flebectomia

Prevenzione

Dall'espansione varicosa, l'umanità ha sofferto per secoli, ma la flebectomia, come forma di intervento chirurgico, è apparsa relativamente di recente - alla fine del 19 ° secolo. La tromboflebite può provocare qualsiasi cosa - vestiti sbagliati, mancanza di fibre nella dieta, fattori ereditari. La metà della popolazione terrestre è soggetta a malattie venose croniche, quindi il problema è molto rilevante.

Metodi moderni di flebectomia

Non seguiremo tutte le fasi dello sviluppo della flebectomia - ci concentreremo solo sulle moderne tecnologie utilizzate dai medici. La diagnosi competente consente di scegliere il miglior metodo di intervento, in alcuni casi è stata assegnata una flebectomia combinata.

Il primo passo è la scansione ad ultrasuoni duplex, accompagnata dalla marcatura dei siti venosi interessati. Se necessario, viene prescritta una flebografia. A seconda delle condizioni del paziente e dell'estensione delle vene, i medici scelgono la procedura operativa.

  1. Spogliarello. Questa delicata operazione consente di salvare la vena, rimuovendo solo l'area danneggiata. Il chirurgo fa una puntura nella pelle, attraverso la quale viene rimosso il tessuto interessato.
  2. Fleleectomia laser. Non sono necessari strumenti chirurgici con questo tipo di intervento - la coagulazione laser avviene all'interno della nave. L'anestesia locale viene eseguita, quindi viene eseguita una puntura e viene introdotta una luce laser guida nella nave. La bruciatura del muro venoso porta successivamente alla sua crescita eccessiva. Il diametro della puntura è minimo, il foro è sigillato con uno speciale intonaco. Il periodo di recupero del paziente è significativamente ridotto.
  3. Obliterazione a radiofrequenza. Questo tipo di intervento consente di incidere con precisione le parti interessate delle vene con cateteri monouso e controllo termico, il dolore è ridotto al minimo, la ricostruzione delle vene viene eseguita da un chirurgo in una volta sola. Anche il periodo di recupero postoperatorio è accelerato.

Indicazioni e controindicazioni

La flebectomia non è sempre prescritta. Se il trattamento conservativo raggiunge l'effetto desiderato, i medici non ricorrere alla chirurgia. È importante ricordare che il tromboembolismo può essere causato da varie malattie (ipertensione, infarto, ictus, diabete mellito). La mancanza di controllo medico può portare a conseguenze disastrose (fino alla cancrena).

La flebectomia è indicata in numerosi casi:

  • sporgenti vene sottocutanee con gonfiore pronunciato;
  • ristagno del sangue negli arti inferiori (posizione eretta);
  • Lesione varicosa, che ha afferrato le gambe fino al ginocchio (a volte più in alto);
  • gonfiore costante e gambe stanche;
  • dolore regolare alle gambe;
  • comparsa di ulcere trofiche;
  • varicothrombophlebitis (sopra il primo tipo);
  • una sensazione di bruciore che lampeggia lungo le linee venose.

Quando l'operazione non vale la pena

Ci sono situazioni in cui un'operazione sulle vene è severamente vietata. L'intervento, eseguito nonostante le controindicazioni, può seriamente complicare la vita di un paziente. Sono noti casi di esiti letali.

La flebectomia è vietata nelle seguenti situazioni:

  • malattia ipertensiva;
  • stadio tardivo delle vene varicose;
  • ischemia del cuore;
  • paziente anziano;
  • gravi malattie infettive;
  • seconda metà della gravidanza;
  • infiammazione erysipelatous;
  • pyoderma;
  • eczema.

È importante ricordare: la flebectomia è preceduta da un effetto terapeutico. Spesso la necessità di un intervento chirurgico si presenta quando il periodo di trattamento farmacologico è stato perso. Non puoi ignorare le campane d'allarme. Sospettare che qualcosa sia sbagliato, andare urgentemente in clinica.

Preparazione per un'operazione chirurgica

Non è necessario trarre tragedia da un'operazione. Moralmente sintonizzati su un risultato di successo e produci una serie di azioni semplici. Ciò contribuirà ad alleviare lo stress e ad alleviare il compito del chirurgo.

Ecco le fasi necessarie per la preparazione:

  • fare la doccia;
  • esame dell'arto operato (cercare brufoli e pustole);
  • epilazione del piede;
  • conversazione con il medico curante (chiedere il tipo di anestesia, informare su tutte le medicine che si prendono);
  • purificazione dell'intestino (se esiste un'anestesia generale);
  • preparazione di scarpe morbide e vestiti larghi;
  • comunicazione con il chirurgo (è necessario segnalare la presenza di un'allergia ai farmaci contenenti iodio e alla novocaina).

È necessario superare un esame ecografico - questo aiuterà a valutare lo stato attuale delle vene. Ci sono due opzioni qui: scansione triplex e duplex. Preparati al fatto che una parte dei farmaci prima dell'operazione sarà bannata. Parla con qualsiasi medico di eventuali anomalie in salute.

Come va

Spesso, la flebectomia comporta la completa rimozione delle vene danneggiate. L'anestesia generale nella maggior parte dei casi non viene applicata - il chirurgo è limitato all'anestesia locale. Il paziente è consapevole di ciò che sta accadendo, ma non prova dolore. Una precauzione standard è quella di fissare il tronco del paziente sul tavolo operatorio. Questo aiuta a prevenire movimenti involontari del paziente, in grado di danneggiarlo.

Non illustreremo tutte le tecniche di flebectomia. Tra i momenti standard notiamo un taglio della pelle (prodotto nelle regioni distale e prossimale dell'arto - dove viene proiettata l'estensione varicosa).

Attraverso le incisioni, il tronco venoso danneggiato viene rimosso. La fase finale dell'operazione è la sutura delle incisioni. Nei casi particolarmente avanzati, è richiesta una flebectomia combinata.

Fasi di intervento chirurgico combinato

Se si tratta di chirurgia d'urgenza, ai medici può essere assegnata una flebectomia combinata. Questa operazione consiste in stripping, crossectomy, microflebectomy e l'intersezione di vene comunicative. Tutte le procedure sopra descritte sono eseguite in stretta sequenza.

Parliamo di loro in modo più dettagliato:

  1. Crossectomia. In questa fase, è necessario interrompere il flusso sanguigno. Per questo, le vene superficiali sono fasciate e soppresse. Ciò si verifica nella piega inguinale femorale, a volte nella regione poplitea.
  2. Spogliarello. La scansione duplex rivela le parti interessate delle vene, dopo di che i tronchi vengono rimossi. Soffrono principalmente grandi vene longitudinali, la parte inferiore della gamba è più spesso non influenzata dal processo patologico. Il fenomeno più comune è il corto stripping (la vena viene espulsa attraverso la puntura nella zona dello stinco e l'incisione inguinale). Esistono diverse tecniche operative, tra cui la sonda Bebokka, la crioscansione, l'inversione e la rimozione del PIN.
  3. Soppressione delle vene comunicative. Se le vene comunicative sono localizzate vicino alla pelle, viene utilizzata la manipolazione a bassa traumatica. Con un letto vascolare profondo, i medici attivano l'attrezzatura endoscopica. Il metodo consente di sbarazzarsi di cicatrici antiestetiche e riduce il periodo di recupero postoperatorio.
  4. Microphlebectomy. Questo tipo di chirurgia combina l'efficacia cosmetica con un'efficienza piuttosto elevata. In anestesia locale vengono praticate punture di pelle, dopo le quali vengono rimosse le aree danneggiate delle navi e i noduli varici. La vena viene rimossa per mezzo di un gancio speciale. I punti non sono sovrapposti, le cicatrici sono praticamente assenti.

Flebectomia tradizionale all'uncinetto.

Periodo di riabilitazione

Per ogni paziente, la riabilitazione dopo flebectomia viene calcolata dal medico individualmente. Il periodo di recupero dipenderà dalle condizioni generali del paziente. Anche le malattie croniche, contro le quali si manifestano le vene varicose, hanno un significato.

Ecco alcuni suggerimenti per ripristinare il corpo:

  1. Puoi girare e piegare le gambe subito dopo l'operazione. Alza il bordo del letto d'ospedale - questo aiuta a migliorare il flusso sanguigno.
  2. In un giorno i medici sono autorizzati a usare maglieria a compressione e bende elastiche. Dopo aver fatto una medicazione, puoi alzarti dal letto.
  3. Il periodo postoperatorio comprende anche il massaggio preventivo e l'allenamento fisico terapeutico. Ciò impedisce la formazione di coaguli di sangue.
  4. Dopo una settimana, non essere zelante con lo sforzo fisico. Evitare aerobica e ginnastica. Non fare il bagno (caldo) e non andare al bagno.
  5. I punti vengono rimossi il nono giorno, prenditi cura di te durante questo periodo di tempo.
  6. Due volte al mese, comprimi.

Complicazioni: cosa può succedere dopo l'intervento

I medici stimano la probabilità delle complicanze postoperatorie come piuttosto bassa, ma è impossibile escludere completamente il pericolo. La flebectomia non è una procedura cosmetica facile, è un intervento chirurgico. La maggior parte dei momenti spiacevoli si osservano nelle prime ore dopo l'operazione.

Elenchiamo le probabili conseguenze della chirurgia:

  • sanguinamento pesante;
  • diminuzione della sensibilità (manifestata in caso di danno ai nervi sottocutanei);
  • suppurazione (formata nella zona dell'ematoma);
  • intorpidimento (toccando le gambe e le caviglie);
  • lividi (conseguenza della chirurgia laser);
  • dolore (luoghi di influenza);
  • trombosi venosa profonda (rara).

Ora la flebectomia è una procedura molto comune, che non devi temere. Puoi farlo in un ospedale normale o in una clinica privata. Per fare questo, è necessario contattare il dipartimento di chirurgia vascolare. Le cliniche di Mosca offrono questo servizio per 15-270 mila rubli (il prezzo dipende dal livello dell'istituto, dalla complessità dell'operazione e dal livello di formazione del chirurgo). A San Pietroburgo, l'intervento di un medico è più economico.

Raccomandazioni per il recupero nel periodo postoperatorio dopo flebectomia

Raccomandazioni per il recupero nel periodo postoperatorio dopo flebectomia

Flebectomia - un'operazione che comporta la rimozione delle vene varicose per normalizzare il flusso sanguigno. Va notato che se il medico consiglia un tale intervento, non dovrebbe essere ritardato, in quanto ciò contribuirà ad evitare tutte le possibili complicanze in futuro. Inoltre, aderire a tutte le raccomandazioni del medico curante è molto importante nel periodo postoperatorio, poiché questo intervento chirurgico è uno dei più difficili a questo riguardo. E le raccomandazioni dopo la flebectomia riguardano assolutamente tutte le sfere della vita umana, dall'alimentazione all'attività fisica.

Raccomandazioni generali

Va notato che le raccomandazioni per ogni singolo paziente possono variare in modo significativo. Dipende da molti fattori, tra cui puoi nominare quanto segue:

  • grado di vene varicose
  • La presenza di malattie concomitanti nel paziente operato
  • salute generale del paziente
  • natura dell'intervento chirurgico
  • volume delle transazioni

Con tutti questi punti in mente, i medici chiedono a ciascun paziente di ascoltare attentamente le raccomandazioni che gli sono state date e di non cercare informazioni in fonti discutibili o di chiedere a coloro che hanno già subito una simile operazione.

Tuttavia, il periodo postoperatorio dopo flebectomia nei primi giorni praticamente non differisce in pazienti diversi e comprende diversi punti principali.

  • Nelle prime ore dopo l'operazione, si raccomanda di non mentire senza movimento e di eseguire gradualmente esercizi fisici. Puoi iniziare con un sollevamento elementare delle gambe leggermente sopra il corpo: questa posizione migliora il flusso sanguigno venoso.
  • Inoltre, il medico ti dirà come girarsi, piegare le gambe ed eseguire altri esercizi molto semplici che promuovono il recupero più veloce.
  • Affinché il recupero e la riabilitazione dopo la flebectomia possano passare più velocemente e in modo più efficiente, il giorno seguente dopo l'operazione, si dovrebbe iniziare a utilizzare biancheria intima speciale a compressione o bendaggi elastici. Per prevenire la trombosi nei primi giorni, viene anche fornito un massaggio terapeutico.

Flebectomia e sport

Una delle cause della malattia è uno stile di vita sedentario. Ma anche l'operazione di maggior successo non garantisce l'assenza di ricadute in futuro a meno che il fattore di rischio non venga escluso. Pertanto, l'attività fisica è necessaria, ma solo entro limiti ragionevoli. Sono esclusi i carichi pesanti sui piedi di questo sport dopo la flebectomia.

Naturalmente, nei primi dieci giorni dopo l'operazione, sono proibiti tutti gli esercizi, inclusa la ginnastica e l'aerobica. Inoltre, durante questo periodo, non è possibile impegnarsi in cyclette e visitare bagni, saune, piscine. La riabilitazione dovrebbe iniziare con la svolta e il sollevamento delle gambe più semplici, aumentando gradualmente il carico. Ma qualsiasi attività fisica in un primo momento deve essere coordinata con il medico. In questo caso, qualsiasi esercizio e ginnastica dopo flebectomia vengono effettuati con la presenza di lino da compressione - nei due mesi successivi all'operazione almeno. Escursionismo, sport acquatici, yoga, dopo - ciclismo - questi sono i tipi di sport che potranno beneficiare solo.

Particolare attenzione agli esercizi fisici dopo l'intervento chirurgico dovrebbe essere data agli anziani. Per loro, questo è l'unico modo per evitare complicazioni, che non sono rari dopo un'operazione per rimuovere le vene. Per non dover prescrivere un trattamento intensivo dopo l'intervento chirurgico finalizzato a prevenire un rallentamento del flusso di sangue, il paziente deve essere consapevole dell'esigenza di uno sforzo fisico. Aiutano anche ad evitare complicazioni come le foche dopo flebectomia, trombosi e simili.

Rimozione della vena e maternità

Qualsiasi intervento chirurgico, anche quello che è considerato elementare e non complicato, lascia inevitabilmente un'impronta sull'intera vita successiva del paziente. Indipendentemente dal successo con il recupero e la riabilitazione dopo la flebectomia, è impossibile dimenticare l'intervento. Se parliamo di pazienti di sesso femminile, sono più spesso preoccupati che la gravidanza sia sicura dopo la flebectomia. Da un lato, questa malattia non è una controindicazione per la gravidanza e il parto, ma al fine di proteggere al meglio il futuro madre, che durante la gravidanza hanno a sperimentare carico maggiore sulle gambe, la gravidanza dovrebbe essere non prima di sarà completato il trattamento dopo flebectomia previsto. Di norma, stiamo parlando di sei mesi, anche se un periodo specifico dipende da molti fattori. Tuttavia, se la gravidanza si è verificata prima e non pianificata, l'operazione trasferita per la rimozione delle vene non è un'occasione per la sua interruzione, ma è necessario un maggiore monitoraggio da parte del medico durante tutti i mesi di gravidanza.

articoli

L'obliterazione laser delle vene è oggi considerata uno dei metodi più efficaci per trattare le vene varicose degli arti inferiori. Ancora n.

Raccomandazioni nel periodo postoperatorio di flebectomia

Poiché oggi circa il 30% della popolazione soffre di vene varicose, una delle operazioni più comuni è la flebectomia: la rimozione chirurgica della zona interessata delle vene.

Sebbene questo tipo di intervento non sia considerato pericoloso, il recupero di successo dipende non solo dall'esperienza e dalla qualifica del chirurgo, ma anche dal fatto che il paziente seguirà il consiglio per un ulteriore recupero.

Qual è l'operazione

La probabilità di insorgenza di complicanze postoperatorie è piuttosto piccola, ma è impossibile escluderle completamente. Quali raccomandazioni nel periodo postoperatorio di flebectomia (venectomia) devono essere rispettate e quanto dura il recupero?

Oggi la flebectomia è anche chiamata vena- tomia, durante il quale il chirurgo usa strumenti speciali per rimuovere le sezioni delle vene affette da vene varicose e ricucire i vasi. Operazioni di questo tipo non sono considerate pericolose, dal momento che il corpo può far fronte e senza le vene sottocutanee, stabilendo nuove vie di deflusso del sangue.

Gli obiettivi principali della flebectomia:

  • estrazione meccanica dei capillari interessati;
  • normalizzazione della circolazione del sangue nelle vene profonde;
  • accelerazione del flusso sanguigno.

La flebectomia è più spesso prescritta per insufficienza venosa cronica o quando il trattamento farmacologico non funziona.

Come viene eseguita l'operazione?

Attualmente, diversi tipi di flebectomia vengono eseguiti in centri medici, il metodo viene selezionato individualmente per ciascun paziente. Secondo le statistiche, il più comune è combinato flebectomia.

Prima dell'operazione, vengono sempre eseguiti ecografia e flebografia, il rilevamento delle aree interessate con l'introduzione di un mezzo di contrasto. Dopo che le vene da rimuovere sono etichettate, il paziente viene anestetizzato e procede all'operazione stessa, che consiste nei seguenti passaggi:

  1. Crossectomia. Il chirurgo esegue una piccola incisione nella zona inguinale, all'interno della quale si trova la bocca della grande vena safena. Il dottore bendaggi ordinatamente gli affluenti con la bocca e attraversa la nave stessa. A causa di questo effetto, è possibile ottenere la legatura di tutti i dotti.
  2. Spogliarello. Rimozione della zona interessata della vena con un dispositivo speciale. Nei casi trascurati, il paziente viene immediatamente rimosso dall'intera gamba dalla gamba all'inguine.
  3. Miniflebektomiya. Realizzazione di piccole incisioni per rimuovere sezioni di vene sottoposte a cambiamenti. Dopo aver rimosso il tessuto interessato, il chirurgo esegue una medicazione per le vene perforanti.

Ogni stadio di una venerectomia richiede da 40 a 60 minuti, la durata media di un tale intervento è di circa 3 ore.

Periodo postoperatorio

La riabilitazione dopo l'intervento di flebectomia richiede in genere non più di 2 settimane e passa senza complicazioni. Per ottenere un risultato così favorevole, l'intervento chirurgico deve essere eseguito solo da uno specialista qualificato con esperienza e il paziente deve seguire scrupolosamente tutte le raccomandazioni mediche.

Principali complicanze dopo la rimozione delle vene

Uno degli effetti più comuni è la formazione di ematomi e sanguinamento dalle incisioni. I flebologi assicurano che una tale reazione è la norma, e non vale la pena di aver paura.

Nel periodo postoperatorio dopo flebectologia, possono verificarsi anche le seguenti complicanze:

  • sviluppo di tromboflebiti;
  • fistole e suppurazione dei tessuti molli;
  • drenaggio linfatico prolungato;
  • formazione di coaguli di sangue patogeni nelle vene profonde;
  • una violazione della sensibilità dovuta alla sconfitta dei nervi della pelle;
  • tromboembolismo dell'aorta polmonare.

Il compito di ogni medico è di prevenire lo sviluppo di tali complicazioni, in quanto aggraveranno la condizione, e il paziente si sentirà ancora peggio di prima dell'intervento.

Importante! Se le raccomandazioni non vengono seguite, le complicazioni possono essere estremamente gravi e persino provocare la morte del paziente.

Cosa succede subito dopo l'operazione, quanto giacere in ospedale

Il primo giorno di riabilitazione, molti pazienti si lamentano che la gamba fa male dopo flebectomia. L'insorgenza di disagio e sensazioni dolorose è una reazione naturale.

Per ridurre al minimo la loro probabilità, i primi 2 giorni sono consigliati per aderire al riposo a letto. Puoi provare a muoverti con le gambe non prima di 4 ore dopo l'operazione. Quando il paziente può alzarsi in piedi, il medico curante decide, in base alle condizioni generali e alla velocità di recupero.

Se il recupero è senza complicazioni, il paziente viene dimesso dalla clinica già da 3 giorni. Per i prossimi 2 mesi, è necessario indossare un'abbigliamento giornaliero speciale per la compressione e prendere il venotonick, che rafforzerà le pareti delle vene. Inoltre, ad alcuni pazienti vengono prescritti farmaci che promuovono il diradamento del sangue e riducono la probabilità di coaguli di sangue.

Dopo 7-10 giorni dopo flebectomia, è prevista una visita alla terapia fisica (ginnastica terapeutica). Esercizi protesici aiuteranno anche ad accelerare il processo di guarigione dei tessuti e rafforzare i capillari. Per ottenere il risultato ottimale, è raccomandata una terapia fisica abbinata a lunghe passeggiate.

Importante! Il periodo di riabilitazione dopo l'intervento chirurgico per varicose degli arti inferiori richiede in genere non più di 2 mesi. Durante questo periodo, completo restauro dei tessuti.

Cosa non si può fare dopo la dimissione

Per prevenire lo sviluppo di complicanze dopo l'intervento chirurgico, i pazienti devono attenersi rigorosamente a determinate regole:

  1. È severamente vietato bagnare l'arto (specialmente durante le prime due settimane) che ha subito un intervento chirurgico.
  2. Se ci sono piccole croste sulla superficie delle incisioni, non possono essere toccate con le mani e cercare di interrompere. Tali azioni possono interrompere la guarigione dei tessuti e provocare infezioni. Inoltre, non è possibile escludere la possibilità di divergenze.
  3. Nei primi 10 giorni è vietato esporre l'arto allo sforzo fisico. Il paziente deve prendere il minimo di ospedale per 7 giorni e cercare di non uscire per strada senza averne bisogno.
  4. Nel periodo di recupero dopo flebectomia, tutte le articolazioni devono essere trattate con cura. Se non si avvolge l'arto con speciali bende igieniche, la probabilità di infezione aumenta più volte.

Trattamento di supporto a casa

Se la gamba fa male dopo l'intervento chirurgico, aiutare con una tale situazione può utilizzare la biancheria da compressione. Le calze a compressione sono realizzate con speciali materiali elastici che non solo fissano il piede, ma danno anche un effetto massaggio. Di conseguenza, il sangue negli arti inizia a circolare più velocemente, il che contribuisce anche a una ripresa più rapida.

I flebologi avvertono sempre i pazienti che dovranno usare la compressione tutto il giorno, l'unico modo per superare completamente l'insufficienza venosa. Con una predisposizione genetica, è possibile indossare la biancheria intima a compressione anche dopo la riabilitazione, poiché tali misure rappresentano un'eccellente prevenzione delle vene varicose.

Per evitare complicazioni, il paziente deve prestare particolare attenzione alle cuciture. È importante ricordare che la formazione di cicatrici può richiedere diversi mesi e durante questo periodo È necessario aderire a tali raccomandazioni:

  • è vietato fare un bagno caldo. Il massimo consentito è solo una doccia calda (non superiore a 40 gradi). Devi lavarti con acqua naturale, senza aggiungere gel;
  • I punti non possono essere strofinati con salviette e spugne, in quanto la superficie può contribuire a rompere l'integrità della crosta protettiva;
  • Il trattamento delle cuciture con vari unguenti e gel curativi è vietato senza previo accordo con il medico;
  • durante il periodo di recupero è necessario seguire una dieta speciale. Le basi della dieta dovrebbero essere i prodotti che favoriscono la liquefazione del sangue e rafforzano le pareti dei vasi sanguigni. È severamente vietato mangiare piatti fritti e affumicati, nonché cibi con un alto contenuto di grassi.

Il paziente deve guardare per lo sforzo fisico, è possibile tornare alla normale attività fisica non prima di 1,5 mesi dopo.

conclusione

La flebectomia è il metodo più efficace per combattere le vene varicose. Se trovi una buona clinica e un medico esperto, e dopo l'intervento chirurgico per aderire a tutte le raccomandazioni, allora nessuna complicanza dopo la procedura non si presenterà.

Periodo di raccomandazione postoperatorio di flebectomia

Raccomandazioni per il recupero nel periodo postoperatorio dopo flebectomia

Raccomandazioni per il recupero nel periodo postoperatorio dopo flebectomia

Flebectomia - un'operazione che comporta la rimozione delle vene varicose per normalizzare il flusso sanguigno. Va notato che se il medico consiglia un tale intervento, non dovrebbe essere ritardato, in quanto ciò contribuirà ad evitare tutte le possibili complicanze in futuro. Inoltre, aderire a tutte le raccomandazioni del medico curante è molto importante nel periodo postoperatorio, poiché questo intervento chirurgico è uno dei più difficili a questo riguardo. E le raccomandazioni dopo la flebectomia riguardano assolutamente tutte le sfere della vita umana, dall'alimentazione all'attività fisica.

Raccomandazioni generali

Va notato che le raccomandazioni per ogni singolo paziente possono variare in modo significativo. Dipende da molti fattori, tra cui puoi nominare quanto segue:

  • grado di vene varicose
  • La presenza di malattie concomitanti nel paziente operato
  • salute generale del paziente
  • natura dell'intervento chirurgico
  • volume delle transazioni

Con tutti questi punti in mente, i medici chiedono a ciascun paziente di ascoltare attentamente le raccomandazioni che gli sono state date e di non cercare informazioni in fonti discutibili o di chiedere a coloro che hanno già subito una simile operazione.

Tuttavia, il periodo postoperatorio dopo flebectomia nei primi giorni praticamente non differisce in pazienti diversi e comprende diversi punti principali.

  • Nelle prime ore dopo l'operazione, si raccomanda di non mentire senza movimento e di eseguire gradualmente esercizi fisici. Puoi iniziare con un sollevamento elementare delle gambe leggermente sopra il corpo: questa posizione migliora il flusso sanguigno venoso.
  • Inoltre, il medico ti dirà come girarsi, piegare le gambe ed eseguire altri esercizi molto semplici che promuovono il recupero più veloce.
  • Affinché il recupero e la riabilitazione dopo la flebectomia possano passare più velocemente e in modo più efficiente, il giorno seguente dopo l'operazione, si dovrebbe iniziare a utilizzare biancheria intima speciale a compressione o bendaggi elastici. Per prevenire la trombosi nei primi giorni, viene anche fornito un massaggio terapeutico.

Flebectomia e sport

Una delle cause della malattia è uno stile di vita sedentario. Ma anche l'operazione di maggior successo non garantisce l'assenza di ricadute in futuro a meno che il fattore di rischio non venga escluso. Pertanto, l'attività fisica è necessaria, ma solo entro limiti ragionevoli. Sono esclusi i carichi pesanti sui piedi di questo sport dopo la flebectomia.

Naturalmente, nei primi dieci giorni dopo l'operazione, sono proibiti tutti gli esercizi, inclusa la ginnastica e l'aerobica. Inoltre, durante questo periodo, non è possibile impegnarsi in cyclette e visitare bagni, saune, piscine. La riabilitazione dovrebbe iniziare con la svolta e il sollevamento delle gambe più semplici, aumentando gradualmente il carico. Ma qualsiasi attività fisica in un primo momento deve essere coordinata con il medico. In questo caso, qualsiasi esercizio e ginnastica dopo flebectomia vengono effettuati con la presenza di lino da compressione - nei due mesi successivi all'operazione almeno. Escursionismo, sport acquatici, yoga, dopo - ciclismo - questi sono i tipi di sport che potranno beneficiare solo.

Particolare attenzione agli esercizi fisici dopo l'intervento chirurgico dovrebbe essere data agli anziani. Per loro, questo è l'unico modo per evitare complicazioni, che non sono rari dopo un'operazione per rimuovere le vene. Per non dover prescrivere un trattamento intensivo dopo l'intervento chirurgico finalizzato a prevenire un rallentamento del flusso di sangue, il paziente deve essere consapevole dell'esigenza di uno sforzo fisico. Aiutano anche ad evitare complicazioni come le foche dopo flebectomia, trombosi e simili.

Rimozione della vena e maternità

Qualsiasi intervento chirurgico, anche quello che è considerato elementare e non complicato, lascia inevitabilmente un'impronta sull'intera vita successiva del paziente. Indipendentemente dal successo con il recupero e la riabilitazione dopo la flebectomia, è impossibile dimenticare l'intervento. Se parliamo di pazienti di sesso femminile, sono più spesso preoccupati che la gravidanza sia sicura dopo la flebectomia. Da un lato, questa malattia non è una controindicazione per la gravidanza e il parto, ma al fine di proteggere al meglio il futuro madre, che durante la gravidanza hanno a sperimentare carico maggiore sulle gambe, la gravidanza dovrebbe essere non prima di sarà completato il trattamento dopo flebectomia previsto. Di norma, stiamo parlando di sei mesi, anche se un periodo specifico dipende da molti fattori. Tuttavia, se la gravidanza si è verificata prima e non pianificata, l'operazione trasferita per la rimozione delle vene non è un'occasione per la sua interruzione, ma è necessario un maggiore monitoraggio da parte del medico durante tutti i mesi di gravidanza.

L'obliterazione laser delle vene è oggi considerata uno dei metodi più efficaci per trattare le vene varicose degli arti inferiori. Ancora n.

Raccomandazioni dopo l'intervento di flebectomia

I medici sono ONEMELY! Questo è ciò che temeva la varica. ATTENZIONE! 5 giorni - niente vene varicose! 100% provato!

Il rischio di trombosi venosa profonda e tromboembolia delle arterie polmonari è la complicazione più pericolosa che si verifica durante il trattamento delle malattie venose. Secondo i paesi stranieri, il tromboembolismo delle arterie polmonari è una delle principali cause di morte dei pazienti.

La flebectomia è l'operazione chirurgica più comune sulle vene. È generalmente accettato che dopo aver indossato la chirurgia, indossare calze a compressione protegge dal rischio di complicanze (trombosi, PE). In realtà, questo non è sufficiente, perché i pazienti sottoposti a flebectomia sono molto a rischio di complicanze tromboemboliche venose. La causa delle complicanze è una sottostima del rischio di conseguenze e il mancato rispetto delle raccomandazioni dopo la flebectomia!

La ragione principale per il verificarsi di complicanze può essere identificata dal fatto che l'operazione di flebectomia è minimamente invasiva. I pazienti vengono dimessi dall'ospedale il quinto giorno dopo l'operazione.

Nelle cliniche moderne la miniflebectomia viene eseguita senza ricovero ospedaliero. Il paziente torna a casa con i suoi stessi piedi lo stesso giorno. Dopodiché la gente dimentica le principali raccomandazioni, credendo di aver eliminato il problema. Dopo alcuni giorni, smettono di indossare maglieria a compressione e non osservano affatto i metodi di prevenzione. Nel frattempo, le vene varicose si sono diffuse ad altre vene dell'arto inferiore. Pertanto, è molto importante che il medico valuti le condizioni del paziente. Lo specialista deve valutare e analizzare i possibili livelli di rischio delle complicanze venose.

I principali fattori di rischio per complicanze dopo flebectomia sono:

  1. Vene varicose sulle gambe. Il paziente deve capire che la flebectomia eseguita non lo ha guarito completamente dalle vene varicose. È necessario monitorare costantemente le vene e consultare un medico dopo l'insorgenza di sintomi di disturbo della progressione delle vene varicose.
  2. Fattori ereditari Questo include vari trombofilia congenita (mutazione di Leiden, iperomocisteinemia ereditaria, difetti genetici di antitrombina).
  3. Peso. Il controllo del peso è obbligatorio. L'obesità è uno dei principali fattori di rischio per le complicanze.
  4. Età. I pazienti di età superiore a 40 anni sono molto più a rischio di trombosi e tromboembolia.
  5. Lunga permanenza in posizione sdraiata. Per motivi: infortunio, malattia, rigoroso riposo a letto, immobilità prolungata - sono a rischio di complicazioni.
  6. Ricezione di contraccettivi.
  7. Trombosi ricorrente

In alcuni casi, i pazienti dopo un'operazione di flebectomia lamentano dolore agli arti inferiori. Dopo la diagnosi, viene rilevato un gonfiore moderato della gamba. Tali sintomi sono tipici dei traumi chirurgici. Dopo aver indossato il bendaggio compressivo, il gonfiore si attenua e passa doloroso disagio.

Metodi di prevenzione

Le raccomandazioni dopo la flebectomia dovrebbero essere mirate a predisporre i possibili rischi. Ogni paziente, conoscendo le peculiarità del suo organismo, dovrebbe ridurre al minimo carichi pesanti e fattori provocatori sfavorevoli.

  • Attività. Non sono raccomandate lunghe distanze in posizione orizzontale. Il sangue deve circolare e il paziente deve continuare attivamente a vivere una vita piena.
    Immediatamente dopo l'operazione, è necessario iniziare lentamente a piegare l'arto, cambiare la posizione.
  • Indossare prodotti di compressione. Compressione obbligatoria dopo l'intervento chirurgico Dopo flebectomia indossare maglieria a compressione per almeno 14 giorni. Le classi di compressione sono controllate dal medico curante.
  • Ricezione di anticoagulanti (eparine) e uso di droghe locali (unguenti, compresse, compresse). Lo schema per l'assunzione di farmaci è prescritto dal medico curante individualmente per ciascun paziente.
  • Allenamento fisico dopo la riabilitazione. Esercizi ginnici quotidiani per migliorare il deflusso del sangue - la chiave per una protezione efficace contro la stasi del sangue nelle vene. Si raccomanda di nuotare in piscina, camminare, andare in bicicletta.

Entro due settimane dall'operazione, sono vietati:

  • Forte carico sulle gambe;
  • Visita di bagni e saune;
  • Bevande alcoliche

Raccomandazioni per il recupero dopo flebectomia

Le prime ore dopo l'intervento

La flebectomia è un metodo di intervento chirurgico, in cui il paziente viene rimosso chirurgicamente vene varicose dilatate. L'operazione viene eseguita in condizioni stazionarie. Il paziente subisce un anestetico del tipo spinale durante questa procedura. Il tempo di esposizione può variare da 2 a 3 ore. Pertanto, dopo la fine dell'operazione, il paziente viene lasciato nel reparto ospedaliero sotto la supervisione dell'infermiere di turno.

In questo momento, la maggior parte dei pazienti non ha quasi nessuna sensibilità negli arti inferiori e la capacità motoria delle gambe è estremamente limitata.

Dopo che l'azione dell'anestesia spinale è passata, nessuno limita la persona a fare movimenti, al contrario, i medici danno al paziente raccomandazioni su come recuperare dopo la sensazione attiva nelle gambe, ma somministrati per le prime 24 ore.

VI RACCOMANDIAMO!

Un modo semplice per sbarazzarsi di Gonfiore delle gambe e crampi! Il risultato non ti farà aspettare! I nostri lettori hanno confermato che usano con successo questo metodo. Dopo aver studiato attentamente, abbiamo deciso di condividerlo con te.

Soggiorno postoperatorio in ospedale

I medici prescrivono dopo l'operazione al paziente farmaci che sono progettati per eliminare possibili sensazioni dolorose. Per questo, 1-2 giorni vengono utilizzati farmaci dal gruppo di flebotonidi (per esempio "Flebodia 600") e disaggregati (più spesso viene usato "Aspirina" - è necessario per diluire il sangue in modo che non si formino coaguli di sangue).

Se vengono iniziate complicazioni causate dall'infezione della gamba operata, al paziente può essere prescritto un trattamento antibatterico. Insieme a questo, viene sottoposto a terapia compressiva 24 ore su 24.

A una persona può essere prescritta una dieta che può essere limitata dalla presenza di disturbi accompagnatori nel paziente.

Mentre il paziente è sotto la supervisione di dottori nel reparto ospedaliero, esegue le medicazioni, che di solito vengono effettuate nei giorni 1, 3 e 6. Le suture vengono rimosse il giorno 7 se sono fatte nell'area inguinale. Se il paziente ha un'articolazione del ginocchio, il ritiro dei fili avviene 10 o 12 giorni dopo l'intervento. Il più delle volte, il paziente è nel reparto ospedaliero (il cosiddetto periodo di ospedalizzazione) per non più di 5-7 giorni.

Esiste un rimedio efficace per il gonfiore delle gambe e dei crampi! Segui il link e scopri come Xenia Strizhenko ha curato la varicosi...

Tutto questo è un periodo di tempo in cui viene fatto tutto il giorno con l'aiuto di bende elastiche o biancheria intima a compressione speciale, che viene selezionata per il paziente prima dell'intervento chirurgico. Dopo 10-12 giorni dall'intervento, i bendaggi elastici o la biancheria da compressione ospedaliera vengono sostituiti con collant a compressione o golf della classe che i medici raccomandano di indossare al paziente.

Raccomandazioni nel periodo postoperatorio di flebectomia

Le vene varicose sono una malattia comune caratterizzata da infiammazione delle vene, comparsa di nodi, gonfiore. Il trattamento della malattia deve essere affrontato nella manifestazione dei primi sintomi. Ci sono molti metodi di terapia. Uno di questi è flebectomia.

Molte persone hanno una domanda su quali sono le raccomandazioni nel periodo postoperatorio di flebectomia (venectomia).

Cos'è la flebectomia?

La flebectomia è intervento chirurgico, che comporta l'eliminazione delle vene al fine di stabilire la circolazione sanguigna. Durante tutte le azioni, vengono rimosse quelle vene sottocutanee in cui il flusso sanguigno comprende meno del 10% del volume totale.

Tale operazione è indicata se il paziente ha:

  • vene varicose;
  • varicose appesantite accompagnata da gonfiore e stanchezza;
  • esacerbazione della dilatazione varicosa;
  • violazione di deflusso di sangue;
  • piaghe trofiche;
  • tromboflebite.

Questo tipo di intervento è raccomandato da uno specialista nel caso in cui la terapia farmacologica non abbia avuto successo. Questo tipo di intervento non è pericoloso. Grazie alle ultime tecnologie, il danno al corpo è minimo. All'indicazione di tale operazione non è necessario ritardare. Questo può peggiorare le condizioni del paziente.

Come viene eseguita l'operazione?

Prima dell'operazione, è necessario passare attraverso tutte le fasi della preparazione. Tutte le fasi importanti sono le seguenti:

  • fare un bagno;
  • esame della gamba operata e luogo di ferimento;
  • eliminazione dei capelli dall'arto;
  • conversazione con uno specialista sullo stato di avanzamento dell'operazione;
  • pulizia dell'intestino in caso di selezione dell'anestesia generale;
  • preparazione di vestiti larghi adatti e scarpe comode abbastanza morbide;
  • comunicazione con un chirurgo, è necessario dire sulla presenza di eventuali reazioni allergiche ai farmaci.

Prima dell'operazione, il paziente deve sottoporsi a una diagnosi completa, in base ai risultati dei quali viene emesso un verdetto. L'esame è condotto da un flebologo, che più spesso nomina ultrasuoni di vene e capillari.

Importante! Se hai almeno un sintomo, dovresti consultare un medico per consigli. Quanto prima viene eseguita l'operazione, si possono verificare meno complicazioni.

Al momento dell'intervento, il paziente è attaccato al tavolo operatorio. Questa è una misura precauzionale molto importante. Qualsiasi movimento involontario del paziente è pericoloso. Il tecnico dell'operazione è diverso.

Una piccola incisione viene eseguita nella parte superiore e inferiore della gamba nella posizione delle vene. Il tronco venoso è fisso, attorcigliato ed eliminato attraverso incisioni perfette. Dopo questo vengono suturati. La durata di tutte le azioni non è superiore a due ore.

Periodo postoperatorio

Con l'operazione corretta, il recupero dopo flebectomia è molto regolare. Con alcune violazioni, ci possono essere esacerbazioni.

Principali complicanze dopo la rimozione delle vene sulle gambe

Tra le riacutizzazioni dopo l'intervento sono ematomi e sanguinamento dalla ferita. Questo è considerato una norma assoluta, poiché tali conseguenze si verificano dopo qualsiasi intervento chirurgico.

Dopo tutte le azioni, possono apparire complicazioni più gravi. Includono:

Tutte queste complicazioni sono pericolose per la vita del paziente. Pertanto, la loro prevenzione deve ricevere molta attenzione.

Nel periodo postoperatorio dopo flebectomia, è importante indossare una compressione elastica e prendere tutti i farmaci prescritti, che è la prevenzione della trombosi e della tromboflebite. In caso di inosservanza delle raccomandazioni, le conseguenze possono essere molto gravi.

Cosa succede subito dopo l'intervento?

Il paziente può lamentare un dolore alle gambe dopo flebectomia. Il primo giorno, ai pazienti viene mostrato un riposo a letto rigoroso. È consentito solo eseguire azioni con i piedi un paio d'ore dopo l'intervento. Camminare nel reparto è possibile solo dopo aver ricevuto il permesso del medico curante.

Dall'ospedale, di solito è prescritto per il secondo ogni terzo giorno. Dipende dalle condizioni del paziente. Circa due mesi, è necessario indossare biancheria intima a compressione. Dovresti assumere tutti i farmaci anti-vena prescritti da uno specialista. Non saltare la medicazione. Come misura preventiva, possono essere prescritti farmaci che aiutano a ridurre la trombosi e la viscosità del sangue.

Nelle prime fasi dopo l'intervento chirurgico, viene prescritto un esercizio fisico riparativo. A partire da un po 'di tempo, al paziente vengono mostrate lunghe passeggiate.

Cosa non puoi fare dopo che sei stato dimesso?

Quando la riabilitazione è arrivata dopo l'operazione di pazienti con flebectomia categoricamente è vietato bagnare quell'arto che è stato soggetto a interferenze. Anche le ferite più piccole devono essere ritardate e guarite.

È vietato strappare le croste dalle ferite. Per questo motivo, è possibile interrompere l'intero processo di guarigione. La zona della cucitura deve essere trattata con agenti antimicrobici.

È vietato dare carichi fisici agli arti. All'inizio, devi camminare il meno possibile. Nel periodo di andare a indossare biancheria intima di compressione. Gli specialisti sono invitati a partire per un congedo per malattia e non lavorare per una settimana.

Durante il periodo di recupero, tutte le ferite e le cuciture richiedono un'elaborazione molto attenta. Non esporsi al rischio di infezione attraverso queste ferite. A questo scopo, devono essere applicate speciali bende igieniche.

Impara da questo articolo come viene eseguita un'operazione per rimuovere le vene sulle gambe.

Trattamento di supporto a casa

Dopo l'operazione, per evitare la ripetizione della malattia, è molto importante usare la tela di compressione. Devi indossare la compressione tutto il giorno. Dopo un mese è possibile indossare solo il giorno. Questo è estremamente necessario per eliminare l'insufficienza venosa.

Per la prevenzione della malattia gli specialisti consigliano di continuare a indossare tali vestiti. Le calze a compressione aiutano a far fronte a possibili gonfiori e dolori alle gambe.

Al fine di evitare le conseguenze indesiderabili dell'essere a casa, occorre prestare molta attenzione alle cuciture. La formazione di cicatrici può verificarsi per diversi mesi. Per questo motivo, è importante seguire alcune regole per prendersi cura di loro:

  • È vietato strofinare le cuciture con un asciugamano e usare prodotti detergenti personali aggressivi;
  • categoricamente è vietato lavare con acqua calda, fare il bagno o la sauna, si consiglia di lavare con acqua tiepida;
  • è impossibile rompere il processo di guarigione della ferita.

Poiché l'attività fisica è vietata, nel primo mese devi riposare il più possibile. Dopo questo periodo di tempo, puoi tornare alla tua solita attività fisica.

Durante il periodo di recupero, il paziente deve seguire la dieta raccomandata. Nella dieta dovrebbero includere quegli alimenti che promuovono la dissoluzione del sangue e rafforzare la parete vascolare. È importante ridurre il consumo di grassi. È necessario aumentare il numero di alimenti contenenti vitamine.

conclusione

Da tutto ciò che è stato detto, possiamo riassumere che la flebectomia è un metodo molto efficace per trattare le vene varicose. Se segui tutte le raccomandazioni di un medico, osserva l'igiene e aderisci alle misure preventive, quindi non ci saranno complicazioni.

flebectomia

La rimozione delle vene superficiali degli arti inferiori o flebectomia è un'operazione che viene eseguita in caso di gravi vene varicose. Se nelle prime fasi si può ancora guarire con metodi di compressione e conservativi, allora quando si passa allo stadio avanzato dello sviluppo, è già impossibile interrompere la progressione della patologia con i preparati medicinali.

Anche se l'intervento chirurgico sui vasi sanguigni è un compito molto difficile, a volte solo la terapia radicale può salvare il paziente non solo la salute, ma anche la vita.

Metodi di flebectomia

Questa operazione ha diverse varietà. Per ciascun paziente il tipo di tale procedura è selezionato in modo strettamente individuale. Di seguito sono elencati tutti i tipi di flebectomia.

  • Operazione classica (flebectomia combinata) - una sorta di trattamento chirurgico delle vene varicose, consistente nella rimozione delle vene alterate attraverso piccoli tagli della pelle. L'intervento comprende una combinazione di diverse tecniche e viene eseguito con strumenti che consentono di rimuovere dalla pelle di vasi colpiti di grande e piccolo calibro: sonda-phlebextractor, morsetti, ganci. Questo tipo di eliminazione delle vene varicose è il più comune. Viene utilizzato in tutti i casi in cui altri metodi sono inefficaci. Il metodo è finalizzato al ripristino del normale flusso sanguigno nelle vene degli arti inferiori. Questo elimina completamente il rischio di sviluppare processi patologici irreversibili in futuro.
  • Fleleectomia laser- un metodo innovativo per trattare le vene varicose, guadagnando popolarità negli ultimi anni. La sua essenza sta nella "combustione" delle vene varicose con raggi laser. Questo trattamento unico senza dolore, senza cicatrici e lividi.
  • Ablazione con radiofrequenza delle vene- il metodo più moderno. Con l'aiuto delle onde radio, la vena interessata si riscalda, cade e poi si risolve.
  • echosclerotherapy- il riempimento delle navi alterate con una sostanza sclerosante, che distrugge le pareti e le fa incollare insieme. Quindi, la vena viene svuotata e diventa tessuto cicatriziale. Maggiori informazioni sull'ecoscleroterapia →

Indicazioni e controindicazioni per flebectomia

Rimozione di vene varicose - la procedura è seria e tutt'altro che innocua, quindi è effettuata esclusivamente in presenza di alcune indicazioni:

  • infiammazione di vasi venosi malati;
  • l'aspetto di "coni" sugli arti inferiori;
  • grandi aree colpite di vene;
  • trombosi venosa;
  • affaticamento costante e dolore alle gambe;
  • gonfiore della parte inferiore della gamba e altre parti dell'arto interessato;
  • la formazione di ulcere trofiche che causano forti dolori e disagi;
  • bruciando, sentito per tutta la lunghezza delle navi.

Controindicazioni per flebectomia combinata sono:

  • IHD (cardiopatia ischemica) nella fase acuta;
  • aumento persistente della pressione sanguigna;
  • oncologia;
  • presenza di malattie infettive attuali di qualsiasi natura;
  • erisipela o eruzioni cutanee eczematose agli arti;
  • eruzione patologica di natura diversa.

La flebectomia è severamente vietata durante la gravidanza ed è relativamente controindicata nei pazienti anziani. La procedura può avere conseguenze pericolose anche per le persone con diabete mellito, un precedente ictus o infarto del miocardio.

Determina se hai controindicazioni per flebectomia, può solo un flebologo.

Preparazione di

Prima di eseguire la flebectomia della grande safena (BPV), è necessario sottoporsi a un esame complesso del corpo:

  • condurre un elettrocardiogramma;
  • fare un'analisi clinica generale di sangue e urina;
  • donare sangue per coagulazione, biochimica, sifilide, HIV ed epatite.
  • passare la scansione ad ultrasuoni delle vene varicose.

È anche necessario radere i capelli sull'arto malato.

Se viene somministrata un'anestesia generale al paziente, l'operazione deve essere eseguita a stomaco vuoto o immediatamente prima di essa, deve essere eseguita la lavanda gastrica.

Spesso la preparazione prima della flebectomia classica dura 1-2 giorni.

Tecnica dell'operazione

Tutti i metodi di flebectomia sono necessariamente eseguiti sotto anestesia, che impedisce lo sviluppo della sindrome del dolore. A seconda della situazione e della procedura per l'intervento, l'anestesia può essere locale o generale.

Quanto tempo impiegherà la procedura per rimuovere la vena varicosa, dipende da diversi fattori:

  • metodo di intervento chirurgico;
  • caratteristiche individuali dell'organismo;
  • l'area della lesione venosa.

In media, la rimozione delle vene superficiali degli arti inferiori dura 1-2 ore. Il tempo può essere esteso in caso di circostanze impreviste durante l'operazione.

La flebectomia combinata è un metodo radicale di rimozione chirurgica delle vene varicose, con l'aiuto di cui è possibile rimuovere tutte le vene e quelle che contengono le foche. Per evitare lo sviluppo della sindrome del dolore, al paziente viene data anestesia generale o anestesia spinale.

L'avanzamento dell'operazione consiste dei seguenti 4 passaggi.

Fase 1 - cross -ectomia

Al primo stadio, vengono praticate incisioni sulla pelle della coscia, una grande vena safena viene allettata e fasciata sul sito di una anastomosi con una vena profonda.

Fase 2: spogliatura

Questo stadio consiste nella rimozione del tronco della vena danneggiata.

Per estrarre la nave verso l'esterno, viene utilizzata una sonda speciale.

Questo stadio di flebectomia è diviso in 4 tipi:

  • Il primo tipo di stripping utilizza la sonda Bebkock. È uno strumento con un fascio di metallo, su un lato del quale è una maniglia, sull'altro - una testa con un tagliente. Durante l'operazione, un'altra incisione viene eseguita nella regione della gamba o sul lato interno della caviglia. Dopo l'introduzione della sonda con l'aiuto della testa, il medico aggiusta la vena malata e, scorrendo la maniglia, la rimuove gradualmente dall'esterno. Questo tipo di spogliarello è traumatico e doloroso.
  • Il metodo di rimozione delle inversioni, la cui essenza è identica alla precedente. Tuttavia, la sonda non è dotata di un tagliente in questo caso. La tensione è l'essenza di questa procedura.
  • PIN-stripping. Durante questa procedura, viene eseguita un'ulteriore puntura attraverso la quale viene inserito uno speciale filo chirurgico collegato alla sonda. Il filo è legato sulla vena. Quindi, gli sforzi del chirurgo vengono trasferiti sulla nave venosa, viene girato e rimosso.
  • Cryreapping è una procedura costosa ma molto efficace. In questo caso, una criosonda viene inserita attraverso l'incisione, che, sotto l'influenza delle basse temperature, si congela nella vena. A causa di ciò, la nave malata viene accuratamente rimossa e quindi estratta verso l'esterno.

Se, durante la flebectomia, è stata praticata un'incisione al paziente, quindi dopo la rimozione della vena malata, vengono applicate suture cosmetiche a queste parti dell'arto, che vengono rimosse dall'8 ° -9 ° giorno dopo l'operazione.

Se il paziente viene fatto una piccola puntura, la cucitura non viene sovrapposta: tali fori guariscono indipendentemente.

Fase 3 - soppressione delle vene comunicative

In questa fase, le navi che collegano la vena superficiale rimossa con vasi venosi profondi sono fasciate.

Fase 4 - miniblectomy

La manipolazione ha non solo un effetto terapeutico ma anche un effetto cosmetico. Dopo tale operazione, la cicatrice non rimane quasi mai, perché viene eseguita con l'aiuto di un gancio speciale.

Attraverso una piccola puntura, la vena malata viene estratta verso l'esterno, che viene poi delicatamente asportata. In alcuni casi, questa fase può rappresentare un'operazione indipendente. La riabilitazione dopo flebectomia di questo tipo non dura a lungo. Maggiori informazioni su mini-flebectomia →

In questa fase il chirurgo-flebologo deve eseguire con particolare attenzione, in modo che le navi interessate, che sono soggette a rimozione obbligatoria, rimangano intatte durante l'operazione.

Fleleectomia laser

La flebectomia laser è un nuovo metodo di trattamento delle vene varicose. Dopo la manipolazione, il paziente non ha punti, cicatrici e cicatrici.

L'essenza della procedura è che sotto l'influenza di un potente raggio laser, la vena danneggiata "si attacca" ed è quindi esclusa dal flusso sanguigno totale. La manipolazione viene eseguita su base ambulatoriale e non dura più di 40 minuti.

La flebectomia laser è un trattamento moderno ed efficace per le vene varicose. Con il suo aiuto vengono trattate solo vene varicose di vene sottocutanee grandi e piccole. I loro piccoli affluenti sono rimossi dal metodo della miniblebectomy. Tali interventi combinati devono essere eseguiti più spesso, poiché combinano un buon effetto cosmetico con una rimozione radicale di tutte le vene varicose. Maggiori informazioni sulla flebectomia laser →

L'obliterazione a radiofrequenza si riferisce a quella categoria di flebectomia, che praticamente non causa dolore, contribuendo nel contempo a una ricostruzione completa delle vene sulle gambe. Cioè, dopo una sessione di tale procedura il paziente può dimenticare le vene varicose.

Quando si esegue la manipolazione, vengono utilizzati cateteri speciali che, attraverso punture, vengono introdotti nella cavità della vena interessata ed eseguono la funzione dei conduttori. Attraverso di loro viene trasmessa una corrente ad alta frequenza controllata da ultrasuoni. Come risultato del riscaldamento, la nave viene saldata e quindi sclerosata. L'operazione viene eseguita in anestesia locale.

Periodo di riabilitazione dopo l'intervento chirurgico

Il recupero dopo flebectomia è una questione individuale, quindi, il suo schema è sviluppato dal medico separatamente per ciascun paziente. Questo tiene conto del suo attuale stato di salute e della presenza di processi patologici cronici nel corpo.

Raccomandazioni per un rapido recupero nel periodo postoperatorio:

  • È necessario imparare che la terapia fisica è la chiave per il recupero precoce. Per dare una gamba malata è auspicabile un carico fisico moderato subito dopo l'operazione. Per cominciare, puoi semplicemente piegarti e piegarti alla gamba. Quindi il medico prescriverà un corso di terapia fisica, poiché è l'esercizio terapeutico che aiuta a migliorare il flusso sanguigno nell'arto operato.
  • 24 ore dopo l'intervento, si consiglia di indossare calze elastiche speciali per creare compressione. Le calze compressive devono essere utilizzate per almeno un mese dopo la rimozione della vena varicosa.
  • Nel periodo postoperatorio, è necessario fare un massaggio di drenaggio degli arti per migliorare l'afflusso di sangue ed evitare la formazione di coaguli di sangue.
  • Durante il riposo, la gamba operata dovrebbe essere in una posizione sollevata.
  • Diversi mesi dopo la flebectomia, è necessario assumere farmaci che tonificano le vene.
  • È vietato sollevare pesi entro un mese dall'operazione.

La riabilitazione dopo flebectomia prevede un moderato esercizio negli sport leggeri per ottenere una buona circolazione negli arti operati nel periodo postoperatorio. Non è ammissibile praticare sport di potenza.

Eseguire rigorosamente tutti gli esercizi di esercizi di fisioterapia è la chiave per una pronta guarigione.

Durante il periodo di riabilitazione, dovresti evitare di fare escursioni nei bagni, nelle piscine e in acque libere. Dalle passeggiate in bicicletta dovrebbe essere abbandonato fino al completo recupero.

Se non segui queste raccomandazioni, il recupero dalla flebectomia richiederà molto tempo e con complicazioni. Inoltre, la riabilitazione dopo l'intervento chirurgico dura più a lungo con la tromboflebite nel paziente.

Possibili complicazioni dell'operazione

Complicazioni di flebectomia possono manifestarsi non appena, e dopo qualche tempo dopo di esso. Possono essere espressi come segue:

  • perdita o diminuzione significativa della sensibilità dell'arto operato;
  • intorpidimento nella regione della parte inferiore della gamba o della caviglia;
  • suppurazione nel luogo dove c'era una puntura o un'incisione;
  • sanguinamento;
  • lividi o cambiamento di colore nell'area trattata (dopo la coagulazione laser);
  • edema e sindrome del dolore.

Complicazioni dopo flebectomia sono spesso di breve durata e scompaiono, 1-2 mesi dopo l'operazione.

Per ridurre il rischio di complicanze, è necessario aderire a tutte le raccomandazioni del medico curante.

I vantaggi e gli svantaggi dell'operazione per la rimozione delle vene varicose

Sebbene la procedura non sia semplice, presenta diversi vantaggi:

  • L'operazione flebectomia è uno dei metodi più efficaci di trattamento delle vene varicose gravi;
  • basso rischio di recidiva della malattia;
  • effetto cosmetico;
  • completa eliminazione della vena malata, in modo che le restanti navi possano assicurare una normale circolazione sanguigna nell'arto;
  • quasi completa assenza di dolore dell'intervento chirurgico;
  • riabilitazione relativamente veloce;
  • buona tollerabilità della chirurgia da parte dei pazienti;
  • tempo di operazione relativamente breve;
  • la flebectomia classica è inclusa nella politica medica del CHI, pertanto, i residenti della Federazione Russa hanno il diritto alla libera circolazione.

Tra le carenze della procedura sono:

  • la necessità di ospedalizzazione del paziente;
  • formazione di cicatrici (per alcuni tipi di chirurgia);
  • la comparsa di macchie di pigmento sulla gamba dolorante, che può rimanere a lungo.

Molti pazienti hanno spesso una domanda, che cosa è meglio - flebectomia o scleroterapia? Spesso, per ottenere il massimo effetto, la flebectomia viene eseguita insieme alla scleroterapia. Questi metodi di trattamento sono ben complementari e aiutano il paziente per molti anni a dimenticare le vene varicose.

Ma la cosa migliore a questa domanda può essere risolta da un flebologo specialista, procedendo dai dati di un certo paziente, e anche tenendo conto delle sue possibilità materiali.

Siete Interessati Circa Le Vene Varicose

Trattamento moderno delle emorroidi

Prevenzione

I moderni metodi di terapia possono curare le emorroidi in modo rapido e meno doloroso. Notizie sulla comparsa di droghe e tecniche compaiono ogni giorno. I compiti principali che sono fissati nel campo del conseguimento della scienza moderna sono lo sviluppo di metodi in cui il trattamento rapido delle emorroidi sarà possibile in qualsiasi momento, con un impatto minimo e, se necessario, con metodi radicali - con un periodo di recupero rapido....

Ciò che distingue la scleroterapia da altri metodi di trattamento delle vene: tipi e revisioni della procedura

Prevenzione

La scleroterapia è la possibilità di un trattamento inoperativo del sistema vascolare umano e alcune formazioni vascolari....