Shunting il cuore

Che a trattare

chirurgia coronarica (CABG), coronarico intervento di bypass cardiaco - è un intervento chirurgico sul cuore, il cui scopo - il ripristino delle disturbata a causa di aterosclerosi del flusso sanguigno nei vasi coronarici, che dovrebbe normalizzare la funzione contrattile e la circolazione del sangue del miocardio nei vasi sanguigni alimentandola.

Shunting il cuore

L'obiettivo dell'intervento di bypass cardiaco è quello di ripristinare la normale circolazione sanguigna nei vasi coronarici creando un percorso aggiuntivo per bypassare il fuoco della lesione. Per creare un ulteriore percorso del flusso sanguigno, prendi un'arteria / vena sana del paziente.

Come shunt (dallo shunt inglese - ramo) vengono utilizzati autovov e autoarteri (cioè i propri vasi sanguigni), prendere:

  • l'arteria toracica è una shunt longeva, la parte superiore rimane naturalmente attaccata all'arteria toracica e l'estremità inferiore viene suturata al miocardio;
  • Arteria radiale - orlata nell'aorta e nella nave coronaria;
  • vena sottocutanea della coscia - un'estremità è archiviata nell'aorta, l'altra - al miocardio.

Diversi shunt possono essere installati durante l'operazione. Il numero di shunt stabiliti, il tipo di patologia del cuore, determina la durata dell'intervento nell'operazione di smistamento. Il numero di shunt non dipende dalla gravità della malattia ed è determinato dalle caratteristiche della violazione del flusso sanguigno nei vasi coronarici.

La derivazione viene eseguita in anestesia, la durata dell'intervento dipende dalla complessità, in media è di 3-6 ore. La respirazione viene effettuata attraverso il tubo di respirazione, che è installato nella trachea. Una miscela d'aria viene alimentata attraverso il tubo e un catetere urinario viene inserito nella vescica.

Indicazioni per la chirurgia di bypass

L'indicazione per bypass è il restringimento dei vasi coronarici a causa di depositi o spasmi aterosclerotici e il conseguente disturbo circolatorio nel miocardio.

Lo smistamento è fatto per ridurre l'ischemia miocardica, eliminare gli attacchi di angina, migliorare il trofismo miocardico - assunzione di nutrienti, saturazione di ossigeno.

Assegna il bypass se rilevabile:

  • violazione della passività del tronco sinistro dell'arteria coronaria;
  • vaso coronario multiplo che si restringe in aree distanti (distali);
  • violazione del flusso sanguigno coronarico in combinazione con aneurisma ventricolare sinistro o rottura delle valvole cardiache;
  • inefficacia dell'angioplastica, stenting.

lesioni estese si sviluppano nel cuore dopo un infarto del miocardio, il che rende l'intervento chirurgico di bypass coronarico il modo migliore per aiutare a risolvere il problema del ripristino del flusso sanguigno dopo l'attacco, e tale interferenza, è desiderabile fare il più rapidamente possibile.

Il paziente viene ricoverato per 5-7 giorni prima dello smistamento. Durante questi giorni subisce un esame completo, padroneggiando le tecniche di respirazione profonda e tosse, che sono richieste durante il periodo di recupero.

statistica

V'è un 30-year-old esperienza dei pazienti che vedono dopo un intervento chirurgico, come vasi di bypass del cuore e le statistiche che mostra quanti dal vivo dopo CABG, che colpisce la sopravvivenza, e quali complicazioni può causare interferenze.

  • La sopravvivenza dopo il bypass è
    • 10 anni - 77%;
    • 20 anni - 40%;
    • 30 anni - 15%.
  • Mortalità CABG
    • all'atto di realizzazione prevista - 0,2%;
    • all'atto di realizzazione urgente - il 7%;
  • complicazioni
    • infarto miocardico perioperatorio (sul tavolo operatorio - poco prima dell'operazione, durante e dopo di esso) - con operazioni pianificate dello 0,9%;
    • encefalopatia (malattia vascolare cerebrale):
      • operazioni pianificate - 1,9%
      • urgente - 7%.

Secondo le statistiche, dopo l'intervento chirurgico di bypass al cuore della gente vivere fino a 90 anni di età o più e, secondo il parere degli ex pazienti si sentono non peggiore rispetto ai loro coetanei che non sono stati sottoposti a CABG.

Quanto costa l'intervento di bypass coronarico a Mosca?

  • operazione primaria
    • CABG con circolazione artificiale (IC) - da 29500 a 735000 sfregamenti;
    • CAB senza utilizzare IR - da 29500 a 590000 rub;
  • CABG ripetuto - da 165.000 a 780000 rubli.

In Germania, l'intervento chirurgico di bypass cardiaco aortocoronarico viene eseguito dal 1964, come il modo più efficace per riportare il paziente a una vita attiva a tutti gli effetti. Il funzionamento del bypass coronarico dei vasi cardiaci è un intervento altamente tecnologico e costoso.

intervento di bypass cardiaco accorcia il recupero, ma il suo costo è abbastanza elevato, e il costo è l'intervento di 20.000 - 30.000 euro, che deve essere incrementata di un ulteriore 4.000 euro - un'indagine preliminare del prezzo.

Modi di smistamento

I principali metodi di smistamento aortocoronarico includono:

  • operazione a cuore aperto con l'uso di cardioplegia - una serie di misure per il supporto vitale del corpo - l'apparato del cuore artificiale (AIS) e la ventilazione artificiale (IW).
  • operazione sul cuore funzionante - intervento endoscopico;
    • CABG con IR;
    • CABG senza IR.

Shunt cuore aperto

Quando si esegue uno smistamento a cuore aperto dopo che il paziente è entrato nel sonno profondo, eseguire l'operazione:

  • fare un taglio sulla pelle sopra lo sterno;
  • con l'aiuto di strumenti chirurgici ottenere l'accesso al miocardio;
  • collegare un dispositivo che fornisce la circolazione sanguigna e la respirazione nel corpo;
  • quindi fermare il miocardio per cucire delicatamente lo shunt sull'arteria coronaria;
  • con l'aiuto di un impulso elettrico, il muscolo cardiaco viene nuovamente contratto;
  • I dispositivi IW, AIS sono scollegati solo dopo il recupero del ritmo sinusale del cuore;
  • la ferita sul petto è cucita, il tubo di drenaggio temporaneo è installato.

La sutura postoperatoria sul petto guarisce completamente dopo 3, 5 mesi. Prima di questo momento, non è possibile eseguire movimenti improvvisi, consentire la compressione dello sterno.

Operazione su un cuore funzionante

La chirurgia shunt è meno traumatica per il corpo e non richiede l'apertura del torace:

  • CABG sul cuore pulsante;
  • CABG minimamente invasivo.

Quando si eseguono queste operazioni endoscopiche, non è richiesta alcuna applicazione di IA, AIS. Durante l'intervento, l'arresto cardiaco non viene eseguito per sutura degli shunt. Gli strumenti per l'intervento endoscopico vengono inseriti attraverso piccole incisioni nella parete toracica nello spazio intercostale. Attraverso il mini-accesso viene introdotto il riavvolgitore, che riduce l'attività contrattile del cuore.

Affinché lo shunt sia completato con successo, vengono utilizzati dispositivi meccanici che fissano e immobilizzano al massimo il luogo in cui viene eseguito l'intervento. Lo smistamento dura 1-2 ore e il paziente può uscire di casa dopo una settimana.

I vantaggi di bypassare il mini-accesso includono traumaticità bassa, poiché l'integrità delle ossa non è disturbata, ed è possibile condurla senza l'uso di un sistema circolatorio artificiale. Come mostrano le statistiche, 6 mesi dopo lo shunt con l'uso di IR nel 24% dei pazienti c'è una diminuzione dell'intelligenza.

reinserimento

Dopo l'operazione, il paziente viene trasferito all'unità di terapia intensiva, dove il cuore viene monitorato per il tempo richiesto. Con un recupero postoperatorio favorevole in 3-4 giorni, il paziente viene trasferito dall'unità di terapia intensiva al reparto.

Dopo un intervento chirurgico a cuore aperto è necessario un lungo periodo di riabilitazione. Inoltre, il funzionamento del bypass cardiaco rimuove le conseguenze dell'aterosclerosi e non la causa della violazione del flusso sanguigno nei vasi che alimentano il cuore.

Ciò significa che per una ripresa riuscita dopo un'operazione è necessario:

  • osservanza per tutta la vita di una dieta;
  • completo rifiuto di fumare;
  • eliminazione dell'autoterapia
  • lavoro facile;
  • Esercizio fisico, passeggiate - ogni giorno per superare un passo calmo 1 2 km.

Dopo l'operazione, i pazienti devono assumere giornalmente:

  • Aspirina per ridurre il rischio di trombosi - Cardiomagnet;
  • statine per il controllo del colesterolo - Zocor;
  • beta-bloccanti per la regolazione della frequenza cardiaca - Concor;
  • ACE inibitori - Enalopril.

Dopo lo smistamento, è necessario monitorare costantemente:

  • Pressione sanguigna - dovrebbe mediamente circa 140/90 mm Hg. Articolo.;
  • colesterolo totale - non superare 4,5 mmol / l;
  • il peso deve corrispondere alla formula - le ultime due cifre di crescita (cm) meno il 10% delle ultime due cifre di crescita (in cm).

effetti

Per prevedere per quanto tempo il paziente sopravviverà dopo un intervento chirurgico di bypass a cuore aperto, è difficile anche per un medico esperto, ma in media vivono dopo il primo CABG 17,5 anni. La sopravvivenza dipende, anche dallo stato dello shunt, che in media deve essere sostituito dopo circa 10 anni, se l'arteria è stata utilizzata come shunt.

La conseguenza dell'intervento chirurgico sul cuore può essere:

  • complicazioni del sistema cardiovascolare:
    • insufficienza cardiaca;
    • flebiti;
    • aritmia;
  • complicanze non cardiache:
    • la polmonite;
    • processo adesivo nel petto;
    • infezione;
    • insufficienza renale;
    • insufficienza polmonare.

Recidive di malattia coronarica nel primo anno postoperatorio sono state osservate nel 4-8% dei pazienti sottoposti a bypass chirurgico. Le esacerbazioni derivano dalla mancanza di pervietà (occlusione) nell'area di smistamento.

Spesso si nota occlusione quando vengono installati shunt autoveni, è meno probabile che occorrano shunt arteriosi. Il 50% degli shunt autoveniosi è occluso in 10 anni. Gli shunt arteriosi mantengono la loro pervietà per 10-15 anni.

Secondo le statistiche, l'intervento di bypass coronarico migliora significativamente la qualità della vita. I sintomi dell'aterosclerosi non si manifestano più nell'85% dei pazienti operati.

Shunting: una descrizione dei principali tipi di intervento chirurgico

Questo è un tipo speciale di operazione, che mira a creare una deviazione per le navi, a bypassare l'area intasata e riprendere il normale flusso di sangue verso organi e tessuti.

Con il tempo, lo smistamento consente di prevenire un infarto cerebrale, che può essere innescato dalla morte dei neuroni a causa del numero insufficiente di nutrienti provenienti dal flusso sanguigno.

Lo smistamento consente di risolvere due compiti fondamentali: lottare con l'eccesso di peso o ripristinare la circolazione del sangue attorno al sito in cui le navi sono state danneggiate per un motivo o per l'altro.

Questo tipo di operazione viene eseguita in anestesia generale.

Per ripristinare il flusso sanguigno ostruito per una nuova "nave shunt", viene scelta una certa area di un'altra nave, solitamente per scopi quali le arterie o le vene della torcia.

La rimozione della parte della nave per lo shunt non influisce sulla circolazione del sangue nella zona in cui è stato prelevato il materiale.

Quindi, su una nave che trasporterà sangue invece di quella danneggiata, praticare un'incisione speciale: verrà inserito uno shunt e verrà bloccato sulla nave. Dopo la procedura, il paziente deve sottoporsi a diversi test per assicurarsi che lo shunt funzioni correttamente.

Esistono tre tipi principali di smistamento: ripristino del flusso sanguigno nel cuore, nel cervello e nello stomaco. Successivamente, considera queste viste un po 'di più.

  1. Shunt i vasi sanguigni del cuore
    Il bypass cardiaco è anche chiamato coronarica. Cos'è la chirurgia di bypass coronarico? Con questa operazione, il flusso di sangue al cuore viene ripristinato, bypassando il restringimento del vaso coronarico. Le arterie coronarie contribuiscono al flusso di ossigeno al muscolo cardiaco: se la vitalità di questo tipo di vaso viene disturbata, il processo di apporto di ossigeno viene disturbato. Nella chirurgia di bypass coronarico, l'arteria toracica è più spesso selezionata per lo shunt. Il numero di shunt inseriti dipende dal numero di vasi in cui si è verificato il restringimento.
  2. Smistamento di stomaco
    Il compito dell'intervento di bypass gastrico è completamente diverso rispetto al bypass cardiaco, aiutando nella correzione del peso. Lo stomaco è diviso in due parti, una delle quali è collegata all'intestino tenue. Quindi, parte del corpo non è coinvolta nel processo di digestione, quindi una persona ha l'opportunità di liberarsi dai chili in eccesso.
  3. Shunt delle arterie cerebrali
    Questo tipo di smistamento serve a stabilizzare la circolazione del sangue nel cervello. Come nello smistamento dei vasi sanguigni del cuore, il flusso sanguigno viene reindirizzato attorno all'arteria, che non può più fornire la necessaria quantità di sangue al cervello.

Che cos'è il bridging cardiaco e vascolare: CABG del cuore dopo un infarto e controindicazioni

Cos'è la chirurgia di bypass cardiaco e vascolare? Con l'aiuto della chirurgia, è possibile creare un nuovo flusso sanguigno, che consente di ripristinare completamente la circolazione sanguigna nel muscolo cardiaco.

Con lo smistamento, puoi:

  • ridurre in modo significativo il numero di attacchi di angina pectoris o liberarsene completamente;
  • ridurre il rischio di sviluppare varie malattie cardiovascolari e, di conseguenza, aumentare l'aspettativa di vita;
  • prevenire l'infarto del miocardio.

Cos'è il bypass cardiaco dopo un infarto? Questo ripristino del flusso di sangue nella zona in cui i vasi sanguigni sono danneggiati a seguito di un attacco di cuore. La ragione dell'infarto è la sovrapposizione dell'arteria dovuta alla placca aterosclerotica formatasi.

Il miocardio non riceve abbastanza ossigeno, quindi una regione morta appare sul muscolo cardiaco. Se questo processo viene diagnosticato in tempo, il sito morto si trasformerà in una cicatrice, che funge da canale di connessione per il nuovo flusso di sangue attraverso lo shunt, ma i casi in cui la necrosi del muscolo cardiaco non appare in tempo e la persona muore sono abbastanza frequenti.

Nella medicina moderna, ci sono tre principali gruppi di indicazioni per lo shunt cardiaco e vascolare:

  • Il primo gruppo è ischemico miocardio o angina pectoris, non risponde ai farmaci Tipicamente, questo gruppo comprende pazienti che soffrono di ischemia acuta a causa di stenting o angioplastica, che non ha aiutato a sbarazzarsi della malattia; pazienti con edema nei polmoni a causa di ischemia; pazienti con un risultato drammaticamente positivo dello stress test alla vigilia dell'operazione prevista.
  • Il secondo gruppo - la presenza di angina pectoris o ischemia refrattaria, in cui l'operazione di bypass preserverà il funzionamento del ventricolo sinistro del cuore e ridurrà significativamente il rischio di ischemia miocardica. Questo include pazienti con stenosi delle arterie e vasi coronarici del cuore (dal 50% della stenosi), nonché con lesioni di vasi coronarici con possibile sviluppo di ischemia.
  • Il terzo gruppo è la necessità di eseguire lo smistamento come operazione ausiliaria prima dell'operazione cardiaca principale. Di solito, prima dell'intervento chirurgico alle valvole cardiache è necessario uno smistamento, a causa della complicata ischemia miocardica, nelle anomalie delle arterie coronarie (con rischio significativo di morte improvvisa).

Nonostante il ruolo significativo del bypass nel ripristino del flusso sanguigno umano, ci sono alcune indicazioni per l'operazione.

Lo smistamento non può essere eseguito se:

  • tutte le arterie coronarie del paziente sono affette (lesione diffusa);
  • il ventricolo sinistro è affetto da cicatrici;
  • insufficienza cardiaca congestizia;
  • malattie polmonari di tipo cronico non specifico;
  • insufficienza renale;
  • malattie oncologiche.

A volte, come controindicazione, il paziente viene chiamato una giovane o vecchiaia. Tuttavia, se oltre all'età non ci sono controindicazioni allo smistamento, verrà comunque effettuato un intervento chirurgico per preservare la vita.

Innesto di bypass dell'arteria coronaria: operazione e quanti vivono dopo CABG nel cuore

L'operazione per l'innesto di bypass coronarico può essere di diversi tipi.

  • Il primo tipo - smuovere il cuore con la creazione di circolazione artificiale e cardioplegia.
  • Il secondo tipo è CABG sul cuore che continua a funzionare senza flusso di sangue artificiale.
  • Il terzo tipo di chirurgia CABG sul cuore funziona con un cuore funzionante e con flusso di sangue artificiale.

La chirurgia CABG può essere eseguita con o senza circolazione artificiale. Non preoccuparti, senza mantenere la circolazione del sangue artificialmente il cuore non si fermerà. L'organo è fissato in modo tale che il lavoro sulle arterie coronarie pizzicate venga eseguito senza interferenze, poiché è richiesta la massima accuratezza e cautela.

Il bypass coronarico senza mantenimento del flusso sanguigno artificiale ha i suoi vantaggi:

  • le cellule del sangue non si feriranno;
  • L'operazione richiederà meno tempo;
  • la riabilitazione è più veloce;
  • non ci sono complicazioni che potrebbero sorgere a causa del flusso di sangue artificiale.

La chirurgia CABG sul cuore ti permette di vivere una vita piena per molti anni dopo l'intervento chirurgico.

L'aspettativa di vita dipenderà da due fattori principali:

  • dal materiale da cui è stato tratto lo shunt. Numerosi studi dimostrano che lo shunt dalla vena dell'anca per 10 anni dopo l'intervento chirurgico non è ostruito nel 65% dei casi e lo shunt dall'arteria dell'avambraccio - nel 90% dei casi;
  • dalla responsabilità del paziente: con quanta attenzione vengono eseguite le raccomandazioni per il recupero dopo l'intervento, se la dieta è cambiata, se sono state lanciate abitudini nocive, ecc.

Bypass cardiaco: quanto dura l'operazione, la preparazione, le tappe e le possibili complicazioni?

Prima dell'operazione CABG, devono essere eseguite speciali procedure preparatorie.

Prima di tutto, prima dell'operazione, l'ultimo pasto viene effettuato di sera: il cibo deve essere leggero, accompagnato da acqua potabile ancora fresca. Nelle aree in cui verranno eseguiti tagli e recinzione, i capelli dovrebbero essere rasati con cura. Prima dell'operazione, gli intestini vengono puliti. I farmaci necessari vengono assunti immediatamente dopo cena.

Alla vigilia dell'operazione (di solito il giorno prima dell'intervento), il chirurgo operativo racconta i dettagli della manovra, conduce l'esame del paziente.

Lo specialista in ginnastica respiratoria parla degli esercizi speciali che dovranno essere eseguiti dopo l'operazione per accelerare la riabilitazione, quindi è necessario impararli in anticipo. È necessario consegnare i propri effetti personali all'infermiere per la custodia temporanea.

Fasi di partecipazione

Al primo stadio della chirurgia del CABG, un anestesista inserisce una droga speciale nella vena del paziente in modo che si addormenti. Il tubo viene inserito nella trachea, che consente di controllare i processi respiratori durante l'operazione. La sonda inserita nello stomaco impedisce possibili getti di contenuto gastrico nei polmoni.

Il passo successivo rivela al torace del paziente di fornire l'accesso necessario all'area operativa.

Al terzo stadio, il cuore del paziente viene fermato, collegando la circolazione artificiale.

Durante il collegamento del flusso sanguigno artificiale, il secondo chirurgo rimuove lo shunt da un'altra nave (o vena) del paziente.

Lo shunt è inserito in modo tale che il flusso sanguigno, bypassando il sito danneggiato, consente di garantire completamente l'apporto di nutrienti al cuore.

Dopo che il lavoro del cuore è stato ripristinato, i chirurghi controllano il funzionamento dello shunt. Quindi viene cucita la cavità toracica. Il paziente viene portato nell'unità di terapia intensiva.

Quanto dura l'intervento di bypass cardiaco? In genere, il processo richiede da 3 a 6 ore, ma è possibile un altro tempo di funzionamento. La durata dipende dal numero di shunt, dalle caratteristiche individuali del paziente, dall'esperienza del chirurgo e così via.

È possibile chiedere al chirurgo circa la durata stimata dell'operazione, ma la durata esatta del processo che si sarà in grado di segnalare solo dopo la fine.

Di norma, le possibili complicanze si manifestano dopo che il paziente è dimesso a casa.

Questi casi sono abbastanza rari, ma dovresti contattare immediatamente il medico se noti i seguenti sintomi:

  • la cicatrice postoperatoria è diventata rossa, scarica (il colore di scarico non è importante, poiché non dovrebbero esserci delle escrezioni in linea di principio);
  • alta temperatura;
  • brividi;
  • affaticamento grave e mancanza di respiro per nessuna ragione apparente;
  • rapido aumento di peso;
  • un brusco cambiamento nella frequenza cardiaca.

La cosa principale - non farti prendere dal panico se noti uno o più sintomi in te stesso. È possibile che questi sintomi siano stanchezza normale o malattia virale. Solo il medico può diagnosticare una diagnosi accurata.

Bypass aortocoronarico: vita, trattamento e dieta dopo l'innesto di bypass delle arterie coronarie

Immediatamente dopo la fine dell'operazione per lo shunt aortocoronarico, il paziente viene portato nell'unità di terapia intensiva. Per qualche tempo dopo l'intervento chirurgico, l'anestesia continua a funzionare, quindi le membra del paziente sono fisse in modo che il movimento incontrollato non danneggi la persona.

La respirazione è mantenuta con l'aiuto di un apparato speciale: di regola, il primo giorno dopo l'operazione questo dispositivo è spento, poiché il paziente può respirare da solo. Cateteri speciali ed elettrodi sono anche collegati al corpo.

La reazione abituale all'operazione eseguita è un aumento della temperatura corporea, che può persistere per una settimana.

La sudorazione abbondante in questo caso non dovrebbe spaventare il paziente.

Per accelerare il recupero, se si esegue un intervento di bypass aortocoronarico, è necessario imparare come eseguire esercizi di respirazione speciali che consentano il recupero dei polmoni dopo l'intervento.

È anche necessario stimolare la tosse per stimolare la secrezione nei polmoni e, di conseguenza, ripristinarli più rapidamente.

La prima volta dopo l'operazione dovrà indossare un corsetto al seno. Puoi dormire dalla tua parte e girarti solo dopo il permesso del medico.

Dopo l'intervento, può verificarsi dolore, ma non forte. Queste sensazioni dolorose sono causate nel punto in cui è stata praticata l'incisione per inserire lo shunt, poiché questo luogo guarisce. Quando si sceglie una posizione comoda dal dolore può sbarazzarsi di.

Con un forte dolore, è necessario consultare immediatamente un medico. Un recupero completo dopo l'innesto di bypass coronarico avviene solo dopo alcuni mesi, quindi il disagio può persistere per un bel po 'di tempo.

I punti dalla ferita vengono rimossi l'8 o il 9 ° giorno dopo l'operazione. Il paziente viene dimesso dopo 14-16 giorni di ospedalizzazione.

Abbastanza spesso ci sono casi in cui i pazienti vogliono rimanere in ospedale per qualche altro giorno, perché ritengono che il processo di riabilitazione nell'istituto medico non sia ancora terminato.

Non devi preoccuparti: il medico sa esattamente quando è il momento di prescrivere un paziente per il recupero a casa.

Vita dopo

Il motto di ogni persona che ha attraversato lo shunt aortocoronario dovrebbe essere la frase: "Moderazione in tutto".

Per il recupero dopo lo smistamento è necessario prendere medicine. I farmaci dovrebbero essere solo quelli consigliati dal medico.

Se hai bisogno di assumere medicinali per combattere altre malattie, assicurati di informare il tuo medico a riguardo: è possibile che alcuni dei farmaci prescritti non possano essere combinati con i farmaci già presi dal paziente.

Se fumassi prima dell'operazione, allora questa abitudine dovrà essere dimenticata per sempre: Il fumo aumenta significativamente il rischio di ripetizione dell'operazione di bypass. Per far fronte a questa dipendenza, smettere di fumare prima dell'operazione: invece di pause per fumare o bere una colla acqua il cerotto alla nicotina (ma dopo l'operazione non è più possibile per incollarla).

Molto spesso, i pazienti che sopravvivono alla chirurgia di bypass sembrano recuperare troppo lentamente. Se questa sensazione non se ne va, allora dovresti consultare un medico. Tuttavia, di regola, questo non porta una seria causa di eccitazione.

Aiuto in recupero dopo l'intervento chirurgico di bypass ha un sanatorio cardio-reumatologico speciale. Il corso del trattamento in tali istituti varia da quattro a otto settimane. È meglio avere un trattamento di sanatorio con la frequenza dei viaggi una volta all'anno.

Dieta. Dopo gli innesti di bypass dell'arteria coronaria, sarà richiesta la correzione dell'intero stile di vita del paziente, inclusa la nutrizione. La dieta dovrà ridurre la quantità di sale, zucchero e grassi consumati.

Con l'abuso di prodotti pericolosi, aumenta il rischio di una ricorrenza della situazione, ma con gli shunt il flusso sanguigno in essi può rendere più difficile il colesterolo formatosi sulle pareti. È necessario controllare il peso.

La chirurgia per bypassare il cuore non è qualcosa di specifico nella pratica medica. Puoi chiedere recensioni sui chirurghi da conoscenti che hanno seguito questa procedura o leggere recensioni sul Web. Di norma, la procedura passa in sicurezza. Il grado di recupero e recupero del paziente dipende più dalle azioni del paziente.

Innesto di bypass delle arterie coronarie: revisioni del paziente, complicanze. Riabilitazione dopo intervento di bypass cardiaco

Le malattie cardiache sono un gran numero e ognuna a modo suo è pericolosa per l'uomo. Ma il trattamento più comune e abbastanza complesso nel trattamento è l'occlusione dei vasi sanguigni, quando le placche di colesterolo bloccano il percorso del flusso sanguigno. In questo caso, a una persona viene prescritta un'operazione speciale - smistare i vasi sanguigni del cuore.

Cos'è lo smistamento?

Prima di tutto, è necessario capire cos'è lo smistamento delle navi, che è spesso l'unico modo per ripristinare le loro funzioni vitali.

La malattia è associata a scarso flusso sanguigno attraverso i vasi che portano al cuore. La violazione di circolazione del sangue può essere in uno, o subito in parecchie arterie di navi coronarie. Questo è esattamente ciò che questa indicazione implica e tale operazione come innesti di bypass dell'arteria coronaria.

Dopo tutto, anche se una nave è bloccata, significa che il nostro cuore non è sempre la giusta quantità di sangue, e con esso sostanze nutritive e ossigeno per saturare il cuore, e da lui - e tutto il nostro corpo, con tutto il necessario per la vita. La mancanza di tutti questi componenti non solo può portare a gravi malattie del sistema, ma in alcuni casi anche porta alla morte.

Intervento chirurgico o intervento chirurgico di bypass

Se una persona è già stata malfunzionata nel lavoro del cuore e ci sono segni che i vasi sanguigni sono intasati, il medico può prescrivere farmaci. Ma se viene rivelato che il farmaco non ha aiutato, allora in questo caso viene eseguita un'operazione - bypassando i vasi cardiaci. L'operazione viene eseguita nella seguente sequenza:

  1. Una volta che il paziente sul tavolo operatorio tenuto anestesia, un'incisione è fatta sul petto, non più di 25 cm. Durante l'operazione il paziente è collegato ad un respiratore, che svolge una funzione di saturazione di tutti i tessuti del corpo di sangue, al tempo finché il cuore non funziona. Attualmente, ci sono tecniche più avanzate che permettono di bypass dei vasi sanguigni del cuore, senza dover collegare il paziente ad una macchina cuore-polmone. Questo metodo è usato in quei casi se il paziente ha controindicazioni all'uso di tale tecnica. In termini più semplici, durante l'operazione, il cuore stesso continua a fornire sangue al corpo.
  2. Il passaggio successivo nell'operazione consiste nel creare una soluzione alternativa per il flusso sanguigno e bloccare la sezione bloccata. Per questi scopi, usa un'arteria presa dalla gamba del paziente, poiché è la più lunga del corpo umano. Una sua estremità è cucita all'arteria e l'altra è collegata alla buca praticata nell'aorta. Ci sono stati casi in cui per questi scopi i chirurghi hanno utilizzato un'arteria dal torace del paziente, poiché è già collegata all'aorta. I medici devono solo cucire la sua seconda estremità all'arteria coronaria.

Questa soluzione alternativa è chiamata shunt. Per il corretto flusso di sangue nel corpo umano, viene creato un nuovo percorso che funzionerà a pieno regime. Questa operazione dura circa 4 ore, dopo di che il paziente viene posto nell'unità di terapia intensiva, dove viene monitorato 24 ore al giorno dallo staff medico.

Aspetti positivi dell'operazione

Perché una persona che ha tutti i prerequisiti per l'intervento chirurgico di bypass deve necessariamente andare in chirurgia, e che cosa esattamente può dargli un innesto di bypass coronarico:

  • Ripristina completamente il flusso di sangue nell'area dei vasi coronarici, dove c'era debole permeabilità.
  • Dopo l'intervento, la paziente ritorna al solito modo di vivere, ma ci sono piccole restrizioni.
  • Riduce significativamente il rischio di infarto miocardico.
  • L'angina si allontana sullo sfondo e non si osservano crisi epilettiche.

Le tecniche di chirurgia studiato per lungo tempo ed è considerato essere molto efficiente, permettendo di estendere la vita del paziente per molti anni, in modo che il paziente deve decidere di bypassare i vasi del cuore. Solo i pazienti recensioni positive, la maggior parte di loro sono soddisfatti del risultato dell'operazione e l'ulteriore loro condizione.

Ma, come ogni procedura chirurgica, anche questa procedura ha i suoi svantaggi.

Possibili complicazioni nella chirurgia di bypass

Qualsiasi intervento chirurgico è già un rischio per una persona, e l'interferenza nel lavoro del cuore è una conversazione speciale. Quali complicazioni sono possibili dopo l'innesto di bypass cardiaco?

  1. Bleeding.
  2. Trombosi di vasi venosi profondi.
  3. Fibrillazione atriale.
  4. Infarto miocardico
  5. Ictus e vari tipi di disturbi circolatori nel cervello.
  6. Infezioni della ferita operativa.
  7. Restringimento dello shunt.
  8. Dopo l'operazione, potrebbero verificarsi divisioni di cucitura.
  9. Dolore cronico nella ferita
  10. Cicatrice postoperatoria cheloide

Sembra che l'operazione abbia avuto successo e non ci siano note disturbanti. Perché possono verificarsi complicazioni? Questo potrebbe essere in qualche modo correlato a quei sintomi che sono stati osservati in una persona prima che fosse eseguito l'intervento di bypass cardiaco? Le complicazioni sono possibili se, poco prima dell'operazione, il paziente è stato osservato:

Al fine di prevenire tutte le possibili complicazioni, prima dell'operazione il paziente viene sottoposto a una serie di studi e procedure.

Tuttavia, è possibile eseguire un'operazione utilizzando non solo un vaso sanguigno dal corpo umano, ma anche uno speciale stent metallico.

Controindicazioni allo stenting

Il principale vantaggio dello stent è che questa procedura non ha praticamente controindicazioni. Un'eccezione può essere solo il rifiuto del paziente.

Ma alcune controindicazioni ancora lì, e che i medici prendono in considerazione tutto il peso delle patologie e prendere tutte le precauzioni per la loro influenza sul corso dell'operazione era minimo. Stenting vasi sanguigni o intervento di bypass cardiaco è controindicato per le persone con insufficienza renale o respiratoria, malattie che colpiscono la coagulazione del sangue, reazioni allergiche ai farmaci contenenti iodio.

In ciascuno dei casi sopra descritti, la terapia viene eseguita in via preliminare con il paziente, il suo obiettivo è quello di ridurre al minimo lo sviluppo di complicazioni di malattie croniche del paziente.

Come viene eseguita la procedura di stent?

Dopo che il paziente viene iniettato con un anestetico, viene effettuata una puntura sul braccio o sulla gamba. È necessario per poter introdurre nel corpo un tubo di plastica - un introduttore. È necessario quindi introdurre attraverso di essa tutti gli strumenti necessari per lo stenting.

Attraverso il tubo di plastica, un lungo catetere viene inserito nella parte danneggiata della nave, viene inserito nell'arteria coronaria. Dopo questo, uno stent viene inserito su di esso, ma con un palloncino soffiato.

Sotto la pressione dell'agente di contrasto, il palloncino gonfia e espande la nave. Lo stent viene lasciato in una nave coronarica per tutta la vita. La durata di tale operazione dipende dalla misura in cui il paziente è affetto da vasi sanguigni e può durare fino a 4 ore.

L'operazione viene eseguita utilizzando apparecchiature a raggi X, che consente di determinare con precisione il luogo in cui deve essere posizionato lo stent.

Tipi di stent

La forma usuale dello stent è un sottile tubo di metallo che viene inserito nel vaso, ha la capacità di crescere nel tessuto dopo un certo periodo di tempo. Tenendo conto di questa caratteristica, è stato sviluppato uno speciale rivestimento farmacologico, che aumenta la vita operativa della nave artificiale. Aumenta anche la probabilità di una prognosi positiva per la vita del paziente.

I primi giorni dopo l'operazione

Dopo che il paziente ebbe un intervento chirurgico di bypass cardiaco, i primi giorni era sotto attento esame dei medici. Dopo la sua operazione, viene inviato all'unità di terapia intensiva, dove riacquista il cuore. È molto importante durante questo periodo che la respirazione del paziente sia corretta. Prima dell'operazione, gli viene insegnato come dovrebbe respirare dopo che è stato eseguito. Anche in ospedale vengono effettuate le prime misure di riabilitazione, che in futuro dovrebbero essere proseguite, ma già nel centro di riabilitazione.

La maggior parte dei pazienti dopo un'operazione così complicata sul cuore ritorna di nuovo alla vita che hanno portato ad esso.

Riabilitazione dopo l'intervento chirurgico

Così come dopo ogni tipo di operazione, il paziente non può fare a meno della fase di recupero. La riabilitazione dopo l'intervento di bypass cardiaco continua per 14 giorni. Ma questo non significa che una persona sottoposta a una procedura così complicata possa continuare a condurre lo stesso stile di vita di prima della malattia.

Deve necessariamente rivedere la sua vita. Il paziente deve rimuovere completamente dalla sua dieta bevande che contengono alcol e smettere di fumare, dal momento che sono queste abitudini che possono diventare provocatori per un'ulteriore rapida malattia. Ricorda, nessuno ti darà una garanzia che la prossima operazione sarà completata con successo. Questa chiamata indica che è tempo di condurre uno stile di vita sano.

Uno dei principali fattori che prevengono la recidiva è una dieta dopo un intervento chirurgico di bypass cardiaco.

Dieta e nutrizione dopo l'intervento

Dopo che la persona che è stata derubata ritorna a casa, vuole mangiare il suo solito cibo, e non il porridge dietetico che gli è stato dato in ospedale. Ma le persone non possono mangiare come prima dell'operazione. Ha bisogno di cibo speciale. Dopo aver bypassato i vasi cardiaci, il menu dovrà essere rivisto, assicurarsi di ridurre al minimo la quantità di grasso in esso contenuta.

Non mangiare pesce fritto e carne, margarina e olio in piccole dosi e preferibilmente non tutti i giorni, e il burro fuso viene generalmente rimosso dalla dieta, sostituendolo con oliva. Ma non preoccuparti, perché puoi mangiare in quantità illimitate di carne rossa, pollame e tacchino. I medici non raccomandano di mangiare lardo e pezzi di carne con strati di grasso.

Nella dieta di una persona che si è sottoposta a un'operazione così seria come smistare i vasi del cuore, dopo l'operazione dovrebbero esserci molti frutti e verdure. 200 g di succo d'arancia appena spremuto saranno molto buoni per il tuo cuore ogni giorno al mattino. Ogni giorno nella dieta devono essere presenti noci - greche e mandorle. È molto utile per le more, perché contiene molti antiossidanti e aiuta ad abbassare il livello di colesterolo nel sangue.

Anche i latticini grassi dovrebbero essere scartati. Il pane è meglio seguire una dieta, in cui non c'è olio, niente margarina.

Cerca di limitarti a bevande gassate, bere più acqua purificata, puoi bere caffè e tè, ma senza zucchero.

Vita dopo l'intervento

Nessuno dei modi per trattare le malattie cardiache e la vasodilatazione può essere considerato ideale, il che salverebbe la malattia per tutta la vita. Il problema è che dopo l'espansione delle pareti della nave in un posto nessuno darà una garanzia che nel tempo le placche aterosclerotiche non blocchino un'altra nave. L'aterosclerosi è una malattia che continua a progredire e non sarà possibile curarla completamente.

Entro pochi giorni dall'intervento, il paziente trascorre 2-3 giorni in ospedale, quindi viene dimesso. L'ulteriore vita dopo aver scavalcato i vasi del cuore del paziente dipende solo da lui, deve seguire tutte le prescrizioni del medico, che riguardano non solo la nutrizione, i carichi, ma anche il sostegno alle droghe.

L'elenco dei farmaci può essere dato solo dal medico curante, e ogni paziente ha il suo, dopotutto, le malattie concomitanti sono prese in considerazione. C'è un farmaco che è prescritto per tutti i pazienti che hanno subito uno smistamento, questo è il farmaco Clopidogrel. Aiuta a fluidificare il sangue e previene la comparsa di nuove placche.

Prendilo per molto tempo, a volte fino a due anni, aiuta a rallentare la progressione dell'aterosclerosi nei vasi sanguigni. L'effetto sarà solo se il paziente si limita completamente a prendere cibi grassi, alcool e fumo.

Stenting o shunt è un'operazione delicata che consente a lungo tempo di ripristinare la pervietà del sangue nei vasi del cuore, ma l'effetto positivo su di esso dipende solo dal paziente stesso. Una persona dovrebbe essere il più accurata possibile, seguire tutte le raccomandazioni del medico curante e solo in questo caso sarà in grado di tornare al lavoro senza avvertire alcun inconveniente.

Lo smistamento non deve avere paura, perché dopo tutto questo i sintomi scompariranno e riprenderete a respirare il torace. Se sei raccomandato per un intervento chirurgico, allora vale la pena concordare, perché non è stato ancora inventato un altro trattamento per la trombosi e le placche aterosclerotiche nei vasi.

Bypass cardiaco coronarico dopo un attacco di cuore: cos'è e come viene eseguito

Che cos'è? Scavalcando i vasi coronarici del cuore dopo un infarto? Questa operazione è anche chiamata rivascolarizzazione, consiste nella creazione di anastomosi (messaggi aggiuntivi tra le navi) per ripristinare la normale alimentazione del cuore all'ossigeno.

La necessità di questo metodo deriva dalla malattia coronarica - una condizione che è causata da una diminuzione del lume dei vasi del cuore.

La causa principale di questa malattia è la formazione di aterosclerosi, in cui si osserva lo sviluppo di placche aterosclerotiche.

appuntamento

Un infarto è una conseguenza della malattia coronarica. Nelle condizioni date il cuore non riceve tutto il volume di ossigeno e nutrienti dalle navi. Per ripristinare il normale apporto di sangue, vengono utilizzati vari metodi chirurgici, tra cui la chirurgia di bypass coronarico.

testimonianza

Il bypass cardiaco può essere utilizzato sia in presenza di indicazioni di base, sia nel caso di alcune condizioni in cui questo metodo è raccomandato. Ci sono tre indicazioni principali:

  • L'ostruzione dell'arteria coronaria sinistra supera il 50%;
  • Il diametro di tutte le navi coronarie è inferiore al 30%;
  • Forte restringimento dell'arteria interventricolare anteriore nella regione della sua origine in combinazione con stenosi delle altre due arterie coronarie.

Se il paziente soffre di angina pectoris, l'innesto di bypass delle arterie coronariche può ridurre il rischio di recidiva, a differenza dei farmaci sintomatici o del trattamento tradizionale. Con un attacco di cuore, questo metodo elimina l'isemia del cuore, risultante in l'afflusso di sangue viene ripristinato e il rischio di incidenti ripetuti si riduce.

L'essenza del metodo

Quando viene creato il bypass coronarico shunt (connessione) tra l'area interessata e l'arteria sana. Più spesso nel ruolo dell'innesto sono le parti dell'arteria toracica interna, la vena sottocutanea della coscia. Queste navi non sono vitali, quindi possono essere utilizzate in questa operazione.

circonvallazione può essere eseguito sia con un cuore che batte, sia usando un apparato di circolazione artificiale (IR), sebbene quest'ultimo metodo sia usato più spesso. La decisione su quale scegliere dipende dalla presenza del paziente di varie complicanze, nonché dalla necessità di condurre operazioni correlate.

Preparazione per il

Prepararsi per lo smistamento contiene i seguenti aspetti:

  • L'ultima volta che il paziente deve assumere il cibo entro il giorno prima dell'operazione, dopo di che è vietato prendere acqua.
  • Nel sito dell'operazione (il seno, così come il luogo di convulsione dei trapianti), la pelle dovrebbe essere priva di peli.
  • La sera del giorno precedente e al mattino è necessario svuotare l'intestino. Al mattino, una doccia deve essere eseguita.
  • L'ultimo atto di assumere medicinali è consentito al più tardi il giorno prima dopo aver mangiato.
  • Un giorno prima dello smistamento, viene condotto un esame con la partecipazione del medico operativo e del personale accompagnatore, allo scopo di redigere un piano d'azione.
  • Firma di tutti i documenti necessari.

Quale dovrebbe essere il polso di una persona: la norma dell'età, della frequenza e del ritmo delle contrazioni cardiache sono considerate nei nostri materiali.

Il regolatore di pulsazioni è utile per correre con una cintura pettorale e come scegliere il dispositivo giusto? Scoprilo qui

Dovrei comprare un cardiofrequenzimetro sul mio polso, quanto è preciso ed efficace ed è adatto alla corsa? Leggi tutti i dettagli nel prossimo articolo.

Tecnica della nave

Come viene eseguito il bypass cardiaco? Un'ora prima dell'inizio dell'operazione, al paziente vengono somministrati farmaci sedativi. Il paziente viene consegnato al operblok, viene posizionato sul tavolo operatorio. qui sono installati dispositivi per il monitoraggio dei parametri delle funzioni vitali (elettrocardiogramma, determinazione della pressione sanguigna, frequenza dei movimenti respiratori e saturazione del sangue), viene posizionato un catetere urinario.

Quindi vengono introdotti farmaci che forniscono anestesia generale, viene eseguita la tracheotomia e inizia l'operazione.

Fasi di intervento chirurgico di bypass coronarico:

  1. L'accesso alla cavità toracica è assicurato dalla dissezione della metà dello sterno;
  2. Isolamento dell'arteria toracica interna (se viene utilizzato lo shunt mammografico);
  3. Recinzione trapianto;
  4. È collegato (IC) con arresto cardiaco ipotermico e, se l'operazione viene eseguita sul cuore funzionante, vengono posizionati dispositivi che stabilizzano una determinata area del muscolo cardiaco nel luogo in cui avviene lo smistamento;
  5. Gli shunt sono applicati;
  6. Rinnovamento del cuore e disattivazione del dispositivo "cuore artificiale - polmoni";
  7. Cucitura sul taglio e installazione del drenaggio.

Non per i deboli di cuore e minorenni! Questo video mostra come viene eseguita l'operazione per gli innesti di bypass dell'arteria coronaria.

Riabilitazione nel periodo postoperatorio

Immediatamente dopo l'operazione, il paziente viene trasportato all'unità di terapia intensiva, dove si trova per diversi giorni, a seconda della gravità dell'operazione e delle caratteristiche dell'organismo. Il primo giorno ha bisogno di un ventilatore polmonare artificiale.

Quando il paziente può di nuovo respirare autonomamente, gli viene offerto un giocattolo di gomma, che gonfia di volta in volta. Questo è necessario per assicurare una normale ventilazione dei polmoni e prevenire la stagnazione. Viene fornita una fasciatura e un trattamento permanente delle ferite del paziente.

Con questo metodo di intervento chirurgico, lo sterno viene sezionato, che viene poi cementato dall'osteosintesi del metallo. Questo osso è piuttosto massiccio e se la pelle in quest'area guarisce in tempi relativamente brevi, allora Ci vuole tempo da diversi mesi a sei mesi per ripristinare lo sterno. Pertanto, si raccomanda ai pazienti di utilizzare corsetti medici per rafforzare e stabilizzare il sito di dissezione.

Inoltre, a causa della perdita di sangue durante l'operazione, il paziente ha anemia, che non richiede un trattamento speciale, ma è consigliabile che di più nutrizione satura, compresi i prodotti calorici di origine animale.

Il solito livello di emoglobina ritorna in circa 30 giorni.

La fase successiva della riabilitazione dopo l'innesto di bypass delle arterie coronarie - aumento graduale dell'attività fisica. Tutto inizia con una passeggiata lungo il corridoio a migliaia di metri al giorno, con un graduale aumento del carico.

Su un estratto da un'istituzione medica al paziente è consigliato stare in un sanatorio per il pieno recupero.

Vantaggi di questo metodo

Il problema principale che riguarda i benefici della chirurgia di bypass coronarico è il suo confronto con lo stenting dei vasi cardiaci. Non c'è consenso su quando un metodo dovrebbe essere preferito ad un altro, ma non esiste un numero di condizioni sotto le quali l'intervento di bypass coronarico è più efficace:

  • Nel caso ci siano controindicazioni allo stenting, il paziente soffre di angina severa che interferisce con la realizzazione dei bisogni domestici.
  • Diverse arterie coronarie sono state colpite (nel numero di tre o più).
  • Se c'è un aneurisma del cuore dovuto alla presenza di placche aterosclerotiche.

Elevato colesterolo nel sangue - cosa significa questo e quando è necessario l'aiuto medico? Vi diremo tutte le sfumature!

Vale la pena preoccuparsi di abbassare il colesterolo nel sangue, è buono o cattivo? Leggi tutto su questo sul nostro sito.

Su quello che dovrebbe essere il livello normale di colesterolo nel sangue negli adulti, leggi qui.

Controindicazioni

Includono: sconfitta versatile della maggior parte delle arterie coronarie, rapida diminuzione della funzione di espulsione del ventricolo sinistro a un livello inferiore al 30% a causa di lesioni cicatriziali, l'incapacità del cuore di pompare la quantità di sangue necessaria per nutrire i tessuti.

Oltre al privato, identificare controindicazioni generali, che includono malattie concomitanti, ad esempio, malattie polmonari croniche non specifiche (CHDF), oncologia. Ma queste controindicazioni sono relative in natura.

Possibili conseguenze e complicazioni dopo l'intervento

Isolare complicazioni specifiche e non specifiche dopo rivascolarizzazione del muscolo cardiaco. Complicanze specifiche sono associate alle arterie coronarie del cuore. Tra loro ci sono:

  • La comparsa di attacchi di cuore in alcuni pazienti e, alla fine, un aumento del rischio di esito fatale.
  • La sconfitta della foglia esterna della sacca di pericardio a seguito di infiammazione.
  • Disfunzione del cuore e, di conseguenza, insufficiente nutrizione di organi e tessuti.
  • Un diverso tipo di aritmia.
  • Infiammazione della pleura a causa di infezioni o traumi.
  • Rischio di ictus

Le complicazioni aspecifiche includono problemi che accompagnano qualsiasi operazione.

Chirurgia del bypass aortocoronarico del cuore: la vita prima e dopo

Smistare i vasi sanguigni del cuore è un'operazione che viene prescritta per la malattia coronarica. Quando a seguito di formazione di placche aterosclerotiche nelle arterie che forniscono sangue al cuore, v'è un restringimento (stenosi), minaccia il paziente con le conseguenze più gravi. Il fatto è che se l'apporto di sangue al muscolo cardiaco è compromesso, il miocardio non riceve abbastanza sangue per funzionare correttamente, e questo alla fine porta al suo indebolimento e danno. Con l'attività fisica, il paziente ha dolore toracico (angina pectoris). Inoltre, in caso di mancanza di afflusso di sangue, può verificarsi la necrotizzazione della sede del muscolo cardiaco - infarto del miocardio.

Di tutte le malattie cardiache, l'ischemia (IHD) è la patologia più comune. Questo è il killer numero uno che non favorisce uomini o donne. La violazione di perfusione miocardica a seguito di ostruzione dei vasi coronarici conduce ad un attacco cardiaco, causando gravi complicazioni, e alla morte... Il più delle volte la malattia si manifesta dopo i 50 anni e colpisce soprattutto gli uomini.

In CHD, per la prevenzione di attacco di cuore, così come per l'eliminazione delle sue conseguenze, se con l'aiuto di trattamento conservativo non è riuscito a ottenere un effetto positivo, i pazienti designare un bypass coronarico (CABG).Questo più radicale, ma al tempo stesso il modo più adeguato per ripristinare il flusso sanguigno.

Il CABG può essere eseguito con lesioni singole o multiple delle arterie. L'essenza di ciò è che in quelle arterie, dove il flusso di sangue è rotto, nuovi modi di bypass - gli shunt sono creati. Questo viene fatto con l'aiuto di vasi sani che sono attaccati alle arterie coronarie. Come conseguenza dell'operazione, il flusso sanguigno è in grado di seguire la circonferenza della stenosi o del blocco.

Pertanto, l'obiettivo di CABG è di normalizzare il flusso sanguigno e fornire un apporto di sangue completo al muscolo cardiaco.

Come prepararsi per l'intervento di bypass?

L'atteggiamento positivo del paziente per il successo del trattamento chirurgico è di grande importanza, non meno della professionalità dell'équipe chirurgica.

Non si può dire che questa operazione sia più pericolosa di altri interventi chirurgici, ma richiede anche un'attenta preparazione preliminare. Come per qualsiasi intervento cardiochirurgico, prima che il cuore venga bypassato, il paziente viene sottoposto a un esame completo. Oltre alle necessarie analisi di laboratorio e studi, ECG, ecografia, valutazione delle condizioni generali in questo caso, dovrà sottoporsi a coronarografia (angiografia). Questa è una procedura medica che consente di determinare lo stato delle arterie che alimentano il muscolo cardiaco, per rivelare il grado di restringimento e il luogo esatto in cui è stata formata la placca. Lo studio è condotto utilizzando apparecchiature a raggi X e consiste nell'introduzione di sostanze radiopache nei vasi.

Alcune delle ricerche necessarie sono eseguite fuori paziente, e alcune - stazionarie. Nell'ospedale, dove il paziente di solito si stabilisce una settimana prima dell'operazione, inizia anche la preparazione per l'operazione. Uno degli stadi importanti della preparazione è la padronanza della tecnica della respirazione speciale, che è utile al paziente in seguito.

Come viene eseguito CABG?

Il bypass coronarico consiste nel creare un ulteriore bypass dall'aorta all'arteria, che consente di superare l'area in cui si è verificata l'occlusione e ripristinare il flusso di sangue al cuore. Lo shunt più spesso diventa l'arteria toracica. Grazie alle sue caratteristiche uniche, ha un'alta resistenza all'arteriosclerosi e alla durata come shunt. Tuttavia, è possibile utilizzare una grande vena sottocutanea della coscia e un'arteria radiale.

CABG è singolo, e anche doppio, triplo, ecc. Cioè, se il restringimento si è verificato in diverse navi coronarie, quindi inserire il numero di shunt necessari. Ma il loro numero non dipende sempre dalle condizioni del paziente. Per esempio, con una malattia ischemica di grado pronunciato, può essere necessario un solo shunt e una cardiopatia ischemica di minore gravità, al contrario, richiede uno shunt doppio o addirittura triplo.

Per regolare l'afflusso di sangue al cuore mentre si restringono le arterie, ci sono diversi metodi alternativi:

  1. Terapia con medicinali (ad esempio beta-bloccanti, statine);
  2. L'angioplastica coronarica è un metodo di trattamento non chirurgico, quando un pallone speciale viene portato nel sito di restringimento, che, gonfiando, apre il canale ristretto;
  3. Stenting - un tubo di metallo viene inserito nel vaso interessato, che aumenta il suo lume. La scelta del metodo dipende dallo stato delle arterie coronarie. Ma in alcuni casi viene mostrato solo CABG.

L'operazione viene eseguita in anestesia generale sul cuore aperto, la sua durata dipende dalla complessità e può durare da tre a sei ore. La squadra chirurgica di solito esegue solo una di queste operazioni al giorno.

Esistono 3 tipi di shunt aortocoronarico:

  • Con la connessione dell'apparato IR (circolazione artificiale). In questo caso, il cuore del paziente viene fermato.
  • Senza IR su un cuore funzionante - questo metodo riduce il rischio di complicanze, accorcia la durata dell'operazione e consente al paziente di recuperare più velocemente, ma richiede una grande esperienza da parte del chirurgo.
  • Tecnologia relativamente nuova: accesso mini-invasivo con o senza IR. Vantaggi: meno perdite di sangue; diminuzione del numero di complicanze infettive; riduzione del tempo di permanenza in ospedale fino a 5-10 giorni; recupero più rapido.

Qualsiasi intervento chirurgico al cuore comporta un certo rischio di complicanze. Ma grazie alle tecniche sviluppate di realizzazione, attrezzature moderne e ampia pratica di applicazione, CABG ha indicatori molto alti di risultati positivi. Eppure la prognosi dipende sempre dalle caratteristiche individuali della malattia e può essere fatta solo da uno specialista.

Video: animazione del processo di bypass del cuore (eng)

Dopo l'operazione

Dopo il CABG, il paziente è di solito in terapia intensiva, dove inizia il recupero primario del muscolo cardiaco e dei polmoni. Questo periodo può durare fino a dieci giorni. È necessario che l'operato in questo momento respiri correttamente. Per quanto riguarda la riabilitazione, la riabilitazione primaria è ancora in ospedale, e ulteriori attività sono proseguite nel centro di riabilitazione.

Le suture sul petto e nel luogo in cui il materiale è stato prelevato per lo shunt sono lavate con antisettici per evitare la contaminazione e la suppurazione. Vengono rimossi in caso di guarigione delle ferite con successo il settimo giorno. Nei punti delle ferite c'è una sensazione di bruciore e persino dolore, ma dopo un po 'passa. Dopo 1-2 settimane, quando le ferite della pelle guariscono un po ', al paziente è permesso di fare una doccia.

L'osso dello sterno guarisce più a lungo - fino a quattro, e talvolta sei mesi. Per accelerare questo processo, lo sterno dovrebbe fornire pace. Ciò aiuterà le fasce per il seno progettate per questo scopo. Sulle gambe nelle prime 4-7 settimane, al fine di evitare la congestione venosa e la prevenzione della trombosi, indossare una calza elastica speciale e anche in questo momento fare attenzione a sforzi fisici intensi.

A causa della perdita di sangue durante l'intervento, il paziente può sviluppare anemia, ma non richiede alcun trattamento speciale. Basta osservare una dieta che include cibi ricchi di ferro e dopo un mese l'emoglobina tornerà alla normalità.

Dopo il CABG, il paziente dovrà fare degli sforzi per ripristinare la normale respirazione e per evitare la polmonite. All'inizio ha bisogno di fare esercizi di respirazione, che è stato addestrato prima dell'operazione.

Importante! Non aver paura di tossire dopo CABG: la tosse è una parte importante della riabilitazione. Per alleviare la tosse, puoi premere una palla o un palmo sul petto. Accelera il processo di recupero cambiando spesso la posizione del corpo. Di solito, i medici spiegano quando e come girare e sdraiarsi dalla loro parte.

La continuazione della riabilitazione è il graduale aumento dell'attività fisica. Dopo l'operazione, il paziente non è più disturbato da attacchi di angina e gli viene prescritto il regime motorio necessario. All'inizio cammina lungo i corridoi dell'ospedale per brevi distanze (fino a 1 km al giorno), quindi i carichi aumentano gradualmente, e dopo un po 'vengono rimosse la maggior parte delle restrizioni sul regime motorio.

Quando il paziente viene dimesso dalla clinica per il recupero finale, è auspicabile che venga mandato in un sanatorio. E dopo un mese e mezzo o due mesi il paziente può tornare al lavoro.

Dopo un intervallo di due o tre mesi dopo l'intervento chirurgico di bypass, è possibile eseguire uno stress test per valutare la pervietà di nuovi percorsi e per vedere se il cuore è rifornito di ossigeno. In assenza di dolore e cambiamenti sull'ECG durante il test, il recupero è considerato successo.

Possibili complicazioni con CABG

Le complicazioni dopo bypass cardiaco sono rare e solitamente sono associate a infiammazione o gonfiore. Ancora più raramente sanguina dalla ferita. I processi infiammatori possono essere accompagnati da febbre alta, debolezza, dolore al petto, articolazioni, una violazione del ritmo cardiaco. In rari casi, sono possibili complicanze emorragiche e infezioni. Le infiammazioni possono essere associate alla manifestazione di una reazione autoimmune - il sistema immunitario può reagire così ai suoi stessi tessuti.

Complicazioni raramente in corso di CABG:

  1. Nonunion (fusione incompleta) dello sterno;
  2. ictus;
  3. Infarto miocardico;
  4. trombosi;
  5. Cicatrici cheloidi;
  6. Perdita di memoria;
  7. Insufficienza renale;
  8. Dolore cronico nell'area in cui è stata eseguita l'operazione;
  9. Sindrome post-infusione.

Fortunatamente, ciò accade raramente e il rischio di tali complicazioni dipende dalle condizioni del paziente prima dell'intervento. Al fine di ridurre i possibili rischi, il chirurgo valuta necessariamente tutti i fattori che potrebbero influenzare negativamente il corso dell'operazione o causare complicazioni dell'innesto di bypass delle arterie coronarie prima che il CABG venga eseguito. I fattori di rischio includono:

Inoltre, se il paziente non è conforme alla raccomandazione del medico curante o cessa di svolgere durante il periodo di recupero gli eventi farmaci, consigli dietetici, stress, ecc, possibile ricaduta sotto forma di nuove placche e ri-blocco della nuova nave (restenosi) prescritto. Di solito in questi casi si rifiutano di effettuare un'altra operazione, ma possono trascorrere stenting nuove restrizioni.

Attenzione per favore! Dopo l'operazione, è necessario seguire una certa dieta: ridurre l'assunzione di grassi, sale, zucchero. Altrimenti, c'è un alto rischio che la malattia ritorni.

Risultati della chirurgia di bypass coronarico

La creazione di una nuova porzione della nave durante il processo di smistamento modifica qualitativamente le condizioni del paziente. A causa della normalizzazione del flusso sanguigno al miocardio, la sua vita dopo il bypass cardiaco cambia in meglio:

  1. Scomparsa di angina pectoris;
  2. Riduce il rischio di infarto;
  3. Migliora le condizioni fisiche;
  4. La capacità di lavoro è ripristinata;
  5. Il volume sicuro di sforzi fisici aumenta;
  6. Il rischio di morte improvvisa diminuisce e l'aspettativa di vita aumenta;
  7. Il bisogno di medicinali è ridotto solo a un minimo preventivo.

In una parola, dopo CABG, la vita normale delle persone sane diventa disponibile per una persona malata. Le opinioni dei pazienti sul cardioclinico confermano che il bypass li riporta a una vita piena.

Secondo le statistiche, nel 50-70% dei pazienti dopo l'intervento chirurgico praticamente tutti i disturbi scompaiono, nel 10-30% dei casi, la condizione dei pazienti migliora significativamente. Una nuova ostruzione delle navi non si verifica nell'85% delle operazioni.

Ovviamente, qualsiasi paziente che abbia deciso di eseguire questa operazione è principalmente interessato alla questione di quanti vivono dopo bypass cardiaco. Questa è una domanda piuttosto difficile e nessun medico si prenderà la libertà di garantire un limite di tempo specifico. La prognosi dipende da molti fattori: la salute generale del paziente, il suo stile di vita, l'età, la presenza di cattive abitudini, ecc. Si può dire: lo shunt di solito dura circa 10 anni, e nei pazienti più giovani la sua durata può essere più lunga. Quindi viene eseguita una seconda operazione.

Importante! Dopo CABG, bisogna separarsi da una cattiva abitudine come fumare. Il rischio di ritorno di IHD per il paziente operato aumenta molte volte, se continua a "indulgere" con le sigarette. Dopo l'operazione, il paziente ha solo un modo per dimenticare di fumare per sempre!

A chi viene mostrata l'operazione?

Se l'intervento percutaneo non può essere eseguito, l'angioplastica o lo stent non hanno avuto successo, allora è indicato CABG. Le principali indicazioni per bypass aortocoronarico:

  • Sconfiggi parte o tutte le arterie coronarie;
  • Restringimento del lume dell'arteria sinistra.

La decisione sull'operazione viene presa separatamente in ciascun caso, tenendo conto del grado di danno, delle condizioni del paziente, dei rischi, ecc.

Quanto costa l'intervento chirurgico di bypass cardiaco?

L'innesto di bypass delle arterie coronarie è un metodo moderno per ripristinare il flusso sanguigno al muscolo cardiaco. Questa operazione è abbastanza high-tech, quindi il suo costo è piuttosto alto. Quanto costerà l'operazione dipende dalla sua complessità, dal numero di shunt; lo stato attuale del paziente, il conforto che desidera ricevere dopo l'operazione. Un altro fattore che determina il prezzo dell'operazione è il livello della clinica - lo smistamento può essere fatto in un ospedale cardiologico convenzionale, oppure può essere fatto in una clinica privata specializzata. Ad esempio, il costo a Mosca varia da 150 a 500 mila rubli, in cliniche in Germania e Israele - una media di 0,8-1,5 milioni di rubli.

Feedback indipendente del paziente

Vadim, Astrakhan: "Dopo la coronarografia, secondo il medico, mi sono reso conto che non mi sarei allungato per più di un mese - naturalmente, quando mi è stato offerto CABG, non ho nemmeno pensato di farlo o non farlo. L'operazione è stata effettuata a luglio, e se non potessi farne a meno senza nitrosprey, dopo lo smistamento non l'ha mai usato. Un enorme ringraziamento allo staff del centro cardiaco e al mio chirurgo! "

Alexandra, Mosca: "Dopo l'operazione, ci è voluto un po 'di tempo per riprendersi: questo non succede immediatamente. Non posso dire che ci fosse un dolore molto forte, ma mi sono stati prescritti molti antibiotici. All'inizio era difficile respirare, specialmente di notte, doveva dormire a metà seduta. Il mese era un punto debole, ma si costrinse a colpire, poi andò sempre meglio. Soprattutto, ha stimolato che il dolore dietro lo sterno scompariva immediatamente. "

Ekaterina, Ekaterinburg: "Nel 2008, CABG è stato realizzato gratuitamente, in quanto è stato dichiarato l'anno del cuore. A ottobre, mio ​​padre (aveva allora 63 anni) fu sottoposto a un intervento chirurgico. Lo ha trasferito molto bene, ha trascorso due settimane in ospedale, poi per tre settimane è stato mandato in un sanatorio. Ricordo che fu costretto a gonfiare la palla in modo che i polmoni normalmente funzionassero. Fino ad ora, si sente bene, e rispetto a quello che era prima dell'operazione, eccellente. "

Igor, Yaroslavl: "Mi è stato dato CABG nel settembre 2011. Stavo lavorando a cuore, due vasi shunt sono stati posizionati sopra e il mio cuore non ha bisogno di essere rovesciato. Tutto è andato bene, non c'era dolore nel mio cuore, all'inizio ero dolorante con uno sterno. Posso dire che sono già passati diversi anni e mi sento come in salute. È vero, ho dovuto smettere di fumare. "

Bypassare i vasi coronarici è un'operazione spesso vitale per il paziente, in alcuni casi solo la chirurgia può prolungare la vita. Pertanto, nonostante il fatto che il prezzo dello smistamento aortocoronarico sia piuttosto elevato, non può essere paragonato alla vita umana inestimabile. Fatto in tempo, la chirurgia aiuta a prevenire un attacco di cuore e le sue conseguenze e torna a una vita piena. Tuttavia, questo non significa che puoi ancora permettersi l'eccedenza dopo lo smistamento. Al contrario, è necessario riconsiderare il modo di vivere: mantenere una dieta, muoversi di più e dimenticare abitudini sempre cattive.

Siete Interessati Circa Le Vene Varicose

È possibile bere vino con le emorroidi?

Che a trattare

Molto spesso, una malattia così grave delle vene del retto come le emorroidi è causata da una dieta scorretta e da bere. I vini da tavola in piccole quantità a volte hanno un effetto positivo sul rafforzamento generale del corpo....

Revisione completa delle vene varicose sulle gambe: cause, trattamento, prognosi

Che a trattare

Da questo articolo imparerai: quali sono le vene varicose sulle gambe, quali sono i principali segni esterni di patologia....