Visione moderna della ricorrenza del varicocele: prevenzione e trattamento

Prevenzione

Il varicocele è una patologia che si verifica solo negli uomini, in altre parole si tratta di vene varicose nell'area del cordone spermatico.

Di conseguenza, i nodi venosi si formano nello scroto e il flusso sanguigno viene disturbato. La malattia ha tre fasi di sviluppo, ognuna delle quali è caratterizzata da determinate manifestazioni.

Nelle prime fasi il varicocele non si rivela in alcun modo e l'uomo il più delle volte non sospetta della malattia. Successivamente, quando la malattia inizia a progredire gradualmente, lo scroto sviluppa gonfiori e sensazioni dolorose, che aumentano con il camminare.

La mancanza di trattamento minaccia di interrompere la funzione dei testicoli e l'attività degli spermatozoi, che può portare alla sterilità.

Questa malattia viene trattata con successo con l'aiuto dell'intervento chirurgico. Ma succede che la malattia si verifica ripetutamente dopo l'intervento chirurgico, questo fenomeno è chiamato una ricaduta varicocele.

Alcune statistiche

Con la recidiva della malattia, dal 10 al 40% dei rappresentanti maschili si affaccia, il che si manifesta nella ripresa del processo di cambiamento patologico. La probabilità di un tale problema è molto più alta nei pazienti adolescenti.

Per questo motivo, varicocele negli adolescenti operano solo in casi estremi, il più delle volte gli esperti consigliano di aspettare il periodo della pubertà.

La ricorrenza si sviluppa lentamente e i suoi segni possono comparire 12 mesi o più dopo l'intervento. I sintomi del varicocele ripetuto sono simili alle sue manifestazioni primarie.

Cause e sintomi

Le ragioni della ricaduta possono essere dovute sia alle caratteristiche individuali del corpo del paziente sia alla conseguenza dell'intervento chirurgico.

Tuttavia, la recidiva della malattia associata alla predisposizione genetica del paziente è rara. In generale, la malattia ritorna a causa del passaggio di afflussi durante l'operazione, distribuzione e azione insufficiente di farmaci sclerosanti o legatura sciolta della vena.

Inoltre, la recidiva è associata alla dissoluzione o al movimento di una sostanza che ha bloccato la vena colpita. Anche in medicina ci sono stati casi in cui, a causa di una visualizzazione insufficiente, l'intervento è stato effettuato sui vasi in tessuto adiposo, non correlato al varicocele, e di conseguenza, il recupero non si è verificato.

La ricaduta inizia a manifestarsi 12-18 mesi dopo l'operazione ed è accompagnata da un'espansione delle vene nello scroto, dolore durante la deambulazione, rapporti sessuali e carichi di energia. In tali casi, l'operazione viene eseguita quando la malattia ricorrente ha raggiunto lo stadio 2 o lo stadio 3.

Modi per risolvere il problema

Ad oggi, la medicina sta affrontando bene questa malattia. Per risolvere il problema del varicocele ripetuto, vengono utilizzati gli stessi metodi della malattia primaria, cioè l'intervento chirurgico. Durante l'operazione, vengono fatte le vene che sono state ferite e le misure per ripristinare il normale processo circolatorio.

A seconda delle condizioni del paziente e delle raccomandazioni del medico curante, è possibile utilizzare i seguenti metodi di trattamento chirurgico:

  1. Intervento operativo con il metodo di Palomo e Ivanssevich. Questo tipo di trattamento chirurgico è usato abbastanza spesso. Tuttavia, è considerato insufficientemente efficace e causa un numero enorme di complicazioni nei pazienti operati in seguito.
  2. Metodo mini-operazione. Questo metodo di trattamento è usato in combinazione con altre misure terapeutiche ed è considerato altamente efficace. Inoltre, l'area del danno tissutale nelle mini-operazioni è relativamente piccola, il che contribuisce alla rapida riabilitazione postoperatoria del paziente. Gli svantaggi di questa tecnica possono essere attribuiti al fatto che l'operazione richiede molto tempo e il paziente è esposto a raggi X dannosi.
  3. Introduzione di uno shunt. Lo smistamento consente di bloccare e reindirizzare il flusso sanguigno, limitando l'accesso del sangue alla vena danneggiata e indirizzandolo verso vasi sani. Questo metodo non è spesso utilizzato a causa della bassa efficienza. Inoltre, un tale intervento spesso causa complicazioni successive sotto forma di coaguli di sangue.
  4. Il metodo di embolizzazione percutanea. Questa tecnica è anche usata abbastanza raramente a causa della possibile comparsa di cicatrici nell'area del danno. Tuttavia, l'efficacia di questo tipo di trattamento è piuttosto elevata.
  5. Metodo di laparoscopia. Nel processo di chirurgia laparoscopica, lo stetoscopio viene introdotto nell'area della cavità addominale per esaminare le vene colpite e la possibile ramificazione. Il vantaggio della laparoscopia è che il periodo di riabilitazione nei pazienti non richiede molto tempo e la percentuale di efficacia è abbastanza alta.
  6. Rivascolarizzazione microchirurgica. In Russia, questo metodo di trattamento non è ampiamente utilizzato perché molte cliniche non hanno l'attrezzatura necessaria per l'operazione. Tuttavia, tale intervento è altamente efficace.
    Durante l'operazione, un agente collante viene introdotto nella vena interessata, la cui azione consente di ripristinarne la funzionalità. Un altro vantaggio della rivascolarizzazione microchirurgica può essere considerato che le ricadute dopo questo tipo di intervento avvengono molto meno spesso rispetto ad altri metodi.

Nel periodo di riabilitazione, al paziente è vietato sollevare pesi e altri sforzi fisici. Inoltre, nel primo mese dopo l'intervento, è meglio che un uomo si astenga dall'avere rapporti sessuali.

Di norma, il varicocele viene trattato con successo e, nei casi in cui la malattia ha causato l'infertilità del paziente, con esito positivo, la vitalità degli spermatozoi viene ripristinata.

Possibili complicazioni dopo l'intervento

Nella maggior parte dei casi, dopo l'intervento chirurgico, non si verificano complicazioni, ma in alcuni pazienti possono verificarsi le seguenti manifestazioni:

  • gonfiore di un lato dello scroto, che dopo un po 'di tempo passa da solo, per evitare gonfiore, si raccomanda che i pazienti indossino una sospensione di supporto speciale nella prima settimana postoperatoria;
  • dolore allo scroto, scomparendo dopo che il paziente ha assunto farmaci antibatterici e antinfiammatori;
  • ritenzione di liquidi nello scroto (idrocele), che è osservato in quasi la metà dei pazienti nel periodo postoperatorio, ma il più delle volte passa indipendentemente 8-10 mesi dopo l'intervento;
  • l'insorgenza di atrofia o malnutrizione testicolare, che si verifica estremamente raramente dopo alcuni tipi di operazioni.

Oltre a questi comuni tipi di complicanze, ci sono conseguenze che si verificano dopo un certo tipo di trattamento. Ad esempio, la conseguenza dell'intervento endovascolare può essere una reazione allergica alla sostanza iniettata e dopo che il sanguinamento da laparoscopia è estremamente raro.

Prevenzione delle ricadute

In occasione del perché c'è una recidiva varikotsele, i medici fino ad oggi non hanno raggiunto un consenso. Per questo motivo, non è possibile parlare della presenza di eventuali misure preventive gravi che possano prevenire sia la malattia iniziale che la sua recidiva.

Nei casi in cui il varicocele è associato a disturbi genetici nel corpo del paziente, le conseguenze possono essere imprevedibili e la ricaduta è del tutto possibile.

Ma nella maggior parte dei casi è possibile prevenire una malattia ricorrente conducendo un esame approfondito del paziente prima dell'operazione. Ciò ridurrà il rischio di lasciare la nave colpita sbloccata, il che può portare a una ricaduta.

Nel periodo postoperatorio, il paziente deve rispettare tutte le prescrizioni del medico, evitare pesanti sforzi fisici e smettere di fumare e alcol. Inoltre, è necessario visitare il medico su base regolare e cercare immediatamente un aiuto medico ai primi segni della malattia.

Le conseguenze del trattamento con varicocele negli uomini, la riabilitazione dopo l'intervento chirurgico

Il varicocele non rappresenta una chiara minaccia per la salute degli uomini. Alcuni possono vivere con questa malattia per decenni e non sperimentare nessun sintomo spiacevole.

I problemi iniziano con la comparsa del dolore o con la probabilità di sviluppare infertilità maschile.

L'operazione con varicocele è una delle opzioni più efficaci per eliminare la patologia. Ma prima di sdraiarsi sul tavolo operatorio, dovresti essere consapevole di tutte le possibili conseguenze e complicazioni che possono verificarsi negli uomini dopo l'operazione contro il varicocele.

Quali sono le operazioni

Il periodo di recupero dopo l'intervento chirurgico e le possibili complicanze dipendono in gran parte dalla tecnica di trattamento scelta. Attualmente, ci sono diversi modi per eliminare il varicocele:

Operazione su Ivanissevich. Durante questa procedura, viene effettuato un taglio nella parete addominale del paziente, attraverso il quale viene rimossa la vena dilatata del testicolo.

La procedura è piuttosto complicata, dopo di che il paziente può provare dolore per un lungo periodo di tempo, quindi, dopo di esso, spesso deve assumere antidolorifici, così come gli antibiotici per prevenire l'infezione.

Questo intervento ha le seguenti complicazioni: idrocele, recidiva frequente, infezione, danno ai nervi o arteria iliaca.

Il metodo di Marmara. Procedura meno traumatica, che rimuove l'area interessata della vena attraverso un'incisione di due centimetri.

Il paziente non ha bisogno di rimanere in ospedale per un lungo periodo di tempo - viene mandato a casa un paio d'ore dopo la procedura. L'operazione con il metodo di varicocele Marmara è considerata una delle più facilmente trasferibili, con quasi nessun rischio di complicazioni o di recidive.

scleroterapia. Durante questa procedura, una sostanza speciale viene iniettata nella vena interessata, che chiude (sclerotteri) il vaso, in conseguenza del quale il flusso di sangue su di esso cessa.

Dopo questa procedura, possono verificarsi dolore, intorpidimento degli arti, edema, e talvolta, se la quantità di sclerosante somministrato è stata calcolata in modo errato, può verificarsi necrosi tissutale con la successiva formazione di ulcere trofiche.

complicazioni

Nonostante la natura traumatica di alcuni tipi di operazioni, le complicazioni dopo di loro sono rare.

Cosa sai dell'ipertrofia dell'atrio destro e sinistra? Qual è la differenza tra queste malattie e quali sono le somiglianze? Sei a rischio? Scopri tutti i dettagli!

Qual è la decodifica dell'ecografia del cuore in un adulto? Ne parleremo! Inoltre, non ti verrà impedito di sapere di cosa si tratta e a che ora fare gli ultrasuoni del cuore fetale durante la gravidanza.

postoperatorio

Spesso problemi nel periodo postoperatorio può comparire solo nel caso in cui durante l'intervento chirurgico si siano formate complicazioni impreviste, o la procedura stessa è stata eseguita in modo impreciso.

Le conseguenze più comuni sono:

  • arrossamento della pelle;
  • lividi e gonfiore nella regione delle incisioni;
  • formazione di strutture dense vicino alla ferita;
  • brevi escreti da una ferita di colore rossastro o trasparente.

lontano

Indipendentemente dal modo in cui la procedura è stata eseguita per rimuovere la vena allargata, alcune caratteristiche fisiologiche del paziente, o la mancata osservanza delle istruzioni del medico può portare a conseguenze più gravi:

  • Testicolo gocciolante (idrocele). Questa condizione è caratterizzata da un aumento della dimensione del testicolo. Si verifica se i vasi linfatici sono stati danneggiati durante l'intervento chirurgico, a seguito del quale il fluido ha cominciato ad accumularsi nel guscio. Un problema simile è stato osservato in circa il 10% dei pazienti.
  • Ipertrofia o atrofia testicolare, così come violazioni della spermatogenesi. Questi fenomeni sono estremamente rari. La produzione di spermatozoi torna alla normalità non più tardi di tre mesi dopo la procedura.
  • Sensazioni dolorose, che può persistere dopo una settimana o anche un mese. Sorgono perché il sangue venoso allunga le appendici delle uova.
  • Lesione del nervo femorale. Questo problema è molto raro ed è caratterizzato dall'intorpidimento della pelle sulla superficie interna della coscia.
  • Violazioni nella produzione di testosterone.

Ricadute della malattia - il tipo più comune di complicazioni che può essere dopo l'intervento chirurgico.

Riabilitazione: cosa ti serve e cosa non puoi fare

Il periodo del periodo postoperatorio dipende dal tipo di operazione, dall'età del paziente e dalle caratteristiche individuali del varicocele. Il paziente viene di solito dimesso il giorno successivo, dopo di che deve rimanere a casa per una settimana, osservando modalità specifica:

  • attività fisica moderata;
  • assumere farmaci anti-infiammatori, analgesici o antibatterici;
  • divieto di sollevamento pesi;
  • esclusione temporanea dalla dieta di cibi pesanti - grassi, fritti, piccanti, affumicati, ecc.

Durante il recupero da un intervento chirurgico al paziente è necessario visitare il dottore diverse volte - Una settimana dopo la rimozione varikotsele, un mese, 6 mesi e un anno e mezzo.

Durante l'esame, il medico esamina il paziente, esamina lo spermogramma e fornisce anche consigli sullo stile di vita, sulla nutrizione e sulle misure preventive.

Molti uomini che hanno attraversato un modo chirurgico per eliminare la patologia venosa nel testicolo sono interessati a problemi di vita sessuale, servizio militare e sport dopo l'operazione.

  • Sesso e masturbazione dopo varicocele. I primi giorni dopo il trattamento, è necessario escludere la vita sessuale o la masturbazione. Più tardi, quando il medico risolve il sesso, a prima intimità può causare piccole sensazioni dolorose, ma sono di breve durata e presto spariranno senza lasciare traccia. La funzione erettile né la malattia stessa, né l'operazione per curarla non hanno alcun effetto.
  • Servizio militare. Dopo ogni procedura per l'eliminazione della patologia venosa, a tutti i pazienti viene concesso un rinvio dell'esercito per sei mesi.
  • sport. Immediatamente dopo la procedura per la rimozione della vena dilatata, è severamente vietato utilizzare gli sport di potenza, in particolare il sollevamento pesi. Bodybuilding aumenta drammaticamente la pressione intra-addominale, che è irto con il verificarsi di una ricorrenza di varicocele.

recidive

Il ri-sviluppo del varicocele si verifica di solito, Se la vena interna del testicolo mantiene il flusso sanguigno, cioè dopo l'intervento sono rimaste alcune vene dilatate.

La recidiva è anche possibile a causa dell'espansione di vasi collaterali sottili adiacenti alla vena interessata, che non possono essere riconosciuti senza strumenti speciali.

Per prevenire la ricaduta della malattia, è anche necessario scegliere il metodo corretto di trattamento. Il più grande rischio di recidiva di varicocele esiste con un'operazione cicatriziale, quindi nella maggior parte dei casi ha senso abbandonarlo, dando la preferenza a tecniche minimamente invasive - per esempio, scleroterapia o varicocelectomia.

La scelta del metodo di trattamento deve essere discussa con il medico curante. In conclusione, guarda un video utile sulle conseguenze di questa malattia:

Varicocele ricorrente dopo trattamento a operazione

La ricorrenza del varicocele dopo l'intervento si verifica solo nel 10-40% dei casi. Molto dipende dal modo di eseguire l'intervento chirurgico, dalle condizioni generali del paziente e dalla causa della condizione patologica.

Se dopo l'operazione le pareti delle vene e delle grandi navi hanno un danno significativo, che non può essere eliminato, il rischio che il varicocele possa tornare di nuovo è grande.

Caratteristiche della malattia

La ricorrenza del varicocele si verifica per ragioni che differiscono poco dai fattori che determinano lo sviluppo della malattia sottostante.

Le vene varicose del cordone spermatico si verificano quando indebolimento del tono parete vascolare. Le vene diventano meno elastiche e compatte, i nodi appaiono sulla loro superficie. Ciò porta a una violazione della circolazione sanguigna, a fenomeni stagnanti.

Come ripristinare la circolazione sanguigna nel corpo letto nel nostro articolo.

varicocele è pericoloso, che può portare a ipossia tessuto, sviluppo necrosi. Sullo sfondo del ristagno del sangue, spesso si sviluppano processi infiammatori negli organi pelvici, il che aggrava il quadro clinico e porta a complicanze.

I principali segni di una condizione patologica:

  1. Dolore allo scroto e per tutto il cordone spermatico (il sintomo può essere fortemente pronunciato o assente completamente).
  2. Violazione del flusso sanguigno porta ad una diminuzione della qualità e della quantità di sperma. Ci sono problemi con la funzione riproduttiva.
  3. Scroto e testicoli aumentano di dimensioni, sulla superficie della pelle può essere chiaramente vista la rete venosa di vasi (tutto dipende dallo stadio di sviluppo delle vene varicose).

La malattia ha 3 fasi di sviluppo. Sono caratterizzati dai seguenti sintomi:

  • allo stadio 1 i segni di cambiamenti nello stato delle navi sono scarsamente espressi, possono esser notati solo effettuando la dopplerography;
  • in 2 fasi le modifiche sono evidenti durante l'esame di routine, ma sono scarsamente espresse, per questo motivo vengono eseguite una serie di procedure diagnostiche aggiuntive. In particolare, il medico valuta il numero di spermatozoi;
  • in 3 fasi la diagnosi di varicocele non è difficile. Le modifiche sono visibili ad occhio nudo. Le coperture della pelle nella zona interessata cambiano colore, diventano blu, le vene grandi e gonfie. Un testicolo (di solito a sinistra) scende sotto il secondo.

Attenzione per favore! Se la malattia è passata allo stadio 2 o 3, viene eseguita la chirurgia, che aiuta a migliorare le condizioni del paziente, ripristinare la sua capacità di riprodurre ed eliminare la sindrome del dolore.

Complicazioni dopo le operazioni

I sintomi di recidiva varicocele hanno un diverso grado di gravità. Spesso i pazienti prestano attenzione a:

  • gonfiore dei tessuti nel campo di operazione;
  • aspetto di ematoma e grande lividi nello scroto e gestiva uova;
  • sul aumento della temperatura corporeama anche pronunciato sindrome del dolore, che persiste per un lungo periodo di tempo;

Gonfiore e ipertermia della pelle possono essere indicativi di ristagno di linfa - linfostasi. Questa complicazione si verifica abbastanza spesso dopo l'intervento chirurgico.

La condizione è considerata patologica Solo se i segni di linfostasi disturbano il paziente per un lungo periodo di tempo.

Per il concetto di essenza, puoi vedere il nostro articolo sulla linfostasi degli arti inferiori.

Dopo l'intervento chirurgico, ematoma - questo è un fenomeno inevitabile, ma se le lesioni sono di natura locale, allora possono essere un segno di emorragia. Ristagno di sangue È pericoloso perché porta allo sviluppo dell'infiammazione. Per questo motivo, con ampi ematomi, è necessaria la terapia di riassorbimento.

Aumento della temperatura e pronunciato sindrome del dolore nel campo dell'intervento operativo - segno di infezione. I microrganismi patogeni possono portare allo sviluppo di sepsi e causare un esito fatale. Per evitare l'infezione nel periodo postoperatorio, prescrivere antibiotici.

Ematomi, gonfiore e dolore - questo è normale, purché l'operazione sia stata eseguita. Ma solo se gradualmente vanno via e le condizioni del paziente migliorano giorno dopo giorno.

Importante! La linfostasi può portare allo sviluppo di idrocele (un'idropisia del testicolo) nel qual caso sarà necessaria una chiamata ripetuta al chirurgo.

Perché la ricaduta e i suoi sintomi?

Il varicocele si ripresenta per diversi motivi:

  • con compressione della vena renale (osservato con formazioni tumorali nella regione dei reni);
  • con insufficiente esposizione alla superficie interessata durante l'intervento (quando sclerosante effetto insufficiente del farmaco, con un tipo di intervento microchirurgico - rimozione incompleta delle lesioni colpite);
  • se il riposo a letto e le raccomandazioni di altri medici non sono rispettati (rifiuto di contatti sessuali per un certo periodo, inosservanza della dieta, ecc.);
  • se l'operazione è stata eseguita dal bambino (se l'intervento è stato effettuato in tenera età, prima della pubertà, quindi dopo aver raggiunto la pubertà, i sintomi varicocele possono tornare di nuovo);
  • se le vene varicose sono apparse a destra e non a sinistra (la malattia appare più spesso sul lato sinistro, ma se le vene varicose sul lato destro, allora la probabilità che ci sarà una ricaduta).

La decisione di condurre un intervento chirurgico ripetuto è presa individualmente. In alcuni casi, puoi fare senza chirurgia.

Come affrontare la ricaduta e trattarla?

Il trattamento della ricorrenza del varicocele dipende dalla causa della sua insorgenza. L'operazione può essere rifiutata se:

  1. Il paziente ha già superato l'età riproduttiva.
  2. Il paziente non manifesta fastidio pronunciato, dolore.
  3. L'uomo ha già dei figli, e ancora una volta non ha intenzione di diventare padre.
  4. La malattia non si sviluppa.
  5. Esistono controindicazioni per l'intervento re-chirurgico.

Evitare la ricaduta aiuterà:

  • rispetto del riposo a letto e raccomandazioni di un medico;
  • prendere farmaci;
  • esame diagnostico completo, istituzione della causa principale dello sviluppo delle vene varicose del testicolo.

Aiuto! Ripeti l'operazione solo se ci sono prove. Quando i cambiamenti hanno colpito un testicolo triplo e minacciano un uomo con infertilità.

La base per l'intervento chirurgico può essere considerata e l'aspetto del varicocele 2 o 3 fasi. In questo caso, non puoi fare a meno della re-operazione.

Se i cambiamenti sono scarsamente espressi, viene eseguita la terapia farmacologica. Assegna antiossidanti e farmaci che migliorano la microcircolazione del sangue. L'intervento chirurgico in questo caso non è richiesto. Le condizioni del paziente possono essere corrette con l'aiuto di farmaci. Ma la durata del trattamento sarà 3 mesi. Il più delle volte prescritto: Venoruton, Detralex, Flebodia.

Dal momento che il La decisione sull'operazione viene presa su base individuale, Quando ci sono segni di varicocele, è necessario contattare di nuovo il medico. È auspicabile che il chirurgo, che in precedenza ha eseguito l'operazione e guidato il paziente nel periodo postoperatorio.

conclusione

Il fenomeno del ricaduta varikotsele è abbastanza comune. Ma possono essere evitati, se non si trascurano le raccomandazioni del medico e si controlla la condizione del sistema riproduttivo nel suo complesso. Visita regolarmente un medico e prendi medicine.

Cause e metodi di trattamento della recidiva varicocele

Il varicocele è una delle malattie più virili. Le sue vene sono colpite dalla posizione del cordone spermatico nello scroto. La forma più efficace di trattamento per il disturbo è un'operazione chirurgica, ma per una serie di ragioni, c'è spesso un nuovo sviluppo della malattia, chiamato in medicina una ricaduta varicocele.

Quando la malattia negli uomini si sviluppa gradualmente e progredisce le vene varicose nel luogo indicato. La malattia dura a lungo senza sintomi evidenti, ma poi l'uomo inizia a preoccuparsi del dolore allo scroto.

C'è gonfiore e quando si cammina, le sensazioni spiacevoli si intensificano sempre di più. A poco a poco il dolore si intensifica e comincia a disturbare l'uomo anche a riposo. La conseguenza dell'assenza di trattamento della malattia è l'infertilità.

Ragioni per ricaduta

La malattia si verifica spesso nei bambini e negli adolescenti. Hanno un rischio molto più alto di recidiva. In generale, la ricorrenza della malattia compare nel 40% dei casi anche dopo il trattamento chirurgico.

Molto meno la ricaduta si verifica negli uomini adulti: un massimo del 10% dei casi. Negli adolescenti sottoposti a intervento chirurgico, il rischio di ripresa della malattia è pari al 20% o più.

Pertanto, il compito del medico curante consiste nella nomina corretta di un periodo per l'operazione al fine di evitare una possibile ricorrenza della malattia. Tra i motivi che contribuiscono alla ricorrenza del varicocele, si distinguono:

  • la presenza nello scroto di vene sovrapposte, che vengono spesso trasferite alla malattia;
  • patologia delle pareti venose stesse;
  • diagnosi insufficiente prima del primo trattamento chirurgico;
  • non conformità da parte del paziente con il regime prescritto dopo l'intervento chirurgico;
  • accumulo di liquido nello scroto dopo l'operazione;
  • disfunzione del testicolo.

Tra i motivi della ricorrenza del varicocele, viene considerato anche il fattore ereditario, ma è piuttosto raro. Il più delle volte, la ripresa di una malattia è associata a un'operazione di qualità inferiore per eliminare la malattia.

Numerose operazioni con varicocele hanno molte complicazioni, in cui la recidiva diventa inevitabile. Il motivo della recidiva è a volte un errore medico, in cui il chirurgo benda i vasi venosi sbagliati, in conseguenza dei quali la causa della malattia non viene eliminata.

Sintomi di recidiva

La sintomatologia nella ricorrenza del varicocele non è diversa dai sintomi che si manifestano quando si manifesta inizialmente. Sono caratterizzati come segue:

  • gonfiore dello scroto;
  • dolore acuto e doloroso nel camminare, nell'esercizio fisico, nel contatto sessuale e con lo sviluppo della malattia ea riposo;
  • espansione delle vene scrotali;
  • dolore nel cavo spermatico stesso.

La malattia non ritorna immediatamente, spesso occorrono circa 1 anno o anche un anno e mezzo prima che si avvertano i sintomi della recidiva. È importante eseguire il trattamento chirurgico ripetuto in tempo, poiché la recidiva può causare un intero complesso di complicanze, tra le quali possono essere:

  • l'ingresso di principi attivi biologici dai reni con le ghiandole surrenali nei testicoli;
  • sviluppo nel testicolo della fame di ossigeno, che conduce all'atrofia;
  • accumulo nello scroto dei radicali liberi che porta alla sterilità.

La ricorrenza del varicocele richiede una nuova diagnosi, che dovrebbe identificare lo stadio 2-3 della malattia. In queste fasi, la recidiva viene diagnosticata nei pazienti con maggiore precisione. Quindi il paziente presenta sintomi sotto forma di dolore nello scroto, anche se è a riposo.

Metodi di trattamento

Per il trattamento della chirurgia del varicocele ripetuto è richiesto. Sono noti i seguenti tipi di metodi chirurgici:

  • Il metodo di Ivanissevich;
  • metodo di embolizzazione percutanea;
  • metodo di bypass;
  • metodo di laparoscopy;
  • metodo di vestire l'area interessata.

Il metodo di Ivanissevich è ampiamente usato come operazione ripetuta per varicocele, ma in ambito medico non è considerato molto efficace. Spesso a causa di questo metodo, nel trattamento iniziale del varicocele, molti pazienti hanno avuto complicazioni che richiedono un intervento chirurgico ripetuto.

La complicanza più comune dopo l'intervento chirurgico è l'accumulo di liquido nello scroto, chiamato idrocele.

Il trattamento con il metodo dell'embolizzazione percutanea non è molto diffuso nella pratica, ma è considerato abbastanza efficace. Lo svantaggio è la comparsa di cicatrici nel sito in cui si è verificato l'intervento chirurgico. Questa tecnica spesso porta a una violazione del flusso sanguigno nei testicoli, che influisce negativamente sulla condizione del sistema sessuale maschile.

Lo smistamento in varicocele non è molto efficace. In questo tipo di operazione, viene effettuato uno shunt speciale che dirige il flusso di sangue attorno alla vena malata.

Di solito, la stessa vena del seme viene suturata nel femore o nella vena della regione iliaca. Successivamente, il paziente dopo aver effettuato tale manipolazione aumenta significativamente il rischio di un coagulo di sangue nei vasi.

La laparoscopia è spesso usata. Questo è un tipo efficace di chirurgia per varicocele.

Inoltre un intervento chirurgico nel traumatismo minore del paziente, perché il laparoscopio viene inserito nel corpo attraverso il peritoneo. Il dispositivo è costituito da lenti e una videocamera, attraverso il quale è possibile ottenere indici più precisi sullo stato delle vene malate. Il metodo è caratterizzato da relativa assenza di dolore e recupero molto rapido dei pazienti.

L'intervento chirurgico per rivestire le aree interessate delle vene è un'opzione di trattamento migliorata secondo il metodo di Ivanissevich. È caratterizzato da una bassa percentuale di complicazioni sotto forma di idrocele, ma con questo metodo la probabilità di danni alle arterie è alta. L'operazione richiede molto tempo.

L'uso del metodo di rivascolarizzazione

La rivascolarizzazione non è stata diffusa in Russia a causa della mancanza delle attrezzature necessarie nel paese per tali operazioni. Tuttavia, questo metodo di intervento microchirurgico per il trattamento del varicocele si è affermato all'estero.

Il metodo richiede l'uso di una radiografia, che è presente in quantità sufficiente lontano da tutte le cliniche. Questo è un tipo chiuso di trattamento. Nel trattamento di una vena, una speciale composizione collante viene aggiunta per promuovere la sua guarigione. Promuove l'adesione delle pareti venose.

L'operazione viene eseguita sotto costante monitoraggio dei suoi progressi da un medico attraverso una radiografia. Dopo l'intervento chirurgico, si nota la percentuale più bassa di rischi di ulteriori complicanze del varicocele. L'efficacia del metodo è del 96%. Questo metodo è universale per adulti e bambini.

Metodi per prevenire le ricadute

La prevenzione della ricorrenza del varicocele è abbastanza semplice. Le seguenti raccomandazioni dovrebbero essere seguite:

  • prevenire lo sviluppo di malattie infettive nel sistema genito-urinario e trattarle tempestivamente;
  • Evitare di indossare biancheria intima stringente;
  • seguire tutte le raccomandazioni del medico dopo la prima operazione;
  • evitare pesanti sforzi fisici;
  • non abusare di alcol e fumo;
  • Per passare o avere luogo diagnostics all'urologo;
  • condurre uno stile di vita mobile al fine di evitare la comparsa di stasi di sangue negli organi del bacino piccolo.

Con l'aiuto di questi metodi, è impossibile superare il problema, ma è possibile migliorare gli indicatori di salute di una persona.

E di nuovo improvvisamente? Ricorrenza del varicocele dopo l'intervento: può ripresentarsi la malattia del testicolo

L'uomo che è stato operato per varicocele non è immune dalla ricorrenza della malattia.

La malattia può manifestarsi nuovamente anche se l'intervento chirurgico è stato eseguito secondo i metodi più recenti.

Pertanto, nessuno darà una garanzia contro il varicocele ripetuto. Proviamo a capire se il varicocele può accadere di nuovo.

Qual è la probabilità di recidiva?

Nella maggior parte dei casi, la recidiva di varicocele dopo l'intervento chirurgico si manifesta nei bambini. Il 20% dei ragazzi sottoposti a intervento chirurgico rientrano nel tavolo operatorio. Il tasso di recidiva negli uomini è leggermente superiore al 9%.

Secondo le statistiche, se l'operazione è stata eseguita su attrezzature moderne utilizzando un microscopio, la ricorrenza della malattia è ridotta al minimo. Inoltre, per evitare una ricorrenza, è necessario prima dell'intervento subiscono una diagnosi completa dell'organismo di identificare i punti deboli del paziente, per determinare se può essere ripetuto per prevenire varicoceles causa.

Il paziente avrà uno spermogramma e solo sulla base della sua testimonianza deciderà se fare un'altra operazione. In casi molto rari, una recidiva può verificarsi una terza volta. In generale, la recidiva della malattia è osservata nel 10-40%.

Prevenzione della ricorrenza

Ci sono diverse regole in cui è possibile evitare il ripetuto varicocele testicolare dopo l'intervento chirurgico.

  1. È vietato indossare biancheria intima troppo stretta.
  2. Si raccomanda di condurre uno stile di vita vivace o un esercizio quotidiano per evitare il ristagno di sangue negli organi pelvici.
  3. In caso di infiammazione o infezione, consultare sempre un medico.
  4. Gli uomini dopo i 40 anni devono visitare l'urologo almeno 2 volte l'anno per la diagnosi e l'esame.

Cause di recidiva

La ripetizione della malattia si verifica più spesso a causa delle caratteristiche di salute dell'uomo e di un'erronea adesione al regime dopo l'operazione. Il varicocele ripetuto può riapparire sul lato operato, ma esiste un'alta probabilità che possa verificarsi sul lato sano.

I motivi principali per il verificarsi di recidive sono:

  1. Particolarità congenite della posizione delle vene e delle arterie.
  2. Presenza di vene duplicate.
  3. Se non ci sono valvole.
  4. Predisposizione genetica associata a una particolare struttura delle pareti venose.
  5. Debolezza del muro venoso.
  6. In rari casi, la causa viene rallentata dal flusso sanguigno.
  7. C'è una possibilità che il chirurgo abbia mancato il flusso durante la manipolazione.
  8. Possibile distribuzione insufficiente della sostanza se il paziente è stato sclerizzato.

Molto raramente le recidive possono innescare la manipolazione con laparoscopia. Il motivo più comune è il metodo tradizionale di funzionamento. Ciò è dovuto al fatto che dopo l'operazione le vene collaterali dalle anastomosi iniziano a svilupparsi rapidamente sul testicolo.

A causa del loro piccolo diametro, è impossibile eseguire l'operazione su attrezzature moderne con l'uso di strumenti specializzati.

C'è una visualizzazione problematica, che promuove la ricaduta.

Ci sono errori di natura tecnica, che sono l'impulso per una nuova comparsa della malattia.

Sintomi del varicocele secondario

Non ci sono differenze globali nei sintomi tra varicocele primario e secondario. Per questa malattia generalmente caratterizzata da uno stato levigato senza sintomi pronunciati. Per questo motivo, gli uomini non sempre cercano aiuto da un medico nella fase iniziale della malattia.

I sintomi più comuni di recidiva varicocele includono:

  1. Dopo uno sforzo fisico o una lunga camminata, un po 'di dolore.
  2. Pesantezza nei testicoli durante i rapporti sessuali.
  3. Forse un leggero aumento dello scroto.
  4. Dolore costante disegno

Nella maggior parte dei casi, il paziente va a un medico, ha notato un incremento nello scroto e il dolore persistente che non è brillante vyrazheny.Mozhno se trattare la malattia con i farmaci Nonostante il fatto che la maggior parte dei medici sono inclini a chirurgia nel trattamento del varicocele, ci sono ancora i metodi non chirurgici che possono essere utilizzati, se la malattia non è molto iniziata.

Il paziente può fare tali procedure:

  1. Massaggio dei testicoli Può essere eseguito se la malattia si riferisce a 2 o 3 gradi.

Il paziente dovrebbe sdraiarsi sulla schiena e sollevare il bacino, ponendo un cuscino sotto di sé.

Questo è necessario per stabilire il flusso di sangue nella zona pelvica. Il massaggio dovrebbe essere fatto con attenzione, in modo che non ci sia dolore.

  • Fitoterapia. Versare un litro di acqua bollente in miscela di erbe, che comprende: camomilla, castagna, radice di lampone, corteccia di salice e achillea. Ogni erba dovrebbe essere presa su un cucchiaio. Infondere il brodo 30-40 minuti e assumere 3 volte al giorno per 150 g.
  • Comprimere. Foglie fresche di assenzio mescolate con una cucchiaiata di panna acida grassa. La miscela viene applicata su garza o benda e applicata al testicolo.
  • Bath. I rami di quercia, castagno e salice vanno versati con acqua bollente. La somma dovrebbe essere di circa dodici chilogrammi. Il brodo viene versato nel bagno e preso per 30 minuti. L'acqua dovrebbe avere una temperatura non superiore a 40 gradi.
  • Metodi chirurgici di trattamento

    Il metodo più efficace nella lotta contro il varicocele è un'operazione chirurgica. Prima di usare qualsiasi metodo, al paziente viene dato un test che determinerà se un uomo è capace di concepire o è sterile. Solo dopo questo e la raccolta di altri test necessari il paziente viene operato.

    Esistono diversi tipi di trattamento chirurgico, che includono:

    Caratteristiche del trattamento

    Le caratteristiche del trattamento della ricaduta sono l'uso di tali tecniche, in cui l'effetto sarà massimo e il recupero richiederà un tempo minimo.

    Tutti i metodi chirurgici per l'eliminazione del varicocele secondario sono nella legatura dei vasi sanguigni per la distribuzione qualitativa del flusso sanguigno alle arterie sane.

    Esistono diversi metodi di trattamento più efficaci e sicuri.

    Questi includono:

    1. laparoscopia
      Le manipolazioni vengono eseguite con uno stetoscopio, che viene iniettato nella parte addominale per bloccare la vena. Questo è il metodo più sicuro con il periodo di recupero minimo del paziente.
    2. Legatura delle vene ed escissione
      L'operazione ha un'alta percentuale di risultati positivi, basse complicanze dopo di essa e un'alta probabilità di recupero.
    3. Il metodo di Ivanissevich
      Questo è il metodo più comune per il trattamento del varicocele. Le sue carenze sono un'alta percentuale di complicazioni successive e bassa efficienza.
    4. circonvallazione
      Dopo questa operazione, potrebbe esserci una complicazione sotto forma di coaguli di sangue nello shunt creato.
    5. scleroterapia
      L'effetto del recupero è del 97% dopo questo metodo di trattamento. In questo caso, l'operazione è caratterizzata da una percentuale minima di trauma.
    6. embolizzazione
      Con il varicocele ricorrente, questo è l'intervento più efficace con effetti collaterali minimi. L'unico inconveniente è la possibile cicatrizzazione e blocco della vena, che bloccherà il flusso di sangue al testicolo malato.

    All'atto di rilevazione varikotsele l'uomo deve rivolgersi all'urologo. Un trattamento tempestivo curerà la malattia senza intervento chirurgico o eseguirà con complicazioni minime.

    Specificità del corso ricorrente varicocele

    Il varicocele è una dilatazione varicosa dei canali venosi nel cordone spermatico. Come risultato di una patologia simile, i nodi si formano nello scroto e il flusso sanguigno viene disturbato. Nelle fasi successive dello sviluppo, il varicocele provoca forti dolori e gonfiore nell'area scrotale. Soprattutto i dolori cominciano a disturbare i pazienti mentre camminano. La patologia è suscettibile di eliminazione attraverso il trattamento chirurgico, ma spesso ricorre.

    Ricorrenza di varicocele

    La ricorrenza del varicocele suggerisce lo sviluppo ripetuto delle vene varicose del cordone spermatico in pazienti che sono stati precedentemente trattati per questa patologia. Secondo le statistiche, le vene varicose ripetute si verificano nel 15-40% dei pazienti. E gli esperti avvertono che i pazienti adolescenti hanno maggiori probabilità di essere affetti da varicocele ricorrente rispetto ad altre categorie di pazienti.

    Per questo motivo, gli adolescenti sono operati molto raramente, aspettano che il giovane abbia completato la pubertà. Di solito, gli stati recidivanti si formano piuttosto lentamente e segretamente. L'immagine sintomatica può comparire in un anno o più dopo il trattamento chirurgico. Di solito il pattern sintomatico di recidiva è identico alla patologia primaria.

    Ragioni per la patologia di ritorno

    L'insorgenza ripetuta di vene varicose si forma solitamente a causa delle caratteristiche della salute maschile o sullo sfondo di non conformità con le raccomandazioni mediche dopo l'intervento chirurgico. Il varicocele ricorrente può manifestarsi sul testicolo già operato, ma appare anche sul lato sano.

    I principali fattori per il ri-sviluppo della malattia includono:

    • Predisposizione genetica alle patologie venose;
    • Particolarità congenite di posizione venosa e arteriosa;
    • Assenza di valvole venose;
    • Presenza di canali venosi duplicati;
    • Debolezza delle pareti venose;
    • Mancato durante i precedenti dotti di intervento chirurgico;
    • Flusso sanguigno rallentato;
    • Scleroterapia, in cui la sostanza somministrata non è sufficientemente diffusa sui tessuti;
    • Spesso le ricadute si verificano negli adolescenti;
    • Dopo l'operazione, metodo Ivanissevich o Marmara.

    A volte le ricadute si verificano durante la laparoscopia, il fattore più comune di recidiva è un'operazione tradizionale, che gli esperti associano allo sviluppo delle vene collaterali dopo la manipolazione chirurgica. Queste ghirlande hanno un diametro piccolo, quindi è impossibile condurre un intervento chirurgico su di esse con l'aiuto di strumenti specializzati. Di conseguenza, ci sono problemi con la visualizzazione, che contribuisce alla ricaduta.

    Segni e sintomi

    Le vene varicose delle vene ricorrenti non sono diverse dalla forma patologica primaria in termini di manifestazioni cliniche. Per patologia, un tipico sviluppo latente a lungo termine senza sintomatologia pronunciata. Questo è il motivo per cui gli uomini molto spesso non prestano attenzione a tali manifestazioni cancellate.

    I segni più comuni di patologia includono:

    1. La sensazione di pesantezza nei testicoli durante e dopo il rapporto sessuale;
    2. Sintomatologia dolorosa e dolori ai testicoli dopo uno sforzo fisico o una deambulazione prolungata;
    3. Sindrome da dolore tirante costante;
    4. Leggero gonfiore del tessuto scrotale.

    Di solito gli uomini si rivolgono all'urologo quando i dolori diventano permanenti e il gonfiore dello scroto diventa pronunciato.

    Cosa fare

    La maggior parte degli specialisti è incline a pensare che il metodo più efficace sia l'intervento chirurgico, tuttavia, quando la malattia non viene rilasciata, il trattamento conservativo è del tutto possibile. La cosa principale è rivolgersi a uno specialista in modo tempestivo, quindi, probabilmente, si può fare senza metodi di terapia non chirurgici. La terapia farmacologica può aiutare ad alleviare i sintomi del dolore, ma non elimina le cause alla base del processo patologico.

    Il paziente può anche eseguire l'autotrattamento attraverso diversi metodi:

    • Massaggi. È necessario massaggiare i testicoli, ma solo a condizione che la patologia abbia un 2-3 grado di sviluppo. L'uomo dovrebbe sdraiarsi sulla schiena e sollevare l'area pelvica, appoggiando un cuscino. Questo stabilirà il flusso di sangue nella regione delle basse maree. Massaggiare i testicoli delicatamente e delicatamente per prevenire dolori.
    • Comprime. È possibile applicare alle aree varicose di foglie schiacciate di assenzio, mescolate con panna acida grassa. Questa miscela viene applicata alla garza e applicata a un testicolo varicoso.
    • Fitoterapia. Mescolare erba: achillea e radice cremisi, castagno e corteccia di salice, camomilla. Tutto su un grande cucchiaio. Versare l'erba con acqua bollente (1 litro) e insistere mezz'ora. Bere dovrebbe essere preso 150 ml tre volte al giorno.
    • Bath. Cora salice e castagno, rovere versare acqua bollente. La quantità totale di corteccia dovrebbe essere di 1 kg. Il brodo viene versato nel bagno. Questa procedura richiede mezz'ora, mentre la temperatura dell'acqua non deve superare i 40 gradi.

    Se la patologia si ripresenta con una sintomatologia pronunciata, i metodi conservativi di terapia non saranno più di aiuto, è necessario un intervento chirurgico.

    Metodi di trattamento

    L'intervento chirurgico è considerato il metodo più efficace per trattare il varicocele di qualsiasi forma, sia che si tratti di patologia primaria o di vene varicose ricorrenti. I medici conducono una diagnosi approfondita, scoprono la fertilità di un uomo e scelgono una tecnica chirurgica in cui l'efficacia della terapia sarà massima, e la riabilitazione richiederà un minimo di tempo. Di norma, la varicosa ovarica ricorrente viene trattata mediante bendaggio dei canali vascolari.

    Una procedura simile viene eseguita in diversi modi:

    • Legatura ed escissione del canale venoso. Tale tecnica ha una percentuale piuttosto alta di risultati positivi e l'incidenza delle complicanze è minima.
    • Laparoscopia. La procedura viene eseguita utilizzando uno stetoscopio inserito nel peritoneo. Questo metodo è considerato il più sicuro e il recupero dopo è il più veloce.
    • intervento chirurgico di bypass. Dopo questo tipo di intervento, è probabile lo sviluppo di coaguli di sangue nello shunt.
    • Il metodo di Ivanissevich. Il tipo più comune di trattamento chirurgico varicocele, ma ha lo svantaggio - bassa efficienza e complicanze frequenti.
    • Scleroterapia. Secondo le statistiche, il recupero è del 97% e la traumatizzazione è minima.
    • L'embolizzazione. Con le vene varicose ricorrenti, questa operazione è considerata la più efficace e le reazioni avverse dopo che sono minime. Ma c'è anche un segno negativo - un blocco della vena che blocca il flusso sanguigno del testicolo del paziente, così come le cicatrici.

    complicazioni

    Tra le complicazioni comuni, le miglia postoperatorie sono remote. Postoperatoria sono come arrossamento e giperotechnosti, ematomi e le guarnizioni breve individuazione di ferite post-operatorie e così via. E 'abbastanza normale che presto sarà in proprio.

    Per quanto riguarda le complicazioni a lungo termine, esse sono associate a un'idropisia dei testicoli, che si verifica sullo sfondo del danno ai vasi linfatici durante l'operazione. Si verifica in circa il 10% dei casi. Sensazioni dolorose che persistono per molti mesi. Inoltre, come complicanza, atrofia o ipertrofia testicolare, possono verificarsi disturbi spermatogenetici. Si presentano raramente, ma si verificano ancora. Anche durante l'intervento chirurgico, è possibile un danno ai tessuti del nervo femorale o disturbi nella produzione dell'ormone testosterone. Ma il tipo più comune di complicazioni è la ricorrenza delle vene varicose.

    Per ridurre al minimo il rischio di complicazioni, devi seguire rigorosamente le prescrizioni mediche, quindi la riabilitazione passerà senza conseguenze.
    Nel video sulle cause e il trattamento della ricorrenza del varicocele:

    Recidive nella chirurgia del varicocele: cosa devi sapere

    Come dimostra la pratica, e l'analisi della letteratura medica specializzata oggi non esiste un metodo di trattamento del varicocele, che eliminerebbe completamente le ricadute o le complicanze postoperatorie. I moderni metodi chirurgici differiscono non solo nella tecnica di conduzione delle operazioni, ma anche nella probabilità di complicanze di diversa gravità. La minima recidiva nell'operazione varicocele viene registrata con l'implementazione della tecnica di accesso microchirurgico.

    Se viene valutata la probabilità complessiva di recidiva, in base alle statistiche, varia dal 10% al 40%. Gli urologi notano che la frequenza della recidiva dipende direttamente dall'età. Quindi i ragazzi e gli adolescenti sono più spesso sottoposti a ripetute operazioni per eliminare le vene varicose, piuttosto che a quelli che sono stati operati dopo la pubertà.

    Ma d'altra parte, quando si differisce il trattamento, c'è il pericolo di sviluppare l'infertilità, associata a difficoltà nel ripristinare l'attività funzionale dei testicoli. Ciò indica la particolare importanza della diagnosi tempestiva e accurata, la nomina di un trattamento adeguato tenendo conto di tutte le caratteristiche individuali del paziente.

    Ricorda. I pazienti con varicocele devono essere costantemente osservati dal medico curante fino alla nascita del numero desiderato di bambini.

    Che cos'è una ricaduta, cos'è pericoloso?

    La ricomparsa del varicocele dopo l'intervento chirurgico (mostrato nella foto) significa l'insorgenza ripetuta della stessa malattia. Le vene varicose delle vene testicolo si sviluppano nuovamente a causa della conservazione del reflusso.

    La causa di ciò può essere un'eliminazione incompleta del flusso sanguigno attraverso un vaso infiammato dell'epididimo o lo sviluppo di quelle vene che non sono state diagnosticate durante la diagnosi e, di conseguenza, il flusso di sangue non si è fermato durante l'operazione in esse.

    Tipi di reflusso

    Poiché la maggior parte dei medici ritengono che sia il reflusso delle vene che circondano il primario (anche se non l'unica) causa di recidiva con lo sviluppo di metodi endoscopici di funzionamento e lo studio delle patologie nel 1980 ha creato una classificazione basata sulla reflusso eziologia. Consiste di tre tipi, a seconda della nave da cui il sangue entra nella vena del testicolo.

    Classificazione del reflusso a seconda della fonte del flusso sanguigno:

    La maggior parte degli studi mostra l'inefficacia della soppressione della vena testicolare nella regione del canale inguinale o sopra di essa con lo sviluppo del secondo e terzo tipo di reflusso.

    Ragioni per ricaduta

    La ricorrenza si verifica a causa di inesattezza della diagnosi o errori nell'operazione. Per prevenire tali fenomeni, è necessario selezionare il metodo corretto di intervento chirurgico e accuratamente esaminare l'area infiammata con l'aiuto di un endoscopio.

    Spesso la causa della recidiva è la medicazione incompleta delle vene varicose. Significa che c'è una riduzione di uno dei rami addizionali della vena, o legare il tronco principale della nave senza prestare attenzione alle vene supplementari.

    Ci sono cosiddetti satelliti delle vene o più correttamente chiamarli rami collaterali. Non possono essere visti dal chirurgo, successivamente infiammati, causando una ricaduta.

    Quando si utilizza la tecnica di Ivanissevich, è possibile districare completamente tali vasi, ad esempio le vene di tessuto grasso o muscolare. Ma in questo caso, non si può parlare di recidiva in quanto tale, poiché le vene infiammate del testicolo rimangono intatte e non viene intrapresa alcuna azione con esse.

    In realtà, non può nemmeno essere chiamato l'operazione di Ivanissevich. Considerarla una ricaduta o meno una domanda è piuttosto controversa, e forse retorica.

    In casi rari, provoca varicocele recidivato dopo intervento chirurgico sorgono da inadeguate deflusso del sangue delle vene pelviche o spermatiche vena esterna, e in trattamenti endoscopici possono avvenire componente di migrazione embolica.

    Negli uomini adulti, a differenza degli adolescenti, il 90% delle recidive è associato a inesattezze meccaniche nell'operazione. Ad esempio, un chirurgo può essere portato via dal lato cosmetico, e questo porta al fatto che il taglio è fatto di lunghezza più corta e così via.

    Più spesso varicocele ricorrente sulla sinistra dopo l'operazione appare negli adolescenti, i cui corpi sono in crescita e costantemente ricostruita. È collegato con disturbi del sistema circolatorio e vascolare in generale, insufficienza venosa e anomalie congenite delle valvole venose, e non solo nella zona pelvica, e l'intero sistema cardiovascolare.

    È possibile che con l'età ci saranno nuovi problemi associati alle vene varicose dello scroto. Pertanto, i pazienti giovani sono lenti a eseguire un'operazione. Sono osservate e, quando diventa possibile fare uno spermogramma, viene presa una decisione sull'ulteriore trattamento.

    Quando si utilizza laparoscopia, la causa della recidiva è la perdita delle clip o la copertura insufficiente di loro nel diametro della vena ovarica ostruita. Tali patologi si incontravano spesso all'inizio dell'uso di questa tecnica. L'attuale pratica di condurre l'operazione è più perfetta e la percentuale di recidive è diminuita.

    La frequenza e i tipi di complicanze postoperatorie sono riportati nella tabella. I dati dovrebbero essere trattati con errore relativo perché oggi le cifre non sono così accurate.

    Il fatto è che il quadro generale varia notevolmente con la possibilità che i pazienti vengano operati con tecniche mininvasive microchirurgiche. Il prezzo di tali operazioni è più alto, ma l'efficienza è anche al livello. Pertanto, la tendenza generale della ricaduta è ridotta.

    Dipendenza delle complicanze postoperatorie sul tipo di intervento chirurgico:

    Ricorda. Se hai sentimenti spiacevoli durante il periodo di riabilitazione o dopo, non aspettare fino a quando "passa da solo". Sii vigile: vedi un dottore. La cura tempestiva può avere un'influenza decisiva sul successo del trattamento.

    Quando può verificarsi una recidiva

    La ricaduta può apparire come un piccolo intervallo di tempo dopo l'operazione e dopo alcuni anni. Pertanto, l'esame regolare, il medico che ha condotto il trattamento, può essere considerato uno dei principali fattori che prevengono e prevengono le recidive.

    La situazione richiede un monitoraggio costante soprattutto se il paziente è esposto a stress fisici costanti, ad esempio al lavoro.

    Come eliminare la ricaduta

    La medicina moderna non ha raccomandazioni chiare per l'eliminazione del recidiva varicocele. Gli ultrasuoni e la dopplerografia sono usati per valutare la patologia. I medici con uno studio sostanziale di questo problema rendono i metodi endovascolari per eliminare le complicanze postoperatorie, mentre le operazioni microchirurgiche e laparoscopiche sono un po 'meno preziose a questo riguardo.

    Il metodo scelto per trattare una recidiva di varicocele dipende principalmente dalle capacità tecniche della clinica, dalle competenze e dall'esperienza del medico. Anche un fattore importante qui è il tipo di operazione, dopo di che c'è stata una ricaduta.

    L'intervento ripetuto per recidiva di varicocele non differisce dall'operazione primaria. La sua essenza sta nel sovrapporsi del flusso sanguigno attraverso le vene infiammate e nel dirigere i vasi sani verso i testicoli. I metodi di trattamento chirurgico non sono molti. Di seguito sono descritti brevemente i più comuni.

    laparoscopia

    L'operazione è minimamente invasiva. Le vene malate sono trattate con uno stetoscopio speciale, che viene iniettato attraverso i micro-piercing nel corpo del paziente.

    L'operazione viene eseguita in anestesia locale, ben tollerata. La riabilitazione è breve, dopo 10-15 giorni il paziente ritorna alla vita normale, escludendo le attività fisiche pesanti.

    L'operazione vuota di Ivanishsevich

    Le vene sono fasciate attraverso un'incisione aperta nel peritoneo. Recentemente, questa tecnica è utilizzata meno frequentemente a causa dell'elevato rischio di complicanze postoperatorie (idrocele, recidive, e danni alle arterie. T. D.) Un periodo di riabilitazione lungo e la comparsa di moderna alternativa tecniche operative minimamente invasive.

    circonvallazione

    In parole semplici, il processo consiste nel cucire la vena testicolare alle vene prossimali della regione ipogastrica o iliaca e reindirizzare il flusso sanguigno attraverso i vasi sani. Ma poiché la tecnica è caratterizzata da bassa efficienza e c'è il rischio di un coagulo di sangue nello shunt creato, l'operazione non è diventata diffusa.

    Scleroterapia endovascolare

    Una tecnica piuttosto buona, ma il prezzo di questa attrezzatura è piuttosto alto, e quindi non tutte le cliniche possono permettersi di fare le operazioni con questo metodo. Il punto è che speciali componenti sclerosanti vengono introdotti nella vena malata, che vengono inviati al sito di patologia per mezzo di angiografia. Portano all'adesione delle pareti venose e alla cessazione del flusso sanguigno, la vena si dissolve successivamente e il sangue scorre attraverso i vasi sani.

    Embolizzazione percutanea

    La tecnica si riferisce a metodi chirurgici minimamente invasivi, praticamente non ha complicazioni ed effetti collaterali, non causa complicanze. Tra gli aspetti negativi, possiamo notare una rara cicatrice delle vene, che porta alla cessazione dell'afflusso di sangue ai testicoli e può portare all'ipotropia.

    Scleroterapia anterograda microchirurgica

    L'efficacia del trattamento o l'eliminazione delle recidive con questo metodo è stimata nell'intervallo 97-98%. Questa tecnica è caratterizzata da un trauma minimo. Tra gli aspetti negativi, va notato l'impatto sul paziente dei raggi X e la durata dell'intervento medico.

    Prevenzione delle ricadute

    Non ci sono tali raccomandazioni, la cui osservanza con assoluta precisione garantirebbe lo smaltimento di possibili recidive, dal momento che molti fattori portano a complicanze postoperatorie (vedi Recupero dopo varicocele: quanto dura il periodo di riabilitazione).

    Di seguito sono riportate alcune raccomandazioni per ridurre la probabilità di recidiva di varicocele:

    1. Consultare un chirurgo. Scopri perché questo tipo di operazione è stata preferita dagli altri, quali sono i vantaggi e i rischi che il medico vede, quali preoccupazioni ci sono. Se hai domande o dubbi, assicurati di chiarirli prima che inizi l'operazione.

    Ricorda che il più sicuro dal punto di vista del verificarsi di recidiva è un'operazione microchirurgica.

    1. I ragazzi dovrebbero aspettare fino alla pubertà. Il tempo di funzionamento gioca anche un ruolo importante, così come altri fattori. Dal momento che un'alta percentuale di recidive si verifica tra i pazienti che hanno subito un intervento chirurgico durante l'infanzia, ha senso posticipare l'intervento chirurgico se il grado e la sintomatologia del varicocele lo consentono. L'opzione migliore è aspettare la pubertà di un adolescente.
    2. Sottoposto regolarmente ad una visita medica. Se parlare direttamente, non c'è prevenzione speciale di varicocele, né la sua recidiva, che garantirebbe il risultato. Pertanto, sarà vero ogni anno, e se ci sono sospetti di complicazioni e una ciotola, visita il tuo medico per monitorare la situazione.
    3. Scegli un dottore. Medico esperto - una garanzia di trattamento affidabile. È appena necessario soffermarsi su questo in dettaglio. Se c'è una ricaduta varicocele, allora è possibile cercare un altro specialista per risolverlo.

    Consiglio. Se non si è sicuri del trattamento scelto o se ci sono dubbi sulla competenza del medico, è meglio chiedere l'aiuto di diversi specialisti e scegliere quello migliore secondo la propria opinione. Ricorda, non sempre le recensioni su Internet corrispondono alla realtà. Affidati alle tue impressioni e ai consigli degli amici.

    conclusione

    Pertanto, la recidiva del varicocele può essere associata alle caratteristiche individuali del paziente, inesattezze nel funzionamento di natura tecnica o tecnica di trattamento erroneamente scelta.

    Tuttavia, l'intervento chirurgico è completamente giustificato e porta al recupero del paziente. Il ritorno della malattia può essere determinato dall'inosservanza delle regole di riabilitazione o da attività associate a stress fisico persistente.

    Per ridurre al minimo il rischio di recidiva, deve essere effettuato un esame preoperatorio completo con diagnosi ecografica e, nel periodo postoperatorio, tutte le raccomandazioni del medico curante devono essere strettamente osservate con il monitoraggio obbligatorio della salute da parte sua. L'analisi periodica dello spermogramma è una condizione necessaria per valutare le condizioni del paziente.

    Siete Interessati Circa Le Vene Varicose

    Indovazin: istruzioni per l'uso

    Prevenzione

    Indovazin - un angioprotector di uso esterno con antinfiammatorio, analgesico e decongestionante.Questo medicinale allevia i dolori che derivano da distorsioni, contusioni, radicoliti, neuriti....