Legatura dell'esofago

Tromboflebite

La legatura dovrebbe essere intesa come il processo di legatura di vasi di diverse calibrazioni al fine di fermare il flusso di sangue lungo di essi.

Le vene esofagee dilatate sono il risultato dello stadio finale di molte malattie del fegato, la cui frequenza aumenta ogni anno. Il pericolo di vene varicose dell'esofago si trova nella possibilità di sviluppare sanguinamento. Anche con un leggero danno alla parete della nave venosa, si può sviluppare un sanguinamento massiccio. L'emorragia cronica dovuta a sanguinamento di intensità moderata porta all'esaurimento del paziente. L'emergenza acuta di una massiccia perdita di sangue può portare alla morte in assenza di cure chirurgiche di emergenza.

Le operazioni di cavità si verificano spesso con lo sviluppo di complicanze e non possono essere eseguite in tutti i pazienti. Ecco perché una tale opzione di trattamento chirurgico come la legatura delle vene esofagee è una delle più promettenti nella moderna chirurgia toracica, come la sua efficacia e la relativa sicurezza sono dimostrate.

Indicazioni per l'operazione di legatura

La legatura dell'esofago da parte degli anelli di lattice può essere eseguita come prevenzione primaria del sanguinamento dalle vene allargate (cioè prima dell'episodio di sanguinamento) o come metodo per prevenire la recidiva di sanguinamento (cioè la prevenzione di sanguinamento ricorrente).

Non ci sono criteri per la legatura delle vene esofagee al momento attuale. I seguenti sono i segni più comuni:

  • aumento di nodi venosi più di 5 millimetri;
  • la presenza di venule allargate (bande cremisi) nei nodi venosi (secondo i risultati dell'endoscopia);
  • cirrosi progressiva del fegato.

La legatura dell'esofago può essere effettuata anche nelle prime fasi della malattia se c'è un alto rischio di sanguinamento.

Controindicazioni alla legatura

Al momento non esistono controindicazioni assolute alla legatura. Questo intervento chirurgico può essere eseguito anche in pazienti con grave patologia somatica concomitante, in cui è impossibile eseguire un'operazione cavitaria. La legatura delle vene esofagee con il metodo endoscopico può essere eseguita in anestesia locale in pazienti che sono controindicati nell'esecuzione dell'anestesia generale.

Bisogna fare attenzione e viene eseguita una speciale preparazione preoperatoria per i pazienti con gravi emorragie. Se possibile, dovrebbe essere abbandonato un intervento chirurgico per emorragia massiva e negli anziani.

Preparazione per un'operazione

Di solito la preparazione è semplice e breve. Alcuni giorni prima dell'intervento (5-7 giorni), il medico consiglia di interrompere l'assunzione di tutti i farmaci che diluiscono il sangue, cioè ridurre la velocità di coagulazione. Immediatamente alla vigilia dell'operazione, vengono eseguiti un esame generale del paziente e un esame del sangue generale (per escludere i processi infiammatori infettivi).

Metodo di legatura delle vene

Questa procedura chirurgica viene eseguita in anestesia locale, per la quale viene spruzzato l'anestetico locale. In alcuni casi, nel processo di preparazione preoperatoria, viene somministrato un sedativo al paziente. I pazienti particolarmente sensibili possono essere raccomandati per eseguire la legatura in condizioni di anestesia generale.

Durante l'operazione, il paziente si trova sul lato sinistro. La cavità orale viene fissata in posizione aperta da uno speciale espansore, la saliva viene rimossa da un'aspirazione speciale. L'endoscopio e gli strumenti necessari vengono inseriti attraverso l'esofago, non vi è alcuna violazione dell'integrità della pelle, le sezioni di tessuto non vengono eseguite. Per le funzioni vitali del corpo segue il medico, rianimatore.

Il metodo di legatura dei vasi venosi nell'esofago si basa sulla creazione di un ostacolo meccanico multilivello al flusso sanguigno mediante la medicazione di speciali anelli in lattice. Un ugello speciale disegna una vena, quindi viene inserito un anello. Diverse legature possono essere applicate alla nave modificata. Di conseguenza, una nave danneggiata si svuota e il sanguinamento diventa semplicemente impossibile.

A seconda delle capacità tecniche della clinica, possono essere utilizzati ligatori a carica singola o multi-carica, l'utilizzo di quest'ultimo riduce il tempo dell'intervento chirurgico.

Se necessario, questo intervento può essere ripetuto.

Le complicazioni dopo la legatura si verificano molto raramente. È necessario consultare ripetutamente un medico se la temperatura aumenta, il sangue appare nei movimenti intestinali o vomito.

Periodo di riabilitazione

Direttamente nel giorno dell'operazione, è necessario osservare la pace, rilassarsi di più e non intraprendere alcuna azione attiva. Ci può essere qualche disagio o dolore nell'area della legatura. Il cibo dovrebbe essere caldo e morbido.

Dopo aver guarito con successo, è necessario visitare il medico ogni sei mesi o più spesso (come indicato).

Vantaggi della legatura

Questo intervento chirurgico è facilmente tollerato dai pazienti, il più sicuro e consente di ottenere rapidamente il risultato desiderato. A differenza dello sclerosante, non si forma la fibrosi dei tessuti sottostanti. Non è necessaria una lunga preparazione preoperatoria. La riabilitazione richiede solo pochi giorni.

Legatura endoscopica delle vene varicose dell'esofago

Legatura endoscopica della fascia (legatura della fascia esofagea)

descrizione

Varicose gastrica - vasi sanguigni patologici (vene) che si sviluppano nell'esofago. Hanno pareti anormalmente sottili e la pressione del sangue in esse è molto alta. Questa combinazione rende molto pericolose le vene varicose dell'esofago, perché possono esplodere e causare sanguinamenti potenzialmente mortali.

Legatura endoscopica: l'uso di elastici per il trattamento delle vene varicose. Questo viene fatto nel quadro dell'endoscopia gastrointestinale del tratto gastrointestinale superiore.

Cause di legatura delle vene varicose dell'esofago

Questa procedura viene eseguita per trattare le vene varicose dell'esofago. Se il disturbo non viene trattato, la vena dilatata può scoppiare e causare gravi emorragie.

Possibili complicanze della legatura endoscopica delle vene varicose dell'esofago

Le complicanze sono rare, ma nessuna procedura garantisce alcun rischio. Se si prevede di eseguire la legatura, è necessario conoscere le possibili complicazioni che possono includere:

  • Deglutizione dolorosa;
  • sanguinamento;
  • Danno all'esofago;
  • L'infezione.

Alcuni fattori che possono aumentare il rischio di complicanze:

  • l'alcolismo;
  • Violazione della coagulazione del sangue;
  • Sanguinamento attivo;
  • Vecchiaia;
  • Malattie del cuore o dei polmoni;
  • Uso di alcune medicine;
  • Fumo.

Come viene eseguita la legatura endoscopica delle vene varicose dell'esofago?

Preparazione per la procedura

  • Il dottore, molto probabilmente, nominerà il seguente:
    • Visita medica
    • Esami del sangue;
  • Non mangiare per 8-12 ore prima della procedura;
  • Se ha il diabete, chieda al medico se può prendere il medicinale prima dell'operazione;
  • Dobbiamo organizzare un ritorno a casa dall'ospedale. Non guidare per 24 ore dopo la procedura;
  • Consultare il proprio medico sui farmaci. Una settimana prima dell'operazione, potrebbe essere richiesto di interrompere l'assunzione di determinati farmaci:
    • Farmaci anti-infiammatori (ad esempio, l'aspirina);
    • Diluenti del sangue, come clopidogrel o warfarin.

anestesia

  • Anestesia locale: si può somministrare un anestetico sotto forma di risciacquo o spray per la gola;
  • Un sedativo è per aiutarti a rilassarti;
  • Sedativo: viene somministrato attraverso un contagocce. Questo ti aiuterà a rilassarti. Gli anestetici vengono anche introdotti per alleviare il dolore durante la procedura.

Descrizione della procedura per la legatura endoscopica delle vene varicose dell'esofago

Per eseguire questa procedura, si mette sul lato sinistro. Un expander speciale è posto in bocca per tenerlo aperto. L'assistente medico monitorerà la respirazione e il battito cardiaco. Puoi ricevere l'apporto di ossigeno attraverso il naso. Il tubo di aspirazione viene utilizzato per drenare la saliva e altri fluidi dalla bocca.

Un endoscopio con una piccola lampada e una camera all'estremità attraverso la bocca e la gola viene inserito nell'esofago. L'area operativa sarà illuminata. Il medico osserverà l'immagine dell'esofago sullo schermo del monitor. Attraverso l'endoscopio verrà fornita aria per espandere l'esofago e aiutare il medico a vedere meglio le sue pareti. Il medico sarà in grado di rilevare le vene allargate.

Gli strumenti chirurgici vengono forniti attraverso l'endoscopio. L'area allargata del tessuto viene aspirata nella camera del dispositivo. Uno o più anelli saranno posizionati attorno al tessuto per privarlo dell'afflusso di sangue.

Quanto durerà la legatura endoscopica delle vene varicose dell'esofago?

In genere, l'operazione dura meno di un'ora.

Farà male quando legatura endoscopica delle vene varicose dell'esofago?

Di norma, i pazienti durante la procedura avvertono una certa pressione e disagio (ma non dolore). Dopo la procedura, si può avvertire irritazione e lieve dolore alla gola.

Cura dopo legatura endoscopica delle vene varicose dell'esofago

Cure ospedaliere

Entrerai nel reparto per il recupero, fino a quando non passerà l'effetto del farmaco iniettato. Nella maggior parte dei casi ci vorrà circa un'ora. Se ti senti bene, puoi andare a casa.

Assistenza domiciliare

Tornando a casa, devi fare quanto segue:

  • Seguire le istruzioni del medico per quanto riguarda la dieta;
  • Evitare di guidare o lavorare con meccanismi per almeno 24 ore dopo la procedura, in quanto i sedativi possono rallentare il tempo di reazione;
  • Evitare di bere alcolici, almeno un giorno dopo la procedura;
  • Riposati bene.

Alcuni giorni o settimane dopo la procedura, il tessuto che è stato fasciato si staccerà.

Comunicazione con un medico dopo la legatura endoscopica delle vene varicose dell'esofago

Dopo il ritorno a casa, è necessario consultare un medico se si verificano i seguenti sintomi:

  • Segni di infezione, tra cui febbre e brividi;
  • Sanguinamento dalla cavità orale;
  • Dolore aumentato;
  • Nausea e vomito;
  • Vomito sanguinante;
  • Deglutizione difficile;
  • Tosse, mancanza di respiro o dolore al petto;
  • Vertigini e debolezza;
  • Sgabelli sanguinanti o neri scuri;
  • Forte dolore all'addome.

Legatura dei vasi venosi dell'esofago

La conseguenza più sfavorevole della cirrosi epatica è un aumento della pressione nel sistema portale. E la complicanza più formidabile è il sanguinamento dalle vene esofagee dilatate (allargate) patologicamente. Gli scienziati stanno costantemente lavorando per migliorare i metodi per prevenire il sanguinamento. Uno dei nuovi metodi utilizzati oggi è la legatura endoscopica delle vene varicose-esofagee.

La procedura di legatura delle vene esofagee dilatate con varicosi

Sostituendo il normale parenchima epatico con un tessuto connettivo, che a sua volta comprime i vasi intraepatici, la compressione nel sistema delle vene portale aumenta. Che cosa causa una ridistribuzione del flusso sanguigno nelle vene dell'esofago, della milza, del retto, contribuendo alla loro dilatazione (espansione) e allo sviluppo di un sanguinamento massiccio. Nei primi 2 anni di malattia, il rischio di sanguinamento si verifica nel 25-40% dei pazienti. La mortalità dopo il debutto di sanguinamento dalle vene varicose del corpo è registrato nel 50-70% dei casi. Il secondo episodio di recidiva di sanguinamento si sviluppa in due anni in tutti i pazienti e porta a morte nel 30-50%.

Il processo sopra descritto di riorganizzazione vascolare patologico sorge non solo nel cirrosi epatica o alcolismo sullo sfondo di epatite virale. Trombo nella vena porta, compressione tumore, patologia vascolare congenita, assunzione di farmaci (agenti citotossici, antitubercolari), cirrosi epatica congenita nei neonati cause e divulgazione portocaval cava anastomosi cavale. ragioni sindrome rara abbiamo considerato includono insufficienza cardiaca cronica avviando cirrosi epatica, una malattia Randra-Osler e altri.

Cosa succede alle vene dell'esofago?

Un aumento della pressione sanguigna nel sistema portale porta a una ridistribuzione del flusso sanguigno, mentre le vene si espandono, diventano tortuose. A seconda del grado di abbandono del processo patologico, la loro parete può essere elastica e placarsi, o fragile e facilmente traumatizzata, mentre le vene sporgono nel lume dell'esofago.

Tali vasi sono una fonte minacciosa di emorragia interna - la manifestazione più pericolosa della sindrome dell'ipertensione portale.

Con ipertensione portale, lo stomaco ricorda la testa della medusa

L'aspetto delle vene patologiche, le loro dimensioni e il grado di collasso durante l'impatto meccanico sulla parete sono le caratteristiche principali di diverse classificazioni.

Attualmente, due di loro sono generalmente riconosciuti. Paquet nel 1983 descrisse 4 gradi di vene varicose:

  1. dilatazione vascolare singola (visualizzata solo per via endoscopica);
  2. singole vene di contorno, localizzate principalmente nel terzo inferiore dell'esofago. Quando l'alimentazione d'aria è ben visualizzata. Il diametro dell'organo non è cambiato, lo spessore della mucosa esofagea sopra i vasi patologicamente alterati è all'interno della norma;
  3. C'è una diminuzione del lume dell'esofago a causa della protrusione delle vene alterate, nel terzo inferiore e medio dell'esofago. I vasi non cadono completamente quando entra aria. I conglomerati puntuali delle vene sono visualizzati sui conglomerati delle vene;
  4. molteplici siti di vene varicose nella cavità esofagea, che non si deformano anche quando l'aria viene fornita sotto pressione. La mucosa dell'esofago su queste formazioni è sottile. Sullo stesso sito vengono rivelate numerose erosioni e / o estensioni del muro.

Soehendra e Binmoeller hanno presentato la loro classificazione nel 1997 sulla base della variabilità nella misurazione della circonferenza delle vene (esofageo e gastrico).

Le vene varicose dell'esofago sono una causa comune di sanguinamento

Citiamo una parte della classificazione riguardante l'esofago:

  • 1 grado - vene in una sezione trasversale fino a 5 mm, oblunghe, localizzate esclusivamente nella parte inferiore dell'esofago;
  • 2 gradi - il diametro della nave varia da 5 a 10 mm, non uniforme, viene visualizzato nella sezione centrale dell'esofago;
  • 3 gradi - la circonferenza è superiore a 10 mm, le pareti dei vasi non cadono, quelle sottili si trovano l'una accanto all'altra.

Prevenzione di sanguinamento, trattamento?

La correzione della patologia in esame è complessa: conservativa e operativa. La terapia include strumenti che riducono la pressione nel sistema portale, il trattamento della malattia di base e la terapia sintomatica.

Gli interventi sulle vene dell'esofago possono essere endoscopici, radiografici endovascolari e aperti.

Il metodo endoscopico è conveniente per diversi motivi: diagnostico, terapeutico, minimamente invasivo.

Con l'aiuto della scleroterapia fibroesofagogastroscopio e della legatura dell'esofago vengono eseguiti.

L'indicazione per il trattamento endoscopico è la presenza del secondo e terzo grado di dilatazione delle vene dell'esofago (da 5-10 mm e più).

  • violazioni acute di attività cardiovascolare e circolazione del sangue cerebrale;
  • scompenso delle malattie croniche;
  • il pasto recente del paziente;
  • sanguinamento continuo.

Prima dell'intervento endoscopico, viene prescritta la premedicazione (di solito atropina e sedativo). La procedura stessa viene eseguita a stomaco vuoto nell'ufficio di una gastroscopia o in sala operatoria. Usato come anestesia locale e generale. È necessario fornire l'accesso alla vena, per la somministrazione endovenosa di farmaci, se necessario.

Il paziente è posizionato sul lato sinistro, blocca il boccaglio con le labbra. L'endoscopista introduce il dispositivo con un ugello speciale attraverso la bocca, passa nell'esofago, trova i vasi alterati, che è visibile sullo schermo del monitor. Quindi viene attivata un'aspirazione, con la quale vengono aspirate vene varicose nell'ugello e viene inserito un anello di lattice che lega la parete del vaso. Disconnette in questo modo le aree, assomigliano a sfere cianotiche nel lume dell'esofago. In una sessione, secondo diversi autori messi da 3 a 10 anelli.

A) BPV dell'esofago di terzo grado; B) HSVP dopo l'applicazione di diverse legature

Durante la prima settimana, i nodi iniziano a necrosi, coperti di fibrina.

Alla fine del 7 ° giorno scompaiono e le legature vengono rimosse naturalmente dal corpo. Sul sito di rigetto vengono visualizzate ulcere superficiali di diverso diametro, che si cicatrizzano nell'arco di 2-3 settimane. Dopo questo periodo, ci sono tracce caratteristiche: cicatrici, interiora stellate, cambiamenti nel lume dell'esofago non sono osservati. Alcuni pazienti hanno una sola sessione di trattamento, gli altri due o più. Dopo la procedura, si raccomanda di seguire una dieta, riposare a letto, non guidare per un giorno, escludere l'attività fisica.

Come ogni intervento medico, la legatura endoscopica ha le sue complicazioni:

  1. sanguinamento dalla zona di intervento;
  2. infiammazione e infezione di siti necrotici (necrosi);
  3. disfagia;
  4. sindrome da dolore grave

Per il medico curante e il paziente, i seguenti sintomi dovrebbero diventare sintomi allarmanti dopo la procedura: grave debolezza generale, vertigini, ipotensione, nausea, vomito sanguinolento o con un "caffè" denso, una sedia nera, difficoltà a deglutire.

Nel caso di sanguinamento attivo, una sonda Blackmore viene iniettata nello stomaco attraverso l'esofago, comprimendo la fonte di emostasi instabile per 6-12 ore. La sonda viene quindi estratta e valutata la frequenza di sanguinamento. Nel caso dell'emostasi stabile, viene eseguita un'applicazione ripetuta degli anelli di lattice. Solitamente in questi casi, la procedura viene eseguita in più fasi: in 1-3 mesi, con monitoraggio successivo ogni sei mesi.

Quando un paziente arriva all'altezza del sanguinamento dalle vene dell'esofago, la tattica è la stessa descritta sopra.

Controllo fibro-esofagogastroduodenoscopy (PHEGS) viene eseguita il 10 °, 30 ° giorno, se necessario, esaminare ulteriormente l'esofago una volta ogni tre mesi con l'applicazione di legature alle vene patologicamente alterate.

Secondo alcuni autori, la ricaduta di sanguinamento da varici esofagee può verificarsi in 1-2 mesi nel 6% dei pazienti. La letalità di questo metodo raggiunge il 4%.

La scleroterapia endoscopica dei vasi dilatati dell'esofago si basa sull'introduzione di una soluzione sclerosante (etossisclerolo) nell'area patologica al fine di provocare l'obliterazione del lume della nave.

Un altro metodo moderno per scaricare il sistema delle vene portale è TIPS (shunt transoceanico transepolare transoculare). Il metodo consiste nel creare uno shunt intraepatico per abbassare la pressione sanguigna e ridurre il carico sulle vene di anastomosi cava-cavale e portocavale.

Chirurgia endovascolare - CONSIGLI

Tutti i metodi chirurgici sono traumatici e difficili da tollerare dai pazienti.

Il loro principio è la cucitura e la legatura delle vene alterate o la rimozione di aree patologiche (resezione dell'esofago inferiore e cardias con conseguente anastomosi).

In termini di lesioni e invasività, viene data preferenza ai metodi di endoscopia. Il modo migliore fino ad oggi è la legatura delle vene alterate in combinazione con altri metodi.

Vene varicose dell'esofago

Il concetto di vene varicose è più spesso associato all'espansione delle vene sulle gambe, ma esiste un altro tipo di questa varici varicose nell'esofago (VRVP abbreviato). C'è una tale espansione a causa di una violazione del flusso sanguigno. Il gruppo di rischio comprende uomini dopo i 50 anni. Alle donne viene diagnosticata questa diagnosi due volte meno spesso. Ma, nonostante le statistiche, le vene possono espandersi a qualsiasi età. Un possibile provocatore di questa malattia è la cirrosi epatica. Le cause della cirrosi si trovano spesso nell'abuso di alcol. Con la cirrosi del fegato, la sua integrità viene distrutta e non è più in grado di funzionare normalmente.

La complicazione dell'ingrossamento varicoso è un'emorragia, a volte piuttosto grave. Per interrompere il sanguinamento dall'esofago, viene utilizzato solo l'intervento chirurgico. Il chirurgo vascolare deve agire con precisione e precisione.

Tipi di varici dell'esofago

Lo studio di questo disturbo influenza gli interessi di molti scienziati, in connessione con questo, sono state accettate diverse classificazioni dello stato della malattia.

Per la corretta diagnosi e metodi di trattamento, è stato identificato un gruppo di esofago varicoso.

Il primo tipo Per gravità:

  • Esofago di Varicose 1 grado - l'allargamento di vene a 5 mm, le vene allargate sono tese.
  • 2 gradi. Le vene si avvolgono e si espandono fino a 1 cm.
  • 3 gradi. Le vene esofagee dilatate sono tese, le pareti sono diradate, in alcuni punti il ​​diametro supera 1 cm. Il rossore nelle vene è caratteristico. Il flusso di sangue venoso è interrotto.

Il secondo tipo di classificazione è utilizzato per le vene varicose.

  • Espansione dell'esofago di 1 ° grado. Le vene non sono visibili, non più di 5 mm.
  • Estensione delle vene 2 gradi a 10 mm.
  • Ingrandimento della vena del terzo grado. Le vene sono coperte con nodi e superano il diametro di 10 mm.

Il terzo tipo è stato messo in evidenza da Vitenas e Tamulevich.

  • Le vene diventano blu, raggiungono i 3 mm.
  • Formazioni di Uzel, le vene sono contorte.
  • Le vene lungo l'intera lunghezza sono coperte da grandi nodi, serpeggiano e sporgono nel lume dell'esofago.
  • I noduli formano gruppi, possibilmente completa la chiusura del lume dell'esofago.

Il quarto tipo Questo tipo si riferisce alle RAMS NCC.

  • Espansione fino a 3 mm.
  • Espansione fino a 5 mm.
  • L'espansione è superiore a 5 mm.

Il quinto tipo. Scienziato Zdenek il Viandante

  • Le vene sono tese.
  • Twist ed espandere.
  • Le vene raggiungono il centro del lume.

Perché c'è un'estensione

Le vene varicose dell'esofago possono essere congenite, ma il più delle volte è acquisita. Le ragioni principali per lo sviluppo della forma acquisita:

  1. Ipertensione portale
  2. Tutti i tipi di malattie del fegato
  3. Trombosi vascolare
  4. Ipertensione arteriosa
  5. Conduzione della vena porta
  6. Aneurisma epatico dell'arteria.


Le cause della formazione di malformazioni congenite dello sviluppo delle vene non sono completamente comprese.

sintomi

Per non perdere l'insorgenza dello sviluppo della malattia e in tempo per iniziare il trattamento, è necessario monitorare attentamente i possibili sintomi della malattia:

  • frequente comparsa di bruciore di stomaco irragionevole;
  • difficile deglutizione del cibo;
  • più eruttazioni;
  • dolore al petto;
  • aritmia;
  • scarico di sangue durante la defecazione;
  • la condizione generale peggiora.

I sintomi in diversi pazienti possono variare. Non ci può essere nessun sintomo e un'intera serie.

complicazioni

Con lo sviluppo delle vene varicose, la probabilità di emorragia interna è elevata. Provocare il rischio di eccesso di cibo o di aumento dell'attività fisica, sollevamento improvviso di carichi pesanti, non porterà a nulla di buono se si ignorano i primi sintomi della malattia. Grave sanguinamento dalle vene varicose dell'esofago può portare alla morte. Un lieve sanguinamento dalle vene dell'esofago provoca lo sviluppo di anemia o vomito frequente. Il sanguinamento dalle vene varicose dell'esofago è sempre pericoloso per la salute umana.

Metodi diagnostici

Le vene varicose dell'esofago possono essere stabilite solo con un esame hardware delle condizioni delle vene.

Oltre a chiarire il quadro generale della condizione, il paziente è stato prescritto:

  1. Consegnare le analisi generali di urina e sangue.
  2. Analisi per lo studio del fegato.
  3. Uzi della cavità addominale.
  4. X-ray.
  5. Fibroesofagoscopia: una piccola sonda viene posizionata nell'esofago, consentendo di esaminare attentamente le condizioni delle vene;
  6. Endoscopia - la procedura per esaminare lo stato dello stomaco, che consente di non ingerire la sonda.
  7. Esofagoscopia: consente di determinare le aree interessate e la gravità della condizione.

Molti metodi di ricerca utilizzano una sonda speciale. La sonda ha una dimensione ridotta e consente di valutare con precisione il grado di sviluppo della malattia. Se necessario, l'elenco delle ricerche in corso è in espansione.

Come è il trattamento

Il trattamento utilizza tutti i possibili metodi della medicina moderna, vale a dire:

  1. Il trattamento terapeutico è efficace solo nelle prime fasi di sviluppo o viene utilizzato in aggiunta a forme trascurate. Al paziente viene mostrata la stretta aderenza al menu dietetico, il completo rifiuto da parte di alcol e fumo e una riduzione dello sforzo fisico al minimo.
  2. Trattamento chirurgico: l'intervento dei chirurghi è obbligatorio nelle fasi avanzate e avanzate delle vene varicose. I chirurghi, a seconda del quadro clinico, eseguono varie manipolazioni volte a ripristinare la salute del paziente e prevenire un ulteriore deterioramento della condizione.

Ecco alcune tecniche di chirurghi:

  • sclerosando le vene dell'esofago - le vene vengono lavate con una soluzione speciale, questa procedura richiede un approccio sistemico, una sonda viene utilizzata per iniettare la soluzione;
  • stent-shunt portosistemico - un dispositivo che connette le vene è inserito attraverso il fegato;
  • anastomosi: interconnessione degli organi comunicanti;
  • vene inguainate;
  • devascolarizzazione - sostituzione delle vene colpite con quelle artificiali, con rimozione completa delle aree interessate;
  • ritaglio delle vene esofagee (legatura delle vene varicose dell'esofago) - viene utilizzato con sanguinamento aperto, viene eseguita sovrapponendo una vena, un anello di ritenzione del sangue, sulla rottura.
  1. Farmaci. Senza l'uso di medicinali, è impossibile gestirli in qualsiasi momento della malattia. Il farmaco corretto è in grado di raccogliere solo un medico dopo più studi. I farmaci mirano a rafforzare le pareti dei vasi sanguigni, riducendo l'acidità, e i complessi vitaminici sono utilizzati per fornire al corpo tutti gli elementi necessari, la loro carenza è possibile a causa di molteplici restrizioni nel menu.
  2. La dieta è un prerequisito per mantenere la salute nelle varici esofagee. Il cibo dovrebbe essere frequente e dosato. Con varici esofagee, la dieta è abbastanza severa. Non puoi mangiare prima di andare a dormire. Nel cibo dovrebbe contenere il più possibile la vitamina C, E. Una grande porzione della porzione dovrebbe essere verdure non trasformate, verdure e legumi. La dieta è completata da noci, pompelmi e ciliegie. È importante rispettare il regime di bere. Sotto il divieto cadono prodotti a base di carboidrati ad alto contenuto di carboidrati, caffè, alcolici, tabacco, tutti grassi, speziati e salati. Il modo ideale per prepararsi è il vapore.

Il trattamento con i rimedi popolari raramente apporta sollievo e se vieni portato via con questi metodi, puoi perdere tempo e lasciare che la malattia si sviluppi nel modo più difficile. Uno strumento efficace deve affrontare in modo rapido ed efficace il compito.

Conseguenze della malattia

Completamente sbarazzarsi di questa malattia è quasi impossibile. Le vene varicose dell'esofago sono una malattia molto pericolosa, la percentuale di casi letali è elevata. Se il paziente sta vivendo un'esacerbazione, a breve termine, è possibile la ripresa dei sintomi con maggiore forza. Dopo aver eliminato i fuochi di infiammazione, è necessario seguire attentamente le raccomandazioni. La probabilità di morte del paziente nel periodo da 1 anno a 3 anni dopo l'affermazione di tale diagnosi è grande a causa dello sviluppo della cirrosi epatica. Per prolungare la tua vita, devi monitorare attentamente il tuo corpo e consultare un medico alla minima deviazione.

Misure preventive

Con la cirrosi del fegato, la probabilità di sviluppare vene varicose aumenta molte volte, quindi è necessario monitorare la dieta, non abusare di abitudini dannose e di essere trattati. I segni dello sviluppo delle malattie del fegato si manifestano nel peggioramento delle condizioni generali, vomito frequente, bruciore di stomaco grave, sono facili da identificare.

È utile per qualsiasi persona eseguire esercizi leggeri, riempire la mancanza di vitamine e osservare il regime del giorno. Tali semplici raccomandazioni possono prolungare la vita non per un decennio e, indubbiamente, migliorare la sua qualità.

Legatura delle vene esofagee: che cos'è questa procedura e quando viene mostrata

Legatura dell'esofago - che cos'è? Questo termine è la procedura mediante la quale viene impedito il sanguinamento dalle vene dell'esofago. Lo sviluppo della varicosi gastrica è caratterizzato da pareti patologicamente sottili dei vasi sanguigni e da una maggiore pressione.

Sono questi fattori che possono provocare una pausa. Come parte dell'endoscopia gastrointestinale del tratto gastrointestinale superiore, le vene elastiche espanse sono collegate ad una speciale banda elastica.

Tipi di vene varicose

Le vene esofagee hanno quattro gradi di cambiamenti che vengono utilizzati nella pratica medica durante la diagnosi:

  1. Dilatazione dei vasi sanguigni in una singola quantità, che viene diagnosticata solo mediante esame endoscopico.
  2. Localizzazione di vene in competizione nel terzo inferiore. Quando si esegue la diagnostica, l'alimentazione d'aria, si verifica una chiara visualizzazione. Il cambiamento nel diametro dell'organo stesso non si verifica e le alterazioni patologiche dello spessore della mucosa rientrano nei limiti normali.
  3. C'è un'evidente protrusione delle vene non solo nel terzo inferiore dell'esofago, ma anche nel mezzo. Quando l'aria entra, non c'è un calo completo dei vasi sanguigni, le aree ingrandite macchiate in piccoli vasi sono evidenti.
  4. La formazione di più vene varicose, che non sono in grado di deformarsi se esposti all'aria. Si osserva il diradamento della mucosa, formazione di erosione.

Le ragioni principali

Ci sono diverse cause di vene esofage dilatate, che includono:

  • malattie del fegato: cirrosi, epatite virale, tubercolosi;
  • sviluppo di trombosi;
  • ipertensione;
  • costrizione della vena porta.

trattamento

Per trattare questa patologia richiede un approccio globale: conservativo e operativo. Come trattamento conservativo sono farmaci che riducono la pressione nel sistema portale. Inoltre, i medici stanno prendendo di mira il trattamento di una malattia che ha provocato la malattia.

La chirurgia delle vene esofagee può essere diversa:

  • endoscopica;
  • radiografia ed endovascolare;
  • aperto.

Grazie a un dispositivo speciale - fibroesofagogastroscopio - la condotta di dottori scleroterapia e legatura delle vene varicose dell'esofago. Viene usato necessariamente un legatore di vene varicose dell'esofago.

Come ogni altro intervento chirurgico, la legatura ha alcune controindicazioni:

  • gravi violazioni nel lavoro del sistema cardiovascolare o della circolazione sanguigna nel cervello;
  • malattie croniche nel periodo di esacerbazione;
  • mangiare meno di 12 ore prima della procedura;
  • presenza di sanguinamento attivo.

Ci sono anche fattori che possono influenzare lo sviluppo di complicanze:

  • bere alcolici;
  • vecchiaia;
  • il fumo;
  • malattie cardiache e polmonari;
  • patologia della coagulazione del sangue.

Immediatamente prima dell'operazione, il paziente deve sottoporsi a visita medica, eseguire esami del sangue:

  • un esame del sangue generale;
  • analisi generale di urina;
  • analisi biochimica di urina;
  • coagulazione;
  • HIV, epatite.

l'esecuzione di procedure

Immediatamente prima della procedura, al paziente viene prescritta atropina e un sedativo. L'operazione stessa è obbligatoria a stomaco vuoto. Può essere usata l'anestesia locale o generale.

Dopo che il paziente è stato messo sul lato sinistro e si blocca il boccaglio, endoscopista l'apparecchio con un ugello inizia ad entrare. Grazie a un ugello speciale, è possibile vedere i cambiamenti nei vasi. Dopo aver selezionato un bersaglio, viene attivata un'aspirazione che stringe l'area danneggiata, consentendo così di indossare una vena allargata, anello in lattice.

Le aree allungate diventano simili alle palle cianotiche situate nel lume dell'esofago. Durante una sessione, uno specialista può piazzare da 3 fino a 10 anelli. La procedura dura circa un'ora, se non ci sono varie complicazioni.

Per sette giorni si verifica la necrosi delle aree separate e la copertura delle loro fibrine. L'intero processo termina con la caduta dei siti e il ritiro dal corpo con mezzi naturali. Sul sito del distacco si formano ulcere che si trasformano in cicatrici dopo 2-3 settimane.

Il numero di procedure eseguite è strettamente individuale, poiché qualcuno avrà una sola sessione.

Dopo l'operazione, il paziente deve necessariamente seguire una dieta. Per un mese non è raccomandato andare in sport. Il primo giorno è meglio tenere il riposo a letto e non mettersi al volante.

Video utile

Un sacco di informazioni utili sulla procedura di legatura dell'esofago può essere trovato in questo video.

Possibili complicazioni

Qualsiasi intervento chirurgico può causare alcune complicazioni, la legatura endoscopica dell'esofago non fa eccezione.

Quindi, dopo l'operazione puoi:

  • sviluppare sanguinamento nel sito dell'intervento;
  • Per formare un processo infiammatorio o infettivo nell'area necrotica;
  • sviluppare disfagia;
  • c'è una forte sindrome del dolore.

Recensioni sulla procedura

Ritaglio delle vene esofagee - la procedura è rara, perché questa patologia è osservata abbastanza raramente. Tuttavia, tra le persone con più di 50 anni, la percentuale di pazienti a cui questo intervento chirurgico ha aiutato aumenta di anno in anno.

Questo metodo economico consente di risparmiare da ulcere e gastriti! È necessario prendere 250 millilitri di acqua bollita. Leggi di più

"Legatura endoscopica condotta delle vene a scopo preventivo. Circa un decennio fa, hanno trovato l'epatite, che era già abbastanza consumata dal mio fegato. Di conseguenza, anche le vene esofagee hanno sofferto. Prima un medico scoraggiato dalla procedura, decise di visitarne un altro, finì per finire sul tavolo operatorio. La procedura è durata circa 40 minuti, mi hanno dato 4 anelli.

Non ci sono state complicazioni, dopo l'operazione è rimasto sotto anestesia locale per altre due ore - è partito e lentamente è andato a casa. Al momento dell'esame, le vene molto allargate non vengono diagnosticate. "

Eugene, 54 anni

"Avevo paura di questa procedura come un incendio. Tutto perché le opinioni su di esso o le sue discutibili, conseguenze pericolose, ed è auspicabile per sbarazzarsi di varici. Ho deciso di non tirare a lungo e ho accettato a mio rischio. Sorprendentemente, tutto è andato bene e rapidamente, messo 6 anelli + altri due per il secondo stadio. Non c'era dolore, piuttosto disagio e paura.

L'unica cosa dopo la procedura all'esame era la paura che un anello si rompesse e il sanguinamento si aprisse, quindi non lasciarono andare a casa per tre giorni. Ma tutto ha funzionato. "

Tatiana, 43 anni

Quindi, questa procedura aiuterà a sbarazzarsi di una malattia così pericolosa come la varicosi esofagea, che ha un'alta percentuale di morti. A causa della indolenza dell'operazione e del periodo di recupero rapido, la legatura diventa più popolare ogni giorno. Il costo medio della procedura è 15000-21000 sfregamento. E il risultato saranno i vasi sanguigni sani del tratto digestivo.

Come si verifica la legatura delle vene varicose?

Come metodo di intervento chirurgico, la legatura è una legatura della legatura (filo o anelli speciali che si sovrappongono alle vene varicose).

La legatura delle vene con le vene varicose sulle gambe viene eseguita solo in combinazione con altri metodi di intervento chirurgico (flebectomia o stripping).

Questo è un metodo completo di trattamento volto a normalizzare il flusso sanguigno ed eliminare gli effetti delle vene varicose.

Il più delle volte, la legatura vascolare viene utilizzata per l'allargamento varicoso di diverse vene (grandi vene e piccole ghirlande, maglie).

Questo metodo di chirurgia è utilizzato per le emorroidi (varici delle vene emorroidali) e per le vene varicose dell'esofago. In questi casi viene eseguita la legatura del lattice (applicando speciali anelli in lattice ai nodi).

Vene varicose gastriche

La legatura endoscopica viene utilizzata come ultimo trattamento per la varicosi gastrica (se altri tipi di terapia non aiutano).

Ad ogni nodo con attrezzature speciali (ligator) scatta anello lattice, che è progettato per scollegare dalla rete attraverso le vene esofagee (flusso sanguigno blocco).

A seconda del grado di sviluppo della malattia, viene utilizzato un ligatore a carica singola o multi-carico.

Lo strumento multiplo consente una singola introduzione dell'endoscopio per legare più noduli contemporaneamente.

Varicità delle vene emorroidali

La legatura delle vene avviene sotto controllo ecografico (ad esempio, angioscansione ultrasonica).

  • Tecnologia ad ultrasuoniLa legatura comporta un esame completo delle vene prima dell'intervento chirurgico e il monitoraggio delle condizioni delle vene durante l'intervento chirurgico. Il sangue nelle vene è macchiato con una soluzione speciale, che li rende visibili agli occhi e facilita la procedura di legatura.
  • Legatura prossimale Le vene emorroidarie vengono eseguite con l'ausilio di attrezzature speciali - doppler ad ultrasuoni. Questi dispositivi consentono agli specialisti direttamente durante l'operazione di vedere la struttura dei vasi sanguigni, il flusso di sangue attraverso la vena e calcolare la velocità di questo flusso.
  • Legatura sotto vuoto è usato per facilitare l'operazione per rimuovere le emorroidi.

Il ligatore del vuoto è molto più facile da usare per tali interventi, perché il medico non ha bisogno di un assistente per catturare il nodo alterato - il dispositivo fa questo lavoro da solo.

L'ugello del vuoto aspira l'unità stessa a causa della pressione negativa nella testa. Poi lo specialista mette un anello di lattice sul nodo emorroidario.

Conseguenze della legatura

La procedura dura da 20 minuti. La durata e il metodo di anestesia dipendono dal luogo in cui si trovano le vene varicose e dal grado di accessibilità. L'intervento chirurgico più semplice si verifica con l'operazione di emorroidi.

Le conseguenze della legatura dipendono dalla gravità delle vene varicose e dalla posizione della sua localizzazione.

Con varici di vene emorroidali, i nodi escono insieme con gli anelli di lattice dopo 10-14 giorni. In questo caso, è necessario seguire una dieta (per prevenire stitichezza e diarrea).

Con le varici esofagee, i nodi scendono nello stomaco e poi escono in modo naturale. L'esofago è controllato da un endoscopio.

È doloroso quando si esegue la chirurgia endoscopica e dopo non dovrebbe essere. Ci può essere una sensazione di spremere il petto.

La legatura di vene sugli arti inferiori viene effettuata insieme ad altri metodi di trattamento. Questo è il motivo per cui il periodo postoperatorio è considerevolmente allungato ed è di 30-90 giorni.

A questo punto, è necessario utilizzare speciali calze a compressione e assumere antidolorifici.

Il dolore dopo la legatura è la norma, perché l'intervento chirurgico era ancora lì. Dovrebbero smettere dopo aver assunto farmaci antidolorifici, che saranno prescritti dal medico curante.

Se dopo che il dolore anestetico rimane o diventa più intenso, è necessario contattare immediatamente uno specialista.

Complicazioni dopo l'intervento chirurgico

Dopo la procedura, possono verificarsi complicazioni. Per ogni tipo di legatura e ogni persona, sono individuali.

Dopo la legatura, possono verificarsi gravi emorragie nell'esofago o nell'ano. In tali casi, viene eseguito un esame da parte del proctologo del sito operato o un esame endoscopico.

Alcuni si chiedono perché dura il sangue dopo la legatura dell'esofago?

La risposta è semplice: la procedura è endoscopica ed è uno dei metodi più radicali per trattare le vene varicose nello stomaco.

Se non si sente bene per un lungo periodo, consultare il proprio medico.

Le principali complicanze dopo la procedura:

  • Dolore durante la deglutizione (vene varicose).
  • Ferite nell'esofago (varicose gastrica).
  • Ri-sviluppo di emorroidi (emorroidi).
  • Forte tenerezza nel luogo di intervento.
  • Gonfiore, che non va avanti per diversi giorni.
  • Non smettere di sanguinare.
  • Varie infezioni
  • Reazione all'anestesia.

Prevenzione delle complicanze

Dopo la legatura, devono essere seguite misure preventive. Questo è necessario per prevenire lo sviluppo di complicanze.

Non è possibile tornare immediatamente al vecchio stile di vita e caricare l'area traumatizzata dall'operazione.

L'alcol dopo la legatura deve essere completamente escluso. È uno dei rischi di complicazioni dopo l'operazione. Non bere alcolici per 30 giorni dopo l'intervento.

Durante questo periodo, l'area interessata avrà il tempo di riprendersi. Si consiglia di escludere completamente l'alcol per 6-12 mesi.

Il rischio di complicanze è il seguente:

  • Cattiva coagulabilità del sangue. È necessario chiarire prima dell'operazione (per superare i test di coagulabilità).
  • La presenza di cattive abitudini.
  • Grave sanguinamento prolungato.
  • Malattie di linfociti, cuore, reni, polmoni.
  • Infezioni croniche
  • L'età avanzata del paziente.
  • Alcuni tipi di medicinali che non possono essere cancellati.

La legatura nelle vene varicose è un metodo chirurgico efficace di trattamento. I vantaggi di questa procedura sono ovvi.

La facilità di intervento chirurgico e un breve periodo di riabilitazione rendono la legatura uno dei principali metodi di terapia per le vene varicose.

Legatura dell'esofago

Questa malattia appartiene alle specializzazioni: gastroenterologia, chirurgia generale

1. Informazioni generali

La frase "vene varicose" sono familiari, purtroppo, così tante persone, e spesso di default è probabile associati alle vene degli arti inferiori. Tuttavia, in realtà varici realizzazioni significativamente maggiori, esofago e vasi sanguigni in determinate circostanze anche soggetti a stiro, diradamento e formazione di tipo di nodo aneurismi.

Varici esofago (stomaco e sezioni superiori) - una delle manifestazioni di base e più pericolose della sindrome di ipertensione portale, che a sua volta può essere plasmato da varie cause (cirrosi, epatite, trombosi, malattie cardiovascolari, intossicazione e mn.dr.) ed è un aumento persistente della pressione sanguigna nella vena portale (portale) del fegato. Quando ipertensione portale, soprattutto in caso di rapido corso maligno o nelle fasi successive (quando l'afflusso di sangue ai disturbi circolatori e portare a massicci cambiamenti degenerativi nei tessuti parenchimali), pesantemente colpiti più organi e funzioni vitali.

Tuttavia, la minaccia più grande e immediato per la vita del paziente, e la minaccia di un imprevedibile e richiedono interventi urgenti (la cui mancanza spesso finisce al paziente fatalmente) costituiscono emorragia esofagea - sanguinamento interno attraverso le pareti delle vene esofagee che cronica allungamento sottile e perdere elasticità, diventa permeabile e luoghi massima espansione può scoppiare. Come direbbe cupo alcun suono come questo, ma cattura l'essenza di questa terribile malattia: in questa emorragia, soprattutto prolungato o di massa, il corpo può sanguinare in se stesso.

2. L'essenza dell'operazione

Come indicato sopra, il motivo più comune per la legatura delle vene esofagee è il loro ingrandimento varicoso, causato dalla sindrome dell'ipertensione portale. Lo scopo di tale intervento è prevenire o fermare l'emorragia interna.

3. Indicazioni

Oggi quasi ogni paziente gastroenterologico subisce (anche ripetutamente, se necessario) la procedura di PHAGS o fibroesophagogastroduodenoscopy. Un endoscopio flessibile a sonda sottile, dotato di manipolatori high-tech, una videocamera, una retroilluminazione - non è un caso che è diventato il gold standard per la diagnosi e la chirurgia mini-invasiva per le malattie gastrointestinali.

La legatura dell'esofago è anche una procedura endoscopica.

Dopo un accurato esame clinico, di laboratorio e strumentale (utilizzando le stesse PHAG), viene valutato lo stato dell'esofago, il rischio di sanguinamento e l'opportunità dell'intervento. È estremamente importante informare il medico sull'assunzione di qualsiasi farmaco in relazione ad altre malattie (alcuni farmaci dovranno essere temporaneamente esclusi o sostituiti). Per 8-12 ore, anche l'assunzione di cibo dovrebbe essere esclusa.

Il termine "legatura" implica una costrizione dei vasi sanguigni con una legatura - un filo chirurgico sottile e resistente. Infatti, vene esofagee sporgenti nodi sovrapposti anello legatura (anello), varici così per diversi abbassa creando sclerosi, "lasciare" del lume dell'esofago e fuori dal krovootvedeniya circuito. anelli di legatura numero determinato dal numero, dimensioni, stato di varici ed altre caratteristiche del particolare occasione: in diverse situazioni, può essere da 3,2 a 20 cicli o più.

Viene utilizzata l'anestesia locale con premedicazione sedativa. Questo è assolutamente sufficiente perché la procedura sia tollerata dai pazienti senza problemi: c'è una certa gravità, pressione, ma tali sensazioni non sono dolore in quanto tali. Solo in casi particolari isolati, la legatura endoscopica viene eseguita nel sonno indotto da farmaci o in anestesia generale.

La durata totale della procedura di solito non supera un'ora.

Circa lo stesso paziente trascorre alla Camera e poi osservando in cui, in assenza di complicanze post-operatorie evidenti torna a casa (ma non guidare la propria auto: la gestione dei trasporti, e altri meccanismi ad alto rischio è controindicato per il giorno successivo).

Le legature escono naturalmente in circa una settimana.

4. Vantaggi e svantaggi

In confronto con altri metodi di trattamento delle varici esofagee (sclerosi, chirurgia aperta), legatura endoscopica ha diversi vantaggi. È minimamente invasiva, di solito una procedura ambulatoriale con minimo trauma e, di conseguenza, il minimo rischio di complicanze postoperatorie, infezione epatotropi effetto rischi indesiderati dell'anestesia generale, e così via. Allo stesso tempo, l'efficacia del metodo è molto elevata.

Tra le possibili complicazioni, il dolore della deglutizione, il danno meccanico all'esofago, sono descritti i sanguinamenti. In pratica, tali effetti sono molto rari, ma non sono completamente esclusi. Pertanto, qualsiasi ovvio fenomeno patologico nel periodo post-operatorio (dolore intenso, nausea e vomito con sangue, feci anormalmente scure, ecc.) Deve essere segnalato immediatamente.

Raccomandazioni cliniche per il trattamento del sanguinamento dalle vene varicose dell'esofago e dello stomaco

Sessioni ripetute di endoscopia medica

Cicatrici di ulcera peptica

Fig. 10. Algoritmo di misure mediche per recidive tardive di emorragie dopo EL.

4.3.2. Scleroterapia endoscopica dell'esofago dell'esofago Il metodo di scleroterapia endoscopica (ES) delle vene esofagee fu proposto nel 1939

anno C.Crafoord, P.Frenckner. Le vene varicose si verificano dopo l'inserimento nel

lumen vena sclerosanti attraverso un endoscopio con un lungo ago. Insieme con metodo intravazalnym scleroterapia esiste metodo sclerosante riferimento paravasal, che si basa sull'introduzione di sclerosant prossimità della vena, con conseguente compressione delle varici, inizialmente dovuta al rigonfiamento e poi mediante la formazione di tessuto connettivo.

Per la somministrazione intravasale, il tetradecil solfato di sodio è più comunemente usato

(trombovar) in una quantità di 5-10 ml per ciascuna iniezione (è possibile e una soluzione al 3% di etossilerolo e altri farmaci). Dopo l'introduzione dello sclerosus, è necessario spremere la vena nei siti di puntura, che fornisce la formazione di un trombo a seguito dell'edema dell'endotelio della nave. In una sessione, non più di 2 vene varicose vengono trombizzate, al fine di evitare il ristagno del BPV dello stomaco.

L'obiettivo principale della scleroterapia paravasale è quello di creare un gonfiore della sottomucosa, che consente di comprimere una vena deformata dalla varicosi,

smettere di sanguinare e in futuro il 5-7 ° giorno a causa dell'attivazione del processo sclerotico nello strato sottomucoso per garantire la creazione di un tessuto cicatriziale [1, 4, 5, 13, 15, 29].

Fig. 11. Schema di scleroterapia endoscopica dell'esofago e dello stomaco. A - paravasale, B - intravasale.

La procedura viene eseguita in anestesia locale con soluzione all'1% di lidocaina con premedicazione preliminare 1ml soluzione al 2% di promedola, 2ml Relanium.

La membrana pre-mucosa dell'esofago e lo stomaco sono irrigati con alcool al 96% in una quantità di 10-12 ml. La scleroterapia inizia dall'area della transizione esofagocardica e prosegue in direzione prossimale. Da agenti sclerosanti, di regola,

Usato ethoxy sclerol (Germania), che contiene 5-20 mg di polidocanolo in 1 ml di alcool etilico. Più spesso, l'etossiclerolo viene utilizzato in concentrazione dello 0,5%. Ad ogni iniezione, non vengono somministrati più di 3-4 ml di sclerosante. In genere, da 15 a 20

vkoly. In una sessione vengono consumati fino a 24-36 ml di sclerosante. Immesso nell'iniettore sclerosante crea un edema denso su entrambi i lati della vena varicosa,

Alla fine della sessione di scleroterapia, le vene varicose non vengono praticamente rilevate nella mucosa edematosa. La fuoriuscita di sangue dai siti di puntura è di solito insignificante e non richiede ulteriori misure.

Il prossimo periodo dopo la seduta di scleroterapia di solito non è accompagnato da sensazioni dolorose. Al paziente è permesso bere e assumere cibo liquido 6-8

ore dopo la procedura.

Dopo la prima sessione di scleroterapia, dopo 5 giorni, ripetere la procedura,

mentre cercava di coprire le aree dell'esofago con BPV, che si è rivelato essere oltre lo scopo della prima sessione di scleroterapia.

La terza sessione di scleroterapia viene eseguita dopo 30 giorni, mentre si valuta l'efficacia del trattamento, la dinamica di riduzione del grado di BPV e la rimozione della minaccia di sanguinamento. La 4a sessione di scleroterapia è prescritta dopo 3 mesi.

processo profonda cicatrice nella sottomucosa dell'esofago e dello stomaco durante i trattamenti ES utilizzate impedisce collaterali preesistenti venosi per il loro sviluppo e varicose trasformazione.

Il trattamento continua fino all'effetto dell'eradicazione o fino al raggiungimento di un risultato positivo. Ciò richiede una media di 4-5 sedute di scleroterapia all'anno. Il controllo dinamico è effettuato nei successivi una volta in 6 mesi. Nel

Se necessario, il trattamento viene ripetuto.

Effettuare la scleroterapia con continua emorragia ha alcune peculiarità. Quando viene trovata una vena sanguinante, a seconda della posizione della fonte, lo sclerosante viene somministrato su entrambi i lati della vena sanguinante. In questo caso, deve essere somministrata una quantità significativa di sclerosante prima di raggiungere l'emostasi.

Per raggiungere la quantità desiderata di sclerosante spesso superato 10-15 ml. Questa circostanza richiede l'implementazione dell'endoscopia di controllo 3-4 giorni dopo l'emostasi endoscopica, spesso a questo punto si forma la zona di necrosi della membrana mucosa.

In assenza di complicanze, il paziente viene sottoposto a un controllo EGDS e, se necessario, a sclerosi ripetuta a 3, 6, 12, 24, 36 mesi (1, 4, 5, 15).

Siete Interessati Circa Le Vene Varicose

Come scegliere e acquistare collant a compressione da vene varicose

Tromboflebite

Come sapete, la biancheria intima da compressione è già parte integrante del trattamento e della prevenzione delle vene varicose e di molte altre malattie, in un modo o nell'altro associate ai vasi delle gambe....

Infiammazione delle vene sulle gambe

Tromboflebite

Il corpo umano è permeato da un complesso sistema di vene e capillari, che guidano il sangue attraverso il corpo. Grandi vasi sanguigni - le vene, rappresentano un tubo cavo con una valvola che non consente al sangue di muoversi nella direzione opposta....