emorroidi

Motivi

13 agosto 2011

emorroidi (in traduzione dal greco - emorragia) È una malattia molto comune che si verifica a seguito di un aumento del canale anale emorroidi. In condizioni sfavorevoli, i tessuti emorroidali ristagnano il sangue, il che porta ad un aumento delle dimensioni delle emorroidi e alla distruzione di legamenti e muscoli che tengono i nodi all'interno dell'ano.

I nodi emorroidali consistono in corpi cavernosi, e sono disposti nella forma di 3 pad nell'ano (questi sono nodi interni) e 3 pad all'interno del perineo vicino al canale anale (nodi esterni).

secernere interno emorroidi, quando solo le emorroidi interne sono ingrandite, e esterno, quando i nodi esterni sono ingranditi. C'è anche un aumento dei nodi interni ed esterni, quindi possiamo parlare combinato emorroidi.

Inoltre, ci sono due tipi di emorroidi - primario e secondario. Primaria nasce dall'aumento della pressione intra-addominale, durante la gravidanza, lavoro fisico pesante, lavoro sedentario, frequente costipazione, abuso di cibi piccanti, affumicati, alcool. Secondaria appare come una conseguenza di altre malattie, per esempio, con cirrosi epatica, tumori che portano a una violazione del deflusso venoso dalla pelvi e dal retto. Ci sono anche cronico e affilato emorroidi. La forma acuta è spesso una complicazione cronico emorroidi. Le emorroidi soffrono più del 10% della popolazione adulta del pianeta.

Cause di emorroidi

La maggior parte degli esperti concordano sul fatto che la causa principale delle emorroidi sia la disfunzione dei vasi del retto inferiore, che porta ad un aumento del flusso sanguigno e del suo ristagno nelle vene del retto, a seguito del quale aumentano i nodi emorroidali. Un altro fattore nel verificarsi di emorroidi è il cosiddetto fattore meccanico. Sotto l'influenza di fattori avversi e aumento delle emorroidi, si verifica una distruzione graduale Sistema muscolo-scheletrico, che mantiene i nodi nell'ano. Così, a seguito di un aumento delle emorroidi, così come dei cambiamenti distrofici nei legamenti e nei muscoli che li tengono dentro, iniziano a spostarsi verso il bordo del canale anale e cadono dall'ano.

Tuttavia, questo è solo uno dei possibili fattori, inoltre, si notano le seguenti cause di emorroidi:

  • predisposizione ereditaria alle emorroidi;
  • frequente stitichezza;
  • diarrea;
  • seduto prolungato nel bagno, sforzandosi con la defecazione;
  • gravidanza e nascita;
  • consumo eccessivo di cibo in scatola acuto, che causa irritazione nella zona anale;
  • uso frequente di caffè forte, tè, liquori;
  • stile di vita sedentario, più sedentario;
  • forte attività fisica;
  • sollevamento pesi;
  • in sovrappeso;
  • sesso anale;
  • situazioni stressanti;
  • malattie degli organi pelvici.

I sintomi delle emorroidi

Di solito le emorroidi si sviluppano gradualmente, nella fase iniziale, il disagio si sente solo nei disturbi intestinali, dopo intenso sforzo fisico, surriscaldamento o raffreddamento eccessivo. Più spesso, le emorroidi procedono in forma cronica con esacerbazioni periodiche.

I primi sintomi di emorroidi si manifestano con una sensazione di disagio nella zona dell'ano, i polmoni prurito anale, bruciore, sensazione di pesantezza, c'è la sensazione di un corpo estraneo, l'assegnazione di sangue rosso vivo durante la defecazione. A causa dell'espansione e del diradamento delle pareti delle navi cavernose, si formano piccole rotture, a seguito delle quali emorragia. Questi sintomi possono disturbare una persona per diversi anni. A poco a poco i sintomi si intensificano, i dolori compaiono durante la defecazione, la liberazione del sangue durante la defecazione, il dolore durante la deambulazione e durante la seduta, le macchie di sangue possono essere osservate nelle masse fecali. Il graduale aumento delle emorroidi e lo sviluppo di processi distrofici nell'apparato muscolo-scheletrico fanno sì che i nodi si spostino verso l'ano dell'ano. Questo porta alla loro perdita. Contro questo sfondo si può osservare anemia, debolezza generale, mancanza di respiro, palpitazioni cardiache, una diminuzione dell'emoglobina nel sangue.

Le emorroidi croniche sono divise in quattro fasi:

Il primo stadio caratterizzato dalla formazione di emorroidi nel retto, non sporgenti dall'ano. Potrebbe esserci disagio durante la defecazione e potrebbe anche verificarsi un sanguinamento. Tuttavia, questi sintomi di emorroidi possono non essere sempre osservati.

Sul il secondo stadio I nodi emorroidali durante la defecazione cadono dall'ano, ma sono auto-corretti. I nodi aumentano di dimensioni, il che porta al fatto che le pareti delle membrane mucose del nodo sono diradate e al sanguinamento costante durante la defecazione. I pazienti spesso si lamentano ardente nella regione dell'ano.

Sul il terzo stadio il dispositivo muscolo-scheletrico mantiene i nodi nel canale anale, ma i cambiamenti distrofici impediscono la normale contrazione di questo muscolo, anale sfintere Indebolito, in modo che i nodi caduti durante la defecazione debbano essere impostati indipendentemente. Disturbo grave prurito, ci sono forti emorragie. La perdita di sangue può portare ad una forte diminuzione del livello di emoglobina nel sangue.

Quarta tappa caratterizzato dal fatto che le emorroidi e la membrana mucosa del retto cadono al minimo sforzo fisico. In questa fase, l'apparato muscolo-scheletrico del canale anale viene distrutto, il che contiene i nodi. ci trombosi di emorroidi, sanguinamento pesante, ritiro involontario di feci liquide, muco.

Le emorroidi acute sono il più delle volte una complicanza di emorroidi croniche e si verificano con trombosi di emorroidi edematose dolorose esterne ed interne. secernere tre stadi di emorroidi acute.

Sul il primo i pazienti sentono una sensazione di bruciore all'ano, specialmente dopo la defecazione, le emorroidi sono di piccole dimensioni, dolorose alla palpazione.

a il secondo stadio i dolori all'ano si osservano costantemente, si intensificano quando si cammina e in posizione seduta, palpazione le emorroidi infiammate condensate sono molto dolorose, la temperatura corporea aumenta.

per il terzo stadio gonfiore caratteristico dell'ano, trombosi si diffonde alle emorroidi, i nodi acquisiscono un colore cremisi o ciliegia scura, il dolore è molto intenso.

In qualsiasi forma di malattia, è necessario il trattamento tempestivo delle emorroidi, in assenza di esso, necrotico, Le mucose ulcerano, che può portare a acuta paraproctitis.

Emorroidi in donne in gravidanza

Molto spesso, le emorroidi compaiono durante l'ultimo trimestre di gravidanza e parto. Le cause dell'apparizione delle emorroidi sono la contrazione di un utero allargato vene intestinali, che porta ad un deterioramento del flusso sanguigno dall'intestino e dal perineo. Le vene aumentano di diametro e cambiano forma. La stitichezza periodica nelle donne in gravidanza può anche provocare la comparsa di emorroidi.

Tuttavia, nella maggior parte delle donne i sintomi delle emorroidi passano dopo il parto, pertanto si ritiene che le cause delle emorroidi possano essere cambiamenti ormonali. Trattare le emorroidi subito dopo aver trovato i primi sintomi. È importante trattare la stitichezza, ad esempio, assumendo farmaci per allentamento delle feci (forlaks, Laminaride, Metilcellulosa), osservate le regole di igiene (lavaggio dell'ano dopo la defecazione). Farmaci per le emorroidi (Aurobin, sollievo ecc.) sono usati principalmente esternamente nella forma di unguenti e supposte. L'intervento chirurgico è effettuato solo in casi gravi.

La prevenzione delle emorroidi dovrebbe essere effettuata dai primi giorni di gravidanza - fare la dieta letterato per prevenire la stipsi, non indossare le cinture strette, trascorrere più tempo all'aria aperta, escursioni utili.

Diagnosi di emorroidi

Le emorroidi vengono diagnosticate durante l'esame dell'ano del paziente. Le emorroidi esterne sono definite come frange, circondando l'ano. Nella prima fase della malattia emorroidi interne sono determinate con difficoltà, e cominciano ad apparire nel lume del canale anale durante lo sviluppo della malattia, possono cadere sforzo. La principale diagnosi di emorroidi comprende:

  • palpazione retto;
  • rektoromanskopiya viene eseguito per esaminare la membrana mucosa del retto e la parte inferiore del colon sigmoide;
  • colonscopia viene eseguito per determinare la condizione della mucosa rettale;
  • anoscopy, effettuato con emorroidi, rende possibile valutare la presenza, la posizione e l'estensione di aumento dei nodi interni. Con l'aiuto di anoscopia, una scelta di metodo di trattamento è effettuata.

Tali studi completi possono anche identificare malattie concomitanti del tratto gastrointestinale e, se necessario, effettuare il trattamento.

Trattamento delle emorroidi

Scegliere un metodo di trattamento emorroidi dipende dallo stadio della malattia, dalla gravità dei sintomi e dalla presenza di malattie concomitanti. Per il trattamento delle emorroidi, di solito viene eseguito un trattamento complesso.

Nella fase iniziale emorroidi croniche (1 ° e 2 ° stadio) è soggetto a trattamento conservativo, diretto su lotta contro esacerbazioni accompagnate da un'emorragia, per liquidazione di una sindrome dolorosa. Se inizi il trattamento in tempo, può rallentare molto il decorso della malattia. È molto importante seguire una dieta speciale e una dieta corretta, con un regolare svuotamento dell'intestino. Dalla dieta è necessario escludere piatti affilati, piccanti, grassi, alcool. Hai bisogno di mangiare cibi ricchi di fibre vegetali (verdure fresche, cereali, cereali), crusca, bere più acqua minerale, fare esercizio regolarmente, lavare l'ano con acqua fredda dopo defecazione. Senza osservare queste regole, le esacerbazioni della malattia si ripeteranno più spesso.

Il trattamento delle emorroidi utilizza con successo sia generali che locali antidolorifici, unguento comprime, antinfiammatorio e flebotonicheskie farmaci. Le candele sono utilizzate principalmente per le emorroidi interne, gli unguenti - per le emorroidi esterne.

In presenza di prurito e altre sensazioni dolorose si consiglia di utilizzare supposte rettali con anestezin, novocaina, basato su burro di cacao o lanolina. Nel trattamento di emorroidi croniche, candele con trombina. Con l'aiuto di sindromi dolorose associate a processi infiammatori nel nodo trombizzato o nei tessuti circostanti analgesici non narcotici (Nise, voltaren, diclofenac), così come anestetici locali combinati sotto forma di unguenti e gel (epatrombina G, ultraprokt).

Sul sito circostante, i tessuti per la rimozione dell'infiammazione causano confezioni di unguenti (levomekol, unguento Vishnevsky). Con il prurito, puoi fare compresse da unguenti con idrocortisone, candele con Proktosedilom. Trombosi di emorroidi Viene trattato con l'uso di farmaci combinati, con componenti analgesici, antinfiammatori e trombolitici che rimuovono l'infiammazione nei nodi (gelpan, gepatrombin, venobene).

Quando si usa il sanguinamento si usano farmaci emostatici che si dissolvono quando vengono inseriti nel canale anale, formando un film che blocca i siti sanguinanti dei nodi (spugne con adroksonom, beriplast). I medici prescrivono anche i farmaci flebotonici che aumentano il tono vascolare (detraleks).

Per aumentare l'efficacia delle droghe locali, è necessario prendere fondi che migliorino il tono dei vasi venosi e prevengano la trombogenesi (troksevazin, detraleks, forte ginkor, endotelon). Nelle forme croniche di emorroidi, l'uso di farmaci combinati può dare un effetto temporaneo positivo.

Sempre più diffuso metodi minimamente invasivi trattamento delle emorroidi, eseguito su base ambulatoriale. L'operazione è necessaria se il paziente ha emorroidi, che non possono essere riparate, dolore retto severo, prurito, sanguinamento. Per il trattamento dei pazienti del 1 ° e 2 ° stadio delle emorroidi si usano i seguenti metodi:

  • scleroterapia (introduzione di un agente sclerosante nel nodo che causa l'appiattimento della nave);
  • coagulazione focale all'infrarosso (l'effetto dell'energia termica sul nodo, causando l'incollaggio della nave a causa dell'evaporazione dell'acqua intracellulare);
  • legatura di emorroidianelli di lattice (sulla base dei nodi viene inserito un anello che provoca una violazione dell'afflusso di sangue, a seguito del quale i nodi vengono respinti);
  • crioterapia (nodo che si congela per 2-3 minuti, dopo di che muore quest'ultimo).

È un altro metodo comune per il trattamento delle emorroidi Il metodo di Longo (troncando il sito della mucosa rettale sopra il nodo emorroidario). Rimozione chirurgica dei nodi (emorroidectomia), è mostrato al 3 ° e 4 ° stadio della malattia, in presenza di nodi grandi, sanguinamento intenso, malattie concomitanti del retto. Recentemente ha iniziato ad applicare metodo di emorroidectomia spillatrice (graffette) - una imposizione circolare delle graffette sulla sporgenza della mucosa anorettale con l'aiuto di una pinzatrice.

Va notato, nonostante il loro basso impatto e bassa morbilità (ad eccezione gemorroidektomii) di queste manipolazioni dopo le operazioni possono sviluppare complicazioni, vale a dire di ricaduta, sanguinamento rettale, dolore intenso, ascesso.

È importante ricordare che i sintomi delle emorroidi possono essere manifestazioni di altre malattie, come il sanguinamento anorettale, i tumori del retto e il canale anale, ragade anale, emangioma, endometriosi, lesioni del retto, prolasso del canale anale e molti altri. Pertanto, alla prima comparsa dei sintomi di cui sopra, non ritardare la visita dal medico.

A casa, per ridurre gonfiore e dolore, con emorroidi mostrando bagni sessili caldi quindici minuti 3 volte al giorno dopo la defecazione. In acqua, una soluzione di permanganato di potassio (permanganato di potassio), o un decotto di erbe medicinali - ortica, foglie di ontano, trifoglio, pepe erba di montagna. Nella farmacia è possibile acquistare uno speciale raccolta antiemorrhoidale.

Nel trattamento delle emorroidi vengono spesso utilizzati rimedi popolari, ma senza consultare un medico, l'automedicazione può portare a conseguenze indesiderabili. Le emorroidi in donne in gravidanza sono trattate solo sotto la supervisione di un medico, in nessuna circostanza la medicina popolare deve essere utilizzata durante la gravidanza.

Prevenzione delle emorroidi

La prevenzione delle emorroidi, sia alla malattia e dopo l'intervento chirurgico è quello di normalizzare l'attività del tratto digestivo, soggetti a dieta ipocalorica, il trattamento della costipazione. Per prevenire la formazione di emorroidi necessità di garantire il normale funzionamento dell'intestino, a che fare con i disordini della sedia, per evitare sovratensione durante la defecazione.

Si dovrebbe anche mangiare bene, bere acqua minerale, per quanto possibile, di limitare l'uso di alimenti vivi, piccanti e marinati, bevande alcoliche, causando il flusso di sangue alla zona pelvica, praticare una buona igiene, lavare l'ano con acqua fredda dopo la defecazione, esercizio fisico regolare. È necessario evitare l'ipotermia. Con il lavoro sedentario, ogni ora costa 10 minuti per eseguire diversi esercizi fisici stando in piedi. È raccomandata la gravidanza ginnastica, escursioni a piedi.

Che cosa causa le emorroidi? Le principali cause di emorroidi

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, le emorroidi si verificano nel 15% della popolazione, infatti questa cifra è più 2 - 3 volte.

Le emorroidi sono costituite da vene emorroidarie dilatate, patologicamente ingrandite del retto, che formano noduli.

Che cosa causa le emorroidi e perché alcune persone ce l'hanno, ma altre no, il proctologo può rispondere clinicamente.

Se nel passato recente si riteneva che la ragione principale del suo aspetto fosse il lavoro sedentario, oggi sono stati dimostrati diversi fattori di rischio che contribuiscono alla comparsa delle emorroidi.

Cause dell'apparenza

Elenchiamo i principali motivi per cui le emorroidi possono apparire in uomini e donne:

  1. Eredità. Le pareti deboli dei vasi che provocano le vene varicose sono ereditate a livello genetico. In pratica, ci sono intere generazioni di parenti affetti da vene varicose e, di norma, hanno emorroidi.
  2. Gravidanza e parto. L'inizio della gravidanza è un test serio per il corpo di una donna. Il feto in via di sviluppo e l'utero allargato esercitano pressione sugli organi interni. C'è una violazione dell'equilibrio di afflusso e deflusso di sangue verso gli organi della piccola pelvi. Durante questo periodo si formano emorroidi latenti interne. Le emorroidi esterne nelle donne si manifestano durante il parto. Il passaggio del bambino attraverso il canale del parto provoca la spremitura dei plessi venosi. Il deflusso del sangue viene disturbato, i nodi interni delle emorroidi aumentano di dimensioni e durante i prelievi escono.
  3. Sollevamento pesi L'esercizio fisico e l'esercizio fisico (sollevamento pesi, esercizi di sollevamento pesi) suggeriscono, durante il sollevamento pesi, l'aumento della pressione intra-addominale e l'afflusso di grandi quantità di sangue in vasi situati vicino al retto. I muscoli dello sfintere sono in tensione costante, che porta al loro indebolimento. Emorroidi negli uomini impegnati in pesanti lavori fisici, e in sollevatori di pesi - un fenomeno abbastanza comune.
  4. Stile di vita sedentario i proctologi si mettono al primo posto tra le ragioni, a causa delle quali iniziano le emorroidi. Meno una persona si muove, più lentamente la circolazione sanguigna nei suoi vasi sanguigni. La circolazione del sangue negli organi pelvici viene interrotta. Il ristagno di sangue nel plesso emorroidario porta alla loro espansione e alla loro deformazione.
  5. Relazioni sessuali non standard. L'occupazione di sesso non standard è un modo diretto per la formazione di emorroidi. Con la penetrazione del pene nell'ano, l'eccitazione delle terminazioni nervose avviene nell'ano dell'ano, che attiva l'attività del sistema circolatorio. Ma l'ano non è un luogo inteso per l'intimità: non è elastico, non può allungarsi per accettare oggetti di grandi dimensioni, i muscoli sono in costante tensione. Questo impedisce al sangue di circolare normalmente negli organi pelvici e causa emorroidi.Una conferma che l'emorragia anale può essere curata dalle emorroidi è un mito.
  6. Malattie croniche Le malattie del tratto gastrointestinale che causano stitichezza sono spesso la causa principale della comparsa di emorroidi. Stitichezza ed emorroidi - fenomeni strettamente correlati tra loro. La defecazione con vitelli solidi e secchi contribuisce alla formazione di processi infiammatori nell'ano. Una tensione eccessiva sui colpevoli di quelle emorroidi vilazit. Oltre alle malattie gastrointestinali, le emorroidi possono causare cirrosi epatica, ipertensione, aterosclerosi, vene varicose degli arti inferiori, diabete mellito.
  7. Potenza. Sulla dieta dipende dallo stato di salute, benessere, aspetto. Spuntini in movimento, mangiare asciutto, hobby per i pasti taglienti possono causare stitichezza. Problemi di "jamming", snack mentre si guarda la TV, chip, cracker, bevande gassate porteranno all'obesità. E a causa dell'obesità e della stitichezza, appaiono le emorroidi.
  8. Diete e clisteri. Questo causa la malattia di pazienti molto giovani. Emorroidi nelle ragazze sorgono a causa del fatto che spesso siedono su diete dure e praticano clisteri quotidiani, rilassando i muscoli rettali.

L'aumento della pressione è anche un fattore di rischio per lo sviluppo di emorroidi. Nei pazienti ipertesi, il sangue scorre intensamente verso gli organi della piccola pelvi e trabocca i plessi venosi. L'afflusso di sangue supera il deflusso e i corpi cavernosi rimangono riempiti per molto tempo. Questo è il catalizzatore per l'inizio delle emorroidi.

Che cosa sono le emorroidi?

Le emorroidi sono di due tipi: interno ed esterno. Molti pazienti non sanno dove appare la emorroide interna e dove si trova quella esterna. Perché sono così chiamati e in che modo differiscono l'uno dall'altro.

  • Emorroidi interne - la formazione di emorroidi sul plesso venoso delle vene varicose. Si forma sotto la mucosa, lungo la linea dentata del canale anale, all'interno del retto. La malattia procede indolore, può essere rilevata solo mediante esame. Con emorroidi interne, i nodi prolasso non si verificano.
  • Le emorroidi esterne sono formate dal plesso venoso sotto la pelle dell'ano. I nodi infiammati cadono e sono chiaramente visibili durante l'ispezione visiva. Le emorroidi esterne causano ragadi anali e sensazioni dolorose.

Ci sono 2 tipi di decorso della malattia: acuta e cronica.

Lo stadio acuto è accompagnato da forte dolore, sanguinamento, infiammazione della pelle nell'ano. I nodi emorroidali si gonfiano, hanno una sfumatura bluastra. La condizione generale è caratterizzata da malessere e aumento della temperatura corporea.

Quanto ci vuole?

Le emorroidi possono svilupparsi a lungo, periodicamente infiammate e scomparendo per un po '.

  • 1 stadio. L'immagine dei vasi della membrana mucosa si intensifica e si manifesta visivamente. Iniziano i cambiamenti distrofici nella struttura muscolo-scheletrica. Ci sono sensazioni sgradevoli nell'area dell'ano, una sensazione di non svuotamento totale dopo la defecazione. I nodi emorroidali non cadono, il sanguinamento è raro e minore.
  • 2 fasi. I nodi di piccole dimensioni scompaiono e scompaiono da soli. Potrebbe esserci sanguinamento. Appare prurito. Lieve degenerazione visibile dei muscoli e dei legamenti.
  • Fase 3. La quantità di sanguinamento aumenta. I nodi sono altamente infiammati, non scompaiono da soli, ma sono facilmente riempiti con le mani. I muscoli perdono elasticità. Il prurito è peggio
  • 4 ° stadio. I nodi emorroidali sono infiammati, le mani non si riforniscono. Se riescono a riempirli, si ritirano proprio lì. Un prurito insopportabile quasi tutto il giorno. Il dolore è sentito costantemente. Con la defecazione, sanguinamento regolare. Lo scheletro muscolo-legamentoso perde la sua funzione. Possibile incontinenza di feci.
al contenuto ↑

I sintomi delle emorroidi

La sintomatologia delle emorroidi è ben studiata. I sintomi della malattia sono difficili da confondere con qualsiasi altro:

  • Sangue nelle feci.
  • Sensazioni dolorose durante la defecazione e dopo di essa.
  • Prurito nell'ano.
  • Sensazione di svuotamento incompleto.
  • Il nodo emorroidario salta fuori.
  • Sigilla nell'ano.
  • Sanguinamento durante e dopo la defecazione.
  • Incontinenza delle feci

A che età può apparire?

Uomini e donne possono guadagnare emorroidi. I medici dicono che alcuni decenni fa le emorroidi erano ammalate solo da pazienti di età.

Ora la malattia è "più giovane". Ipodinamia, un passatempo costante al computer - la ragione per cui le emorroidi in 17 anni non sono così rare.

Pertanto, sul tema del rischio di età delle emorroidi, i medici dicono che puoi ammalarti a qualsiasi età, anche la più giovane.

Come trattare?

Terapia conservativa Le medicine trattano le emorroidi nelle fasi iniziali della malattia:

  • Le compresse rinforzeranno le pareti dei vasi, fermeranno il processo infiammatorio, anestetizzano, stabilizzano il flusso sanguigno.
  • Le preparazioni a scopo locale (candele, unguenti) avranno un effetto antisettico, rimuoveranno l'infiammazione, il prurito.

I metodi minimamente invasivi sono utilizzati in caso di decorso acuto della malattia con prolasso di linfonodi, sanguinamento, dolore e prurito:

  • Scleroterapia: l'introduzione di farmaci nei nodi emorroidali allo scopo di incollarli e sostituirli con tessuto connettivo.
  • Legatura - pizzicando l'anello in lattice della base del nodo, a cui si interrompe l'afflusso di sangue e si verifica un appassimento graduale.
  • Laser: la procedura è costosa e inaccessibile, praticamente non utilizzata.

Il trattamento chirurgico comporta il ricovero in ospedale per un massimo di 10 giorni, viene utilizzato nei casi difficili, se altri metodi non sono efficaci.

Le emorroidi sotto anestesia vengono rimosse e vengono applicati i punti. Dopo un'operazione chirurgica, è richiesto un periodo di riabilitazione con trattamento conservativo.

Cosa devi sapere sulle emorroidi e sui loro sintomi? Metodi di base di diagnosi, trattamento e prevenzione delle malattie

Secondo le statistiche, un quinto della popolazione adulta del nostro pianeta soffre di emorroidi. Ma non tutti riconoscono il loro problema e chiedono aiuto medico, quindi il numero di pazienti con questa malattia è molto maggiore di quello informato dalle fonti competenti.

Che cos'è questa malattia insidiosa, le cause della sua insorgenza, quali sintomi disturbano i pazienti nelle emorroidi, cosa è pericoloso per le emorroidi, le emorroidi sono pericolose per la vita e come trattarle? Le risposte a tali domande comuni sono nel nostro articolo.

Che cosa sono le emorroidi?

emorroidi È una malattia della regione anorettale (zona dell'ano), che si basa su alterazioni degenerative-distrofiche nella rete venosa della sfera sottomucosa del retto con la formazione di coni emorroidali (nodi). Coni emorroidali, nel processo di progressione della malattia, può diventare infiammata, sanguinare, cadere, essere violata, trombizzata, che porta molta sofferenza al paziente e talvolta causa un pericolo per la sua vita.

Cause di emorroidi

Le cause delle emorroidi sono suddivise in vascolari e meccanici:

  1. La base dei disturbi vascolari è l'aumento del flusso sanguigno nella regione anale lungo i vasi arteriosi e una violazione del deflusso attraverso le vene, che porta all'ipertrofia dei corpi cavernosi e alla formazione di coni emorroidali. Disturbi vascolari si verificano sullo sfondo di uno stile di vita sedentario, malnutrizione, stitichezza cronica, gravidanza o abuso di alcool.
  2. Le cause meccaniche delle emorroidi sono quando l'ipertrofia delle emorroidi si verifica sotto l'influenza di fattori sfavorevoli che portano a ritardi eccessivi e cambiamenti distrofici nelle fibre muscolari del muscolo retto del retto. Di conseguenza, i nodi emorroidali si spostano verso l'ano e ne escono.

Le emorroidi sono una malattia multifattoriale, causata dai seguenti motivi:

  • costipazione cronica o diarrea;
  • ipodynamia e prolungato soggiorno in posizione seduta. Soprattutto, le emorroidi soffrono di rappresentanti di tali professioni come autisti, impiegati, cassieri, ecc.;
  • lavoro fisico pesante (costruttori malati, caricatori, atleti, sollevatori di pesi);
  • dieta sbagliata e malsana (abuso di cibi piccanti, regime alimentare insufficiente, consumo di cibo, scarsa fibra);
  • abuso di alcol;
  • predisposizione ereditaria;
  • portamento del bambino, parto naturale;
  • l'obesità, in particolare il tipo addominale, quando il grasso si deposita nell'addome);
  • supercooling sistematico nella regione pelvica;
  • patologia cronica del cuore e dei vasi sanguigni;
  • neoplasma nella piccola pelvi.

Tipi di emorroidi

Quali sono i tipi di emorroidi? In pratica, è consuetudine distinguere tra emorroidi interne, esterne e combinate.

Emorroidi interne - questa è l'ipertrofia del plesso venoso del retto sopra i suoi sfinteri. Pertanto, è impossibile vedere i cambiamenti patologici in modo indipendente. A 3-4 stadi della malattia, i coni emorroidi cadono dal canale rettale e possono essere visti. I principali sintomi delle emorroidi interne sono la presenza di sangue sulle feci durante la defecazione, il dolore durante la defecazione e la stitichezza.

Emorroidi esterne o esterne - Vene varicose delle vene emorroidarie della regione anale. Cioè, l'infiammazione è al di sotto del livello dello sfintere anale e il paziente può esaminare in modo indipendente l'aspetto dei nodi danneggiati. In questo caso, i pazienti si lamentano raramente di sanguinamento durante la defecazione, ma, a differenza dei pazienti con emorroidi interne, sono preoccupati per il dolore intenso all'ano.

Emorroidi combinate - ipertrofia delle vene emorroidarie del retto e delle vene sottocutanee della regione anale. Le emorroidi combinate combinano le caratteristiche delle prime due specie.

Quadro clinico delle emorroidi

Nella maggior parte dei casi, le emorroidi si verificano cronicamente con periodi di esacerbazione e remissione. Se non viene trattato, progredisce, causando cambiamenti irreversibili nell'apparato venoso della regione anorettale.

I pazienti possono avvertire i primi sintomi delle emorroidi, ma non attribuiscono importanza a questo o non riconoscono il loro problema. Dopo tutto, la maggior parte dei pazienti non si rivolge a un medico, provando vergogna e imbarazzo.

Esacerbazioni di emorroidi agli stadi iniziali sono di breve durata e i suoi sintomi non sono pronunciati. Una esacerbazione si verifica quando vi sono violazioni delle feci, durante il periodo di gestazione, dopo una violazione della dieta o abuso di alcol.

Sfortunatamente, la maggior parte dei casi di emorroidi viene diagnosticata in fasi successive, perché i pazienti vanno dal medico quando non c'è forza per resistere. Se il trattamento delle emorroidi è iniziato inopportuno, i periodi di esacerbazione diventano più lunghi e la remissione - a breve termine. Inoltre, ci possono essere varie complicazioni della malattia, di cui parleremo più avanti.

Durante la remissione, il paziente non ha alcun segno di emorroidi, se aderisce a uno stile di vita sano, mangia correttamente e non aumenta la gravità eccessiva.

Nel processo di sviluppo, ci sono quattro fasi di emorroidi:

  1. I nodi emorroidali sono leggermente ipertrofizzati e sporgono nel lume del canale retto. I pazienti possono talvolta osservare sangue sulle feci durante l'atto di defecazione.
  2. I nodi emorroidali sono ingranditi a dimensioni considerevoli e cadono dall'ano, rientrando autonomamente indietro.
  3. I nodi emorroidali cadono dal retto come nella defecazione, quindi dopo uno sforzo fisico. Possono essere regolati manualmente.
  4. I nodi emorroidali cadono dal retto e non possono essere corretti. La malattia è spesso complicata da sanguinamento, può essere una violazione di emorroidi, trombosi, infezioni - questo è ciò che le emorroidi pericolose per la vita del paziente.

I sintomi delle emorroidi

I seguenti segni di emorroidi indicano l'aspetto del problema:

  • sanguinamento durante l'atto di defecare o dopo di esso. Il sanguinamento può essere sotto forma di gocce, striature sulle feci, tracce sulla biancheria intima, molto raramente sotto forma di emorragia massiccia;
  • prolasso delle emorroidi dall'ano. Nel primo e nel secondo stadio della malattia, i nodi si raggruppano in modo indipendente e, nelle fasi finali, i pazienti devono indirizzarli manualmente nel canale rettale;
  • dolori di carattere costante e rumoroso, che aumentano dopo essere andati in bagno;
  • sensazione di disagio e pesantezza nell'ano;
  • prurito nell'ano, derivante dal flusso di muco dal canale rettale. Questo liquido irrita la pelle vicino all'ano;
  • gonfiore dei tessuti molli situati nell'ano.

Questa è una lista delle caratteristiche principali. È difficile dire quali sintomi di emorroidi si manifestano in un particolare paziente. Tuttavia, conoscere la sintomatologia generale sarà utile per ogni persona.

Cosa può causare le emorroidi?

Scopriamo che cosa provoca le emorroidi nei pazienti - è pericoloso e così terribile le sue complicanze.

Le emorroidi possono essere complicate dalle seguenti condizioni:

  • Sanguinamento da emorroidi, che possono essere insignificanti sotto forma di gocce o un flusso sottile, e in rari casi - massiccio. Questa complicazione è quasi sempre associata a un atto di defecazione. Il sanguinamento durante le emorroidi non influisce sulle condizioni del paziente, ma a volte può portare all'anemia.
  • Caduta di emorroidi dall'ano. Questa complicazione è tipica delle 2-3 fasi della malattia. Nelle fasi iniziali dello sviluppo delle emorroidi, i nodi escono dopo essere andati in bagno, ma con la progressione della malattia, il prolasso dei nodi si verifica durante uno sforzo fisico minore e persino starnuti, tosse e risate intense. I pazienti devono regolare manualmente i nodi emorroidali al canale rettale.
  • La violazione delle emorroidi nell'ano è dovuta a uno spasmo infiammatorio o riflesso dello sfintere anale. I pazienti lamentano dolore intollerabile e la presenza di nodi caduti nell'ano. Se non aiuti il ​​paziente in tempo, può verificarsi trombosi.
  • La trombosi delle emorroidi è la complicanza più grave delle emorroidi, in cui non ci sono solo cambiamenti locali nell'ano, ma anche una violazione delle condizioni generali del paziente. La condizione richiede cure mediche urgenti. Nell'esaminare l'area anorettale, i nodi emorroidali sono tesi, gonfiati, ingrossati, rosso scuro, talvolta con aree di necrosi. I pazienti possono manifestare malessere generale, diminuzione dell'appetito, febbre, nausea, vomito.

Metodi per diagnosticare le emorroidi

Per diagnosticare una malattia, è importante studiare attentamente le emorroidi e i suoi sintomi principali, fare un'anamnesi della malattia e scoprire la presenza di fattori provocatori.

Dopo l'interrogatorio, il medico inizia l'esame fisico. Il metodo principale nella diagnosi delle emorroidi interne è un esame delle dita del retto.

Come viene eseguito l'esame del dito rettale?

L'esame rettale viene eseguito dopo aver rimosso il dolore acuto. Il paziente giace su un fianco, le gambe si piegano sulle articolazioni del ginocchio e disegna gli arti sul petto. Il medico indossa i guanti, introduce un dito indice nell'ano, lubrificato con vaselina e palpa la superficie interna del retto.

Questo metodo consente:

  • valutare la condizione dei tessuti del canale rettale;
  • valutare la capacità funzionale dello sfintere dell'ano;
  • valutare il rilievo della mucosa del canale rettale;
  • determinare la condizione dei tessuti situati intorno al retto;
  • trovare emorroidi, crepe e altri difetti della mucosa;
  • determinare dove e a che distanza dallo sfintere dell'ano è il nodo emorroidario;
  • stimare le dimensioni delle emorroidi, il loro dolore e consistenza;
  • per determinare la presenza di sanguinamento dal retto.

Per chiarire la diagnosi si possono usare metodi come l'anoscopia, la colonscopia (rettomanoscopia) con emorroidi, l'irrigoscopia.

Anoscopia (esame della superficie interna del canale rettale con un dispositivo speciale - un anoscopio) consente di esaminare il retto per 8-12 cm.

La colonscopia, o rettomanoscopia, viene eseguita non tanto per la diagnosi di emorroidi, quanto per differenziarlo da un'altra patologia, ad esempio il cancro. Con l'aiuto di un rectomanoscope, è possibile esaminare 25 cm dell'intestino crasso.

Trattamento delle emorroidi

Il trattamento delle emorroidi dipende dalla gravità delle manifestazioni e dallo stadio della malattia.

Esistono due metodi di trattamento delle emorroidi: conservativo e operativo.

Il trattamento conservativo consiste nell'uso di medicinali di azione sistemica e locale e viene utilizzato nelle fasi iniziali della malattia. La terapia conservativa è finalizzata alla rimozione della sindrome del dolore, alla prevenzione delle complicanze e all'esacerbazione, è utilizzata per la preparazione preoperatoria e la riabilitazione post-operatoria dei pazienti.

La terapia farmacologica per le emorroidi comprende i seguenti tipi di medicinali:

  • I farmaci antinfiammatori non steroidei e gli analgesici sono usati per alleviare il processo infiammatorio e il dolore nell'ano. Ai pazienti vengono prescritti farmaci quali Analgin, Diclofenac, Naise, Ibuklin;
  • venotonica per la normalizzazione del tono dei vasi venosi - Detralex, Flebodia, Venoton, Troxevasin;
  • emostatici per interrompere il sanguinamento dai coni emorroidali - Vikasol, Dicinon, Cloruro di calcio;
  • unguento sulla base della nitroglicerina per alleviare lo spasmo dello sfintere anale;
  • unguenti a base di eparina per prevenire la trombosi delle emorroidi;
  • lassativi per normalizzare le feci - Douphalac, Normaise, Bisocadil.

Trattamento chirurgico I nodi emorroidali vengono utilizzati in caso di terapia conservativa inefficace o in caso di complicanze.

Ai fini del trattamento chirurgico delle emorroidi, possono essere utilizzate tecniche minimamente invasive ed emorroidectomia.

Praticare questi metodi minimamente invasivi per il trattamento delle emorroidi, come ad esempio:

  • trattamento con radiazioni infrarosse;
  • scleroterapia di vasi emorroidali con fluidi speciali;
  • legatura di emorroidi con anelli di lattice;
  • desarterizzazione transanale delle arterie emorroidali sotto il controllo degli ultrasuoni;
  • elettrocoagulazione;
  • coagulazione con raggi laser.

Il vantaggio di questi metodi è che non richiedono lunghi ricoveri, la procedura stessa è ben tollerata e il rischio di complicanze nel periodo postoperatorio è significativamente ridotto.

Lo svantaggio di queste tecniche è che le emorroidi possono sorgere di nuovo. Inoltre, i metodi minimamente invasivi sono adatti per il trattamento di soli 2-3 stadi di emorroidi.

L'emorroidectomia è lo standard di trattamento "dorato" per lo stadio 4 di emorroidi, nel quale i nodi emorroidali e la mucosa rettale vengono asportati.

Dieta per le emorroidi

La nutrizione per le emorroidi non è meno importante dei farmaci o della chirurgia. Per mangiare è necessario frazionario - 5-6 volte al giorno in piccole porzioni. Dovrebbe essere sufficiente regime di bere - 1,5-2,5 litri di acqua naturale senza zucchero al giorno.

Gli alimenti dovrebbero essere trattati con metodi delicati di trattamento termico: bollire, cuocere, stufare, cuocere a vapore e contenere anche una quantità sufficiente di fibre.

Con le emorroidi, l'uso di prodotti come "latte acido", zucca, zucchine e zucchine, pomodori, cetrioli, barbabietole, carote e altri ortaggi, frutta, cereali, pane integrale è il benvenuto.

Preferisci i porridge, le insalate, in particolare la vinaigrette, la carne scottata o in umido, pollo, pesce, bistecche cotte al vapore, zuppe e casseruole.

Quando le emorroidi non sono raccomandate per consumare fagioli, cioccolato, cacao, condimenti piccanti, cavolo bianco, pane bianco, caffè, ravanello, acetosa, tè forte, kissel, riso. Bere alcolici è severamente proibito.

Come curare le emorroidi a casa?

A casa, in aggiunta ai metodi tradizionali, puoi usare ricette popolari per curare le emorroidi.

Aiuta a rimuovere l'infiammazione e rafforza la parete vascolare delle vene delle infusioni e decotti del retto dall'alpinista pochechuynogo, rosa canina o foglie di lampone che vengono prese all'interno. Il succo di barbabietola con emorroidi ha mostrato grandi risultati.

Puoi anche fare bagni caldi con calendula, buccia di cipolla o erba di San Giovanni a casa.

Facilità prurito nei passaggi dell'ano con acqua fredda, rowan bacche rastolkenny, o infusione del pochechuynogo alpinista.

Se non ci sono controindicazioni e il dottore non se ne preoccupa, puoi fare autonomamente candele rettali con patate crude o infusi congelati di erbe medicinali.

A quale medico rivolgersi?

Quale medico tratta le emorroidi? Se sei preoccupato per disagio, pesantezza, prurito e dolore all'ano, costipazione, o se noti sanguinamento durante o dopo il movimento intestinale, dovresti contattare un proctologo o un medico di coloproctologia. Sono questi specialisti che identificano e curano le emorroidi.

Alla fine, possiamo dire che le emorroidi - questa è una malattia piuttosto sgradevole, la cui manifestazione principale è la formazione di emorroidi. E prima il paziente ricorre alle cure mediche, maggiori sono le possibilità di curare la malattia ed evitare complicazioni.

9 commenti all'articolo "Che cosa devi sapere sulle emorroidi e sui suoi sintomi? Metodi di base di diagnosi, trattamento e prevenzione delle malattie "

Ho avuto problemi a ammalarmi di questa malattia... Fortunatamente, la malattia si è ritirata. Raccomandazioni a tutti: se lo fa, non ritardare. Andrà solo peggio.

Tratta subito le emorroidi! Fin dalla prima fase, quindi, non ci saranno problemi. I sintomi sono difficili da confondere con qualcos'altro. Ho trattato con candele e unguenti, ci sono voluti 5 giorni.

Ho anche avuto le prime manifestazioni "a campana" di questa malattia. Seguirò la dieta raccomandata nell'articolo e inizierò a fare ginnastica terapeutica. Il dolore è una malattia delicata, non ho bisogno di questi problemi.

Una candela di olivello spinoso può essere usata per curare le emorroidi, o sarà solo un rimedio aggiuntivo?

Grazie! Ottimo articolo! Ho trovato la risposta a quasi tutte le mie domande. Ma ce ne sono ancora un paio - come si può diagnosticare con precisione lo stadio iniziale delle emorroidi a casa? Se sì, qual è il sintomo principale che esclude altri disturbi? E che tipo di avvoltoio va ai policlinici distrettuali, non ci sono proctologi lì?

Nella clinica di distretto, un chirurgo è impegnato nella diagnosi e nel trattamento delle emorroidi! sfortunatamente, non esiste un sintomo specifico con cui distinguere le emorroidi da altre malattie. Ma in questo sarai aiutato a capire uno specialista, anche lo stesso chirurgo. Il medico terrà conto della presenza di fattori di rischio, esaminerà il retto e formulerà un verdetto! La cosa principale è non iniziare la malattia, ma immediatamente andare da uno specialista!

Il cibo dietetico mi aiuterà, perché finora non vedo nessun altro modo. Non andrò dal proctologo.

Sì, non abbiamo abbastanza proctologi in policlinici. Non tutti i malati capiscono immediatamente di avere le emorroidi. E non c'è modo di controllare, a volte decisività.

Trova su Internet un rimedio indonesiano dimostrato per le emorroidi - il farmaco "Vasir" e ottenere cure mediche.

Emorroidi - che cos'è, sintomi, segni negli adulti, cause, fasi, trattamento e prevenzione

Emorroidi - un plesso venoso varicose del retto, ano e causare emorroidi caratteristici inclini infiammato, sanguinamento e cadono fuori dell'ano.

Secondo le statistiche, un quinto della popolazione adulta del nostro pianeta soffre di emorroidi. Ma non tutti riconoscono il loro problema e chiedono aiuto medico, quindi il numero di pazienti con questa malattia è molto maggiore di quello informato dalle fonti competenti.

Che cosa è per la malattia, quali sintomi e cause delle emorroidi negli adulti e cosa è prescritto come profilassi, prenderemo in considerazione più avanti nell'articolo.

Che cosa sono le emorroidi?

Emorroidi - una malattia che si verifica a causa di disturbi circolatori nei vasi della porzione emorroidaria plesso inferiore del retto, accompagnati da vene varicose e trombosi ed è spesso complicata da emorragia.

Con le emorroidi, si verifica una diminuzione del tono venoso e la parete dei vasi del retto si rilassa sotto la pressione del sangue in arrivo. Si formano vene varicose del retto. Quindi c'è un nodo per le emorroidi.

Successivamente, all'interno dell'unità a causa di una violazione della circolazione sanguigna può essere configurato trombosi, che è la fase acuta della emorroidi e richiede cure mediche immediate, come peggiora la malattia, aumentando il dolore e l'infiammazione.

La violazione dello scambio sanguigno in organi di un piccolo bacino provoca la perdita di un tono naturale delle pareti vascolari. Queste pareti con il corso della vita sono tese dalla pressione sanguigna e spingono l'intestino fuori attraverso l'ano. L'assenza di forti sintomi dolorosi o la loro completa assenza porta al fatto che le persone non vanno affatto dal medico.

In questa emorroidi si sviluppa, i sintomi emergenti vengono ignorati dal paziente. Successivamente, ci sono emorroidi esterne e la malattia è complicata.

Come tutte le malattie, le emorroidi sono acute e croniche, ma nella maggior parte dei casi si formano gradualmente dall'espansione primaria delle vene cavernose del retto.

  • La malattia cronica si sviluppa e progredisce per un lungo periodo di tempo, portando il pericolo in qualsiasi momento complicato da emorroidi acute.
  • Una forma acuta della malattia si verifica quando vi è una trombosi e un'infiammazione dei nodi emorroidali (tromboflebite emorroidaria acuta).

Il meccanismo delle emorroidi è diviso in:

  • congenito (ereditario);
  • acquisita.

Acquisito, a sua volta, è diviso in:

  • primario - emerso come una malattia indipendente;
  • secondario - è un sintomo o complicazione di un altro disturbo (ad esempio, cirrosi epatica, adenoma della ghiandola prostatica).

Assegni le emorroidi interne, quando vengono ingrandite solo le emorroidi interne e quelle esterne quando i nodi esterni sono ingranditi. C'è anche un aumento sia dei nodi interni che esterni, quindi possiamo parlare di emorroidi combinate.

  1. Le emorroidi interne sono ipertrofia del plesso venoso del retto sopra i suoi sfinteri. Pertanto, è impossibile vedere i cambiamenti patologici in modo indipendente. A 3-4 stadi della malattia, i coni emorroidi cadono dal canale rettale e possono essere visti. I principali sintomi delle emorroidi interne sono la presenza di sangue sulle feci durante la defecazione, il dolore durante la defecazione e la stitichezza.
  2. Con le emorroidi esterne, i nodi si formano nelle immediate vicinanze dell'apertura anale, quindi la loro superficie sensibile spesso sfonda e sanguina con sangue rosso vivo. Le sensazioni di dolore con emorroidi esterne sono acute e forti, ma in termini di autodiagnosi questa specie non presenta alcuna difficoltà.
  3. Forma combinata

cause di

La base di emorroidi è una violazione della funzione vascolare, un aumento del flusso sanguigno arterioso e una diminuzione del flusso di sangue dal plesso venoso, che porta a sua volta alla loro espansione e la formazione di emorroidi. In realtà, fino a quando la vera causa degli scienziati moderni non hanno ancora raggiunto, ma questa teoria è considerato il più affidabile.

Le emorroidi sono una delle malattie vascolari più comuni. Secondo le statistiche, soffrono ogni 7 su 10 persone.

Ciò è dovuto principalmente allo stile di vita sedentario e per lo più sedentario dell'uomo moderno. In assenza della necessaria attività motoria si verifica il ristagno del sangue venoso nella regione pelvica, che è la causa principale delle emorroidi. Ecco perché il personale delle professioni sedentarie (autisti, programmatori, contabili, impiegati di ufficio, ecc.) È considerato il principale gruppo di rischio.

Cause delle emorroidi:

  • predisposizione ereditaria alle emorroidi;
  • frequente stitichezza;
  • diarrea;
  • seduto prolungato nel bagno, sforzandosi con la defecazione;
  • gravidanza e parto;
  • consumo eccessivo di cibo in scatola acuto, che causa irritazione nella zona anale;
  • uso frequente di caffè forte, tè, liquori;
  • stile di vita sedentario, più sedentario;
  • forte attività fisica;
  • sollevamento pesi;
  • in sovrappeso;
  • sesso anale;
  • situazioni stressanti;
  • malattie degli organi pelvici.

I primi segni di emorroidi

Con l'espansione varicosa delle vene cavernose del retto, è importante non perdere i sintomi iniziali della malattia. Nelle fasi iniziali, il disturbo può essere curato con una terapia conservativa. I primi sintomi di emorroidi si manifestano con disagio all'ano. I pazienti, di regola, si lamentano della gravità in questa area, che non passa anche dopo la defecazione. Inoltre, la patologia è accompagnata da:

  • bruciore e prurito nell'ano;
  • escrezione di muco caustico;
  • arrossamento della pelle attorno all'ano;
  • ragadi anali;
  • flatulenza.

I pazienti possono avvertire i primi sintomi delle emorroidi, ma non attribuiscono importanza a questo o non riconoscono il loro problema. Dopo tutto, la maggior parte dei pazienti non si rivolge a un medico, provando vergogna e imbarazzo.

Esacerbazioni di emorroidi agli stadi iniziali sono di breve durata e i suoi sintomi non sono pronunciati.

Un aggravamento si verifica quando:

  • disturbi delle feci,
  • nel periodo di portare un bambino,
  • dopo una violazione della dieta o abuso di alcol.

Fasi di sviluppo

Le emorroidi subiscono quattro fasi di sviluppo, ognuna delle quali ha i suoi sintomi e richiede un approccio individuale al trattamento.

  • 1 stadio. È caratterizzato da indolenzimento delle emorroidi con la loro sporgenza insignificante al lume dell'ano. La possibilità di sanguinamento che non è accompagnata da dolore non è esclusa. Un esame anoscopico determina la presenza di nodi, l'infiammazione della mucosa e uno stato espanso dei capillari. L'atto di defecazione in alcuni casi può essere accompagnato da sanguinamento e senso di disagio.
  • 2 fasi. È caratterizzato dalla perdita di nodi, si verifica solo quando viene eseguito l'atto di defecazione, che è seguito dal successivo riposizionamento indipendente. Le emorragie e il disagio sono spesso accompagnati dall'aspetto di prurito e secrezione.
  • Emorroidi richiedono riposizionamento manuale nella terza fase, come essi stessi non andrà via, e all'inizio di questo periodo, appaiono con l'atto di defecazione, e poi cominciano a cadere durante il sollevamento pesi, e altre attività che aumentano la pressione intra-addominale;
  • Il quarto stadio è caratterizzato da prolassi persistenti di emorroidi, impossibilità della loro correzione, minaccia di infrazione, trombosi e forti emorragie.

I sintomi delle emorroidi negli adulti

Nella maggior parte dei casi, le emorroidi si sviluppano gradualmente. Prima c'è una sensazione di prurito, bruciore, pesantezza nell'ano, dolore e stitichezza. Poi il dolore si intensifica, si verifica un sanguinamento emorroidario, le emorroidi cadono.

Il pericolo della malattia è che può sviluppare trombosi e persino necrosi del nodo emorroidario, caratterizzata da un quadro clinico severo.

I sintomi delle emorroidi negli adulti:

  • Disagio nell'ano, espresso nella sensazione di un corpo estraneo. Questo sintomo sta venendo, che di solito appare con disturbi intestinali (stitichezza o diarrea), disturbi della dieta, abuso di alcol;
  • Sanguinamento scarlatto dopo la defecazione (possono essere visti, per esempio, su carta igienica o nelle stesse feci);
  • Perdita di emorroidi Nella fase iniziale, si correggono, quindi richiedono un intervento "manuale";
  • Dolore costante (specialmente con defecazione), prurito nell'ano.

Molto spesso cadono, ma si auto correggono

Nel periodo di remissione, che può durare abbastanza a lungo, il paziente non si lamenta. Con emorroidi esterne, i nodi emorroidali si placano, diventano vuoti e indolori. Quando le emorroidi interne del paziente non lasciano la sensazione di un corpo estraneo e un leggero prurito della regione anale.

Se si verifica uno dei sintomi sopra riportati, assicurati di mostrare il tuo proctologo. perché Sotto le emorroidi possono scomparire altre malattie più pericolose.

Che aspetto hanno le emorroidi nella foto?

Sotto nella foto, puoi vedere diversi tipi di emorroidi dal primo all'ultimo stadio.

Le emorroidi possono cadere, ma i nodi possono essere auto-corretti

I nodi emorroidali possono essere localizzati sia all'esterno che all'interno

complicazioni

Complicazioni di emorroidi, come qualsiasi altra patologia, possono essere evitate se si cerca aiuto medico in tempo. La terapia tempestiva consente di curare 9 pazienti su 10.

Tra le complicanze delle emorroidi, si distinguono le seguenti condizioni:

  • sanguinamento;
  • trombosi delle vene emorroidali;
  • infiammazione dei nodi;
  • Anemia sullo sfondo di sanguinamento regolare.

diagnostica

Di norma, la diagnosi di emorroidi non è associata a particolari difficoltà, la diagnosi viene effettuata come parte del colloquio del paziente e un esame ambulatoriale primario. L'ispezione aiuta a determinare:

  • il grado di prolasso dall'ano dei nodi,
  • Per valutare la possibilità del loro riorientamento,
  • lo stato della pelle,
  • così come la rilevanza e il grado di sanguinamento.

I sintomi delle emorroidi sono simili ad alcune altre malattie. Pertanto, la diagnosi dovrebbe essere approfondita, perché c'è il rischio di prescrivere il trattamento sbagliato. Le emorroidi possono essere confuse con:

  • ragade anale, che è anche accompagnata da un lieve sanguinamento, dolore durante la defecazione;
  • cancro del retto (tumori maligni dell'intestino scorrono con sanguinamento);
  • prolasso del retto;
  • colite, polipi e condilomi.

Se noti i primi segni della malattia, non rimandare a lungo il dottore. La diagnosi precoce faciliterà il trattamento delle emorroidi e contribuirà ad evitare non solo complicanze, ma anche interventi chirurgici.

trattamento

La tattica del trattamento sarà determinata dallo stadio del decorso cronico della malattia:

  1. Per la prima fase viene mostrato: trattamento conservativo con farmaci vaso-rafforzanti, fotocoagulazione a infrarossi e scleroterapia.
  2. Il secondo stadio: fotocoagulazione a infrarossi, scleroterapia, legatura con anelli di lattice.
  3. Legatura da anelli di lattice e disartinizzazione di emorroidi.
  4. Trattamento chirurgico

Questo approccio al trattamento delle emorroidi consente buoni risultati nel 98-100% dei pazienti.

Terapia conservativa

La terapia conservativa consiste di:

  • Base di trattamento totale, oltre alle misure preventive è farmaci uso phlebotropic (come Venoruton e detraleks) interessano vene tono aumento, miglioramento della microcircolazione corpuscoli cavernosi e la normalizzazione del flusso sanguigno in essi.
  • Il trattamento locale è finalizzato alla eliminazione del dolore, infiammazione o la trombosi delle emorroidi, accompagnato da bruciore e prurito, e la loro sanguinamento.

Il trattamento conservativo include:

  1. Quando un interno supposte emorroidi eparina somministrata (Nigepan, Gepatrombin F, Gepazolon) anestezin, un estratto di erbe, medicinali clistere con camomilla, corteccia di quercia, steli di ontano, erba di San Giovanni, rizomi pimpinella.
  2. Quando esterno - unguento da emorroidi, per esempio, lo stesso Gepatrombin G solo in una forma diversa di rilascio. Sebbene grazie allo speciale ugello fornito con il kit, questo unguento può essere utilizzato anche per il trattamento delle emorroidi interne.

Metodi minimamente invasivi

Metodi minimamente invasivi per le emorroidi:

  • scleroterapia;
  • crioterapia;
  • legatura con anelli di lattice;
  • elettrocoagulazione.

Il trattamento minimamente invasivo consente rapidamente e senza gravi traumi di liberarsi da problemi delicati come le emorroidi. I metodi terapeutici nella maggior parte dei casi attenuano solo i sintomi della malattia, ritardano il momento in cui è necessario applicare tecniche più radicali.

Le procedure mininvasive sono controindicate per:

  • esacerbazione del processo infiammatorio nel retto e nell'ano;
  • ragadi anali, traumi;
  • trombosi di emorroidi.

Per il trattamento dei pazienti del 1 ° e 2 ° stadio delle emorroidi si usano i seguenti metodi:

  • scleroterapia (introduzione di un agente sclerosante nel nodo che causa l'appiattimento della nave);
  • coagulazione focale all'infrarosso (l'effetto dell'energia termica sul nodo, che causa l'incollaggio della nave a causa dell'evaporazione dell'acqua intracellulare);
  • legatura anelli lattice emorroidi (motivi di gettare nodi dell'anello, causando violazione di afflusso di sangue a causa di cui nodi vengono respinti);
  • crioterapia (congelamento del nodo per 2-3 minuti, dopo di che muore quest'ultimo).

Operazione con emorroidi

Il trattamento chirurgico delle emorroidi viene utilizzato principalmente solo nelle fasi 3 e 4 della malattia. Sotto tale intervento implica una misura di escissione delle emorroidi con successiva cucitura delle loro gambe. Le emorroidi postoperatorie richiedono il ricovero per un periodo di 7-10 giorni, nel complesso il periodo di inabilità al lavoro è di circa 14 giorni.

Nel metodo operativo di trattamento delle emorroidi, è possibile utilizzare quanto segue:

  • La resezione è transanale. Quando viene eseguito, viene rimossa solo una parte della mucosa e le stesse emorroidi vengono tirate verso l'alto. Dopo l'operazione, diminuiscono e gradualmente sostituiscono il tessuto connettivo.
  • Emorroidectomia. Questa è una rimozione operativa delle emorroidi, dopo di che eseguono anche la plastica del canale anale, ripristinando la sua struttura fisiologica e le sue funzioni. Questa tecnica è considerata la più efficace e viene utilizzata negli stadi 3 e 4.

prevenzione

La prevenzione delle emorroidi consiste principalmente nell'esclusione dei fattori che contribuiscono al suo sviluppo e include:

  • dieta razionale (evitare il verificarsi di diarrea e stitichezza, non farsi coinvolgere nel cibo nocivo - oleoso, speziato, piccante);
  • vaccinazione, a partire dall'infanzia, alcune abilità igieniche (un'attenta area igienica dell'ano dopo la defecazione);
  • carichi sportivi e ginnastica, che contribuisce alla normalizzazione della funzione di evacuazione motoria del colon e alla prevenzione del ristagno del sangue negli organi pelvici.

Siete Interessati Circa Le Vene Varicose

La gola è visibile ai vasi sanguigni: perché?

Motivi

I problemi con gli organi ENT possono apparire a tutti. Probabilmente, è difficile trovare qualcuno che non abbia mai avuto sensazioni spiacevoli in gola. Parte della gola è disponibile anche per l'autoesame, quindi puoi conoscere le sue condizioni semplicemente aprendo la bocca....

Che dopo un'operazione varikotsele è possibile e quello è impossibile

Motivi

Il trattamento del varicocele viene effettuato rimuovendo la vena del testicolo e i suoi rami con metodi chirurgici. In alcuni casi, i vasi varici sono intasati e si dissipano dopo un certo intervallo di tempo....