Come rimuovere l'edema delle gambe con linfostasi

Motivi

Ogni persona incontrava persone con gambe gonfie e molto spesse o con una gamba sola. Questa non è la struttura del corpo, ma la malattia è linfostasi. Quando i linfonodi non funzionano correttamente, l'uscita del fluido è disturbata, la linfa viene trattenuta nei tessuti, causando questo fenomeno. Ci sono famiglie in cui la malattia viene trasmessa nel corso di diverse generazioni.

Nel mondo moderno, la malattia si diffonde - linfostasi degli arti inferiori. Questo è l'edema che appare a causa di una violazione del deflusso della linfa dalle gambe. La linfa non va via per vari motivi, si forma la stagnazione. La violazione è perseguitata dal 10% della popolazione mondiale. La malattia sta progredendo.

Le cause della comparsa di linfostasi

La linfostasi delle gambe è di due tipi: congenita e acquisita.

  • Il primo tipo compare nell'infanzia, appare nella struttura spezzata della linfa. Quando i linfonodi sono sottosviluppati o assenti.
  • Il secondo - si sviluppa durante la vita di una persona, poiché i linfonodi diventano invalicabili, la stasi viene creata nelle formazioni. Le cause del fenomeno sono diverse: trauma gamba, insufficienza cardiaca, danni ai linfonodi ai piedi di operazioni, infiammazione della pelle, gonfiori, mettendo sotto pressione i linfonodi.

Ci sono tre fasi della malattia:

  1. Il gonfiore è morbido. È ancora facile curare la malattia. Caratterizzato da gonfiore alla base delle dita, la morbidezza, forma una piega. L'edema scompare dopo il riposo o il sonno.
  2. Fase irreversibile Il trattamento è già inefficace. Resta da fare attenzione a non peggiorare la condizione. L'edema più denso al tatto, le rughe non sono presenti, lo stinco è già afferrato. A poco a poco, la gamba si deforma, diventa difficile piegare, la persona sperimenta la gravità nell'area della lesione. La pelle del piede acquista un'ombra scura, grossolana al tatto.
  3. "Malattia degli elefanti". L'edema del piede attenua i contorni dell'arto, la pelle si infiamma, le articolazioni si ammalano.

diagnostica

La malattia può essere vista immediatamente, il che rende più facile riconoscere: un edema degli arti inferiori. In primo luogo, uno specialista esamina il paziente. Ai fini del trattamento efficace è necessario scoprire la causa di questa condizione. Questo è possibile dopo un ulteriore esame dei vasi delle gambe, ecografia della piccola pelvi, esami del sangue e delle urine.

Dopo aver applicato questi metodi, sarà possibile rilevare i cambiamenti nello stato dei linfonodi.

trattamento

Ha lo scopo di ripristinare la capacità della linfa di scorrere fluido senza accumularlo. Può essere conservativo (medicamentoso) e chirurgico (chirurgico).

Va tenuto presente che è impossibile trattare la malattia in modo indipendente. È necessario che un medico competente selezioni il trattamento efficace appropriato.

Per curare i linfonodi, è necessario eliminare la causa della malattia. Ad esempio, se i vasi pelvici sono compressi a causa di un tumore, dovrebbe essere rimosso. Se le gambe si gonfiano a causa di insufficienza renale o cardiaca, migliorare le condizioni e le prestazioni degli organi, passa la stasi linfatica.

Un metodo importante in trattamento è una dieta rigorosa. Ciò include la restrizione di sale da cucina, carboidrati e grassi. L'uso di olio vegetale, fagioli, carne, latte è il benvenuto.

Le persone con la malattia dei linfonodi mostrano di comprarsi un indumento intimo a compressione per indossare indosso, scegliere scarpe e pantaloni, in modo che risultino comodi, senza ferire la pelle delle gambe.

Il trattamento conservativo consiste in realizzazione di un complesso di misure e medicine:

  • possedere l'effetto del viraggio dei vasi venosi e dei linfonodi, fornendo il miglior deflusso dalle gambe;
  • stimolando il lavoro della linfa (la base è la liquirizia);
  • vitamine P e C;
  • farmaci omeopatici che stimolano il metabolismo (iniezioni o compresse);
  • medicinali, che si basano sull'estratto di ippocastano (aiuta a ridurre l'acqua nella linfa);
  • enzimi, diradamento del sangue, antinfiammatorio e decongestionante;
  • diuretici (con grande cura);
  • in presenza di infezione - farmaci antibatterici.

Un buon modo per curare la linfostasi è l'irudoterapia. Le sanguisughe iniettano sostanze attive che aiutano a migliorare il funzionamento dei linfonodi. C'è un miglioramento significativo nella condizione generale della malattia, l'attività della vita aumenta molte volte.

Per ottenere l'effetto terapeutico e rimuovere l'uso fino a cinque sanguisughe, che sono attaccati ai siti dei linfonodi e delle grandi vene. Sono sufficienti dieci sessioni tenute due volte a settimana per ristagnare.

Per mantenere una buona forma delle gambe e rimuovere l'edema, si mostra che esegue "camminata scandinava", nuotare, fare ginnastica speciale. Più muscoli si contraggono, migliore è il flusso linfatico. Se conduci uno stile di vita sedentario, la stasi dei linfonodi aumenterà e progredirà.

Esercizi fisici e ginnastica sono eseguiti in calze a compressione. I movimenti della "bicicletta", alzando alternativamente le gambe e compiendo movimenti rotatori, flettendo ed estendendo le dita dei piedi, vengono eseguiti sul pavimento. Sono stati sviluppati altri esercizi, la cosa principale è che sono volti a dare l'attività linfatica e la rimozione di edema.

In caso di incoerenza del trattamento conservativo, viene eseguito un intervento chirurgico. Prima dell'operazione diretta, viene introdotto un colorante che traccia la localizzazione.

L'operazione risolve il problema: la formazione di ulteriori modi di flusso linfatico, tunnel muscolari, rimozione del tessuto adiposo in eccesso.

Dopo l'intervento chirurgico, il medico prescrive un massaggio ai piedi per la linfostasi. Con l'aiuto del lavoro manuale professionale, le navi sono assistite nella loro riduzione, gli edemi si calmano. Questo viene fatto in modo che dopo il massaggio non si formi ristagno nella linfa e il flusso sanguigno continui. Di conseguenza, l'edema delle gambe è notevolmente ridotto.

Ma la malattia è più facile da prevenire rispetto al trattamento successivo. La linfostasi non fa eccezione. Se la malattia viene rilevata nelle fasi iniziali, è prescritto per registrarsi con un chirurgo vascolare, facendo periodicamente corsi di terapia. Importante igiene dei piedi, assistenza tempestiva con ferite e abrasioni, esclusione di suppurazione. Non ingrassare, provocando un carico sulle gambe, causando edema.

Nutrizione per linfostasi delle gambe

Un fattore importante nel trattamento e nella prevenzione della linfostasi è una corretta alimentazione. L'eccesso di peso dà un grande carico alle gambe, le forme fluide stagnanti e gli arti si gonfiano. Diamo un nome ai principi che dovrebbero essere rispettati in caso di malattia:

  • Il consumo di alimenti liquidi e salati dovrà essere severamente limitato. Il sale provoca sete e accumula acqua.
  • La quantità di carboidrati consumati è soggetta a riduzione. Prodotti da forno, zucchero, riso, pasta - questi sono alimenti praticamente proibiti nella dieta.
  • È dimostrato che aumenta il volume di frutta e verdura consumata.

La linfostasi non è un verdetto. Ma dovresti prima stabilire la causa del suo aspetto, solo allora trattarlo. È possibile sbarazzarsi della malattia in modo sicuro e quindi non ricordare. È necessario seguire scrupolosamente le prescrizioni del medico, non praticare l'automedicazione.

È utile non dimenticare gli esercizi fisici che rimuovono l'edema e uno stile di vita attivo. In movimento - vita!

Linfostasi degli arti inferiori: tipi, cause, trattamento

Linfostasi degli arti inferiori - la patologia del grasso sottocutaneo, causata da una violazione del deflusso del liquido linfatico. Nel tessuto adiposo sottocutaneo, la linfa si accumula, rafforzando la tensione nei tessuti circostanti e complicando ulteriormente il deflusso. Ciò causa edema cronico che porta alla fibrosi, ingrossamento dei tessuti.

tipi

In apparenza, è facile identificare un paziente con linfostasi. Le gambe si ingrossano alle caviglie, si gonfiano, la pelle delle gambe sembra tesa. All'inizio, il gonfiore è temporaneo. Successivamente, il gonfiore non si attenua, l'arto malato sembra gonfio dal fluido accumulato. Secondo l'origine della malattia, distinguere:

  • Linfostasi congenita - è causata da ipoplasia (sottosviluppo) dei linfonodi o dei vasi sanguigni;
  • idiopatica (eziologia inspiegabile) - l'estensione, iperplasia dei vasi linfatici (PM), valvola di fallimento PM - sindrome Meyge, sindrome di Milroy.

La malattia si acquisisce durante la vita, procede cronicamente o acutamente. Le cause possono essere infiammatorie e non infiammatorie.

complicazioni

La linfostasi passa attraverso diverse fasi, accompagnate da complicazioni:

  • linfedema - si formano formazioni volumetriche di tessuti grossolanamente deformati in grado di interessare vari sistemi di organi;
  • linfocele - il liquido si accumula in formazioni di tessuto deformato, provocando un'ulteriore distruzione di droghe;
  • drenaggio linfatico - l'integrità del farmaco è disturbata, il liquido linfatico espira verso l'esterno. La complicazione è pericolosa per infezione secondaria, suppurazione;
  • "Elefantiasi" - la fase più pericolosa della malattia, caratterizzata formando nel tessuto connettivo sottocutaneo, una pluralità di foci linfocele, deformazione grossolana dell'arto (per essere distinto dallo stadio della malattia angiodisplasia).

Alle complicazioni della linfostasi può essere attribuito alla profonda depressione in cui si trova il paziente. In molti casi, è necessario uno psicologo professionista per restituire una persona alla vita.

sintomi

In primo luogo, i sintomi di una malattia imminente dovrebbero essere allertati:

  • gonfiore dell'arto, non passando attraverso il mese;
  • edema aumentato di sera;
  • l'edema è irregolare, i cuscinetti dell'edema sono palpabili in diverse parti del piede;
  • dopo aver premuto, rimane un buco;
  • L'erisipela può diventare gonfia di gonfiore.

Sintomi di linfostasi primaria:

  • Sindrome di Meige - la malattia è ereditata da segni recessivi, si manifesta nelle donne, più spesso nell'adolescenza;
  • Sindrome di Milroy - è ereditata, il gonfiore simmetrico è evidente dalla nascita, può comparire più tardi, nella seconda metà della vita; sulla pelle si osservano piccoli emangiomi;
  • fallimento delle valvole del farmaco, debolezza diffusa del muro - l'edema si verifica nella seconda metà della vita;
  • idiopatico - appare senza motivo apparente, inaspettatamente, nelle donne sotto i 20 anni.

Sintomi di linfostasi secondaria:

Il primo stadio

  • Sulla parte posteriore del piede, sulle dita, sullo stinco, c'è un leggero gonfiore. Si verifica la sera, dopo un riposo notturno passa, l'asimmetria dell'arto è del 15%. L'edema è indolore, localizzato in un posto per lungo tempo, per anni, senza causare molta ansia;
  • la suola non cambia, si possono osservare i piedi piatti;
  • pelle liscia, facilmente piegata;
  • quando si cammina, in piedi in modo prolungato, può esserci dolore sordo, pesantezza, esplosione;
  • tegumenti della pelle pastosa, gonfiore morbido, dopo aver premuto rimane snocciolate.

Nella prima fase, la funzione dell'arto non soffre.

Il secondo stadio (fibroderma)

L'edema non diminuisce completamente, l'asimmetria dell'arto è del 30%.

  • C'è edema persistente;
  • la pelle non si piega, è saldata con tessuto sottocutaneo;
  • i tessuti dell'arto sono compatti;
  • la pelle sembra una buccia d'arancia.

Il terzo stadio

Il processo di compattazione del gonfiore raggiunge l'anca. L'arto cambia forma, diventa pesante. L'osteoartrite deformante si sviluppa, il che complica ulteriormente il movimento. Ci sono disturbi trofici sul piede - crescono le formazioni verrucose, si integrano ipercheratosi e iper pigmentazione della pelle, screpolature e ulcere con il liquido linfatico. Asimmetria dell'arto fino al 50%.

Quarta tappa

In questa fase, il fluido riempie quasi tutte le cavità del corpo, si trova in quasi tutti gli organi del corpo. Questo stadio più difficile si chiama elephantia, l'asimmetria supera il 50%.

La linfostasi è spesso complicata dall'infiammazione erisitematosa, che intensifica l'edema e alterazioni patologiche nei tessuti, che aumenta il rischio di linfosarcoma.

motivi

L'accumulo di liquidi può verificarsi a causa del ristagno di sangue nei capillari venosi. La causa della malattia può essere una malattia ereditaria, una lesione di farmaci, un'eccessiva formazione di linfa. Cause che interrompono il deflusso del liquido linfatico:

  • cicatrici postoperatorie;
  • gonfiore;
  • cambiamenti nei linfonodi;
  • cambiamenti nei tessuti dopo la rimozione dei linfonodi;
  • insufficienza venosa nelle vene varicose;
  • come conseguenza dell'azione della radioterapia;
  • processi infiammatori nel tessuto adiposo sottocutaneo.

L'Elephancy può essere causata da un'infezione parassitaria dei farmaci. L'infezione da nematodi parassiti porta alla filariosi linfatica.

Le cause della linfostasi secondaria possono essere malattie cardiache, insufficienza renale. Provoke uno stile di vita sedentario, il gruppo di rischio include i pazienti "sdraiati".

diagnostica

  • Ricerca di laboratorio;
  • Ultrasuono di vene profonde - escludere trombosi;
  • linfoscintigrafia, linfografia - lo studio della permeabilità dei farmaci;
  • Esame a raggi X;
  • tomografia computerizzata.

Oltre a consultare un flebologo e l'ecografia delle vene profonde, può essere richiesta l'ecografia della pelvi. I dati dell'analisi clinica di sangue, l'analisi generale di urina e sangue sono necessari.

trattamento

Terapia conservativa

  • farmacoterapia;
  • fisioterapia.

I principali metodi di trattamento - bendaggio, compressione, - sono integrati dal trattamento farmacologico.

Trattamento farmacologico: prescrivere farmaci del gruppo di benzopironi, cumarinici, farmaci flebotrofici, diuretici, agenti antibatterici.

Applicare localmente pomate e gel Venoruton, Actovegin, Troxevasin. Oralmente prescrivere Detralex, Anavenol, Troxevasin, Venoplant, Ginkor Fort, Glivenol, Rutozid.

hirudotherapy

Le sanguisughe migliorano il deflusso della linfa migliorando la funzione linfodrenante delle vene.

l'esercizio fisico

  1. Sdraiarsi e sollevare le gambe, appoggiare i piedi contro il muro. Mentire in questa posizione per 10-15 minuti.
  2. Nella stessa posizione, stringi e apri le dita.
  3. Per rimanere in posa con le gambe sollevate, eseguire movimenti rotatori con arresti.

Massaggio e aterapia di ompressione

Ai pazienti viene assegnato un massaggio hardware, un drenaggio linfatico manuale speciale, ricorso alla fasciatura con bende elastiche. Con edema grave, la maglieria a compressione non viene utilizzata. Nelle fasi iniziali della linfostasi congenita, vengono costantemente utilizzate le calze compressive del 3 ° e 4 ° grado di compressione. Il grado di compressione è determinato dal medico.

Trattamento chirurgico

Nelle fasi successive, al paziente viene prescritta un'operazione. L'intervento è finalizzato alla ricostruzione di farmaci e alla riduzione della dimensione dell'arto, per il quale vengono asportati il ​​tessuto sottocutaneo e la liposuzione.

  • Anastomosi linfonodali - LS sono colorati con blu di metilene. Quindi viene secreta la vena sottocutanea o il suo ramo con le restanti valvole. Uno speciale filo atraumatico sotto il controllo di un microscopio è la reticolazione dei vasi. Vienna viene pizzicata dal basso per creare una pressione zero e migliorare l'effetto di aspirazione.
  • Tunneling - con l'aiuto di drenaggi a spirale o protesi polimeriche, vengono creati canali, attraverso i quali il fluido linfatico ritorna libero ai tessuti sani viene rimosso dal corpo.

Rimedi popolari

Succo di verdura

I migliori rimedi per il gonfiore:

  • prezzemolo - 100 g contengono 1/3 della norma giornaliera di potassio;
  • sedano - potassio in 100 g circa 1/6 della norma;
  • cetriolo - contenente anche molto potassio.

cicoria

Bere un giorno 4-5 tazze di cicoria, aggiungendo un pizzico di zenzero.

Tè dalle foglie di cowberry

Più volte al giorno a bere una foglia secca preparata di mirtilli rossi (1 cucchiaio), infusa in un thermos per un'ora. Per gusto, aggiungi il miele.

Controindicazioni

  • Stabilimento balneare, sauna, riscaldamento;
  • scottature;
  • ustioni;
  • violazione dell'integrità della pelle - eventuali tagli, ferite, graffi.

prospettiva

La mancanza di trattamento porta ad un aumento della linfostasi, fino alla disabilità. I moderni metodi medici possono ottenere una significativa riduzione dell'edema e della stabilizzazione del paziente.

Linfostasi o edema linfatico

La linfostasi viene comunemente definita come una violazione del linfodrenaggio agli arti inferiori. La malattia può essere ereditaria e sorgere sullo sfondo di altre malattie. A causa di un malfunzionamento durante il deflusso del componente liquido linfatico, le gambe iniziano a gonfiarsi fortemente.

L'edema linfatico è anche chiamato linfedema. Sulla base di dati statistici, questa malattia è osservata nel dieci percento della popolazione mondiale. Con un trattamento improprio o prematuro, la malattia può progredire, portando a una elefantiasi, che a sua volta causa non solo sofferenza psicologica e fisica, ma è spesso anche la causa della disabilità.

motivi

Lo sviluppo della linfostasi degli arti inferiori è influenzato da molti fattori. Il deflusso della linfa può essere disturbato a causa di problemi al cuore, ai reni o a causa di ipoproteinemia. Queste malattie portano al restringimento dei vasi linfatici, a causa del quale perdono la linfa bene e si attarda nei tessuti, causando edema.

La linfa può indugiare nelle gambe a causa di insufficienza venosa nella fase cronica, che si verifica con varicosi decompressiva, fistola artero-venosa e sindrome posttromboflebitica. Con la rimozione di una grande quantità della componente liquida, la rete vascolare linfatica si allarga, con conseguente diminuzione del tono, e le valvole che sono responsabili della distribuzione del fluido attraverso il sistema linfatico sono scarsamente gestite.

La linfostasi può essere osservata con difetti alla nascita del sistema linfatico a causa dell'ostruzione del sistema vascolare linfatico, che si forma a causa di danni meccanici, spremitura o infiammazione del lume restringente nei vasi.

La perdita del tono vascolare del sistema linfatico, osservata con la linfoadenite, porta al fatto che si espandono e il normale funzionamento delle valvole degli altri vasi viene interrotto. Di conseguenza, si verifica un ristagno della ghiandola linfatica e vi è un forte gonfiore.

Nel carcinoma mammario viene spesso eseguita la mastectomia, che a sua volta è complicata dal linfedema, dagli arti superiori e inferiori. Spesso la mastectomia viene eseguita sull'ascella. I chirurghi rimuovono i linfonodi colpiti dalle cellule tumorali e poiché ora la linfa scorre "nessuno da controllare", il liquido ristagna e le mani iniziano a gonfiarsi. Se le metastasi si trovano nella zona inguinale, i linfonodi saranno rimossi lì, che porterà al linfedema degli arti inferiori.

La stasi della linfa può anche causare il cancro alla prostata, in cui vengono rimossi i linfonodi inguinali, e viene condotta la radioterapia, portando a problemi nel sistema linfatico.

Il drenaggio linfatico disturbato può anche essere dovuto a linfangite da streptococco, che ha natura ricorrente e come risultato dell'infezione da malattie infettive parassitarie.

Nei paesi tropicali, i problemi con il sistema linfatico possono essere causati da zanzare portatrici di filariosi linfatica, che colpisce e porta ad un aumento dei linfonodi, alla comparsa di febbre, algia severa e gonfiore esteso.

classificazione

A seconda delle cause del linfedema, può essere primario e secondario.

Nel tipo primario, la malattia può essere sia congenita che acquisita. Nel caso di un'anomalia congenita, il disturbo può manifestarsi durante l'infanzia o l'età di transizione.

Nel tipo secondario, i seguenti fattori possono influenzare lo sviluppo della malattia:

  • Stile di vita a bassa attività.
  • Processi tumori nel sistema linfatico.
  • Lesioni che portano ad una maggiore pressione nelle navi.
  • Malattie venose croniche degli arti inferiori.
  • Disturbi infettivi, che portano a violazioni nei sistemi di base del corpo.
  • L'obesità.
  • Intervento operativo

sintomi

La linfostasi ha tre fasi di sviluppo:

  • La fase I è caratterizzata dalla presenza di edemi, che compaiono di volta in volta e spariscono indipendentemente. Le gambe si gonfiano verso sera, durante il riposo notturno il linfodrenaggio diventa normale e scompaiono. Il gonfiore dei tessuti si verifica con un forte carico fisico o con un lungo periodo di tempo in una posizione. Carichi sugli arti inferiori provocano anche una violazione del deflusso del liquido linfatico. Nella fase iniziale, viene diagnosticato il cambiamento e la proliferazione dei tessuti connettivi. In questo caso, il medico può prescrivere una tecnica conservativa, che spesso consente di arrestare la malattia e impedirne lo sviluppo.
  • Quando diagnostichi l'II grado della malattia, il gonfiore non scompare e rimane anche dopo il sonno. I tessuti connettivi si espandono, le coperture della pelle sono tese, compattate e quando premute su di esse, la persona prova sensazioni dolorose. Nella regione palpata dell'edema, ci sono tracce sul sito della depressione che non scompaiono da molto tempo. La linfa stagnante provoca la comparsa di convulsioni e porta a una rapida stanchezza.
  • Se la malattia si sviluppa prima dell'III stadio, il medico diagnostica disturbi irreversibili nel sistema linfatico. I tessuti degli arti inferiori sono gravemente deformati, a causa della quale le gambe smettono di funzionare pienamente, perdendo le loro proporzioni e contorni. In questa fase, la malattia può diagnosticare problemi alle articolazioni e la pelle è spesso coperta da ferite e ulcere, che alla fine portano alla sepsi e alla morte. Anche spesso questa fase porta al linfosarcoma.

I sintomi generali del linfedema comprendono:

  • Debolezza e maggiore affaticamento.
  • Mal di testa costante
  • La lingua è coperta di fiori bianchi.
  • Mancanza di concentrazione di attenzione.
  • L'obesità.
  • Algia nelle articolazioni articolari.

diagnostica

Esame ecografico delle vene

Se il paziente ha una sintomatologia sintomatica, allora per confermare la diagnosi, il medico prescrive l'ecografia della rete venosa degli arti inferiori. Inoltre, è possibile prescrivere un'ecografia del peritoneo e della giornata pelvica al fine di rilevare i cambiamenti negli organi e le malattie che possono causare edema linfatico.

È inoltre necessario che un paziente si sottoponga alla linfografia a raggi X e alla linfoscintigrafia e che superi i test generali del sangue e delle urine. I primi due studi permettono di vedere quanto bene le navi hanno una buona pervietà e dove si trova il blocco linfatico. Inoltre, ti permettono di determinare se ci sono cambiamenti vascolari, esaminare la loro zona di crimpatura e vederli per insufficienza valvolare e linfangiectasia.

Il chirurgo può eseguire studio differenziale per determinare se c'è trombosi venosa profonda e sindrome postflebicheskogo, poiché forniscono linfedema unilaterale, la presenza di lievi edema, pigmentazione, eczema e vene varicose sulle gambe. Per escludere la patologia venosa, l'ultrasuono di maglia venosa di estremità è nominato.

Se necessario, il chirurgo può prescrivere un test e altri organi al fine di ridurre la ricorrenza della malattia, dopo che è stato eliminato.

trattamento

Il trattamento del gonfiore è mirato ad un ripristino graduale del drenaggio linfatico da estremità malate. Spesso viene presentato un trattamento simile:

Inoltre, con gonfiore, i pazienti devono:

  • Osservare una dieta speciale ed eliminare completamente il sale dalla dieta.
  • Non devi visitare la piscina due volte a settimana.
  • Fai una camminata scandinava.
  • Esercizi giornalieri per ridurre il gonfiore.

La terapia farmacologica include farmaci:

Se le estremità cominciavano a coprirsi di ferite e ulcere trofiche, viene eseguito il trattamento principale e la terapia per eliminarle. Quando diagnostichi il "linfedema", devi prenderti cura con cura dei piedi per prevenire la linfangite. Con questo scopo è necessario rivolgersi a un podogo per effettuare di tanto in tanto un pedicure di apparecchio medico con mezzi terapeutici speciali.

Se i metodi conservativi non hanno dato risultati favorevoli e il disturbo continua a progredire, ci sono ulcere estese e sacche linfatiche deformanti è necessaria un'operazione chirurgica urgente. È mirato all'espansione microchirurgica dei bagliori vascolari e della liposuzione.

Al linfedema primario al paziente viene prescritto un trapianto di tessuti linfoidi. Se il paziente è chiaramente elefante, la chirurgia radicale non viene eseguita. Mostra il tunneling del tessuto interessato per deviare la linfa in siti di tessuti sani. La resezione può anche essere usata.

Per non iniziare la malattia ai primi segni è necessario andare immediatamente dal medico, al fine di prevenire le complicazioni e liberarsi rapidamente della malattia.

Linfostasi degli arti inferiori: cosa minaccia il gonfiore delle gambe?

Le gambe si gonfiano in prossimità di un numero sufficiente di persone. Quando la sera c'è il gonfiore del piede o della gamba con le vene tese, e al mattino il gonfiore scompare, poi il poco di buono: è precursori lontani di vene varicose o tromboflebite... Ma se il gonfiore ogni giorno che passa diventa sempre più evidente, e al mattino non sta andando via, non ci probabilmente non meno diagnosi allarmante - linfostasi degli arti inferiori.

I medici di linfostasi chiamano la patologia del sistema linfatico, che si esprime nella completa cessazione della circolazione della linfa (linfa). Cioè, la linfa cessa di svolgere le sue funzioni ed eseguire il drenaggio costante dei tessuti corporei. Ed edema è una manifestazione clinica di questo processo patologico. In questo caso, le più colpite sono le gambe e le donne sono cinque volte più probabili degli uomini.

La linfostasi degli arti inferiori (linfedema, edema linfatico) è una malattia cronica con edema di una o entrambe le gambe. La malattia non scompare da sola, ma progredisce in una forma irreversibile, in cui la formazione di tessuti fibrosi porta ad un ispessimento delle gambe: elefantesimo (elefantesimo).

Cause della linfostasi degli arti inferiori

Tra i fattori che contribuiscono specialisti linfostasi piede chiamati malattia renale, sul sistema cardiovascolare, patologicamente basso contenuto di proteine ​​totali nel sangue (ipoproteinemia), vene varicose, danni ai vasi linfatici con il loro blocco o spremitura (ad esempio, tumori o infiltrato infiammatorio).

La causa della linfostasi degli arti inferiori può essere coperta da una lesione cronica di vasi linfatici con streptococco e altri microrganismi sullo sfondo di un'immunità indebolita. Inoltre, la causa della linfostasi può essere difetti alla nascita del sistema linfatico.

Con un'anomalia congenita, la linfostasi è chiamata primaria e la malattia inizia a farsi sentire durante l'infanzia, esacerbando con l'età. Acquisita linfostasi estremità inferiori definiti come secondaria e appare in genere solo su una gamba sola - a causa di lesioni, infiammazioni, tumori dei linfonodi o vasi linfatici sottoposti a radioterapia o trattamento chirurgico delle arti vascolare. La linfostasi degli arti inferiori durante la gravidanza è più spesso osservata nei casi in cui le violazioni della circolazione linfatica in una futura madre sono di natura congenita, e questo è il linfedema primario.

Va notato che la violazione del deflusso del fluido linfatico con linfostasi è accompagnata non solo da gonfiore. Il ristagno della linfa inibisce la rimozione delle tossine dalle cellule dei tessuti, che a sua volta aumenta l'acidità della pelle, provocando spiacevoli sensazioni di prurito. Come risultato, la pelle diventa più spessa e più densa, la sua funzione protettiva è ridotta e microbi lo strato superiore della pelle può liberamente penetrare nel tessuto sottocutaneo, causando vari infiammazione.

Sintomi di linfostasi degli arti inferiori

Il decorso della linfostasi degli arti inferiori ha tre stadi: edema reversibile (linfedema), edema irreversibile (fibredema) ed elefantiasi.

La tipica localizzazione del gonfiore nel primo stadio della malattia è l'area dell'articolazione della caviglia, la base delle dita e lo strato muscolare tra le ossa metatarsali nella parte posteriore del piede. L'edema è facilmente palpabile, quasi indolore, la pelle sopra il punto gonfio è pallida e spesso forma una piega. Nella stagione fredda dopo diverse ore di riposo, il gonfiore può quasi scomparire o diminuire in modo significativo.

Il principale sintomo della linfostasi degli arti inferiori nel secondo stadio (edema irreversibile) è la diffusione del rigonfiamento permanente della gamba, che non va via anche dopo un lungo riposo. E anche la natura dell'edema cambia: diventa più densa (c'è una lunga traccia di depressione) ed è semplicemente impossibile raccogliere la pelle in una piega. I pazienti con linfostasi cronica degli arti inferiori lamentano dolore e sensazione di pesantezza nella gamba interessata. La gamba inizia a deformarsi e diventa difficile per il paziente piegarla quando cammina. E con prolungati soggiorni sulle gambe possono essere i crampi.

Questa fase si svolge nel tempo, e il progredire della malattia tegumenti colpite oscuramento al bordo (a volte con una tinta bluastra), la pelle viene teso e provoca dolore, e lo strato corneo dell'epidermide addensa e grossolana (ipercheratosi).

Sintomi di elefantiasi - il terzo stadio della linfostasi degli arti inferiori - proliferazione del tessuto connettivo nella pelle, nel tessuto sottocutaneo e tra i muscoli della gamba e un aumento del volume della gamba in modo che assomigli alla finitudine dell'elefante. In questo caso, anche le ossa diventano più spesse, e ulcere e infiammazioni possono comparire sulla pelle.

Diagnosi di linfostasi degli arti inferiori

La diagnosi di lymphostasis degli arti inferiori comincia, come al solito, con un'anamnesi e un esame della gamba malata. Inoltre, viene assegnata la consegna dell'analisi del sangue biochimica e dell'analisi delle urine. Per escludere una possibile insufficienza venosa cronica o trombosi dei vasi sanguigni degli arti, viene eseguita la scansione duplex delle vene. Per determinare l'esatta dimensione e struttura della lesione, il medico prescrive l'ecografia dei tessuti molli e dei vasi delle gambe. E anche gli ultrasuoni della cavità addominale e del piccolo bacino - per identificare le patologie provocatorie o di accompagnamento.

Al fine di rilevare meglio lo stato dispiegato del sistema linfatico del paziente, così come per confermare la diagnosi definitiva può essere utilizzato linfografia o linfoscintigrafia, che danno un quadro chiaro dei vasi linfatici degli arti e del loro grado di permeabilità.

Trattamento di linfostasi degli arti inferiori

Dove viene trattata la linfostasi degli arti inferiori? In cliniche specializzate o reparti di cliniche di ampio profilo, dove ci sono medici-linfologi o medici-flebologi. Nel trattamento di questa malattia, l'auto-attività è irta di disabilità. Dopotutto, la comparsa di gonfiore persistente delle gambe può essere un sintomo di molte altre malattie, quindi la prima priorità è mettere la diagnosi corretta. E fallo solo da specialisti.

Il trattamento della linfostasi degli arti inferiori non è un compito facile, e i medici stanno combattendo questa malattia simultaneamente in due direzioni: fisica e medicamentosa. Pertanto, il trattamento complesso della linfostasi degli arti inferiori comporta, prima di tutto, un tentativo di liberare meccanicamente il sistema linfatico dal volume linfatico in eccesso.

Per questo, si consiglia ai pazienti di tenere la gamba in posizione elevata il più spesso possibile e di arrotolare un cuscino o un cuscino per la notte.

Il massaggio è anche prescritto per la linfostasi degli arti inferiori. Questo non è solo un massaggio, ma uno speciale massaggio linfodrenante (drenaggio linfatico manuale), che attiva la contrazione dei vasi linfatici e quindi aiuta il progresso della linfa. In questo modo, gonfiore delle gambe sono notevolmente ridotti, e il volume delle gambe quando il paziente primi due stadi lymphostasis arti inferiori (e linfedema fibredeme) può essere ridotta di 10-15 cm.

Inoltre, applicare il massaggio hardware - pneumocompressione. Allo stesso tempo, una condizione obbligatoria per ottenere risultati positivi di metodi fisioterapeutici per il trattamento della linfostasi degli arti inferiori è l'uso di bendaggio speciale - bendaggio. Per questo, il medico curante seleziona una fascia elastica di densità adeguata o una maglia di compressione medica sotto forma di calze e golf speciali.

Trattamento medicamentoso della linfostasi degli arti inferiori

Il compito principale del trattamento della linfostasi degli arti inferiori è il massimo recupero possibile del drenaggio linfatico dai tessuti della gamba malata. Per questo vengono utilizzate le cosiddette preparazioni flebotoniche, la cui azione farmacologica mira a migliorare il drenaggio linfatico e la microcircolazione nei tessuti.

Il più comune di loro (incluso nella pratica medica europea) è il detralex del bioflavonoide (diosmina, flebodia, vasocet). Detralex è usato per trattare i sintomi dell'insufficienza venosa-linfatica: due volte al giorno su una pillola (durante i pasti). Il corso del trattamento è da due a sei mesi. Il farmaco non ha praticamente effetti collaterali, ad eccezione di diarrea e dispepsia con intolleranza individuale. L'applicazione in gravidanza e allattamento è accettabile.

Tali farmaci per la linfostasi degli arti inferiori, come la troxerutina, il troxevasin, il vapore, il venoruton sono efficaci nel trattamento dell'edema nel primo e nel secondo stadio della malattia.

Aumentano il tono delle vene e migliorano la loro funzione di drenaggio linfatico. Gel troxerutin viene applicato mattina e sera sulla pelle della gamba gonfia, massaggiando leggermente fino a completo assorbimento (il farmaco viene applicato solo sulla pelle intatta). Un troxevasin prende 1 capsula 3 volte al giorno.

Lymphomiazot farmaco omeopatico stimola il metabolismo, migliora il drenaggio linfatico e aumenta l'escrezione di tossine dai tessuti. La forma del rilascio è una compressa per ingestione o sotto la lingua, oltre a gocce. Dose per adulti - 10 gocce 2-3 volte al giorno per 30 minuti prima dei pasti. Lymphomyosot H in fiale da 1,1 ml è per iniezione: gli adulti sono prescritti una fiala fino a tre volte alla settimana, in caso di malattia acuta - ogni giorno. Questo medicinale è controindicato nei casi di malattie della ghiandola tiroidea.

Saponina glicosidi da frutti di ippocastano è alla base di preparazione e venotonica antiessudativa escina (nomi commerciali diversi - aestsin, venoplant, Aescusan, venastat, venitan, gel Theiss Venen). I preparativi hanno diverse forme di rilascio. Per esempio, sotto forma di compresse venastat accettati - 40 mg 3 volte al giorno dopo i pasti, con abbondante acqua. Il gel venastat viene applicato sulla pelle dei siti interessati degli arti più volte al giorno. Controindicazioni: ipersensibilità, insufficienza renale, gravidanza precoce, periodo di allattamento, disfunzione renale.

Tra gli effetti collaterali del farmaco: una sensazione di calore, nausea, eruzioni cutanee, orticaria, gonfiore del tessuto sottocutaneo.

Nel trattamento medico degli arti inferiori lymphostasis farmaci utilizzati per enzima sistemico (Wobenzym, Phlogenzym), che hanno anti-infiammatori, anti-edema e fibrinolitici effetti, e migliorano l'immunità. La dose di vobenzima è di 5 compresse tre volte al giorno 40 minuti prima dei pasti (con un bicchiere d'acqua). Flogenzim viene assunto 3 volte al giorno per 2 compresse - mezz'ora prima di mangiare, anche con abbondante acqua.

I diuretici (diuretici) nel trattamento della linfostasi degli arti inferiori vengono usati con cautela, poiché il fluido che si accumula nei tessuti (trasudato) con edema linfatico è caratterizzato dalla capacità di ottenere rapidamente volume perso. Quindi i diuretici (es. Furasemide) con linfedema non sono sempre prescritti.

In correlate lymphostasis cellulite estremità inferiori (mug) o vasi linfatici (linfangite) ricorso a iniezione antimicrobici penicillina, ossitetraciclina, e sulfamidici.

Se il trattamento complesso della linfostasi degli arti inferiori non ha prodotto l'effetto desiderato e i sacchi e la fibrosi linfatici sono apparsi sulla gamba dolorante, allora i chirurghi sono responsabili. Durante l'operazione, vengono create deviazioni per il drenaggio linfatico (anastomosi linfonodale), e ciò consente di migliorare significativamente la condizione dei pazienti con linfostasi cronica degli arti inferiori.

Trattamento di linfostasi degli arti inferiori da rimedi popolari

Un rimedio popolare collaudato e molto efficace per il trattamento della linfostasi degli arti inferiori è comprime con cipolle al forno e catrame di betulla. Per fare questo, è necessario cuocere una cipolla in forno, pulire e mescolare con un cucchiaio di catrame di betulla (è possibile acquistarlo in farmacia). Il peso viene applicato al tessuto di cotone e applicato (con una fissazione della benda) al punto dolente durante la notte. Il corso di tali procedure dura due mesi.

Nella medicina popolare c'è una ricetta per l'infusione medicinale, per la cui preparazione è necessario prendere 350 g di miele e 250 g di aglio tritato. La miscela è insistita per una settimana, e poi due mesi vengono presi su un cucchiaio tre volte al giorno - un'ora prima di un pasto.

Decotto consigliato di foglie di piantaggine (1 parte), foglie di tarassaco (1 parte) e fiori immortelle (2 parti). Una miscela di erbe versare 0,5 litri di acqua bollente, insistere 5-6 ore e prendere 100 ml 4 volte al giorno prima dei pasti - per un mese.

È utile bere due volte al giorno: in un bicchiere di acqua calda bollita, aggiungere un cucchiaio di aceto di mele naturale e un cucchiaino di miele d'api.

Trattamento della linfostasi degli arti inferiori da sanguisughe

Nel trattamento di compito principale arto inferiore lymphostasis è utilizzare il complesso con tutti i metodi (fisioterapia, bendaggi, farmaci) per liberare le gambe dal sistema linfatico del fluido linfatico in eccesso e la circolazione linfatica per ottenere il recupero dell'arto inferiore colpite.

L'uso a lungo termine di farmaci antinfiammatori e diuretici, nonché farmaci mirati ad aumentare il tono delle vene e migliorare le proprietà reologiche del sangue (cioè ridurre la viscosità del sangue), sfortunatamente, non sempre portano al risultato desiderato.

Gli esperti notano che nel complesso trattamento della linfostasi degli arti inferiori, compresa la sua forma estremamente grave - elefantiasi, è consigliabile utilizzare l'irudoterapia: con l'aiuto delle sanguisughe mediche, la funzione di drenaggio linfatico delle vene può essere significativamente migliorata. L'uso delle sanguisughe aumenta l'effetto terapeutico complessivo del trattamento, poiché il gonfiore e la tensione degli arti inferiori diminuiscono. Questo prolunga il periodo di remissione dei pazienti e aumenta il livello della loro attività.

Sanguisughe sono collocati - 3-5 pezzi due volte alla settimana (ciclo di trattamento è di 8-10 sessioni) - raccogliendo linfatici (collettori linfatici) e posizionare i corrispondenti risalti del sistema venoso delle gambe. Di conseguenza, gli effetti terapeutici è la stimolazione delle garanzie sanguisughe (rotonda) il flusso linfatico, come ha concluso tessuti linfatici in eccesso degli arti colpiti collegati vasi linfatici aggiuntivi che non erano importanti vie di drenaggio linfatico.

Tuttavia, alcuni linfologi sottolineano che il trattamento della linfostasi degli arti inferiori da parte delle sanguisughe è inutile, dal momento che le sanguisughe non sono in grado di rimuovere l'edema.

LFK con linfostasi degli arti inferiori

Abbiamo parlato della necessità e dell'efficacia di un massaggio speciale sopra e ora - sui benefici della terapia di esercizio per la linfostasi degli arti inferiori. Senza un'educazione fisica terapeutica con una diagnosi del genere non si può fare. I medici dicono che è meglio per queste persone praticare il nuoto o il "nordic walking" (con bastoncini da sci). Ma c'è anche la ginnastica per la linfostasi degli arti inferiori.

Si raccomandano i seguenti esercizi per la linfostasi degli arti inferiori da eseguire due volte al giorno per 10-15 minuti. Esegui questi esercizi solo con un bendaggio compressivo (o in calze compressive).

Quindi, iniziamo. Il primo e l'esercizio principale è "una bicicletta di una gamba". È fatto sdraiato, con il resto completo di una gamba sana. Qui dobbiamo ricordare come andare in bicicletta, e non essere pigro a muoversi non solo l'articolazione dell'anca, ma la caviglia - come se si preme sul pedale - flettendo la pianta del piede.

Il prossimo esercizio (e tutti gli altri) vengono eseguiti seduti sul pavimento (15-20 volte):

  • con le gambe stirate per piegare, raddrizzare e spingere le dita sui piedi;
  • con le gambe raddrizzate, ruota i piedi alternativamente a destra e a sinistra, e poi scrivi con i piedi degli "otto";
  • Non strappare i piedi dal pavimento, piegare le ginocchia, premere i talloni sulla parte posteriore dei fianchi e poi raddrizzare le gambe;
  • gamba sollevata per fare movimenti rotatori alternativamente da destra a sinistra, quindi abbassare la gamba nella sua posizione originale.

Come puoi vedere, gli esercizi sono semplici, l'importante è fare ginnastica quotidiana con linfostasi agli arti inferiori.

Dieta per linfostasi degli arti inferiori

La nutrizione per la linfostasi degli arti inferiori è di grande importanza, poiché nella maggior parte dei casi le persone con un peso corporeo eccessivo sono affette da questa malattia.

La dieta per linfostasi degli arti inferiori comporta un apporto limitato di sale e liquidi. Come sapete, il cibo eccessivamente salato contribuisce all'accumulo di liquidi nei tessuti e ostacola il recupero.

I nutrizionisti consigliano di consumare un giorno non più di 100 g di proteine ​​di origine vegetale e animale. Avanti - grassi. I pazienti con questa diagnosi dovrebbero mangiare almeno 10 grammi di grassi animali e 20 grammi di olio vegetale - durante il giorno.

Per ridurre la necessità di limitare l'apporto calorico di carboidrati, in modo da dare il pane con farina di grano (pane bianco, panini, ecc), zucchero, pasta, semola e porridge di riso, per non parlare dei dolci, gelati e halva. Ma latticini, così come cavoli, zucchine, zucca, carote, barbabietole, mele e agrumi - è bene non solo per la vostra salute, ma anche molto gustoso.

Esperto medico-editor

Portnov Alexey Alexandrovich

Istruzione: Kyiv National Medical University. AA Bogomolets, specialità - "Affari medici"

Linfostasi degli arti inferiori: tipi, cause, trattamento

Linfostasi degli arti inferiori - la patologia del grasso sottocutaneo, causata da una violazione del deflusso del liquido linfatico. Nel tessuto adiposo sottocutaneo, la linfa si accumula, rafforzando la tensione nei tessuti circostanti e complicando ulteriormente il deflusso. Ciò causa edema cronico che porta alla fibrosi, ingrossamento dei tessuti.

tipi

In apparenza, è facile identificare un paziente con linfostasi. Le gambe si ingrossano alle caviglie, si gonfiano, la pelle delle gambe sembra tesa. All'inizio, il gonfiore è temporaneo. Successivamente, il gonfiore non si attenua, l'arto malato sembra gonfio dal fluido accumulato. Secondo l'origine della malattia, distinguere:

  • Linfostasi congenita - è causata da ipoplasia (sottosviluppo) dei linfonodi o dei vasi sanguigni;
  • idiopatica (eziologia inspiegabile) - l'estensione, iperplasia dei vasi linfatici (PM), valvola di fallimento PM - sindrome Meyge, sindrome di Milroy.

La malattia si acquisisce durante la vita, procede cronicamente o acutamente. Le cause possono essere infiammatorie e non infiammatorie.

complicazioni

La linfostasi passa attraverso diverse fasi, accompagnate da complicazioni:

  • linfedema - si formano formazioni volumetriche di tessuti grossolanamente deformati in grado di interessare vari sistemi di organi;
  • linfocele - il liquido si accumula in formazioni di tessuto deformato, provocando un'ulteriore distruzione di droghe;
  • drenaggio linfatico - l'integrità del farmaco è disturbata, il liquido linfatico espira verso l'esterno. La complicazione è pericolosa per infezione secondaria, suppurazione;
  • "Elefantiasi" - la fase più pericolosa della malattia, caratterizzata formando nel tessuto connettivo sottocutaneo, una pluralità di foci linfocele, deformazione grossolana dell'arto (per essere distinto dallo stadio della malattia angiodisplasia).

Alle complicazioni della linfostasi può essere attribuito alla profonda depressione in cui si trova il paziente. In molti casi, è necessario uno psicologo professionista per restituire una persona alla vita.

sintomi

In primo luogo, i sintomi di una malattia imminente dovrebbero essere allertati:

  • gonfiore dell'arto, non passando attraverso il mese;
  • edema aumentato di sera;
  • l'edema è irregolare, i cuscinetti dell'edema sono palpabili in diverse parti del piede;
  • dopo aver premuto, rimane un buco;
  • L'erisipela può diventare gonfia di gonfiore.

Sintomi di linfostasi primaria:

  • Sindrome di Meige - la malattia è ereditata da segni recessivi, si manifesta nelle donne, più spesso nell'adolescenza;
  • Sindrome di Milroy - è ereditata, il gonfiore simmetrico è evidente dalla nascita, può comparire più tardi, nella seconda metà della vita; sulla pelle si osservano piccoli emangiomi;
  • fallimento delle valvole del farmaco, debolezza diffusa del muro - l'edema si verifica nella seconda metà della vita;
  • idiopatico - appare senza motivo apparente, inaspettatamente, nelle donne sotto i 20 anni.

Sintomi di linfostasi secondaria:

Il primo stadio

  • Sulla parte posteriore del piede, sulle dita, sullo stinco, c'è un leggero gonfiore. Si verifica la sera, dopo un riposo notturno passa, l'asimmetria dell'arto è del 15%. L'edema è indolore, localizzato in un posto per lungo tempo, per anni, senza causare molta ansia;
  • la suola non cambia, si possono osservare i piedi piatti;
  • pelle liscia, facilmente piegata;
  • quando si cammina, in piedi in modo prolungato, può esserci dolore sordo, pesantezza, esplosione;
  • tegumenti della pelle pastosa, gonfiore morbido, dopo aver premuto rimane snocciolate.

Nella prima fase, la funzione dell'arto non soffre.

Il secondo stadio (fibroderma)

L'edema non diminuisce completamente, l'asimmetria dell'arto è del 30%.

  • C'è edema persistente;
  • la pelle non si piega, è saldata con tessuto sottocutaneo;
  • i tessuti dell'arto sono compatti;
  • la pelle sembra una buccia d'arancia.

Il terzo stadio

Il processo di compattazione del gonfiore raggiunge l'anca. L'arto cambia forma, diventa pesante. L'osteoartrite deformante si sviluppa, il che complica ulteriormente il movimento. Ci sono disturbi trofici sul piede - crescono le formazioni verrucose, si integrano ipercheratosi e iper pigmentazione della pelle, screpolature e ulcere con il liquido linfatico. Asimmetria dell'arto fino al 50%.

Quarta tappa

In questa fase, il fluido riempie quasi tutte le cavità del corpo, si trova in quasi tutti gli organi del corpo. Questo stadio più difficile si chiama elephantia, l'asimmetria supera il 50%.

La linfostasi è spesso complicata dall'infiammazione erisitematosa, che intensifica l'edema e alterazioni patologiche nei tessuti, che aumenta il rischio di linfosarcoma.

motivi

L'accumulo di liquidi può verificarsi a causa del ristagno di sangue nei capillari venosi. La causa della malattia può essere una malattia ereditaria, una lesione di farmaci, un'eccessiva formazione di linfa. Cause che interrompono il deflusso del liquido linfatico:

  • cicatrici postoperatorie;
  • gonfiore;
  • cambiamenti nei linfonodi;
  • cambiamenti nei tessuti dopo la rimozione dei linfonodi;
  • insufficienza venosa nelle vene varicose;
  • come conseguenza dell'azione della radioterapia;
  • processi infiammatori nel tessuto adiposo sottocutaneo.

L'Elephancy può essere causata da un'infezione parassitaria dei farmaci. L'infezione da nematodi parassiti porta alla filariosi linfatica.

Le cause della linfostasi secondaria possono essere malattie cardiache, insufficienza renale. Provoke uno stile di vita sedentario, il gruppo di rischio include i pazienti "sdraiati".

diagnostica

  • Ricerca di laboratorio;
  • Ultrasuono di vene profonde - escludere trombosi;
  • linfoscintigrafia, linfografia - lo studio della permeabilità dei farmaci;
  • Esame a raggi X;
  • tomografia computerizzata.

Oltre a consultare un flebologo e l'ecografia delle vene profonde, può essere richiesta l'ecografia della pelvi. I dati dell'analisi clinica di sangue, l'analisi generale di urina e sangue sono necessari.

trattamento

Terapia conservativa

  • farmacoterapia;
  • fisioterapia.

I principali metodi di trattamento - bendaggio, compressione, - sono integrati dal trattamento farmacologico.

Trattamento farmacologico: prescrivere farmaci del gruppo di benzopironi, cumarinici, farmaci flebotrofici, diuretici, agenti antibatterici.

Applicare localmente pomate e gel Venoruton, Actovegin, Troxevasin. Oralmente prescrivere Detralex, Anavenol, Troxevasin, Venoplant, Ginkor Fort, Glivenol, Rutozid.

hirudotherapy

Le sanguisughe migliorano il deflusso della linfa migliorando la funzione linfodrenante delle vene.

l'esercizio fisico

  1. Sdraiarsi e sollevare le gambe, appoggiare i piedi contro il muro. Mentire in questa posizione per 10-15 minuti.
  2. Nella stessa posizione, stringi e apri le dita.
  3. Per rimanere in posa con le gambe sollevate, eseguire movimenti rotatori con arresti.

Massaggio e aterapia di ompressione

Ai pazienti viene assegnato un massaggio hardware, un drenaggio linfatico manuale speciale, ricorso alla fasciatura con bende elastiche. Con edema grave, la maglieria a compressione non viene utilizzata. Nelle fasi iniziali della linfostasi congenita, vengono costantemente utilizzate le calze compressive del 3 ° e 4 ° grado di compressione. Il grado di compressione è determinato dal medico.

Trattamento chirurgico

Nelle fasi successive, al paziente viene prescritta un'operazione. L'intervento è finalizzato alla ricostruzione di farmaci e alla riduzione della dimensione dell'arto, per il quale vengono asportati il ​​tessuto sottocutaneo e la liposuzione.

  • Anastomosi linfonodali - LS sono colorati con blu di metilene. Quindi viene secreta la vena sottocutanea o il suo ramo con le restanti valvole. Uno speciale filo atraumatico sotto il controllo di un microscopio è la reticolazione dei vasi. Vienna viene pizzicata dal basso per creare una pressione zero e migliorare l'effetto di aspirazione.
  • Tunneling - con l'aiuto di drenaggi a spirale o protesi polimeriche, vengono creati canali, attraverso i quali il fluido linfatico ritorna libero ai tessuti sani viene rimosso dal corpo.

Rimedi popolari

Succo di verdura

I migliori rimedi per il gonfiore:

  • prezzemolo - 100 g contengono 1/3 della norma giornaliera di potassio;
  • sedano - potassio in 100 g circa 1/6 della norma;
  • cetriolo - contenente anche molto potassio.

cicoria

Bere un giorno 4-5 tazze di cicoria, aggiungendo un pizzico di zenzero.

Tè dalle foglie di cowberry

Più volte al giorno a bere una foglia secca preparata di mirtilli rossi (1 cucchiaio), infusa in un thermos per un'ora. Per gusto, aggiungi il miele.

Controindicazioni

  • Stabilimento balneare, sauna, riscaldamento;
  • scottature;
  • ustioni;
  • violazione dell'integrità della pelle - eventuali tagli, ferite, graffi.

prospettiva

La mancanza di trattamento porta ad un aumento della linfostasi, fino alla disabilità. I moderni metodi medici possono ottenere una significativa riduzione dell'edema e della stabilizzazione del paziente.

Siete Interessati Circa Le Vene Varicose

Perché abbiamo bisogno di ascorutina? Istruzioni per l'uso e feedback da parte delle persone

Motivi

L'ascorutina si riferisce ai preparati del tipo combinato del gruppo vitaminico.I principi attivi del rimedio sono le vitamine C e P....

Tromboflebiti, trombosi, vene varicose, flebiti: somiglianze e differenze di base, metodi di trattamento

Motivi

L'elenco delle malattie che colpiscono la rete vascolare degli arti inferiori non è così grande. I più comuni tra questi sono le vene varicose e le lesioni trombotiche delle vene degli arti inferiori....