Come trattare la tromboflebite degli arti inferiori

Motivi

Thrombophlebitis - una malattia abbastanza comune delle vene, che si trova più spesso sugli arti inferiori. È caratterizzato dall'infiammazione delle pareti dei vasi ed è spesso accompagnato dalla formazione di trombi. Il trattamento della tromboflebite non può essere posticipato a causa di gravi conseguenze che possono portare alla morte. Coaguli di sangue disturbano la circolazione sanguigna. Possono staccarsi dai muri e muoversi con il sangue verso altre parti del sistema vascolare.

Va detto che l'infiammazione delle pareti venose e la formazione di trombi sono processi indipendenti. Quando i processi infiammatori nelle pareti vascolari non sono sempre nelle vene formate coaguli di sangue. La malattia senza la comparsa di trombi è chiamata flebite.

Lo sviluppo della malattia è facilitato dai seguenti fattori:

  • danno alle pareti delle vene, per esempio, nei traumi, interventi chirurgici;
  • rallentamento della circolazione sanguigna negli arti;
  • aumento della coagulabilità del sangue.

La tromboflebite delle gambe si presenta spesso con le vene varicose. Può colpire sia le vene profonde che quelle superficiali. Può essere acuto, subacuto, cronico. Infiammazione delle estremità inferiori delle pareti dei vasi spesso Germfree, o asettico, ma se l'infezione nei wilts sangue, quindi sviluppa processo purulenta. A casi molto rari di sviluppo di tromboflebiti, che, tuttavia, sono stati riscontrati nella pratica del flebologo, includono punture di insetti nelle vene varicose.

Le manifestazioni di tromboflebiti degli arti inferiori sono principalmente sintomi locali con soddisfacente benessere generale. In forma acuta ci sono dolori alla gamba, al posto della nave colpita c'è arrossamento e c'è un punto doloroso denso. L'area di questa zona aumenta gradualmente, c'è un aumento della temperatura della pelle nella zona di rossore, ci può essere edema. Se ci sono noduli varici, aumentano, si addensano, diventano dolorosi. La tromboflebite acuta può essere accompagnata da un aumento della temperatura (fino a 38 gradi), brividi, malessere generale.

La forma cronica è caratteristica per la tromboflebite degli arti inferiori, che si è sviluppata come una esacerbazione delle vene varicose. È caratterizzato da un decorso prolungato con ricadute periodiche. Senza esacerbazioni, le manifestazioni locali possono essere assenti o meno pronunciate. Se la malattia è iniziata, la pelle nella zona della lesione diventa più densa, compaiono ulcere varicose.

Trattamento della tromboflebite

Viene praticato un trattamento conservativo e chirurgico. In forma acuta, è possibile mostrare il riposo a letto per evitare che i coaguli di sangue trasferiscano coaguli di sangue. Si raccomanda di sollevare la gamba interessata per migliorare il flusso sanguigno e ridurre il dolore.

Il trattamento ambulatoriale viene eseguito se l'area interessata si trova sullo stinco. Se il processo infiammatorio è localizzato a livello del ginocchio o superiore, è necessario il ricovero in ospedale.

I principali compiti del flebologo nel trattamento della tromboflebite degli arti inferiori:

  1. Prevenire il passaggio di trombi dalle vene superficiali nel profondo.
  2. Fermare l'infiammazione. Questo processo porta a sintomi gravi e forti dolori. Affrontare l'infiammazione allevia il paziente dal dolore e migliora significativamente le sue condizioni generali.
  3. Non lasciare che la malattia ritorni. Se la tromboflebite è comparsa, il rischio di recidiva è grande. L'infiammazione ripetuta nei tessuti porta a cambiamenti irreversibili nel tessuto sottocutaneo e nella pelle.

I flebologi moderni praticano il trattamento combinato, utilizzando metodi sia conservativi che chirurgici. Sempre più spesso, i medici stanno ricorrendo a metodi poco invasivi e minimamente invasivi per il trattamento della tromboflebite, che hanno molti vantaggi, tra cui un rapido recupero. Molti specialisti cercano di trattare le tromboflebiti con metodi non chirurgici anche nei casi più gravi. Sebbene sia tutt'altro che sempre possibile fare a meno di una classica operazione chirurgica.

Metodi conservativi

Il trattamento conservativo comprende farmaci per uso esterno e interno, nonché terapia compressiva.

  • Farmaci antiaggregazionali che riducono la possibilità di coaguli di sangue nei vasi degli arti inferiori. Questi includono compresse "Trombo ACC", "Curantil", "Trental".
  • Farmaci anti-infiammatori: Ibuprofene, Orthofen, Butadion, Diclofenac.
  • Agenti venotonizzanti per tromboflebiti associati a vene varicose (Detralex, Venoruton, Troxerutina)
  • Unguento eparina, gel di Lioton, crema chetonica.
  • Bende elastiche 24 ore su 24 durante la settimana con esacerbazione, poi compressione maglieria durante il giorno.
  • L'uso di anticoagulanti per ridurre la coagulabilità del sangue (iniezioni sottocutanee di eparine a basso peso molecolare, ad esempio sodio enoxaparina).
  • Agenti iposensibilizzanti per il trattamento di complicanze come la dermatite (sovrastin, dimedrol, tavegil).
  • Se c'è un'infezione, vengono prescritti antibiotici.

Metodi chirurgici

I metodi operativi sono indicati se il farmaco è inefficace. L'operazione consiste nel legare la vena in priori e successivamente rimuoverla con una sonda. Inoltre, può essere eseguita una crosstectomia, in cui sono anche bendati gli affluenti aggiuntivi.

Se la tromboflebite degli arti inferiori si sviluppa su uno sfondo di vene varicose, viene utilizzato un trattamento radicale - combinato con flebectomia. In questo caso, l'operazione è mirata a prevenire possibili embolie ed eliminare la causa delle tromboflebiti - vene varicose. Cioè, legatura priotevaya delle vene, così come la rimozione delle vene varicose.

Trattamento laser

Oggi esistono modi più parsimoniosi di trattare le tromboflebiti, legate al non chirurgico. Il trattamento laser viene applicato con successo e dà risultati positivi. Questa è la coagulazione laser endovasale - EVLK. L'operazione è in anestesia locale e dura dai 40 ai 50 minuti circa. Dopo la procedura, una calza a compressione viene indossata sul piede e si raccomanda di camminare per un'ora. Il trattamento è quasi indolore, il recupero è molto veloce.

Oltre a EVLK, viene utilizzato un altro metodo di trattamento minimamente invasivo: obliterazione a radiofrequenza (RFO). Entrambi i metodi si sono dimostrati nella tromboflebite degli arti inferiori, causata dalle vene varicose.

Trattamento della tromboflebite con il laser

Lo sviluppo della tecnologia contribuisce a una sempre maggiore ottimizzazione della vita umana. Il metodo laser della chirurgia è una scoperta utile per la medicina, poiché si è rivelato il più efficace per il trattamento della tromboflebite.

La chirurgia per la tromboflebite con un laser è più tollerabile dai pazienti rispetto alla chirurgia convenzionale. Il nome completo del metodo è l'obliterazione laser endovenosa.

Indicazioni per EVLO

Non tutti i pazienti sono prescritti trattamento tromboflebite con un laser, dal momento che ci sono controindicazioni. Pertanto, i casi in cui questa procedura è consentita e vietata dovrebbero essere considerati.

  • anomalie congenite nello sviluppo del sistema venoso;
  • le vene varicose hanno una forma staminale o stellata;
  • casi di recidiva dopo altri metodi di trattamento;
  • insufficienza venosa.
  • diabete mellito;
  • Passaggio venoso inaccessibile al laser;
  • presenza di altre malattie somatiche;
  • le arterie colpite sulle gambe.

È necessario sapere come in un caso particolare trattare la tromboflebite. Il funzionamento con un laser non è dannoso per la salute e non contribuisce al deterioramento. I miei pazienti hanno usato uno strumento collaudato, che può sbarazzarsi delle vene varicose in 2 settimane senza molto sforzo.

Vantaggi del metodo laser

A differenza dell'intervento chirurgico, EVLO ha una serie di miglioramenti che comprendono i principali vantaggi della nuova tecnologia:

  1. Efficienza. Dopo aver eseguito molte operazioni, le statistiche mostrano che il metodo è un enorme successo e le eccezioni si sono verificate solo in casi univoci. La chirurgia laser non lascia conseguenze e non consente ricadute.
  2. Sicurezza. Effettuare l'obliterazione è una procedura di alta qualità sotto tutti gli aspetti.
  3. Estetica. Poiché questa non è un'intrusione chirurgica, non ci saranno cicatrici sugli arti inferiori della persona. Durante l'operazione, i tagli e le cuciture non vengono prodotti.
  4. Indolore. Il paziente viene iniettato con anestetico, dopo di che non sente affatto l'operazione.
  5. Leggerezza. Segue dal paragrafo precedente. Quasi immediatamente dopo il completamento del processo, il paziente può tranquillamente muoversi sulle sue gambe. Non sentirà dolore. È necessario aspettare solo la fine dell'azione dell'anestetico.

L'obliterazione laser endovenosa richiede la completa riabilitazione del paziente. Ma a diversi stadi della malattia il risultato è leggermente diverso. I prerequisiti principali per il risultato sono:

  • Il processo infiammatorio si arresta. Ciò significa un miglioramento assoluto delle condizioni del paziente, dal momento che questa complicanza porta dolore acuto e sordo, a seconda del corpo umano. Inoltre, a causa di ciò, le conseguenze non saranno causate;
  • Previene lo sviluppo di tromboflebiti. Ha formato un grumo di sangue - un trombo, non entra in vene profonde;
  • Le ricadute non sono consentite. Dopo un'operazione laser, c'è la garanzia che la malattia varicosa non ritorni e l'infiammazione non ricomincerà.

Le garanzie di ELVO sono incoraggianti, quindi non è necessario dubitare dell'efficacia del metodo.

Chirurgia laser

La sua preparazione e la procedura stessa vengono eseguite in più fasi. Installare prima l'attrezzatura e preparare il paziente. Una guida di luce radiale è inserita nella vena interessata.

Quindi effettuano l'iniezione anestetica necessaria, che facilita ulteriormente le condizioni del paziente, ma inoltre agisce come protezione dei tessuti circostanti. Dopo questo, inizia il processo laser.

L'unica sfumatura è che dopo l'operazione il paziente deve indossare una calza a compressione. Alcuni lo nominano per un giorno, mentre altri raccomandano di non prendersi una settimana di riposo.

Un modo provato per curare la varicosi in casa per 14 giorni!

Trattamento della trombosi

Il processo trattamento della trombosi Le vene profonde dovrebbero essere effettuate in base al rischio di sviluppare PE, diffusione trombosi degli arti inferiori e la durata della malattia. Ai principali compiti di trattamento trombosi degli arti inferiori comprendono:

- fermare lo sviluppo e la diffusione di trombosi venosa profonda degli arti inferiori; - cercare di prevenire lo sviluppo di PE che minacci la vita del paziente durante la fase acuta ed è la causa dello sviluppo di ipertensione cronica; - prevenire la progressione di effusioni, possibile cancrena venosa e possibile perdita dell'arto; - adottare misure per prevenire lo sviluppo della malattia post tromboflebitica.

In assenza di condizioni per un esame completo di un paziente con una malattia trombosi venosa profonda degli arti inferiori, Di solito viene prescritto anticoagulanti quando il paziente è costretto a letto per dieci giorni. L'uso dell'ipotermia locale, effettuata lungo la proiezione del fascio vascolare, riduce significativamente la formazione di flebite e riduce significativamente il dolore.

Pazienti con forme occlusali e parietali trombosi venosa profonda degli arti inferiori, non vi è alcuna minaccia di tromboembolismo. Possono attivare la compressione elastica degli arti, che migliorerà il deflusso venoso e impedirà la trasformazione varicosa delle vene sottocutanee. In un periodo acuto per questo scopo, è opportuno utilizzare bende elastiche con un grado limitato di estensibilità.

a trattamento della trombosi In forma acuta, vengono utilizzati principalmente tre gruppi di farmaci. Questi sono anticoagulanti, trombolitici, fibrinolitici e disaggregati.

L'uso della terapia conservativa nel trattamento trombosi degli arti inferiori è volto a prevenire l'ulteriore diffusione della trombosi e lo sviluppo di PE, e consente anche di ripristinare la pervietà delle vene trombizzate.

L'unica regola della terapia conservativa della tromboflebite sottocutanea è l'uso di una compressione elastica prolungata dell'arto interessato.

Ce ne sono molti trattamento della trombosi vene profonde, ma è necessario imparare una cosa - categoricamente non si può ritardare con il trattamento. Chiama subito, e il dottor Letunovsky Evgeny Anatolevich ti aiuterà e consiglierà e fornirà le cure mediche necessarie.

Nuove tecnologie nel trattamento delle vene varicose

Trattamento laser della tromboflebite

Trattamento di navi con un laser. tromboflebite, trombosi, aterosclerosi. Mosca. South-Western, Warm Stan, Konkovo.

Trattamento laser: la tromboflebite è l'uso di tre tecniche moderne: lacrossectomia, stripping, miniflebectomia in combinazione con la coagulazione laser endovenosa. L'intervento chirurgico laser è ambulatoriale. È mostrato con dolorose tromboflebiti delle vene varicose (infiammazione delle pareti dei vasi sanguigni). L'approccio combinato fornisce un trattamento efficace della tromboflebite. L'operazione viene eseguita sotto la supervisione di sensori a ultrasuoni. Dopo l'esame, il chirurgo assegna un vaso deformato, tracciando conclusioni sulla profondità della lettiera e sulla dimensione della vena. Dopo marcatura, a seconda della larghezza del contenitore, esso produce crossectomia (per grandi vene - attraversato il luogo di confluenza della tromboflebite vaso interessato nelle vene profonde). Per questo, viene praticata un'incisione di 2-3 cm nella zona inguinale con contemporanea coagulazione dei bordi. Quando il metodo di inversione strippaggio rimuove solo una parte della nave affetti da tromboflebite, e non l'intera linea venosa, le piccole vene di "evaporate" laser. Medici miniflebektomii utilizzare le punture vaso per inserire il coagulante laser endovenosa che "brew" la vena dall'interno, trasformandolo in tessuto fibroso. Nel tempo, questo tessuto si risolve.

Trattamento laser: trombosi - fa parte della terapia generale di ostruzione del lume del vaso insieme alla coagulazione laser endovenosa. A seconda dello stadio della trombosi, i medici scelgono la tecnica di irradiazione. Il vaso danneggiato è affetto da un'onda laser a bassa energia in modo paravenotico (inclusi i tessuti adiacenti), che ha un'azione antitrombotica, coagulativa e retrattiva. Il laser a bassa energia riduce l'edema degli arti inferiori e migliora i risultati postoperatori del trattamento della trombosi grave. La fluidità del sangue viene corretta dalla radiazione laser, la cui applicazione sistemica contribuisce alla ricanalizzazione (apertura) della vena.

trattamento laser di aterosclerosi - una parte della terapia fisica efficace volta al ritorno di elasticità dei vasi sanguigni, l'abbassamento del colesterolo, formando placche aterosclerotiche. Grazie a Smart Auto società Asclepion di attrezzature tedesco, Laser Lunghezza d'onda assicurare la pervietà delle ossigenazione dei tessuti vascolari, viene trasportato attraverso il sangue. Dopo aver esaminato il medico curante, vengono prescritte procedure sistemiche di un'ampia rete di vasi. Il corso è calcolato in base alla forma e allo stadio dell'aterosclerosi.

Trombosi e radiazioni laser a bassa intensità

Irradiazione laser a bassa intensità influenza attivamente la trombosi venosa, accelerando significativamente il processo di organizzazione e ricanalizzazione del trombo, prevenendo una nuova formazione di trombi. Questi processi avvengono sia con esposizione laser locale percutanea, sia con il trasferimento di quanti laser assorbiti dal sangue.

I processi di organizzazione di trombi e, eventualmente, trombolisi sotto l'influenza di radiazione laser a bassa intensità andare non solo nel punto di attacco del trombo al muro della vena, ma anche nel corpo del trombo stesso. Allo stesso tempo è possibile la frammentazione del trombo con la sua migrazione prossimale. Ciò suggerisce la necessità di prevenire il tromboembolismo dell'arteria polmonare mediante la plicatura della vena sopra la trombosi o l'installazione sopra il trombo del filtro endovenoso.

Microcircolazione antinfiammatoria, immunomodulante, normalizzante radiazione laser a bassa intensità può significativamente migliorare i risultati del trattamento pazienti con trombosi venosa profonda acuta degli arti inferiori dovuta all'accelerazione della velocità di organizzazione e ricanalizzazione del trombo con un rapido recupero del flusso sanguigno principale.

RZ Losev, VL Levovich, Kh.K. Zinatullin

Trattamento laser della trombosi

La causa dell' PE è la trombosi delle vene profonde degli arti inferiori, che si sviluppa più spesso 1 giorno prima - e nei 7 giorni successivi all'intervento. Gli attuali metodi di prevenzione (MP) delle complicanze tromboemboliche venose, inclusa la trombosi venosa profonda degli arti inferiori, non sono privi di significative carenze (complicanze).

Questi dati ci spingono a cercare nuovi metodi non convenzionali e sicuri per prevenire la trombosi venosa profonda negli arti inferiori.

Uno studio sperimentale delle proprietà coagulanti del sangue sotto l'azione di laser a bassa intensità ha dato impulso allo sviluppo e all'ampia applicazione della terapia laser in varie aree della chirurgia. Un esperimento persistente di ipocoagulazione (entro 30 giorni) di luce laser a bassa energia è stato ottenuto nell'esperimento dopo 3 sessioni giornaliere di esposizione ai seni carotidi (CS) su entrambi i lati. Questi dati sono di particolare interesse, dal momento che la trombosi venosa profonda degli arti inferiori e PE si verificano anche durante il trattamento ambulatoriale.

Nella clinica (chirurgia generale, purulenta, maxillo-facciale), i risultati più efficaci sono stati ottenuti con irradiazione di CS, vasi sanguigni maggiori e focus patologico. In futuro, la terapia laser profilattica (PMT) è usato per prevenire gli eventi tromboembolici venosi, come trombosi venosa profonda degli arti inferiori, ed embolia polmonare quindi probabile.

Abbiamo osservato 173 pazienti, di cui 131 pazienti con moderata e 42 pazienti con alto rischio di VTEO. Tutti i pazienti sono stati sottoposti a un ciclo cutaneo di terapia laser preventiva per 3 giorni. Area impatto del seno carotideo, un vaso sanguigno principale (tronco celiaco, l'arteria femorale) e la proiezione della sezione futuro (lapar - torakoporta) nel gruppo a rischio moderato.

In terapia laser profilattica ad alto rischio è stato anche 3 Procedura 1 seduta al giorno: lavorare sui seni carotidei, l'arco aortico (zona del seno aorto-carotideo) e la sezione di proiezione (lapar - o torakoporta). Oltre alla terapia laser profilattica, i pazienti sono stati trasfusi con plasma appena congelato, destrano e altri farmaci, a seconda della principale e della presenza di patologia concomitante. Tutti i pazienti sono stati sottoposti a compressione elastica degli arti inferiori. Dopo il corso di laser terapia VTEO non è stato annotato.

I nostri dati permettono di consigliare la terapia profilattica laser con luce laser infrarossa in una modalità a impulsi del laser, con lunghezza d'onda di 0,85-0,95 micron come un efficace, metodo sicuro di prevenzione e VTEC patogenetico nella pratica clinica in un complesso di misure terapeutiche.

Parhisenko Yu.A. con et al.

Trattamento laser della trombosi e di altri materiali su flebologia.

Trattamento efficace della tromboflebite con il laser usando la tecnologia Biolitec. Tromboflebite acuta della vena superficiale

La vostra attenzione è rappresentata dai risultati di un trattamento di successo di un paziente con tromboflebite acuta di un grande afflusso di varicose.

Tromboflebite acuta della vena superficiale nel bacino della grande vena safena a sinistra. Trattamento efficace della tromboflebite con tecnologia laser biolitec. Il medico curante è Semenov Artem Yuryevich.

Anamnesi del paziente A., 42g.

La tua attenzione è rappresentata dai risultati di un trattamento di successo di un paziente con tromboflebite acuta di una grande infusione varicosa nel bacino di una grande vena safena. Per il trattamento della tromboflebite è stata utilizzata la tecnologia laser tedesca Biolitec, integrata con mini-varibectomia secondo Varadi.

Consultazione ed esame del flebologo Semenov A.Yu.

Nel centro innovativo di flebologia "Viterra" una giovane donna di 42 anni si è rivolta a lamentele riguardo all'arrossamento all'arto inferiore sinistro e ha espresso dolore in questa zona.

Anamnesi della malattia:

Per la prima volta ha attirato l'attenzione sulle vene gonfie su entrambe le gambe più di 15 anni fa. Tuttavia, non ha attribuito alcuna importanza a questo, dal momento che nulla male. E 3 giorni fa c'era un doloroso rossore all'anca sinistra nella proiezione di noduli varici che si estendevano rapidamente fino alla coscia e fino allo stinco, portando sempre più sofferenza. Urgentemente appello al centro di flebologia.

Tipo di arto inferiore sinistro alla consultazione primaria del Dr. Semyonov A.Yu.

All'esame: sulle superfici anteriore e laterale della coscia sinistra, sulla superficie laterale della tibia, la pelle è fortemente iperemica, la palpazione è determinata dalla compattazione e dal dolore.

UZSV delle vene degli arti inferiori:

Le vene profonde di entrambi gli arti inferiori sono passabili, il flusso sanguigno è fase.

L'allargamento del varicose di grandi vene sottocutanee su entrambi i lati è determinato. Il diametro delle grandi vene sottocutanee nella zona delle anastomie safeno-femorale è di 10-12 mm, quindi i tronchi hanno un tratto rettilineo, con un diametro da 6 mm a 8 mm. Le valvole SPS e le canne BPV non sono coerenti.

Nel terzo inferiore della coscia, a sinistra del BPV, parte un afflusso di varici che si estende lungo le superfici anteriore e laterale della coscia e della parte inferiore della gamba, 5-8 mm di diametro, quasi completamente riempito di masse trombotiche. Il flusso di sangue in questa vena non si verifica.

Diagnosi clinica varicotromboflebite acuta della vena superficiale nel bacino della grande vena safena a sinistra. Malattia varicosa. Vene varicose di entrambi gli arti inferiori, nella fase di sottocompensazione. Il tipo misto. Insufficienza venosa cronica dell'II stadio.

trattamento:

Urgentemente, dopo la preparazione preoperatoria standard, in condizioni operative, in anestesia locale e sotto copertura di eparine a basso peso molecolare, il paziente ha subito una procedura: obliterazione laser endovascolare mediante tecnologia biolitec tronchi di grandi vene sottocutanee su entrambi i lati con guide di luce radiali classico con miniflebectomia per varadis di noduli varicosi non regolati su entrambi gli arti inferiori.

Operato: Semenov A.Yu.

Assistito da: Antipov AA.

Questo intervento ha eliminato le vene varicose in entrambi gli arti inferiori e ha completamente eliminato la minaccia di un'ulteriore diffusione di coaguli di sangue direttamente nel tronco della vena safena a sinistra, nonché la minaccia di separazione dei trombi dal loro ingresso nell'arteria polmonare (PE).

La procedura EVLO è stata eseguita in 1 ora e 30 minuti. Dopo questo, il paziente lasciò il centro e fece una breve passeggiata.

Esami di follow-up e UZD:

Il giorno seguente è stata eseguita un'ecografia: arrossamento e dolore sono diminuiti significativamente. Di notte ho dormito bene (senza farmaci per il dolore).

USDS: le vene profonde dell'arto inferiore destro sono percorribili, il flusso sanguigno è fase, sincronizzato con l'atto respiratorio. I tronchi delle grandi vene sottocutanee dalle anastomie safeno-femorale e fino al terzo superiore degli stinchi sono completamente obliterati, il flusso sanguigno in essi non è determinato.

Risultati del trattamento dopo 3 mesi

Dopo EVLO in 3 mesi

Nelle immagini presentate dopo 3 mesi, è perfettamente chiaro che le vene trombizzate sono completamente scomparse. Il paziente è sano

Laser terapia nel complesso trattamento chirurgico della trombosi venosa profonda degli arti inferiori

In termini di più di una settimana dopo l'insorgenza della trombosi venosa acuta, ci sono segni di infiammazione della parete venosa. Questo porta ad una fusione intima del coagulo di sangue con la parete venosa. Cambiamenti degenerativi si verificano nell'apparato valvolare della vena, il suo rivestimento intimale. Questi disturbi, con una tendenza a invertire lo sviluppo, "forniscono" la sindrome successivamente post tromboflebitica. Pertanto, il trattamento chirurgico della trombosi venosa con una durata della malattia superiore a 1 settimana viene mostrato solo quando la vita del paziente è in pericolo. Quei processi che avvengono all'interno della vena trombizzata e che contribuiscono a un legame più forte tra il trombo e la parete venosa non escludono affatto la possibilità di flottazione di trombi e embolia polmonare.

Applicazione di radiazioni laser a bassa energia nel complesso trattamento chirurgico di pazienti con trombosi venosa profonda embologenica degli arti inferiori con un periodo di malattia superiore a 7 giorni dalla sua comparsa può migliorare significativamente i risultati immediati ea lungo termine del trattamento.

Questo è realizzato attraverso tre direzioni principali dell'azione laser:

  1. Irradiazione laser paravasale riduce l'incidenza di trombosi postoperatoria precoce al livello di plicatura dovuto all'effetto antitrombotico locale e generale del laser a bassa energia.
  2. Irradiazione laser paravasale dovuta al suo effetto sistemico sull'emostasi riduce il dosaggio giornaliero di eparina e previene le complicanze emorragiche dalla terapia con eparina.
  3. Irradiazione laser transcutanea della proiezione delle vene trombizzate contribuisce a una ricanalizzazione più veloce di queste vene e manifestazioni più piccole della sindrome post-tromboflebitica nel periodo postoperatorio a lungo termine. L'irradiazione del laser a infrarossi transcutanea è indicata nei casi in cui vi sono segni di infiammazione attiva nelle vene e nel tessuto paravale. Nel caso di un trombo organizzato, difficilmente può essere utile.

tromboflebite

Le condizioni patologiche acute associate ai vasi sanguigni possono causare molti problemi. Una di queste è la tromboflebite, che di solito si osserva sugli arti inferiori, e ignorare il trattamento può portare a una persona complicazioni pericolose, fino a un risultato letale.

Thrombophlebitis - che cos'è?

La tromboflebite è una malattia grave, durante la quale si osserva un processo infiammatorio delle pareti dei vasi sanguigni con la formazione di un trombo, in conseguenza del quale l'arto diventa gonfio (gonfio).

Thrombophlebitis - sintomi

Un trombo è una solida formazione di cellule del sangue che si incollano insieme. I coaguli di sangue possono interferire con il normale flusso di sangue in tutto il corpo. I coaguli di sangue possono causare gonfiore nelle vene del collo o delle mani, ma questo accade molto raramente. Il dolore alle estremità è tipico, a volte la temperatura sale. Tirare il dolore, scoppiare.

Tromboflebite. Cosa dice Wikipedia?

Gli autori dell'articolo di Wikipedia sostengono che la tromboflebite è un'infiammazione della vena, che è associata alla formazione di un coagulo di sangue (trombo).

Thrombophlebitis - cause

La formazione di coaguli di sangue è la principale causa di infiammazione venosa. Di seguito è riportato un elenco di fattori di rischio che possono portare alla formazione di coaguli.

  • Vena danni
  • Uso di pillole anticoncezionali
  • Riposo a letto per un lungo periodo
  • Diabete (tipo II)
  • Carenza di vitamine nel sangue, ad esempio, carenza di vitamina B-12

Il movimento attivo favorisce la circolazione, che impedisce la coagulazione delle cellule del sangue.

Tromboflebite - diagnosi

Diagnosi della malattia in base all'esame e metodi aggiuntivi: angiografia, ecografia, flebografia, fleboscintigrafia.

Thrombophlebitis: quanto è pericoloso

Ci sono due gravi pericoli della tromboflebite:

  • Migrazione di un coagulo di sangue in un sistema venoso profondo. In questo caso, possono verificarsi complicazioni, come le vene profonde sono colpite, che si manifesta con ulcere e grave gonfiore.
  • Chiusura di trombi. Un trombo reciso entra nel sistema circolatorio, che porta al tromboembolismo e può spesso portare alla morte. Tromboflebiti degli arti inferiori, foto che è nella rete, un "carnefice" a sangue freddo!

La conclusione è questa: non ritardare con il trattamento! Metodi di trattamento della tromboflebite numerosi, sarà possibile scegliere quello ottimale.

Tromboflebite - cosa trattare

Il trattamento della tromboflebite dipenderà dallo stadio in cui si trova la malattia.

  • indossare costantemente la maglia di compressione;
  • farmaci anti-infiammatori e unguenti;
  • preparati per la diluizione del sangue;
  • trattamento laser;
  • trattamento di RFA.

Anche in molti casi, i pazienti usano metodi popolari che non aiutano a eliminare tromboflebite degli arti inferiori, sintomi che è molto spiacevole, ma aggrava solo la situazione del paziente.

Thrombophlebitis - come trattare rapidamente

Vuoi rimuovere rapidamente tromboflebite? Trattamento senza chirurgia ed è possibile solo se il trombo è nelle vene superficiali. È molto importante aderire al riposo a letto per rimuovere il gonfiore. Il ricevimento di anticoagulanti aiuterà ad accelerare la liquefazione dei coaguli di sangue e in parte eliminare tromboflebite. Trattamento (Mosca - una città dove ci sono molti buoni specialisti coinvolti nel trattamento della tromboflebite acuta) dovrebbe essere completa. Utilizzare unguenti per aiutare a rimuovere l'infiammazione.

La cosa principale è se lo hai tromboflebite delle vene - consultare un medico.

Tromboflebiti degli arti inferiori - trattamento

Il trattamento può essere fatto solo da specialisti esperti:

  1. Conservatore. L'obiettivo è ridurre la coagulazione del sangue e ridurre l'infiammazione della parete venosa;
  2. Operativo. L'obiettivo è rimuovere i coaguli di sangue e eliminare l'ulteriore progressione del processo infiammatorio.

Il flebologo, dopo l'esame e la scansione ad ultrasuoni, si baserà sulla gravità della malattia e sulla condizione del paziente al momento dell'esame. In alcuni casi, quando il trombo è molto alto, è indicato solo l'ammissione di emergenza nel compartimento vascolare per un intervento chirurgico urgente.

Tromboflebite o flebotrombosi

La flebotrombosi dura a lungo ed è anche caratterizzata dalla formazione di un trombo nel lume della vena, ma senza cambiamenti infiammatori nella parete della vena stessa. Aumenta la coagulabilità, che rallenta il flusso di sangue. A causa della debole fissazione, il trombo può presto staccarsi e condurre al tromboembolismo. Pochi giorni dopo l'inizio della formazione del coagulo, l'infiammazione può unirsi ed è già possibile parlare di una tale malattia come affilato tromboflebite degli arti inferiori. dieta e lo stress idrico dovrebbe diventare obbligatorio nel trattamento. È necessario bere una grande quantità di liquido per rimuovere l'intossicazione del corpo, stabilizzare l'equilibrio salino e ridurre la ricorrenza della flebotrombosi.

Tromboflebiti e vene varicose

Le vene varicose sono il principale precursore di una tale patologia tromboflebite degli arti inferiori. prevenzione non sempre può aiutare, quando le vene varicose sono colpite. Il motivo è uno: un tono debole delle pareti venose. A causa del tono ridotto, le vene cessano di superare la resistenza del sangue di quelle vene che si trovano più in alto. Questo porta alla loro espansione.

Tromboflebiti e vene varicose sono malattie che sono state a lungo chiamate "una malattia che abbatte".

Thrombophlebitis a rischio

Un rischio maggiore di sviluppare tromboflebite è possibile nelle seguenti situazioni:

  • la gravidanza;
  • parto;
  • Diminuzione dell'attività (pazienti sdraiati dopo un ictus, infarto, lesioni, operazioni gravi);
  • Peso in eccesso;
  • Malattie venose.

Più fattori sono, maggiori sono le possibilità di sviluppare tromboflebiti.

Thrombophlebitis: fasi o varianti del corso

La malattia può essere in 3 fasi:

  • Caratterizzato da vene varicose. C'è un piccolo dolore, stanchezza.
  • C'è gonfiore, il dolore diventa più forte.
  • L'edema può essere accompagnato dalla formazione di ulcere che non guariscono. La pelle si scurisce e si squama a causa della comparsa di secchezza.

La terza fase è pericolosa per la vita, quindi, al primo segno, dovresti andare all'ospedale per rimuovere rapidamente tromboflebite. Trattamento di RFA a Mosca, o un'altra operazione - ci sono molti metodi, la cosa principale è trasformare il tempo.

Thrombophlebitis - trattamento conservatore

Oltre a prendere farmaci, il trattamento conservativo include le seguenti procedure:

  • Lino a compressione, costituito da fibre elastiche;
  • Irradiazione ultravioletta;
  • Raggi infrarossi;
  • Unguenti, che includono l'eparina (ad esempio, Lyoton 1000 o Gepatrombin);
  • Corretta alimentazione;
  • Riposo a letto

Durante il trattamento, il medico controlla tutte le modifiche.

Thrombophlebitis - farmaci

Il trattamento con farmaci può dare risultati eccellenti. Che cosa ti sarà assegnato esattamente, questo sarà determinato dal medico. E se non puoi fermarti tromboflebite? Trattamento - operazione in questo caso è mostrato senza ambiguità.

  • Analgesici (antidolorifici);
  • Antibiotici (se l'infezione è presente);
  • Anticoagulanti (farmaci per la diluizione del sangue) per prevenire nuovi coaguli di sangue (diretti e indiretti);
  • Farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS), come l'ibuprofene e derivati ​​di Rutozide, per ridurre il dolore e l'infiammazione;
  • I trombolitici liquefanno il coagulo formato (tripsina, Urokinaza).

La combinazione di farmaci e terapia conservativa potrebbe essere sufficiente per un recupero completo. Ma questo è solo se hai chiesto aiuto in tempo. Altrimenti, è più difficile da sconfiggere tromboflebite. Trattamento laser a Mosca può essere il prossimo passo verso la vittoria sulle tromboflebiti.

Tromboflebite: trattamento laser

Il trattamento laser intravenoso (VLO) è una tecnica minimamente invasiva sotto controllo ecografico, rimuove rapidamente tromboflebite. Trattamento laser (recensioni) molto incoraggiante) Questo metodo viene solitamente eseguito da un flebologo, un radiologo interventista o un chirurgo vascolare, la cui specializzazione - tromboflebite. Trattamento laser, prezzo che è individuale, passa dopo l'anestesia, la procedura inizia e dura circa 50 minuti. Minimo intervento garantito, scompare tromboflebite. Trattamento laser (costo ti verrà detto in clinica) è davvero efficace!

Tromboflebiti: trattamento a Mosca con altri metodi

Cos'altro può aiutarti, se lo hai tromboflebite? Trattamento, prezzi, recensioni e i risultati interessano tutti.

Thrombophlebitis - trattamento di RFA

Questo metodo è uno dei migliori, se esiste tromboflebite. Trattamento a radiofrequenza non porta dolore, ma lascia solo risultati positivi. L'esposizione alle pareti delle vene del catetere termico aiuta ad eliminare trombi e coaguli di sangue, non vedrai più tromboflebite. Trattamento di RCH a Mosca breve.

Trattamento domiciliare

O forse tu tromboflebite, trattamento di RFO ma hai paura di applicare? Trattare la tromboflebite a casa per molti è la salvezza. Come rimuovere tromboflebite, trattamento con rimedi popolari aiuterà? Questo metodo di trattamento su impacchi (principalmente sulla base di acqua del corpo) e tinture da piante medicinali (colanchoe, ortica, noce moscata) si basa su questo metodo. Ricorda che è impossibile vincere in questo modo tromboflebite. Trattamento con metodi popolari non così efficace come un dottore.

Prevenzione tromboflebite

Misure preventive di base:

1. Guarda per peso e nutrizione;

2. condurre una vita attiva;

3. Riposare più spesso, sollevando le gambe sul letto-letto o sul retro del divano;

4. Vai per lo sport.

E, soprattutto - contattare immediatamente l'ospedale.

Tromboflebite acuta degli arti inferiori, trattamento

Tromboflebite acuta, operazione su cui può essere urgente, è molto pericoloso. In questo metodo di trattamento è necessario attendere fino a quando il rossore e l'infiammazione della pelle diventano minimi.

L'obiettivo del trattamento è eliminare i coaguli di sangue o nei casi più gravi dell'intero sito della vena interessata. Tromboflebite acuta delle vene superficiali richiede assistenza immediata.

Tromboflebite acuta ascendente della grande vena safena è considerato una malattia comune del sistema vascolare. Lo sviluppo di una tale malattia comporta una seria minaccia alla vita, poiché l'infiammazione e la formazione di coaguli di sangue passa dalla parte inferiore del corpo (parte inferiore della gamba) verso l'alto (piega inguinale).

Varicotromboflebite degli arti inferiori

La varicotromboflebite è una forma di tromboflebite e la più comune. È caratterizzato dalla sconfitta delle vene varicose dilatate sugli arti inferiori. La causa principale della malattia può essere complicanze delle vene varicose. Qui, semplicemente non portarlo via tromboflebite. Trattamento dopo l'intervento chirurgico anche, dovrebbe essere serio.

Tromboflebite superficiale degli arti inferiori colpisce le vene che sono fino a 3 cm sotto la pelle. La formazione di un trombo porta disagio, dolore e limitazione dei movimenti. Per non portare la situazione a complicazioni, dovresti immediatamente andare all'ospedale.

Tromboflebite, trattamento Feedback dai nostri pazienti.

Arina, 40 anni, Ekaterinburg.

Benvenuto! Ho lavorato come ragioniere per molti anni, non mi muovo molto, e il peso è grande. Per molto tempo ho sofferto di tromboflebiti dell'arto inferiore. La parte inferiore della gamba era completamente blu scuro, e le vene aumentavano più volte. Ho scoperto la tua clinica da un amico e non ho aspettato, poiché ho sentito parlare di gravi complicazioni. Sono stato trattato con un laser. Voglio dire che non fa male affatto. Le vene non diventarono evidenti, anche se i collant dovevano essere indossati per circa 1 mese, ma ne valeva la pena. Ora vivo una vita piena e ogni giorno faccio esercizi per le gambe per rafforzare le pareti dei vasi sanguigni. Arina, 40 anni, Ekaterinburg.

Mia madre aveva una tromboflebite acuta delle vene dell'arto inferiore destro. Era molto tormentata dal dolore, dal gonfiore e dal rossore della sua gamba. Ho sentito buone recensioni sulla tua clinica e senza esitare subito a te. Ci è stato detto che eravamo in ritardo con il trattamento e quindi dovremo utilizzare solo l'intervento endovascolare. Sotto anestesia locale, mia madre ha subito un'operazione con RFO, durante la quale il trombo è stato rimosso nella parte inferiore della gamba. Ora indossiamo solo biancheria da compressione e prendiamo medicine, che ci hanno prescritto per ridurre la coagulazione. Grazie mille a tutto lo staff della clinica. Svetlana, Biysk.

I principali metodi di trattamento della tromboflebite di varie eziologie

La tromboflebite è una malattia venosa in cui uno o più coaguli di sangue si formano nelle vene. Questo processo è accompagnato da infiammazione delle pareti dei vasi sanguigni, una violazione del flusso sanguigno in loro e provoca disturbi trofici. Fondamentalmente, gli arti inferiori sono interessati, ma si trovano anche tromboflebiti degli arti superiori, del seno, del viso e altre localizzazioni.

La tromboflebite acuta degli arti inferiori è un disturbo molto comune del sistema circolatorio. Fondamentalmente, è provocato dalle vene varicose (42-54%). Il 50% delle malattie viene diagnosticato nelle vene superficiali. Più donne sono colpite dalla malattia, la tromboflebite negli uomini è diagnosticata nel 26% dei casi.

motivi

Thrombophlebitis - che cos'è e quali sono le ragioni per il suo aspetto, considera dopo. La patogenesi della malattia si basa sullo sviluppo simultaneo di due diversi processi che si verificano nei vasi. Durante lo sviluppo del processo primario, il disturbo si sviluppa a causa dell'accumulo di trombi che bloccano i lumi nella vena e disturbano il flusso sanguigno. Con lo sviluppo del secondo processo, l'infiammazione delle pareti dei vasi venosi viene attivata, accompagnata dai sintomi principali, inclusi dolore, arrossamento, gonfiore della pelle, aumento della temperatura locale.

A volte le ragioni sono radicate nella penetrazione di tromboflebite venosa in streptococco del flusso sanguigno, pneumococco, l'infezione da stafilococco. La malattia può svilupparsi dopo il tifo, febbre tifoide, o dopo essere stato colpito da batteri piogeni nel tratto genitale femminile, così come sullo sfondo di vene varicose o contrarre infezioni dopo l'intervento chirurgico. Se c'è un'infezione, si sviluppa tromboflebite purulenta. L'infiammazione delle pareti venose si sviluppa nella parete interna, rivestita con tessuto endoteliale. È danneggiato durante la malattia ed è contaminato da microbi.

Altre cause di malattia vascolare includono:

  • rallentamento del flusso di sangue nelle vene;
  • aumento della coagulabilità del sangue;
  • danno alla parete vascolare.

specie

Esiste una classificazione precisa della tromboflebite:

Dalla natura del decorso della malattia divisa in:

  1. affilato. La sua durata è di due settimane;
  2. tromboflebite subacuta, con una durata da due settimane a un mese;
  3. cronica. Questo è un processo patologico che si sviluppa nel sistema venoso a causa della tromboflebite precedentemente trasferita, che si è sviluppata per più di un mese.

La posizione della patologia distingue:

  • flebotrombosi o tromboflebite venosa profonda. In questo caso, il coagulo di sangue si forma nelle vene profonde. Si verifica nel 10% dei casi;
  • tromboflebite delle vene superficiali. Si distingue per l'aspetto delle grandi vene varicose, i cambiamenti nella struttura delle pareti delle vene.

Sull'eziologia distinguere:

  1. settico (infettivo). Con questa forma di malattia si osserva la formazione di microflora patogena, che provoca lo sviluppo della sepsi;
  2. asettico (non nasale). Con questo tipo di infezione non si osserva;
  3. allergica;
  4. traumatica.

sintomi

La malattia ha una localizzazione diversa a seconda della posizione del fuoco dell'infiammazione. A seconda di ciò, la sintomatologia e lo sviluppo della malattia differiscono. I sintomi della tromboflebite si riflettono nella seguente tabella:

diagnostica

Per identificare il tipo di malattia e per la formulazione di una diagnosi (purulenta, purulenta, acuta, cronica, migrazione tromboflebite) medico deve effettuare una diagnosi accurata.

Le principali misure diagnostiche sono:

  1. Esame primario e palpazione di pazienti con vene, interrogando il paziente. Durante l'esame, il medico nota gonfiore, l'aspetto di una rete vascolare, coni varicosi, cianosi e freddezza della parte interessata del corpo, dolore quando viene toccato.
  2. Ricerca di laboratorio Analisi generale di urina e sangue, biochimica del sangue.
  3. studio strumentale UzACI (ultrasuoni angioscanning), con la quale rilevato ispessimento delle pareti delle vene, la presenza di trombi in assenza di flusso sanguigno lume della vena malata, ampliando e aumentando il reflusso venoso verticale a causa di malfunzionamento delle valvole venose.
  4. Venografia. Indagine sul canale venoso con l'aiuto di un apparecchio a raggi X. Prima della procedura, viene iniettato uno speciale agente di contrasto nelle vene.
  5. Consultazione di specialisti stretti.

È necessario distinguere tra i concetti di flebotrombosi e tromboflebite. Con lo sviluppo del processo infiammatorio flebotrombosi appena visto, il trombo non è fissato alla parete del recipiente in qualsiasi momento può staccarsi e bloccare l'arteria polmonare. Quando appare un coagulo di sangue tromboflebite l'infiammazione delle pareti dei vasi, mentre aderisce alla parete.

Indipendentemente da imparare, come appaiono i trombi e se ce ne sono, è abbastanza difficile, quindi trascurare la diagnostica non è necessario.

terapia

Se ti viene diagnosticata una tromboflebite, dovresti sapere che esistono diversi metodi per curare la malattia. La scelta di uno di loro da parte di un medico dipende dal tipo di malattia, dal suo stadio di sviluppo, dalla forma, dalle caratteristiche del corso.

Terapia conservativa

Se la malattia è all'inizio del suo sviluppo, allora la terapia viene condotta usando tecniche conservative. Tra questi:

  1. Fisioterapia. (Idroterapia, elettroforesi, UHF).
  2. Uso di farmaci antinfiammatori non steroidei (Dicloberte).
  3. Agenti spasmolitici.
  4. Anticoagulanti (eparina, rivaroxaban, apixaban, warfarin).
  5. Trombolitici (urochinasi, streptochinasi).
  6. Antibiotici.

Nel trattamento della trombosi degli arti inferiori è assegnato a indossare una speciale biancheria intima di compressione che supporta i vasi sanguigni tonica, non permettendo loro di espandere notevolmente.

Inoltre, un medico presso la clinica prescrive l'uso di agenti esterni sotto forma di unguenti, gel, creme. Applicare più spesso gel Lyoton, unguento Troxevasin, unguento Gepatrombinovuyu.

Tipi di chirurgia

Se le tecniche conservative non aiutano, la condizione continua a deteriorarsi. O se la malattia viene diagnosticata già nella fase avanzata, viene scelto il metodo di trattamento chirurgico. Le indicazioni per l'operazione sono: tromboflebite ascendente e flottante, PE.

Esistono diversi metodi:

  • Crosectomia (operazione di Troyanov-Trendlenburg)

È necessario un tale trattamento chirurgico per tromboflebite acuta (in particolare ascendente) a causa del pericolo di tromboembolismo dell'embolia polmonare. Durante l'operazione, il chirurgo vascolare effettua un taglio nell'area dell'inguine e attraversa le vene superficiali trombizzate nel punto di confluenza nella vena profonda. Dopo l'operazione, il trombo non può salire più in alto.

I coaguli di sangue vengono rimossi con un catetere. Dopo questo, la nave interessata viene incollata con una speciale sostanza sclerosante.

Questo trattamento della tromboflebite degli arti inferiori è associato alla rimozione delle vene malate. Attraverso piccole incisioni sulla pelle, il chirurgo prima fascia la vena interessata sopra la trombosi e quindi rimuove i vasi danneggiati. Questa operazione viene eseguita anche per scopi cosmetici.

Tale intervento chirurgico prevede l'introduzione nella vena cava inferiore di una trappola di metallo che cattura i coaguli di sangue in migrazione.

Il trattamento della tromboflebite con laser (coagulazione laser endovasale) non viene effettuato. Questo metodo è usato per trattare le vene varicose e insufficienza venosa cronica, che, a loro volta, sono tra i fattori che aumentano il rischio di trombosi. Inoltre, l'ablazione laser delle vene stessa può causare questa malattia.

Esperto del portale, dottore di prima categoria Nevelichuk Taras.

complicazioni se trombosi dopo l'intervento continua a progredire i metodi di cui sopra, il paziente viene diagnosticata, processi patologici non possono essere interrotti e la vita del paziente è in pericolo, quindi applicare una procedura chirurgica radicale, durante la quale ha colpito Vienna viene completamente rimosso.

Quanto prima viene fatta una diagnosi, tanto più efficace sarà il risultato della terapia.

Dal momento che tromboflebite - è l'infiammazione venosa, che può causare conseguenze pericolose per la vita, è importante seguire tutte le istruzioni del medico per guarire più velocemente. Per lo stesso motivo, non devi auto-medicare, usando i vari mezzi della "nonna". In caso contrario, tempo prezioso verrà sperperato inutilmente e semplicemente passare la malattia ad uno stadio avanzato, che richiede un intervento chirurgico.

La complicanza più comune della tromboflebite è il tromboembolismo dell'arteria polmonare, che spesso porta alla morte.

La prevenzione della trombosi dopo l'intervento chirurgico si riduce all'esecuzione di esercizi ginnici speciali, riducendo il carico sulle vene malate, l'aderenza a una dieta speciale. Per monitorare le dinamiche del recupero dopo il trattamento e le misure di riabilitazione, un angiosurgeon dovrebbe essere visitato un paio di volte l'anno, e gli ultrasuoni dovrebbero essere eseguiti una volta all'anno.

Quindi, questa malattia è una malattia abbastanza comune che colpisce i vasi venosi. È importante ricordare e sapere cosa è pericoloso per la tromboflebite e come riconoscerlo in tempo. È necessario controllare regolarmente le condizioni dei vasi sanguigni, specialmente se c'è una predisposizione a sviluppare la malattia. In questo caso, puoi fare senza chirurgia, solo un trattamento conservativo. Se non si presta attenzione alla vostra salute, ignorare i primi sintomi, di non effettuare misure di prevenzione, le conseguenze possono essere molto sgradevole, fino a quando una disabilità e di morte (se a causa di tromboflebite sviluppa la trombosi, un coagulo di sangue penetrerà in arteria polmonare e bloccarlo).

Trombosi e tromboflebite delle vene profonde degli arti inferiori: trattamento mediante metodi di fisioterapia

La trombosi venosa profonda o la flebotrombosi degli arti inferiori sono suddivise in 2 tipi: primario e secondario. Primaria (detta anche spontanea) è un processo patologico asettico (senza l'influenza di un fattore infettivo) o una complicazione che deriva da una combinazione di tre fattori: aumento della capacità di coagulazione del sangue, danno alla parete vascolare e disturbi della circolazione locale. La flebotrombosi secondaria (detta anche "tromboflebite") è associata a un processo infiammatorio infettivo localizzato nelle immediate vicinanze della vena.

flebotromboz secondario diverso dal coagulo primario saldamente fissato alla parete del vaso - riduce significativamente il rischio di separazione e lo sviluppo di PE - embolia polmonare, che è spesso il risultato primario flebotrombosi. La tromboflebite delle vene profonde è rara.

In questo articolo ci concentreremo sulle cause e il meccanismo di sviluppo di trombosi venosa profonda e tromboflebite, un quadro clinico della malattia, la diagnosi dei principi e delle tattiche di trattamento, compreso il ruolo e le modalità di fisioterapia importante.

Perché e come si manifesta la flebotrombosi

I fattori che aumentano il rischio di sviluppare trombosi venosa profonda degli arti inferiori sono:

  • aumento della capacità di coagulazione del sangue;
  • diminuzione della capacità del sangue per dissolvere i coaguli di sangue;
  • danno alla parete venosa;
  • violazione del flusso sanguigno (in particolare, rallentandolo);
  • allergizzazione del corpo;
  • età del paziente - anziano, senile;
  • il periodo di portamento del bambino e il periodo successivo al parto;
  • in sovrappeso;
  • vene varicose degli arti inferiori;
  • oncopathology;
  • interventi chirurgici prolungati.

L'occorrenza di trombosi nel vaso è facilitata da un cambiamento patologico nel suo guscio interno - endotelio. Il danno comporta l'isolamento di un certo numero di sostanze e l'inizio di reazioni biochimiche, che alla fine portano ad un aumento della capacità di coagulazione del sangue. Le piastrine si attaccano attivamente al sito del danno endoteliale, formando un trombo.

In 9 casi su 10, il trombo è inizialmente formato nei cosiddetti seni sulfurei - vene di grande diametro, che terminano alla cieca nei muscoli gastrocnemio e si aprono nelle vene venose profonde dello stinco. Queste cavità sono riempite di sangue passivamente - quando il muscolo gastrocnemio è rilassato e durante il periodo della sua contrazione - viene svuotato. Questo meccanismo è stato chiamato "pompa muscolare venosa".

Quando il paziente è sul tavolo operatorio e giace a lungo, premendo lo stinco sulla sua superficie, nei seni sinusali il sangue ristagna - i coaguli cominciano a formarsi. Tuttavia, l'80% di questi coaguli di sangue si scioglie da solo, ma in 2 pazienti su 10 - si diffonde ai vasi della coscia e quindi attraverso il sistema circolatorio.

Nelle persone con cancro, l'attività del sistema di coagulazione del sangue è spesso aumentata. Neoplasie maligne dei reni si diffondono spesso all'interno della vena renale, sovrapponendola parzialmente o completamente - si forma un cosiddetto trombo tumorale.

Quadro clinico

I primi giorni la trombosi procede con la sintomatologia cancellata.

Le condizioni del paziente sono soddisfacenti o relativamente soddisfacenti. È preoccupato per il dolore inefficace, una sensazione di raspiraniya nel muscolo del polpaccio, che viene amplificata durante il movimento. Quando la palpazione di questo muscolo, il paziente segna dolore. Anche il gonfiore della parte posteriore del piede e lo stinco nell'area dell'articolazione della caviglia sono evidenti. La palpazione della zona edema è indolore, ma i movimenti nella caviglia sono limitati a causa del dolore.

Spesso i pazienti annotano l'insorgenza di dolore spontaneo nei talloni (questo è un sintomo di Ryabov).

Con la flessione posteriore del piede, il dolore nel muscolo gastrocnemio è notevolmente migliorato. Questa funzione è stata chiamata il "sintomo di Homans".

Se il trombo interessa contemporaneamente tutte le vene profonde della parte inferiore della gamba, le condizioni del paziente si deteriorano bruscamente. Si lamenta di un dolore intenso e acuto nella parte inferiore della gamba, una sensazione di tensione e di esplosione in lei. Lo stinco è edematoso, la sua pelle assume una tonalità bluastra (cianotica). La temperatura corporea è aumentata.

Se il trombo si diffonde alle vene della coscia, si gonfia - il grado di edema dipende da quale sezione della vena è bloccata. Quando si tenta di palpare una nave trombizzata, viene rilevato un dolore acuto.

In caso di trombosi venosa profonda della coscia e del bacino (trombosi ileofemorale), il paziente nota dolori alla coscia - lungo la superficie anteriore e interna, nel muscolo gastrocnemio e nell'inguine. L'arto visivamente affetto è edematoso dappertutto - dal piede all'inguine e anche con la transizione al gluteo, è pallido o con una sfumatura bluastra. Nel corso delle vene, la palpazione è dolorosa. Pochi giorni dopo, si forma un sistema di collaterali venosi: il gonfiore dell'arto diminuisce leggermente e il pattern venoso diventa evidente sulla pelle.

In un certo numero di casi, la malattia fa bruscamente il suo debutto - improvvisamente nell'arto colpito ci sono intensi dolori pulsanti, si forma edema. Al tocco, l'arto è freddo. Il gonfiore aumenta, il che porta a difficoltà nei movimenti delle dita e nelle articolazioni grandi. La sensibilità e la temperatura della pelle dell'area della gamba al di sotto del sito di trombosi e la pulsazione delle arterie del piede sono ridotte. Questa forma clinica si verifica quando la trombosi venosa profonda è associata a compromissione della pervietà arteriosa.

I sintomi più gravi sono la trombosi diffusa, che colpisce le vene profonde degli arti inferiori per tutta la loro lunghezza, dal bacino e dal basso. La gamba con questa forma della malattia è molto edematosa (ingrandita 2-3 volte in volume), densa. La pelle è viola o addirittura nera, con vesciche riempite con un fluido sieroso o con una miscela di sangue. La pulsazione sui vasi periferici dell'arto è assente. Il paziente avverte dolori dolorosi di un carattere vomitante. In alcuni casi, è possibile lo sviluppo di shock e cancrena dell'arto.

Principi di diagnostica

Per istituire una diagnosi preliminare il dottore sarà già capace sulla base di manifestazioni cliniche della malattia, così come i dati di anamnesi di vita e malattia del paziente.

Per chiarire la diagnosi, i seguenti metodi di ricerca lo aiuteranno:

  • scansione duplex ultrasuoni (può essere definito dal diametro del lume della vena, il grado di restringimento, dimensione del trombo sua mobilità, il metodo consente inoltre difdiagnostiki tra trombosi venosa profonda e altre malattie che sono accompagnate da edema degli arti inferiori);
  • flebografia radiopaca o risonanza magnetica (consente di determinare la posizione del trombo e il grado della sua mobilità, viene eseguita nel caso di pianificare un'operazione per determinare la tattica e lo scopo dell'operazione);
  • reografia;
  • manometria.

Tattica di trattamento

Alla maggior parte dei pazienti viene prescritto un trattamento conservativo, ma a volte eseguono interventi chirurgici. Come componente di un trattamento complesso, viene utilizzata la fisioterapia.

Trattamento conservativo

Si raccomanda al paziente di riposare rigorosamente a letto per un periodo di 12-15 giorni in una posizione con una punta del lettino rialzata di 15-20 °.

Il metodo principale di trattamento è l'introduzione simultanea nella vena di una grande dose di eparina seguita da una somministrazione a gocce di esso. Continua questa terapia per 7-10 giorni.

Dopo 5-6 giorni dall'inizio della terapia con eparina, si aggiungono anticoagulanti indiretti, in particolare warfarin, neodicumarina, che il paziente deve assumere entro 2-3 mesi.

Per eliminare il dolore, utilizzare non-narcotici (farmaci anti-infiammatori non steroidei - meloxicam, rofecoxib e altri) e, in caso di dolore grave, analgesici narcotici.

Il paziente può anche essere assegnato:

  • fibrinolitici (streptochinasi, plasmina e altri);
  • attivatori di fibrinolisi (acido nicotinico, xantinolo nicotinato, pirogenico e altri);
  • farmaci che migliorano la fluidità del sangue (sue proprietà reologiche) - pentossifillina, actovegina, eupillina e altri;
  • antibiotici.

Quando il gonfiore è diminuito e il dolore diminuisce, si consiglia al paziente di attivarsi gradualmente esercitando la terapia fisica. Naturalmente, non conduce lezioni in modo indipendente, ma sotto la supervisione di un medico o di un metodologo di terapia fisica.

Trattamento operativo

Le indicazioni per l'intervento chirurgico sono:

  • trombi mobili (sono pericolosi per un aumentato rischio di sviluppare PE - tromboembolismo polmonare);
  • trombosi complicata (minaccia di sviluppo di cancrena dell'arto colpito, trombosi ascendente della vena cava e altri);
  • inefficienza di una terapia conservativa adeguata - assenza di dinamica positiva nelle condizioni del paziente dopo 2-3 giorni di trattamento;
  • trattamento successivo del paziente al medico - il termine della malattia è più di 8 giorni;
  • vecchiaia del paziente.

Il principale metodo di intervento - trombectomia, cioè la rimozione del trombo dalla vena.

Per prevenire il tromboembolismo dell'arteria polmonare, un filtro cava viene talvolta inserito nella vena cava inferiore, che presenta piccole aperture per il passaggio libero del sangue e non consente il passaggio di particelle grandi, cioè un trombo.

fisioterapia

I metodi fisici di trattamento in flebotrombosi e tromboflebite sono prescritti con lo scopo:

  • eliminare il processo infiammatorio;
  • ridurre il dolore;
  • ridurre la capacità del sangue di coagularsi;
  • ripristinare l'emodinamica;
  • progressione lenta dei processi di scleroterapia delle vene.

Per il sollievo dall'infiammazione, usare:

  • Irradiazione di SUF con dosi eritematose;
  • La terapia UHF;
  • elettroforesi di preparati con azione antinfiammatoria (soluzioni di acido acetilsalicilico, dimexide e altri) - utilizzati nel periodo subacuto della malattia ogni giorno per 20 minuti con un corso di 8-10 esposizioni;
  • laser terapia a infrarossi;
  • frequenza magnetoterapia (campo magnetico causato dalle correnti parassite aumentare la temperatura del tessuto di 2-4 ° C, si avvia una serie di reazioni biochimiche che provocano tecniche di effetti infiammatori e decongestionanti; colpire ogni giorno per 20 minuti ciclo di trattamento fino a 10 trattamenti);
  • applicazioni di ozocerite e paraffina (le tecniche sono utilizzate nella fase subacuta della malattia, la temperatura del liquido di raffreddamento è di 50 ° C, la durata dell'esposizione è di mezz'ora, la frequenza è giornaliera, il ciclo di trattamento è di 10-12 sedute).

Ai fini dell'anestesia, viene utilizzata la crioterapia locale.

Per ridurre la capacità di coagulazione del sangue, al paziente viene prescritto:

  • elettroforesi di anticoagulanti e agenti antipiastrinici;
  • magnetoterapia a bassa frequenza;
  • bagni di cloruro di sodio (usato dopo il processo infiammatorio subacuta, sia locale bagno e condivisa; la concentrazione di minerali in acqua è di 20-30 g / l, e la sua temperatura - circa 36 ° C, la durata del bagno - 15 minuti è effettuato li ogni giorno, il corso di trattamento comprende 10 procedure);
  • bagni di idrogeno solforato;
  • peloidotherapy.

I metodi venotonici includono:

  • elettroforesi di farmaci venotonici intraorganici;
  • darsonvalutazione locale.

Contribuisce all'espansione dei vasi dell'irradiazione infrarossa degli arti.

Dei metodi che prevengono il fibrosaggio della parete venosa, utilizzare l'elettroforesi di speciali defibratori - farmaci (tripsina, lidazy e altri).

Per attivare i processi di rigenerazione (restauro) dei tessuti danneggiati, vengono utilizzati bagni di radon o idrogeno solforato.

La fisioterapia è controindicata nelle seguenti situazioni:

  • nel caso di un processo purulento nel corpo;
  • a una temperatura di 38 ° C sopra la temperatura corporea del paziente;
  • nel caso di tromboflebite ischemica.

Fortemente raccomandato per il trattamento di elettroterapia a bassa frequenza, terapia magnetica, "continuo" del campo magnetico e pulsazioni, terapia della vibrazione - possono provocare lo sviluppo di tromboembolia.

Trattamento di sanatorio

I pazienti sottoposti fase di convalescenza è non prima che dopo 12-16 settimane di tromboflebite venosa profonda degli arti inferiori, il trattamento presenti in stazioni termali, preferibilmente con balneologic (Sochi, Pyatigorsk Belokuricha etc.) e camere di fango oriented. Inoltre, è la persona il cui sangue flusso nelle vene colpite e non recuperati - sviluppato sindrome post-trombophlebitic.

Trattamento spa controindicato nel caso in cui il paziente abbia segni di processo infiammatorio acuto e anche subacuto.

prevenzione

Le misure preventive sono estremamente importanti per i pazienti con un rischio aumentato di sviluppare trombosi, dal momento che è molto più facile prevenire il trombo che curare la trombosi in seguito e temerne le complicanze.

Principali misure preventive:

  • terapia compressiva delle vene varicose o prima e dopo un prolungato funzionamento, specialmente nei pazienti anziani;
  • assumere farmaci che riducano la capacità di coagulazione del sangue;
  • stile di vita attivo del paziente (prevenzione del ristagno di sangue negli arti inferiori).

conclusione

La flebotrombosi e la tromboflebite venosa profonda degli arti inferiori sono condizioni formidabili che compromettono significativamente la qualità della vita del paziente e possono portare a complicazioni e persino alla morte. Il trattamento di questi, di norma, è conservativo, compreso il riposo a letto, i farmaci, i fluidificanti del sangue e le tecniche di fisioterapia che potenziano gli effetti dei farmaci. A volte puoi sbarazzarti della malattia solo con un intervento chirurgico - ci sono indicazioni sia assolute che relative.

In ogni caso, quando c'è una sintomatologia sopra descritta, categoricamente non è consigliabile tollerarlo e praticare l'automedicazione - questo può finire tristemente. È necessario ai primi sintomi di trombosi cercare assistenza medica - il dottore nominerà il trattamento giusto, contro il quale la probabilità di complicazioni diminuirà in modo significativo.

Il primo canale, il programma "Live Healthily" con Elena Malysheva, una storia su "Trombosi delle vene degli arti inferiori" (da 28:10):

Siete Interessati Circa Le Vene Varicose

Unguenti farmaceutici e omeopatici da asterischi vascolari

Motivi

Il vantaggio dell'uso di unguenti dalla rete vascolare sul viso e sulle gambe è che questo metodo di trattamento è meno rischioso e meno costoso della chirurgia microinvasiva....

Come pompare le mani in modo da poter vedere le vene?

Motivi

Come pompare le mani in modo da poter vedere le vene? Dimmi per favore!Bene, non è molto difficile farlo prima di tutto, per rimuovere il grasso sottocutaneo e aumentare il volume muscolare....