Scleroterapia a compressione delle vene degli arti inferiori: prima e dopo. Tipi di procedura, formazione e riabilitazione

Prevenzione

Le vene varicose sono una malattia vascolare grave ed estremamente comune. Fino a un certo tempo, le vene varicose senza sintomi visibili. Ciò porta al fatto che la chiamata al medico si verifica nella fase avanzata della malattia. Questa fase dello sviluppo della patologia è già il secondo grado delle vene varicose. Di regola, in questo caso i metodi di trattamento conservativi non sono così efficaci e è richiesto un intervento chirurgico.

Contenuto dell'articolo

La diffusa prevalenza della malattia vascolare ci costringe a cercare nuovi metodi per curarla. Pertanto, non ci sono solo tecniche invasive, ma anche efficaci, minimamente invasive. Una delle procedure non chirurgiche più popolari è la scleroterapia delle vene varicose.

Scleroterapia delle vene degli arti inferiori: la storia della tecnica, i tipi, la preparazione

Se al paziente è stata diagnosticata la presenza di vene varicose degli arti inferiori, lo specialista prescriverà il trattamento il più presto possibile. Lo schema terapeutico sarà completo. Può consistere nelle raccomandazioni di uno specialista per quanto riguarda lo stile di vita del paziente, l'assunzione di farmaci, l'uso di prodotti topici, l'esecuzione di esercizi terapeutici e il massaggio. Nel caso in cui sia necessario un trattamento radicale, può essere prescritto un intervento chirurgico, in particolare la scleroterapia iniettiva. Qual è questo metodo e quali caratteristiche ha?

La scleroterapia a compressione delle vene degli arti inferiori è una tecnica minimamente invasiva che consente il trattamento dei sistemi linfatici e vascolari rimuovendo la patologia alterata delle vene. Questa non è un'operazione per rimuovere le vene, ma la sua alternativa. L'essenza della procedura è che i farmaci vengono iniettati nella cavità colpita dei vasi, causando un processo irreversibile di svuotamento del lume e cicatrici della parete venosa. I farmaci che impediscono il flusso sanguigno sono chiamati sclerosanti.

La procedura di scleroterapia delle vene non è nuova. Ma sin dalla prima citazione in lavori scientifici, ha subito una serie di cambiamenti significativi. Per la prima volta, la procedura di scleroterapia delle vene degli arti inferiori fu testata dai medici nella seconda metà del XIX secolo. A quel tempo, sale, eteri e sostanze chimiche complesse venivano usate come sclerosanti. Pertanto, gli effetti della scleroterapia per il corpo erano negativi. Gli effetti collaterali hanno bloccato l'intero effetto positivo del trattamento della malattia. Questi fenomeni negativi e sono diventati un ostacolo per l'ulteriore sviluppo di questo tipo di trattamento per le vene varicose per molti anni. Solo un secolo dopo è stato scoperto un farmaco che, inserito con precisione nel canale, porta al suo "incollaggio" di successo.

Più tardi la tecnica della scleroterapia è stata migliorata. Per controllare la somministrazione del farmaco, è stato deciso di utilizzare l'angioscansione duplex ultrasonico. In precedenza, veniva utilizzato solo per diagnosticare e valutare l'efficacia della terapia. L'uso del controllo a ultrasuoni migliora la qualità della procedura eseguita. Il metodo è chiamato echoscleroterapia. Inoltre, ci sono altri tipi di scleroterapia. Il più comune come schiuma (microfine), laser e microscleroterapia delle vene varicose degli arti inferiori.

Scleroterapia a schiuma

La tecnologia della schiuma o la scleroterapia con schiuma delle vene varicose viene utilizzata per rimuovere le grandi vene sottocutanee delle gambe. Questo tipo di terapia viene utilizzato quando la scleroterapia vascolare non può essere eseguita utilizzando iniezioni di farmaci solubili a causa dell'alto rischio di trombosi. Invece, la schiuma finemente dispersa viene introdotta nella vena. Il vantaggio di questo metodo è che quando una sostanza entra nel lume venoso, non si mescola con il sangue, ma lo spinge fuori. Pertanto, una sessione di scleroterapia con schiuma minimizza il rischio di coaguli di sangue. I vantaggi di questa terapia includono il risultato, che dà l'effetto desiderato dalla procedura più veloce rispetto ad altri tipi di procedura. E alla domanda: "Dopo quante delle vene scompaiono dopo la scleroterapia?", Puoi rispondere: "Momentaneamente!".

Scleroterapia laser

La rimozione delle vene varicose dal laser è abbastanza popolare e ha una grande efficacia. La procedura ha ridotto al minimo il trauma e la massima sicurezza per il paziente. Come si fa la scleroterapia laser sulle gambe con le vene varicose? La radiazione laser ha un effetto termico sulla membrana vascolare. Questo succede sotto la supervisione di ultrasuoni-doppler. Alla fine della scleroterapia, il punto in cui l'ago della guida di luce viene inserito nel segmento interessato del vaso venoso viene incollato insieme con uno speciale nastro o vengono effettuati dei tamponi di cotone per una compressione aggiuntiva. La procedura viene eseguita con analgesia novocaina. Qual è la migliore laser scleroterapia o coagulazione laser? La differenza nei metodi è che quando la coagulazione laser è leggera ed è difficile, e talvolta non può assolutamente penetrare nei tortuosi affluenti della nave. Inoltre, quando sono vicini alla pelle, sono possibili emorragie e ustioni. Pertanto, rispetto alla coagulazione laser, la scleroterapia delle vene degli arti inferiori è meno traumatica e meno spesso causa complicazioni. Questo lo rende più efficace ed efficace.

Scleroterapia microscopica delle teleangectasie

La scleroterapia degli asterischi vascolari non solo sulle gambe, ma anche su parti del corpo sotto il livello del cuore (la rimozione degli asterischi vascolari sul viso deve essere eseguita con altri metodi) è denominata microscopica. Indicazione: è usato per rimuovere neoplasie vascolari fino a 0,2 cm di diametro. Come è fatto? Questa procedura è piuttosto cosmetica ed esegue il suo flebologo estetico. La scleroterapia degli asterischi sulle gambe con questo metodo comporta l'introduzione di un farmaco nel lume della nave con ago sottile e catetere. Il loro spessore è molto piccolo e pari al diametro dei capillari da rimuovere. Se necessario, lo specialista può utilizzare speciali strumenti ottici.

Preparazione per la scleroterapia delle vene degli arti inferiori

Quando il trattamento delle vene fornisce tale terapia, come la scleroterapia, allora sorge la domanda su come prepararlo? Di norma, tutte le raccomandazioni necessarie per la preparazione alla scleroterapia delle gambe sono fornite da un chirurgo vascolare o da un flebologo. Dopo tutto, il grado di danno ai vasi sanguigni è diverso. Inoltre, le condizioni aggravanti del paziente e le complicanze delle vene varicose non sono escluse. Pertanto, la preparazione per la procedura avrà caratteristiche individuali.

Esistono fasi preparatorie generali per tutte le categorie di pazienti. Su consultazione prima della procedura è necessario notificare all'esperto quali medicinali assumi. In particolare, questo vale per i farmaci ormonali e antinfiammatori. Possono aumentare il sanguinamento del tessuto e il periodo di recupero, poiché aumentano il rischio che contusioni e foche si sviluppino dopo la scleroterapia.

Oltre a qualsiasi intervento chirurgico, anche se minimamente invasivo, è necessario superare i test. Prima della scleroterapia, è necessario eseguire un esame del sangue per coagulazione e creare allergeni se il paziente ha una reazione allergica ai farmaci nell'anamnesi.

La scleroterapia non implica una dieta restrittiva preliminare. Prima della procedura dovrebbe essere solo un pasto leggero e non meno di 2 ore. È estremamente importante pulire preventivamente il corpo dalle tossine. Pertanto, la risposta alla domanda popolare sul fumo e l'alcol ("può o non può?"), Sarà negativa. Inoltre, dalle bevande alcoliche deve essere scartato non più tardi di 2 giorni, e dal fumo - non meno di 10 ore prima dell'intervento. È importante capire che l'inosservanza di queste raccomandazioni causa un cambiamento delle condizioni fisiche: aumento della pressione sanguigna, diaframma ridotto, vasospasmo, aumento della frequenza cardiaca, che possono influire negativamente sul corso dell'operazione.

Se il paziente usa creme, unguenti o gel per il trattamento, allora non possono essere applicati prima della procedura. Prepararsi per la sessione implica anche liberarsi del rivestimento dei capelli della zona operata della pelle. Meno di 72 ore prima della procedura non può essere l'epilazione. Preferire la rimozione dei peli con la rasatura. Inoltre, per almeno mezzo mese, è necessario astenersi dal visitare il solarium e prendere il sole. Prima della sessione è necessario fare una doccia igienica.

Per le cure mediche, dovresti portare una maglia di compressione medica. Lo specialista avvertirà in anticipo quali bende o calze saranno necessarie dopo la scleroterapia. È necessario scegliere vestiti e scarpe da soli. Non dovrebbe essere vicino e fatto di materiali sintetici. Il requisito principale è il comfort e la praticità, in modo da non ostacolare i movimenti quando si indossano maglieria a compressione.

Caratteristiche della procedura

La scleroterapia è una procedura minimamente invasiva. Pertanto, nonostante sia effettuato in un ospedale o in qualsiasi altro istituto medico, sarà eseguito su base ambulatoriale e non è richiesto il ricovero ospedaliero.

Il corso del trattamento può essere da 1 a 5 procedure, in media non più di 3. Il numero di sessioni dipenderà dalle caratteristiche della lesione vascolare. Una sessione dura non più di 10-20 minuti.

L'efficacia della procedura è piuttosto elevata, ma nessun esperto darà una garanzia a vita al paziente nonostante la completa eliminazione del problema. La nave sclerosata può ripristinare l'afflusso e dopo 5-10 anni ci sarà una ricaduta.

Scleroterapia e gravidanza

Una delle domande principali è se è dannoso e se è possibile fare la scleroterapia durante la gravidanza? La gravidanza è un periodo molto importante e difficile nella vita di una donna. Entro 9 mesi, il suo corpo sperimenta stress e carico colossale. Inoltre, è necessario proteggere al massimo la salute e la futura salute del bambino.

Nonostante la naturalezza, portare frutto è un processo complesso. E quasi ogni seconda donna incinta affronta patologie vascolari. Le vene varicose sono una malattia insidiosa e i suoi sintomi possono essere rilevati anche dopo l'inizio della gravidanza, anche se la malattia è presente da molto tempo. Inoltre, è possibile e lo sviluppo della patologia vascolare durante la gestazione. Dopo tutto, molti fattori contribuiscono a questo: aumento di peso, addome in crescita, carico sugli arti inferiori, diminuzione dell'attività, ecc.

Se la futura madre ha scoperto segni di una malattia vascolare, è necessario contattare immediatamente uno specialista. Effettuerà un esame e possibilmente prescriverà un sondaggio. In caso di diagnosi delle vene varicose o dei suoi primi segni, lo specialista selezionerà un trattamento appropriato per la condizione. Di norma, alle pazienti gravide viene prescritta una terapia conservativa senza farmaci. Se fare una donna incinta con scleroterapia sarà risolta da uno specialista. Perché l'uso di droghe-sclerosanti ha un certo numero di limitazioni. E di solito la gravidanza è una controindicazione alla scleroterapia. Ciò significa che molto probabilmente la risposta alla domanda, se la scleroterapia è pericolosa nel sopportare un feto, sarà affermativa. Le conseguenze dopo la scleroterapia delle vene degli arti inferiori possono essere imprevedibili in questo caso. E per il periodo di gravidanza, dovresti escludere qualsiasi rischio. Pertanto, con un alto grado di probabilità, questa procedura per il trattamento delle gambe non sarà condotta. È estremamente importante valutare e confrontare i possibili danni e i reali benefici della procedura per una donna incinta.

Cosa fare dopo la scleroterapia?

Dopo ogni intervento chirurgico, c'è un periodo di recupero. Che tipo di riabilitazione sarà, e quali restrizioni ci sono, eccita tutti i pazienti senza eccezioni. Cosa non si può fare dopo la procedura? Quanto indossare le calze a compressione dopo la scleroterapia delle vene degli arti inferiori? E molte altre domande sulle gambe operate.

La scleroterapia ha un periodo relativamente breve di riabilitazione, che è senza dubbio il suo grande vantaggio. Raccomandazioni che dopo la procedura di scleroterapia possono essere e quali dovrebbero essere i metodi di ulteriore trattamento, così come la prevenzione, dire allo specialista del trattamento.

Dopo aver eseguito la scleroterapia, è necessario iniziare immediatamente a muoversi. Una completa mancanza di stress sui piedi danneggia solo. L'unico "ma", dovrebbe essere fatto in maglia medica. Quanto ci vuole per indossare la lingerie di compressione? Dopo la scleroterapia, la compressione è estremamente importante. La biancheria da compressione non può essere rimossa i primi 2-3 giorni dopo la procedura (se non ci sono altre indicazioni). La maglieria terapeutica eliminerà il dolore quando si cammina, avverte l'edema, allevia la sgradevole sensazione di raspiraniya nelle gambe dopo la scleroterapia delle vene. La durata di indossare biancheria di compressione è determinata dal medico.

I preparati usati per "incollare" le vene contengono alcoli. Pertanto, la scleroterapia appena eseguita esclude la guida dei veicoli a motore durante le prime ore dopo la procedura.

Dopo che la vascolarizzazione o le vene varicose sono state rimosse, molti sono interessati a sapere se gli sport sono proibiti? Posso correre e quando posso andare in palestra? Certamente, dopo la scleroterapia ci sono alcune limitazioni. Gli sport dovrebbero essere eliminati per almeno 2-4 giorni, in modo che non vi sia alcuna complicazione dopo la scleroterapia delle vene. Va notato che dovresti consultare un medico sulla possibilità di praticare sport e sport da shock.

Un giorno dopo la scleroterapia è stata eseguita, puoi fare una doccia. Nella prima settimana dopo la procedura, non è possibile fare il bagno, visitare la sauna, la sauna e visitare la piscina.

Riprendere l'applicazione di unguento e crema per i piedi non dovrebbe essere precedente a 2-5 giorni dopo la procedura. Quando posso iniziare a bere vitamine e medicinali? L'ammissione di farmaci ormonali e antinfiammatori dopo scleroterapia delle vene deve essere esclusa per 10-14 giorni. L'inizio di tutti i farmaci deve essere concordato con uno specialista.

Complicazioni dopo la scleroterapia

La scleroterapia ha sia vantaggi che svantaggi. Nonostante la piccola invasività della procedura, è ancora un intervento chirurgico. Pertanto, è possibile, ma non necessariamente, la presenza di alcune complicazioni ed effetti collaterali. Ad esempio, ad esempio: allergia, necrosi, macchie (pigmentazione), temperatura, coni, lividi e fughe dopo la scleroterapia.

Dopo la scleroterapia, la gamba spesso fa male. Ma questa sensazione passa rapidamente nei primi giorni. Se il dolore doloroso nella vena, i sigilli, i coni, i lividi e la temperatura non persistono, il medico deve essere consultato il prima possibile. Non è possibile rimuovere tali effetti collaterali da soli. Queste sono complicazioni vascolari che potrebbero manifestarsi per ragioni completamente diverse. Identificarli ed eliminare correttamente nel più breve tempo possibile solo uno specialista.

Scleroterapia delle vene degli arti inferiori: controindicazioni

La procedura per "incollare" le vene è il più sicura ed efficace possibile e ha più vantaggi che svantaggi. Ma ci sono circostanze in cui è meglio non fare la scleroterapia. Hanno un nome - controindicazioni temporanee:

  • pianificazione della gravidanza;
  • trattamento per la dipendenza da alcol;
  • stagione calda;
  • sovrappeso.

Queste controindicazioni sono piuttosto arbitrarie. Pertanto, se c'è una necessità diretta di scleroterapia, tutto è soggetto a discussione nel processo di consultazione con uno specialista, dove dirà sicuramente se vale la pena eseguire la procedura.

Oltre a queste controindicazioni, esistono ancora controindicazioni assolute:

  • una reazione allergica al farmaco somministrato;
  • trombosi e tromboflebiti;
  • gravidanza e allattamento;
  • malattie infettive;
  • focolai purulenti sulla pelle degli arti;
  • malattie cardiache e renali croniche.

Caratteristiche della scleroterapia delle vene delle gambe

La scleroterapia (flebosclerosi) - un metodo moderno necessario per il trattamento dei sistemi linfatici e circolatori, è anche usato per trattare le vene varicose delle estremità (in tutte le fasi dello sviluppo) e altre patologie. Non è meno efficace della chirurgia tradizionale, ma non implica interferenze con la distruzione dell'integrità dei tessuti corporei. Dopo aver eseguito la procedura, è necessario indossare biancheria di compressione.

L'essenza della scleroterapia

Nel processo di scleroterapia c'è l'incollaggio e la rimozione delle vene danneggiate. Per fare ciò, all'interno di ciascuno di essi (usando uno speciale ago sottile, come l'insulina), viene aggiunta una soluzione che incolla le pareti della membrana, con conseguente coagulazione. Dopo un po ', rimane solo una piccola formazione fibrosa sul sito della vena, il suo lume si sovrasta, la patologia scompare. Il liquido iniettato è completamente eliminato dal corpo. Il farmaco non è dannoso per la salute, non sviluppa dipendenza e dipendenza.

Tipi di scleroterapia

Oggi, i seguenti tipi di procedura sono noti e praticati:

  • Microscleroterapia (si usa l'agente sclerosante, che viene iniettato nelle vene, se quest'ultimo non supera i 2 millimetri.) Non adatto per le vene di grandi dimensioni;
  • ecoscleroterapia (il processo deve essere eseguito insieme ad un esame ecografico che aiuti a determinare l'ingresso esatto del farmaco nel sito previsto situato nei tessuti profondi);
  • Schiuma scleroterapia vena, un altro nome - «forma schiuma» (per proviene farmaci che prendono stato schiumosa mescolata con l'aria, che meglio contatto con la parete venosa danneggiato, ampliando così l'applicazione del metodo);
  • crioscleroterapia (il farmaco viene raffreddato a bassa temperatura prima della somministrazione);
  • catetere per puntura sclerobliterante (la soluzione viene iniettata con un catetere). L'efficienza è discutibile, poiché il rischio di ricanalizzazione è elevato (oltre il 40%);
  • scleroterapia sotto venovizorom (metodo superficie per la rimozione di lesioni. Si intende utilizzare l'apparecchio VeinViewer, che sporge ictus vasi deformi sulla superficie del corpo. Il più efficace in combinazione con altri sclerosante).

Indicazioni e controindicazioni per l'uso

La scleroterapia delle vene degli arti inferiori è raccomandata per:

  • rimozione di asterischi vascolari (telangiectasia) e mesh (varicosità reticolare);
  • trattamento di vene varicose (la necessità di una procedura è determinata dal dottore);
  • sbarazzarsi di emangioma, linfangioma (neoplasie sottocutanee), emorroidi;
  • ripristino del trofismo alterato dei tessuti;
  • eliminazione di ulcere trofiche e tromboflebite acuta.

La scleroterapia delle vene varicose ha le seguenti controindicazioni:

  • malattie infettive;
  • reazioni allergiche;
  • gravidanza e allattamento;
  • diabete mellito;
  • malattie cardiache, sistema cardiovascolare, reni;
  • patologia delle vene profonde (ostruzione).

Vantaggi e svantaggi

Il metodo ha i suoi pro e contro.

La scleroterapia delle vene degli arti inferiori presenta i seguenti vantaggi:

  • indolore;
  • sicurezza per la salute;
  • assistenza ambulatoriale (non è necessario stare in ospedale);
  • ricevuta rapida del risultato (dopo la prima manipolazione);
  • il corso di trattamento è di breve durata;
  • non lascia conseguenze sulla pelle (segni, cicatrici e cicatrici, che lo distinguono dal metodo chirurgico).
  • Altri siti possono essere colpiti (se le navi non hanno forza sufficiente);
  • sul sito dei piercing medici, precedentemente chiusi da un farmaco, potrebbero esserci dei lumi (in questo caso è necessaria la consulenza e la supervisione con uno specialista);
  • possibilmente il ritorno della malattia (se è causata da insufficienza cardiaca);
  • la droga iniettata è in grado di causare allergie nelle persone inclini a risposte simili;
  • l'inosservanza di una dieta con emorroidi promuove una malattia ripetuta.

Possiamo confrontare l'effetto con la terapia laser?

Per sbarazzarsi di varicosi insieme alla scleroterapia, applicare un trattamento laser (obliterazione). Viene eseguito in un ospedale dotato di una struttura appropriata, non richiede l'anestesia, l'effetto è sentito solo per le aree difettose delle vene.

Il laser agisce sulle pareti dei vasi dall'interno e ripristina la struttura alterata senza alterare o danneggiare la pelle e lo strato sottocutaneo. La radiazione del dispositivo penetra nelle vene situate in profondità e ha un effetto curativo su di esse.

A differenza della scleroterapia, il laser non ha effetti collaterali, praticamente non consente il verificarsi di ricadute, ma il costo della sua applicazione è più alto.

Ci sono una serie di controindicazioni alla laser scleroterapia. Non può essere passato:

  • donne durante la gravidanza;
  • persone che assumono droghe contenenti ferro;
  • pazienti con manifestazioni di photodermatoses;
  • i proprietari di colore della pelle abbronzata (bruno).

Preparazione di

Prima della scleroterapia, il paziente deve seguire alcune raccomandazioni per la preparazione:

  • avere un esame con un medico;
  • condurre uno studio Doppler (una sorta di diagnosi ecografica, che rivela la patologia dei vasi sanguigni);
  • effettuare la rimozione dei peli dell'area del problema in cui verrà eseguita l'operazione (senza l'uso di creme, lozioni e unguenti);
  • Fumo e alcol sono vietati (non meno di due giorni);
  • con te devi avere scarpe larghe (vestiti);
  • prima della procedura (per 2 ore) si raccomanda l'assunzione di cibo facile e la doccia igienica (prima di venire in ospedale).

Come viene eseguita la procedura

Prima dell'inizio della manipolazione, le parti delle navi che richiedono un trattamento vengono attentamente esaminate. Quindi uno speciale ago molto sottile introduce un farmaco, sclerosando le vene e bloccando il decorso della malattia. L'azione è accompagnata dalla diagnosi ecografica: ti permette di colpire il bersaglio con precisione, oltre a tracciare l'effetto del farmaco. La sessione include da due a dieci iniezioni (durata: da 10 a 20 minuti).

Quando tutte le iniezioni gambe Fasciatura elastica (consiglia l'uso di un indumento di compressione o calze benda scleroterapia), della somministrazione della sostanza potrebbe avere uno sklerozivny (adesivo) effetto e prevenire il sanguinamento.

Quali farmaci vengono usati per la scleroterapia?

Per trattare le vene varicose delle gambe con la scleroterapia, vengono utilizzati speciali agenti sclerosanti. Sono divisi in diversi gruppi.

  1. Rotolamento proteina (coagulo formato nel foro, fornendo effetto incollaggio) detergenti sintetici, "Trombovar", "polidocanol" Sotradekol, sodio tetradecil "fibro Wayne".
  2. Causando la comparsa di coaguli di sangue (a parete singola Transform) farmaci karroziynye: soluzione di ioduro di Shotin, varikotsida soluzione Variglobina "Etoksisklerol» (Aethoxysklerol), «Trombovar".
  3. Preparazioni osmotiche (iperosmotiche, che causano la disidratazione delle pareti dei vasi sanguigni): sodio cloruro (10-24%), sodio salicilato (30-40%).

Fasi di partecipazione

La procedura di scleroterapia si svolge in più fasi:

  • accettazione da parte del paziente della corretta posizione del corpo (definita per ogni singola malattia - sdraiata o seduta);
  • designazione dell'area che richiede correzione e trattamento (la pelle intorno all'area bersaglio viene trattata con una soluzione antisettica), esecuzione di iniezioni (sempre in direzione ascendente);
  • Sul sito di puntura, viene applicato del cotone, si usa la compressione: gli indumenti a compressione sono usurati o la gamba è avvolta con una benda elastica;
  • La scleroterapia presuppone dopo la procedura l'esecuzione di azioni per prevenire la distruzione di vasi profondi, la formazione di coaguli di sangue (camminare è raccomandato per circa un'ora).

Periodo di riabilitazione

La scleroterapia a compressione dei piedi, come qualsiasi altra operazione, richiede tempo per riprendersi. Le tecniche raccomandate in questo periodo dovrebbero essere seguite in futuro.

La riabilitazione dopo la procedura è la seguente:

  • È necessario fare regolarmente passeggiate a piedi regolarmente (uno stile di vita sedentario è controindicato);
  • dovrebbe rifiutare la corsa pesante, non è possibile trasportare a mano carichi pesanti;
  • Non dovresti fare esercizi ginnici, aerobica ed esercizio fisico;
  • poiché molti farmaci usati nella procedura hanno alcol nella loro composizione, è meglio limitare la guida il più possibile;
  • rifiutare di visitare il solarium e la sauna.

Effetti collaterali dopo la scleroterapia

Nonostante la sua efficacia e indolenzimento, la scleroterapia delle vene delle gambe può avere effetti collaterali di diversa natura.

Effetti collaterali normali

La scleroterapia delle vene delle gambe porta alla combustione, l'aspetto di una ciocca. Questo effetto dura per un anno.

Effetti collaterali per un breve periodo:

  • prurito (diverse ore, un giorno);
  • brucia (scompare rapidamente e indipendentemente);
  • microtrauma, esfoliazione della pelle nei siti di iniezione (durata - una settimana, a volte due);
  • un po 'di dolore con la somministrazione del farmaco;
  • setochka vascolare (passa tra un mese o più);
  • gonfiore.

Complicazioni più gravi

Le complicazioni dopo la scleroterapia sono molto rare (la probabilità della loro comparsa nel rapporto percentuale è solo dello 0,02% del numero totale di procedure eseguite). Eppure, la manipolazione della scleroterapia delle vene delle gambe può portare a gravi conseguenze:

  • sanguinamento (le loro cause sono ulcere, formate a causa di un eccesso di fluido introdotto dalla mucosa);
  • lo sclerosante può influire sul fegato (se entra nel sangue);
  • disfunzione della prostata (infertilità, violazione della minzione, prostatite, infiammazione purulenta, ascesso con penetrazione profonda nei tessuti);
  • gravi ustioni;
  • tromboflebite;
  • trombosi di vene.

Costo della procedura

Il prezzo della partecipazione è costituito dal costo dei materiali di consumo (siringhe, aghi, rulli, salviette), medicinali strumenti, il lavoro professionale (procedura di scleroterapia viene eseguita da personale altamente qualificato medici-flebologo) utilizzati.

In media, il costo per sessione di scleroterapia ai piedi in Russia è di 9.000 rubli. Per il trattamento di molte malattie, una visita non sarà sufficiente.

In Europa, questo metodo di trattamento costerà da 200 a 800 euro, in Israele o negli Emirati Arabi Uniti dovrà pagare circa millecinquecento dollari.

Non importa quanto sia efficace il moderno metodo di trattamento delle vene varicose mediante la scleroterapia delle vene degli arti inferiori, ha delle conseguenze e non fornisce una garanzia assoluta dell'assenza di recidiva (malattia ricorrente).

Recupero dopo scleroterapia

Con l'osservanza di regole appropriate, è possibile ottenere un buon risultato visivo, per curare le vene varicose. Dopo la procedura di scleroterapia è importante soddisfare la prescrizione del medico. Ciò minimizza il rischio di progressione delle complicanze.

Cosa fare dopo la scleroterapia?

La procedura corrispondente è uno dei metodi per eliminare le vene varicose. L'essenza del trattamento è l'iniezione di un farmaco speciale che fa aderire le pareti dei vasi. A causa di ciò, è possibile sbarazzarsi di una spiacevole condizione patologica senza intervento chirurgico.

I pazienti devono sapere come comportarsi dopo la scleroterapia delle vene. Ciò eviterà la formazione di una varietà di foche, lividi e altre complicazioni correlate.

Il primo aspetto di un periodo di riabilitazione di successo è indossare una benda elastica e calze speciali. Forniscono un'adeguata compressione delle vene trattate. La prima notte dopo la procedura appropriata, il paziente dovrebbe dormire in una fasciatura elastica e calze. Quindi devi indossare solo la jersey di compressione.

È un tipo speciale di abbigliamento, creato da uno speciale tessuto elastico, che assicura una compressione uniforme dei vasi per accelerare il processo di riassorbimento delle vene trattate. Queste calze sono indossate tutti i giorni al mattino, ma prese prima di coricarsi.

Quanto indossare bende e maglieria a compressione dopo la microscleroterapia? Le calze speciali vengono utilizzate per 14 giorni. Le bende vengono applicate solo nel primo giorno.

Raccomandazioni importanti dopo la scleroterapia:

  • Alla fine della procedura, devi camminare per mezz'ora. Questo dovrebbe essere fatto sotto la supervisione di un medico.
  • Dopo la scleroterapia puoi andare a fare sport. Ogni giorno è necessario passare a 3-4 km dal solito passo.
  • Se hai mal di testa, devi prendere il rimedio appropriato, che lo specialista consiglierà in via preliminare.
  • In una settimana il paziente deve sottoporsi a un esame programmato con un medico. Se necessario, ripetere la procedura dopo 14 giorni, ma previo accordo con il medico.

La progressione del dolore e del gonfiore alle gambe dovrebbe avvisare il paziente e fargli visitare un medico. Altrimenti, gli effetti della scleroterapia saranno esacerbati.

Cosa non si può fare?

Per ottenere il risultato più favorevole, il paziente deve limitare un numero di punti dopo la fine della procedura. La riabilitazione qualitativa dopo la scleroterapia proibisce quanto segue:

  • Fai bagni caldi, fai una sauna o una sauna per le prossime due settimane.
  • Prendere il sole. I primi 14 giorni di preparazione del sito di iniezione devono essere accuratamente nascosti alla luce solare diretta. Tan frena il processo di recupero.
  • Vola sull'aereo
  • Fai sport con eccessivo sforzo fisico.
  • Applicare una varietà di creme e gel. Controindicato l'uso di unguento con eparina dopo scleroterapia a causa dell'elevato rischio di lividi e lividi.

Posso assumere alcolici dopo la scleroterapia? Non ci sono divieti rigorosi sull'uso di bevande alcoliche. Tuttavia, non usare l'etanolo nei primi 2-3 giorni. Immediatamente dopo aver incollato le vene, non puoi guidare. Preparazioni specializzate contengono alcol nella loro composizione.

Per accelerare il periodo di recupero, dovresti evitare di stare seduto a lungo o stare in piedi in un posto. Ciò impedirà il ristagno di sangue nei vasi sanguigni e raggiungerà rapidamente il risultato desiderato.

Periodo di recupero

La scleroterapia è uno dei metodi più popolari per combattere le vene varicose. I pazienti devono capire che il processo di trattamento non è una tantum. Per ottenere il risultato appropriato, è necessario passare attraverso un certo periodo di riabilitazione.

Ad ogni paziente è individuale e dipende dalle caratteristiche di un organismo concreto, dalle sue capacità rigenerative. La condizione principale per il recupero qualitativo rimane l'autocontrollo e la disciplina del paziente. Il rispetto delle regole e delle raccomandazioni del medico garantisce la minimizzazione del rischio di complicanze.

Nel processo di sclerosante delle vene, c'è un'infiammazione asettica locale. Questo è spesso accompagnato da gonfiore, piccole emorragie, sindrome del dolore. Dopo la scleroterapia appaiono spesso sigilli e coni (coagulae) lungo la nave. Indicano un corso normale del processo di incollaggio delle vene. Le coagule sono piccole bolle con un liquido all'interno. Per rimuoverli, i medici usano aghi sottili e rimuovono il contenuto.

Lividi dopo scleroterapia e gonfiore sono un evento comune. I primi si formano dapprima nel sito di iniezione. Hanno un caratteristico colore cianotico. Nel tempo diventano gialli. Dopo circa 7-10 giorni, la pelle acquisisce un colore normale. Come rimuovere un difetto visivo, se durante questo lasso di tempo i lividi non passano?

È necessario continuare l'uso della maglieria a compressione e consultare un medico. Talvolta la flebite si sviluppa sullo sfondo della procedura. Nel 5-10% dei casi, l'iperpigmentazione della pelle si verifica nei siti di iniezione dei farmaci, che passa in modo indipendente dopo 2-3 mesi.

complicazioni

La scleroterapia è un metodo sicuro per eliminare i vasi dilatati, che è ampiamente usato nella pratica. Al momento, la tecnica di eseguire la procedura corrispondente ridurrà al minimo i rischi di sviluppare una serie di conseguenze indesiderabili. I pazienti tollerano bene l'intervento. La percentuale di complicazioni è insignificante.

Tuttavia, ci sono una serie di possibili effetti collaterali che possono dare a una persona un certo disagio. Questi sono:

  • Prurito della pelle nella zona di iniezione. Rimane una reazione del corpo all'introduzione di un farmaco appropriato. Questa condizione non richiede l'uso di farmaci specializzati dopo la scleroterapia. Passa indipendentemente in 1-2 ore.
  • Decolorazione della pelle La copertura del corpo lungo la nave può diventare marrone. Tale pigmentazione è osservata nel 5-10% dei pazienti e non richiede un trattamento speciale.
  • Pelle scrostata Ci sono meno del 2% dei pazienti.
  • Reazioni allergiche Sviluppare estremamente raro.
  • Evento di edema a breve termine. Se la gamba è gonfia, dolorante e cambia colore, è necessario contattare il medico. Tali sintomi possono indicare lo sviluppo della flebite.
  • Sindrome del dolore.

Le situazioni sopra descritte sono per lo più a breve termine e non causano problemi particolari al paziente. Tuttavia, è necessario evidenziare le conseguenze più pericolose della procedura.

Complicazioni dopo la scleroterapia:

  • stravaso - L'introduzione della medicina oltre la vena. Il farmaco entra nel tessuto molle. Progressione di infiltrazione nell'area interessata, accompagnata da sindrome del dolore, arrossamento e formazione di un sigillo. Nel sito patologico, si sviluppa l'infiammazione locale. Nel tempo, passa da solo.
  • tromboflebite - Infiammazione della vena. Una rara complicanza, che si verifica principalmente quando la procedura viene eseguita in modo errato o quando è attaccata un'infezione batterica. Maggiori dettagli sulla tromboflebite →

La flebite dopo scleroterapia è meno comune nella pratica. La sua diffusione nel passato era dovuta all'introduzione di preparati liquidi. Ora vengono usate sostanze schiumose. Sono meglio in contatto con la parete del vaso e minimizzano il rischio di flebiti.

L'uso della manipolazione del controllo a ultrasuoni consente l'implementazione di iniezioni ultra precise. Tale controllo fornisce un buon risultato terapeutico. Le flebite e altre complicazioni si sviluppano molto raramente.

La scleroterapia è un metodo moderno ed efficace per eliminare le vene dilatate. Ogni anno sempre più persone lo usano per eliminare le vene varicose o gli asterischi vascolari.

Scleroterapia delle vene degli arti inferiori

moderno approccio al trattamento delle vene varicose degli arti inferiori è l'uso di tecniche tradizionali e l'uso di procedure innovative e minimamente invasive che aiutano il paziente non solo per evitare la progressione della malattia, ma anche di ridurre significativamente il periodo di riposo e ricovero. Uno dei quali è relativamente nuovo manipolazione scleroterapia delle estremità inferiori (nei pazienti, è spesso indicato come "trattamento delle vene varicose iniezioni").

Informazioni generali sulla scleroterapia delle vene

La compressione essenza fleboskleroterapii è quello di rimuovere le vene malate introducendo nella loro preparazioni lumen, sclerosanti, causando la distruzione della parete del vaso interessato e chiusura completa (obliterazione o incollaggio) del suo lume. Dopo la sessione di scleroterapia, la vena cessa di partecipare alla circolazione e la sua ulteriore espansione viene sospesa, impedendo così un'ulteriore progressione della malattia. 2-6 mesi dopo l'introduzione della degenerazione sclerosant si verifica cancellati vasi nelle bande di tessuto connettivo sottili, e sono quasi completamente assorbiti nei prossimi 1-1,5 anni.

Di solito la scleroterapia è prescritta dal corso e ogni sessione si svolge ogni 6-7 giorni. In media, il paziente può aver bisogno di circa 3-6 procedure per ciascun arto. Per una sessione classica nelle vene colpite, vengono eseguite circa 3-20 iniezioni. La durata del trattamento dipende dalla forma e dallo stadio delle vene varicose ed è determinata dal flebologo individualmente dopo aver analizzato tutti i dati ottenuti durante la diagnosi completa. Il trattamento più a lungo termine può richiedere vene reticolari (vasi superficiali con un diametro di circa 3 mm), teleangectasie multiple ("vene varicose") o varici di alta prevalenza.

Dopo l'iniezione, il paziente deve indossare una maglia di compressione per 24 ore al giorno, che fornirà supporto e spremitura sufficienti delle vene. E dopo il completamento del ciclo di trattamento, devono essere indossati maglieria o bende speciali durante il giorno per 1-3 mesi. Maglieria speciale (collant, calze, calzettoni) o bende elastiche sono selezionate dal flebologo per ogni paziente individualmente. Dopo la scleroterapia, di solito si consiglia di indossare biancheria di compressione di Classe II.

Inoltre, il paziente dopo il corso del trattamento deve assumere le medicine raccomandate dal medico, che contribuiscono ad aumentare il tono dei vasi venosi e linfatici, rafforzare le pareti delle vene e migliorare la circolazione del sangue. Per questo vengono usati angioprotettori e flebotonie.

Dopo il corso di scleroterapia, il paziente deve essere osservato dal medico per almeno sei mesi e il primo effetto positivo che sarà in grado di vedere dopo 2-10 settimane: l'aspetto della pelle migliora, l'edema e le sensazioni di pesantezza nelle gambe scompaiono. Successivamente, il paziente nota una maggiore tolleranza all'attività fisica e al camminare a lungo.

Ora i flebologi, a seconda del personale dell'istituzione medica con l'attrezzatura, possono usare quattro tipi principali di scleroterapia:

  1. Mikroskleroterapiya.
  2. Echosclerotherapy.
  3. Terapia a forma di schiuma (o schiuma scleroterapia).
  4. Crioscleroterapia con VeinViewer.

Quali farmaci sclerosanti possono essere usati?

I farmaci sclerosanti approvati dal comitato farmacologico possono essere utilizzati in cliniche situate sul territorio della Russia. Tali mezzi includono:

  • Fibro-Wayne (Regno Unito): il principio attivo di questo farmaco è il sodio tetradecil solfato;
  • Thrombovar (Francia): il componente attivo di questo farmaco è sodio tetradecil solfato;
  • Ethoxysclerol (Germania): il componente attivo di questo farmaco è il lauromacrogolo 400.

Molti flebologi concordano sul fatto che i farmaci a base di sodio tetradecil solfato sono più adatti per sclerosare le vene di grandi dimensioni e fondi con lauroromagrogolo 400 per i vasi più piccoli.

Il principio di base della preparazione del paziente per la scleroterapia

Prima di eseguire uno qualsiasi dei metodi di scleroterapia, il paziente deve sottoporsi ad un esame completo con un medico di flebologo, una serie di test di laboratorio e la scansione dopplerografica a ultrasuoni dei vasi degli arti inferiori. Sulla base dei risultati ottenuti e dell'analisi dei dati sanitari del paziente, il medico decide sulla fattibilità della procedura e determina quale delle sue varietà è più indicata in questo caso clinico.

Prima della sessione di scleroterapia, il paziente è raccomandato:

  • rifiutare di assumere farmaci antinfiammatori pochi giorni prima dell'iniezione di sclerosante;
  • in alcuni casi, il medico può raccomandare di interrompere l'assunzione di determinati farmaci ormonali (se sono stati presi dal paziente);
  • non assumere bevande alcoliche 2 giorni prima della procedura;
  • rimuovere i peli dalla superficie delle gambe (preferibilmente con la rasatura, e se i capelli vengono rimossi con l'epilazione, la procedura è 48 ore prima della sessione di scleroterapia);
  • Per comprare e portare con sé bende elastiche o lino;
  • Non utilizzare prima della procedura di crema, pomata o gel per il trattamento delle vene varicose;
  • indossare scarpe e vestiti grandi, perché dopo la sessione la gamba sarà in maglieria o benda a compressione;
  • Prima di fare una sessione, fai una doccia igienica.

Mikroskleroterapiya

La microscleroterapia è un metodo di trattamento e rimozione cosmetica di "asterischi vascolari" e reti venose, che significa l'introduzione di sclerosanti in vene sottili con l'aiuto di speciali aghi sottili e tecniche. Di conseguenza, il paziente per lungo tempo scompare completamente qualsiasi difetto esterno: telangliectasie rosse e blu e reti venose.

Questa tecnica può essere prescritta a quei pazienti in cui le dimensioni dei cambiamenti patologici delle navi non superano i 2 mm.

Come viene eseguita la procedura?

Prima di eseguire la procedura, che può essere eseguita a livello ambulatoriale, il flebologo esegue la marcatura sulla pelle delle gambe nell'area delle presunte iniezioni dello sclerosante. Prima della puntura, la pelle viene trattata con un agente atisettico e il medico entra nella preparazione. Le iniezioni non causano dolore e in un primo momento l'introduzione di sclerosante può verificarsi solo una leggera sensazione di bruciore, che rapidamente passa. Dopo il completamento della procedura, al paziente è permesso di tornare al solito modo di vivere.

Tecniche di microscleroterapia

La microscleroterapia può essere effettuata con tali metodi:

  • la classica scleroterapia di reti venose o germogli con una preparazione sclerosante liquida, viene utilizzata per rimuovere gli "asterischi vascolari" rossi;
  • sclerosante microfoam con schiuma-Form, viene utilizzato per rimuovere blue "Stelle vascolare" e viene eseguita in due fasi: prima schiuma sclerosante viene introdotto nelle vene reticolari, e poi, dopo un certo periodo, creando sclerosi alcuni non influenzata durante la prima manipolazione dei vasi;
  • mikrokrioskleroterapiya utilizzando VeinViewer, viene utilizzato per rimuovere blu caratteristica "vascolare Stelle" di questo procedimento è l'uso di imager speciale di rilevare esattamente vene reticolari e raffreddamento della pelle prima dell'iniezione (garantisca una completa procedura indolore).

testimonianza

La microscleroterapia può essere utilizzata per trattare il varicosio come nei primi stadi della malattia e come tecnica aggiuntiva nel trattamento delle vene varicose-dilatate nei casi clinici più gravi. Prima della procedura, per determinare le indicazioni e le controindicazioni alla sua attuazione, il paziente deve sottoporsi a un esame standard, che comprende necessariamente esami del sangue di laboratorio ed esame ecografico dei vasi degli arti inferiori. Se necessario, il flebologo nomina ulteriori esami (compresi quelli di specialisti correlati).

Le indicazioni per l'appuntamento di microscleroterapia possono essere:

  • difetti estetici sulla pelle delle gambe in assenza di insufficienza venosa;
  • la fase iniziale della malattia delle gambe varicose;
  • varicosità reticolare;
  • la necessità di ridurre l'invasività della chirurgia venosa tradizionale (come metodo aggiuntivo);
  • linfangiomi o emangiomi.

Complicazioni ed effetti collaterali

In alcuni casi, la microscleroterapia può essere accompagnata da tali complicazioni ed effetti collaterali:

  • Iperpigmentazione (formazione di bande scure nella zona di maglia o teleanglioektazii venosa) osservata nel 10% dei pazienti e testato indipendentemente, il rischio del loro verificarsi possono essere notevolmente ridotti utilizzando kriomikroskleroterapii;
  • peeling e prurito della pelle nel sito della microscleroterapia: si verificano 1-2 ore dopo la procedura, ma passano indipendentemente 1-2 settimane dopo;
  • orticaria limitata nella zona di iniezione: passa da sola;
  • lieve dolore o sensazione di bruciore nella zona di somministrazione sclerosante: può aumentare con l'aumentare dell'intensità dell'attività fisica, passa da solo;
  • svenimento durante la manipolazione: associato ad una maggiore ansia del paziente prima della manipolazione medica e può essere prevenuto assumendo sedativi;
  • necrosi cutanea: chiamato hit sclerosante nelle piccole arterie e il blocco si verifica a causa della somministrazione errata del farmaco durante la rimozione delle rosse "capillari" con mikroskleroterapii schiuma all'inizio di questa complicanza è verificata più spesso, ma l'uso di VeinViewer significativamente ridotto il rischio di un effetto collaterale;
  • Metting (formazione di una rete fumosa nella zona di scleroterapia): è provocata da caratteristiche cutanee ed è osservata nel 5% dei pazienti, è possibile prevenire un tale effetto collaterale quando si utilizza la tecnica di microcryosclerotherapy;
  • recidiva delle vene varicose: il paziente deve capire che la microscleroterapia è più cosmetica e non può curare completamente questa malattia.

echosclerotherapy

L'ecocloroterapia è un metodo di obliterazione delle vene varicose dalla forma di schiuma di sclerosante, che viene eseguita sotto il monitoraggio della scansione ad ultrasuoni. Non è usato come alternativa all'intervento chirurgico classico, ma come una misura del ritardo prima del principale metodo di trattamento. L'ecocloroterapia è diventata popolare grazie alla sua semplicità di esecuzione, accuratezza, basso costo e buoni risultati estetici e funzionali.

Come viene eseguita la procedura?

Durante la procedura, il flebologo rileva una vena varicosa con uno scanner UZ, la visualizza sullo schermo e solleva l'arto per garantire il flusso sanguigno. Quindi il medico lo cola e, se necessario, entra nel microcatetere. Successivamente, l'introduzione di uno schiumogeno sclerosante, la cui distribuzione è monitorata sul monitor dello scanner ad ultrasuoni. L'iniezione del farmaco nella nave viene effettuata fino al raggiungimento dell'effetto richiesto.

Durante l'introduzione dello sclerosus, il paziente può avvertire una leggera sensazione di bruciore, che viene rapidamente eliminata. Dopo la procedura, al paziente viene data una benda elastica o una maglieria a compressione. Si raccomanda di camminare per 30-40 minuti per correggere l'effetto curativo. Dopo questo, il paziente può tornare a casa (guidare da solo una macchina non è raccomandato in quel giorno, dal momento che l'etanolo è incluso negli agenti di coagulazione).

Durante il periodo di riabilitazione, il paziente deve rispettare alcune regole.

testimonianza

L'ecocloroterapia può essere indicata in questi casi clinici:

  • vene varicose del tronco delle vene sottocutanee;
  • una sistemazione profonda dell'afflusso di vene nello strato di grasso sottocutaneo;
  • incompetenza delle vene perforanti.

Di conseguenza, il paziente riceve non solo un risultato estetico, ma anche un effetto terapeutico a distanza: una temporanea eliminazione della via principale di reflusso del sangue venoso.

Scleroterapia a forma di schiuma

L'essenza della procedura di schiuma-forma è che la preparazione sclerosante viene iniettata nello stato di schiuma finemente suddivisa prima della somministrazione. In questa forma fornisce una più stretta interazione del componente attivo con la parete venosa.

Per preparare uno sclerosante simile alla schiuma, la preparazione liquida viene miscelata con anidride carbonica sterile e aria. La soluzione risultante influisce più efficacemente sulle grandi vene varicose e può essere utilizzata per rimuovere vasi di grandi e medie dimensioni (5-10 mm di diametro) e piccoli (2-3 mm). Tali miscele finemente disperse di sclerosanti possono essere utilizzate per eseguire l'echoscleroterapia o la microscleroterapia.

La preparazione del paziente, il metodo di somministrazione e la riabilitazione dopo la procedura rimangono gli stessi delle procedure standard. Oltre ad essere più efficace, la tecnica della schiuma-forma consente l'uso di una dose minore di agente sclerosante e riduce i costi del paziente.

Crioscleroterapia con VeinViewer

Per migliorare i risultati della scleroterapia, è stato inventato un dispositivo VeinViewer che consente la visualizzazione delle vene varicose danneggiate durante le iniezioni del trattamento. Grazie a questo dispositivo, la cui azione si basa sulle proprietà della termocamera, il flebologo può ottenere un'immagine del sistema venoso in tempo reale.

Un altro indubbio vantaggio della tecnica VeinViewer è stata l'aggiunta della procedura di anestesia locale, che viene eseguita durante l'intera sessione. Per fare questo, viene erogata una corrente d'aria raffreddata alla pelle del paziente. Già dopo 2-3 secondi il freddo blocca completamente i recettori del dolore e il momento della puntura della pelle non viene affatto percepito dal paziente. A causa della riduzione delle sensazioni dolorose durante la crioscleroterapia, un flebologo può eseguire da 40 a 70-100 iniezioni durante una sessione.

Oltre alla gestione del dolore, usa freddo permette di ottenere uno spasmo locale dei vasi prima della puntura esecuzione e fornisce effetto anti-infiammatorio. Questo impatto consente l'ingresso nel lume ristretto vena minima quantità sclerosante e questo aiuta a ridurre il rischio di alcune reazioni collaterali (Metting, pigmentazione, ematomi e infiammazione locale, che è spesso osservato immediatamente dopo la procedura).

È la criosclerosi che riduce significativamente la riabilitazione estetica dopo le sedute e questo momento positivo ha reso questa procedura innovativa molto popolare tra i pazienti. Le raccomandazioni per la preparazione di tale procedura non sono diverse dalle regole che devono essere osservate quando si pianificano i tipi classici di scleroterapia.

Controindicazioni alla scleroterapia

Come con qualsiasi procedura, la scleroterapia ha le sue controindicazioni. I flebologi li dividono in assoluto e relativo.

  • reazioni allergiche a componenti di alcune medicine;
  • diabete mellito di tipo I-II, non compensabile;
  • polmonare e insufficienza cardiaca;
  • arteriopatia periferica;
  • tromboflebite o trombosi venosa profonda;
  • malattie renali e epatiche acute e gravi con segni di insufficienza;
  • aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori;
  • danno infettivo dei tessuti molli e della pelle nella zona di iniezione;
  • gravidanza e il periodo dell'allattamento al seno.
  • vecchiaia;
  • febbre o malattie infettive;
  • assunzione di farmaci ormonali;
  • Obesità, che impedisce l'applicazione di bende nel periodo postoperatorio;
  • mobilità limitata del paziente, derivante da gravi patologie o patologie dell'apparato muscolo-scheletrico;
  • L'impossibilità di indossare una fascia di compressione o lino a causa di un aumento della temperatura dell'aria di oltre 20 ° C.

Possibili complicazioni ed effetti collaterali

Come con qualsiasi tecnica di trattamento, la scleroterapia presenta alcuni inconvenienti, la maggior parte dei quali possono passare indipendentemente o sono facilmente eliminabili. La probabilità del loro aspetto dipende in gran parte dall'abilità del flebologo nell'esecuzione della manipolazione e dalle caratteristiche individuali della struttura cutanea del paziente.

Quali possono essere i momenti spiacevoli nella norma?

Durante la scleroterapia, il paziente può avvertire una breve sensazione di bruciore causata dall'azione dello sclerosante sulla parete vascolare. Dopo la procedura, la vena degenera in uno stretto, facilmente palpabile sotto la pelle del punto, che si risolve completamente in 3-6 mesi.

Quali effetti collaterali minori possono verificarsi dopo una sessione di scleroterapia?

In alcuni casi, dopo l'esecuzione della sessione di iniezione, il paziente può manifestare lievi effetti collaterali dell'effetto sclerosante di natura funzionale:

  • la pigmentazione del colore scuro lungo il corso della vena sclerotizzata - osservata nell'1-20% dei pazienti, si verifica durante l'anno;
  • prurito della pelle nel sito di iniezione - compare 1-2 ore dopo la procedura, e in alcuni casi è presente nelle prime 24 ore dopo la sessione;
  • il peeling della pelle e l'aspetto di una piccola ferita al sito di amministrazione sklerosant - è osservato nel 1% di pazienti e passa indipendentemente dopo 14-28 giorni;
  • dolore nel sito di puntura venosa - è raro, il disagio può aumentare con lo sforzo fisico, andare via da soli in 3-9 giorni;
  • una piccola bruciatura della pelle - compare quando una piccola quantità di farmaco viene sottoposta a trattamento sotto la pelle, nella maggior parte dei casi è insignificante e non richiede un trattamento speciale;
  • edema - appare più spesso quando lo sclerosante viene iniettato nella zona della caviglia, solitamente di breve durata ed eliminato da solo, può apparire a causa di indossare scarpe scomode e scompare completamente quando è correttamente selezionato;
  • un reticolo cardiaco di colore rosso viene osservato molto raramente e scompare completamente in pochi mesi.

La scleroterapia può causare serie complicazioni?

Gravi complicazioni causate dalla scleroterapia possono essere osservate abbastanza raramente. Includono:

  • un'estesa ustione cutanea - causata dall'ingresso di una grande quantità di sclerosante nei tessuti molli situati intorno alla vena, guarisce a lungo e necessita di trattamento, si possono formare cicatrici sul sito di ustione;
  • trombosi venosa - si sviluppa molto raramente ed è causata dalla formazione di trombi risultanti dall'interazione di sclerosante con sangue;
  • tromboflebite - può svilupparsi quando sclerosante le vene di grandi dimensioni, se il paziente non segue le raccomandazioni del medico per indossare maglieria a compressione.

Raccomandazioni per i pazienti durante la riabilitazione

Tutti i pazienti che hanno subito o sono sottoposti a un corso di scleroterapia, devono osservare rigorosamente le seguenti regole:

  1. Dopo la sessione, camminare per 30-40 minuti (fino ad un'ora) e poi fare tali passeggiate ogni giorno.
  2. Durante i primi tre giorni dopo la sessione, rinunciare a aerobica, ginnastica, ciclismo, ecc.
  3. Cerca di evitare di stare sdraiati o seduti statici a lungo termine.
  4. Per venire alle prossime sessioni in tempo.
  5. Per 1,5-2 mesi, rifiutare di fare bagni caldi, saune o bagni.
  6. Indossare bende elastiche o maglieria a compressione, selezionati da un medico di classe, per 3-4 mesi.
  7. Regolarmente osservato nel flebologo dopo il completamento del ciclo di trattamento.

La scleroterapia delle vene degli arti inferiori è un metodo sicuro, indolore, minimamente invasivo e molto efficace per trattare le vene varicose ed eliminare i difetti estetici. Sono questi i vantaggi che hanno reso questa procedura diffusa e popolare. Il suo unico inconveniente è il fatto che, dopo il completamento del ciclo di trattamento, il paziente possa manifestare recidive di vene varicose in 5-10 anni.

Gli specialisti del centro di flebologia di Deltaclinics parlano di cosa sia la scleroterapia:

Siete Interessati Circa Le Vene Varicose

Rimozione laser dei vasi sanguigni

Prevenzione

Navi estese, "macchie di vino", asterischi vascolari (emangiomi), rosacea - sono abbastanza comuni nella popolazione adulta, sia negli uomini che nelle donne. A causa dei vasi dilatati sul viso e sul corpo, una persona può sentirsi più vecchia della sua età o sperimentare un complesso di inferiorità, disagio....

Ulcere trofiche degli arti inferiori

Prevenzione

Trofico ulcera - una malattia caratterizzata dalla formazione di difetti della pelle o la mucosa che appare dopo il rigetto del tessuto necrotico e in cui il flusso lento, scarsa tendenza alla guarigione e la tendenza a ripetersi....