Non puoi lasciarlo senza attenzione! Irritato dopo un'operazione varicocele

Prevenzione

Nell'addome umano, la temperatura normale può raggiungere i 37,3 gradi, ma per la maturazione degli spermatozoi e la produzione di ormoni, la temperatura non dovrebbe superare i 36,1 gradi.

Pertanto, i testicoli non possono essere localizzati nella cavità addominale, ma portato oltre i suoi limiti e situato nello scroto, costituito da membrane, fornito di sangue e creando condizioni confortevoli per i testicoli.

Lo scroto può essere affetto da varicocele. Questa malattia è trattata solo prontamente. Ci sono diversi metodi per condurre tali operazioni, ognuna delle quali ha i suoi pro e contro e alcune di esse possono portare a una complicazione postoperatoria - Uova o idrocele idrocele.

Idrocele dopo trattamento chirurgico del varicocele

Dropsy testicolo dopo l'intervento chirurgico varicocele - idropisia isolato, che si sta sviluppando a causa di una violazione del deflusso di sangue venoso dal testicolo dopo la legatura della vena del testicolo, l'escissione dei testicoli e il plasma sudato dal sangue nel testicolo.

È una complicanza frequente dopo il trattamento chirurgico del varicocele con il metodo di medicazione e vasocostrizione, così come la laparoscopia. Riduzione del testicolo con varicocele e aumento di esso con l'idropisia spesso utilizzato per il corretto smaltimento del varicocele.

Irritato dopo varicocele sembra un gonfiore a forma di pera con una base dal basso e una metà ingrandita dello scroto con una superficie liscia di consistenza densamente elastica. Quando palpare provoca lieve indolenzimento. Non si adatta alla cavità addominale.

Si presenta un idropisia, in cui con una piccola spremitura dello scroto, il paziente scompare gonfiore, quando è in posizione orizzontale.

Durante la malattia Il testicolo viene spinto avanti e indietro e spesso non viene rilevato. Prolungato stress e per idrocefalo può causare atrofia testicolare dell'ormone con spermatogenesi alterata e funzione testicolare, difetto estetico. La malattia impedisce abbigliamento piedi indossa, crea problemi durante i rapporti sessuali e la minzione, conduce alla eiaculazione precoce, e diminuzione disfunzione potenza, necrosi testicolare per compressione, orchite e altri processi infiammatori del scroto, cavità acqua suppurazione (piotsele). In futuro, in assenza di trattamento - a infertilità maschile.

diagnostica

La malattia viene diagnosticata mediante esame di uno specialista, ecografia e diafanoscopia - torcia elettrica per differenziazione dall'ernia. Quando l'idropisia, lo scroto è ben visibile, e nel caso di altre malattie, la trasmissione è irregolare o assente.

Manifestazioni di ansia della malattia: gonfiore indolore, elastico al tatto o dolore sordo nel testicolo e scroto.

trattamento

L'idropisia è trattata con un intervento chirurgico. Lo scopo dell'operazione è la separazione delle foglie esterne ed interne del guscio testicolo vaginale. Esistono diversi metodi di chirurgia dell'idrocefalo:

  • shell eversione;
  • dissezione della guaina;
  • finestratsiya (creando finestre per l'aspirazione).

La scelta di questa o quella tecnica scelta dal chirurgo, a seconda di:

  • età del paziente;
  • prescrizione del processo;
  • spessore delle pareti del guscio;
  • presenza di alterazioni cicatriziali e infiammatorie nei testicoli;
  • volume di idropisia.

Il trattamento operatorio dell'idropisia viene spesso eseguito con il metodo:

  • Bergman;
  • Winckelmann;
  • Clapp.

Il completamento è effettuato da:

  • Volkmann;
  • signore.

L'idrocele a due vie viene operato in due fasi con una pausa di 3-4 settimane.

A volte una puntura è fatta. Ma questo è anche un metodo semplice, ma risolverà il problema solo temporaneamente.

L'operazione dura 20 minuti in anestesia generale. Dopo l'operazione, in alcuni casi è necessario passare in ospedale da diverse ore a 24 ore sotto la supervisione di un medico per escludere il sanguinamento postoperatorio.

I punti dello scroto vengono rimossi dopo 10 giorni. Dopo la guarigione, non ci sono tracce lasciate dall'incisione.

conclusione

Dopo il trattamento chirurgico, varicocele è molto probabile che sviluppi l'idropisia e Senza ulteriore supervisione, lo specialista non dovrebbe considerare il trattamento completo. Altrimenti, lo sviluppo di una malattia dimenticata in futuro può portare all'infertilità maschile e ad altre conseguenze. Il trattamento dell'idropisia nella maggior parte dei casi finisce in modo sicuro.

In conclusione, ti offriamo un video sulla diagnosi e il trattamento dell'idropisia:

Irritato dopo varicocele

I testicoli spinosi sono una complicanza abbastanza comune dopo il trattamento chirurgico del varicocele mediante la medicazione e l'escissione dei vasi testicolari. Dal momento che il varicocele ha una diminuzione delle dimensioni dei testicoli sul lato della lesione, il suo aumento dopo l'operazione a causa dell'idropisia viene spesso scambiato per l'effetto positivo dell'operazione.

Un'idropisia dopo un varicocele è un'occasione per chiamare un dottore.

funzionamento Marmar oltre alla chirurgia addominale più comune Ivanissevicha secondo il metodo viene eseguita 1908 è G. & legatura e asportazione recipienti uovo sono anche utilizzati (Marmar) di minidostupa, chirurgia endovascolare, microchirurgia e chirurgia endoscopica tecniche varicocele.

Hydrops dopo varikotselerazvivaetsya efflusso venoso rezultatenarusheniya dall'uovo dopo la legatura propotevanie vena testicolare e plasma dal sangue nel guscio dell'uovo. I fenomeni emergenti di stasi del sangue possono portare allo sviluppo di epididimite venosa congestizia. È anche possibile disturbare il flusso linfatico a causa dell'intersezione dei vasi linfatici che accompagnano il testicolo. Dopo l'intervento chirurgico per varicocele, si sviluppa di solito una forma isolata di idrocele (idrocele).

I segni di sviluppo dell'idropisia dopo l'intervento chirurgico sono:

  • un aumento delle dimensioni della metà dello scroto sul lato in cui è stata eseguita l'operazione di rimozione del varicocele;
  • la comparsa di dolore sordo nel testicolo o scroto;
  • forse un aumento della temperatura corporea;
  • un grande accumulo di liquidi causa difficoltà nei movimenti e nell'uso della biancheria intima.

Un accumulo significativo di liquido può portare a un assottigliamento della parete del testicolo, alla sua rottura e alla perdita di fluido nel tessuto dello scroto. Questo è accompagnato da dolore e ingrandimento diffuso dello scroto.

L'idropisia è diagnosticata con varico mediante:

  • diafanoscopia (esame dei genitali maschili in piena luce);
  • Ultrasuoni dello scroto.

In alcuni casi, può essere necessaria una ricerca aggiuntiva per escludere altre malattie.

Per trattare l'idropisia, è necessario un intervento chirurgico (le operazioni di Winckelmann e Bergman). Per assistere rapidamente il paziente, la puntura viene applicata con la rimozione del liquido mediante una siringa. Allo stesso tempo, il rapido, ma temporaneo sollievo delle condizioni del paziente si ottiene con il successivo re-accumulo di liquido nei gusci del testicolo.

L'idrocefalo non trattato porta allo sviluppo:

  • compressione del testicolo con una violazione della spermatogenesi, che porta alla sterilità;
  • diminuzione della potenza e dell'erezione;
  • eiaculazione precoce;
  • necrosi (necrosi) del testicolo a seguito di compressione.

Con l'accesso tempestivo a un medico nella maggior parte dei casi, l'esito della malattia è favorevole.

Varicocele. Hydrocele (edema dei testicoli)

Varicocele. Hydrocele (edema dei testicoli)


Ci sono molte informazioni sull'eziologia e sulla patogenesi del varicocele su Internet, poiché ci sono molti studi medici dedicati a questo problema e pazienti operati da me. Non parlare la lingua medica su questo sito, creato per i pazienti, e non per i medici.


Qualsiasi paziente può venire alla reception. La registrazione e la registrazione non sono importanti.

L'anonimato e la riservatezza sono garantiti.

Se hai una tessera sanitaria e i risultati dei test e degli esami precedenti, allora è meglio portarli con te.

Per registrarsi per un consulto con l'urologo-andrologo, puoi farlo Centro andrologico "Consultazione maschile numero 1"
per telefono 8 (3852) 40-28-68

Periodo di riabilitazione dopo l'intervento chirurgico per varicocele

Per i pazienti con varicocele dopo l'intervento, è importante che il periodo di recupero vada senza complicazioni. La rigorosa attuazione delle raccomandazioni mediche contribuisce a una più rapida guarigione del testicolo, aiuta ad evitare fenomeni negativi e ad ottenere un'alta qualità della vita.

Per i pazienti con varicocele dopo l'intervento, è importante che il periodo di recupero vada senza complicazioni.

Periodo postoperatorio

Il ripristino del paziente dopo l'intervento chirurgico dipende principalmente dal tipo di intervento chirurgico. Varicocele unilaterale più comune (testicolo sinistro o destro). Le operazioni più traumatiche sono intracavitarie, secondo il metodo di Palomo o di Ivanissevich, in cui le vene del testicolo vengono asportate. Con tali misure radicali e la riabilitazione è il più lungo: fino a 2 settimane.

Un metodo molto più perfetto è la varicocelectomia microchirurgica secondo Marmara. Questo è un intervento minimamente invasivo con un rischio minimo di complicazioni e ricadute di patologia. Il paziente ritorna più spesso alla vita normale dopo 2-3 giorni. Occasionalmente, viene utilizzata un'operazione endovascolare ai raggi X con un periodo di riabilitazione di 1-3 giorni. Tuttavia, ogni caso è diverso. Anche l'età è importante: più il paziente è anziano con varicocele, più lungo è il periodo di recupero.

Nei primi 2-3 giorni del periodo post-operatorio, è importante rispettare il riposo a letto. Il riposo completo può ridurre significativamente la probabilità di complicazioni e recidive della malattia. Per prevenire il gonfiore del testicolo, si raccomanda di indossare una sospensione (benda per mantenere lo scroto), tirando la biancheria intima.

Dopo la dimissione dall'ospedale, il trattamento di un paziente con un varicocele distante viene continuato su base ambulatoriale. Egli sta supervisionando la riabilitazione del l'urologo, che fa le raccomandazioni per la ricezione di farmaci anti-infiammatori per il trattamento di attività sessuale, l'attività fisica e la dieta. Il ripristino della funzione del testicolo è controllato da uno spermogramma.

Il paziente con il varicocele operato deve essere sottoposto a supervisione medica tre volte:

  • 1 mese dopo la guarigione del testicolo;
  • in sei mesi;
  • in 1,5 anni.

Cosa non si può fare dopo l'operazione?

Le controindicazioni durante tutto il periodo di recupero includono contatti sessuali.

Controindicazioni per tutto il periodo di recupero includono:

  • contatti sessuali;
  • sollevamento pesi;
  • tentativi di defecazione e minzione;
  • esercizio, uso di simulatori;
  • ricevimento di bagni caldi, visita di un bagno, una sauna, piscina (è possibile lavare solo in una doccia in 2-3 giorni dopo trattamento chirurgico varikotsele).

Inoltre, ci sono restrizioni da osservare per almeno 1 mese. All'occorrenza di complicazioni il dottore può prolungare il periodo della loro validità a mezzo anno. consigliata:

  • evitare situazioni che causano un'erezione;
  • non bere alcolici, soprattutto forti;
  • rinunciare a spezie taglienti;
  • evitare un intenso sforzo fisico.

Vita sessuale

L'eliminazione del varicocele non peggiora la potenza maschile. L'eventuale perdita di un'erezione non è altro che un mito.

Un po 'di tempo durante i rapporti sessuali, sono possibili sensazioni dolorose, dopo l'operazione di rimozione del varicocele è considerata una variante della norma. Tuttavia, questo fenomeno passa presto. Solo 2-3 settimane dovrebbero astenersi dal sesso. La produzione di sperma viene completamente ripristinata dopo 2,5 mesi dall'eliminazione del varicocele.

Alimentazione

Osservando una dieta, si dovrebbe mangiare cibo leggero, ma nutriente, ricco di vitamine. I piatti forti e grassi sono dannosi per gli organi pelvici. Non si può tollerare la stitichezza, quindi è preferibile mangiare verdure fresche, frutta ricca di fibre, cibi liquidi o puliti. L'alcol dopo l'intervento chirurgico per rimuovere il varicocele è meglio eliminarlo completamente, perché a causa dell'effetto disidratante, spesso causa anche stitichezza.

sport

I carichi gradualmente aumentanti sono risolti in consultazione con il medico circa 1 mese dopo la dimissione dall'ospedale.

I carichi gradualmente aumentanti sono risolti in consultazione con il medico circa 1 mese dopo la dimissione dall'ospedale. Tuttavia, gli esercizi fisici non dovrebbero essere associati a tensioni muscolari eccessive. Quando è azionato varikotsele è inammissibile sollevare manubri pesanti, pesi, barre. Potere e sport collettivi, bodybuilding sono esclusi fino al completo recupero. Utili passeggiate all'aria aperta, camminando tranquillamente.

I carichi gradualmente aumentanti sono risolti in consultazione con il medico circa 1 mese dopo la dimissione dall'ospedale.

Possibili complicazioni dopo l'intervento

Con un adeguato intervento chirurgico e l'osservanza di tutte le condizioni durante il recupero, raramente si osservano conseguenze negative. A volte dopo l'operazione varicocele ci sono piccole deviazioni dalla norma, che presto scompaiono senza assistenza medica.

Ad esempio, la testa potrebbe essere leggermente stordita. Non avere paura se:

  • testicolo leggermente gonfio;
  • a volte preoccupato per il dolore o il disagio all'inguine;
  • pelle rossa vicino alla cucitura;
  • la ferita esce dalla ferita;
  • lo scroto diventa denso.

Gravi complicazioni includono:

  • un forte aumento della temperatura;
  • sanguinamento;
  • infezione della ferita;
  • grave gonfiore dello scroto, idropisia del testicolo;
  • recidiva il varicocele immediatamente dopo l'intervento chirurgico o alcuni anni dopo (se i frammenti danneggiati della vena non sono stati completamente rimossi e il flusso sanguigno è stato preservato);
  • infertilità maschile.

Gravi complicazioni includono un forte aumento della temperatura.

Irritato di testicolo

Se il testicolo è notevolmente aumentato, è un sintomo dell'idrocele, un ammasso tra le membrane dell'organo del fluido. Questa patologia si pone come conseguenza di una violazione dell'integrità dei vasi linfatici durante l'operazione, più spesso - aperta. A causa dell'idropisia, la produzione di sperma e la qualità si deteriorano. Questa complicazione non può dare manifestazioni cliniche e qualche volta passa indipendentemente.

Infertilità dopo varicocele

La più grave complicanza della malattia è la violazione della funzione riproduttiva. Lo sviluppo di un tumore negli uomini porta alla perdita di mobilità degli spermatozoi e all'incapacità di fecondare un ovulo femminile.

Molti medici sono convinti: per prevenire l'infertilità, è necessario eliminare il varicocele fino a 25-30 anni. L'intervento chirurgico spesso aiuta a ripristinare la qualità dello sperma. Tuttavia, se i suoi indici in questa malattia sono normali, non vi è alcuna necessità nel trattamento delle vene varicose testicolari.

Feedback dopo l'intervento chirurgico

Алексей, 20 anni, Волгодонск

Per molto tempo non volevo essere operato, ma il dolore divenne così forte che era impossibile resistere. Un paio di giorni dopo la dimissione, mi sono dimenticato del varicocele, mi sentivo bene e ho deciso di ripristinare la mia forma sportiva. E invano: la cucitura dopo l'operazione si infiammò, cominciò a farsi sentire.

Sperma, 28 anni, Tula

Un anno fa, hanno rimosso il varicocele secondo il metodo di Marmara a Mosca. Il trattamento è costoso, ma dopo una settimana i miei problemi sono passati. Non ci sono state complicazioni. Sesso - senza dolore Presto sarò un padre.

Cause di idrocefaloplastica dopo intervento chirurgico con varicocel

La condizione patologica, quando le vene che circondano il cordone spermatico sono ingrandite, è chiamata "varicocele" (vene varicose del cordone spermatico). Secondo le statistiche, a causa delle caratteristiche anatomiche del corpo umano, circa il 90% dei conti varicocele per il testicolo sinistro.

Il normale movimento del sangue è organizzato attraverso le vene nella direzione dallo scroto al cuore, grazie al sistema di valvole della parete venosa, il flusso inverso di sangue è impossibile. A causa delle vene dilatate, il sistema di valvole arresta il normale funzionamento e il sangue viene reiniettato.

Nel corso più trascurato della malattia, il testicolo è completamente immerso nel cuscino dalle vene, a causa del quale le uova non si raffreddano correttamente e la formazione di spermatozoi cessa. Negli uomini con varicocele si sviluppa infertilità, che è la ragione più comune per il paziente di consultare un medico.

Indicazioni per l'intervento chirurgico varicocele

L'operazione varikotsele è effettuata con lo scopo di eliminazione operativa di un lancio di sangue a testicoli (il riflusso). Dopo l'intervento chirurgico, il normale sviluppo degli spermatozoi viene ripristinato nel 31-90% dei pazienti e la loro qualità migliora.

Le operazioni varicocele vengono eseguite in presenza di uno dei sintomi:

  • dolore, disagio nella zona interessata;
  • riduzione del volume e della densità del testicolo interessato (ipotrofia);
  • infertilità (in assenza di concepimento entro 1 anno di vita sessuale stabile senza protezione);
  • anormalità nello spermogramma (pathospermia);
  • anomalie nella quantità di testosterone;
  • difetto cosmetico

Trattamento del varicocele

La medicina moderna riconosce solo un metodo operativo di trattamento varikotsele. Esistono molti tipi di operazioni, le più popolari sono presentate di seguito.

Operazione Ivanissevich

Riconosciuto come un metodo tradizionale di trattamento delle vene varicose del cordone spermatico, è stato usato in medicina dal 1924. L'essenza dell'intervento è il seguente: un'incisione nella regione iliaca sinistra (circa 5 cm), nel tessuto retroperitoneale derivare la vena testicolare, che viene poi legato fuori, viene tagliato (e tutti i suoi rami aggiuntivi), e quindi la ferita è stata suturata. L'operazione viene eseguita in anestesia locale. Le complicazioni sono rare. Il rischio di recidiva è di circa il 40%.

Operazione Palomo

In sostanza, è simile all'operazione di Ivanissevich, tuttavia, l'incisione è fatta sopra il canale inguinale, e l'arteria ovarica è anche fasciata insieme alla vena testicolare. Con questo tipo di chirurgia si riduce significativamente il rischio di recidiva di varicocele (fino al 25%).

Operazione Marmara

Nella medicina moderna è considerato il più efficace e sicuro. L'essenza è la seguente: al momento dell'emergenza del cordone spermatico, viene praticata un'incisione (fino a 3 cm), una vena del cordone spermatico viene fasciata con un microscopio (o una lente binoculare). Questo metodo di trattamento è caratterizzato da basso traumatismo, rapido recupero del corpo, non è richiesto il ricovero del paziente. La probabilità di recidiva va dallo 0,8 al 4%.

Chirurgia endovascolare

Nella sua essenza è un metodo chirurgico a raggi x del trattamento con varicocele. Prima viene eseguita una puntura venosa femorale, viene inserito uno speciale conduttore metallico e attraverso di esso viene inserito un catetere attraverso il quale viene introdotta la sostanza radiopaca. Inoltre, avviene il processo di eliminazione del varicocele con l'uso di spirali, occlusori, cilindri, ecc.

Chirurgia endoscopica

Il paziente è fatto tre forature nel peritoneo 1 mm. Uno è per entrare in una piccola telecamera, i restanti due sono per piccole forbici e una clip. Attraverso le forature sono le vene desiderate che sono fasciate.

Complicazioni dopo l'intervento chirurgico

Grazie allo sviluppo della medicina moderna, dopo l'intervento varicocele, il rischio di complicanze è ridotto al minimo, cosa che, purtroppo, si verifica ancora. Spesso ci sono le seguenti malattie e sintomi concomitanti:

  • linfostasi di scroto;
  • idrocele (idropisia) del testicolo;
  • dolore del testicolo, cavo spermatico.

La linfostasi dello scroto è un fenomeno a breve termine che, quando vengono attuate le appropriate raccomandazioni dei medici, passa in sicurezza per cinque giorni.

Testicoli Gidrotsele - un aumento della quantità di liquido nei gusci del testicolo. Può passare senza intervento medico, nei casi difficili, effettuare un trattamento chirurgico. Discuteremo in maggior dettaglio di seguito.

Il dolore del testicolo, il cordone spermatico e l'aumentata sensibilità dei testicoli spesso passano senza trattamento farmacologico. In rari casi, persistono per molti anni.

Idrocele (idropisia) di testicolo

Dopo l'operazione varicocele, la comparsa dell'idropisia è causata da danni ai vasi linfatici del cordone spermatico durante il trattamento del varicocele. Si verifica nel 3-33% dei pazienti operati (a seconda del metodo scelto per il trattamento con varicocele). Dopo l'operazione varicocele, l'idropisia nel paziente operato può svilupparsi entro un periodo di tempo compreso tra 30 giorni e 2 anni. I principali sintomi di idrocele sono i seguenti:

  • un aumento della dimensione dello scroto sul lato operato;
  • dolore nel testicolo;
  • aumento della temperatura corporea;
  • un gruppo di liquido sieroso (lubrificante) sotto i gusci del testicolo e la comparsa di edema.

La quantità di liquido accumulato può essere diversa e raggiungere diversi litri. Il liquido acquoso è limpido, giallo ambrato, inodore, contiene 4-5% di proteine, linfociti, film di fibrina, singoli elementi uniformi di sangue, fibre di fibrina.

Il principale pericolo della malattia è la rottura del testicolo a causa del suo assottigliamento a causa di un significativo accumulo di liquido, dopo il quale il liquido uscirà nel tessuto dello scroto. In assenza di trattamento tempestivo, disfunzione della formazione dello sperma, necrosi del testicolo, si può sviluppare eiaculazione precoce.

L'eruzione dei testicoli dopo l'intervento con varicocele viene diagnosticata con ultrasuoni e quando si esamina il testicolo in piena luce (diafanoscopia). L'idrocele viene rimosso chirurgicamente. Nella medicina moderna vengono sviluppati vari metodi di trattamento chirurgico, mentre il metodo specifico utilizzato e le tattiche di trattamento sono determinate dall'urologo dopo un esame approfondito della storia della malattia e delle caratteristiche del decorso della malattia.

Ci sono alcuni dei metodi di chirurgia più comunemente usati ed efficaci:

  • Metodo Winckelmann;
  • Operazione Ross;
  • Operazione di Bergman;
  • intervento del Signore.

Qualsiasi operazione viene eseguita in anestesia generale, nella fase iniziale del periodo di riabilitazione, al paziente vengono prescritti antibiotici, anestesia (in caso di dolore), medicazioni, controllo della temperatura corporea. Le suture vengono rimosse per 7-10 giorni. Inoltre, i medici raccomandano di monitorare la dimensione dello scroto per stabilire l'eventuale insorgenza di una recidiva, richiedendo un trattamento aggiuntivo.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata al rifiuto di qualsiasi sforzo fisico, al divieto di sollevare il peso (non più di 3 kg) fino a un mese dopo l'operazione. Con tutte le raccomandazioni dei medici, le recidive di solito non si verificano.

Varicocele dopo chirurgia: caratteristiche del recupero

Dopo l'operazione varicocele, a seconda dell'operazione, il paziente ha bisogno di un periodo di recupero.

Tutte le operazioni con questa malattia possono essere suddivise condizionatamente in più gruppi secondo il metodo e il manuale di anestesia necessario.

Le operazioni Ivanissevich e Palomo sono condotte con accesso aperto, incisione cutanea, spesso a sinistra. Di regola viene eseguita l'anestesia locale, una vena ovarica viene espulsa e fasciata.

L'operazione di Marmara, che viene eseguita microchirurgicamente, differisce in qualche modo da quelli precedenti nella tecnica, ma non in anestesia. Con questo metodo, viene praticata una piccola incisione nella regione inguinale e, se necessario, piccole incisioni sullo scroto, attraverso le quali viene eseguita la frammentazione e la rimozione dei testicoli dilatati con la varicosi.

Esiste anche una variante con la rivascolarizzazione microchirurgica.

A queste operazioni è richiesto di passare da due e più giorni in un ospedale, e poi in 8-9 giorni per rimuovere cuciture. Nel caso di chirurgia laparoscopica e anestesia endotracheale, potrebbe essere necessario passare un po 'di tempo nell'unità di terapia intensiva. Il tempo per rimuovere le articolazioni è lo stesso.

In questi casi, la durata totale del periodo di recupero può essere fino a 1 mese.

I metodi innovativi intravascolari non richiedono un'anestesia speciale, possono essere eseguiti in ambito ambulatoriale. In futuro, è richiesta la supervisione del medico curante, ma le cuciture non vengono rimosse a causa dell'assenza dell'incisione. Il periodo di recupero sarà di 2-3 giorni.

Tutti questi inconvenienti valgono la pena di soffrire per lo scopo principale: sbarazzarsi del problema dell'infertilità.

Un'operazione tempestiva, in una fase iniziale, quando non ci sono segni di atrofia testicolare, può sbarazzarsi dell'infertilità, e la ricompensa per gli interventi per un uomo saranno i suoi figli. Secondo le statistiche, i pazienti con varicocele, la cui ragione per l'operazione era l'infertilità, e le mogli non potevano rimanere incinta prima dell'operazione, la fertilità è stata ripristinata nella maggior parte dei casi durante l'anno.

Il varicocele dopo l'intervento chirurgico può essere complicato da linfostasi a breve termine, idrocele o idropisia.

Raramente ci possono essere spiacevoli sensazioni nel campo di una cicatrice, un testicolo, lungo il nervo femorale. A volte l'ernia inguinale può svilupparsi.

Secondo le statistiche, l'incidenza delle complicanze è inferiore al dieci percento, la maggior parte di esse si verifica entro il primo mese. Al fine di evitare complicazioni nel periodo di recupero dopo l'intervento varicocele negli uomini, il paziente deve osservare rigorosamente il tempo prescritto di riposo a letto.

Inoltre durante il mese sono vietate le attività fisiche e l'attività sessuale. Si consiglia di indossare slip speciali. Si raccomanda di rendere la nutrizione facile, in modo da non causare eccessivo stress durante la defecazione.

Dopo alcuni anni, la ricorrenza del varicocele è possibile, quando le vene che non sono state precedentemente rimosse vengono ampliate. L'operazione addominale trapiantata con varicocele dà diritto al differimento o al rilascio dal servizio militare.

  • Se il trattamento varikotsele dopo operazione è necessario? Dopo l'operazione, è necessario seguire tutte le raccomandazioni del medico per il periodo di recupero, volte a prevenire complicazioni e ricadute.
  • Quante bugie in ospedale dopo l'operazione varicocele? A seconda del tipo di intervento chirurgico e delle condizioni del paziente da diverse ore a diversi giorni.
  • Cosa non si può fare dopo l'operazione varicocele? Il varicocele dopo l'intervento richiede precauzioni. Entro un mese non puoi sollevare pesi, fare esercizio fisico, masturbarti e fare sesso, non puoi fare bagni caldi, puoi solo lavarti nella doccia.

Dolore dopo chirurgia varicocele, temperatura e altri sintomi

Il periodo postoperatorio a seconda dell'operazione è di 1-2 giorni con intervento endovascolare fino a un mese con un taglio aperto.

In corso semplice, il paziente può essere dimesso per il monitoraggio ambulatoriale il giorno 2-3.

Nel primo periodo postoperatorio, sono possibili ematomi, arrossamenti e gonfiori dei tessuti nella regione delle incisioni, un distacco sacro dalla ferita.

Questi sintomi sono segni di un normale decorso della cicatrizzazione delle ferite.

Sintomi accompagnatori varicocele dopo l'intervento chirurgico, le revisioni dei pazienti sono generalmente positive.

In rari casi, potrebbe esserci una temperatura dopo l'operazione varicocele, rimane iperemia nell'area della ferita operativa, ci sono segni di infiammazione purulenta con scarico giallo-marrone, edema. In questo caso, possiamo dire che il periodo postoperatorio è complicato.

Le complicazioni di un periodo successivo possono essere idropisia, linfostasi.

Il dolore nel testicolo dopo l'operazione varicocele è dovuto al danneggiamento delle terminazioni nervose e al sovraccarico delle vene rimanenti. Ipertrofia o atrofia del testicolo è estremamente rara. Il tasso di recidiva è fino al 40% nell'operazione tradizionale, fino al 15% con trattamento endovascolare, fino al 10% dopo la laparoscopia, dopo chirurgia microchirurgica fino al 2%.

  • Cosa fare se dopo l'operazione le vene varicocele sono rimaste? Le vene scrotali possono rimanere dilatate a causa delle peculiarità della struttura delle vene testicolari e del cordone spermatico del paziente e del flusso da altri collettori venosi. In questo caso, è necessario eseguire un'analisi spermatica. Con gli indicatori di sicurezza, è necessario eseguire una dopplerografia e determinare se il reflusso è rimasto nella vena del testicolo. Se viene rilevata una patologia, è necessario eseguire nuovamente l'operazione.
  • Cosa fare se il testicolo è aumentato dopo l'intervento chirurgico con varicocel? Un aumento dello scroto è causato da varie cause. Il medico curante determinerà lo scopo dell'esame e ulteriori tattiche.
  • Cosa devo fare se il mio testicolo fa male dopo l'operazione? A volte il dolore nel testicolo dopo l'operazione varicocele continua per un periodo piuttosto lungo. Per determinare la causa e ulteriori tattiche, sono necessari la consulenza specialistica e l'esame.

Varicocele dopo l'intervento: complicanze maggiori

Il recupero dopo il varicocele dipende dal tipo di operazione e può richiedere fino a un mese. Dopo l'intervento chirurgico, che ha richiesto una dissezione diretta della pelle, compresa l'operazione di Marmara, ci si aspetterebbe un leggero arrossamento e una sacra scarica dalla ferita. Potrebbe anche esserci un piccolo gonfiore.

Quando vi è un recupero dopo l'intervento chirurgico varicocele, si raccomanda di seguire le raccomandazioni per il riposo a letto e le restrizioni nella vita sessuale e il carico di lavoro. Dopo l'intervento chirurgico il periodo postoperatorio varicocele può essere complicato da segni di infiammazione. L'aspetto della ferita è caratteristico, è edematoso, l'arrossamento non si attenua, il giallastro con un odore sgradevole appare staccabile.

Anche il varicocele negli uomini dopo l'operazione può ripresentarsi nel 40% dei casi dopo la legatura della vena del testicolo. Un varicocele bilaterale può recidivare sia da due che da un lato. I ragazzi sono più propensi a ricorrere.

Con il varicocele, il ripristino della normale composizione dello sperma, della fertilità maschile e della possibilità di concepimento avviene nel periodo compreso tra un mese e un anno. La vita sessuale è raccomandata solo un mese dopo l'operazione.

Nella diagnosi di varicocele, la riabilitazione post-chirurgica richiede l'emissione di un congedo per malattia, il periodo è determinato individualmente.

Conseguenze dopo l'operazione varicocele in molti anni e nel prossimo futuro

Quando i sintomi del varicocele dopo l'intervento chirurgico nel flusso normale sono segni di normale guarigione della ferita, possono esserci dolore minore e gonfiore temporaneo. La gravità dei sintomi dipende dalla dimensione e dal tipo di intervento.

Le complicanze dopo il varicocele sono suddivise in anticipo e in ritardo.

All'inizio includere l'attaccamento di infezione della ferita, linfostasi ritardata, idropisia, dolore lungo il cordone spermatico, nel testicolo, nell'inguine. La loro durata e motivi possono essere diversi.

Un idillio dopo varicocele è caratterizzato dall'accumulo di liquido nel testicolo. Un intervento post-operatorio con varicocel può spesso essere rilevato solo mediante ultrasuoni, non si manifesta clinicamente e si ripercuote dopo la normalizzazione del deflusso linfatico.

Complicazioni dopo l'intervento varicocele da differire, includere cambiamenti nelle dimensioni e azoospermia. In genere, ciò accade se l'operazione è stata eseguita prima della fine della pubertà.

Gli effetti del varicocele in condizioni moderne sono piuttosto rari, grazie alla disponibilità di moderne tecniche chirurgiche, farmaci e metodi di riabilitazione. Il paziente ha bisogno di conformità con il regime e le raccomandazioni. Nel periodo di recupero, gli esercizi terapeutici dovrebbero essere sotto la supervisione di un medico.

Lo spermogramma dopo il varicocele subisce cambiamenti e la malattia è spesso accompagnata da infertilità. In assenza di segni di atrofia testicolare, un miglioramento dello spermogramma dopo varicocele è osservato in un numero significativo di casi ed è un indicatore dell'efficacia dell'intervento.

Quando varicocele dopo l'intervento chirurgico, dopo molti anni, le conseguenze sono infrequenti. Ci può essere una ricorrenza precoce o tardiva di una recidiva, quando compaiono nuovamente i sintomi del varicocele e l'allargamento dello scroto.

La recidiva viene curata con interventi ripetuti e non tutti i tipi di intervento chirurgico sono applicabili nel campo della recidiva. Si ritiene che il varicocele non provochi impotenza, oltre che un intervento chirurgico. La continuazione dell'attività sessuale nello stesso volume è possibile dopo il restauro finale.

Raccomandazioni per la vita attiva dopo varicocele

Raccomandazioni dopo l'operazione varicocele per quanto riguarda la vita sessuale sono abbastanza semplici. I medici consigliano di astenersi dai rapporti sessuali durante il periodo di recupero.

Dura dalle normali operazioni a 2-4 settimane, dopo microchirurgia a 3 settimane e dopo endovascolare a 3 giorni.

Dopo l'operazione, è possibile osservare il riposo a letto, venire alla consultazione per rimuovere i punti, indossare biancheria intima speciale, lavare sotto la doccia.

Non puoi fare bagni caldi, fare sport, fare sesso e masturbarti, sollevare pesi ed esagerare.

  • Il lavoro fisico leggero è possibile dopo l'operazione varicocele? Possibile nella limitazione varicocele dopo l'intervento chirurgico include un divieto di sollevamento pesi e sforzo fisico pesante. Il concetto di lavoro fisico facile è estensibile, quindi è necessario discutere con il medico curante la quantità specifica di possibile sforzo fisico per il periodo di recupero e negli anni successivi.
  • È possibile masturbarsi dopo un'operazione varicocele? La masturbazione dopo il varicocele è indesiderabile durante il periodo di recupero.
  • È possibile fare sesso dopo un'operazione varicocele? È possibile, dopo la fine completa del periodo di riabilitazione, ripristinare la vita sessuale nel vecchio volume senza perdita di qualità.
  • È possibile praticare sport dopo la chirurgia del varicocele? Per il periodo di recupero, gli sport dopo il varicocele sono vietati, dopo che la quantità di possibili carichi sportivi dovrebbe essere discussa con il medico, a volte il divieto di carico sportivo può durare diversi mesi.
  • Che cosa è possibile mangiare dopo l'operazione varikotsele? La dieta dopo il trattamento chirurgico delle vene varicose del testicolo dovrebbe essere finalizzata a prevenire la stitichezza, cibo nutriente e ricco di vitamine. La preferenza è data alla dieta mediterranea. Alcol dopo l'intervento chirurgico varicocele è meglio non usare, in quanto favorisce la disidratazione e la stitichezza.

Edema spinoso e testicolare dopo l'intervento chirurgico per eliminare il varicocele

L'edema del testicolo dopo l'intervento chirurgico per eliminare il varicocele è una forma di complicanze che si presentano a causa di danni ai piccoli capillari linfatici. Il periodo di gravi conseguenze può variare da diverse ore dopo l'intervento chirurgico a diversi anni, il tutto a seconda del grado di disturbo.

Potenziali minacce allo sviluppo di edema del testicolo dopo l'intervento chirurgico varicocele

La frequenza di formazione di idrocele (idrocele) dopo l'intervento dipende direttamente dal metodo dell'intervento chirurgico e dalla competenza del medico che agisce. Tutti i metodi possono essere convenzionalmente classificati in metodi tradizionali e microchirurgici di terapia d'emergenza. Gli interventi di microchirurgia sono meno rischiosi e hanno una bassa percentuale di complicanze. L'uso di moderne attrezzature con un aumento microscopico dei vasi sanguigni e dei capillari può isolare con precisione le vene varicose danneggiate dai vasi sanguigni e localizzarle bendando o sostituendo il sito ingrandito con una vena sana.

Tra le tecniche che non minacciano complicazioni, si può individuare l'operazione di Marmara. Questo è un intervento minimamente invasivo nell'integrità della pelle, che non viene effettuato mediante dissezioni tradizionali, ma da piccole punture, per l'inserimento di strumenti nella regione retroperitoneale. In totale, sono necessari 3 fori, uno dei quali è per la fotocamera, che visualizza l'intero processo di funzionamento interno con ingrandimento multiplo sullo schermo del monitor. E con due strumenti chirurgici, le vene danneggiate sono isolate e le graffette sono posizionate su di esse. Le manipolazioni durano non più di 40 minuti, senza perdita di sangue e successiva sutura. Il rischio di complicazioni, tra cui l'idropisia del testicolo dopo un'operazione di varicocele secondo Marmar, secondo le statistiche, non supera l'1%.

Varikotsele - la "peste maschile del XXI secolo". Il 57% degli uomini perde uno o due testicoli, diventa sterile impotente.

Se consideriamo il metodo chirurgico tradizionale di Ivanissevich, allora la copertura cutanea e muscolare e i tendini dell'ileo sono sezionati. Solo allora il chirurgo può vedere le vene allargate che portano allo scroto. Non solo questa tecnica lascia una cicatrice sul corpo, oggi è riconosciuta come la più inefficace e pericolosa in termini di recidiva della malattia e lo sviluppo di gravi complicazioni patologiche. La connessione di gravi conseguenze a questa operazione è spiegata dal fatto che durante l'intervento la vena interessata dalle vene varicose è visibile in misura limitata, e le sue diramazioni in alto o in basso non sono disponibili per una valutazione visiva della loro condizione. L'accesso inguinale di Ivanissevich nel 30% dei casi porta a un testicolo idropico.

Segni di idropisia dopo l'operazione varicocele

A metà o su entrambi i lati dello scroto, che erano affetti da varicocele, dopo l'operazione possono manifestarsi i seguenti sintomi, indicativi di idropisia:

  • un grande gonfiore delle ghiandole o uno scroto sproporzionato significativo su un lato;
  • sensazioni dolorose tentacolari;
  • a volte c'è un aumento della temperatura corporea;
  • la violazione del flusso linfatico e il ristagno del sangue rendono ogni movimento mentre camminano e indossano biancheria intima dolorante.

L'edema del testicolo dopo varicocele viene eliminato solo chirurgicamente.

Bogdan Strizhenko: "Come mi sono liberato del varicocele a casa per 1 settimana? Sono stato aiutato da uno normale."

Vita dopo chirurgia varicocele: recupero, possibili conseguenze e complicazioni, vita sessuale

Per prima cosa ti suggeriamo di definire cosa è il varicocele?

Questo è eccezionale malattia maschile, associato a una violazione del flusso di sangue nei testicoli.

I vasi di questo organo hanno una caratteristica: formano un plesso lobato, nel quale scorre il sangue dal testicolo e dal dotto deferente. Questo plesso forma la vena del testicolo, da cui il sangue entra nella cavità addominale.

Tuttavia, secondo alcune ragioni (pareti deboli di vasi sanguigni, pressione) il flusso sanguigno nel testicolo peggiora e si verifica il ristagno del sangue, la temperatura negli organi genitali aumenta, gli spermatozoi muoiono, si verifica la necrosi del testicolo.

Secondo le statistiche, il 15-17% degli uomini viene infettato dal varicocele. Il 35% dei casi di varicocele viene diagnosticato con ultrasuoni negli uomini che hanno raggiunto la pubertà. Il maggior numero di esordio della malattia è stato registrato negli adolescenti (14-15 anni) - 19,3%.

Col tempo, la malattia è curabile. Nelle fasi iniziali è sufficiente eliminare la causa concomitante (per esempio, vene varicose).

Nelle 3-4 fasi della malattia, il trattamento è esclusivamente utilizzabile.

I tipi più comuni di operazioni

  1. L'operazione aperta (secondo Ivanissevich): la pelle viene tagliata nell'ileo, quindi il tessuto muscolare e tendine viene tagliato nel canale inguinale, il testicolo viene separato e fasciato sull'anello interno del canale inguinale.
  2. Rivascolarizzazione testicolare microchirurgica (secondo Marmara): eseguito da una piccola incisione, utilizzando uno speciale microscopio chirurgico. Durante l'operazione, la vena dell'uovo viene trapiantata nella parete addominale. Quindi, il deflusso di sangue nel testicolo avviene attraverso le vene superficiali.
  3. Operazione endoscopica: la vena è legata al testicolo. Gli strumenti per la vena sono alimentati attraverso 3 forature della parete addominale anteriore, durante l'operazione sono guidati dall'immagine sul monitor (videocamera). Questa operazione ha il più piccolo periodo di riabilitazione, il paziente può tornare a casa il giorno successivo.
  4. Chirurgia endovascolare a raggi X.: raramente implementato; La sclerosi della vena nel testicolo sotto controllo a raggi X viene eseguita (una sostanza viene iniettata nella vena che lo ostruirà).

Cosa succede dopo l'intervento?

Si ritiene che si verifichino complicazioni dopo l'operazione varicocele Raramente.

Fondamentalmente, sono causati da un lavoro impreciso del medico o da difficoltà impreviste emerse durante l'operazione. Tuttavia, non ignorare tutti i possibili rischi.

A volte dopo un'operazione varicocele tale conseguenze:

  • piccoli ematomi;
  • arrossamento della pelle;
  • gonfiore dei tessuti attorno alle incisioni;
  • dalla ferita è possibile una scarica rosata o trasparente.

Tali sintomi sono considerati normali, non richiedono l'intervento di un medico.

È più facile da prevenire che trattare. Scopri le cause del varicocele, quindi non devi ricorrere alla chirurgia. Il farmaco che migliora la circolazione sanguigna La Troxerutina, che puoi leggere nel nostro materiale, aiuta con molte malattie venose.

Ma a volte può essere il seguente sintomi:

  • temperatura prolungata dopo l'intervento chirurgico;
  • forte dolore ai testicoli, gonfiore, arrossamento;
  • scarico giallastro, marrone dalla ferita, odore sgradevole;
  • un aumento dello scroto dal lato dove è stata eseguita la chirurgia (si verifica la stasi linfatica).

Complicanze posticipate

A volte, dopo molto tempo dopo l'operazione varicocele, certo problemi:

  1. Irritato di testicolo dopo l'operazione varicocele (idrocele). Apparirà solo se i vasi linfatici nel testicolo si sono incrociati durante l'operazione. La comparsa di idropisia dopo l'intervento chirurgico è stata registrata nel 9-10% delle operazioni eseguite. Quasi tutti i casi sono pazienti sottoposti a chirurgia a cielo aperto.
  2. dolore dopo l'intervento chirurgico varicocele (3-5% dei casi). Il disagio può durare abbastanza a lungo (la sua insorgenza è associata ad un'estensione delle appendici di uovo con sangue venoso).
  3. Molto raramente - atrofia o ipertrofia del testicolo, problemi con la produzione di sperma.
  4. Casi singoli lesioni del nervo genitale-femorale nel canale inguinale (manifestato dalla perdita di sensibilità del lato interno della coscia).
  5. A volte dopo l'operazione, alle vene non importa rimanere esteso. In questo caso, è possibile assegnare una ri-operazione o una correzione.
  6. Occasionalmente, l'operazione può influenzare negativamente la quantità di testosterone prodotta.
  7. È anche possibile ricaduta (25-40% - recidiva dopo chirurgia aperta, probabilità del 10-15% di ritorno della malattia dopo il metodo endovascolare, metodo enodoscopico - recidiva del 10%, trattamento microchirurgico - 2%). I bambini hanno maggiori probabilità di riportare problemi di flusso sanguigno.

Recupero dopo l'intervento chirurgico

L'intervento chirurgico con varicocele non è molto difficile e il recupero dopo l'intervento chirurgico varicocele avviene rapidamente e senza problemi.

Il paziente Un giorno o due possono essere scaricati in modalità home (di solito, 7-10 giorni si consiglia di essere a casa). Tuttavia, ogni caso è individuale, a volte è necessario mantenere il paziente in clinica più a lungo.

Ambulatoriale, la paziente visita il medico in un mese, mezzo anno, un anno e mezzo. L'esame, lo spermogramma è effettuato. Il dottore dà raccomandazioni generali riguardo a nat. carichi e misure preventive.

Periodo di recupero dipende dal tipo di operazione eseguita (ad esempio, l'intervento chirurgico con il metodo di Ivanissevich richiede 7-14 giorni di riabilitazione, chirurgia endovascolare - 1-2 giorni, varicellectomia microscopica - 2-3 giorni).

Inoltre, il periodo dipenderà dall'età del paziente (più alta è la fascia d'età, maggiore è il tempo di recupero).

Riabilitazione dopo l'intervento chirurgico varicocele Esso comprende:

  • la selezione di una modalità adeguata di attività sessuale e fisica;
  • terapia per prevenire l'infiammazione;
  • ulteriori metodi dipenderanno dal successo della guarigione e dal recupero del testicolo.

Vita sessuale

Su desiderio sessuale e potenza, malattia non ha influenza Dopo l'operazione, tutte le funzioni sessuali sono preservate.

L'unica cosa che il sesso dopo un'operazione varikotsele può prima causare sensazioni dolorose, quindi è possibile che un po 'di tempo dovrà astenersi (circa, 3 settimane).

Lo sperma viene completamente rigenerato 75 giorni dopo l'intervento.

Altri aspetti della vita

L'esercito

Dopo l'operazione, i pazienti ricevono un ritardo di 6 mesi.

sport

I carichi sono consentiti non prima di un mese. Le lezioni di bodybuilding sono escluse (o qualsiasi altro sport associato al sollevamento pesi). È necessario ridurre al minimo il carico sulla cavità addominale.

masturbazione

L'eccitazione sessuale troppo frequente di natura prolungata aumenta il flusso sanguigno di organi intimi e provoca una ricaduta.

Trattamento del varicocele e l'ulteriore possibilità di avere figli

Nella foto, spermatogramma dopo varicocele

Quando si verifica una malattia, la motilità degli spermatozoi diminuisce, riducendo la probabilità di successo del concepimento.

Tuttavia, se l'operazione viene eseguita in modo tempestivo, la funzione riproduttiva verrà preservata.

Molti uomini la funzione di spermatozoa è restaurata dopo l'intervento chirurgico (come si può vedere dallo spermogramma).

Gli esperti sostengono che se la funzione spermatica è normale, non è necessario trattare il varicocele.

Se ora stai attivamente cercando di avere un bambino, ma non succede nulla, fai una diagnosi bidirezionale (entrambi i partner). Forse la ragione sta nel varicocele! Se il problema può essere identificato in modo tempestivo - il trattamento aumenterà la probabilità di concepimento del bambino a volte!

Hai bisogno di un intervento chirurgico al varicocele?

Come si manifesta il varicocele nelle prime fasi e come identificare in modo indipendente la malattia? Sull'impatto della malattia sull'ulteriore possibilità di avere figli e vita intima in generale.

Vita dopo chirurgia varicocele: recupero, possibili conseguenze e complicazioni, vita sessuale

Per prima cosa ti suggeriamo di definire cosa è il varicocele?

Questo è eccezionale malattia maschile, associato a una violazione del flusso di sangue nei testicoli.

I vasi di questo organo hanno una caratteristica: formano un plesso lobato, nel quale scorre il sangue dal testicolo e dal dotto deferente. Questo plesso forma la vena del testicolo, da cui il sangue entra nella cavità addominale.

Tuttavia, secondo alcune ragioni (pareti deboli di vasi sanguigni, pressione) il flusso sanguigno nel testicolo peggiora e si verifica il ristagno del sangue, la temperatura negli organi genitali aumenta, gli spermatozoi muoiono, si verifica la necrosi del testicolo.

Secondo le statistiche, il 15-17% degli uomini viene infettato dal varicocele. Il 35% dei casi di varicocele viene diagnosticato con ultrasuoni negli uomini che hanno raggiunto la pubertà. Il maggior numero di esordio della malattia è stato registrato negli adolescenti (14-15 anni) - 19,3%.

Col tempo, la malattia è curabile. Nelle fasi iniziali è sufficiente eliminare la causa concomitante (per esempio, vene varicose).

Nelle 3-4 fasi della malattia, il trattamento è esclusivamente utilizzabile.

I tipi più comuni di operazioni

  1. L'operazione aperta (secondo Ivanissevich): la pelle viene tagliata nell'ileo, quindi il tessuto muscolare e tendine viene tagliato nel canale inguinale, il testicolo viene separato e fasciato sull'anello interno del canale inguinale.
  2. Rivascolarizzazione testicolare microchirurgica (secondo Marmara): eseguito da una piccola incisione, utilizzando uno speciale microscopio chirurgico. Durante l'operazione, la vena dell'uovo viene trapiantata nella parete addominale. Quindi, il deflusso di sangue nel testicolo avviene attraverso le vene superficiali.
  3. Operazione endoscopica: la vena è legata al testicolo. Gli strumenti per la vena sono alimentati attraverso 3 forature della parete addominale anteriore, durante l'operazione sono guidati dall'immagine sul monitor (videocamera). Questa operazione ha il più piccolo periodo di riabilitazione, il paziente può tornare a casa il giorno successivo.
  4. Chirurgia endovascolare a raggi X.: raramente implementato; La sclerosi della vena nel testicolo sotto controllo a raggi X viene eseguita (una sostanza viene iniettata nella vena che lo ostruirà).

Cosa succede dopo l'intervento?

Si ritiene che si verifichino complicazioni dopo l'operazione varicocele Raramente.

Fondamentalmente, sono causati da un lavoro impreciso del medico o da difficoltà impreviste emerse durante l'operazione. Tuttavia, non ignorare tutti i possibili rischi.

A volte dopo un'operazione varicocele tale conseguenze:

  • piccoli ematomi;
  • arrossamento della pelle;
  • gonfiore dei tessuti attorno alle incisioni;
  • dalla ferita è possibile una scarica rosata o trasparente.

Tali sintomi sono considerati normali, non richiedono l'intervento di un medico.

È più facile da prevenire che trattare. Scopri le cause del varicocele, quindi non devi ricorrere alla chirurgia. Il farmaco che migliora la circolazione sanguigna La Troxerutina, che puoi leggere nel nostro materiale, aiuta con molte malattie venose.

Ma a volte può essere il seguente sintomi:

  • temperatura prolungata dopo l'intervento chirurgico;
  • forte dolore ai testicoli, gonfiore, arrossamento;
  • scarico giallastro, marrone dalla ferita, odore sgradevole;
  • un aumento dello scroto dal lato dove è stata eseguita la chirurgia (si verifica la stasi linfatica).

Complicanze posticipate

A volte, dopo molto tempo dopo l'operazione varicocele, certo problemi:

  1. Irritato di testicolo dopo l'operazione varicocele (idrocele). Apparirà solo se i vasi linfatici nel testicolo si sono incrociati durante l'operazione. La comparsa di idropisia dopo l'intervento chirurgico è stata registrata nel 9-10% delle operazioni eseguite. Quasi tutti i casi sono pazienti sottoposti a chirurgia a cielo aperto.
  2. dolore dopo l'intervento chirurgico varicocele (3-5% dei casi). Il disagio può durare abbastanza a lungo (la sua insorgenza è associata ad un'estensione delle appendici di uovo con sangue venoso).
  3. Molto raramente - atrofia o ipertrofia del testicolo, problemi con la produzione di sperma.
  4. Casi singoli lesioni del nervo genitale-femorale nel canale inguinale (manifestato dalla perdita di sensibilità del lato interno della coscia).
  5. A volte dopo l'operazione, alle vene non importa rimanere esteso. In questo caso, è possibile assegnare una ri-operazione o una correzione.
  6. Occasionalmente, l'operazione può influenzare negativamente la quantità di testosterone prodotta.
  7. È anche possibile ricaduta (25-40% - recidiva dopo chirurgia aperta, probabilità del 10-15% di ritorno della malattia dopo il metodo endovascolare, metodo enodoscopico - recidiva del 10%, trattamento microchirurgico - 2%). I bambini hanno maggiori probabilità di riportare problemi di flusso sanguigno.

Recupero dopo l'intervento chirurgico

L'intervento chirurgico con varicocele non è molto difficile e il recupero dopo l'intervento chirurgico varicocele avviene rapidamente e senza problemi.

Il paziente Un giorno o due possono essere scaricati in modalità home (di solito, 7-10 giorni si consiglia di essere a casa). Tuttavia, ogni caso è individuale, a volte è necessario mantenere il paziente in clinica più a lungo.

Ambulatoriale, la paziente visita il medico in un mese, mezzo anno, un anno e mezzo. L'esame, lo spermogramma è effettuato. Il dottore dà raccomandazioni generali riguardo a nat. carichi e misure preventive.

Periodo di recupero dipende dal tipo di operazione eseguita (ad esempio, l'intervento chirurgico con il metodo di Ivanissevich richiede 7-14 giorni di riabilitazione, chirurgia endovascolare - 1-2 giorni, varicellectomia microscopica - 2-3 giorni).

Inoltre, il periodo dipenderà dall'età del paziente (più alta è la fascia d'età, maggiore è il tempo di recupero).

Riabilitazione dopo l'intervento chirurgico varicocele Esso comprende:

  • la selezione di una modalità adeguata di attività sessuale e fisica;
  • terapia per prevenire l'infiammazione;
  • ulteriori metodi dipenderanno dal successo della guarigione e dal recupero del testicolo.

Vita sessuale

Su desiderio sessuale e potenza, malattia non ha influenza Dopo l'operazione, tutte le funzioni sessuali sono preservate.

L'unica cosa che il sesso dopo un'operazione varikotsele può prima causare sensazioni dolorose, quindi è possibile che un po 'di tempo dovrà astenersi (circa, 3 settimane).

Lo sperma viene completamente rigenerato 75 giorni dopo l'intervento.

Altri aspetti della vita

L'esercito

Dopo l'operazione, i pazienti ricevono un ritardo di 6 mesi.

sport

I carichi sono consentiti non prima di un mese. Le lezioni di bodybuilding sono escluse (o qualsiasi altro sport associato al sollevamento pesi). È necessario ridurre al minimo il carico sulla cavità addominale.

masturbazione

L'eccitazione sessuale troppo frequente di natura prolungata aumenta il flusso sanguigno di organi intimi e provoca una ricaduta.

Trattamento del varicocele e l'ulteriore possibilità di avere figli

Nella foto, spermatogramma dopo varicocele

Quando si verifica una malattia, la motilità degli spermatozoi diminuisce, riducendo la probabilità di successo del concepimento.

Tuttavia, se l'operazione viene eseguita in modo tempestivo, la funzione riproduttiva verrà preservata.

Molti uomini la funzione di spermatozoa è restaurata dopo l'intervento chirurgico (come si può vedere dallo spermogramma).

Gli esperti sostengono che se la funzione spermatica è normale, non è necessario trattare il varicocele.

Se ora stai attivamente cercando di avere un bambino, ma non succede nulla, fai una diagnosi bidirezionale (entrambi i partner). Forse la ragione sta nel varicocele! Se il problema può essere identificato in modo tempestivo - il trattamento aumenterà la probabilità di concepimento del bambino a volte!

Hai bisogno di un intervento chirurgico al varicocele?

Come si manifesta il varicocele nelle prime fasi e come identificare in modo indipendente la malattia? Sull'impatto della malattia sull'ulteriore possibilità di avere figli e vita intima in generale.

Siete Interessati Circa Le Vene Varicose

Da quale unguento Troxevasin: patologia di vasi sanguigni, pelle, tessuti dolci

Prevenzione

Da questo articolo imparerai: cosa aiuta unguento o gel Troxevasin, in quali patologie e come usare correttamente questo farmaco....

Sezioni di riviste

Prevenzione

Se una persona prova difficoltà a camminare, specialmente quando sale le scale, il dolore e una sensazione di pesantezza alle gambe, questo è un segnale allarmante. Forse questo ha iniziato a sviluppare patologie che non possono essere ignorate....