Tiklid - istruzioni per l'uso, recensioni, analoghi e formulazioni (compresse da 250 mg) del farmaco per la prevenzione della trombosi e la formazione di trombi, il trattamento dell'angina negli adulti, i bambini e la gravidanza. struttura

Motivi

In questo articolo, puoi leggere le istruzioni per l'utilizzo del farmaco tiklid. Ci sono recensioni dei visitatori del sito - consumatori di questo farmaco, nonché opinioni di medici specialisti sull'uso di Tiklid nella loro pratica. Una grande richiesta è di aggiungere attivamente il loro feedback sul farmaco: il medicinale ha aiutato o non ha aiutato a sbarazzarsi della malattia, che sono state osservate complicazioni ed effetti collaterali, probabilmente non dichiarati dal produttore nell'annotazione. Analoghi di Tiklid in presenza di analoghi strutturali esistenti. Utilizzare per la prevenzione della trombosi e la formazione di coaguli di sangue, il trattamento dell'angina negli adulti, nei bambini, così come durante la gravidanza e l'allattamento. Composizione della preparazione

tiklid - agente antipiastrinico. Inibisce l'adesione e ritarda stadi 1 e 2 della aggregazione piastrinica indotta da adenosina fosfato (ADP). Promuove la disaggregazione. Inibisce l'aggregazione dei globuli rossi, e riguarda anche la loro capacità di deformarsi. Riduce i livelli ematici di fattore 4 e beta-tromboglucina. Il meccanismo d'azione è presumibilmente dovuto al cumulo fatto che ticlopidina (ingrediente attivo tiklid farmaco), interagendo con glicoproteina 2b / 3a, inibisce il legame del fibrinogeno alle piastrine attivate.

struttura

Ticlopidina + eccipienti.

farmacocinetica

Tiklid rapidamente e quasi completamente assorbito, crea un livello massimo nel plasma 2 ore dopo l'iniezione. La concentrazione di equilibrio nel plasma viene raggiunta dopo 7-10 giorni. L'emivita media nello stato di equilibrio è di circa 30-50 ore. Metabolizzato nel fegato Il 50-60% viene escreto dai reni.

testimonianza

  • profilassi di trombosi e formazione di trombi nei disturbi ischemici causati dal processo aterosclerotico in vasi del cervello (arteriosclerosi cerebrale) e gli arti inferiori;
  • angina instabile;
  • periodo di riabilitazione dopo infarto miocardico e emorragia subaracnoidea;
  • condizione dopo trasfusione di sangue;
  • profilassi della formazione di trombi dopo l'innesto di bypass cardiaco e con l'uso della circolazione artificiale;
  • nel diabete mellito per la prevenzione della retinopatia precoce, della nefropangiopatia e dell'angiopatia degli arti inferiori.

Forme di rilascio

Compresse 250 mg.

Istruzioni per l'uso e il regime di dosaggio

La dose terapeutica è 250-500 mg al giorno, assumere la pillola durante o dopo un pasto. Se necessario, la dose viene aumentata a 1 g al giorno sotto il controllo dello stato del sistema di coagulazione del sangue. La durata del trattamento è impostata individualmente.

Effetto collaterale

  • diarrea;
  • dolore allo stomaco;
  • aumento del livello di transaminasi;
  • Ittero colestatico (dovuto a stagnazione della bile);
  • fenomeni emorragici;
  • Trombocitopenia, leucopenia, agranulocitosi, neutropenia;
  • eruzione cutanea;
  • rumore nelle orecchie.

Controindicazioni

  • diatesi emorragica;
  • malattie del sangue accompagnate da un prolungato tempo di sanguinamento;
  • condizioni patologiche con tendenza al sanguinamento (ulcera peptica dello stomaco e del duodeno);
  • ictus emorragici in periodo acuto e subacuto;
  • malattia del fegato;
  • leucopenia, trombocitopenia e agranulocitosi nell'anamnesi;
  • l'uso di eparina in dosi elevate;
  • ipersensibilità alla ticlopidina;
  • la gravidanza;
  • allattamento (allattamento al seno).

Applicazione in gravidanza e allattamento

Tiklid è controindicato in gravidanza e allattamento.

Usare nei bambini

Nella pratica pediatrica, il farmaco non viene utilizzato.

Istruzioni speciali

Non usare contemporaneamente con anticoagulanti e altri agenti antipiastrinici (incluso acido acetilsalicilico).

Prima del trattamento, durante il trattamento (ogni 2 settimane durante i primi 3 mesi), e 15 giorni dopo la sospensione del trattamento (se il trattamento è cancellata entro i primi 3 mesi) necessari per condurre emocromocitometrico clinica come altri elementi del sangue. In caso di grave neutropenia e trombocitopenia, così come la manifestazione di effetti di neutropenia (febbre, mal di gola, ulcerazioni della mucosa orale), trombocitopenia (lungo o sanguinamento insolito, lividi, porpora, cal scuro) e emolisi (ittero, urine scure, di colore chiaro movimenti intestinali), il trattamento deve essere interrotto ed il controllo di analisi del sangue effettuate prima della normalizzazione degli indicatori.

Diffidare nominare pazienti con funzionalità epatica compromessa.

Tiklid dovrebbe essere cancellato 1 settimana prima delle operazioni programmate.

Interazioni farmacologiche

Con l'uso simultaneo di antiacidi, con glucocorticosteroidi (GCS), l'effetto della ticlopidina diminuisce.

Con l'uso simultaneo di anticoagulanti, esiste il rischio di sanguinamento dovuto ad una combinazione di attività anticoagulante e antiaggregante; con acenocumarolo - è possibile ridurre l'effetto anticoagulante dell'acenocumarolo; con acido acetilsalicilico - aumenta l'attività antiaggregante.

Con l'applicazione simultanea di warfarin, vengono descritti casi di danno epatico. L'effetto anticoagulante del warfarin non cambia.

Con l'uso simultaneo, è possibile ridurre l'escrezione dal corpo e aumentare la concentrazione di teofillina nel plasma sanguigno.

Con l'applicazione simultanea, la clearance del fenazone diminuisce.

Con l'uso simultaneo di Tiklid con fenitoina, la concentrazione di fenitoina nel plasma sanguigno aumenta e aumenta il rischio del suo effetto collaterale.

Con l'applicazione simultanea, vengono descritti casi di diminuzione della concentrazione di ciclosporina e digossina nel plasma sanguigno.

Analoghi della droga Tyclid

Analoghi strutturali per la sostanza attiva:

Analoghi del farmaco Tiklid sul gruppo farmacologico (antiaggreganti):

  • agapurin;
  • Agregal;
  • Aklotin;
  • alprostadil;
  • Arbifleks;
  • aspinate;
  • Aspirina Cardio;
  • Brilinta;
  • Viksipin;
  • Ginko;
  • Ginos;
  • Deplatt;
  • Detromb;
  • dipiridamolo;
  • Doksilek;
  • Zilt;
  • Ibustrin;
  • Integrilin;
  • Kardioksipin;
  • Kardogrel;
  • Kardutol;
  • Klapitaks;
  • Klopideks;
  • clopidogrel;
  • Klopilet;
  • Kolfarit;
  • komplamin;
  • Xantinolo nicotinato;
  • carillon;
  • Laspal;
  • Lirta;
  • Listab;
  • Lopirel;
  • Mikristin;
  • Monafram;
  • Muse;
  • Parsedil;
  • Pentamon;
  • pentoxifylline;
  • Pentomer;
  • Persantin;
  • Pidogrel;
  • Plavix;
  • Plagril;
  • Plogrel;
  • Radomin;
  • Ralofekt;
  • Rutsiromab;
  • Tagri;
  • Targetek;
  • ticagrelor;
  • Tickle;
  • Trental;
  • Trombogard;
  • Tromboreduktin;
  • Tromborel;
  • Fleksital;
  • Flyuder;
  • cilostazolo;
  • Eiconol;
  • Eyferol;
  • Eyfitol;
  • Emoksibel;
  • emoksipin;
  • Effient.

Risposta di un cardiologo

Ai miei pazienti, che hanno sofferto di infarto miocardico acuto o di angina instabile, prescrivo Tiklid per la prevenzione della formazione di trombi. Per lo stesso scopo, riceve tre pazienti sottoposti a un'operazione di bypass. La dose giornaliera di Tiklid è quasi di tutti i 500 mg, cioè, prendono 1 compressa 2 volte al giorno. I pazienti sono ben tollerati, nessuna reazione avversa è stata osservata in nessuno di essi. In casi isolati ci sono stati cambiamenti nelle analisi del sangue: una leggera diminuzione del numero di leucociti e piastrine. Ma circa un mese dopo la fine del trattamento, gli indicatori ematologici tornarono alla normalità.

Quando è appropriato usare Tiklid: istruzioni, recensioni

Tiklid è una droga sintetica che ha un effetto antiaggregante. Il componente attivo del farmaco agisce come ritardante dell'aggregazione piastrinica.

Il farmaco è disponibile sotto forma di compresse in un guscio di film, che hanno una forma biconvessa sferica. Il farmaco viene dispensato in confezioni di cartone da dieci compresse ciascuna.

Una compressa (250 mg del farmaco) contiene il principio attivo di ticlopidina cloridrato e altre sostanze:

  • cellulosa microcristallina;
  • acido stearico;
  • stearato di magnesio;
  • amido di mais;
  • acido citrico anidro.

La composizione del guscio del film comprende opadrai bianco (diossido di titanio, polisorbato 80, ipromellosa, macrogol).

Profilo farmacologico

Il farmaco provoca l'oppressione dell'aggregazione piastrinica e aumenta la durata del sanguinamento. Dopo la fine del farmaco, il periodo di emorragia e altre funzioni delle piastrine si normalizzano entro una o due settimane. La completa inibizione dell'aggregazione piastrinica viene osservata due giorni dopo l'inizio di Ticlid.

L'effetto terapeutico massimo si verifica nel 7 ° -8 ° giorno di trattamento, con un multiplo di due volte al giorno. La dose terapeutica del farmaco è in grado di sopprimere il composto di piastrine indotto da ADP del 55-70%. Il farmaco è un derivato tienopiridinico e ha un effetto disaggregante. Il principio attivo del farmaco è in grado di stimolare la formazione di prostaglandine E1 e prostaciclina.

Tutti i componenti del farmaco possono essere assorbiti rapidamente per intero. La concentrazione limite del farmaco nel corpo viene raggiunta dopo due ore dal suo utilizzo.

L'effetto terapeutico si verifica l'8 ° -9 ° giorno dopo il corso della terapia. L'emivita del farmaco dal corpo è di 30-50 ore. Ma allo stesso tempo l'oppressione dell'aggregazione piastrinica non dipende dal grado di saturazione del farmaco nel corpo.

Il metabolismo della sostanza attiva del farmaco passa nel fegato. Dopo aver assunto il farmaco marcato con isotopi, circa il 60% del farmaco è stato trovato nelle urine e il 25-30% nelle feci.

Meccanismo d'azione

È la capacità di rimuovere i fattori della lesione aterosclerotica influenzando le proprietà visco-reologiche e coagulanti del sangue. Nel caso del danno aterosclerotico locale all'endotelio della nave, vi è un alto rischio di trombo, che può portare al restringimento del vaso di alimentazione o al suo completo blocco.

La sostanza attiva del farmaco interagisce con la glicoproteina IIb e IIIa, impedendo in tal modo il legame del fibrinogeno alle piastrine attivate.

In vitro, Tyclid ha un effetto relativamente debole sull'aggregazione piastrinica, ma inibisce la crescita delle piastrine endoteliali. Di conseguenza, la viscosità del sangue diminuisce e aumenta la durata del sanguinamento.

Il farmaco non abbassa il livello di prostaciclina e aumenta la formazione di ossido nitrico endoteliale nei pazienti dopo trapianto di cuore.

Ambito di applicazione

Indicazioni per l'uso:

  • sospetto di trombosi venosa degli arti inferiori con rischio di sviluppare EP;
  • tromboembolismo venoso;
  • la probabilità di un ictus primario o ricorrente in pazienti che hanno avuto un ictus ischemico o tromboembolico;
  • dislocazione ischemica della circolazione cerebrale nella fase di transizione;
  • complicazione ischemica dopo lesioni croniche delle arterie degli arti inferiori e delle arterie coronarie;
  • occlusione acuta di stent coronarici;
  • infarto miocardico acuto;
  • angina instabile;
  • la condizione dopo la protesi valvolare trasferita del cuore;
  • aterosclerosi grave delle arterie periferiche;
  • glomerulonefrite prolungata;
  • riabilitazione dopo un'emorragia subaracnoidea.

Controindicazioni alla prescrizione

Tyclide non deve essere assunto nei seguenti casi:

  • presenza di diatesi emorragica;
  • allergia al componente attivo del farmaco;
  • gravidanza e il periodo di allattamento al seno;
  • grave insufficienza epatica;
  • La presenza di paratossia ematologica (granulocitosi, trombocitopenia o leucopenia);
  • malattie del sangue accompagnate da sanguinamento prolungato;
  • malattie con manifestazioni di emorragia (ulcera dello stomaco e del duodeno, ictus emorragico);
  • trombocitopenia e neutropenia;

Istruzioni per l'uso

Tiklid è destinato alla somministrazione orale. Se viene indicata una delle indicazioni di cui sopra, viene prescritta una singola dose del farmaco nella quantità di 250 mg.

La molteplicità di ammissione è due volte al giorno durante o dopo un pasto. La dose massima ammissibile al giorno non deve superare 1 g.

In presenza di insufficienza renale prolungata, la dose del farmaco deve essere ridotta.

Sovradosaggio e possibili effetti collaterali

Sulla base di test eseguiti su animali, è stato riscontrato che una quantità eccessiva del farmaco provoca grave intolleranza gastrointestinale.

Durante il corso del trattamento, è necessario monitorare regolarmente il lavoro degli organi interni e gli indicatori di omeostasi.

In caso di sovradosaggio, lavare lo stomaco e applicare le misure generali di supporto. I medici raccomandano l'uso di carbone attivo in questo caso, poiché è in grado di assorbire una certa quantità del farmaco.

L'effetto collaterale è espresso nel modo seguente:

  1. Sistema emopoietico: anemia emolitica, porpora trombotica (in rari casi).
  2. Sistema di omeostasi: manifestazioni emorragiche.
  3. Tratto gastrointestinale: nausea, diarrea, epatite colestatica, dolore addominale.
  4. Sistema nervoso: mal di testa e vertigini, astenia, tinnito.
  5. Coperture della pelle: la manifestazione di reazioni allergiche sotto forma di eruzioni cutanee e prurito. Inoltre, sono state notate varie forme di reazioni immuno-allergiche. Più raramente c'è una sindrome di lupus, artralgia, polmonite e neuropatia allergica.

Istruzioni speciali

Prima di iniziare la terapia con Tiklid, è necessario condurre un'analisi del sangue clinica differenziata. Se esiste il rischio di sanguinamento, il medicinale deve essere assunto con estrema cautela.

Il farmaco è controindicato nelle donne in gravidanza e in quelle donne che allattano al seno. Durante il trattamento, non è consigliabile assumere alcolici, poiché possono verificarsi effetti indesiderati.

Con le violazioni dei reni, è necessario ridurre le dosi singole del farmaco. Se il paziente ha una funzione epatica perturbata, il farmaco deve essere assunto con molta cura.

In caso di grave insufficienza epatica, il farmaco è controindicato. Per quanto riguarda l'assunzione di farmaci nell'infanzia, l'affidabilità e l'efficacia del farmaco nel trattamento dei bambini non è stabilita.

Interazione con altri farmaci

Tiklid interagisce con i farmaci che hanno proprietà antipiastriniche. Questi includono acido acetilsalicilico e altri FANS (Clopidogrel, Abciximab, Tyrofiban, ecc.).

La combinazione del farmaco con eparina, anticoagulanti trombolitici e preorali, aumenta significativamente il rischio di sanguinamento.

A questo proposito, è necessario effettuare costantemente il controllo di laboratorio e clinico.

Pratica di applicazione

Commenti dei medici, consigli dei pazienti e conclusioni sull'applicazione pratica di Tiklid.

Il farmaco è abbastanza efficace, ma ha molti effetti collaterali. Lo prescrivo spesso per la prevenzione di trombosi, ictus e malattie cardiache. Nella maggior parte dei casi, l'effetto desiderato è arrivato molto rapidamente.

Konstantin Evgenevich, cardiologo medico

I pregi del farmaco possono essere attribuiti al fatto che ha un effetto anche nel paziente anziano. Ma sfortunatamente, dopo aver preso un sacco di effetti collaterali e complicazioni possono verificarsi. Pertanto, Tiklid dovrebbe essere nominato esclusivamente su base individuale.

Valery Osipovna, chirurgo vascolare

Per molto tempo ho sofferto di vene varicose. Per molto tempo sono stato indossato da medici che mi scrivevano costantemente qualcosa di costoso e inefficiente. Ma in qualche modo alla prossima ricezione ho registrato Tiklid.

In un mese dopo l'inizio della ricezione, tutta la mia varicosi si è risolta e io sono rimasto contento o abbastanza.

Helena

Mi è stato diagnosticato un sospetto attacco cardiaco, dopo il quale Tyclid mi è stato assegnato. Dopo la sua ammissione non si sentì meglio, iniziarono i salti di pressione (che non sono indicati negli effetti collaterali). In generale, ho rinunciato a prendere questa medicina e penso che presto mi rivolgerò ad un altro specialista.

Valery

Si può vedere dalle recensioni che la medicina nel suo complesso è efficace. Ma gli svantaggi includono la manifestazione di una serie di effetti collaterali.

Acquisto del farmaco e dei suoi analoghi

Il farmaco è disponibile sotto forma di compresse. Il prezzo medio di Tiklid è di 1050 rubli.

Il farmaco deve essere conservato in un luogo buio e asciutto a una temperatura non superiore a 25 gradi. L'utilità del farmaco è di tre anni. Il farmaco è dispensato in farmacia solo su prescrizione medica.

Gli analoghi di Tiklid includono i seguenti farmaci:

  • Il vaso;
  • Ipaton;
  • Ticlopidina prodotta da Darnitsa, Hexal, Ratiofarm.

Tiklid: istruzioni ufficiali per l'uso

Numero di registrazione:

Nome commerciale del preparato: Tiklid ®.

Nome internazionale non proprietario:

Forma di dosaggio:

struttura
Principio attivo: ticlopidina cloridrato 250 mg.
eccipienti: cellulosa microcristallina (90 micron), povidone K 30 (polividone K 30), acido citrico anidro, amido di mais, magnesio stearato, acido stearico.

Composizione Shell: bianco opadray (ipromellosa, biossido di titanio, macrogol, polisorbato 80).

descrizione
Compresse rotonde biconvesse ricoperte con una pellicola di colore bianco o quasi bianco.

Gruppo farmacoterapeutico:

Codice ATX: V01AS05.

farmacodinamica
La ticlopidina è un inibitore dell'aggregazione piastrinica. Causa la soppressione dose-dipendente dell'aggregazione piastrinica e il rilascio di alcuni fattori piastrinici, nonché il prolungamento del tempo di sanguinamento.

Il farmaco non ha un'attività in vitro significativa, ma solo in vivo. I metaboliti della ticlopidina non sono stati identificati attivamente.

La ticlopidina sopprime l'aggregazione piastrinica inibendo il legame ADP-dipendente del fibrinogeno alla membrana piastrinica. A differenza dell'aspirina, non inibisce la cicloossigenasi. L'AMP ciclico delle piastrine, apparentemente, non ha alcun ruolo in questo meccanismo d'azione.

Dopo la sospensione del farmaco nella maggior parte dei pazienti, il tempo di sanguinamento e altre funzioni piastriniche ritornano ai valori normali entro una settimana. La soppressione dell'aggregazione piastrinica avviene entro due giorni dall'inizio della ticlopidina due volte al giorno.

L'effetto massimo si ottiene nel 5-8 ° giorno di trattamento alla dose di 250 mg due volte al giorno. Nella dose terapeutica, la ticlopidina inibisce l'aggregazione piastrinica indotta da ADP (2,5 μmol / L) del 50-70%. Dosi più basse provocano una soppressione proporzionalmente ridotta dell'aggregazione piastrinica.

farmacocinetica
Dopo l'ingestione di una dose singola dose standard di ticlopidina, si osserva un rapido assorbimento, raggiungendo un livello massimo nel plasma 2 ore dopo l'ingestione.

L'assorbimento è quasi completo. La nomina di ticlopidina dopo i pasti migliora la biodisponibilità.

Livelli stabili del farmaco nel plasma sono raggiunti dopo 7-10 giorni di somministrazione di 250 mg due volte al giorno. L'emivita media della ticlopidina a livelli stabili è di circa 30-50 ore. Tuttavia, la soppressione dell'aggregazione piastrinica non dipende dal livello di concentrazione del farmaco nel plasma.

La ticlopidina è metabolizzata nel fegato. Dopo l'ingestione di un farmaco marcato con un isotopo radioattivo, il 50-60% è stato rilevato nelle urine, il 23-30% nelle feci.

Pazienti anziani:
I principali studi clinici sono stati condotti con la partecipazione di un gruppo di pazienti di mezza età di età compresa tra 64 anni. La farmacocinetica della ticlopidina nei pazienti anziani viene modificata, ma la sua attività farmacologica e terapeutica alla dose di 500 mg al giorno non dipende dall'età.

Indicazioni per l'uso
- Prevenzione delle complicanze trombotiche arteriose (ictus, infarto miocardico, morte per malattia vascolare) in pazienti sottoposti a ictus ischemico causato da aterosclerosi dell'arteria cerebrale.
- Profilassi delle complicanze ischemiche, in particolare delle complicanze coronariche, nei pazienti con malattia coronarica (CHD) e nei pazienti con arterie croniche degli arti inferiori (claudicatio intermittente).
- Prevenzione della trombosi ricorrente nell'emodialisi cronica.

Controindicazioni
- Un'allergia a ticlopidine nell'anamnesi.
- Diatesi emorragica.
- Malattie con tendenza al sanguinamento (ulcera peptica dello stomaco o del duodeno, ictus emorragico).
- Malattie del sangue con tempo di sanguinamento prolungato.
- Patologie ematologiche (leucopenia, trombocitopenia o agranulocitosi nell'anamnesi).
- Grave insufficienza epatica
- Gravidanza e allattamento.
Con cautela uso in pazienti con insufficienza epatica (vedere "Istruzioni speciali"), con insufficienza renale, con interventi chirurgici, lesioni e altre condizioni patologiche con rischio di sanguinamento. L'efficacia e la sicurezza della ticlopidina nei bambini non sono stabilite.

Dosaggio e somministrazione
Solo per adulti.

Per somministrazione orale.

Per tutte le indicazioni, il farmaco viene prescritto in una dose di 250 mg 2 volte al giorno, durante o dopo un pasto. La dose massima giornaliera può essere di 1 grammo (può essere somministrata solo per un breve periodo di tempo).

In insufficienza renale cronica, una riduzione della dose

Effetti collaterali
Da parte del sistema di emopoiesi
Leucopenia (neutropenia, agranulocitosi), pancitopenia, aplasia midollare (espressa soprattutto negli anziani), anemia emolitica, trombocitopenia (isolato o coniugato con anemia emolitica). La porpora trombotica trombocitopenica è molto rara.

Dal lato del sistema emostatico
Manifestazioni emorragiche

Dal tratto gastrointestinale
Nausea, diarrea, dolore allo stomaco, raramente epatite citolitica e / o colestatica. Aumento isolato o combinato dei livelli di fosfatasi alcalina, transaminasi e bilirubina durante i primi 4 mesi di trattamento.

Dal lato della pelle
Eruzioni cutanee polimorfiche, spesso accompagnate da prurito. In casi molto rari, è stato notato eritema multiforme.

Reazioni allergiche
In casi molto rari c'erano diverse forme di reazioni immunitarie-alllergicheskih: molto raramente - reazione anafilattica, angioedema, artralgia, vasculite, sindrome lupus, polmonite allergica, e nefropatia. Sono descritti casi molto rari di alta temperatura.

Dal sistema nervoso
Vertigini, mal di testa, tinnito, astenia.

Il livello di lipidi nel sangue
Durante 1-4 mesi di trattamento con ticlopidina, è possibile osservare un aumento dell'8-10% nei livelli di HDL, LDL, VLDL e livelli sierici di trigliceridi. Con il trattamento continuato, non si osserva alcun ulteriore aumento. La proporzione tra sotto-frazioni di lipoproteine ​​(specialmente tra HDL e LDL) rimane invariata. Esperimenti clinici hanno dimostrato che questo effetto non dipende dall'età, dal sesso, dal consumo di alcool o dalla presenza di diabete e non influisce sul rischio cardiovascolare.

overdose
Sulla base dei risultati di esperimenti sugli animali, un sovradosaggio del farmaco può causare grave intolleranza gastrointestinale. È necessario monitorare attentamente la funzione degli organi vitali e degli indicatori dell'emostasi (tempo di sanguinamento). In caso di sovradosaggio, si raccomanda la lavanda gastrica e l'uso di misure di supporto generali.

Interazione con altri farmaci
Alcuni farmaci possono interagire con la ticlopidina a causa delle loro proprietà antipiastriniche. Questa sostanza quali aspirina e farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS), clopidogrel, tirofiban, eptifibatide, abciximab e iloprost. uso contemporaneo di più agenti che inibiscono l'aggregazione piastrinica, così come la loro combinazione con eparina, anticoagulanti orali e trombolitici può aumentare significativamente il rischio di sanguinamento, quindi devono assicurare il monitoraggio e clinici di laboratorio.

Combinazioni che richiedono cure speciali:
Teofillina (base e sali) e aminofillina:
Un aumento del livello di teofillina nel plasma con rischio di sovradosaggio (diminuzione della clearance plasmatica della teofillina). È richiesto il controllo clinico e la misurazione dei livelli di teofillina nel plasma. Il dosaggio della teofillina deve essere modificato se necessario durante il trattamento con ticlopidina e dopo la sua conclusione.

fenitoina:
Elevati livelli di fenitoina nel plasma con segni di sovradosaggio (soppressione del metabolismo della fenitoina). Sono richiesti il ​​controllo clinico e la misurazione dei livelli plasmatici di fenitoina.

ciclosporina:
Le concentrazioni di ciclosporina nel sangue sono ridotte. È necessario aumentare la dose di ciclosporina controllando la sua concentrazione. Dopo il ritiro di ticlopidina, la dose deve essere ridotta.

Digoksii:
L'uso combinato con digossina riduce del 15% la concentrazione di quest'ultimo nel plasma sanguigno.

Altre interazioni:
antiacidi, riducendo l'assorbimento, riducono la concentrazione di ticlopidina nel plasma sanguigno del 18%; somministrazione simultanea con cimetidina, può portare a un rilascio più lento di ticlopidina; I farmaci mielotossici aumentano il rischio di oppressione dell'ematopoiesi del midollo osseo.

Istruzioni speciali
La ticlopidina può causare effetti collaterali ematologici o emorragici. (vedi "Effetti collaterali").

I disturbi ematologici sono principalmente associati ai leucociti. Nella grande maggioranza dei casi, questi effetti collaterali si manifestano durante i primi tre mesi di trattamento. A volte ci sono casi gravi (neutropenia grave, agranulocitosi), che possono portare alla morte.

Esiti gravi di effetti collaterali ematologici o emorragici sono più probabili che si verifichino nelle seguenti condizioni:
- Inosservanza delle misure di controllo, diagnosi tardiva e intervento terapeutico inadeguato;
- Co-somministrazione di anticoagulanti o inibitori dell'aggregazione piastrinica come l'aspirina e i FANS.

Controllo ematologico
All'inizio del trattamento, deve essere eseguito un esame ematico clinico differenziato (compresa la conta piastrinica), quindi deve essere ripetuto ogni due settimane durante i primi tre mesi di terapia. Se il trattamento viene interrotto durante i primi tre mesi, entro due settimane dalla cessazione del trattamento, è necessario il controllo dei neutrofili e delle piastrine.

In caso di neutropenia (3) o trombocitopenia (3), il trattamento deve essere interrotto e si devono eseguire esami del sangue con conta delle piastrine e altri elementi del sangue fino a ottenere i risultati normali.

Controllo dell'emostasi
Ticlopidina deve essere usata con cautela nel rischio di sanguinamento (vedere "Interazioni con altri farmaci").

Se il paziente deve sottoporsi ad intervento chirurgico, se l'effetto della soppressione piastrinica è indesiderabile, il trattamento deve essere interrotto almeno dieci giorni prima dell'intervento chirurgico.

Nel caso di operazione chirurgica urgente Per ridurre il rischio di sanguinamento e ridurre il tempo di sanguinamento, è possibile utilizzare tre metodi, congiuntamente o separatamente:
1) somministrazione di 0,5-1,0 mg / kg di metilprednisolone per via endovenosa, che può essere ripetuto;
2) somministrazione di desmopressina in una dose di 0,2-0,4 μg / kg;
3) trasfusione di piastrine fresche sotto forma di un concentrato di un'unità piastrinica.

Controllo clinico
Tutti i pazienti che assumono ticlopidina, devono essere informati che la comparsa di temperatura elevata, mal di gola, ulcere nella bocca, emorragie lungo o insolito, lividi, sangue vomito e feci (melena) richiede un trattamento immediato del paziente al medico.

La diagnosi clinica di porpora trombotica trombocitopenica (TTP) può essere effettuata in presenza di trombocitopenia, anemia emolitica, sintomi neurologici, disfunzione renale e febbre alta. L'inizio potrebbe essere inaspettato. La maggior parte dei casi è stata registrata nelle prime 8 settimane dopo l'inizio della terapia. La prognosi è molto grave (sono noti i decessi da TTP).

Il farmaco deve essere usato con cautela nei pazienti con compromissione della funzionalità epatica e, nel caso di epatite o ittero, il trattamento deve essere interrotto.

Con grave diarrea, il trattamento deve essere interrotto.

Influenza su capacità di guidare e altri meccanismi
Non rilevato.

Forma del problema
Compresse, 250 mg rivestiti con film.
10 compresse per blister in PVC / Al.
2 bolle insieme alle istruzioni per l'uso in una scatola di cartone.

Condizioni di conservazione
Conservare in un luogo asciutto a una temperatura non superiore a 25 ° C.
Tenere fuori dalla portata dei bambini.
Elenco B.

Data di scadenza
3 anni.
Non utilizzare il prodotto dopo la data di scadenza indicata sulla confezione.

Condizioni di congedo dalle farmacie
Sotto la prescrizione

fabbricante
SANOFI-AVENTIS FRANCIA, Francia, prodotto da SANOFI-AVENTIS SAU, Spagna
Ktra. De la Balloria a Ostalrik, km 1,4 - 17404 RIHILS E VIABRI (Girona), Spagna.

Le richieste dei consumatori devono essere inviate all'indirizzo in Russia:
115035, Mosca, ul. Sadovnicheskaya, casa 82, edificio 2

Forte strumento per la trombosi - Tiklid

Tiklid è un farmaco efficace per la prevenzione della trombosi di varie eziologie.

Il farmaco previene il rischio di ictus ripetuti, riduce la probabilità di complicanze ischemiche in molte categorie di pazienti, inibisce l'aggregazione delle piastrine.

Il farmaco mostra un risultato positivo nel trattamento e nella prevenzione di molte malattie del sistema cardiovascolare.

Tiklid, farmaco a forte azione, è autorizzato a prendere solo come indicato da un medico. Durante il trattamento, è obbligatorio monitorare la dose giornaliera, aggiustare in caso di influenza troppo attiva o insufficiente influenza sull'aggregazione piastrinica.

Forte agente antipiastrinico sulla base di ticlopidina cloridrato ha limitazioni da usare, una lista abbastanza lunga di controindicazioni. Prima della nomina di un medico, il medico prende in considerazione i risultati del test del sangue, che indica il livello di tutti i tipi di cellule del sangue. In neutropenia, sono raccomandate forme gravi di trombocitopenia, altri farmaci di un'azione simile.

Istruzioni per l'uso

Indicazioni per l'uso

Il farmaco con effetto anti-aggregazione è raccomandato nei seguenti casi:

  • prevenzione dell'occlusione acuta di stent coronarici;
  • cecità monoculare, altri problemi con disturbi circolatori nel cervello;
  • prevenzione dell'ictus ischemico in pazienti affetti da lesioni delle arterie e delle vene degli arti inferiori;
  • rischio di ictus ischemico primario;
  • prevenzione della trombosi in emodialisi e intervento chirurgico;
  • prevenzione delle complicanze dopo un precedente ictus ischemico o tromboembolico.

Importante! Nelle patologie epatiche e renali gravi, il farmaco di Tyclid viene somministrato con cautela. Il medico prende in considerazione il rischio per il paziente e il risultato atteso della terapia.

Video: "Occlusione dell'atrio sinistro"

Metodo di applicazione

Il farmaco è destinato alla somministrazione orale. Le compresse devono essere lavate giù con acqua mentre si mangia, non masticare.

Il dosaggio giornaliero è di 500 mg. Il medicinale deve essere assunto due volte al giorno per 1 compressa (250 mg per dose). Sulla raccomandazione di un medico per un giorno ha permesso di bere durante il giorno, un massimo di 3 compresse Tiklid.

Il sovradosaggio porta a complicazioni sotto forma di reazioni gastrointestinali. L'eliminazione di sintomi negativi è effettuata sotto la supervisione di un dottore.

Prima dell'inizio della terapia e dopo il ritiro del farmaco con effetto anti-aggregazione, i parametri delle cellule del sangue vengono monitorati. Se necessario, vengono prescritti farmaci che riportano il livello dei componenti del sangue alla normalità.

Importante! Dopo aver assunto attivamente il principio attivo, dopo 2 ore è stato osservato il massimo riempimento del plasma con ticlopidina cloridrato. Durante la settimana è stata rilevata una concentrazione di equilibrio nel plasma. Il componente attivo è metabolizzato dal fegato, escreto dai reni a un livello del 50%. Durante la terapia, il monitoraggio periodico del tempo di sanguinamento, conta ematica è obbligatorio.

Forma di emissione, composizione

Il principio attivo è ticlopidina cloridrato. Una compressa contiene 250 mg di ingrediente attivo.

Ci sono 10 compresse nel blister. Ogni confezione contiene 2 o 3 blister.

Il farmaco con proprietà antitrombotiche attive sopprime l'aggregazione piastrinica. Un effetto notevole si ottiene due settimane dopo l'inizio dell'uso delle compresse di Tiklid. L'attività significativa del farmaco è stata osservata solo in vivo. Secondo la ricerca, l'effetto in vitro è debole.

Il farmaco prolunga il tempo di sanguinamento, rilascia singoli fattori piastrinici. Se le istruzioni sono seguite, l'inibizione dell'aggregazione piastrinica indotta da ADP è massima dopo 5-8 giorni dall'inizio della terapia.

Per ottenere l'effetto, il paziente deve assumere Ticlide 250 mg due volte al giorno durante il giorno. La dose terapeutica inibisce l'aggregazione piastrinica di metà o due terzi della quantità originale. Ridurre il dosaggio riduce l'effetto del trattamento.

Importante! Il farmaco è spesso usato nella chirurgia vascolare. La composizione previene il blocco precoce delle vene e delle arterie, che spesso si manifestano durante l'intervento chirurgico. Rispetto all'Aspirina, la preparazione di Tyclid ha meno effetti negativi, mostra una maggiore efficacia. Il rischio di sanguinamento con Tyclide come anticoagulante principale è parecchie volte inferiore rispetto all'Aspirina.

Interazione con altri farmaci

Con la nomina contemporanea di Tiklid e alcuni farmaci, aumenta il rischio di sanguinamento, il tempo di emostasi è esteso.

Non è auspicabile combinare Tyclide con i seguenti preparati:

  • Eparina.
  • Mezzi del gruppo FANS.
  • Anticoagulanti.
  • Trombolitici.
  • Aminofilina e teofillina.
  • Ciclosporina.
  • Digossina.
  • Fenitoina.
  • Cimetidina.
  • Antiacidi.
  • Farmaci mielotossici.

Video: "Arteria coronarica stenosante"

Effetti collaterali

Tiklid è un composto potente con influenza attiva non solo sul sistema cardiovascolare, ma anche su altri organi. L'applicazione incontrollata danneggia il corpo, provoca reazioni negative. Il superamento del dosaggio, prolungando la durata del trattamento senza consultare uno specialista, spesso causa una grave forma di anomalie nelle attività di vari organi e sistemi.

Reazioni negative durante l'applicazione del farmaco Tyclid:

  • un cambiamento temporaneo della composizione del sangue: trombocitopenia, neutropenia, alterazioni aplastiche nel midollo osseo, emorragie;
  • ittero colecistico, epatite, nausea, rottura del tratto digestivo, diarrea;
  • eccesso di bilirubina, iperattività degli enzimi epatici (transaminasi e fosfatasi alcalina);
  • colesterolo alto;
  • escrezione di muco dai passaggi nasali;
  • prurito della pelle, piccole papule sul corpo, orticaria;
  • anemia emolitica, nefrite, vasculite, segni simili a manifestazioni di lupus eritematoso;
  • vertigini, rumore nelle orecchie, svenimento.

Controindicazioni

Esistono limiti in cui la somministrazione del medicinale è più dannosa del beneficio per il paziente. Prima di iniziare la terapia, il paziente passa i test per identificare le controindicazioni.

Il medico prescrive un altro farmaco in presenza delle seguenti malattie e condizioni:

  • diatesi emorragica;
  • eccessiva sensibilizzazione del corpo;
  • trombocitopenia;
  • ictus emorragico;
  • leykotsitopeniya;
  • grave patologia epatica;
  • reazioni allergiche alla ticlodipina, rilevate durante il ricevimento del farmaco nella fase precedente del trattamento;
  • propensione a sanguinamenti con ulcera peptica di duodeno e stomaco;
  • la gravidanza;
  • la patologia del sangue, in cui si nota l'allungamento del periodo di sanguinamento;
  • agranulocitosi.

In gravidanza

Un farmaco con effetto anti-aggregazione è vietato per l'uso durante il periodo di attesa del bambino. Solo con indicazioni assolute, il medico decide l'appuntamento per un dosaggio giornaliero minimo. In tutti gli altri casi, il medico sceglie un altro nome per il farmaco con un effetto simile.

Termini e condizioni di conservazione

Le compresse devono essere conservate in un contenitore chiuso in un luogo fresco. Regime ottimale di temperatura per preservare le proprietà attive del farmaco antitrombotico Tiklid - fino a +25 C. Il farmaco è adatto per l'uso per tre anni.

Il nome internazionale del farmaco è Ticlodipina. Un agente antipiastrinico efficace si riferisce ad una categoria di prezzo elevato. Il farmaco è prodotto in Francia (Sanofi-Aventis Francia) e in Spagna (Sanofi-Aventis SAU).

Prezzo medio in Russia

Imballaggio n. 30 costi da 1500 rubli. Compresse Tyclid nella maggior parte dei casi il paziente dovrebbe richiedere un mese o più, il costo del trattamento è alto.

Costo medio in Ucraina

Il prezzo di un agente antitrombotico efficace varia a seconda del nome della rete di farmacie. Prezzo approssimativo del farmaco Tiklid - 440 UAH (30 compresse per confezione).

analoghi

Farmaci con un effetto simile:

Recensioni

Le compresse Tiklid con proprietà di aggregazione attive sono efficaci per il trattamento e la prevenzione di molte patologie e condizioni causate da disturbi nel sistema circolatorio. Le revisioni di medici e pazienti confermano il miglioramento della condizione, diminuiscono il rischio di trombosi dopo un ciclo di terapia con Tiklid. Se trattati sotto la supervisione di specialisti, gli effetti collaterali sono ridotti al minimo, il monitoraggio costante degli indicatori del sangue previene le reazioni negative.

conclusione

Il farmaco Tiklid per somministrazione orale mostra un risultato positivo dell'uso durante la terapia e la prevenzione di condizioni negative causate da problemi nel lavoro del sistema cardiovascolare. Il trattamento sotto la guida di un medico esperto, con dosaggio giornaliero accurato, tenendo conto di indicazioni e controindicazioni, riduce il rischio di ictus, complicanze ischemiche, normalizza la coagulabilità del sangue, previene la trombosi.

Tyclid: istruzioni per l'uso

compresse rivestite con film.

struttura


Principio attivo: ticlopidina cloridrato 250 mg.
eccipienti: cellulosa microcristallina (90 micron), povidone K 30 (polividone K 30), acido citrico anidro, amido di mais, magnesio stearato, acido stearico.

bianco opadray (ipromellosa, biossido di titanio, macrogol, polisorbato 80).

descrizione


Compresse rotonde biconvesse ricoperte con una pellicola di colore bianco o quasi bianco.

Gruppo farmacoterapeutico


La ticlopidina è un inibitore dell'aggregazione piastrinica. Causa la soppressione dose-dipendente dell'aggregazione piastrinica e il rilascio di alcuni fattori piastrinici, nonché il prolungamento del tempo di sanguinamento.

Il farmaco non ha un'attività in vitro significativa, ma solo in vivo. I metaboliti della ticlopidina non sono stati identificati attivamente.

La ticlopidina sopprime l'aggregazione piastrinica inibendo il legame ADP-dipendente del fibrinogeno alla membrana piastrinica. A differenza dell'aspirina, non inibisce la cicloossigenasi. L'AMP ciclico delle piastrine, apparentemente, non ha alcun ruolo in questo meccanismo d'azione.

Dopo la sospensione del farmaco nella maggior parte dei pazienti, il tempo di sanguinamento e altre funzioni piastriniche ritornano ai valori normali entro una settimana. La soppressione dell'aggregazione piastrinica avviene entro due giorni dall'inizio della ticlopidina due volte al giorno.

L'effetto massimo si ottiene nel 5-8 ° giorno di trattamento alla dose di 250 mg due volte al giorno. Nella dose terapeutica, la ticlopidina inibisce l'aggregazione piastrinica indotta da ADP (2,5 μmol / L) del 50-70%. Dosi più basse provocano una soppressione proporzionalmente ridotta dell'aggregazione piastrinica.


Dopo l'ingestione di una dose singola dose standard di ticlopidina, si osserva un rapido assorbimento, raggiungendo un livello massimo nel plasma 2 ore dopo l'ingestione.

L'assorbimento è quasi completo. La nomina di ticlopidina dopo i pasti migliora la biodisponibilità.

Livelli stabili del farmaco nel plasma sono raggiunti dopo 7-10 giorni di somministrazione di 250 mg due volte al giorno. L'emivita media della ticlopidina a livelli stabili è di circa 30-50 ore. Tuttavia, la soppressione dell'aggregazione piastrinica non dipende dal livello di concentrazione del farmaco nel plasma.

La ticlopidina è metabolizzata nel fegato. Dopo l'ingestione di un farmaco marcato con un isotopo radioattivo, il 50-60% è stato rilevato nelle urine, il 23-30% nelle feci.

Pazienti anziani:
I principali studi clinici sono stati condotti con la partecipazione di un gruppo di pazienti di mezza età di età compresa tra 64 anni. La farmacocinetica della ticlopidina nei pazienti anziani viene modificata, ma la sua attività farmacologica e terapeutica alla dose di 500 mg al giorno non dipende dall'età.

Indicazioni per l'uso


- Prevenzione delle complicanze trombotiche arteriose (ictus, infarto miocardico, morte per malattia vascolare) in pazienti sottoposti a ictus ischemico causato da aterosclerosi dell'arteria cerebrale.
- Profilassi delle complicanze ischemiche, in particolare delle complicanze coronariche, nei pazienti con malattia coronarica (CHD) e nei pazienti con arterie croniche degli arti inferiori (claudicatio intermittente).
- Prevenzione della trombosi ricorrente nell'emodialisi cronica.

Controindicazioni


- Un'allergia a ticlopidine nell'anamnesi.
- Diatesi emorragica.
- Malattie con tendenza al sanguinamento (ulcera peptica dello stomaco o del duodeno, ictus emorragico).
- Malattie del sangue con tempo di sanguinamento prolungato.
- Patologie ematologiche (leucopenia, trombocitopenia o agranulocitosi nell'anamnesi).
- Grave insufficienza epatica
- Gravidanza e allattamento.
Con cautela uso in pazienti con insufficienza epatica (vedere "Istruzioni speciali"), con insufficienza renale, con interventi chirurgici, lesioni e altre condizioni patologiche con rischio di sanguinamento. L'efficacia e la sicurezza della ticlopidina nei bambini non sono stabilite.

Dosaggio e somministrazione


Solo per adulti.

Per somministrazione orale.

Per tutte le indicazioni, il farmaco viene prescritto in una dose di 250 mg 2 volte al giorno, durante o dopo un pasto. La dose massima giornaliera può essere di 1 grammo (può essere somministrata solo per un breve periodo di tempo).

In insufficienza renale cronica, una riduzione della dose


Da parte del sistema di emopoiesi
Leucopenia (neutropenia, agranulocitosi), pancitopenia, aplasia midollare (espressa soprattutto negli anziani), anemia emolitica, trombocitopenia (isolato o coniugato con anemia emolitica). La porpora trombotica trombocitopenica è molto rara.

Dal lato del sistema emostatico
Manifestazioni emorragiche

Dal tratto gastrointestinale
Nausea, diarrea, dolore allo stomaco, raramente epatite citolitica e / o colestatica. Aumento isolato o combinato dei livelli di fosfatasi alcalina, transaminasi e bilirubina durante i primi 4 mesi di trattamento.

Dal lato della pelle
Eruzioni cutanee polimorfiche, spesso accompagnate da prurito. In casi molto rari, è stato notato eritema multiforme.

Reazioni allergiche
In casi molto rari c'erano diverse forme di reazioni immunitarie-alllergicheskih: molto raramente - reazione anafilattica, angioedema, artralgia, vasculite, sindrome lupus, polmonite allergica, e nefropatia. Sono descritti casi molto rari di alta temperatura.

Dal sistema nervoso
Vertigini, mal di testa, tinnito, astenia.

Il livello di lipidi nel sangue
Durante 1-4 mesi di trattamento con ticlopidina, è possibile osservare un aumento dell'8-10% nei livelli di HDL, LDL, VLDL e livelli sierici di trigliceridi. Con il trattamento continuato, non si osserva alcun ulteriore aumento. La proporzione tra sotto-frazioni di lipoproteine ​​(specialmente tra HDL e LDL) rimane invariata. Esperimenti clinici hanno dimostrato che questo effetto non dipende dall'età, dal sesso, dal consumo di alcool o dalla presenza di diabete e non influisce sul rischio cardiovascolare.

overdose


Sulla base dei risultati di esperimenti sugli animali, un sovradosaggio del farmaco può causare grave intolleranza gastrointestinale. È necessario monitorare attentamente la funzione degli organi vitali e degli indicatori dell'emostasi (tempo di sanguinamento). In caso di sovradosaggio, si raccomanda la lavanda gastrica e l'uso di misure di supporto generali.

Interazione con altri farmaci


Alcuni farmaci possono interagire con la ticlopidina a causa delle loro proprietà antipiastriniche. Questa sostanza quali aspirina e farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS), clopidogrel, tirofiban, eptifibatide, abciximab e iloprost. uso contemporaneo di più agenti che inibiscono l'aggregazione piastrinica, così come la loro combinazione con eparina, anticoagulanti orali e trombolitici può aumentare significativamente il rischio di sanguinamento, quindi devono assicurare il monitoraggio e clinici di laboratorio.

Combinazioni che richiedono cure speciali:
Teofillina (base e sali) e aminofillina:
Un aumento del livello di teofillina nel plasma con rischio di sovradosaggio (diminuzione della clearance plasmatica della teofillina). È richiesto il controllo clinico e la misurazione dei livelli di teofillina nel plasma. Il dosaggio della teofillina deve essere modificato se necessario durante il trattamento con ticlopidina e dopo la sua conclusione.


Elevati livelli di fenitoina nel plasma con segni di sovradosaggio (soppressione del metabolismo della fenitoina). Sono richiesti il ​​controllo clinico e la misurazione dei livelli plasmatici di fenitoina.


Le concentrazioni di ciclosporina nel sangue sono ridotte. È necessario aumentare la dose di ciclosporina controllando la sua concentrazione. Dopo il ritiro di ticlopidina, la dose deve essere ridotta.


L'uso combinato con digossina riduce del 15% la concentrazione di quest'ultimo nel plasma sanguigno.


antiacidi, riducendo l'assorbimento, riducono la concentrazione di ticlopidina nel plasma sanguigno del 18%; somministrazione simultanea con cimetidina, può portare a un rilascio più lento di ticlopidina; I farmaci mielotossici aumentano il rischio di oppressione dell'ematopoiesi del midollo osseo.

Istruzioni speciali


La ticlopidina può causare effetti collaterali ematologici o emorragici. (vedi "Effetti collaterali").

I disturbi ematologici sono principalmente associati ai leucociti. Nella grande maggioranza dei casi, questi effetti collaterali si manifestano durante i primi tre mesi di trattamento. A volte ci sono casi gravi (neutropenia grave, agranulocitosi), che possono portare alla morte.

Esiti gravi di effetti collaterali ematologici o emorragici sono più probabili che si verifichino nelle seguenti condizioni:
- Inosservanza delle misure di controllo, diagnosi tardiva e intervento terapeutico inadeguato;
- Co-somministrazione di anticoagulanti o inibitori dell'aggregazione piastrinica come l'aspirina e i FANS.

Controllo ematologico
All'inizio del trattamento, deve essere eseguito un esame ematico clinico differenziato (compresa la conta piastrinica), quindi deve essere ripetuto ogni due settimane durante i primi tre mesi di terapia. Se il trattamento viene interrotto durante i primi tre mesi, entro due settimane dalla cessazione del trattamento, è necessario il controllo dei neutrofili e delle piastrine.

Siete Interessati Circa Le Vene Varicose

Tutti i dettagli sull'angiografia delle navi degli arti inferiori

Motivi

L'angiografia è un tipo speciale di raggi X., utilizzato per valutare lo stato dei vasi sanguigni e il flusso sanguigno. I campioni creati durante il sondaggio sono chiamati angiogrammi....

Trattamento antico dell'insufficienza venosa

Motivi

L'insufficienza venosa è una patologia piuttosto grave che richiede una terapia immediata. Se prima con la malattia data principalmente le persone della categoria di età maggiore si sono incontrate, oggi si incontra anche in giovani uomini e adolescenti....