Coagulazione laser delle vene varicose (EVLK)

Motivi

Le vene varicose sono una malattia comune, soprattutto tra le donne di mezza età. E se le piccole lividi poco appariscenti sugli stinchi non ti disturbano all'inizio, allora col tempo non solo l'aspetto si deteriorerà. Con l'apparizione di nodi ben marcati lungo le vene, le gambe iniziano a gonfiarsi, a ferirsi, diventa difficile per te camminare a lungo e devi sempre separarti da scarpe eleganti.

Dopo un prolungato trattamento conservativo, i chirurghi-flebologi offrono un'operazione per rimuovere le vene varicose. Certo, questa è una via d'uscita. Alternativa all'intervento chirurgico: coagulazione laser delle vene varicose, il nuovo metodo minimamente invasivo.

Sembrerebbe che la domanda sia risolta semplicemente. Ma, come i metodi tradizionali di trattamento delle vene varicose, la coagulazione endovascolare viene eseguita rigorosamente secondo le indicazioni. Sfortunatamente, il desiderio del paziente non è sufficiente. Considera quali varietà di varici possono essere curate con un laser.

Elenco delle indicazioni per la procedura

  1. Indicazione incondizionata per il trattamento laser - una leggera espansione di affluenti venosi;
  2. Obliterazione laser endovasionale usata con successo e con gamba trofica rotta. Questo metodo allevia il paziente dall'esigenza di una legatura aperta o dalla dissezione endoscopica della nave. È preferibile applicare il metodo anche perché il laser

La coagulazione può essere ripetuta più volte.

La coagulazione laser è utilizzata con successo nel trattamento delle vene varicose della grande vena safena. Ma la tecnica endovasale è efficace solo nei casi in cui la nave è dilatata di non più di 10 mm. Con l'espansione di priustevom più di questa dimensione, la tecnica è inefficace. Oltre al livello di espansione, conta anche il decorso delle vene sottocutanee. Se la vena grande o piccola è piatta, è possibile utilizzare una singola guida di luce laser. Se le navi hanno curve fisiologiche, sono necessarie due guide di luce, che avranno su entrambi i lati della curva.

Prima della coagulazione endovascolare, il flebologo nomina le procedure diagnostiche necessarie e determina il risultato probabile. Ora parliamo di controindicazioni al trattamento laser delle vene varicose. Condizionalmente possono essere divisi in 2 sottogruppi:

  • Locale, associato a violazioni nell'area dell'operazione pianificata;
  • Comune, associata ad altra patologia acuta o cronica.

Controindicazioni locali

  1. Qualsiasi processo infiammatorio della pelle e dello strato sottocutaneo nell'area in cui è pianificato di eseguire obliterazione laser endovasale.
  2. Ingrandimento della vena superiore a 10 mm.
  3. Malattie che influenzano la capacità di muoversi liberamente. La tecnica della coagulazione endovascolare delle vene coinvolge camminare attivo dopo la procedura, cioè un certo carico sugli arti inferiori dovrebbe essere creato. Se per qualsiasi motivo (artrosi, altre malattie degli arti inferiori), camminare è impossibile, l'obliterazione laser non viene eseguita.
  4. Se c'è un'altra malattia che richiede prima aiuto.
  5. Con la trombofilia. Questa malattia, in cui il sangue è compromessa la funzione piastrinica e vi è un alto rischio di trombosi.
  6. Con ischemia. Se i vasi delle gambe soffrono di ischemia cronica, la coagulazione endovasale non viene eseguita in modo da non provocare un aumento della malattia.
  7. Se è impossibile fornire la necessaria compressione degli arti inferiori (obesità di alto grado).

Controindicazioni generali

Ora, qual è la coagulazione laser delle vene.

Una guida di luce laser viene utilizzata per eseguire un'operazione mini-invasiva. È un dispositivo con un tubo flessibile, attraverso il quale passa il raggio di guarigione. Prima che inizi la procedura, il medico esegue una piccola puntura nella zona attraverso la quale influirà sulla vena malata. L'impulso laser entra nel sangue. L'esposizione a temperature elevate forma bolle di vapore che entreranno in contatto con la vena interna (endotelio).

È con l'aiuto dell'effetto "vapore" che si verifica un processo di coagulazione, cioè l'incollaggio della parete vascolare affetta da vene varicose. Diventa chiaro che la coagulazione laser delle vene varicose non è un'azione indiretta diretta su una nave, ma indiretta.

La durata dell'intera procedura non supera i 40 minuti. Se consideriamo il processo in fasi, il medico agisce direttamente sulla grande vena, le cui valvole non funzionano correttamente. La coagulazione porta al fatto che il flusso sanguigno diventa normale a causa del suo movimento in vasi sani. Il secondo passo è l'effetto sugli afflussi di varici di una grande vena.

Come risultato della procedura, la vena del paziente, per così dire, è "sigillata", la parete vascolare malata finirà per trasformarsi in una struttura di tessuto connettivo.

Essere pronti

La decisione sull'applicazione del metodo di coagulazione laser endovasale sarà un chirurgo-flebologo, che ti darà anche l'esame necessario. La prima cosa da fare prima della procedura è passare un esame ecografico dei vasi degli arti inferiori. I suoi risultati consentiranno al medico di trarre una conclusione sul lavoro del sistema venoso della gamba: la pervietà dei vasi dilatati, la qualità dell'apparato venoso della valvola.

Oltre agli esami ecografici, è necessario superare un minimo clinico di laboratorio: esami del sangue e delle urine. In linea di principio, tutte le indagini preparatorie non dureranno più di uno o due giorni.

Oltre alla diagnostica strumentale e di laboratorio, la preparazione include anche la raccolta di un'anamnesi dettagliata per l'individuazione delle reazioni allergiche ai farmaci che verranno utilizzati.

Non fa male

Il comfort della coagulazione laser endovasica è fornito da un certo tipo di anestesia locale, che in termini medici è chiamata tumescente. Con questo tipo di anestesia, viene utilizzata una speciale soluzione a tre componenti, che include la soluzione salina, l'adrenalina e la lidocaina. Ogni componente della soluzione ha una sua funzione:

  • La soluzione fisiologica assorbe i tessuti circostanti la nave;
  • Adrenalina - restringe i vasi sanguigni;
  • La lidocaina è un anestetico.

Pertanto, durante l'anestesia tumescente attorno alla nave varicosa viene creata una "copertura" improvvisata, in cui viene eseguita l'operazione.

reinserimento

È chiaro che un filisteo semplice è preoccupato per il periodo di recupero - se sono necessari costi speciali, quanto tempo durerà per l'incapacità, se la gamba fa male dopo EVLK. Ci affrettiamo a rassicurarvi sul fatto che la coagulazione laser non richiede alcun programma di riabilitazione complicato. I vantaggi della chirurgia "ufficio", che è questa operazione, è il ripristino del solito modo di vivere subito dopo l'intervento.

Certamente, questo non significa che dopo la coagulazione endovenosa delle vene, si possa andare a lavorare come caricatore o in letti completamente scavati nel paese. In primo luogo, dovresti indossare una calza a compressione per tre giorni. E l'uso 24 ore su 24 è raccomandato per i primi 3 - 5 giorni. Successivamente, la calza a compressione viene indossata solo per un giorno, il periodo di utilizzo più lungo è di 60 giorni.

I dolori di disegno nel corso delle precedenti vene varicose possono essere un po 'preoccupanti durante la settimana, raramente 2. Dopo l'intervento chirurgico, i pazienti sono invitati a camminare almeno 40 minuti al giorno per evitare complicazioni. E tutto, non ci sono altre restrizioni sul regime.

Selezione di biancheria di compressione

Se ti stai preparando per il trattamento delle vene varicose con un laser, prenditi cura di acquistare una calza a compressione in anticipo. Ma non arare le distese di negozi online alla ricerca di prodotti economici. Acquisisci un modello che il medico ti consiglierà e fallo solo attraverso la rete di farmacie.

Quali complicazioni possono sorgere

L'operazione di coagulazione endovascolare, anche se minimamente invasiva, è un intervento nel corpo, quindi è necessario fornire statistiche sulle possibili complicanze. Il metodo stesso cominciò ad essere ampiamente usato nel mondo a partire dal 2000, e tra l'enorme numero di pazienti che fecero l'EVLK, furono rivelati:

  • Singoli casi al mondo di trombosi, complicanze purulente nel corso delle vene varicose;
  • La tromboflebite è stata osservata nel 5 - 12% dei pazienti dopo coagulazione endovascolare;
  • Le parestesie occupano fino all'1% delle complicanze dell'EAVC;
  • La complicazione più comune e innocua è l'ematoma nel sito di intervento (24%), che scompare dopo pochi giorni;
  • Lieve ipertermia (raramente).

La sintomatologia dolorosa è eliminata dall'uso di farmaci non steroidei.

Tali bassi tassi di complicanze postoperatorie dimostrano l'alta efficienza della coagulazione laser delle vene varicose. Per confermare un risultato positivo, al paziente viene prescritta una nave a ultrasuoni di controllo dopo l'operazione.

Come prevenire le recidive delle vene varicose

Varicose insidiose possono apparire di nuovo. Non ha solo una predisposizione ereditaria, ma anche le tue abitudini. Per non incontrare più questa patologia, ricorda:

  1. È necessario muoversi molto. Ma fallo senza carico e con scarpe leggere.
  2. Il nuoto è un metodo eccellente per prevenire le vene varicose.
  3. Per le fashioniste Forcine alla moda sono appropriate per la vacanza, per l'uso quotidiano l'altezza massima del tacco è di 5 - 6 cm.
  4. Peso. I chili in più sono una sorta di carico per le gambe. E il carico è costante. Sbarazzati di esso.
  5. Lasciati coccolare con una doccia a contrasto, prestando maggiore attenzione agli arti inferiori.
  6. Se hai trasferito EAVLK, osserva periodicamente il flebologo. È meglio farlo una volta ogni sei mesi. Se necessario, il medico prescriverà un corso preventivo di farmaci venotonizzanti, raccomandando la biancheria intima di compressione.
  7. Guarda per la condizione della pelle delle gambe. Qualsiasi taglio, ferita deve essere adeguatamente lavorato, al fine di prevenire la penetrazione di microbi patogeni nel sangue.

Sebbene la coagulazione endovascolare sia una procedura comune e ampiamente utilizzata, cerca di evitarlo.

Terapia laser (coagulazione laser): beneficio e possibile danno

Sfortunatamente, le patologie vascolari hanno uno status globale. Sono soggetti a persone di diverse età e generi. Servire lo sviluppo delle vene varicose degli arti inferiori può avere varie ragioni, e ce ne sono molte. Pertanto, i dati statistici sulla registrazione delle malattie vascolari sono inesorabilmente in crescita. Allo stesso tempo, la scienza e la medicina non si fermano, e il numero di trattamenti è già una lista impressionante.

Contenuto dell'articolo

La scelta dello schema terapeutico rimane con il medico curante. La sua selezione determina lo stadio in cui vengono rilevate la patologia vascolare, la dinamica della malattia, la salute generale del paziente e altri fattori. A sua discrezione, uno specialista può includere nello schema di trattamento metodi conservativi, operativi o la loro simbiosi.

A metodi conservativi includono la terapia medicamentosa e non farmacologica. Questi metodi di trattamento possono essere unici nella fase iniziale della malattia, con la manifestazione dei suoi primi segni e nel 99% dei casi sono complementari ai metodi operativi.

I metodi operativi sono usati per forme avanzate di patologia vascolare. Di regola, il secondo grado delle vene varicose è già considerato come tale. I metodi operativi sono divisi in invasivi e minimamente invasivi. Tutti loro hanno indicazioni e controindicazioni, così come i loro pro e contro.

Uno dei più popolari metodi terapeutici moderni è la procedura di EVLK (coagulazione laser endovasale) delle vene degli arti inferiori. Una persona inesperta trova difficile comprendere i termini medici. Quindi la domanda è: cos'è questo e cosa viene fatto?

EVLK (coagulazione laser) delle vene degli arti inferiori: preparazione, tecnica di procedura, indicazioni e controindicazioni

Qual è il metodo EVLK per il trattamento delle vene varicose? La coagulazione endovascolare o endovenosa del laser delle vene degli arti inferiori (EVLK) è un processo minimamente invasivo per la rimozione di una vena affetta da vene varicose.

Come è la coagulazione laser endovasale delle vene varicose? Questo metodo è stato praticato per circa una dozzina di anni, quindi la procedura di coagulazione laser è stata migliorata fino ad oggi. EVLK è caratterizzato da una manipolazione high-tech e piuttosto complicata, che richiede non solo attrezzature di alta qualità, ma anche, in particolare, un'alta formazione professionale del personale medico.

Questa è una procedura chirurgica intravascolare percutanea. Quindi, la coagulazione laser delle vene varicose e teleangectasie (germogli vascolari) sulle gambe prevede l'introduzione di un catetere periferico nel letto venoso. Attraverso il quale penetra una sottile guida laser per la moxibustione dei tessuti. Sotto la sua influenza, si verifica un'ustione termica e un successivo aggregamento delle pareti vascolari con obliterazione del lume. La procedura verrà eseguita in anestesia locale (una miscela a basso concentrato di anestetici), il suo effetto è calcolato per 6-10 ore. A causa dell'aggiunta di vasocostrittori alla miscela, oltre all'effetto anestetico, si ottiene anche un vasocostrittore. Ciò riduce il rischio di formazione di ematoma dopo EVLK.

Tutte le fasi di EVLK vengono eseguite mediante scansione fronte-retro. Pertanto, l'esperto controlla il laser e la sua posizione nella nave. Senza prendere in considerazione la marcatura preliminare delle vene, il trattamento laser della varicosa dura circa 40 minuti. Se necessario, il giorno dopo, scleroterapia o miniflebectomia di grandi afflussi varicose di piccole e grandi vene sottocutanee viene eseguita. Ciò è dovuto al fatto che la coagulazione laser endovasale ha limitazioni sull'espansione ammissibile degli afflussi di varici della grande safena (WBC) e meno spesso di piccole dimensioni. Affinché la procedura sia efficace, le vene dovrebbero avere un diametro di espansione non superiore a 10 mm. Pertanto, se alcune vene sono state osservate dopo il trattamento EAVL, non ti preoccupare. Verranno eliminati introducendo gli sclerosanti nella bocca venosa o eseguendo una puntura, quindi rimuovendo la vena verso l'esterno e rimuovendola fisicamente. Come mostrano i risultati della ricerca, in questi casi, durante il periodo postoperatorio, si osserva un buon effetto cosmetico clinico e persistente, senza segni di recidiva. Inoltre, nel complesso, la riabilitazione sociale dei pazienti è accelerata (se le raccomandazioni mediche iniziano ad essere osservate immediatamente dopo l'intervento).

Coagulazione laser delle navi sulle gambe: una fase preparatoria

Qual è la preparazione per la coagulazione laser? La preparazione non è difficile. Per eseguire la coagulazione endovascolare laser delle vene dell'arto inferiore, è necessario:

  • screening generale dello stato di salute del paziente (esami clinici generali del sangue e delle urine, analisi del sangue RW, analisi complessa dei parametri di coagulazione del sangue, analisi del sangue per l'epatite virale B e C, AIDS, HIV e sifilide);
  • esame di vene e vasi (UZDS);
  • conclusione dal terapeuta sull'assenza di controindicazioni.

È necessario preparare in anticipo le calze per compressione medicale. Sarà necessario subito dopo il trattamento delle vene varicose (EAVL). Di norma, il medico nomina una maglia della seconda classe di compressione per questo scopo e sarà necessario indossarla per un minimo di 3-5 giorni.

EVLK (coagulazione laser) delle vene degli arti inferiori: indicazioni e controindicazioni

Se viene prescritta la coagulazione laser dei vasi sulle gambe, le indicazioni sono poche: la presenza di asterischi vascolari e vene varicose (2 gradi), disturbi dello stinco trofico, il decorso diretto del letto venoso e un piccolo numero di affluenti.

La rimozione delle navi, in modo simile alla coagulazione laser, ha una serie di controindicazioni:

  • sovrappeso (obesità);
  • malattie delle arterie degli arti inferiori, accompagnate dalla formazione di placche aterosclerotiche sulle pareti interne dei vasi;
  • movimento limitato del paziente a causa di malattie dell'apparato muscolo-scheletrico, ictus, ecc.;
  • malattie infettive;
  • processi infiammatori della pelle e del tessuto sottocutaneo;
  • ipertensione;
  • alcune malattie croniche.

Posso fare EVLK in presenza di coaguli di sangue? Un prerequisito per l'operazione - l'assenza di coaguli nel segmento superiore del tronco della vena safena. Pertanto, la presenza di trombi si riferisce anche alle controindicazioni.

La coagulazione venosa laser è consentita durante la gravidanza e fino a che ora? L'operazione di EVLK durante la gravidanza e dopo il parto, con l'allattamento, è proibita. Le donne in gravidanza e in allattamento sono metodi non farmacologici raccomandati di terapia conservativa, tk. È necessario escludere tutti i possibili rischi per lo sviluppo e la salute del feto del bambino già nato.

Riabilitazione dopo la coagulazione laser delle vene degli arti inferiori

Coloro ai quali è stata assegnata l'EAVL (laser per la coagulazione sottocutanea) delle vene degli arti inferiori sono interessati a stabilire se sia necessario aprire un foglio per congedo per malattia? Per eliminare la varicosità, questo metodo non necessariamente rimane in ospedale per un lungo periodo. La procedura viene eseguita su base ambulatoriale e non richiede riposo a letto. Ritornare al solito modo di vita e le responsabilità lavorative saranno il giorno successivo. L'unica cosa che richiederà tempo è la riabilitazione. Il recupero dopo il massimo delle vene VEVC può richiedere un mese e mezzo. Durante questo periodo di tempo è importante eseguire responsabilmente tutte le raccomandazioni ricevute dal medico curante.

Il regime del giorno dopo la coagulazione laser

La modalità del giorno nel periodo postoperatorio richiede la dimensionalità. Un equilibrio competente tra veglia e sonno, attività e riposo, così come mangiare, eseguire procedure sanitarie, ecc. Per aiutare il corpo a recuperare e ridurre il rischio di recidiva, è necessario apportare alcune modifiche al modo di vivere. Il regime del giorno e il suo programma saranno in qualche misura più vicini all'adesione alle regole di uno stile di vita sano.

Cosa non si può fare dopo la coagulazione laser?

Ci sono alcune controindicazioni e limitazioni dopo la procedura per la rimozione delle vene varicose. Prima di tutto, devi liberarti delle cattive abitudini. Alcol e fumo dopo la coagulazione laser sono vietati, almeno per il periodo di riabilitazione. Il cibo dovrebbe anche essere bilanciato e corretto al fine di controllare il peso.

Entro poche settimane dall'EVLK, dovresti smettere di fare bagni caldi, visitare bagni, saune e piscine. Sotto il divieto cadono favorito il gentil sesso del solarium, e la procedura per la cura del corpo nei saloni di bellezza. Le donne dovranno anche cambiare le "borchie" per scarpe più comode con un tacco basso stabile.

Sport dopo la coagulazione laser

Temendo complicazioni e ricadute, alcuni pazienti si stanno chiedendo se lo sport e la corsa sono consentiti dopo l'EVLK? Partiamo dal fatto che dopo la coagulazione laser delle vene e la minibobectomia è necessario iniziare immediatamente a muoversi, questo ridurrà il rischio di formazione di trombi. A partire dal giorno successivo all'operazione, la camminata giornaliera dovrebbe durare almeno 1,5-2 ore. C'è una particolarità: durante i primi 3-5 giorni, il paziente deve rimanere in una maglia di compressione 24 ore al giorno. Inoltre, la biancheria medica è fornita solo durante il giorno e fino a due mesi.

Lo sport è permesso e persino necessario! Ma non tutti i suoi tipi sono ammessi durante il periodo di riabilitazione. È importante escludere uno sforzo fisico significativo, come sollevamento pesi, allenamento con i pesi nelle palestre, ecc. Posso correre dopo la coagulazione laser delle vene? Gli specialisti vietano la corsa veloce, come una sorta di carichi d'urto. Possono anche includere salti e scatti. Tali carichi dopo l'intervento sono altamente indesiderabili.

Complicazioni dopo EVLK

Come ogni altra operazione, la coagulazione laser delle vene degli arti inferiori ha potenziali complicazioni possibili. Le conseguenze indesiderate della coagulazione laser durante il periodo postoperatorio sono rare e alcune addirittura estremamente rare (1: 10.000). Pertanto, il metodo è riconosciuto il più efficace possibile. Tuttavia, è necessario essere consapevoli di tali complicazioni dopo l'operazione EAVL:

  • tromboflebite;
  • trombosi venosa profonda;
  • embolia polmonare;
  • ustioni;
  • parestesia;
  • ipertermia.

Se ci sono nella norma o nella velocità di un dolore dopo EVVLK e quanto durano? Cosa devo fare se la gamba viene tirata e c'è edema? Quale delle seguenti può essere considerata una complicazione dopo EVLK? Una grande vena dopo la coagulazione laser prima che il tessuto connettivo possa formare un cordone stretto con arrossamento. Tipicamente, tale sigillatura sul sito di puntura e arrossamento avviene 7-10 giorni dopo la coagulazione laser endovasale (EVLK). Questo fenomeno non è una norma, ma è di natura temporanea. Inoltre, regredisce rapidamente utilizzando i mezzi di applicazione locali. Alcuni pazienti notano che la gamba fa male e diventa insensibile durante i primi due giorni dopo la coagulazione laser delle vene. Queste sensazioni spiacevoli sono più probabilmente associate a un uso insolito della maglia medica rispetto alla procedura stessa. Raramente si notano dolore e tensione lenta lungo il corso del letto venoso. Durano non più di un mese e mezzo e passano indipendentemente. Va notato che il primo giorno in risposta alla coagulazione delle proteine ​​murarie della nave, può verificarsi una temperatura non superiore a 38 ° C. Dopo EVLK il medico informerà il paziente di tutte le possibili complicanze e fornirà raccomandazioni su come comportarsi in questo o quel caso.

Gravidanza dopo EVLK

Le vene in gravidanza EVLK condotte non possono prevenire. Al contrario, quando si pianifica una gravidanza, il passo assolutamente corretto è risolvere il problema con le vene varicose. Pertanto, la risposta alla domanda se eseguire o meno la coagulazione laser è ovvia. Perché durante la gravidanza la pressione sulle navi aumenterà e il 100% aggraverà la malattia. La gravidanza, tuttavia, esclude la chirurgia. Solo in situazioni difficili, quando la situazione è critica, il medico curante può prescrivere a una donna incinta un metodo radicale per trattare le vene varicose.

Quando la gravidanza si verifica dopo EVLK, devono essere prese misure per prevenire le ricadute. Con questo scopo è mostrato l'uso di maglieria medica elastica di un grado facile di compressione, esecuzione di esercizi ginnici, auto-massaggio di estremità e applicazione di vene toniche di creme. Idealmente nelle sue qualità durante il periodo di gestazione è adatta la crema per i piedi "NORMAVEN®". La sua composizione è naturale, il che significa che è sicuro per la salute della futura mamma e bambino.

Complicazioni dopo coagulazione laser endovasale

Le vene di coagulazione laser endovasale (EVLK) sono uno dei metodi più moderni ed efficaci di trattamento delle vene varicose. È efficace, praticamente, in tutte le fasi delle vene varicose

Questa tecnica consente di eliminare il flusso inverso del sangue nelle vene superficiali e perforanti. Il trattamento viene effettuato influenzando le vene di energia termica della radiazione laser. Grazie a EWLC non è richiesto quando chirurgia varicosa, prezzo che è un ordine di grandezza più alto. La tecnica moderna permette di effettuare la rimozione della nave senza fare tagli e il ricovero in ospedale del paziente in un ospedale.

Cause di disagio dopo l'intervento chirurgico

Dopo il coagulazione laser delle vene Durante la prima settimana, la formazione di necrosi causata dall'ustione continua. Questo processo può provocare la comparsa di sensazioni spiacevoli, che sono considerate normali manifestazioni del periodo postoperatorio. Un lieve disagio può causare lievi errori nella tecnica della procedura: perforazione (attraverso la puntura) della vena, insufficiente effetto termico sulla nave, ecc. Tutti questi sentimenti spiacevoli sono temporanei.

Le complicanze più comuni di EVLK

Ci sono molte complicazioni più comuni coagulazione laser endovenosa. Allo stesso tempo, sono tutte varianti della norma e non richiedono un trattamento speciale:

  • Sensazioni dolorose nell'arto operato nelle prime 24 ore dopo l'intervento chirurgico. Questa complicazione è più comune nei pazienti con soglia di dolore basso. La comparsa di sensazioni dolorose è anche facilitata da una medicazione a compressione applicata in modo improprio, che sta schiacciando eccessivamente l'arto.
  • La formazione di lividi lungo la vena. Secondo le osservazioni di flebologi a Kiev, recensioni che sono per lo più positivi, questa complicazione si verifica in circa il 24% dei pazienti. Le cause di lividi sono perforazione della nave durante l'intervento chirurgico o un sovradosaggio di anestesia tumescente. Nel secondo caso, il farmaco iniettato crea un'alta pressione nei tessuti e causa la loro rottura.
  • Una sensazione di tensione lungo la coscia o lungo la vena coagulata quando l'arto non è unito all'altezza dell'articolazione del ginocchio. La sensazione di disagio si verifica il 4 ° -6 ° giorno dopo la coagulazione laser e impedisce al paziente di piegarsi completamente alla gamba. La sensazione di tensione cessa di disturbarlo in circa un mese e mezzo. In alcuni casi, per eliminare il disagio, al paziente vengono prescritti farmaci antinfiammatori non steroidei.
  • Aumento della temperatura a cifre di bassa qualità. Dopo l'operazione, la degradazione delle proteine ​​avviene nel corpo del paziente, che porta a un aumento della temperatura a 37,5-37,7 gradi. Se necessario, per eliminare questa complicazione, al paziente vengono prescritti farmaci anti-infiammatori.
  • Perturbazione della sensibilità. Questa complicazione si verifica in circa l'1% dei pazienti. Le parestesie possono essere causate da danni ai nervi sottocutanei durante l'intervento. La sensibilità dei tessuti viene ripristinata entro circa un mese e mezzo.
  • Le complicazioni suppurative sono estremamente rare e sono causate da un'infezione infetta. Durante il periodo di molti anni di osservazioni nel mondo, solo alcuni di questi casi sono stati registrati.

Le complicazioni più formidabili della coagulazione laser endovasale delle vene

Interroga su dove curare le vene varicose, il paziente deve essere tenuto presente che la procedura eseguita con sufficientemente precisa osservanza della tecnologia può portare a una serie di complicazioni, come tromboflebite. È un'infiammazione della vena coagulata, che si sviluppa dal 4 ° all'8 ° giorno dopo il trattamento. La ragione di questa complicanza è l'insufficiente effetto termico sulla nave. Questa complicazione si verifica in circa il 5-12% dei pazienti.

La complicazione più pericolosa di EVLK è la trombosi venosa profonda, che può portare a insufficienza vascolare acuta e, in alcuni casi, cancrena o morte del paziente. Va tenuto presente che dopo il trattamento con laser, una tale complicazione è estremamente rara.

Pertanto, EVLK è un metodo minimamente invasivo efficace per il trattamento delle vene varicose, che ha un numero minimo di possibili complicanze. Al momento, la coagulazione laser è considerata uno dei modi più sicuri per trattare le vene varicose.

Coagulazione laser endovasale delle vene in vene varicose (EVLK)

La malattia varicosa è una malattia in cui si verifica la distruzione dell'apparato valvolare delle vene degli arti inferiori, causando un deflusso inadeguato di sangue e le vene si stanno gradualmente espandendo. Inizialmente, questo è solo un difetto puramente estetico, ma con la progressione della malattia, ci sono sintomi clinici fino a complicazioni pericolose - tromboflebiti e tromboembolismo.

Poiché il meccanismo delle vene varicose dopo tutto in un difetto anatomico, i metodi di trattamento conservativi sono inefficaci qui. Nonostante la crescente pubblicità di fondi da questa malattia, qualsiasi medicinale può essere considerato solo come mezzo per prevenire la progressione della malattia nelle fasi iniziali.

È logico che il metodo più radicale per trattare questa patologia sia la chirurgia. Lo scopo dell'operazione è quello di eliminare la via venosa molto ingrandita. Ciò viene ottenuto rimuovendo la vena varicosa o mediante la sua obliterazione (cioè sclerosando le pareti e chiudendo il suo lume).

Fino a poco tempo, l'intervento più comune per le vene varicose era flebectomia, vale a dire la rimozione completa della vena insostenibile - procedura abbastanza traumatico e sgradevole eseguito in anestesia generale, dopo di che le cicatrici rimangono per molto tempo e non passa un ematoma.

Negli ultimi decenni sono stati introdotti nella pratica altri metodi di trattamento chirurgico delle vene varicose: elettrocoagulazione, criochirurgia, scleroterapia, ablazione con radiofrequenza e altri. tuttavia di tutti i metodi minimamente invasivi proposti la massima popolarità è stata ottenuta con il metodo della coagulazione endovenosa laser endovenosa delle vene.

Benefici della coagulazione laser delle vene varicose

Coagulazione laser endovasale delle vene (EVLK) è stato applicato per la prima volta poco più di 10 anni fa. Ad oggi, questa procedura è il principale metodo di trattamento delle vene varicose all'estero, con ogni giorno la sua popolarità cresce in Russia. Questa operazione viene costantemente migliorata.

I principali vantaggi della coagulazione laser delle vene varicose:

  • Minimamente invasiva. Invece di una serie di tagli, viene eseguita una foratura. Dopo l'intervento chirurgico, non rimane quasi nessun ematoma sottocutaneo.
  • Non c'è bisogno di anestesia generale o anestesia spinale.
  • Indolore. L'operazione viene eseguita in anestesia locale, il paziente non avverte alcun dolore o segnala piccole e spiacevoli sensazioni.
  • Capacità di eseguire interventi chirurgici su base ambulatoriale, non è richiesto il ricovero ospedaliero.
  • Assenza di necessità di lunga riabilitazione. Dopo 1,5-2 ore dopo la procedura, è possibile tornare al regime normale. L'abilità lavorativa non è violata.
  • La percentuale più bassa di complicanze rispetto ad altri metodi.
  • Possibilità di intervento chirurgico in presenza di ulcere trofiche.
  • La coagulazione laser può essere ripetuta più volte.

L'essenza del trattamento laser delle vene varicose

Le indicazioni per EVLK sono la presenza di vene varicose. L'EVLK più frequentemente proposto con dilatazioni minori degli affluenti venosi.

Non applicare EVLK con l'espansione della vena safena di oltre 10 mm di diametro e anche in presenza di una vena dilatata fortemente contorta. In questi casi, questa procedura sarà inefficiente e tecnicamente impossibile.

In presenza di molti afflussi varicosi, è anche necessario rimuoverli. Il trattamento laser in questo caso diventa economicamente inopportuno (questo metodo è piuttosto costoso).

Il trattamento laser delle vene varicose è un metodo piuttosto giovane, quindi lo sviluppo e il miglioramento di esso continua. Si tengono discussioni sulla potenza ottimale delle radiazioni laser, sono state sviluppate e introdotte nuove guide di luce.

L'essenza del metodo di coagulazione laser risiede nel fatto che l'energia d'impatto del laser porta ad un "bollire" il sangue all'interno del recipiente, i calore agisce sulla parete interna della vena, si verifica ustione termica e pareti adesione vena con obliterazione del suo lume.

Questo rimuove il substrato anatomico per le vene varicose - la vena dilatata scompare e diventa un tessuto connettivo (o semplicemente una cicatrice) che non è visibile sotto la pelle. In futuro, di norma, si verifica il riassorbimento completo della vena.

Come viene eseguita la procedura EWLC

Nella versione classica, EVLK esclude qualsiasi taglio.

  • Sotto la supervisione degli ultrasuoni in posizione verticale, la vena da cancellare obliterazione laser è contrassegnata: la proiezione della vena viene semplicemente disegnata dal marker sulla pelle. Anche i suoi affluenti sono distinti.
  • Attraverso una piccola puntura (dopo anestesia locale preliminare), la vena viene perforata con uno speciale catetere venoso. In realtà, un'iniezione di anestetico prima della puntura è l'unica sensazione dolorosa durante questa operazione.
  • Una guida di luce laser è inserita attraverso il catetere. Sotto la supervisione degli ultrasuoni, la guida di luce viene trasportata al sito di venipuntura.
  • Viene eseguita un'anestesia tumescente - infiltrazione intorno alla vena alterata con una soluzione combinata contenente anestetico lidocaina, epinefrina e fiz. soluzione. Tale infiltrazione non solo fornisce anestesia, ma protegge anche i tessuti circostanti da una bruciatura.
  • Poi, un'EVLO - commutata radiazione laser prodotta e reverse fibra trazione ad una certa velocità (velocità in fibra di solito uno standard, è sviluppata sulla base degli studi clinici, ma può variare a seconda del diametro della vena e la lunghezza d'onda del laser).
  • Gli afflussi allargati varicosi sono sclerotizzati o rimossi attraverso microprogetti.
  • Dopo la procedura, viene applicata una fasciatura di compressione (rulli speciali in lattice sulla vena, attaccati alla pelle con gesso) e calze compressive dell'II grado di compressione.

Le calze compressive vengono acquistate in anticipo, quali - il medico consiglia la consultazione preliminare.

Controindicazioni al trattamento laser delle vene

Le principali controindicazioni sono:

  • Infiammazione della pelle e del tessuto sottocutaneo nel sito della procedura pianificata.
  • Il diametro della vena è più di 1 cm.
  • Violazione della funzione del camminare a causa di altre malattie (artrosi, conseguenze dell'ictus, altre malattie degli arti inferiori).
  • Malattie infettive acute o scompenso delle malattie somatiche croniche.
  • Stenose malattie delle arterie degli arti inferiori. Con queste malattie, l'apporto di sangue alle gambe è compromesso e l'EVLK può esacerbare questa situazione.
  • Aumento del numero di piastrine nel sangue (aumento del rischio di trombosi).
  • Trombosi ripetuta nell'anamnesi.
  • Gravidanza e allattamento.
  • L'obesità è alta, poiché complica la necessaria compressione postoperatoria.

Preparazione per EVLK

Prima dell'operazione è necessario sottoporsi a un sondaggio. In genere, viene assegnato un set standard di test:

  • Analisi generale del sangue, delle urine.
  • Analisi biochimiche
  • Ricerca sul sistema di coagulazione del sangue.
  • Sangue sui marcatori dell'epatite virale, HIV, sifilide.
  • ECG.
  • Fluorography.
  • Indagine sul terapeuta
  • Ginecologo per donne.

Oltre all'esame standard, l'esame ecografico delle navi delle gambe è obbligatorio.

Calze pre-acquisite e compressive. Sono selezionati individualmente da un flebologo. Di norma, possono essere acquistati presso la stessa clinica in cui è pianificato un intervento chirurgico o in un salone specializzato.

Prima dell'operazione, devi radere le gambe.

Video: preparazione e avanzamento dell'operazione

Periodo postoperatorio

L'intera operazione non richiede più di 40 minuti. Dopo l'operazione, camminare è necessario per un'ora, dopo di che il paziente può tornare a casa.

  • Dopo 2-3 giorni, un medico deve essere controllato con un esame ecografico obbligatorio.
  • Se è necessario un intervento chirurgico su un'altra gamba, è prescritto almeno una settimana dopo.
  • La maglieria a compressione non viene rimossa per cinque giorni, quindi per 1,5-2 mesi si veste solo durante il giorno. A questo proposito, non è consigliabile condurre l'operazione durante la stagione calda.
  • Si consiglia di camminare ogni giorno ad un ritmo rapido per almeno 1 ora.
  • Per un po 'di tempo sono stati preservati piccoli lividi e pigmentazioni sul sito della vena obliterata e nei siti di puntura.
  • Per diverse settimane, devono essere evitati lunghi carichi statici sulle gambe, seduta prolungata, bagno e sauna, bagni caldi.

Possibili conseguenze e complicazioni di EWLC

La procedura di EVLV provoca l'infiammazione asettica e la necrosi della vena.

Di conseguenza, ci possono essere:

  • Moderato dolore all'arto per 2-3 giorni.
  • Senso di tensione lungo la vena, disagio durante l'estensione della flessione.
  • Breve aumento della temperatura a cifre di bassa qualità.
  • Aspetto di lividi.

Tutti questi sintomi spiacevoli sono brevi e durano per diversi giorni.

Si dovrebbe anche notare la possibilità di ricorrenza della malattia: insufficiente obliterazione del lume della vena porta alla sua ricanalizzazione - ripristino del flusso sanguigno in essa e ri-espansione. Molto spesso ciò accade quando le raccomandazioni postoperatorie non sono soddisfatte.

Molto raramente complicazioni più formidabili - Tromboflebiti della vena coagulata o trombosi venosa profonda. Queste complicazioni si verificano al 4 ° - 6 ° giorno dopo l'operazione, è necessario ricordare la possibilità che si verifichino e i sintomi in cui è necessario contattare immediatamente il medico:

  • L'inizio del forte dolore alla gamba.
  • La temperatura supera i 38 gradi.
  • La comparsa di arrossamento, densità, tenerezza lungo le vene.
  • L'aspetto del gonfiore del piede.

Il principale svantaggio della rimozione laser delle vene varicose è il suo costo. Questa operazione è pagata. Il costo dell'operazione è da 30 a 60 mila rubli. Il prezzo dipende principalmente dal volume dell'operazione (la lunghezza della vena, la necessità di rimozione e il numero dei suoi afflussi sono presi in considerazione), il tipo di attrezzatura utilizzata (il trattamento laser radiale costa di più). Anche i prezzi per la maglieria a compressione non sono piccoli e non è necessario risparmiarli.

Tuttavia, le recensioni di pazienti sottoposti a obliterazione laser delle vene nella stragrande maggioranza sono solo positivi. Senza anestesia, senza significative sensazioni dolorose! In 40 minuti dopo l'operazione puoi camminare, dopo 2 ore puoi tornare a casa e tornare ai tuoi soliti affari. L'effetto è evidente dopo pochi giorni: nessun dolore, nessun edema, nessun fascio sporgente sotto la pelle. L'opinione principale dei pazienti: l'operazione di EVLK costa questo denaro.

Possibili conseguenze del trattamento laser per le vene varicose

Importante! I medici sono scioccati: "Esiste un rimedio efficace ed economico per le vene varicose degli arti inferiori". Per saperne di più.

Spesso eseguito con una malattia come vene varicose, trattamento laser; le conseguenze della coagulazione laser delle vene (EVLK) possono essere diverse.

Esistono molti modi per trattare le vene varicose: dalle tecniche chirurgiche ai programmi di supporto conservativi. Tuttavia, la vera causa della malattia rimane nel corpo per tutta la vita, nonostante tutti gli sforzi dei medici. Pertanto, ogni paziente di un flebologo deve valutare i pro e i contro prima di decidere di rimuovere le vene con metodi tradizionali o laser.

Se il paziente è sano per via sistemica, agile, non obesi, un po 'ramificata straight-tronco vene varicose, trattamento laser è una priorità per lui, in quanto:

  • basso impatto;
  • non richiede il ricovero in ospedale;
  • ha un periodo di recupero minimo;
  • con elevate qualifiche, il chirurgo ha conseguenze postoperatorie minori.

Le carenze del metodo includono il suo alto costo, la dipendenza del risultato dell'operazione sulla qualifica del medico, le caratteristiche tecniche dell'apparato e dei componenti del laser, nonché il rischio di una reazione inaspettata del corpo all'effetto della radiazione laser.

Entro una settimana dopo l'EAVL, la maggior parte dei pazienti ha sensazioni spiacevoli dovute a processi necrotici nelle vene saldate al laser. Queste sensazioni nel primo periodo dopo l'intervento sono considerate la norma.

Reazioni negative del periodo postin vigore

I NOSTRI LETTORI RACCOMANDANO: I MEZZI DELLA VARICOSI E DELLE GAMBE POSSONO RIMUOVERE SEMPLICE CREAM-WAX. LEGGI TUTTO >>>

Nel periodo postoperatorio, il paziente può sperimentare tali fenomeni negativi:

  1. Dolori e sensazioni periodicamente sorti di una sensazione di bruciore nei tessuti lungo la vena coagulata. Questa può essere una reazione individuale del corpo a una bruciatura. Va notato che la fascia elastica o la calza di compressione non stringono troppo la gamba, se necessario, indebolisce la compressione.
  2. Sigilli duraturi di tessuti nel campo di intervento, che assomigliano a un cuscino ipodermico come una traccia di sutura dopo un taglio cesareo.
  3. La comparsa di lividi lungo la vena. Questo può essere sia una reazione individuale del corpo (cattiva coagulabilità del sangue), sia una conseguenza di errori nella condotta di EVLK. Le contusioni possono comparire a causa della pressione dell'infiltrato, che forma delle foche nei siti di iniezione dell'anestetico, sui tessuti adiacenti. Punte multiple (perforazione) della vena portano anche a emorragie interne.
  4. Tensione sotto il ginocchio con estensione completa della gamba. Può persistere fino a 1,5 mesi dopo l'intervento.
  5. Un aumento della temperatura corporea per diversi giorni a causa del processo infiammatorio dell'arto operato.

  • Ripetute recidive della malattia. Le vene varicose dopo l'intervento chirurgico possono svilupparsi nuovamente se parti di vene perforanti (afflussi della vena) colpite dalla malattia sono rimaste inalterate durante EVLK. In questo caso, non si può fare a meno di un intervento chirurgico ripetuto - flebectomia tradizionale.
  • La temporanea perdita di sensibilità nella regione dello stinco, che è sorto a causa di lesioni alle fibre nervose. Completamente restaurato dopo 5-6 mesi.
  • Processo infiammatorio, in casi difficili con suppurazione. Richiede un trattamento complesso e un lungo recupero del paziente.
  • Il rischio di trombosi delle vene perforanti e lo sviluppo della trombosi venosa profonda, che rappresenta una minaccia per la vita del paziente.
  • Aspetto di macchie scure sulla pelle. Di solito scompaiono senza trattamento per sei mesi.
  • È molto importante assicurarsi che il paziente non abbia controindicazioni alla conduzione di EVLK: eseguire un accurato esame strumentale e di laboratorio, per studiare l'anamnesi. Ciò minimizza la possibilità di errori medici e il rischio di complicanze postoperatorie. In nessun caso le vene varicose possono essere trattate con pazienti con trombofilia - una tendenza innata alla trombosi. Tale trattamento può costargli la vita. Qualsiasi patologia cardiovascolare esclude anche il trattamento laser.

    Risultati positivi del trattamento laser

    Certamente, lontano da tutti i pazienti dopo EVLK ci sono delle complicazioni. Se varici visibili localmente, senza torsioni complicate vene, fotocoagulazione laser porta a buoni risultati: il malato Vienna cessa di esistere, minore flusso di sangue arto normalizza, la minaccia di trombosi può essere un lungo tempo di non avere paura. trattamento laser Completato con successo migliora la qualità della vita del paziente: manifestazioni cliniche vanno varici, come la gravità, il dolore e crampi alle gambe, stanchezza mentre si cammina. La coagulazione laser delle vene restituisce alle gambe un aspetto attraente, in modo che i pazienti possano indossare nuovamente abiti estivi aperti e gonne corte.

    Anche se l'operazione ha avuto successo, non puoi rilassarti e lasciare che la tua salute funzioni senza intoppi. La varicosità è una malattia permanente e nessuno è immune dalla ricaduta. Dovresti visitare regolarmente il flebologo, assumere farmaci antivirali almeno due volte l'anno, fare ginnastica speciale a casa, indossare la maglia di compressione. Durante il sonno, è necessario mantenere le gambe in una posizione rialzata (su un cuscino speciale) per garantire un flusso di ritorno di sangue e prevenire il ristagno. È molto importante monitorare il peso corporeo: il sovrappeso aumenta il rischio di recidiva della malattia. Se ci sono disturbi endocrini, lo squilibrio ormonale dovrebbe essere corretto nel tempo. Provoca l'aggravamento delle vene varicose.

    conclusione

    La coagulazione laser endovasale delle vene varicose è un metodo popolare e ampiamente utilizzato per combattere le vene varicose. Come ogni operazione chirurgica, EVLK ha un periodo postoperatorio in cui sono possibili complicazioni. Se non si tratta di trombosi o infiammazione purulenta, i fenomeni negativi post-operatori con successo e senza conseguenze vengono fermati dal trattamento sintomatico o con il passare del tempo passano da soli. Ma con un intervento chirurgico brillantemente eseguito e una risposta adeguata del corpo del paziente al trattamento, l'efficacia di EVLK non può essere sovrastimata. Il paziente ottiene ancora i piaceri della vita senza le vene varicose: libertà e facilità di movimento, benessere e umore, bellezza e salute delle gambe.

    Si deve solo non dimenticare di misure preventive: per condurre una vita sana, l'assunzione di farmaci di manutenzione, non sollevare pesi, le donne durante la gravidanza, il parto e il periodo post-parto di indossare calze a compressione medica. È necessario camminare di più ed evitare una seduta prolungata. Quando queste raccomandazioni utili possono essere evitate la ricomparsa delle vene varicose e la necessità di ripetere l'operazione.

    Come dimenticare per sempre le varici?

    • Il dolore alle gambe limita i tuoi movimenti e una vita piena...
    • Sei preoccupato per il disagio, le brutte vene, il gonfiore sistematico...
    • Forse hai provato un sacco di medicine, creme e unguenti...
    • Ma a giudicare dal fatto che tu abbia letto queste righe - non molto ti hanno aiutato...

    Ma c'è davvero un rimedio efficace per varicose, che aiuta a salvare 20.000 rubli. sull'operazione Maggiori informazioni >>>

    Coagulazione laser endovenosa delle vene

    La varicosi è una malattia infestata da un numero enorme di persone e si applica allo stesso modo a uomini e donne. La causa delle vene varicose sulle gambe e su altre parti del corpo può servire a vari fattori, possono essere sia congenite che acquisite. Esistono molti modi per trattare le vene varicose: conservativa convenzionale, rimozione chirurgica delle vene varicose e coagulazione laser delle vene.

    Indicazioni per la procedura

    L'indicazione principale per la coagulazione laser delle vene è lo stadio iniziale della malattia, quando i tributari venosi hanno una leggera espansione.

    La coagulazione endovenosa delle vene degli arti inferiori viene utilizzata con successo per lo stinco trofico. Questa procedura elimina completamente la medicazione aperta della zona danneggiata della pelle. Con le vene varicose, questo metodo di trattamento delle vene è preferito, dal momento che può essere utilizzato più volte.

    La coagulazione laser delle vene varicose viene in primo piano tra gli altri metodi di trattamento. La massima efficacia può essere raggiunta solo se la vena viene ingrandita di meno di 10 mm rispetto alla dimensione normale. Un laser è sufficiente se le vene grandi e piccole passano senza pieghe, altrimenti saranno necessari due laser, che saranno posizionati su entrambi i lati delle vene.

    Controindicazioni

    Prima che inizi la procedura, il paziente passa necessariamente tutte le procedure diagnostiche che sono state prescritte dal medico per scoprire se ci sono controindicazioni all'esecuzione della coagulazione endovasale delle vene. Le controindicazioni condizionali possono essere suddivise in due gruppi: locale e generale.

    Controindicazioni di carattere locale:

    • Prima di tutto, le controindicazioni locali includono i processi infiammatori della pelle, nonché l'infiammazione dello strato sottocutaneo nell'area in cui le vene varicose saranno trattate con un laser. Inoltre, in nessun caso non dovrebbe influire sulle vene, che si espandono più della norma.

    Controindicazioni generali:

    • Controindicazioni generali sono molto di più, dal momento che sono associati a varie malattie acute o croniche. Poiché la procedura di coagulazione laser della varicosa coinvolge il movimento attivo del paziente dopo la procedura, quindi eventuali malattie che peggiorano il funzionamento del sistema muscolo-scheletrico sono controindicazioni per l'esecuzione di questo metodo di trattamento.
    • Anche la coagulazione laser delle vene non viene eseguita se vi è il rischio di coaguli di sangue nei vasi. Di solito questo può verificarsi nei pazienti con trombofilia. Con l'obesità e la cardiopatia ischemica, questa procedura non viene eseguita.

    Preparazione di

    La decisione sulla nomina come trattamento della coagulazione endovenosa delle vene degli arti inferiori sarà presa da un medico di flebologo. In primo luogo, dirige il paziente all'esame ecografico delle navi. Secondo i risultati il ​​medico determinerà come funziona il sistema venoso del paziente. Osserverà la dimensione delle navi colpite, la loro pervietà.

    Anche l'ispezione e la preparazione necessarie prima della coagulazione laser delle vene sono la consegna di esami del sangue e delle urine. La preparazione per la coagulazione richiederà non più di due giorni. Inoltre, il medico deve scoprire se il paziente ha un'allergia a quelli o ad altri farmaci che verranno utilizzati nel processo di trattamento per escludere la possibilità di un incidente.

    Processo di coagulazione

    Questo metodo di trattamento delle vene varicose è un'operazione minimamente invasiva che richiede una guida di luce laser. È un laser con un tubo flessibile. Su questo tubo direttamente e passa un raggio dal laser e colpisce l'area interessata della vena. Prima di iniziare la procedura, il medico esegue una piccola foratura vicino all'area interessata, attraverso la quale il raggio terapeutico influisce sulla vena varicosa. È necessario che il raggio colpisca il sangue. Quindi, sotto l'influenza della temperatura del laser, si formano delle bolle nel sangue che aderirà alle pareti della vena e quindi darà un risultato positivo, che il paziente si aspetta così.

    Luogo di azione laser

    Quindi, si può concludere che il processo di coagulazione si verifica al momento, mentre iniziano a esercitare il loro effetto sulla nave interessata delle bolle di vapore. In questo momento, e c'è un incollaggio della parete venosa.

    La coagulazione laser delle vene degli arti inferiori e superiori dura circa mezz'ora e viene eseguita in due semplici passaggi. Il primo è l'effetto sulla grande vena, che ha problemi con il funzionamento delle valvole. Il secondo passo sta già influenzando l'afflusso di una grande vena affetta da vene varicose.

    anestesia

    Durante l'operazione di coagulazione laser della vena, viene fornita l'anestesia locale per fornire al paziente un trattamento confortevole senza sensazioni dolorose. Per eseguirlo, viene utilizzata una soluzione, che comprende tre componenti, ciascuno con la propria funzione specifica. La fisiologica è necessaria per nutrire i tessuti che circondano la nave colpita. Al fine di restringere la nave, l'adrenalina entra nella componente anestetica. L'anestetico attivo sarà lidocaina.

    reinserimento

    Molte persone sono interessate alla domanda: quanto tempo dura il recupero dopo la coagulazione laser delle vene, quale periodo dell'ospedale, se i sentimenti dolorosi saranno disturbati dopo le procedure di trattamento. Dopo aver eseguito la coagulazione laser delle vene, il paziente ritorna immediatamente allo stile di vita abituale, non sono richiesti costi aggiuntivi per il restauro. Questo è il lato positivo di questa procedura per altri metodi di trattamento.

    L'unica limitazione dopo l'esposizione laser alle vene varicose è che si dovrebbe astenersi da uno sforzo fisico pesante. Sì, e sarà scomodo fare sport o scaricare i carrelli con maglieria a compressione, che dovrebbe essere indossata 24 ore su 24 la prima settimana dopo il trattamento. Di conseguenza, la calza viene lasciata solo per un giorno. Per indossarlo ci dovrebbero essere fino a due mesi, il termine esatto sarà determinato dal medico, in base allo stato di salute del paziente.

    Va anche detto che in alcuni casi il paziente può provare qualche inconveniente nell'area dell'ex vascello malato, ma questo non dura a lungo. Consiglia inoltre di spostarsi, e, esattamente, a piedi tranquilli almeno un'ora al giorno.

    Vene prima e dopo la coagulazione

    prevenzione

    Esiste la possibilità che la varicosi si manifesti di nuovo, pertanto è necessario attuare misure preventive che non si verificano più con la famigerata malattia.

    È necessario camminare a piedi, solo senza carichi speciali, in ogni caso non indossare i tacchi alti. Il nuoto è uno dei modi migliori per prevenire le vene varicose. La doccia a contrasto per gli arti inferiori darà a tutti una sensazione incredibile, inoltre tutto ridurrà la ricaduta della malattia.

    Siete Interessati Circa Le Vene Varicose

    6 tesi su se è possibile impegnarsi in cyclette con vene varicose e come farlo correttamente

    Motivi

    La formazione nella fase iniziale della malattia ne trarrà sicuramente beneficio e impedirà ulteriori progressi....

    Le migliori pillole per emorroidi per donne e uomini

    Motivi

    Se il nodo emorroidario è infiammato, è difficile per un paziente andare in bagno, poiché l'atto della defecazione è accompagnato da dolore acuto e sanguinamento di intensità variabile....