limfostazom

Motivi

limfostazom - patologia del sistema linfatico, accompagnata da alterata circolazione linfatica e ritenzione di liquidi linfatici nei tessuti. Con la linfostasi c'è un inasprimento dei tessuti, edema persistente e un notevole ispessimento dell'arto (linfedema), ulcere sulla pelle. Determinare la causa linfostasi richiede ecografia pelvica, addominale, arti, la radiografia del torace, linfografia, linfoscintigrafia. Il trattamento della linfostasi può essere non chirurgico (massaggio, terapia compressiva, irudoterapia, farmaci) e chirurgico (ricostruzione delle anastomosi linfonodali).

limfostazom

Lymphostasis (linfedema, linfedema) si sviluppa in c'era processi di formazione linfa e il suo deflusso attraverso i capillari e linfatici dorsali organi e tessuti delle estremità verso le principali collezionisti e dotto toracico linfatico. Secondo le statistiche dell'OMS, circa il 10% della popolazione mondiale soffre di linfostasi. Con la linfostasi si ha un costante rigonfiamento progressivo dell'arto e il suo aumento di volume, ispessimento del tessuto sottocutaneo, ingrossamento della pelle, ipercheratosi, cricche e ulcere. La progressione della linfostasi prima dello sviluppo dell'elefhantiasi (ipertrofia degli arti) causa sofferenza psicologica e fisica del paziente e porta alla disabilità. La linfostasi viene curata da specialisti nel campo della flebologia e della linfologia.

Cause della linfostasi

Lo sviluppo della linfostasi può essere dovuto a una vasta gamma di fattori. La violazione della linfa tessuto linfatico in ritardo si trova nello scompenso cardiaco, malattia renale, ipoproteinemia quando la linea della linfa non può far fronte con la linfa di deflusso. La linfostasi può essere una conseguenza dell'insufficienza venosa cronica con forme scompensate di vene varicose, sindrome posttromboflebitica, fistole artero-venose. L'escrezione del liquido in eccesso del tessuto porta all'espansione compensatoria dei vasi linfatici, a una diminuzione del tono, allo sviluppo dell'insufficienza valvolare e all'insufficienza linfovena.

Le ragioni possono essere malformazioni linfatiche linfostasi, ostruzione dei vasi linfatici a loro danno (trauma meccanico o chirurgiche, ustioni), la compressione dei tumori o infiltrati infiammatori impedendo linfodrenante. Quando linfangite e linfoadenite obliterazione uno dei linfatici vasi risultati in espansione e altre insufficienza valvolare, accompagnati da stasi linfatica.

La mastectomia espansa eseguita per il cancro al seno è complicata dallo sviluppo di linfodema dell'arto superiore nel 10-40% dei casi. Solitamente durante la mastectomia, viene eseguita la dissezione linfonodale ascellare (linfadenectomia ascellare) - la rimozione dei linfonodi che sono zone di metastasi regionali. La probabilità di sviluppare linfostasi dipende direttamente dal volume della linfadenectomia ascellare. La linfostasi procossa può anche causare cancro alla prostata, linfoma, linfoadenectomia inguinale-femorale, radioterapia delle zone di linfodrenaggio regionale.

In alcuni casi, la circolazione linfatica alterata con lo sviluppo di linfostasi è osservata con ricorrenti linfangite streptococciche (con flemmone, erisipela), infezioni parassitarie. Nei paesi con clima tropicale, la filariosi linfatica è diffusa dalle zanzare (elefantesimo, elefantiasi). L'infezione si manifesta nella sconfitta dei linfonodi, nel loro aumento, febbre, dolore severo, ipertrofia delle gambe, delle mani, del torace o dei genitali.

Classificazione delle forme di linfostasi

Dati questi fattori, la linfostasi può svilupparsi principalmente o secondariamente. linfostasi primaria caratterizzata insufficienza linfatica, anomalie congenite associate a linfa (ipoplasia, agenesia o ostruzione dei vasi sanguigni, insufficienza della valvola, sindromi ereditarie). Con linfostasi primarie, uno o entrambi gli arti possono essere colpiti; manifestazioni di linfedema si manifestano già nell'infanzia e crescono nell'adolescenza.

A proposito di linfostasi secondaria è detto nel caso di lesioni o malattie del sistema linfatico inizialmente formata normalmente. Linfedema secondario si sviluppa spesso in un arto, di solito nella zona del sollevamento del piede e della gamba e più spesso ha una natura post-traumatica o infiammatoria.

Linfedema si trova principalmente nelle donne. Nel 91% dei pazienti si sviluppa la linfostasi degli arti inferiori. Con lo sviluppo della linfopatia all'età di 15-30 anni, parlano di linfedema giovanile, dopo 30 anni - a proposito del linfedema tardivo. Nello sviluppo della linfostasi, si distinguono 3 fasi consecutive: 1 - lieve edema transitorio, 2 - edema irreversibile; 3 - elefantiasi (edema irreversibile, cisti, fibrosi).

Sintomi di linfostasi

Nella fase più facile della linfostasi si ha un aspetto sistematico di un edema transitorio delle estremità, che si nota dalla sera e scompare al mattino, dopo il riposo. L'edema tende ad aumentare dopo uno sforzo fisico o una prolungata restrizione della mobilità, una lunga permanenza sulle gambe. Cambiamenti irreversibili e proliferazione del tessuto connettivo in questa fase sono ancora assenti, così l'accesso tempestivo al linfologo e la terapia conservativa condotta portano a un persistente regresso della malattia.

La linfostasi di media gravità è caratterizzata da edema non evanescente, crescita dei tessuti connettivi, irrigidimento e rigidità della pelle, che possono essere accompagnati da sensazioni dolorose. Premendo un dito sul tessuto gonfio si lasciano tracce dell'impressione che persistono per lungo tempo. Edema linfatico persistente può portare a un aumento dell'affaticamento dell'arto colpito, convulsioni.

Nel linfedema grave ci sono disturbi irreversibili del linfodrenaggio, lo sviluppo di alterazioni fibrocistiche nei tessuti e l'elefantiasi. La linfostasi diventa così pronunciata che l'arto perde i suoi contorni e la capacità di funzionare normalmente. In questa fase di linfostasi si possono notare lo sviluppo di contratture e deformazioni dell'osteoartrosi, ulcere trofiche, eczema, erisipela. L'esito estremo della linfostasi può essere la morte di un paziente da sepsi grave. Con la linfostasi, aumenta la probabilità di sviluppare linfosarcoma.

Diagnosi di linfostasi

Quando compaiono segni di linfostasi, è necessario consultare un chirurgo vascolare (flebologo, linfologo) per stabilire la causa della patologia. In caso di sconfitta degli arti inferiori, è necessaria l'ecografia della cavità addominale e del bacino; con il linfedema delle mani - radiografia della cavità toracica.

Per determinare la posizione del linfonodo e la pervietà dei vasi, vengono utilizzate la linfografia a raggi X, la linfoscintigrafia con Tc-99m, la risonanza magnetica e la TC. Queste tecniche consentono di valutare i cambiamenti nel canale linfatico, identificare le aree di crimpatura, linfangiectasia, insufficienza valvolare.

Linfostasi differenziarsi dalla trombosi venosa profonda e postflebiticheskogo sindrome nella quale linfedema unilaterale, edema molle, presenza gipepigmentatsii, eczemi varicose e vene varicose. Per escludere la patologia venosa, viene eseguita l'ecografia delle vene delle estremità.

Trattamento di linfostasi

Lo scopo del trattamento della linfostasi è di ripristinare il deflusso della linfa dagli arti o da altri organi. Quando è indicata la linfostasi, la nomina di massaggio manuale linfodrenaggio, pneumocompressione dell'apparato, fisioterapia (magnetoterapia, laserterapia, idromassaggio), selezione e uso di maglieria a compressione. Si raccomanda al paziente di seguire una dieta con restrizioni saline, terapia fisica, nuoto, camminata scandinava. Da terapia medica flebotonica con azione linfotropica, enzimi, angioprotettori, immunostimolanti vengono utilizzati. Con ulcere trofiche ed eczema, vengono sottoposti a trattamento locale.

Con la linfostasi, è necessario prendere attentamente cura dei piedi per prevenire lo sviluppo della linfangite. Con questo obiettivo è meglio eseguire una pedicure hardware medica con l'uso di mezzi speciali per la cura del piede igienica e terapeutica. Con lo sviluppo di infezioni fungine, vengono prescritti antimicotici e trattamenti ai piedi con agenti antifungini.

La base per il trattamento chirurgico della linfostasi può essere l'inefficienza della terapia conservativa complessa, la progressione del linfedema, la presenza di fibrosi grave e la formazione di sacche linfatiche deformanti. Con la linfostasi si ricorre alla creazione microchirurgica di anastomosi linfonodali, liposuzione e dasato-fasciolectomia.

Nel caso del linfedema primario, viene trapiantato un complesso linfoide tissutale completo. Con elefantiasi pronunciata, che esclude la possibilità di eseguire operazioni radicali, tunneling delle aree colpite per il drenaggio linfatico nei tessuti sani, l'intervento di resezione viene effettuato.

Profilassi e prognosi per linfostasi

Il rifiuto di trattare il linfedema contribuisce a un edema linfatico ancora maggiore dei tessuti, a una ridotta mobilità dell'arto, allo sviluppo di un'infezione cronica. Indipendentemente dallo stadio in cui è stata diagnosticata la linfostasi, i pazienti devono osservare un angio-chirurgo. La terapia di supporto al corso per linfostasi deve essere eseguita per tutta la vita.

Per prevenire la circolazione linfatica nelle estremità permette un'attenta cura della pelle delle mani e dei piedi, il trattamento tempestivo di eventuali ferite e la prevenzione della loro infezione. È necessario condurre la terapia di reni, cuore, vasi venosi per evitare scompensi di patologia.

Per prevenire lo sviluppo del linfedema postoperatorio negli ultimi anni, la mammologia ha abbandonato la linfoadenectomia totale durante la mastectomia radicale ed è limitata alla rimozione dei linfonodi di segnalazione.

limfostazom

limfostazom - una perturbazione progressiva del normale flusso della linfa attraverso i vasi linfatici del canale, localizzate in diverse parti del corpo, e manifesta la comparsa di un edema dei tessuti molli stabili, disturbi trofici della pelle. Tipicamente, le manifestazioni iniziali lymphostasis si sviluppano come conseguenza di vasi linfatici di piccolo calibro (capillari e vasi linfatici periferici), e se i processi patologici che interessano grandi collettori linfatici e il dotto toracico, sviluppano cambiamenti irreversibili tessuti molli.

Secondo le statistiche mondiali, l'incidenza di linfostasi nel mondo raggiunge 250 milioni di persone. L'incidenza di questa patologia tra i bambini è 1: 10.000 ed è una limbostasi congenita degli arti e delle facce in combinazione con anomalie displastiche. Nella struttura della morbilità prevalgono le donne di età compresa tra 30 e 45 anni e la linfostasi degli arti inferiori rappresenta almeno il 90% dei casi.

Il gruppo di rischio comprende quelli di giovane età e la forma più comune della malattia è la linfostasi delle gambe. Come unità nosologica indipendente di "linfostasi", gli scienziati nel campo della medicina furono caratterizzati già nel 1934 e allo stesso tempo la divisero in linfostasi primaria e secondaria.

La diagnosi di "linfostasi" può essere stabilita e trattata solo da un flebologo qualificato dopo un esame completo del paziente nelle condizioni di un ospedale chirurgico specializzato del profilo vascolare.

La prognosi per la vita con linfostasi è favorevole, tuttavia, questa malattia può causare un disordine persistente di salute e disabilità, portando il paziente alla disabilità.

Linfostasi degli arti inferiori

Lymphostasis forma congenita degli arti inferiori a causa di violazioni morfologici genetici vascolare canale linfatico, cioè, anomalie congenite dei vasi linfatici (ipoplasia, aplasia e iperplasia). Questa grave patologia, il debutto dei quali è la comparsa di edema dei tessuti molli di un arto, più comunemente in adolescenza. linfostasi congenita è una malattia geneticamente determinata e può essere ereditata.

Nella fase di sintomi clinici dettagliati, la linfostasi si manifesta non solo a livello locale, ma anche a sintomi generali, che peggiorano significativamente la qualità della vita del paziente (complicanze vegetative-vascolari, ormonali e infiammatorie).

Il metodo più efficace per diagnosticare la linfostasi degli arti inferiori è la risonanza magnetica e, come misure terapeutiche, vengono utilizzati il ​​massaggio linfodrenante e la fisioterapia (fango, ultrasuoni e trattamento termico).

Linfostasi secondaria degli arti inferiori si sviluppa più spesso dopo un trauma precedente o grave erisipela. Le manifestazioni iniziali della linfostasi sono gonfiore del dorso del piede. I pazienti in questa fase non presentano alcun reclamo specifico e spesso durante questo periodo non è possibile riconoscere la malattia.

Come la progressione dei disturbi del flusso linfatico, si sviluppa edema e appaiono pieghe grossolane sulla pelle del piede, che non vengono spostati dalla palpazione. A questo stadio è necessario differenziare i sintomi esistenti con malattie come la neurofibromatosi e il gigantismo degli arti inferiori.

In assenza di misure diagnostiche e terapeutiche tempestive, la linfostasi progredisce e le alterazioni patologiche si estendono alle parti prossimali dell'arto inferiore (stinco e coscia).

Esiste una classificazione in base al grado delle manifestazioni cliniche, in cui si distinguono 4 gradi di gravità. Il primo grado di linfostasi è caratterizzato dal danneggiamento delle parti distali dell'arto inferiore, che si manifesta sotto forma di deformità e gonfiore del piede più dalla superficie posteriore. Con il secondo grado di linfostasi, il processo patologico è localizzato sul piede e sullo stinco. Il terzo grado implica la sconfitta non solo del piede e dello stinco, ma anche dell'anca. Nella quarta fase, oltre a questi sintomi, compaiono cambiamenti trofici nella superficie della pelle.

Linfostasi della mano

Nel 70% dei casi, la linfostasi dell'arto superiore si sviluppa dopo una mastectomia, accompagnata dalla rimozione dei linfonodi regionali e, in alcuni casi, da un piccolo pettorale. La rimozione radicale dei linfonodi regionali viene eseguita al fine di prevenire la recidiva e la diffusione dell'oncopatologia e senza questa manipolazione non si può parlare di una cura efficace per il cancro al seno. Tuttavia, quando si rimuove un gruppo di grandi linfonodi e vasi linfatici, si creano le condizioni per l'accumulo di liquido linfatico nei tessuti molli della regione omerale e anche il suo isolamento attraverso la superficie della ferita postoperatoria.

A questo proposito, si raccomanda a tutti i pazienti operati di eseguire speciali esercizi ginnici volti a migliorare la circolazione linfatica. Nella maggior parte dei casi, la linfostasi della mano dopo la mastectomia è transitoria e i suoi sintomi scompaiono dopo un mese.

Inoltre, la linfostasi secondaria della mano viene osservata dopo le ustioni e le infezioni della pelle, nonché dopo ferite di varia origine. Nel passo espanso clinico lymphostasis arto superiore appare come una progressiva gonfiore tessuto resistente e morbida pelle trofica modifiche (ulcere trofiche, iperpigmentazione) e scar irreversibile modifiche tessuti molli.

Esistono fondamentalmente due gruppi lymphostasis mani: acuta (transitori) di non più di 6 mesi, e una volta dopo una mastectomia, così come cronica, che dura da molti anni e ha un decorso progressivo stabile.

I metodi più efficaci di trattamento medico sono mani non linfostasi sono: massaggio manuale linfodrenaggio, indossare calze a compressione, elettrostimolazione muscolare, terapia magnetica e laser terapia.

Al fine di prevenire la progressione della linfostasi lieve e prevenire lo sviluppo di fibredema, i pazienti dopo l'operazione di rimozione del seno devono eseguire una serie di esercizi ginnici e tecniche di automassaggio. Naturalmente, la presenza di linfostasi porta ad alcune disabilità della donna, ma con tutte le regole per la cura della pelle, e anche seguendo le raccomandazioni del medico in termini di attività fisica, questa condizione passa da sola.

Se i sintomi compaiono linfostasi dell'arto superiore dopo 1 anno dopo l'intervento chirurgico e la mastectomia, accompagnato dalla formazione di guarnizioni nel corso dei tessuti molli gonfio, questa situazione è la ragione per un esame dettagliato della oncologo del paziente per diagnosticare possibili recidive o metastasi del cancro.

Cause linfostasi

Il principale legame eziopatogenetico nello sviluppo della linfostasi in qualsiasi sede è l'accumulo di liquido linfatico nei tessuti molli e l'edema di edema limitato o diffuso. La velocità media giornaliera di formazione del fluido linfatico è di circa due litri e la sua formazione è dovuta alla filtrazione del plasma sanguigno nello spazio interstiziale, dopo di che la linfa entra nei vasi del canale linfatico.

Il meccanismo della formazione di linfostasi procede secondo un unico principio, ma l'unificazione in tutti i casi è una violazione dell'integrità morfologica o funzionale dei vasi del canale linfatico.

Ci sono due gruppi principali di questa patologia - linfostasi primaria e secondaria, e la base di questa divisione è il fattore eziologico dell'origine della malattia.

Il meccanismo di innesco nello sviluppo della linfostasi è il disturbo del normale flusso linfatico attraverso i vasi linfatici di piccolo e grosso calibro. Quando il flusso linfatico viene disturbato, si creano condizioni di aumento della pressione intra-linfatica (in condizioni normali non supera i 10 mm Hg), con conseguente rilascio di fluido in eccesso contenente una grande percentuale di proteine ​​nei tessuti molli circostanti. In questa fase, non si verificano cambiamenti strutturali nei tessuti molli e l'edema è transitorio.

Più tardi nei tessuti, la proteina si rompe e la formazione di fibre di fibrina e collagene, che si manifesta sotto forma di proliferazione del tessuto connettivo nei muscoli, fascia, tessuto adiposo sottocutaneo e pelle. Questi cambiamenti sono irreversibili e progressivi.

In connessione con lo sviluppo di cambiamenti cicatriziali sul segmento interessato, la circolazione sanguigna è disturbata, che porta inevitabilmente a malattie trofiche e infiammatorie.

La linfostasi può essere attribuita alla categoria delle malattie polietologiche, poiché la sua apparizione può essere influenzata da vari fattori, i principali dei quali sono:

- varici degli arti inferiori e vasi addominali, accompagnata da insufficienza venosa cronica, a seguito della quale la compensazione vasodilatazione canale linfatico, diminuzione del tono o sviluppo insufficienza valvolare della parete vascolare;

- malformazioni congenite dei vasi del sistema linfatico nella forma aplasia (completa assenza di certo segmento vascolare), ipoplasia (linfatici sottosviluppo) e iperplasia (ipertrofia della parete vascolare, eccessiva tortuosità del vaso), portando allo sviluppo di lymphostasis primaria o congenita;

- danno meccanico alla parete vascolare del vaso linfatico a causa di traumi o ustioni;

- una sindrome di compressione di un vaso linfatico circondando l'infiltrato infiammatorio o neoplastico;

- alterazioni infiammatorie della linfoadenite di un segmento diffuse a vasi linfatici di un ordine diverso, a seguito della quale si sviluppa il cedimento della valvola;

- I metodi estesi di intervento chirurgico per il cancro sono accompagnati da una rimozione radicale dei linfonodi regionali, che porta inevitabilmente a un malfunzionamento del sistema di circolazione linfatica;

- La linfostasi specifica della filillariosi si osserva quando gli elminti di "filarie" entrano nel corpo, i vasi linfatici sono la loro localizzazione preferita. Questo tipo di linfostasi può anche essere attribuito al danno meccanico al canale linfatico, poiché quando un gran numero di elminti si accumula nel lume del vaso, si crea una violazione del flusso linfatico;

- La lesione streptococcica sistemica, manifestata come erisipela, è spesso un meccanismo scatenante nello sviluppo della linfostasi localizzata sugli arti superiori o inferiori;

- le malattie del sistema urinario in fase di insufficienza renale cronica provocano lo sviluppo di linfostasi degli arti inferiori e dello scroto.

Sintomi linfostasi

In caso di sviluppo di segni di linfostasi prima dei 30 anni, si tratta della forma giovanile del linfedema, dopo 30 anni dovrebbe essere sospettato di linfostasi tardiva.

La localizzazione preferita della linfostasi è la sconfitta degli arti superiori e inferiori, ma ci sono altre forme di malattia, per esempio linfostasi del seno, scroto e persino il viso.

Nel decorso clinico della linfostasi, si distinguono le tre fasi principali, la durata di ciascuna di esse è individuale per ciascun paziente e dipende dalla diagnosi tempestiva, nonché dalla presenza o dall'assenza delle tattiche corrette per il trattamento del paziente.

Quindi, nella prima fase della linfostasi, l'unica lamentela del paziente è l'edema persistente, progressivo e, soprattutto, reversibile di una o dell'altra parte del corpo. Sfortunatamente, molti pazienti non prestano attenzione a questo sintomo e in seguito cercano aiuto medico. In questo periodo della malattia, il paziente non ha dolore, ma solo una sensazione di "esplosione" nella zona interessata dei tessuti molli. Quando si preme sulla pelle, c'è una traccia sotto forma di una piccola fossetta, quindi questo gonfiore viene anche chiamato "morbido". Il gonfiore della zona interessata si osserva alla sera e senza la sola somministrazione del farmaco si passa prima dell'inizio della mattinata, quindi questa forma di linfostasi viene chiamata "edema reversibile". La pelle è liscia e lucida a causa dello stretching intenso. In questa fase, è abbastanza facile ottenere risultati positivi dal trattamento con la giusta selezione di terapia conservativa.

Man mano che la malattia progredisce allo stadio dei cambiamenti fibrotici nella catena patogenetica, il paziente sviluppa sintomi che caratterizzano la malattia sottostante. Segni specifici di linfostasi in questa situazione sono la comparsa di un edema limitato di tessuti molli di consistenza densa, la palpazione della zona interessata della pelle provoca disagio nel paziente e in alcuni casi anche il dolore. Dopo la palpazione nei tessuti molli, le tracce di pressione sotto forma di piccole fossette rimangono a lungo. Le coperture della pelle diventano estremamente sensibili, ma non si osservano disturbi trofici in questa fase. Nel periodo di edema spontaneo irreversibile con linfostasi, i cambiamenti infiammatori nei tessuti molli sono spesso associati, a causa del limitato flusso linfatico e dei disturbi circolatori. Un sintomo comune che appare in questa fase sono i crampi muscolari dovuti alla ridotta circolazione locale.

In questo periodo, i pazienti sottolineano l'attenzione speciale ai cambiamenti della pelle che possono indicare varie condizioni patologiche. Ad esempio, a causa di un forte stiramento della pelle con un edema massivo di tessuti molli, si osserva la sua secchezza e talvolta la rottura. La comparsa di macchie rosse diffuse calde al tatto indica l'attaccamento dell'infezione batterica e lo sviluppo della reazione infiammatoria locale della pelle. La pelle è fissata a tessuto adiposo sottocutaneo più profondo e fascia con fitti fili fibrosi, quindi è quasi impossibile piegare o spostare.

Nell'ultima fase lymphostasis, che viene spesso chiamato "elephantiasis irreversibile" c'è una violazione completa della funzione arto per un significativo aumento delle dimensioni contratture, collegamento e l'installazione deformanti malattie delle ossa e delle articolazioni. La pelle diventa marrone tinta a causa indurimento e la fibrosi, e in assenza di una terapia adeguata sulla pelle appaiono formazione verruca e ulcere trofiche chilorrea accompagnato. Ci sono dati statistici sui risultati letali di questa malattia, provocati dallo sviluppo di danno settico generalizzato all'organismo.

Trattamento linfostasi

Gli obiettivi principali di qualsiasi metodo di trattamento per la linfostasi sono di limitare la progressione della malattia, ripristinare i processi metabolici e prevenire possibili complicanze. I principi fondamentali della terapia sono: approccio individuale e continuità di questo o quel metodo di trattamento.

Poiché le coperture cutanee con linfostasi soffrono in larga misura, tutti i pazienti sono invitati a seguire semplici regole per la loro cura al fine di prevenire possibili complicazioni di natura trofica o infiammatoria:

- per pulire la pelle, utilizzare solo olii essenziali che non contengano conservanti e profumi;

- con il minimo danno alla pelle, è necessario trattare l'area danneggiata con un antisettico;

- dovrebbe essere limitato ai bagni solari e termali (sauna, sauna, solarium);

- Non iniettare droghe sull'arto ferito;

- È necessario privilegiare i vestiti realizzati con tessuti naturali, non aderenti alla pelle.

Per determinare la tattica del trattamento, è necessario condurre un esame approfondito del paziente al fine di scoprire la causa della malattia. Per la diagnosi di linfostasi vengono utilizzati tali metodi strumentali di esame: esame ecografico dei vasi degli arti inferiori e superiori, nonché degli organi addominali e pelvici, linfoscintigrafia e risonanza magnetica.

Per ottenere risultati positivi nel trattamento della linfostasi, non si dovrebbero usare solo metodi medicamentosi e altri di terapia conservativa, ma anche normalizzare il comportamento alimentare del paziente. Mancato rispetto di una dieta equilibrata, le condizioni per l'accumulo di proteine ​​ad alto peso molecolare nei tessuti, la progressione di patologie venose nella pelle, così da ridurre la reazione immunitaria del corpo, che porta inevitabilmente a complicazioni infettive. I principi fondamentali della dieta dieta alimentare a linfostasi sono: restrizione di assunzione di sale, alto contenuto di proteine ​​di origine alimentare e una diminuzione del consumo di alimenti contenenti carboidrati complessi.

Ci sono due direzioni principali nel trattamento di tutte le forme di linfostasi - intervento conservativo e chirurgico. I metodi di trattamento conservativo sono efficaci quando la malattia è nelle prime fasi di sviluppo e non è accompagnata da pronunciati cambiamenti nella struttura dei tessuti molli e come supplemento ai metodi chirurgici di correzione nelle fasi avanzate della malattia.

Le principali direzioni del trattamento conservativo della linfostasi sono: una diminuzione del volume della formazione del fluido linfatico, la normalizzazione della circolazione linfatica, il miglioramento della capacità rigenerativa dei tessuti e la prevenzione dei riarrangiamenti fibrotici nella struttura dei tessuti molli.

Come misure volte a ridurre la formazione di liquido linfatico e normalizzare la circolazione linfatica, è necessario bendare regolarmente gli arti colpiti con una benda elastica o utilizzare oggetti speciali di maglieria medica. Di grande importanza è la normalizzazione del comportamento alimentare del paziente al fine di ridurre l'eccesso di peso, aggravando le condizioni del paziente.

Per normalizzare lymphocirculation farmaci usati - Detraleks 500 mg 2 volte al giorno, Venoruton forte 300 mg 3 volte al giorno, Troxevasin 300 mg 2 volte al giorno, Ginkor Forte di 300 mg 2 volte al giorno. Come mezzo per migliorare la circolazione del sangue periferico speditamente applicazione - Teonikol 1 compressa 3 volte al giorno, Nospanum 1 compressa 3 volte al giorno. Per normalizzare microcircolazione applicato Trental 200 mg 3 volte al giorno.

Blocco simpatico ampiamente usato, che elimina l'effetto restringente sui vasi del canale linfatico e contribuisce alla rivelazione di vasi linfatici collaterali. La durata dell'effetto terapeutico di questa tecnica è di almeno tre mesi.

In lymphostasis nei tessuti molli si verifica un eccessivo accumulo di proteine ​​ad alto peso molecolare, tuttavia in questa situazione, è opportuno utilizzare agenti che promuovono clivaggio delle frazioni proteiche e la rimozione dei prodotti del loro metabolismo nei vasi sanguigni del circolo venoso (Troxerutin 0,3 g al giorno).

Per migliorare la paziente trofismo dei tessuti assegnato Hyaluronidase 3000 UI per via sottocutanea non tasso inferiore a 5 iniezioni, fenilbutazone 0,1 g 4 volte al giorno, vitamine del gruppo B, Reopirin 1 compressa 2 volte al giorno.

Metodi efficaci di trattamento sono le procedure hardware (pneumomassaggio, terapia magnetica e laser), la cui azione è volta ad accelerare i processi metabolici nei tessuti e riprendere il normale flusso del fluido linfatico in tutto il corpo.

Quando conservatore terapia farmacologica inefficace, così come linfostasi forma congenita mostrano vari metodi chirurgici, i principali sono: liposuzione, limfangioektomiya e linfatico smistamento.

Le indicazioni per la linfangiectomia sono i cambiamenti fibrosi espressi nei tessuti molli, accompagnati da un pronunciato aumento nell'arto e frequenti episodi di erisipela. Nel corso di questa operazione, la rimozione in fasi o in stadio, segmentale o radicale dei vasi linfatici interessati viene eseguita insieme al tessuto adiposo sottocutaneo alterato e, se necessario, alle fasce. L'operazione termina con la chiusura della superficie della ferita con un lembo di pelle rimosso da una zona sana della pelle del paziente.

La liposuzione comporta la rimozione dell'aspirazione del tessuto adiposo sottocutaneo contenente una componente fibrosa. La liposuzione viene eseguita con le forme iniziali di linfostasi, accompagnata da fibrosi limitata.

Il metodo chirurgico più efficace e giustificato per il trattamento della linfostasi nella fase di fibredema è lo shunt linfodrenico. Le anastomosi linfo-venose sono sovrapposte all'ipoplasia dei vasi linfatici del segmento inguinale-iliaco e femorale con linfostasi primaria. L'indicazione per l'applicazione di uno shunt nella lyostatosi secondaria è un danno isolato ai vasi del canale linfatico.

Nell'era del rapido sviluppo della direzione microchirurgica in chirurgia, iniziarono a essere usate le operazioni combinate che combinavano la linfangiectomia segmentaria e il drenaggio linfatico diretto.

Separatamente, si dovrebbe menzionare i rimedi popolari usati nel trattamento e nella prevenzione della linfostasi. Il paziente può fare questi rimedi da solo a casa, ma prima di usare deve consultare un medico.

Ci sono ricette di medicina tradizionale, progettate per il trattamento sia locale che generale. Una buona guarigione delle ferite e un antiedema sono catrame, quindi si consiglia di utilizzare impacchi preparati da 1 cucchiaio. bulbi di catrame e sminuzzati. Non meno efficace nella prevenzione della linfostasi è la tintura di piantaggine, per la cui preparazione occorrono 2 cucchiai. foglie tritate di piantaggine versare 1 tazza di acqua bollente, quindi filtrare e aggiungere 200 aglio triturato e 200 miele liquido. Questa tintura dovrebbe essere applicata a 1 cucchiaio. 3 volte al giorno per 15 minuti prima dei pasti.

Massaggiare con linfostasi

Con linfostasi, tutti i pazienti sono sottoposti a massaggio linfodrenante, stimolando il flusso del liquido linfatico in tutto il corpo. Nella fase iniziale della linfostasi, quando c'è un gonfiore morbido senza segni di alterazioni fibrose nei tessuti molli, il massaggio linfodrenante può essere l'unico metodo efficace di trattamento. Inoltre, il massaggio viene utilizzato come manipolazione preparatoria prima di applicare i metodi chirurgici di trattamento negli ultimi stadi della linfostasi.

Massaggio linfodrenante significa massaggio dolce e ritmico della pelle e massaggio profondo dei linfonodi. La tecnica di realizzazione di massaggio è causata da fisiologia di circolazione normale di una linfa in un organismo, perciò all'inizio è necessario liberare reparti prossimali di estremità da ristagno, e poi disteel. Durante il massaggio, viene esercitata una pressione sui tessuti, che provoca un restringimento riflesso dei vasi del canale linfatico e un aumento del tasso di flusso linfatico nei vasi collaterali sottocutanei.

In media, un massaggio linfodrenante richiede 60 minuti, poiché tutti i movimenti di massaggio dovrebbero essere eseguiti ad una frequenza di non più di 12 movimenti al minuto. Durante l'esecuzione dei movimenti del massaggio, occorre prestare particolare attenzione alla pressione sui tessuti molli, poiché con un'eccessiva pressione la circolazione sanguigna locale può aumentare, il che porterà inevitabilmente ad un aumento dell'edema. Ogni sessione di massaggio deve necessariamente terminare con l'imposizione di una speciale fascia di compressione.

Nonostante l'elevata efficacia nel trattamento di linfatica linfostasi massaggio drenante, ci sono alcune controindicazioni al suo utilizzo: alterazioni infiammatorie della pelle, danni alla pelle trofica e relativi oncopathology fase successiva degli arti inferiori arteriosclerosi.

limfostazom

Lymphostasis (linfedema, edema linfatico) - malattia congenita o acquisita, edema persistente, che è accompagnato da un sigillo pelle, un ispessimento delle arti, ulteriormente conduce alla formazione di ulcere e lo sviluppo di elefantiasi. Lymphostasis deriva da uno squilibrio tra la formazione della linfa e la sua fuoriuscita dai capillari e vasi linfatici periferici nel tessuto arto e organi, i collettori linfatici al condotto principale e toracica.

La progressiva linfostasi distrugge il sistema linfatico, causando traumi psicologici permanenti nel paziente, sofferenza fisica e disabilità.

Secondo l'OMS, le giovani donne (circa il 10% della popolazione totale della Terra) e gli anziani sono più spesso affetti da linfedema.

Cause della linfostasi

A seconda delle cause dell'inizio, la linfostasi è divisa in primaria e secondaria. La causa della linfostasi primaria è l'anomalia congenita dei vasi linfatici. A volte la malattia può essere rilevata immediatamente dopo la nascita, ma, il più delle volte, la malattia si manifesta e si trova nella prima metà della vita, durante la pubertà.

La causa della linfostasi secondaria può essere il seguente fenomeno:

  • La comparsa di tumori benigni e maligni del sistema linfatico
  • Varie lesioni (lesioni meccaniche, ustioni, esposizione alle radiazioni, ecc.), Vasi linfatici e linfonodi dannosi
  • Uno stile di vita sedentario del paziente (principalmente nei pazienti costretti a letto)
  • Malattie croniche che portano a insufficienza venosa e linfostasi degli arti, complicate dalla malattia post-tromboflebite, più spesso negli anziani
  • Infezioni da stafilococco e parassitarie

Inoltre, le cause della linfostasi secondaria possono essere:

  • Erisipela delle estremità inferiori
  • obesità
  • Sindrome di Clippel-Trenone
  • Operazioni sulla cavità toracica sull'oncologia

Fasi e sintomi di linfostasi

Ci sono 3 fasi di sviluppo della linfostasi:

  • Al primo stadio c'è un leggero edema reversibile, che appare verso sera e scompare al mattino, dopo aver dormito. Nel corso del tempo, il gonfiore e diventando sistematica, anche se i pazienti in questa fase raramente andare dal medico, che appare l'ansia provoca loro di utilizzare rimedi popolari, e di automedicazione (arti gonfi fasciate, disegnare l'iodio rete, applicare impacchi). In questa fase, i tessuti del tessuto connettivo non sono ancora iniziati e, con l'accesso tempestivo a un medico e un trattamento adeguato, la malattia si allontana.
  • Al secondo stadio, i sintomi della linfostasi aumentano e sono caratterizzati da edema irreversibile, il tessuto connettivo cresce e la pelle si indurisce. La tensione della pelle può causare dolore al paziente. Quando fai clic sul tessuto per un lungo periodo rimane un pozzo. In questa fase, i pazienti di solito si rivolgono a un medico. Nonostante la complessità del trattamento, se il paziente compie gli sforzi necessari e adempie alle raccomandazioni del medico, il recupero è possibile.
  • A 3 stadi, i sintomi della linfostasi aumentano e la malattia diventa irreversibile. Ci sono fibrosi, cisti, linfostasi pronunciata degli arti, il loro profilo è perso, le funzioni sono violate, lo stadio dell'elefante e la limitazione della mobilità arrivano. In assenza di trattamento si verificano ulcere trofiche, erisipela, eczema.

I problemi stanno diventando sempre più complicati e possono portare a molte gravi complicazioni, fino alla sepsi e alla morte.

Diagnosi di linfostasi

  • La diagnosi di linfostasi consiste nei seguenti esami:
  • analisi cliniche e biochimiche del sangue e delle urine
  • consultazione di un chirurgo vascolare con esame degli organi della cavità toracica e degli ultrasuoni degli organi della cavità addominale, del bacino piccolo e delle vene degli arti inferiori (con linfostasi delle estremità)
  • vasi linfatici per chiarire la loro pervietà

Se necessario, per la diagnosi di linfostasi, vengono nominate consultazioni di altri specialisti.

Trattamento di linfostasi

Indipendentemente dallo stadio della malattia e dai sintomi della linfostasi, tutti i pazienti sono soggetti ad un angio-chirurgo di osservazione dispensaria. Lo scopo del trattamento è di normalizzare il deflusso della linfa dagli arti inferiori e da altri organi.

Il trattamento della linfostasi è un processo lungo e complicato. Tecniche hardware applicate (pneumomassage, magnetoterapia, laser terapia) in combinazione con metodi conservativi complessi (drenaggio linfatico manuale, applicazione di un bendaggio compressivo).

Dei farmaci nominati venotoniki azione polivalente con effetto lymphotropic, per migliorare la circolazione periferica - angioprotectors, prostaglandine, antibiotici, immuno-stimolante, la terapia diuretica e desensibilizzante.

Di grande importanza nel trattamento della linfostasi è l'osservanza di una dieta subcalorica con restrizione del sale da tavola, allenamento fisico terapeutico e attivazione generale: corsa, nuoto, ecc. Inoltre, l'umore del paziente, il suo senso di scopo per il recupero, l'attuazione delle raccomandazioni mediche è importante.

Trattamento di linfostasi con rimedi popolari

Trattamento rimedi linfostasi popolari è quello di purificare il corpo attraverso clisteri per le varie procedure utilizzate aceto di sidro di mele, succo di frutta, il dente di leone, piantaggine, una miscela di vino rosso e fresco succo di barbabietola rossa, tintura di rafano acquoso o pioppo corteccia. Utilizzati nel trattamento della linfostasi, i rimedi popolari sono anche brodi di origano, sporicha, rami di abete, foglie e fiori di salice.

Video di YouTube sull'argomento dell'articolo:

L'informazione è generalizzata e viene fornita solo a scopo informativo. Ai primi segni di malattia, consultare un medico. L'autotrattamento è pericoloso per la salute!

La malattia più rara è la malattia di Kuru. Solo i rappresentanti della tribù di Fores in Nuova Guinea sono malati. Il paziente muore dalle risate. Si ritiene che la causa della malattia sia il consumo del cervello umano.

Secondo gli studi dell'OMS, una conversazione quotidiana di mezz'ora su un telefono cellulare aumenta la probabilità di sviluppare un tumore al cervello del 40%.

Durante la vita, la persona media produce due o più piscine di saliva grandi.

Nel tentativo di far uscire il paziente, i medici spesso vanno troppo lontano. Quindi, per esempio, un certo Charles Jensen nel periodo dal 1954 al 1994 gg. sopravvissuto a più di 900 operazioni per rimuovere le neoplasie.

Durante lo starnuto il nostro corpo smette completamente di funzionare. Anche il cuore si ferma.

Una persona che assume antidepressivi, nella maggior parte dei casi, soffrirà ancora di depressione. Se una persona ha affrontato la depressione da sola, ha tutte le possibilità di dimenticare per sempre questo stato.

Per dire anche le parole più brevi e semplici, usiamo 72 muscoli.

Ci sono sindromi mediche molto curiose, per esempio, ingestione ingannevole di oggetti. Nello stomaco di un paziente, affetto da questa mania, sono stati trovati 2500 oggetti.

Il fegato è l'organo più pesante del nostro corpo. Il suo peso medio è di 1,5 kg.

Nel Regno Unito esiste una legge secondo cui un chirurgo può rifiutarsi di eseguire un'operazione a un paziente se fuma o è sovrappeso. Una persona deve abbandonare le cattive abitudini e quindi, forse, non avrà bisogno di un intervento chirurgico.

Scienziati americani hanno condotto esperimenti su topi e hanno concluso che il succo di cocomero impedisce lo sviluppo di arteriosclerosi dei vasi sanguigni. Un gruppo di topi beveva acqua normale, e il secondo - succo di anguria. Di conseguenza, le navi del secondo gruppo erano prive di placche di colesterolo.

Cadendo da un asino, è più probabile che ti pieghi il collo che cadere da cavallo. Basta non provare a confutare questa affermazione.

L'aspettativa di vita media dei mancati è inferiore alla destra.

Anche se il cuore di una persona non batte, allora può ancora vivere per un lungo periodo di tempo, cosa che ci è stata dimostrata dal pescatore norvegese Jan Revsdal. Il suo "motore" si fermò per 4 ore dopo che il pescatore si perse e si addormentò nella neve.

Gli scienziati dell'Università di Oxford hanno condotto una serie di studi, durante i quali hanno concluso che il vegetarismo può essere dannoso per il cervello umano, poiché porta a una diminuzione della sua massa. Pertanto, gli scienziati raccomandano di non escludere completamente pesce e carne dalla loro dieta.

Siamo convinti che una donna possa essere bella a qualsiasi età. Dopotutto, l'età non è il numero di anni vissuti. L'età è lo stato fisico del corpo, che.

Linfostasi degli arti inferiori - cause, sintomi, trattamento, foto

limfostazom piedi - una malattia progressiva degli arti inferiori, la maggior parte delle donne spesso colpiscono a metà della vita, ora alter-zdrav.ru on-line ci parleremo, sulle sue cause, i sintomi, sviluppo di gradi, la diagnosi, la prevenzione, i metodi e modi di trattare la malattia.

Linfostasi - cos'è, foto, codice di malattia secondo ICD-10

limfostazom - Questa è una condizione dolorosa, che è accompagnata da un disturbo del sistema linfatico e porta a una violazione del deflusso e della circolazione del fluido linfoide nel corpo umano.

È in grado di accumularsi nei tessuti ed è accompagnato da un forte gonfiore delle gambe, e la pelle diventa innaturalmente più densa. A volte gli arti superiori possono essere coinvolti in questo processo.

Codice ICD-10: I89.8.

La malattia non è rara, colpisce una media di ogni decimo, più precisamente il decimo, poiché abbiamo già scoperto che colpisce la maggior parte della donna.

Caratteristiche e ruolo del sistema linfatico nel corpo umano

Il sistema linfatico garantisce il corretto funzionamento del corpo. Contribuisce a:

  • Normalizzazione del metabolismo dei tessuti.
  • Trasferimento e distribuzione del grasso nel flusso sanguigno dal tratto intestinale.
  • La produzione di linfociti, che fungono da barriera protettiva per il corpo.
  • Sviluppo di anticorpi.
  • Filtrazione del fluido tissutale nei linfonodi, rimuove dal corpo elementi tossici ed estranei.

Consiste di linfonodi, capillari e condotti. In caso di danno, l'intero sistema linfatico non riesce. Ciò contribuisce allo sviluppo di accumulo di liquidi nei lumi interstiziali e porta all'edema.

Cause della linfostasi delle estremità

La linfostasi può essere primaria e secondaria.

Linfostasi primaria o malattia di Milroy - questa è una malattia molto rara, si sviluppa a livello genetico e può colpire membri della stessa famiglia.

Linfostasi secondaria agisce come una complicazione di malattie croniche. Molto spesso, nella sua eziologia di sviluppo, si distinguono i seguenti processi patologici:

  • Lipomi, fibromi e altri tumori localizzati nei tessuti molli.
  • Cicatrici postoperatorie, che si trovano nell'area dei linfonodi e dei vasi.
  • Processi infiammatori di grasso sottocutaneo (flemmone, foruncoli).
  • Vene varicose degli arti inferiori, trombosi e tromboflebiti.
  • Malattie del cuore o dei reni, a causa della quale appare la loro insufficienza.
  • Letto leggermente inattivo malato.

In linea di principio, va detto che linfostasi malattia non solo colpisce gli arti inferiori, ma anche la parte superiore, il più delle volte si sviluppa dopo la rimozione chirurgica del seno (mastectomia) per il tumore al seno. Ma questo è l'argomento di un articolo separato, anche se i principi di trattamento, diagnosi, cause e sintomi della patologia delle gambe e delle mani praticamente coincidono.

Sintomi e stadi della linfostasi

Nella clinica di Linfostasi si distinguono tre stadi della malattia. La loro durata dipende direttamente dal trattamento.

  • 1. Lo stadio dell'edema spontaneo (linfedema).

Può essere caratterizzato dalla comparsa di gonfiore la sera, che passa da solo, durante la notte. Il mattino dopo il paziente non ha manifestazioni patologiche. In questa fase gli edemi non infastidiscono il paziente, sono indolori, la pelle non condensa. Quando si preme sulla superficie della pelle rimane una fossetta. Sono reversibili e facilmente suscettibili al trattamento conservativo.

  • 2. Stadio di edema irreversibile (fibredema).

La struttura del tessuto acquisisce un carattere denso. Alla palpazione i tessuti molli diventano dolenti e le piccole fossette che rimangono a lungo dopo la palpazione non vengono levigate.

A causa di una insufficiente circolazione del sangue, il paziente può manifestare crisi convulsive. La pelle cambia colore e assume un colore brunastro scuro. Sono considerevolmente allungati e appaiono delle crepe sulla loro superficie. Questa può essere la causa dell'infezione, che si manifesta sotto forma di macchie rosse diffuse.

La pelle si indurisce duramente, non può essere presa in una piega e nel tessuto adiposo sottocutaneo durante la palpazione si può notare la formazione di fili fibrosi compattati.

C'è una certa perdita dei contorni normali dell'arto e la funzione del movimento è disturbata, poiché la gamba interessata nelle articolazioni non è quasi piegata.

Le aree affette sono caratterizzate da grave ipertrofia, che porta alla comparsa di contratture e osteoartrosi. Tutti questi processi patologici portano a vari tipi di eruzioni e al verificarsi di ulcere trofiche difficili da guarire. Inoltre è spesso osservato lo sviluppo di erisipela o eczema.

Oltre alla comparsa di questo quadro clinico, i pazienti hanno malessere generale, affaticamento, perdita di forza, cefalea periodica, dolore alle articolazioni. Si sviluppa l'obesità, si manifesta la difficoltà nel concentrare l'attenzione.

L'estremità cessa di soddisfare pienamente le sue funzioni di movimento, si sviluppa la sepsi.

Diagnosi di linfostasi

• Prima di tutto, per confermare la diagnosi, ai pazienti viene prescritto di sottoporsi ad ecografia, esame doplerografico dei vasi sanguigni.
• Anche la linfografia a raggi X, la tomografia computerizzata e la risonanza magnetica vengono utilizzate per stabilire una diagnosi accurata. Queste tecniche forniscono informazioni dettagliate sui processi patologici.
• È superfluo eseguire un esame del sangue, è necessario un test di analisi delle urine per controllare i reni.
• La diagnostica differenziale deve essere eseguita con malattie come trombosi venosa profonda o sindrome post-flebite.

Linfostasi degli arti inferiori - trattamento

Come trattare la linfostasi delle gambe - i nostri arti inferiori?

Molti pazienti che sono affetti dalla malattia non sanno nemmeno quale medico sta curando la linfostasi? Noi rispondiamo. Linfologia. È vero che un tale specialista del giorno con il fuoco non si trova nelle città di provincia, quindi dovrai contattare un flebologo o un chirurgo vascolare.

La terapia di questo processo patologico consiste nelle seguenti fasi:

  • Stabilire la causa di questa malattia.
  • Sospendere lo sviluppo di questo processo.
  • Effettuare azioni che promuovano la normalizzazione dei processi metabolici e riparativi nei tessuti molli degli arti inferiori.

Per questo scopo usa:

1. Misure di impatto fisico.

Questo è un gruppo di attività mediche che includono la terapia di esercizio, si svolge almeno 2 volte al giorno. Il complesso di esercizi può includere:
• Flessione dell'estensione delle dita dei piedi.
• Rottura della caviglia.
• »Disegnare gli otto» a piedi.
• È possibile utilizzare una cyclette.

Un effetto positivo si ottiene con una regolare terapia fisica. È obbligatorio durante l'esercizio di terapia di esercizio per una gamba dolorosa per istituire una fasciatura di compressione, con questo scopo è necessario usare una benda, preferibilmente elastica.

Per evitare il ristagno della linfa e per ridurre il gonfiore della pelle si consiglia il massaggio terapeutico, che può essere prodotto a giorni alterni.

L'effetto molto buono è una maglia a compressione, che, a differenza delle bende elastiche, è molto comoda da usare.

2. Terapia farmacologica.

  • Al fine di migliorare i processi metabolici nei tessuti, vengono prescritti farmaci del gruppo flebotonico (Detraleks, Vasoket, Fleobodia).
  • L'agente che aumenta il tono delle vene, è molto buono da usare nella fase iniziale di questa patologia (Troxevasin, Venoruton, Troxerutin).
  • Preparati per la diluizione del sangue - Curantil, Trental.
  • Al fine di rimuovere il liquido in eccesso prescrivere farmaci diuretici (diuretici). La loro ricezione e l'appuntamento sono molto individuali per ogni paziente, quindi possono essere prescritti solo da un medico.

Anche recentemente, per il trattamento della linfostasi degli arti inferiori, viene utilizzata l'irudoterapia, questo trattamento con l'aiuto delle sanguisughe mediche. Eliminano molto bene il gonfiore e attivano il lavoro del sistema immunitario. In una sessione, non si possono usare più di 5 sanguisughe. Il corso del trattamento consiste in 12 procedure, che non vengono eseguite più di 2 volte a settimana.

Come ulteriori metodi di trattamento è possibile utilizzare le procedure di fisioterapia.

Linfostasi degli arti inferiori - trattamento a casa

Il trattamento con prescrizioni per la medicina tradizionale è consentito solo nelle fasi iniziali di questa malattia.

  • In primo luogo nel trattamento della linfostasi a casa consiglia l'uso di radice di liquirizia, poiché questo agente aiuta a purificare il sistema linfatico, vi è un aumento del flusso linfatico.

Tritato materia prima nella quantità di 10 grammi, immersi in acqua bollita, tenuti in un bagno d'acqua per mezz'ora, quindi ostuzhivaetsya, filtrato, addizionato con acqua al volume originale.

Prendi 1 cucchiaio 3 volte al giorno. Nel processo di pulizia di solito inizia abbondante scarico dal naso, occhi, gola. Dopo un'ora, prendi 1 cucchiaio di enterosgel o un altro sorbente. Puoi mangiare 2-3 ore dopo il trattamento. La pulizia dura 2 settimane.

È possibile sostituire il decotto di radice di liquirizia con lo sciroppo di farmacia, ma l'effetto sarà leggermente inferiore a causa dello zucchero e di altri componenti della composizione.

  • Il secondo consiglio più popolare è l'uso di divorziati due volte aceto di sidro di mele - Viene utilizzato per sfregamento morbido con elementi di massaggio del piede dal basso verso l'alto, situato nei linfonodi dell'inguine.

L'aceto di mele aiuta a rafforzare le pareti vascolari, riduce l'edema e i disturbi del tessuto trofico. Lasciare asciugare - 10 minuti, quindi risciacquare con acqua fredda, con danni alla pelle, è opportuno dopo aver applicato un unguento o gel per rafforzare i vasi sanguigni come Troxevasin.

Quali sono i rimedi popolari per gli arti limfostaz?

In assenza di dinamiche positive del trattamento conservativo, i pazienti continuano il trattamento in un ospedale chirurgico. Per migliorare il deflusso della linfa è un'operazione.

complicazioni

La complicazione di solito si sviluppa nella fase di edema irreversibile. Portano alla formazione di varie contratture nelle articolazioni e portano a una violazione delle funzioni motorie dell'uomo.

La sconfitta dei tessuti molli è accompagnata dall'insorgenza di ulcere trofiche e molto spesso si uniscono a un'infezione batterica.

Erisipela può portare a sepsi (contaminazione del sangue) e causare un esito fatale.

Profilassi della linfostasi - sviluppo e progressione

Per prevenire lo sviluppo di linfostasi, devono essere seguite le seguenti raccomandazioni:

  • Evitare il sollevamento eccessivo di pesi pesanti.
  • Indossare scarpe comode e spaziose.
  • Prendersi cura della pelle degli arti inferiori: quando compaiono anche piccole ferite, è necessario disinfettarli immediatamente, trattarli con iodio e applicare una benda sterile.
  • È ugualmente importante ascoltare il consiglio di un nutrizionista. Limitare l'uso di liquidi a un litro e mezzo al giorno. Non mangiare cibo salato e piccante, aiuta ad aumentare la sete. Non mangiare molti carboidrati, se possibile, rinunciare a prodotti da forno, pasta, riso e patate.
  • Utilizzare il più possibile nella dieta di frutta e verdura.

La linfostasi è una malattia grave che richiede un trattamento prolungato e deve essere eseguita tenendo conto della gravità del processo patologico.

Siete Interessati Circa Le Vene Varicose

Recensioni sulla preparazione di Venarus

Motivi

Abbiamo raccolto recensioni reali sulla preparazione di Venarus, che sono pubblicate dai nostri utenti. Molto spesso, la risposta è scritta dalle madri di piccoli pazienti, ma descrivono anche la storia personale dell'uso del farmaco su se stessi....

Piedi stanchi

Motivi

Piedi stanchi periodicamente disturba le persone che sono impegnate in pesanti lavori fisici, e coloro che sono impegnati esclusivamente nel lavoro sedentario. Se le gambe si stancano e si feriscono dopo uno sforzo significativo, ciò viene spiegato semplicemente....