospedalizzati nella fase acuta. È necessario evitare l'ipotermia e lo stress sulle gambe. Nel periodo di trattamento, sono escluse le vaccinazioni e i vaccini. Va sempre ricordato che molti farmaci sono controindicati in tali pazienti, come antibiotici, complessi vitaminici, sulfonamidi, acido aminocaproico, preparazioni di calcio, ecc.

Tutti i focolai di infezione richiedono un risanamento immediato. Ma la terapia antibiotica non dovrebbe essere infondata.

Immettere l'eparina per via sottocutanea in una dose di 2500-5000 unità con una molteplicità di 2-4 r al giorno. Se questo dosaggio è inefficace, dovrebbe essere aumentato a una dose giornaliera di 30.000-40000 unità. La durata del trattamento della forma cutanea è di 3 settimane. La forma renale richiede il trattamento con eparina per 6 settimane. Puoi anche usare Fraksiparin e Fragmin. Durante il trattamento della vasculite emorragica con anticoagulanti, un test di coagulabilità del sangue deve essere eseguito regolarmente.

Come agenti antipiastrinici, l'aspirina viene utilizzata a una dose di 75 mg per d, Ticlopidina di 0,2 g con una molteplicità di 3 pD, Dipiridomolo, Clopidogrel.

Per sopprimere l'aumento inibitori dell'aggregazione piastrinica di trombossano utilizzati (ridogrel), bloccanti del recettore della trombina (Vaniprost) antagonisti del recettore della trombina (Absiksimab, Tirofiban, Integrilin) ​​per 6 mesi.

Risultati abbastanza buoni si ottengono dopo aver assunto Dapsone (50-100 mg per 2 p d) insieme a Pentoxifylline (da 0,4 a 3 p d). Questi farmaci vengono consumati entro 5-6 giorni e con una pausa successiva per 1 giorno.

Il prurito della pelle viene efficacemente eliminato con antistaminici: Tavegil (0,001 g, 2 r d), Suprastin (0,025 volte 3 rd).

Come tutte le malattie allergiche, la vasculite emorragica deve essere trattata, a partire dalla pulizia del corpo di prodotti metabolici non necessari. I sorbenti sono usati per purificare il tratto gastrointestinale. Tutti gli assorbenti conosciuti sono carbone attivo. Ci sono anche sorbenti come Lactofiltrum, Enterosgel. Puoi anche usare il carbone bianco, è più attivo del carbone ordinario più volte.

Efficace nei bloccanti vasculite emorragica dei recettori dell'istamina. L'istamina è una sostanza biologicamente attiva che è responsabile dello sviluppo di una reazione allergica. Si accumula nelle cosiddette cellule "grasse". Quando l'allergene entra nel corpo, i mastociti vengono attivati. Di loro, l'istamina inizia a essere rilasciata. Come risultato del blocco dei recettori dell'istamina, l'istamina non viene rilasciata dalle cellule e non si verifica alcuna reazione all'allergene. I recettori dell'istamina si trovano sulle membrane delle cellule muscolari lisce e controllano le reazioni spasmodiche. Come risultato del loro blocco, non vi è alcun aumento della permeabilità delle pareti dei vasi sanguigni, non sono coinvolti gli elementi uniformi del sangue responsabile della risposta immunitaria.

Antistaminici sono prodotte per lungo tempo e sono suddivisi in tre generazioni, avendo come sedativo, anticolinergici, effetto atropina, che è molto importante nel trattamento di emorragico vasculite. Tali azioni di questo gruppo di droghe sono causate dall'ingresso di questi nel sistema nervoso centrale. Bloccanti sono la prima generazione di recettori dell'istamina hanno alcuni svantaggi, come la connessione a tempo parziale ai recettori, e quindi devono utilizzare grandi dosi; così come un effetto a breve termine e un effetto ipnotico. A questo gruppo di droghe includono Tavegil, Dimedrol, Prometazinum, Moxanthin.

I preparati della seconda generazione con azione antistaminica non penetrano nel sistema nervoso, quindi non hanno effetti collaterali. Tuttavia, la loro azione è diretta direttamente ai recettori dell'istamina. Questo gruppo comprende Desloratodina, Fexofenadina, Cityrizine.

Un altro metodo di trattamento della vasculite emorragica, a seguito di una reazione allergica, è la terapia per infusione. Questo metodo si basa sulla diluizione del sangue circolante e una diminuzione della concentrazione di allergeni e complessi immunitari. Ma questo metodo deve essere eseguito con cautela nei pazienti con insufficienza renale cronica, che può verificarsi con vasculite emorragica. Tutti i preparati per la terapia di infusione devono essere attentamente selezionati. Poiché le soluzioni colloidali stesse possono causare allergie e sono controindicate nell'insufficienza renale. Per la terapia infusionale per la vasculite emorragica, devono essere utilizzate soluzioni cristallifere, che sono zuccheri disciolti ed elettroliti. Nella situazione in esame, sono applicabili i seguenti preparati: cloruro di sodio sotto forma di soluzione fisiologica. Le soluzioni saline di potassio sono controindicate in caso di funzionalità renale compromessa e acidosi marcata.

È possibile utilizzare sali di calcio con vasculite emorragica, dal momento che sono antagonisti del potassio. Con uno spostamento pronunciato del sangue verso il mezzo acido, è necessario prescrivere bicarbonato di sodio nella forma di una soluzione ipertonica (4,2%). Immettere lentamente la soluzione ipertonica di bicarbonato di sodio in modo che la fibrillazione atriale non si sviluppi.

Segni di comparsa con sindrome di vasculite emorragica di coagulazione intravascolare richiedono l'introduzione di plasma appena congelato. Per eliminare il sangue di un gran numero di anticorpi circolanti, è necessario applicare la plasmaferesi.

L'eliminazione della sindrome artralgica sullo sfondo della vasculite emorragica si verifica con l'uso di farmaci antinfiammatori non steroidei. Diclofenac Sodio 0,025 g di p nella molteplicità 3 d, indometacina -. 0,025 g di p in 3 d, piroxicam 0,01 g di 1-2 d al p In assenza di effetto dell'uso di farmaci anti-infiammatori non steroidei, prednisolone somministrato a 0, 5-0,7 mg per kg di peso del paziente. Applicalo al corso per 7 giorni e una pausa di cinque giorni. Nelle forme gravi di vasculite emorragica, il prednisolone deve essere somministrato a una dose di 1-2 mg per kg di peso del paziente per 2 settimane.

Con la sindrome della vasculite emorragica cutanea, vengono prescritti anche rutina e acido ascorbico, poiché questi farmaci influenzano l'integrità della parete vascolare.

glomerulonefrite immunomediata in emorragica vasculite sviluppa rapidamente e richiede l'assegnazione di impulso terapia con glucocorticoidi insieme con citostatici. Metilprednisolone 1 g una volta al giorno per tre giorni e Ciclofosfamide per 1 g in d dalla seconda applicazione dell'ormone.

Per il trattamento dell'ipertensione arteriosa della genesi renale vengono prescritti inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina: captopril o lisinopril. Questi farmaci alleviano lo spasmo delle arteriole dei glomeruli e alleviano l'ipertensione intramedolare. Se ci sono controindicazioni all'uso di inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina, vengono prescritti beta-bloccanti (Metaprolol, Nebivalol). La nomina della terapia ormonale dovrebbe essere giustificata e necessaria per ogni caso specifico. Ciò è dovuto al fatto che il loro uso porta ad un peggioramento dei sintomi della vasculite emorragica, un aumento della coagulabilità del sangue. Pertanto, la terapia con glucocorticoidi che accompagna deve essere antipiastrinica ed eparina.

Con lo sviluppo di insufficienza renale contro la vasculite emorragica, i principali compiti del trattamento sono di rallentare l'ulteriore progressione del danno renale e migliorare il benessere del paziente. Per l'inizio è necessario minimizzare le manifestazioni della malattia sottostante, in questo caso di vasculite emorragica. Un importante punto di trattamento può essere chiamato ripristino dell'equilibrio idrico-elettrolitico e disturbi metabolici. Assicurati di limitare l'assunzione di cloruro di sodio nell'edema e nei segni di ipertensione. L'ammissione di liquidi in un paziente con insufficienza renale cronica deve essere calcolata sulla base della diuresi del giorno precedente più 500 ml. L'insufficienza renale contribuisce alla ritenzione di potassio nel corpo, il cui eccesso può portare a gravi conseguenze dal cuore. Pertanto, l'assunzione di prodotti contenenti potassio deve essere ridotta. Non nominato in questo periodo di diuretici risparmiatori di potassio emorragici vasculite. Se il sangue raggiunge un potassio 6,5-7 mmol / l, viene somministrato per via endovenosa potassio polarizzare una miscela di 500 ml di soluzione di glucosio 5% con 8 unità di insulina. Questa soluzione aiuta il potassio a muoversi nella cellula. In caso di raggiungere valori di potassio nel sangue di più di 7 mmol / l, gluconato di calcio mostra l'introduzione di 20-30 ml ad una concentrazione di 10% o 200 mL di soluzione di carbonato di sodio al 5%. La soda aiuta a cambiare lo stato metabolico dal meccanismo di alcalinizzazione. L'emodialisi ha una grande importanza nel trattamento dell'iperkaliemia nella vasculite emorragica.

L'emodialisi è un metodo di purificazione del corpo, quando vengono rimosse sostanze tossiche, ripristinando l'equilibrio acido e la composizione del sale.

Limitare il consumo di cibi proteici nella vasculite emorragica ridurrà il contenuto di prodotti proteici nel sangue. Questo è molto importante per i pazienti con insufficienza renale cronica, in quanto il tasso di filtrazione glomerulare è ridotto a vari livelli. Il consumo di proteine ​​animali al giorno dovrebbe essere di 40 g. Dieta applicabile di patate o di uova di patate.

Il trattamento della forma addominale del emorragica vasculite deve essere commutato antibiotici: Azithromycin 0,25 g 2 r una molteplicità d per 6 giorni.

Con la malattia, la vasculite emorragica è una prognosi piuttosto favorevole. Ma tutto dipende dalla gravità del corso e dalla forma della malattia. Con la pelle e le forme cutaneo-articolari, la recidiva, di regola, non si verifica. Nei pazienti con forma addominale, la prognosi è molto più grave: si verificano complicanze come intussuscezione con conseguente ostruzione intestinale, perforazione intestinale. Tali pericolose complicanze della vasculite emorragica possono portare a un esito letale, a meno che non venga eseguita una chirurgia d'urgenza. Con lo sviluppo di insufficienza renale cronica in pazienti con vasculite emorragica, la prognosi è scarsa, poiché il tasso di sopravvivenza a dieci anni è di circa il 50%. I pazienti che hanno avuto complicazioni sotto forma di ipertensione, sindrome nefrosica o glomerulonefrite mista, sono gravemente colpiti dalla malattia di base. I pazienti con vasculite emorragica più anziana hanno una prognosi significativamente peggiore rispetto ai bambini dell'infanzia. La disabilità si verifica in caso di insufficienza renale cronica o nella sconfitta di altri organi, nonché nel flusso cronico persistente di vasculite emorragica.

Per creare uno sfondo favorevole nel trattamento della vasculite emorragica, possono essere appropriate erbe medicinali e piante. Ma non dimenticare la possibilità di una reazione allergica a una particolare pianta.

È possibile utilizzare medicine naturali per il trattamento della vasculite emorragica. C'è una buona ricetta per un decotto per i pazienti, che consiste in una miscela di menta, achillea, corda, equiseto, pioppo, calendula. Questo brodo dovrebbe essere preso più volte al giorno. Questo brodo è efficace anche se applicato esternamente.

Dieta emorragica vasculite

La nutrizione per i pazienti con vasculite emorragica deve essere organizzata in base al danno d'organo. La composizione della dieta del paziente non dovrebbe includere prodotti con un contenuto proteico superiore a 40 grammi al giorno. Il contenuto di sale da tavola dovrebbe essere limitato a 3 g al giorno. Ciò ridurrà il carico sui reni che soffrono di glomerulonefrite immunitaria.

Se l'allergene non è installato, tutti i potenziali allergeni dovrebbero essere eliminati. Questi includono agrumi, cioccolato, caffè, fragole, arachidi, pistacchi. Tutti i pasti dovrebbero essere regolari, divisi. I prodotti devono essere bilanciati. La quantità consumata per un pasto dovrebbe essere piccola. Tuttavia, i piatti non dovrebbero essere troppo caldi o troppo freddi.

Durante l'esacerbazione della vasculite emorragica, il cibo dovrebbe contenere sostanze utili e vitamine. Coloranti, aromi devono essere cancellati.

Puoi mangiare verdure e stufati bolliti e in umido; Zuppe, preferibilmente non a base di brodo, poiché i brodi sono un prodotto allergenico; la carne dovrebbe essere bianca e povera di grassi; il pesce è meglio stufato; gli olii sono usati vegetali, e i grassi animali sono meglio evitati. Puoi mangiare le uova, ma non in forma grezza, è meglio bollire. L'uso di carboidrati non può essere limitato, dal momento che diventano quasi l'unica fonte di energia. Non sono vietate marmellate dolci, sciroppi, marmellate. I frutti devono essere presenti nelle diete di un paziente con vasculite emorragica. I prodotti contenenti fibre sono anche utili: cereali, cereali, prodotti di farina da varietà di grano grosso.

Le abitudini nocive esacerbano i sintomi della vasculite emorragica. Con l'uso di alcol, si verifica un aumento dell'effusione degli elementi formati dal letto vascolare.

E 'importante includere nella dieta dei pazienti con cibi emorragica vasculite ricchi di vitamine C, B, A. La maggior parte di loro si trovano in mele (preferibilmente verde), lampone, ciliegia, olivello spinoso, ribes nero, rosa canina, sorbo.

Vasculite emorragica

Vasculite emorragica (Morbo di Henoch, porpora allergica, kapillyarotoksikoz) - infiammazione asettica sistemica del microcircolo con una lesione primaria della pelle, articolazioni, gastrointestinale e glomeruli renali. La diagnosi di vasculite emorragica si basa sui sintomi clinici, i dati di laboratorio (analisi del sangue, delle urine, coagulazione), lo studio degli organi dell'apparato digerente e dei reni. Il sostegno del trattamento di emorragica vasculite è un anticoagulante (eparina) terapia. Nei casi più gravi, un hemocorrection extracorporea, terapia con glucocorticoidi, anti-infiammatori e trattamento citostatici.

Vasculite emorragica

La vasculite emorragica è una delle più comuni malattie emorragiche fino ad oggi. In realtà, è una vasculite allergica di natura superficiale con la sconfitta di piccole arteriole e venule, così come i capillari. Nella classificazione internazionale delle malattie (ICD), la vasculite emorragica è nota come porpora allergica. La vasculite emorragica si verifica principalmente nell'infanzia da 5 a 14 anni. L'incidenza media nei bambini di questa età è di 23-25 ​​persone ogni 10 mila.Il più suscettibili alla malattia sono i bambini di età compresa tra 7-12 anni. I bambini sotto i 3 anni sono a conoscenza solo di alcuni casi di vasculite emorragica.

Cause e patogenesi della vasculite emorragica

I motivi che possono innescare lo sviluppo di emorragica vasculite, reumatologia moderna si riferiscono principalmente vari fattori infettivi virali (herpes, SARS, influenza), batteri (Mycoplasma, Streptococcus, Mycobacterium tuberculosis, stafilococchi, agenti causali di intossicazione alimentare), parassiti (verme infestazione, tricomoniasi). fattore scatenante di emorragica vasculite può essere un farmaco, e allergie alimentari, vaccinazioni, ipotermia. Un certo numero di autori hanno suggerito che l'esposizione a fattori scatenanti che portano allo sviluppo di vasculite emorragica solo in quei casi in cui viene eseguita sullo sfondo di suscettibilità genetica dell'organismo di iperergico risposta immunitaria.

La base del meccanismo della vasculite emorragica è la formazione del complesso immune. Circolante nel sangue, si depositano sulla superficie della parete interna dei piccoli vasi (venule, arteriole, capillari) e provocare il suo danno alla comparsa di infiammazione asettica. infiammazione vascolare a sua volta porta ad un aumento della sua permeabilità, la deposizione di fibrina a lume e masse trombotiche che provoca principali segni patologici di emorragico vasculite - sindrome emorragica mikrotrombirovanie.

Classificazione di vasculite emorragica

Nel decorso clinico della vasculite emorragica, si osserva una fase acuta (periodo iniziale o esacerbazione) e una fase di riduzione (miglioramento). Secondo i sintomi prevalenti della malattia, la vasculite emorragica è classificata nelle seguenti forme cliniche: semplice, reumatoide (articolare), addominale e fulminante. Il grado di gravità della vasculite emorragica è:

  • Vasculite emorragica di lieve gravità - una condizione soddisfacente dei pazienti e natura non dichiarata dell'eruzione cutanea, artralgia.
  • Medio pesante emorragica vasculite - il paziente di peso medio, abbondanti precipitazioni, artralgia accompagnato da cambiamenti nelle articolazioni di tipo artrite osservato dolore addominale ricorrente e microematuria.
  • Grave emorragica vasculite - v'è una grave condizione del paziente, scarico abbondante eruzione cutanea con aree di necrosi, angioedema, sindrome nefrosica, v'è ematuria macroscopica, e sanguinamento gastrointestinale possono sviluppare insufficienza renale acuta.

Secondo la natura del flusso, sono classificate le forme acuta (fino a 2 mesi), prolungata (fino a sei mesi) e cronica vasculite emorragica.

I sintomi della vasculite emorragica

Per vasculite emorragica, un esordio tipicamente acuto con febbre a cifre subfebrilari o febbrili. Tuttavia, potrebbe non esserci aumento di temperatura.

Sindrome della pelle è notato all'inizio della vasculite emorragica ed è osservato in tutti i pazienti. Sono caratterizzati da elementi emorragici maculopici diffusi di varie dimensioni (spesso piccoli) che non scompaiono quando vengono pressati. In alcuni casi, c'è un'eruzione di orticaria. Le eruzioni sono di solito localizzate simmetricamente sulla pelle degli stinchi, delle cosce e dei glutei, nella regione delle grandi articolazioni, meno spesso - sulla pelle delle mani e del tronco. L'abbondanza di eruzioni cutanee spesso è correlata alla gravità della vasculite emorragica. Nel suo corso più grave, la necrosi si sviluppa al centro di alcuni elementi dell'eruzione e si forma un'ulcera. La risoluzione dell'eruzione si conclude con iperpigmentazione di lunga durata. Nel decorso cronico della vasculite emorragica con frequenti recidive sulla pelle dopo l'eruzione cutanea, si verifica il ridimensionamento.

Sindrome articolare si sviluppa nel 70% dei pazienti con vasculite emorragica. Disturbi delle articolazioni possono essere di breve durata come artralgia leggero o persistere per diversi giorni con forti dolori accompagnati da altri sintomi di artrite (arrossamento e gonfiore), e con conseguente limitazione del movimento articolare. Tipico per la vasculite emorragica è la natura volatile della lesione che coinvolge principalmente articolazioni grandi, spesso al ginocchio e alla caviglia. La sindrome articolare può comparire nel periodo iniziale della vasculite emorragica o si manifesta successivamente. Spesso ha un carattere in arrivo e non porta mai a una deformazione permanente delle articolazioni.

Sindrome addominale può precedere le manifestazioni articolari della pelle di vasculite emorragica o accompagnarle. Si manifesta in dolore addominale di intensità variabile da moderata a parossistica in tipo di colica intestinale. I pazienti spesso non possono specificare l'esatta localizzazione del dolore, lamentano disturbi delle feci, nausea e vomito. Il dolore nell'addome può comparire più volte durante il giorno e passare spontaneamente o nei primi giorni di trattamento. Nei casi gravi di vasculite emorragica, si verifica sanguinamento gastrointestinale, accompagnato da vomito sanguinante e presenza di sangue nelle feci.

Sindrome renale si verifica nel 25-30% dei casi di vasculite emorragica e si manifesta come segni di glomerulonefrite cronica o acuta con vari gradi di ematuria. Un numero di pazienti sviluppa una sindrome nefrosica. Il danno renale è la sindrome più persistente della vasculite emorragica e può portare allo sviluppo di insufficienza renale.

Le lesioni di altri organi con vasculite emorragica si verificano abbastanza raramente. Questo può essere sotto forma di polmonite emorragica tosse con espettorato striato di sangue e dispnea, emorragia endocardio, pericardite emorragiche, miocardite. Sconfitta cerebrovascolare manifestato vertigini, irritabilità, mal di testa, epipristupami e può portare alla meningite emorragica o emorragia nella sostanza cerebrale (ictus emorragico).

Diagnosi di vasculite emorragica

Effettuando la diagnosi di vasculite hemorrhagic, un reumatologo prende in considerazione l'età del paziente, confronta dati clinici e di laboratorio, esclude altre malattie. Nell'analisi sangue in pazienti con vasculite emorragica, solitamente contrassegnato segni di infiammazione moderata aspecifica (leucocitosi e un leggero aumento della VES), aumentando il numero di piastrine ed eosinofili. Nell'analisi delle urine ci sono ematuria, proteinuria, cilindruria. Un esame del sangue biochimico mostra un aumento delle immunoglobuline A e CRP.

I risultati del coagulogramma sono di grande importanza diagnostica. La mancanza di dati in esso contenuti per un disturbo della coagulazione in presenza di segni clinici di sindrome emorragica supporta chiaramente la vasculite emorragica.

Con lo sviluppo di renale sindrome emorragica vasculite paziente deve consultare nefrologia, il monitoraggio dei cambiamenti nel campione di urina, l'urina analisi biochimica campione Zimnitsky un'ecografia renale, Doppler ultrasuoni vasi renali.

sotto forma addominale di emorragica vasculite dovrebbe essere differenziato da altre cause che portano alla nascita di "addome acuto" sintomi: appendicite, colecistite acuta, pancreatite, intussuscezione, penetrazione di ulcere gastriche, perforazione intestinale nella colite ulcerosa, ecc A tal fine, dovrebbe consultare un chirurgo gastroenterologo.. tiene ecografia della cavità addominale, una gastroscopia. Per la diagnosi di emorragia gastrointestinale nascosta, la produzione di sangue occulto nelle feci.

Nei casi diagnostici gravi, è indicata una biopsia cutanea. L'esame istologico della biopsia rivela cambiamenti caratteristici: la deposizione di immunoglobuline A e CEC sull'endotelio e nello spessore della parete vascolare di venule, arteriole e capillari; formazione di microtrombosi; l'uscita di elementi del sangue oltre la nave.

Differenziare emorragica vasculite Da porpora trombocitopenica, sindrome emorragica, le malattie infettive (febbre emorragica, influenza), la leucemia, l'artrite reumatoide, malattia di Still, vasculite sistemica, glomerulonefrite acuta.

Trattamento della vasculite emorragica

I pazienti con segni di vasculite emorragica nella fase acuta devono soddisfare il riposo a letto e la dieta ipoallergenica, escludere l'uso di antibiotici e altri farmaci che possono migliorare la sensibilizzazione del corpo.

Il principale farmaco nel trattamento della vasculite emorragica è l'eparina. La terapia con prednisolone è ancora una questione controversa tra i medici. Forse il suo appuntamento in casi gravi di vasculite emorragica. In assenza dell'effetto della terapia con corticosteroidi, i preparati di riserva sono citostatici. Il decorso severo della malattia è anche un'indicazione per eseguire l'emocroce extracorporea (emosorbimento, immunosorbimento, plasmaferesi).

La sindrome articolare espressa di vasculitis hemorrhagic è fermata dall'effettuazione di terapia antiincendiaria (indomethacin, ibuprofen). Molti autori notano l'inefficacia degli antistaminici nel trattamento della vasculite emorragica. Tuttavia, il loro uso può essere giustificato in pazienti con anamnesi allergica (dermatite allergica, pollinosi, rinite allergica, ecc.) O manifestazioni di diatesi catarrale essudativa. Quando la malattia è associata ad allergia alimentare e alla presenza di sindrome addominale, vengono anche prescritti enterosorbenti.

Prognosi di vasculite emorragica

Le forme leggere di vasculite emorragica tendono a curare spontaneamente dopo il primo attacco della malattia. Con la forma fulminea, la morte dei pazienti può verificarsi nei primi giorni dall'inizio della malattia. Il più delle volte, è associato alla sconfitta del sistema nervoso centrale e alla comparsa di emorragia intracerebrale. Un'altra causa di morte può essere una grave sindrome renale, che porta allo sviluppo di uremia.

Siete Interessati Circa Le Vene Varicose

Possibili conseguenze e complicanze della chirurgia per varicocele negli uomini. Cosa non si può fare durante il periodo di recupero?

Struttura

Intervento operativo l'unico modo per liberarsi del varicocele.Per ripristinare il varicocele postoperatorio ha avuto successo, è importante seguire tutte le raccomandazioni del medico curante, condurre uno stile di vita corretto e non trascurare la dieta....

Operazione per rimuovere le emorroidi - tipi di trattamento chirurgico, recensioni

Struttura

Intervento chirurgico per rimuovere le emorroidi - un trattamento radicale per questa malattia sgradevole, che viene utilizzato per le forme croniche di vene varicose del retto e del processo acuto, accompagnato da dolore severo....