Trattamento delle emorroidi con il metodo Longo: l'essenza della chirurgia e del feedback

Struttura

Abbastanza spesso, le emorroidi acquisiscono una forma cronica, quando i metodi tradizionali conservatori e popolari non portano a un risultato positivo.

In questo caso, gli specialisti prescrivono al paziente metodi più radicali sotto forma di intervento chirurgico.

Al metodo di trattamento più molto diffuso, indolore ed efficace portano l'operazione di Longo.

L'essenza della metodologia

Emorroidi è un prolasso di emorroidi, che provoca dolore e disagio al paziente.

Alcuni anni fa, il trattamento del problema presentato con l'intervento chirurgico ha comportato la rimozione del segmento intestinale.

Oggi gli esperti sono giunti a una conclusione, quindi la sutura della superficie mucosa con i nodi disponibili e abbandonati è una tecnica più efficace e, soprattutto, meno distruttiva per il corpo del paziente.

Così, gli specialisti iniziarono ad applicare l'operazione Longo, che mirava all'asportazione della mucosa intestinale attraverso il cerchio sopra le emorroidi formate.

Una tecnica simile per risolvere un problema piccante è stata descritta dal proctologo italiano Antonio Longo nel 1993. Prima della procedura il paziente aderisce alla dieta per 2 giorni e nei 3 giorni successivi è ricoverato in ospedale per la riabilitazione.

Quando è programmata l'operazione?

Il metodo presentato è prescritto da specialisti a pazienti con nodi emorroidali di 3 e 4 gradi.

A volte l'operazione viene eseguita nella fase iniziale della malattia, se i coni emorroidali hanno raggiunto una grande dimensione e portano sofferenze incredibili al paziente.

L'operazione Longo viene eseguita per:

  • rimozione dei nodi caduti lungo l'intera circonferenza dell'intestino;
  • trattamento del retto caduto;
  • trattamento del rettocele (protrusione della parete anteriore dell'intestino nella vagina) nelle donne.

Per quanto riguarda le controindicazioni, non lo sono. L'operazione di Longo viene eseguita con successo da pazienti di qualsiasi età e in qualsiasi posizione. La procedura è un metodo eccellente per il trattamento delle emorroidi durante la gravidanza e l'allattamento.

Preparazione per un'operazione

Per l'operazione, è richiesta una conferma appropriata sotto forma dei risultati dell'esame e della decisione del medico curante circa la possibilità di applicare la tecnica per il trattamento del paziente.

Se il paziente accetta la procedura, ha bisogno di due giorni prima dell'operazione per escludere dalla dieta cibi ricchi di fibre. Poche ore prima della procedura, il paziente esegue i clisteri di pulizia necessari.

Corso di intervento

L'intervento viene eseguito nella seguente sequenza:

  1. Per iniziare un paziente viene introdotta l'anestesia locale, poi ad una distanza di 1 cm di profondità dall'ano si applicano i morsetti - questo è necessario per allungare l'ano ai lati.
  2. Dopo una corrispondente estensione dell'ano un dilatatore speciale viene inserito nell'intestino, che è anche fissato da quattro cuciture. I fili vengono serrati con una sutura convenzionale e all'interno viene inserito un dispositivo come un anoscopio con un otturatore.
  3. Più lontano il dottore impone una sutura di sutura, che correrà 4-5 cm sopra la linea dentata. Per una certa simmetria della cucitura, l'anoscopio inserito viene estratto e quindi reinserito nell'intestino. Dopo l'inserimento ripetuto del dispositivo, il medico esamina la cucitura, controlla l'assenza di lacune.
  4. Dopo la verifica e la rimozione appropriata dei difetti in caso di loro formazione il medico entra nella punzonatrice circolatoria emorroidaria dell'intestino in modo che rimanga il più aperto possibile.
  5. La giuntura viene stretta e i fili rimanenti passano attraverso i giochi laterali nella cucitrice.
  6. La prossima volta il dottore con l'aiuto di un coltello circolare attraversa le emorroidi e una parte della mucosa con successiva fissazione delle estremità della ferita. Fatelo utilizzando una cucitrice più profonda con la rotazione della maniglia in senso orario.
  7. Alla fine della procedura, la pinzatrice viene rimossa con i tessuti rimossi. Il medico controlla la correttezza e la precisione della sovrapposizione delle clip corrispondenti. In caso di sanguinamento, il paziente viene cucito sul sito di ferite sanguinanti con speciali fili assorbibili.

Periodo di riabilitazione

Dopo l'operazione, al paziente viene inserito un tampone di garza fatto da sé, che è pre-lubrificato con un unguento e un tubo del gas. Tutti gli articoli inseriti vengono rimossi un giorno dopo l'operazione.

Immediatamente dopo l'operazione di Longo, il paziente subisce un ciclo di riabilitazione entro 3-4 giorni in un ospedale. Di norma, non è infastidito dal dolore, ma è necessaria l'osservazione di un medico.

Durante la riabilitazione, al paziente vengono anche introdotti tamponi di garza con vari composti antibatterici per prevenire infezioni e infiammazioni. Una settimana dopo la procedura, il paziente può tornare al lavoro.

Complicanze postoperatorie

Se la procedura è stata eseguita correttamente e da uno specialista esperto, il paziente non avrà alcuna complicazione. Tuttavia, ci sono delle eccezioni nella forma:

  • emorragia, Questi sono dovuti alla divergenza dei bordi della mucosa;
  • fistola, formato come risultato dell'infezione delle ferite;
  • sepsi, che è anche caratterizzato da infezione dell'intestino, seguita da infezione nella cavità addominale e infezione del sangue;
  • trombosi della vena cava inferiore - porta spesso alla necessità di un'operazione per rimuovere il rene.

Dalle opinioni dei pazienti

I pazienti condividono le loro impressioni sull'intervento di Longo nelle loro risposte.

Sono stato recentemente operato con Longo. La procedura non porta a un lungo recupero, mi ci sono voluti solo 3 giorni. Non ho sentito dolore, né durante né dopo.

Marina Razina, 34, Ekaterinburg

Ero costantemente preoccupato per le emorroidi. Solo io curerò le emorroidi, mentre sono appena formate. Deciso 3 anni fa per l'operazione di Longo. Ho letto orrori, ma non c'era altra scelta. Tutto è andato bene, i dolori mi hanno solo tormentato il primo giorno dopo l'operazione. Ma ora non soffro di dolore costante.

Alexandra Sholokhova, 51, Novosibirsk

Alla fine, sono tornato dalla clinica dove sono stato operato da Longo. Dirò subito: l'operazione è indolore, dopo l'iniezione non senti nulla. Ma dopo che la sua azione è passata, ho avvertito un forte dolore nel luogo causale, ma ho scoperto che ho avuto un'operazione sbagliata, ho richiesto una sutura aggiuntiva delle ferite. Ok, almeno una volta tutto rimosso. Quindi ho dovuto mentire in clinica tutta la settimana. C'erano dolori, ma questo, probabilmente, a causa delle cuciture. Ora tutto è buono.

Arkady Homot, 41 anni, Nizhny Novgorod

Costo in cliniche in Russia

Il costo della procedura è piuttosto elevato, poiché per ogni operazione è necessaria una nuova cucitrice che può variare da 35 a 50 mila rubli.

Naturalmente, il costo dell'operazione di Longo potrebbe non essere possibile per la maggior parte delle persone.

Ma allo stesso tempo, la procedura può curare molto efficacemente le emorroidi e prevenire in modo permanente nuove formazioni.

Metodi operativi per il trattamento delle emorroidi

L'operazione con emorroidi è necessaria quando spesso ci sono esacerbazioni (trombosi di emorroidi, la loro infiammazione e prolasso), così come in presenza di malattie concomitanti del perineo. L'intervento chirurgico viene eseguito prima dello sviluppo dell'infiammazione (nelle prime ore dopo l'esordio di una riacutizzazione) o dopo un ciclo di terapia antinfiammatoria attiva (5-7 giorni dopo l'arresto del processo infiammatorio).

emorroidectomia

Questa è un'operazione per rimuovere il tessuto cavernoso con una benda delle gambe vascolari delle tre emorroidi principali. Negli ultimi anni, sono state utilizzate principalmente tre varietà di questa operazione.

  1. Emorroidectomia chiusa - con restauro della mucosa del canale anale con suture di budello. Il metodo è usato nelle ultime fasi della malattia. I vantaggi del metodo sono la perfezione di tecnica, semplicità e affidabilità. Tuttavia, la maggior parte dei pazienti presenta una marcata sindrome dolorosa postoperatoria.
  2. Emorroidectomia aperta - viene eseguito con emorroidi complicate. Le emorroidi esterne ed interne sono rimosse per mezzo di un coltello di coagulazione con un nodo del nodo. La sindrome del dolore dopo questa operazione è scarsamente espressa, ma i difetti dello stesso metodo includono la lunga guarigione e il sanguinamento della rimanente ferita aperta del canale anale.
  3. Emorroidectomia submucosale - viene eseguita dal tipo di chirurgia plastica. La particolarità di questa operazione è la complessità e la durata dell'intervento e l'aumento del sanguinamento dei tessuti, che è in parte compensato da un periodo relativamente breve di riabilitazione.

Il metodo di Longo

Un approccio fondamentalmente nuovo all'intervento chirurgico per le emorroidi è stato sviluppato nel 1993 dall'italiano Antonio Longo.

L'essenza dell'operazione è una resezione circolare e la rimozione di quella parte della mucosa rettale che si trova sopra la cosiddetta linea dentata. Di conseguenza, l'apporto ematico di emorroidi interne diminuisce, il che porta alla loro graduale crescita eccessiva con un tessuto connettivo.

L'operazione viene eseguita utilizzando un kit singolo, che comprende: una pinzatrice circolare che funziona secondo il principio di una pinzatrice, una saldatrice speciale per fili e un anoscopio per l'applicazione di una sutura di sutura.

La tecnologia operativa è abbastanza semplice. Usando una pinzatrice sulla mucosa del retto, viene applicato un punto di sutura. Dopo questo, la mucosa intestinale è leggermente stretta e la giuntura è legata. Quindi un movimento della "pinzatrice" taglia la parte bloccata della mucosa e cuce le sue estremità con staffe in titanio. L'operazione dura circa 15 minuti.

Il metodo consente di ripristinare la normale struttura anatomica del canale anale senza danneggiare la mucosa e la pelle, senza danneggiare l'apparato interno dell'intestino. Grazie a questo, il periodo postoperatorio è praticamente indolore: dopo la dimissione, i pazienti conducono una vita normale, non hanno quasi nessuna recidiva. La modalità delicata e la possibilità di eseguire un'operazione in anestesia locale rendono possibile farlo senza quasi nessuna restrizione. Questi sono i principali benefici per il paziente.

Lo svantaggio del metodo risiede principalmente nel fatto che i risultati a lungo termine del trattamento non sono ancora noti. Inoltre, l'operazione di Longo non consente la rimozione di emorroidi esterne.

Dopo l'operazione

Con qualsiasi metodo di intervento chirurgico, è molto importante passare correttamente il periodo di riabilitazione. Le misure adottate dopo l'operazione per le emorroidi sono finalizzate alla guarigione precoce delle ferite e alla prevenzione dello sviluppo delle complicanze postoperatorie.

La pagina è stata utile? Condividilo nel tuo social network preferito!

Panoramica della procedura di Longo per il trattamento delle emorroidi

L'operazione Longo è un metodo relativamente rapido e indolore per sbarazzarsi di emorroidi, che consente di tornare alla vita normale nel giro di pochi giorni. Revisione dei pro e contro della tecnica con commenti del proctologo.

L'operazione Longo è un intervento chirurgico nel trattamento delle emorroidi, dal nome di Antonio Longo, un eccezionale coloproctologo italiano. È caratterizzato dalla relativa indolenza del processo.

Il metodo è stato sviluppato nel 1993. I suoi nomi alternativi: resezione sottomucosa mucocutanea, PPH, emorroidopessi.

Due giorni prima dell'intervento viene prescritta una dieta speciale per il paziente. Subito prima dell'operazione, viene eseguita un'accurata pulizia del tratto gastrointestinale.

Lo stress e la paura possono complicare notevolmente l'operazione, quindi, per escludere questi fattori, si consiglia di assumere anche sonniferi e farmaci axiolitici (antidepressivi).

Come viene eseguita l'operazione?

L'emorroidopessi viene eseguita in anestesia locale. Le mucose non hanno terminazioni nervose e quindi il processo sarà quasi indolore, ma l'introduzione di un anoscopio e un dilatatore porterà a sensazioni spiacevoli.

  • Innanzitutto, il paziente è seduto su una sedia speciale. Un expander è installato, un anoscopio è inserito nell'ano.
  • Dopo la preparazione della mucosa, viene eseguita una sutura.
  • Lo stadio successivo è il taglio della porzione superflua della mucosa insieme ai vasi. Il sito chirurgico è cucito con punti metallici.
  • Dopo l'esame, un tampone impregnato di antisettici è posto nell'ano.

Durante il periodo di recupero i tamponi con i farmaci devono essere cambiati ogni giorno. Per un recupero più rapido, è possibile utilizzare bagni con erbe, ad esempio con camomilla o aghi di pino.

Recensione video

Operazione Longo con emorroidi eseguite in 15 minuti. In questo caso, i metodi chirurgici classici per il trattamento delle emorroidi dureranno molto più a lungo - 40 minuti e sono accompagnati da una significativa perdita di sangue.

Vantaggi della metodologia

L'operazione mediante il metodo Longo ha una serie di vantaggi molto significativi, tra i quali, vale la pena notare che l'area della manipolazione - il retto, privato dei recettori del dolore.

L'emorroidopessi non consiste nella rimozione dei nodi, quindi non rimangono ferite successive nel passaggio anale, il che riduce anche il tempo di riabilitazione.

I vantaggi dell'operazione di Longo sono:

  • Ricovero di un giorno
  • La durata della procedura chirurgica è di 10-15 minuti.
  • Anestesia locale
  • Assenza di forti dolori durante e dopo l'operazione.
  • Dopo la procedura non ci sono difetti estetici.

Questo metodo consente di eliminare i sintomi delle emorroidi in qualsiasi fase dello sviluppo.

Periodo di riabilitazione

Nell'ospedale sotto la supervisione di dottori il paziente passa da 1 a 3 giorni. La sindrome del dolore in questo caso sarà significativamente inferiore rispetto alla emorroidectomia classica.

Il tempo di riabilitazione del lavoro può variare a seconda del caso specifico. Di solito si raccomanda ai pazienti di riposarsi dal lavoro almeno 3-5 giorni.

Possibili complicazioni

L'emorroidectomia classica e l'operazione di Longo con le emorroidi hanno approssimativamente la stessa lista di complicazioni. Questi sono principalmente ascessi e sanguinamento. Ma con l'operazione di Longo, le complicazioni sono molto meno comuni.

Svantaggi del metodo

Come con tutte le procedure mediche, la chirurgia di Longo ha i suoi svantaggi:

  • Alto costo
  • Assenza dell'effetto desiderato nelle gravi emorroidi esterne.
  • Mancanza di una vasta pratica clinica e di informazioni comprovate sulla salute dei pazienti negli anni successivi all'intervento.

Quanto costa?

Il costo dell'intervento di Longo con le emorroidi consisterà nel prezzo dei farmaci, nel costo del lavoro della clinica e dipende dalla complessità del caso.

Ogni emorroidopessi richiede l'uso di una nuova pinzatrice circolare, che è piuttosto costosa. Il prezzo medio dell'operazione di Longo è compreso tra 38 e 48 mila rubli., ma queste cifre possono variare a seconda della regione.

Recensioni

Giulia: "Il problema delle emorroidi mi ha infastidito per più di un anno - ha legato, usato un sacco di droghe. 3 mesi hanno bevuto Detraleks, applicato Proctosidil e Bezornil. Ma liberarsi completamente della malattia non ha aiutato. Di conseguenza, ho deciso di eseguire un'operazione utilizzando il metodo Longo - e ne è valsa la pena, il problema era sparito. Sono stato in ospedale per 5 giorni ed ero già in salute da un anno ".

Anton: "Recentemente sono stato dimesso dalla clinica dopo l'operazione di Long - tutto faceva male, ma meglio che iniziare le emorroidi. In precedenza ho provato tutti i metodi tradizionali e non mi hanno salvato. Certo, questa procedura non è piacevole, ma vivere con sofferenza ogni giorno è molto peggio ".

xenia: "Il 3-4 ° giorno dopo è stato doloroso andare in bagno, ma rispetto alla legatura - è molto meglio. Personalmente, ho passato 2 volte la legatura e la situazione è peggiorata. Vale a dire, il metodo di Longo ha davvero aiutato ".

Emorroidectomia (rimozione delle emorroidi): indicazioni, conduzione

L'operazione per rimuovere le emorroidi è considerata una delle più frequenti in proctologia. Questo non è sorprendente, perché la malattia stessa è diffusa tra la popolazione adulta nella maggior parte dei paesi del mondo. I pazienti con emorroidi cercano di evitare la chirurgia, utilizzando metodi di trattamento conservativi. In molti casi, questo approccio è pienamente giustificato, poiché qualsiasi operazione comporta un certo rischio, e ancor più, un intervento vascolare.

Tuttavia, accade che il trattamento conservativo, insieme alla dieta e al regime non apportino più sollievo, i noduli varicosi raggiungano una grande dimensione, cadano e vengano trombizzati, e il paziente sperimenta dolori dolorosi ed è costretto ad abbandonare lo stile di vita abituale.

Quando l'unico modo per sbarazzarsi delle emorroidi diventa un trattamento chirurgico, uno specialista-proctologo valuta le condizioni del paziente e sceglie il modo migliore per rimuovere i nodi. Di seguito cerchiamo di capire le indicazioni e i metodi delle operazioni per rimuovere le emorroidi.

Indicazioni per la rimozione di emorroidi

Quando si pianifica un trattamento chirurgico, è necessario pesare il beneficio e il rischio potenziali dall'operazione, le cui indicazioni sono limitate, sebbene in proctologia l'emorroidectomia occupa quasi il primo posto nella frequenza tra tutti gli interventi.

La rimozione delle emorroidi nei pazienti anziani affetti da ipertensione, diabete, colite e stitichezza, non solo può essere piuttosto rischiosa, ma non sempre giustificata. Nella maggior parte dei pazienti, la terapia conservativa razionale, l'igiene e la dieta danno un buon risultato in modo che la necessità dell'intervento chirurgico possa svanire.

Le indicazioni per l'emorroidectomia sono:

  • 4 stadio della malattia; emorroidi di grado 3 - con un aumento significativo dei nodi.
  • Caduta delle vene emorroidali ad ogni atto di defecazione.
  • Lo sviluppo di anemia a causa di sanguinamento ricorrente.
  • Nessun risultato dalla terapia conservativa.
  • Trombosi di emorroidi.

Tenere sempre conto delle condizioni generali del paziente e della presenza di una patologia diversa (ragade anale, fistole, polipi nel retto), età del paziente, ecc. Ad esempio, le donne in gravidanza possono essere controindicate e le persone anziane possono richiedere un'attenta preparazione.

Oltre alle indicazioni, è anche possibile la rimozione chirurgica delle emorroidi controindicazioni, in particolare, acuta o esacerbazione di malattie croniche del colon, tumori maligni, grave patologia scompensata degli organi interni, malattie infettive acute e disturbi della coagulazione. In questi casi, l'operazione dovrà essere ritardata.

Preparazione per emorroidectomia

Qualsiasi tipo di emorroidectomia non si applica alle operazioni cavitarie e spesso solo l'anestesia locale è sufficiente, ma la preparazione preoperatoria del paziente non perde la sua rilevanza. È importante prevenire complicazioni infettive, sanguinamento nel primo periodo postoperatorio e preparare il retto per l'operazione stessa.

Prima del trattamento pianificato, deve essere completato il minimo necessario di esami: analisi del sangue generale e biochimica, analisi delle urine, sifilide, HIV, epatite, coagulogramma. Secondo le indicazioni - ecografia della cavità addominale. Esame obbligatorio e esame con le dita del retto, anoscopia, in alcuni casi - sigmoidoscopia.

Particolare attenzione dovrebbe essere data alla dieta, che predetermina il corso del successivo periodo postoperatorio. Prima dell'operazione pianificata, è necessario abbandonare il cibo che causa la formazione di gas e la formazione di feci in eccesso, e si dovrebbe dare la preferenza a prodotti di latte acido, uova, pane bianco. Inoltre, hai bisogno di più liquidi.

Alla vigilia della chirurgia e nel giorno dell'intervento, viene mostrato un clistere purificante, che può essere sostituito con preparati speciali che purificano l'intestino (fortrans). A questo punto, se il paziente ha assunto farmaci per fluidificare il sangue, dovrebbero essere aboliti.

La chirurgia classica per rimuovere le emorroidi viene eseguita in anestesia generale, il paziente giace sulla schiena e gli arti inferiori sono fissati su appositi supporti. I chirurghi stranieri eseguono spesso un intervento chirurgico quando il paziente è sullo stomaco, in quanto ciò migliora il flusso di sangue venoso dal plesso espanso, il che facilita il processo di rimozione.

Quando si preparano per interventi minimamente invasivi, sono necessarie le stesse procedure per l'emorroidectomia radicale, ma di solito l'ospedalizzazione non viene eseguita e il paziente viene trattato in regime ambulatoriale e nello stesso giorno può tornare a casa.

Tipi di operazioni per la rimozione delle vene emorroidali

Ad oggi, i metodi radicali più efficaci per la rimozione delle emorroidi sono la classica emorroidectomia di Milligan-Morgan e la resezione della mucosa rettale mediante il metodo Longo. Ognuno di essi ha sia vantaggi che svantaggi, ma il primo tipo di intervento è più comune, sebbene l'operazione di Longo possa renderlo degno di competizione.

L'operazione Milligan-Morgan ha subito molte modifiche e continua a migliorare. La sua essenza consiste nel rimuovere entrambe le emorroidi esterne ed interne dopo la sutura del peduncolo vascolare. All'inizio dell'operazione, il chirurgo asporta la pelle della regione anale e della mucosa rettale sopra i plessi venosi ingrossati, quindi fascia le vene e le rimuove. In conclusione, la parete interna dell'intestino è fissata ai tessuti sottostanti e le ferite nella parete dell'organo possono essere cucite o lasciate aperte. L'approccio dipende dall'esperienza e dalle preferenze del chirurgo, non vi è alcuna differenza fondamentale per il paziente.

Le fasi dell'intervento includono l'anestesia e l'espansione del canale anale, il trattamento della mucosa con disinfettanti e l'asciugatura con un batuffolo di cotone. Le vene emorroidarie vengono rimosse in una certa sequenza. Chirurgo, immaginando mentalmente il quadrante dell'orologio, prima afferra i "dossi", situati alle tre in punto, poi - alle sette e alle undici. Avendo afferrato il nodo, il dottore gli trapassa la gamba e la taglia. Si consiglia di utilizzare un coltello elettronico, che porta a un trauma minimo e non contribuisce al sanguinamento. Dopo la rimozione dei nodi, la ferita viene suturata e trattata con un antisettico.

Alcuni medici dopo l'emorroidectomia classica tamponano il retto, ma ciò contribuisce alla comparsa di dolore e ritenzione urinaria, quindi la maggior parte degli specialisti non esegue la tamponizzazione. Per mantenere la sensibilità nell'ano ed evitare il restringimento del canale anale, le mucose della pelle vengono lasciate nell'area della ferita.

L'operazione per Morgan-Milligan è piuttosto traumatica e richiede un'anestesia generale, il che significa che la preparazione deve essere accurata e seria. Il vantaggio è la possibilità di asportare non solo vene varicose interne, ma anche esterne.

Un'altra opzione per il trattamento chirurgico delle emorroidi è l'intervento del chirurgo italiano Longo, ha proposto di attraversare la mucosa del retto e vasi che portano il sangue ai nodi emorroidali, circolarmente, eliminando la perdita delle vene. La chirurgia di Longo può essere un'alternativa all'emorroidectomia classica ed è stata utilizzata con successo in Occidente, ma in Russia è stata eseguita solo circa cinque anni fa.

L'operazione di Longo è più delicata della classica emorroidectomia, poiché si verifica una piccola area della resezione della membrana mucosa e i nodi non sono asportati, ma come se fossero tirati verso l'alto e fissati. il flusso di sangue al vene è ridotta, e sono gradualmente sostituito da tessuto connettivo. Per suturare la membrana mucosa nel sito di resezione, vengono utilizzate graffette di titanio, che vengono applicate con l'aiuto di speciali pinzatrici.

L'operazione con il metodo Longo dura circa 15 minuti e per la sua esecuzione è sufficiente l'anestesia locale. Minori traumatici, ma con un eccellente effetto terapeutico, bassa probabilità di complicanze e recidive lo rendono preferibile nei pazienti anziani, persone con grave patologia concomitante.

Nonostante gli indubbi vantaggi, la rimozione delle emorroidi dal metodo di Longo presenta alcuni inconvenienti, tra questi - l'incapacità di asportare le vene dilatate situate all'esterno, la necessità di monitorare il paziente, almeno per una settimana dopo l'operazione. Inoltre, a causa della relativamente breve periodo di applicazione di questa operazione non è ancora possibile valutare le conseguenze a lungo termine del trattamento.

Oltre ai tipi descritti di emorroidectomia, nell'arsenale dei medici moderni ci sono anche metodi minimamente invasivi per combattere la malattia, che possono essere usati sia per le emorroidi interne che per la formazione di nodi esterni:

  • Trattamento con laser;
  • Trattamento con onde radio;
  • Dezarterizatsiya;
  • legatura;
  • Scleroterapia e trombectomia.

Asportazione di emorroidi con un laser molto efficacemente. I vantaggi del metodo sono la velocità della procedura, il recupero rapido, il basso dolore. Per eseguire il trattamento laser, viene utilizzata l'anestesia locale e dopo poche ore il paziente può tornare a casa.

Terapia delle onde radio implica l'escissione dei nodi per mezzo di una lama radio (apparecchio Surgutron). Sotto anestesia locale, il medico rimuove le vene varicose. Il vantaggio indiscusso di questo metodo di trattamento è la quasi completa assenza di controindicazioni. La procedura viene eseguita rapidamente, con i tessuti circostanti dell'intestino e dell'ano non danneggiati, il che significa che la probabilità di cicatrici e sanguinamento è ridotta a zero.

Dezarterizatsiya - un nuovo metodo per combattere le emorroidi, che consiste nel "spegnere" il flusso di sangue attraverso le arterie del retto. Il plesso venoso ingrandito cade, diminuisce di volume e viene sostituito con il tempo da un tessuto connettivo. Il paziente ha bisogno di pochi giorni per riprendersi e la procedura è indolore.

legatura - il modo più popolare e delicato per combattere le emorroidi, quando si utilizza un dispositivo speciale sui nodi dilatati varicose vengono posizionati anelli di lattice. Circa una settimana dopo, i "coni" emorroidali vengono scartati insieme a un tale anello, senza dare al paziente significativi inconvenienti. La legatura eseguita secondo le indicazioni, consente di evitare l'emorroidectomia nella maggioranza assoluta dei pazienti.

scleroterapia - un metodo ampiamente utilizzato per combattere le vene varicose di qualsiasi posizione, il retto non fa eccezione. Nei nodi emorroidali viene introdotta una sostanza speciale che causa il loro "incollaggio" e la sclerosi.

Spesso, la malattia si verifica con trombosi delle vene emorroidali, che provoca un forte dolore e richiede un trattamento obbligatorio. Una possibilità di operazioni minimamente invasive in questi casi è la trombectomia, quando le circolazioni del sangue vengono rimosse dalle vene per mezzo di un laser o di una lama radio. La procedura viene eseguita in anestesia locale a livello ambulatoriale. Inoltre, in questo modo, è possibile rimuovere i nodi di emorroidi esterne in qualsiasi stadio della malattia, se causano disagio al paziente, ma non vi è ancora evidenza di escissione radicale.

Gli approcci a bassa invasività nel trattamento delle emorroidi sono usati nell'80% dei pazienti in Europa e negli Stati Uniti, mentre in Russia, tre quarti dei pazienti sono sottoposti a un'operazione radicale. Le procedure mininvasive vengono eseguite nelle prime fasi della malattia e la trombosi dei nodi, la formazione della ragade anale, i processi infiammatori acuti e cronici nel retto e nel perineo possono diventare una controindicazione per loro.

Dopo l'operazione...

Il periodo postoperatorio di solito procede in modo abbastanza sicuro, ma notevoli disagi possono essere causati dalla necessità di defecare e garantire l'assenza di dolore di questo processo. Il primo giorno dopo l'intervento, l'aspetto della sedia è estremamente indesiderabile, dal momento che può causare gravi dolori e traumi alla ferita postoperatoria, e per evitare questo, viene mostrato un rifiuto totale del cibo mantenendo un buon regime di consumo.

Dal secondo giorno, gradualmente introdotto cibo, non favorevole all'irritazione dell'intestino e la formazione di uno sgabello denso: zuppe leggere, cereali, prodotti lattiero-caseari. Bevanda abbondante richiesta. Nei primi giorni, molti pazienti soffrono di forti dolori, per la cui eliminazione sono prescritti analgesici. Per accelerare la guarigione del retto, passiamo un bagno con una soluzione debole di permanganato di potassio, un decotto di fiori di camomilla. Il trattamento medicamentoso consiste nell'uso di unguenti e supposte con metiluracile, che migliora i processi di rigenerazione.

Per prevenire la possibile ritenzione di urina, non attaccano il retto dopo l'intervento e si consiglia al paziente di usare una quantità sufficiente di liquido. Questa complicazione è particolarmente comune tra gli uomini e spesso richiede l'introduzione di un catetere urinario per svuotare la vescica. Spasmo dello sfintere del retto aiuta a rimuovere la crema con nitroglicerina.

Il paziente deve necessariamente eseguire tutte le procedure igieniche necessarie, che gli verrà detto dallo staff della clinica, per non ignorare le medicazioni e gli esami. Dieta dopo l'intervento chirurgico dovrebbe contenere abbastanza fibra per facilitare le feci. Svuotare l'intestino dovrebbe essere fatto immediatamente, non appena si presenti un tale desiderio, ma non dovresti rimanere troppo a lungo nel bagno, spingiti o sforzarti. Se necessario, possono essere prescritti lassativi.

Non importa quanto duramente provino i chirurghi, non è sempre possibile evitare le conseguenze avverse dell'intervento. Tra questi, il più probabile:

  • Sanguinamento, che può essere dovuto a insufficiente sutura completa dei vasi sanguigni, slittamento delle legature;
  • Stenosi del canale anale, che si verifica nel tardo periodo postoperatorio, vengono utilizzati dilatatori speciali o anche chirurgia plastica per combatterlo;
  • Processi infettivi-infiammatori, suppurazione di una ferita in caso di inosservanza delle regole di asepsi durante il trattamento;
  • Recidiva, la cui probabilità persiste con qualsiasi tipo di trattamento chirurgico.

Il ricovero per trattamento radicale dura circa 7-10 giorni, dopo di che rimuovono i punti, esaminano il retto e, se tutto va bene, lascia andare a casa. Una e tre settimane dopo l'emorroidectomia, è necessario esaminare con le dita l'intestino per escludere la formazione di un restringimento del lume dell'organo e il controllo dei risultati del trattamento.

Il recupero dopo l'intervento chirurgico richiede circa 2 settimane, ma la riabilitazione dopo la rimozione delle emorroidi non si limita al tempo trascorso in ospedale. Per fissare l'effetto positivo del trattamento e prevenire le recidive, il cui rischio persiste indipendentemente dallo stadio della malattia e dal tipo di operazione, il paziente dovrà monitorare costantemente le condizioni del retto, aderendo a determinate regole:

  • Non sollevare pesi;
  • È necessario escludere l'attività fisica con la tensione della stampa addominale;
  • Se possibile, evitare di stare seduti o in piedi;
  • Normalizza la dieta;
  • Garantire un'adeguata attività fisica.

Nutrizione e movimento - la prima cosa che dovrà accettare anche quei pazienti che non potevano permettersi di rifiutare una tazza di caffè forte o una tavoletta di cioccolato. Dalla dieta è necessario escludere i piatti speziati, l'abbondanza di spezie, alcool, cioccolato, marinate e prodotti affumicati, caffè e bevande gassate. Uno qualsiasi di questi prodotti può portare ad una esacerbazione delle emorroidi. Oltre alla malattia provocatori prodotti, è necessario rimuovere dall'uso quelli che contribuiscono alla stitichezza (farina e dolci, in primo luogo).

Se l'occupazione non può evitare una seduta prolungata, allora quando è possibile, dovresti fare piccole pause, alzarti e camminare. Camminare a piedi è un mezzo eccellente per prevenire il ripetersi della malattia.

Il costo del trattamento chirurgico delle emorroidi dipende dal metodo e dal volume dell'operazione. La rimozione di un sito costa da 7000 rubli, raggiungendo 15-16 mila in cliniche individuali, legatura - 6000, scleroterapia - 5000 rubli. Potrebbe esserci un trattamento gratuito, ma in questo caso il paziente potrebbe dover attendere in fila. I pazienti a cui viene mostrato un trattamento urgente per emorragia massiva o trombosi dei nodi, vengono eseguiti gratuitamente in un ospedale chirurgico.

Il feedback dei pazienti dipende dalla qualità dell'operazione eseguita, che si tratti di un trattamento radicale o minimamente invasivo. Naturalmente, il miglioramento rapido della condizione e il recupero precoce con tecniche di risparmio sono la migliore impressione. In molti modi, l'opinione dei pazienti sottoposti a emorroidectomia è determinata dalla qualifica e dall'abilità del chirurgo, da cui dipendono le possibili complicanze nel periodo postoperatorio. Se il chirurgo eseguisse qualitativamente la rimozione delle emorroidi, allora sarà giustamente chiamato un dottore da Dio, e le spiacevoli emozioni nei primi giorni associate al dolore e alle difficoltà con i movimenti intestinali saranno presto sostituite dalla gratitudine per essersi liberati della malattia.

Operazione Longo con emorroidi (emorroidopessi) - qual è il metodo di rimozione?

Spesso l'unico modo per sbarazzarsi di emorroidi dolorose e dolorose è un intervento chirurgico tempestivo. Uno dei metodi radicali di trattamento è l'operazione di Longo o l'emorroidopessi. Questo metodo medico di trattamento delle emorroidi è finalizzato all'asportazione delle parti circostanti della mucosa dei nodi e al loro serraggio. L'operazione Longo con le emorroidi ferma anche l'afflusso di sangue alle emorroidi, provocando un'asciugatura graduale e la scomparsa della formazione.

Operazione Longo con emorroidi - tecnica di realizzazione

Il metodo Longo con emorroidi viene utilizzato solo per i coni emorroidi interni nei 3-4 stadi della malattia. Questa operazione fu proposta dal professore italiano Longo nel 1993. L'emorroidopessi comprende anche la resezione sottomucosa. L'obiettivo principale dell'intervento chirurgico è quello di aumentare le formazioni emorroidali più alte, tagliando la membrana mucosa attorno al nodo emorroidario. I bordi della ferita formata sono collegati da punti speciali con una spillatrice medica. Quando i nodi vengono sollevati, la circolazione sanguigna viene interrotta, di conseguenza i coni cessano di riempirsi di sangue e diminuiscono di dimensioni.

L'operazione di Longo viene eseguita con anestesia locale ed endovenosa. La membrana mucosa vicino alle emorroidi non include i recettori del dolore, quindi l'operazione stessa non è dolorosa. L'uso dell'anestesia è necessario per introdurre l'espansore nel canale anale.

Fasi dell'operazione:

  1. Morsetti in diverse direzioni allungano la pelle dell'area perianale.
  2. Nell'apertura anale, l'espansore viene inserito e fissato con punti di sutura, dopo di che viene inserito un anoscopio con un otturatore.
  3. Dietro la linea dentata è applicata la linea di sutura. Durante la cucitura, l'anoscopio viene estratto e inserito di nuovo. Prima di serrare il filo, si controlla che siano posizionati correttamente e la distanza tra gli spazi.
  4. Una pinzatrice speciale viene inserita nel retto e ruotata dal chirurgo in senso orario. Le sezioni della mucosa sono sezionate da un coltello. La ferita è fissa. La pinzatrice viene rimossa e i tessuti rimossi della mucosa devono essere ispezionati per chiarire la correttezza dell'operazione.
  5. Dopo aver rimosso la cucitrice, la linea di graffatura viene controllata e l'anoscopio viene estratto.
  6. Dopo che l'operazione è completata, viene inserita una speciale garza nell'ano, che è impregnata con un unguento medicinale e uno scarico di gas, che rimangono nel corpo per un giorno.

La rimozione delle emorroidi dal metodo di Longo dura circa venti minuti. Il periodo di riabilitazione postoperatorio è di circa una settimana, ma nella clinica il paziente non trascorre più di tre o quattro giorni.

vantaggi del metodo

Dopo l'intervento chirurgico, la ferita non disturba affatto il paziente. Solo il dieci percento dei pazienti lamenta dolore dopo l'intervento di Longo. La disabilità temporanea dura non più di sette giorni, dopo di che il paziente può iniziare una vita familiare.

Il vantaggio principale di tale operazione è il ripristino effettivo della corretta struttura anatomica del canale anale stesso. Durante l'operazione, non c'è assolutamente alcun danno all'apparato legamentoso interno del retto. Ecco perché i pazienti non hanno bisogno di un lungo periodo di riabilitazione, il corpo dopo l'operazione viene ripristinato molto rapidamente.

Il metodo di Longo è significativamente diverso dall'operazione classica cavernosa per rimuovere le emorroidi e non è accompagnato da perdita di sangue. L'operazione di Longo dura un minimo di tempo e, una volta eseguita, i tessuti del canale anale vengono ripristinati abbastanza rapidamente.

Come ogni procedura chirurgica, il metodo di Longo ha le sue peculiarità e piccoli svantaggi: l'operazione non elimina le formazioni emorroidali esterne e l'escissione dei nodi interni richiede l'uso di costosi strumenti medici.

Indicazioni e controindicazioni

Le principali indicazioni per l'operazione:

  • trattamento di emorroidi croniche interne;
  • prolasso circolare dei nodi.

Controindicazioni:

  • malattia infiammatoria intestinale;
  • tumori cancerosi;
  • malattie del sangue.
Possibili complicazioni

Come con qualsiasi intervento chirurgico, il metodo di Longo può causare varie complicazioni. Con una piccola metastasi durante l'operazione, così come quando i bordi della mucosa non sono d'accordo, può verificarsi sanguinamento intra-addominale.

In caso di infezione in casi molto rari, si forma una fistola rettovaginale. In una situazione simile, i tessuti circostanti sviluppano un processo infiammatorio che distrugge i tessuti circostanti. Se l'infezione entra nel peritoneo, si sviluppa una grave complicanza sotto forma di sepsi. La sepsi può essere pericolosa per la vita e richiede cure mediche immediate. Un'altra complicazione è lo sviluppo della trombosi.

Diverse complicazioni si sviluppano di solito quando il paziente non segue alcune raccomandazioni mediche e se non vi è cura adeguata nel periodo postoperatorio.

Preparazione per un'operazione

Prima dell'intervento, il paziente viene completamente rimosso dal clistere.

Alcuni giorni prima dell'operazione si consiglia di utilizzare solo cibi leggeri per escludere la formazione di stitichezza e feci dure. Immediatamente prima dell'operazione, non puoi mangiare e bere acqua.

Periodo di recupero dopo l'intervento chirurgico

Dopo aver effettuato hemaroidopexy il paziente trascorre in un ospedale da due a tre giorni. Si consiglia ai pazienti di non iniziare a lavorare per 5-7 giorni dopo l'intervento.

Il periodo di restauro della casa richiede il rispetto di tutte le raccomandazioni mediche. Dopo l'intervento chirurgico, è necessario escludere il sollevamento pesi e l'aumento dello stress sulle vene del pavimento pelvico. È importante eseguire esercizi ginnici leggeri che aiutano a prevenire lo sviluppo di stasi di sangue nella piccola pelvi, camminare all'aria aperta, condurre regolarmente l'igiene nell'area anale e fare la doccia ogni giorno.

Nel periodo di recupero, è richiesto di aderire a un certo raccomandato dalla dieta dei medici. È necessario normalizzare la digestione ed escludere la formazione di feci forti, che possono ferire gravemente la mucosa del canale anale. È necessario escludere dalla razione giornaliera muffin, piatti grassi e fritti. Il cibo è meglio per cucinare o cuocere a vapore. Si consiglia di mangiare cereali, insalate di verdure, frutta, stufati di verdure, zuppe, carne bollita e pesce bollito.

È anche necessario bere molti liquidi ogni giorno. Una tale dieta normalizzerà la digestione ed eviterà il verificarsi di stitichezza. Nel caso di un difficile movimento intestinale, si dovrebbe evitare la tensione dei muscoli del retto. È meglio usare per pulire la pulizia costipazione clistere con olio di vaselina o con infusione di erbe medicinali.

La resezione della pinzatrice o l'intervento chirurgico di Longo è un intervento chirurgico efficace e indolore. In un periodo molto breve, questo metodo consente di sbarazzarsi di emorroidi interne senza lo sviluppo di complicanze. Recensioni per l'operazione di rimozione delle emorroidi secondo il metodo Longo indicano che un ritorno al modo di vita abituale e all'attività lavorativa è possibile già il quinto giorno dopo l'intervento medico. I pazienti notano molti vantaggi del metodo: assenza di dolore dopo l'intervento chirurgico, recupero rapido, completa eliminazione delle emorroidi interne.

Tuttavia, il costo dell'operazione si basa sui prezzi dei farmaci utilizzati e dipende da molti fattori. Il costo medio del metodo Longo varia da 39 a 49 mila rubli. In ogni regione, i prezzi per l'intervento chirurgico sono diversi. Il costo include anche il lavoro del personale medico.

L'emarroidopessia richiede l'uso di una cucitrice nuova e di alta qualità, che è costosa. L'operazione dipende dalla complessità di ogni singolo caso.

Oggi, molti pazienti con pazienti affetti da emorroidi preferiscono questo metodo di trattamento. L'operazione Longo è molto efficace nel controllare le emorroidi interne e consente di tornare al lavoro entro cinque o sette giorni dopo di esso. Questo metodo ti permette di eliminare completamente le emorroidi interne.

Recensioni sulla rimozione di emorroidi dal metodo Longo

Numero di riferimento 1

Subito dopo l'operazione non mi sentivo molto bene, ero disturbato da un forte dolore nel canale anale. Il medico ha prescritto un farmaco analgesico. Ho dovuto rimanere in ospedale per cinque giorni, dopodiché sono stato mandato a casa. In tre giorni sono andato a lavorare. Il corpo recuperato abbastanza rapidamente dopo l'operazione.

Ora è passato un mese dall'intervento. Mi sento benissimo e mi sono liberato delle emorroidi per sempre. Non ho avuto complicazioni dopo l'operazione. L'operazione Longo è un metodo molto efficace per eliminare la malattia.

Stanislav, 48 anni - Ufa

Numero di riferimento 2

Ha trasferito o trasportato tale operazione un anno fa. Mi ha aiutato a curare completamente le emorroidi. L'operazione stessa non è complicata. Naturalmente, si avverte un certo disagio durante la sua attuazione, ma tutto è abbastanza tollerabile e indolore sotto anestesia. La riabilitazione dopo l'operazione Longo è stata molto facile, il quarto giorno sono stato dimesso dall'ospedale.

A casa faceva bagni sedentari dal decotto di camomilla, così che il restauro dei tessuti del canale anale passava rapidamente. Così sono stato consigliato dai medici alla dimissione. Dopo un po 'sono andato al lavoro, e un mese dopo, ho completamente dimenticato quanto ero preoccupato per le emorroidi. Questo metodo chirurgico è migliore di qualsiasi altra operazione addominale per rimuovere le emorroidi.

Emorroidectomia di Longo

Operazione Longo - l'escissione circolare della mucosa rettale è leggermente superiore alla linea dentata, il che si traduce in una trazione e una successiva diminuzione delle emorroidi ingrossate. Chirurgia Longo viene eseguita con emorroidi interne di III-IV grado, in particolare - in combinazione con prolasso circolare, rettocele e prolasso del retto. Meno spesso viene eseguita per i pazienti con emorroidi interne di II grado con una grande dimensione di nodi. L'operazione Longo è inefficace con le emorroidi esterne. Viene eseguito in anestesia o (più raramente) in anestesia locale in un ospedale con l'uso di una speciale attrezzatura per cucire usa e getta. Caratterizzato da un breve periodo di riabilitazione e un piccolo numero di complicazioni.

Operazione Longo - l'escissione circolare della mucosa rettale è leggermente superiore alla linea dentata, il che si traduce in una trazione e una successiva diminuzione delle emorroidi ingrossate. Chirurgia Longo viene eseguita con emorroidi interne di III-IV grado, in particolare - in combinazione con prolasso circolare, rettocele e prolasso del retto. Meno spesso viene eseguita per i pazienti con emorroidi interne di II grado con una grande dimensione di nodi. L'operazione Longo è inefficace con le emorroidi esterne. Viene eseguito in anestesia o (più raramente) in anestesia locale in un ospedale con l'uso di una speciale attrezzatura per cucire usa e getta. Caratterizzato da un breve periodo di riabilitazione e un piccolo numero di complicazioni.

L'operazione Longo (emorroidopessi) è un nuovo metodo chirurgico per il trattamento delle emorroidi interne. In contrasto con l'emorroidectomia tradizionale con il metodo di Milligan-Morgan, non comporta la rimozione di emorroidi ingrossate. Invece, durante l'operazione Longo, il proctologo taglia una striscia circolare di tessuto con vasi di alimentazione sopra i nodi usando un'attrezzatura speciale. Come risultato della reticolazione dei tessuti e della cessazione dell'erogazione di sangue, i nodi vengono tirati verso l'alto e si ritirano. La tecnica è stata sviluppata dal chirurgo italiano Antonio Longo, che per primo ha eseguito questa operazione nel 1993. La metodologia si diffuse rapidamente negli Stati Uniti e nei paesi europei.

All'inizio, alcuni specialisti stranieri nel campo della proctologia consideravano l'operazione di Longo una tecnica chirurgica in grado di sostituire completamente o quasi completamente l'operazione Milligan-Morgan e altri simili interventi. Nel tempo, l'approccio alla scelta di questa tecnica è diventato più equilibrato e l'elenco delle testimonianze si è ridotto. Al giorno d'oggi, l'intervento chirurgico di Longo viene eseguito principalmente con emorroidi interne in combinazione con rettocele, prolasso del retto e prolasso circolare. La proporzione di questo intervento nella struttura generale delle operazioni per tutti i tipi di emorroidi in Europa è di circa il 20-25%. In Russia, l'operazione di Longo viene utilizzata meno spesso, a causa dell'elevato costo degli strumenti monouso e della necessità di un addestramento speciale dei chirurghi proctologi.

Caratteristiche dell'operazione

Longo essenza dell'operazione è in un'escissione circolare del sito di tessuto sopra la linea dentata divide il canale anale e del retto mucosa. Il canale anale è un'anodermoy rivestito (seguito ano pelle ricco di recettori del dolore) piccola porzione del retto. Le emorroidi interne si trovano appena al di sopra del canale anale quando l'escissione è necessario effettuare manipolazioni in anodermy sensibile, che comporta lo sviluppo di un intenso dolore nel periodo postoperatorio, promuove la ritenzione urinaria psicogena e incontinenza fecale, e aumenta la durata della riabilitazione.

Nell'area della mucosa del retto, che viene rimossa durante l'operazione di Longo, non ci sono recettori del dolore. L'assenza di dolore severo dopo l'emorroidopessi facilita significativamente il decorso del primo periodo postoperatorio, consente di abbreviare il periodo di permanenza nel reparto proctologia e la durata complessiva del periodo di recupero. Un altro vantaggio dell'operazione di Longo rispetto alla emorroidectomia tradizionale è una riduzione della durata dell'intervento dovuta all'uso di uno strumento speciale che taglia simultaneamente la mucosa. Alcuni proctologi indicano una diminuzione del numero di complicazioni postoperatorie tardive nell'operazione di Longo, ma non ci sono ancora statistiche convincenti a supporto di questa opinione.

Le operazioni svantaggi Longo includono l'elevato costo dell'intervento, l'impossibilità di effettuare un'assicurazione sanitaria obbligatoria e uso irragionevolezza emorroidi esterne e misti (in presenza di un aumento nodi esterni ed interni devono utilizzare prima l'operazione Longo, e dopo il completamento del periodo di riduzione di condurre la seconda interferenza ). Inoltre, alcuni esperti concentrano su dati sufficienti di risultati di trattamento remoti e l'impossibilità di effettuare una valutazione comparativa dell'efficacia di funzionamento Longo e chirurgia minimamente invasiva (anelli lattice doping, scleroterapia emorroidi ecc).

testimonianza

La principale indicazione per la chirurgia Longo è l'interno emorroidi di grado III-IV - soprattutto in combinazione con le emorroidi prolasso circolari, prolasso rettale, e rettocele nelle donne. A volte (in presenza di grandi nodi e comorbidità trasferito) operazione Longo viene eseguita ad un grado di emorroidi interno II. In altri casi, a seconda della fase e del tipo di emorroidi (esterna, interna, misto) applicare un'operazione Milligan-Morgan e sue modifiche o tecnica minimamente invasiva (poco traumatica).

Controindicazioni

Le principali controindicazioni alla chirurgia Longo trattati disturbi grossolane di coagulazione del sangue e condizioni severe di qualsiasi origine (dovuti a malattie acute o disturbi che accompagnano cronica), aumentando i rischi anestetici. L'operazione di Longo non viene eseguita con tumori maligni e durante l'esacerbazione di malattie infiammatorie delle parti inferiori dell'intestino crasso. La controindicazione relativa all'operazione di Longo è considerata come un'obesità pronunciata. Il periodo di gravidanza e allattamento non è una controindicazione all'uso di questa tecnica.

Preparazione per un'operazione

La preparazione all'intervento viene eseguita di routine in regime ambulatoriale, include esami proctologici e procedure diagnostiche condotte per valutare le condizioni generali del paziente. Come parte di esame proctologia prima dell'intervento chirurgico Longo scoprire i reclami e la storia medica, eseguire l'ispezione dell'ano e la zona perianale, Anoscopio e l'esame endoscopico dell'intestino crasso (colonscopia o sigmoidoscopia).

Come un esame generale prima dell'intervento chirurgico Longo nominato analisi del sangue biochimica, l'analisi clinica di esami del sangue e delle urine per la sifilide, l'epatite B e l'HIV, la coagulazione, ECG e radiografia del torace. Le donne in gravidanza e in allattamento vengono esaminate da un ginecologo, pazienti con patologia somatica cronica - profilo terapeutico specialistico. Se l'operazione di Longo viene eseguita in anestesia generale, il piano di indagine include la consultazione di un anestesista.

La preparazione preoperatoria prevede la pulizia dell'intestino con dieta, lassativi e clisteri di pulizia. 2-3 giorni prima dell'operazione di Longo, si raccomanda al paziente di limitare l'uso di fibre e prodotti che promuovono una maggiore produzione di gas. La sera della vigilia dell'intervento e la mattina del giorno, le operazioni di Longo sono eseguite da un clistere. In alcuni casi, invece di clistere, la pulizia intensiva dell'intestino viene effettuata con un farmaco a base di macrogel. Quando si utilizza l'anestesia generale, astenersi dal mangiare per 8 ore. Prima dell'operazione, Longo deve radersi i capelli nel perineo ed eseguire procedure igieniche standard.

Metodo di conduzione

Il paziente è posto sulla schiena nella posizione standard (con le gambe piegate e abbassate verso l'addome). Il campo operativo è trattato con una soluzione speciale. Un estensore viene inserito nell'ano e quindi viene inserito un anoscopio. Nella fase iniziale dell'operazione di Longo, una cucitura viene posizionata sulla mucosa del retto sopra la linea dentata lungo l'intera circonferenza, raccogliendo una striscia di muco da rimuovere nella piega. Successivamente, un dispositivo di pinzatura (cucitrice circolare) viene introdotto nell'ano, progettato specificamente per il funzionamento di Longo e costituito da due parti, mobili e fisse. Nella parte fissa dell'apparato ci sono un coltello e graffette di titanio.

Il proctologo rimuove i filamenti attraverso le aperture laterali della pinzatrice e posiziona il dispositivo in modo che la mucosa piegata si ripieghi tra le sue parti mobili e fisse. Quindi il medico esegue il palcoscenico principale dell'operazione di Longo. Il chirurgo ruota la maniglia della cucitrice in senso orario, le parti mobili e fisse del dispositivo si avvicinano l'una all'altra. Il medico preme la maniglia, il coltello circolare taglia la piega cucita della mucosa, i bordi della ferita sono fissati con clip in titanio. Il proctologo estrae una pinzatrice dal retto, esamina la cucitura e applica suture manuali aggiuntive per identificare i segni di sanguinamento. Inserire un tampone sterile nell'ano. La durata totale dell'operazione di Longo varia da 15 a 30 minuti.

Dopo l'operazione di Longo

La durata del ricovero dopo questo intervento in assenza di complicanze è in genere di 2-3 giorni. Alcune cliniche eseguono le operazioni di Longo come parte di un day hospital e rilasciano pazienti per cure ambulatoriali immediatamente dopo la normalizzazione delle condizioni generali. Ai pazienti sottoposti a intervento di Longo vengono prescritti tamponi antisettici e bagni. Consiglia frequente di potenza frazionata con un gran numero di fibre, il rifiuto di prodotti che contribuiscono a una maggiore fermentazione e una maggiore formazione di gas (fagioli, pane, bevande gassate e alcoliche, latte, aglio, cavolo, ravanello, etc.).

Se è difficile sgabello dopo l'intervento di Longo, è indicato un clistere purificante con vaselina o infusione di erbe. È necessario astenersi dal sollevare pesi e condurre regolarmente procedure igieniche. Il periodo medio di incapacità al lavoro è di 6-8 giorni, il periodo di riabilitazione dura 3-4 settimane. Dopo la dimissione, i pazienti che hanno subito l'intervento di Longo devono visitare regolarmente il proctologo per valutare le condizioni delle articolazioni e la rilevazione tempestiva delle complicanze.

complicazioni

Longo dopo l'intervento chirurgico può sperimentare le stesse complicazioni che dopo emorroidectomia classica. L'incidenza complessiva delle prime complicanze nell'operazione di Longo è significativamente inferiore rispetto ai metodi tradizionali. Quando non sufficientemente accurata emostasi o deiscenza della ferita possibilmente sanguinamento. Quando suppuration ferita infetta può essere contrassegnato con necrosi tissutale, sviluppo ascesso o formazione di fistola retto-vaginale. Tasso Longo efficienza operativa e l'incidenza di complicanze a lungo termine rispetto alle tecniche minimamente invasive in questa fase non è possibile a causa della mancanza di dati sufficienti. Specialisti russi e stranieri che conducono l'operazione di Longo, nel complesso, determinano i risultati a lungo termine come buoni.

Il costo dell'operazione di Longo a Mosca

I prezzi per questo intervento variano considerevolmente. I principali fattori che influenzano il costo della chirurgia sono il tipo di anestesia, la forma di proprietà e la reputazione dell'istituzione medica. Quando si effettuano interventi in cliniche private e si utilizza l'anestesia generale, il prezzo dell'intervento chirurgico di Longo a Mosca è in aumento. L'aumento dei costi può anche essere dovuto a deviazioni dall'indagine standard e dal piano di trattamento, ad esempio conducendo studi aggiuntivi o soggiorni ospedalieri più lunghi del normale a causa di disturbi e complicanze generali.

A Mosca l'emorroidectomia di Longo costa 40115r. (in media). La procedura può essere completata a 31 indirizzi.

Siete Interessati Circa Le Vene Varicose

Macchie sulle gambe: un difetto estetico o un segno della malattia?

Struttura

L'uomo è una creatura che sta in piedi. Le gambe sono le più lontane dal cuore del corpo, quindi è difficile tornare indietro perché deve vincere la gravità....

Gel Girudoven per la prevenzione e il trattamento delle vene varicose: istruzioni per l'uso

Struttura

Girudoven è un medicinale agente venotensivo.Grazie a questa droga, gonfiori e affaticamento dei piedi. Aiuta anche a ripristinare la microcircolazione....