Trental: istruzioni per l'uso, indicazioni, recensioni e analoghi

Struttura

Trental è un farmaco che appartiene al gruppo farmacologico di farmaci angioprotettivi. Promuove la normalizzazione dei processi circolatori, migliora la microcircolazione, così come la respirazione cellulare, influenza positivamente le caratteristiche reologiche del sangue.

- vasodilatatore;
- Normalizzazione delle caratteristiche reologiche del sangue - viscosità del sangue, fluidità;
- migliorare la microcircolazione.

Il componente attivo del farmaco - pentossifillina - diluisce il sangue, cambia la sua composizione chimica per il meglio, dilata leggermente i vasi sanguigni. Il principio attivo Trental ha la capacità di ridurre l'aggregazione piastrinica, normalizzare l'elasticità dei globuli rossi e ridurre la viscosità del sangue, migliorandone le proprietà.

Il farmaco è disponibile nelle seguenti forme:

Concentrato per la preparazione di una soluzione per infusione, in 1 ml contiene il principio attivo pentossifillina 20 mg.

Compresse rivestite con film rivestite con rivestimento enterico contenenti 100 mg di principio attivo.

Le compresse prolungate Trental 400 contengono pentossifillina nella quantità di 400 mg.

Trental 400 tavolette fotografiche

Trental migliora l'apporto di sangue alle estremità, accelera il metabolismo energetico nella corteccia cerebrale, ha un effetto positivo sul sistema nervoso centrale. Se i sintomi della circolazione cerebrale sono compromessi, la medicina è molto efficace.

Anche la preparazione si adatta perfettamente alle lesioni occlusive delle arterie periferiche. Ciò si esprime nell'eliminazione dei crampi nei muscoli del polpaccio, aumentando la distanza di deambulazione e la scomparsa del dolore persistente negli arti inferiori.

Indicazioni per l'uso Trental

Cosa aiuta Trental? - L'efficacia del farmaco nelle seguenti malattie è dimostrata:

  • La malattia di Raynaud;
  • Impotenza causata da problemi circolatori;
  • Cardiopatia ischemica;
  • otosclerosi;
  • Asma bronchiale;
  • Encefalopatia dancileare;
  • Enfisema dei polmoni;
  • Cambiamenti degenerativi sullo sfondo della patologia dei vasi dell'orecchio interno e della perdita dell'udito;
  • Patologia vascolare degli occhi (insufficienza acuta / cronica dell'afflusso di sangue alla coroide e alla retina).

Le indicazioni per l'uso del farmaco sono:

  • Sindrome post-trombotica;
  • Ulcere trofiche della parte inferiore della gamba;
  • Violazioni della circolazione periferica;
  • Endarterite obliterante;
  • Zoppia "intermittente" nell'angiopatia diabetica;
  • Disturbi del trofismo tissutale;
  • Frostbites, cancrena;
  • Vene varicose

Questo non è l'elenco completo delle malattie in cui Trental può essere utilizzato, ma in ogni caso dovrebbe essere prescritto da un medico e solo dopo la definizione della diagnosi finale.

Per qualsiasi delle malattie sopra elencate, possono essere prescritte sia iniezioni che compresse. Se un paziente ha disturbi circolatori gravi, può essere prescritta la somministrazione endovenosa di Trental mediante infusione, in termini semplici, tramite un contagocce.

Istruzioni per l'uso Trental, dosaggio

La dose e il programma di applicazione sono determinati dalla gravità dei disturbi circolatori e anche tenendo conto della tolleranza individuale al farmaco e delle caratteristiche del paziente.

Le compresse di Trental vengono somministrate per via orale, deglutendo intere, durante o immediatamente dopo l'ingestione, con abbondante acqua.

Il dosaggio standard è di 1 etichetta. Trental 100 mg 3 volte al giorno seguito da un lento aumento della dose a 200 mg 2-3 volte al giorno. La dose singola massima è di 400 mg.

La dose massima giornaliera del farmaco è di 1200 mg.

Punk Trental

Più spesso, al paziente vengono prescritte due iniezioni di 2-3 fiale, che vengono sciolte in 250 ml o 500 ml di una soluzione al 9% di cloruro di sodio.

Per preparare la soluzione, la soluzione di Ringer e la soluzione fisiologica di glucosio vengono anche utilizzate come solvente. Il dosaggio dell'agente è pari a 100-600 mg 1-2 volte al giorno. Il farmaco viene somministrato lentamente: 100 mg per 60 minuti o più. Il tempo dell'infusione a getto è di almeno 5 minuti.

Quando si combina la terapia con il farmaco sotto forma di compresse e soluzione iniettabile, si deve garantire che la dose totale di pentossifillina non superi i 1200 mg.

Caratteristiche dell'applicazione

Efficacia terapeutica Trental può ridurre il fumo di tabacco.

Effettuare l'infusione endovenosa viene eseguita solo dopo che il paziente è stato posizionato in posizione supina.

Raggiungere l'effetto terapeutico si osserva 1 ora dopo l'assunzione della forma compresse del farmaco. La neutralizzazione del principio attivo avviene nella regione del fegato e i suoi residui vengono escreti attraverso il sistema urinario.

Non assumere in concomitanza questo farmaco e bevande alcoliche. Ciò potrebbe causare al paziente di avere disturbi del SNC con conseguenze imprevedibili.

A causa del rischio di sviluppare in rari casi, gli effetti collaterali del sistema nervoso centrale durante terapia deve prestare la massima attenzione quando si lavora con macchinari e conduzione accurate e potenzialmente pericoloso.

Effetti collaterali e controindicazioni Trental

Gli effetti collaterali del farmaco possono manifestarsi come:

  • disturbo delle feci;
  • nausea, vomito;
  • disturbo del ritmo cardiaco;
  • mal di testa, emicrania;
  • Insonnia, sonnolenza, ansia, sindrome convulsiva, confusione;
  • iperemia della pelle;
  • orticaria, prurito.

overdose

I sintomi: vertigini, conati di vomito, abbassamento della pressione sanguigna, tachicardia, aritmia, arrossamento della pelle, perdita di coscienza, vomito, areflessia, crisi tonico-cloniche. Il più delle volte, un sovradosaggio è accompagnato da arresti respiratori, malfunzionamento del cuore, svenimento.

Se si sviluppa un tale sintomo, è necessario rivolgersi immediatamente a un medico di un istituto medico o chiamare un'ambulanza.

La terapia sintomatica con manutenzione di un livello di Inferno in norma e funzione di respiro è spesa. Per rimuovere gli spasmi, il paziente viene somministrato diazepam.

Controindicazioni:

  • maggiore sensibilità individuale ai componenti del farmaco;
  • tendenza al sanguinamento;
  • qualsiasi emorragia massiccia disponibile per il paziente al momento dell'inizio della terapia;
  • ictus emorragico;
  • emorragia nella retina;
  • periodo di gravidanza e allattamento.

L'uso di Trental da parte dei bambini è indesiderabile, dal momento che non ci sono dati affidabili sulla sicurezza del farmaco a questa età.

Trental e analoghi dovrebbero essere usati con cautela nei pazienti con grave aterosclerosi coronarica, vasi cerebrali, con la pressione arteriosa instabile, lesioni ulcerative del tratto gastrointestinale, insufficienza cardiaca, i pazienti post-operatorio.

Analoghi Trental, elenco di farmaci

Gli analoghi di Trental sono preparati (elenco):

  1. Agapurin.
  2. Arbifleks.
  3. Vasi.
  4. Pentilin.
  5. Pentogeksal.
  6. Pentomer.
  7. Radomin.
  8. Penntoksifillin.
  9. Latro.
  10. Trenpental.
  11. Fleksital.
  12. Pentamon.
  13. Ralofekt.

Importante: le istruzioni per l'uso di Trental, il prezzo e le recensioni degli analoghi non sono rilevanti e non possono essere utilizzati come guida per l'uso di farmaci di composizione o azione simili. Tutti gli appuntamenti terapeutici dovrebbero essere eseguiti da un medico. Quando Trental viene sostituito con un analogo, è importante ottenere una consulenza specialistica, potrebbe essere necessario cambiare il corso della terapia, i dosaggi, ecc. Non automedicare!

La stragrande maggioranza dei commenti dei medici su Trental è positiva - dopo il corso del trattamento, c'è un miglioramento della circolazione sanguigna negli arti, convulsioni, spasmi e dolore scompaiono. I pazienti notano anche miglioramenti nell'attenzione, nella coordinazione e nella memoria, molti ripristinano la respirazione, la vista e l'udito, l'acufene scompare, gli uomini diventano più potenti.

Trental

Prezzi nelle farmacie online:

Trental è un farmaco sintetico utilizzato per migliorare la microcircolazione del sangue in caso di disturbi della circolazione cerebrale causati da varie cause.

Azione farmacologica di Trental

L'azione del farmaco Trental è finalizzata a migliorare la microcircolazione nelle zone di alterata circolazione del sangue, che si verifica a causa dell'azione degli eritrociti sulla deformabilità patologicamente alterata.

Il componente attivo di Trental - pentossifillina - migliora la fluidità del sangue, che influenza direttamente la microcircolazione. Durante l'applicazione di Trental, vi è anche una leggera dilatazione dei vasi coronarici, che in generale porta ad un miglioramento significativo dei disturbi della circolazione cerebrale.

Sullo sfondo del trattamento intermittente della claudicatio, il successo si manifesta nella riduzione dei crampi notturni nei muscoli del polpaccio, allungando la distanza di deambulazione e la scomparsa del dolore a riposo.

Forma del problema

Farmaco Trental è prodotto in due forme di dosaggio:

  • Compresse bianche rotonde con contenuto di sostanza attiva (pentossifillina) nella quantità di 100 mg. 10 targhe in una bolla;
  • Concentrato trasparente per la preparazione di una soluzione per infusioni contenenti 1 sostanza ampouleactive (pentossifillina) in una quantità di 100 mg. In fiale da 5 ml.

Analoghi di Trental

Sul componente attivo per gli analoghi di Trental sono i seguenti farmaci in varie forme di dosaggio: Agapurin, Flexitale, Pentossifillina, Vazonite, Pentylin, Trenpental.

Dopo un consulto medico, l'uso di analoghi Trental può essere utilizzato come appartenente a un gruppo farmacologico e con un effetto terapeutico simile: Xanthinal nicotinate e Theonikola.

Indicazioni per l'uso Trental

Secondo la testimonianza, Trental è prescritto per il trattamento:

  • Violazioni della circolazione cerebrale, comprese le conseguenze dell'aterosclerosi cerebrale - violazioni della concentrazione, capogiri, disturbi della memoria;
  • diabetica, disturbi circolatori periferici aterosclerotiche (ad esempio, claudicatio intermittens), disturbi venosi (per esempio, ulcere alle gambe, gangrena);
  • Disturbi della circolazione sanguigna nella coroide dell'occhio e della retina;
  • Condizioni ischemiche e post insulto;
  • Otosclerosi, alterazioni degenerative che si verificano sullo sfondo della patologia dei vasi dell'orecchio interno.

Controindicazioni

Secondo le istruzioni, Trental è controindicato per prendere:

  • Sullo sfondo di ampie emorragie nella retina dell'occhio;
  • Con sanguinamento massiccio;
  • Con infarto miocardico acuto;
  • Nel periodo dell'allattamento al seno;
  • Contro lo sfondo di emorragie nel cervello;
  • Durante la gravidanza;
  • In pediatria fino a 18 anni;
  • In un contesto di ipersensibilità ad altre metilxantine;
  • In uno sfondo di ipersensibilità ai componenti attivi (pentoksifillinu) o ausiliari, che fanno parte del farmaco Trental.

Con prudenza nominare secondo la testimonianza di Trental:

  • Ipotensione priarteriale - a causa del rischio di ulteriore abbassamento della pressione sanguigna;
  • Sullo sfondo di gravi aritmie cardiache - a causa del rischio di peggioramento dell'aritmia;
  • Sullo sfondo di ulcera peptica di stomaco e duodeno;
  • Contro lo sfondo di insufficienza cardiaca cronica;
  • Sullo sfondo di una maggiore tendenza al sanguinamento - a causa del rischio di sviluppare sanguinamento più grave;
  • Con violazioni della funzione renale e gravi violazioni della funzionalità epatica - a causa del rischio di accumulo e dell'aumentato rischio di effetti collaterali;
  • Dopo le operazioni trasferite di recente.

Dosaggio e somministrazione

La dose di Trental secondo le istruzioni che il medico nomina individualmente, tenendo conto delle caratteristiche del paziente.

Di solito la singola dose iniziale è di 100 mg di Trental, la frequenza di somministrazione è di tre volte al giorno. A seconda dell'effetto terapeutico, la dose viene aumentata 2-4 volte, ma non più di 1200 mg al giorno. Assumere le compresse di Trental durante i pasti o subito dopo.

Una dose iniziale più bassa di Trental da indicazioni comunemente prescritti per le persone con pressione sanguigna bassa, così come quando c'è il rischio del suo declino sullo sfondo di una grave forma di malattia coronarica o stenosi dei vasi cerebrali. In questo caso, l'aumento del dosaggio avviene gradualmente prendendo in considerazione la risposta alla terapia.

I dosaggi ridotti di Trental secondo le istruzioni sono necessari in presenza di gravi violazioni della funzionalità epatica.

Sullo sfondo del diabete mellito con l'uso di farmaci ipoglicemizzanti, è necessario un aggiustamento della dose di Trental per non causare un'ipoglicemia pronunciata.

Effetti collaterali di Trental

Trental secondo le revisioni può causare violazioni pronunciate dal sistema nervoso centrale, che nella maggior parte dei casi descritti sono espresse come disturbi del sonno, mal di testa, ansia, vertigini e convulsioni. In rari casi, l'uso di Trental può portare allo sviluppo di meningite asettica.

Tra le reazioni dermatologiche che Trental Utente può causare, isolato iperemia della pelle, edema, di sangue alla pelle del viso, così come per la parte superiore del torace, aumento della fragilità delle unghie.

Tra i disturbi di altri sistemi corporei nell'applicazione di Trental, secondo le recensioni, ci sono:

  • Riduzione della pressione arteriosa, tachicardia, cardialgia, aritmia, progressione dell'angina (sistema cardiovascolare);
  • Xerostomia, anoressia, atonia intestinale, sensazione di pressione e trabocco nello stomaco, nausea, vomito, diarrea (apparato digerente);
  • Menomazione anomala e visiva (l'organo della visione);
  • Leucopenia, trombocitopenia, pancitopenia e sanguinamento dai vasi sanguigni, mucose, pelle, intestino, stomaco, ipofibrinogenemia (apparato circolatorio);
  • Orticaria, prurito, angioedema, arrossamento della pelle, shock anafilattico (reazioni allergiche).

E 'anche possibile sviluppare effetti collaterali se usato in dosi elevate di Trental: conati di vomito, vertigini, abbassamento della pressione sanguigna, aritmia, tachicardia, svenimenti, arrossamento della pelle, areflessia, brividi, crisi tonico-cloniche generalizzate.

Se si verificano i primi segni di Trentalom sovradosaggio (nausea, sudorazione, cianosi) dovrebbe essere effettuata in modo sintomatico, che pagano una particolare attenzione al mantenimento della funzione respiratoria e la pressione sanguigna.

Interazioni farmacologiche

Durante la terapia, va tenuto presente che Trental, con applicazione simultanea, migliora l'effetto:

  • Farmaci che abbassano la pressione sanguigna (nitrati, ACE inibitori);
  • Antibiotici, comprese le cefalosporine;
  • Farmaci che influenzano il sistema di coagulazione del sangue (trombolitici, anticoagulanti diretti e diretti).

La cimetidina è in grado di aumentare la concentrazione del componente attivo di Trental (pentossifillina) nel plasma, aumentando il rischio di effetti collaterali.

A eccitamento nervoso eccessivo può condurre a ricevimento comune di Trental con altre xantine.

Durante la nomina contemporanea di Trental con anticoagulanti, è necessario monitorare attentamente i parametri del sistema di coagulazione del sangue.

Condizioni di conservazione

Trental e analoghi si riferiscono a farmaci di prescrizione che migliorano la microcircolazione con condizioni standard di conservazione.

Trental

Concentrato per la preparazione di una soluzione per infusioni quasi trasparente, incolore.

Eccipienti: sodio cloruro - 7 mg, acqua d / e - fino a 1 ml.

5 ml - fiale di vetro incolore (tipo I) con punto di rottura (5) - imballaggi di plastica sagomata cellulare senza rivestimento (1) - imballaggi di cartone.

Trental diminuisce la viscosità del sangue e migliora le proprietà di flusso di sangue a causa del miglioramento della deformabilità degli eritrociti alterata, ridurre l'aggregazione piastrinica e eritrociti, ridurre le concentrazioni di fibrinogeno, riducendo l'attività dei leucociti, e riducendo l'adesione dei leucociti all'endotelio vascolare.

Il principio attivo del farmaco Trental - pentossifillina - è un derivato della xantina. Il meccanismo della sua azione è associato all'inibizione della fosfodiesterasi e all'accumulo di cAMP nelle cellule della muscolatura liscia dei vasi e negli elementi sagomati del sangue.

Avendo un debole effetto vasodilatatore miotropico, la pentossifillina riduce leggermente l'OPSS e dilata leggermente i vasi coronarici.

La pentossifillina ha un debole effetto inotropico positivo sul cuore.

Migliora la microcircolazione in aree con ridotta circolazione sanguigna.

Il trattamento con Trental porta ad un miglioramento dei sintomi dei disturbi della circolazione cerebrale.

Quando occlusive arteriopatie periferiche uso Trental del farmaco porta ad un allungamento della distanza, l'eliminazione della notte crampi ai polpacci e scomparsa del dolore a riposo.

Pentossifillina ha una grande Vd (168 L dopo un'infusione di 30 minuti di 200 mg) e un'alta clearance di circa 4,500-5100 ml / min. Pentossifillina e suoi metaboliti non si legano alle proteine ​​del plasma sanguigno.

La pentossifillina è ampiamente metabolizzata negli eritrociti e nel fegato. La concentrazione del principale metabolita attivo 1- (5-idrossiesil) -3,7-dimetilxantina (metabolita I) nel plasma sanguigno è 2 volte superiore alla concentrazione della pentossifillina iniziale. Il metabolita I è con pentossifillina in equilibrio redox biochimico reversibile. Pertanto, la pentossifillina e il metabolita I sono considerati insieme come un'unità attiva. Di conseguenza, la disponibilità del principio attivo è molto maggiore.

La pentossifillina è completamente metabolizzata nel corpo.

T1/2 La pentossifillina dopo somministrazione endovenosa è di 1,6 ore e oltre il 90% viene escreto dai reni come metaboliti idrosolubili non coniugati.

Farmacocinetica in casi clinici particolari

Nei pazienti con funzionalità renale compromessa, l'escrezione dei metaboliti rallenta.

Nei pazienti con insufficienza epatica T1/2 La pentossifillina è estesa e la sua biodisponibilità assoluta è aumentata.

- malattia occlusiva delle arterie periferiche di origine aterosclerotica o diabetica (ad esempio, claudicazione intermittente, angiopatia diabetica);

- disturbi trofici (ad esempio ulcere trofiche delle gambe, cancrena);

- disturbi circolatori cerebrali (effetti aterosclerosi cerebrale, come difficoltà di concentrazione, vertigini, disturbi della memoria), ischemico e stato post ictus;

- disturbi circolatori nella retina e nella coroide dell'occhio;

- otosclerosi, alterazioni degenerative sullo sfondo della patologia dei vasi dell'orecchio interno e perdita dell'udito.

- sanguinamento massiccio (rischio di aumento del sanguinamento);

- sanguinamento estensivo nella retina (rischio di aumento del sanguinamento);

- emorragia nel cervello;

Infarto miocardico acuto;

- Gravidanza (dati insufficienti);

- il periodo dell'allattamento al seno (dati insufficienti);

- età fino a 18 anni;

- Ipersensibilità alla pentossifillina, ad altre metilxantine o a qualsiasi sostanza ausiliaria del farmaco.

Con cautela il farmaco deve essere usato in pazienti con gravi disturbi del ritmo cardiaco (rischio di peggioramento dell'aritmia); ipotensione arteriosa (rischio di ulteriore diminuzione della pressione arteriosa); alto rischio di abbassamento della pressione sanguigna (incluso con grave malattia coronarica o stenosi emodinamicamente significative dei vasi cerebrali); insufficienza cardiaca cronica; funzionalità renale compromessa (QC inferiore a 30 ml / min) (rischio di accumulo e aumento del rischio di effetti indesiderati); grave compromissione della funzionalità epatica (rischio di accumulo e aumento del rischio di effetti collaterali); dopo aver recentemente trasferito interventi chirurgici; a un aumentato rischio di sanguinamento (ad esempio, con violazioni del sistema di coagulazione (rischio di sviluppare sanguinamento più grave)); con l'uso simultaneo con anticoagulanti (incluso con anticoagulanti / antagonisti indiretti di vitamina K); un'applicazione con un inibitore di aggregazione piastrinica (clopidogrel, eptifibatide, tirofiban, epoprostenolo, iloprost, abciximab, anagrelide, FANS / aggiunta di inibitori selettivi di COX-2 /, acido acetilsalicilico, ticlopidina, dipiridamolo); applicazione simultanea con agenti ipoglicemizzanti per ingestione e insulina; applicazione simultanea con ciprofloxacina; applicazione simultanea con teofillina.

La dose e il metodo di somministrazione sono determinati dalla gravità dei disturbi circolatori e anche in base alla tolleranza individuale del farmaco Trental.

La dose è impostata dal medico in accordo con le caratteristiche individuali del paziente.

La dose abituale è da 100 mg a 600 mg del farmaco Trental, diluito in 250 ml o 500 ml di soluzione allo 0,9% di cloruro di sodio o soluzione di Ringer, 1-2 volte al giorno.

La compatibilità con altre soluzioni per infusione deve essere testata separatamente; Possono essere utilizzate solo soluzioni trasparenti.

100 mg di Trental devono essere somministrati per almeno 60 minuti.

Oltre alla terapia infusionale, è possibile prescrivere Trental per la somministrazione orale. In questo caso, la dose giornaliera totale di Trental (infusione endovenosa + ingestione) non deve superare 1200 mg.

A seconda delle malattie concomitanti (ad esempio, insufficienza cardiaca cronica), potrebbe essere necessario ridurre le quantità somministrate. In questi casi si consiglia di utilizzare un infusore speciale per infusione controllata.

In casi più gravi, in particolare in pazienti con dolore a riposo, cancrena o ulcere trofiche (III-IV classificazione in stadi Fontaine) mostra lungo / in preparazione infusione Trental alla dose di 1200 mg per 24 ore. Questa dose può essere suddivisa in. due somministrazione endovenosa di 600 mg, ciascuno dei quali deve continuare a misure per 6 ore a questa dose specifica può essere calcolata secondo la formula: pentossifillina 0,6 mg per kg di peso corporeo per ora. La dose giornaliera, calcolata in questo modo sarà 1000 mg di pentossifillina per un paziente di 70 kg e 1150 mg di pentossifillina per un paziente di 80 kg.

Con la terapia di mantenimento, passano a Trental verso l'interno.

in pazienti con insufficienza renale (CC inferiore a 30 ml / min) è necessario ridurre la dose del 30-50%, che dipende dalla tolleranza individuale del farmaco Trental.

La riduzione della dose, tenendo conto della tollerabilità individuale, è necessaria per pazienti con grave compromissione della funzionalità epatica.

Il trattamento può essere iniziato a piccole dosi in pazienti con bassa pressione sanguigna e in pazienti a rischio a causa della possibile riduzione della pressione arteriosa (pazienti con CAD severa o con stenosi emodinamicamente significative di vasi cerebrali). In questi casi, la dose può essere aumentata solo gradualmente.

Di seguito sono riportate le reazioni avverse che sono state osservate negli studi clinici e nell'applicazione post-marketing del farmaco (la frequenza è sconosciuta).

Dal sistema nervoso: mal di testa, vertigini, meningite asettica, convulsioni.

Disordini della psiche: agitazione, disturbi del sonno, ansia.

Dal sistema cardiovascolare: tachicardia, aritmia, riduzione della pressione sanguigna, angina, "lavaggio" del sangue alla pelle, sanguinamento (compresa emorragia da vasi della pelle, membrane mucose, stomaco, intestino).

Dal sistema digestivo: xerostomia (secchezza delle fauci), anoressia, atonia intestinale, sensazione di pressione e pienezza nello stomaco, nausea, vomito, diarrea, stipsi, ipersalivazione.

Dal fegato e dai dotti biliari: colestasi intraepatica, aumento dell'attività delle transaminasi epatiche, aumento dell'attività della fosfatasi alcalina.

Da parte del sistema di emopoiesi: leucopenia / neutropenia, trombocitopenia, pancitopenia, ipofibrinogenemia.

Dal lato dell'organo della visione: visione alterata, scotoma.

Dalla pelle e dai tessuti sottocutanei: prurito, rash, eritema, orticaria, aumento della fragilità delle unghie, gonfiore.

Dal sistema immunitario: reazioni anafilattiche / anafilattoidi, angioedema, shock anafilattico, broncospasmo.

sintomi Overdose: debolezza, sudorazione, nausea, cianosi, vertigini, diminuzione della pressione sanguigna, tachicardia, svenimenti, sonnolenza o agitazione, aritmia, ipertermia, areflessia, perdita di coscienza, convulsioni tonico-cloniche, segni di sanguinamento gastrointestinale (vomito di tipo fondi di caffè).

trattamento sintomatico: particolare attenzione deve essere rivolta al mantenimento della pressione arteriosa e della funzione respiratoria. Adatto a convulsioni con diazepam.

Quando compaiono i primi segni di sovradosaggio, interrompi immediatamente l'iniezione. Fornire una posizione più bassa della testa e della parte superiore del corpo.

La pentossifillina aumenta il rischio di sviluppare ipotensione arteriosa con l'uso simultaneo di agenti antipertensivi (ad es. ACE-inibitori) o di altri farmaci con potenziali effetti antipertensivi (ad es. Nitrati).

La pentossifillina può potenziare l'effetto dei farmaci che agiscono sul sistema di coagulazione del sangue (anticoagulanti diretti e indiretti, trombolitici, antibiotici, come le cefalosporine). Con l'uso combinato di pentossifillina e anticoagulanti indiretti (antagonisti della vitamina K) negli studi post-marketing, si sono verificati casi di aumentata azione anticoagulante (rischio di sanguinamento). Pertanto, all'inizio della pentossifillina o quando si modifica la dose, si raccomanda di monitorare il grado di effetto anticoagulante nei pazienti che assumono questa combinazione di farmaci, ad esempio, per condurre un monitoraggio regolare di MHO.

La cimetidina aumenta la concentrazione di pentossifillina e il metabolita attivo I nel plasma sanguigno (rischio di effetti collaterali).

La co-somministrazione con altre xantine può portare ad eccitazione nervosa eccessiva.

L'azione ipoglicemica dell'insulina o degli agenti ipoglicemizzanti per l'ingestione orale può essere esacerbata dall'uso simultaneo di pentossifillina (un aumentato rischio di ipoglicemia). È richiesto un rigoroso monitoraggio delle condizioni di tali pazienti, incluso il regolare controllo glicemico.

In alcuni pazienti, l'uso concomitante di pentossifillina e teofillina mostra un aumento della concentrazione di teofillina nel sangue. In futuro, ciò potrebbe comportare un aumento o un aumento degli effetti collaterali associati alla teofillina.

In alcuni pazienti con l'uso simultaneo di pentossifillina e ciprofloxacina, si nota un aumento della concentrazione di pentossifillina nel plasma sanguigno. In futuro, ciò potrebbe comportare un aumento o un aumento degli effetti collaterali associati all'uso di questa combinazione.

Con l'uso simultaneo di pentossifillina con inibitori dell'aggregazione piastrinica (clopidogrel, eptifibatide, tirofiban, epoprostenolo, iloprost, abciximab, anagrelide, FANS / aggiunta di inibitori selettivi di COX-2 /, acido acetilsalicilico, ticlopidina, dipiridamolo) possono sviluppare una potenziale effetto additivo, aumentando il rischio di emorragia. Pertanto, si deve usare cautela contemporaneamente alle sopra pentossifillina inibitori dell'aggregazione piastrinica.

Il trattamento deve essere effettuato sotto il controllo della pressione sanguigna.

Nei pazienti con diabete, prendendo ipoglicemizzanti, la designazione di grandi dosi può causare ipoglicemia pronunciata (può richiedere un aggiustamento della dose di agenti ipoglicemizzanti e lo svolgimento del controllo glicemico).

Quando si nomina il farmaco Trental, contemporaneamente agli anticoagulanti, è necessario monitorare i parametri del sistema di coagulazione del sangue.

I pazienti sottoposti a recente intervento chirurgico necessitano di un monitoraggio regolare dell'emoglobina e dell'ematocrito.

I pazienti con pressione arteriosa bassa e instabile dovrebbero ridurre la dose del farmaco Trental.

Nei pazienti anziani può essere necessaria una diminuzione della dose di pentossifillina (aumento della biodisponibilità e diminuzione della velocità di eliminazione).

La compatibilità di una soluzione di pentossifillina con la soluzione per infusione deve essere verificata in ciascun caso.

Quando si effettuano le infusioni endovenose il paziente deve essere in posizione supina.

Il fumo può ridurre l'efficacia terapeutica del farmaco.

Utilizzare in pediatria

La sicurezza e l'efficacia della pentossifillina nei bambini non sono state adeguatamente studiate.

Impatto sulla capacità di guidare veicoli e gestire i meccanismi

Considerando i possibili effetti collaterali (ad esempio, vertigini), occorre prestare attenzione quando si guidano veicoli e si intraprendono attività potenzialmente pericolose.

Il farmaco non è raccomandato per l'uso in gravidanza, tk. non abbastanza dati

Pentossifillina penetra nel latte materno in piccole quantità. Se è necessario utilizzare il farmaco durante l'allattamento, l'allattamento al seno deve essere interrotto (data la mancanza di esperienza nell'applicazione).

Il farmaco viene rilasciato su prescrizione medica.

Il farmaco deve essere tenuto fuori dalla portata dei bambini, al riparo dalla luce ad una temperatura compresa tra 8 ° C e 25 ° C. Periodo di validità - 4 anni. Non usare il farmaco dopo la data di scadenza.

Trental

TRENTALE - nome latino del prodotto medicinale TRENTAL

Il proprietario del certificato di registrazione:
AVENTIS PHARMA Ltd.

Codice ATX per TRENTAL

Analoghi del farmaco TRENTAL secondo i codici ATC:

Prima di utilizzare il farmaco TRENTAL è necessario consultare un medico. Questo manuale di istruzioni è inteso solo come riferimento. Per ulteriori informazioni, fare riferimento all'annotazione del produttore.

TRENTALE: gruppo farmacologico clinico

01.068 (un farmaco che migliora la microcircolazione, un angioprotettore)

TRENTAL: forma di emissione, composizione e confezione

Compresse ricoperte con un film di rivestimento enterico di colore bianco, rotondo, biconvesso.

Eccipienti: lattosio, amido, talco, diossido di silicio colloide, magnesio stearato.

Composizione del guscio: copolimero acido metacrilico, idrossido di sodio, macrogol (polietilenglicole) 8000, talco, biossido di titanio (E171).

10 pezzi - blister (6) - confezioni di cartone.

TRENTAL: azione farmacologica

Droga vasodilatatrice, miglioramento della microcircolazione, angioprotettore, derivato xantinico. Trental® migliora le proprietà reologiche del sangue (fluidità) influenzando la deformabilità eritrocitaria patologicamente alterata, inibendo l'aggregazione piastrinica e diminuendo l'aumento della viscosità del sangue. Migliora la microcircolazione in aree con ridotta circolazione sanguigna.

Il meccanismo d'azione della pentossifillina è associato con l'inibizione della fosfodiesterasi e l'accumulo di cAMP nelle cellule della muscolatura liscia dei vasi sanguigni e delle cellule del sangue.

Fornendo un debole effetto vasodilatatore miotropico, la pentossifillina riduce in qualche modo l'OPSS e dilata leggermente i vasi coronarici.

Il trattamento con Trental porta ad un miglioramento dei sintomi dei disturbi della circolazione cerebrale.

Il successo del trattamento con malattia arteriosa periferica occlusiva (ad esempio, claudicazione intermittente) mostrato nella distanza allungamento distanza, eliminando crampi notturni ai polpacci e scomparsa del dolore a riposo.

TRENTALE: farmacocinetica

Dopo somministrazione orale, la pentossifillina è quasi completamente assorbita dal tubo digerente. La biodisponibilità assoluta è in media del 19 ± 13%.

Dopo assorbimento quasi completo, la pentossifillina viene metabolizzata. Il principale metabolita farmacologicamente attivo 1- (5-idrossesil) -3,7-dimetilxantina (metabolita I) è determinato nel plasma in una concentrazione superiore alla concentrazione di sostanza immutata (pentossifillina) di un fattore 2.

Dopo ingestione di pentossifillina T1 / 2 è 1,6 ore.

Oltre il 90% viene escreto dai reni sotto forma di metaboliti idrosolubili non coniugati.

Farmacocinetica in casi clinici particolari

Nei pazienti con grave compromissione della funzione renale, l'escrezione dei metaboliti viene rallentata.

Nei pazienti con compromissione della funzionalità epatica, la pentossifillina T1 / 2 è allungata e la sua biodisponibilità assoluta è aumentata.

TRENTAL: dosaggio

La dose viene impostata individualmente, in base alle caratteristiche del paziente.

Il farmaco viene prescritto per via orale per 100 mg (1 compressa) 3 volte / die, seguito da un aumento graduale della dose a 200 mg 2-3 volte / die. La dose singola massima è di 400 mg. La dose giornaliera massima è di 1200 mg. Le compresse devono essere deglutite intere durante o immediatamente dopo i pasti, con abbondante acqua.

Nei pazienti con funzionalità renale compromessa (CC inferiore a 30 ml / min), la dose deve essere ridotta a 1-2 compresse / die.

Nei pazienti con grave compromissione della funzionalità epatica, deve essere presa una riduzione della dose tenendo conto della tollerabilità individuale del farmaco.

Nei pazienti con pressione sanguigna bassa, così come nei pazienti che sono a rischio a causa di una possibile diminuzione della pressione arteriosa (pazienti con malattia grave coronarica o con emodinamicamente significativa una stenosi dei vasi cerebrali) il trattamento può essere iniziato con basse dosi, una dose in questi casi dovrebbe essere aumentato gradualmente.

TRENTAL: overdose

Sintomi: vertigini, impulsi pas vomito, abbassamento della pressione sanguigna, tachicardia, aritmia, arrossamento della pelle, perdita di coscienza, vomito, areflessia, convulsioni tonico-cloniche.

Trattamento: quando i primi sintomi di sovradosaggio (sudorazione, nausea, cianosi) immediatamente interrompere l'assunzione del farmaco, è necessario prevedere una posizione inferiore della testa e torso superiore, per controllare una pervietà delle vie respiratorie. Condurre una terapia sintomatica, prestare particolare attenzione al mantenimento della pressione arteriosa e della funzione respiratoria. Per arrestare convulsioni convulsive, viene somministrato il diazepam.

In caso di sintomi di sovradosaggio, il paziente deve consultare immediatamente un medico.

TRENTAL: interazioni farmacologiche

La pentossifillina è in grado di potenziare l'effetto dei farmaci che abbassano la pressione sanguigna (ACE-inibitori, nitrati).

La pentossifillina può potenziare l'effetto dei farmaci che agiscono sul sistema di coagulazione del sangue (anticoagulanti diretti e diretti, trombolitici), antibiotici (incluse le cefalosporine).

La cimetidina aumenta la concentrazione di pentossifillina nel plasma (rischio di effetti collaterali).

La co-somministrazione con altre xantine può portare ad eccitazione nervosa eccessiva.

Forse aumento dell'azione ipoglicemizzante dell'insulina o degli agenti ipoglicemici orali con pentossifillina (un aumentato rischio di ipoglicemia). Se è richiesta una terapia combinata, è necessario un rigoroso monitoraggio delle condizioni dei pazienti.

In alcuni pazienti, la somministrazione contemporanea di pentossifillina e teofillina può portare ad un aumento della concentrazione di teofillina nel plasma sanguigno. Questo può portare ad un aumento o aumento dell'effetto collaterale associato alla teofillina.

TRENTAL: gravidanza e allattamento

Il farmaco è controindicato per l'uso in gravidanza e allattamento (allattamento al seno).

TENTAL: effetti collaterali

Dal lato del sistema nervoso centrale: mal di testa, vertigini, ansia, disturbi del sonno, convulsioni; molto raramente - meningite asettica.

Reazioni dermatologiche: iperemia della pelle del viso, vampate di sangue sulla pelle del viso e della parte superiore del torace, gonfiore, aumento della fragilità delle unghie.

Dal sistema digestivo: secchezza delle fauci, anoressia, atonia intestinale, una sensazione di pressione e pienezza nello stomaco, nausea, vomito, diarrea; in alcuni casi - colestasi intraepatica, aumento delle transaminasi epatiche, fosfatasi alcalina.

Dal sistema cardiovascolare: tachicardia, aritmia, cardialgia, progressione dell'angina pectoris, abbassamento della pressione sanguigna.

Dal sistema emopoiesi: una leucopenia, trombocitopenia, pancitopenia, sanguinamento da vasi nella pelle, membrane mucose, stomaco, intestino, gipofibrinogenemia.

Dal lato dell'organo della vista: deficit visivo, scotoma.

Reazioni allergiche: prurito, iperemia cutanea, orticaria, angioedema, shock anafilattico.

Gli effetti collaterali sono possibili con l'uso di Trental in dosi elevate.

TRENTAL: Termini e condizioni di archiviazione

Il farmaco deve esser immagazzinato fuori di portata di bambini, posto secco a una temperatura di non più in alto che 25 ° C. Periodo di validità - 4 anni.

TRENT: indicazione

  • violazioni della circolazione periferica di origine aterosclerotica (ad esempio,
  • claudicazione intermittente),
  • angiopatia diabetica,
  • disturbi trofici (ad esempio
  • ulcere degli stinchi,
  • cancrena);
  • disturbi della circolazione cerebrale (conseguenze dell'aterosclerosi cerebrale,
  • come
  • per esempio,
  • violazione della concentrazione,
  • vertigini,
  • deterioramento della memoria),
  • condizioni ischemiche e post-offensive;
  • disturbi circolatori nella retina e nella coroide dell'occhio;
  • otosclerosi,
  • alterazioni degenerative sullo sfondo della patologia dei vasi dell'orecchio interno e della perdita dell'udito.

TRENTAL: controindicazioni

  • sanguinamento massiccio;
  • emorragia estesa nella retina dell'occhio;
  • emorragia nel cervello;
  • infarto miocardico acuto;
  • età fino a 18 anni;
  • la gravidanza;
  • periodo di allattamento (allattamento al seno);
  • ipersensibilità ai componenti del farmaco;
  • ipersensibilità ad altre metilxantine.

Deve essere usata cautela nei pazienti con ritmo cardiaco grave (rischio di deterioramento aritmia), ipotensione (rischio di un ulteriore riduzione della pressione sanguigna), insufficienza cardiaca cronica, ulcera gastrica e ulcere duodenali, insufficienza renale in QA

TRENT: istruzioni speciali

Il trattamento deve essere effettuato sotto il controllo della pressione sanguigna.

Nei pazienti con diabete mellito che assumono farmaci ipoglicemici, la somministrazione del farmaco in dosi elevate può causare grave ipoglicemia (è necessario un aggiustamento della dose).

All'atto di appuntamento simultaneamente con anticoagulanti è necessario guardare accuratamente indicatori di un sistema di coagulazione di un sangue.

Nei pazienti sottoposti a recente intervento chirurgico, è necessario un monitoraggio sistematico dei livelli di emoglobina ed ematocrito, la dose somministrata deve essere ridotta nei pazienti con pressione arteriosa bassa e instabile.

Negli anziani può essere necessaria una riduzione della dose (aumento della biodisponibilità e riduzione della velocità di escrezione).

Il fumo può ridurre l'efficacia terapeutica del farmaco.

Utilizzare in pediatria

La sicurezza e l'efficacia della pentossifillina nei bambini non sono state adeguatamente studiate.

TRENTALE: utilizzare in caso di funzionalità renale compromessa

In caso di grave disfunzione renale l'eliminazione dei metaboliti è rallentato. Con cautela, usare il farmaco in pazienti con funzionalità renale compromessa - KK inferiore a 30 ml / min (rischio di accumulo e aumento del rischio di effetti indesiderati).

TRENTALE: applicazione in caso di disfunzione epatica

Nei pazienti con grave compromissione della funzionalità epatica, la pentossifillina T1 / 2 è aumentata. Usare con cautela nei pazienti con grave compromissione della funzione epatica (rischio di accumulo e aumento del rischio di effetti indesiderati).

TRENT: condizioni di congedo della farmacia

Il farmaco viene rilasciato su prescrizione medica.

TRENTAL: numeri di registrazione

tab., pokr. rivestimento di pellicola enterica, 100 mg: 60 pz. P N014229 / 01 (2021-05-08 - 2021-05-13)

Trental: istruzioni per l'uso

Le compresse Trental rappresentano un gruppo di agenti farmacologici che migliorano la microcircolazione del sangue. Sono utilizzati in varie patologie, accompagnati da un significativo deterioramento del flusso sanguigno locale nei vasi.

Descrizione della forma di dosaggio, composizione

Le compresse Trental hanno una forma rotonda, una superficie biconvessa, sono ricoperte con una pellicola di rivestimento enterico di colore bianco. Il principale ingrediente attivo del farmaco è la pentossifillina, il suo contenuto nella prima compressa è di 100 mg. Include anche sostanze ausiliarie aggiuntive, che includono:

  • Diossido di silicio colloidale
  • Biossido di titanio
  • Lattosio.
  • Macrogol.
  • Talco.
  • Copolimero dell'acido metacrilico.
  • Amido.
  • Idrossido di sodio

Compresse Trental 100 mg confezionato in un blister per 10 pezzi. La confezione di cartone contiene 6 blister (60 compresse) e le istruzioni per l'uso del farmaco.

Effetti farmacologici, farmacocinetica

Il principale ingrediente attivo delle compresse di Trental pentossifillina è un derivato chimico della xantina. Inibisce l'attività dell'enzima fosfodiesterasi, con conseguente accumulo di cellule cGMP (acido guaninmonofosfornaya ciclico), che causa il rilassamento della parete vasale muscolo liscio con diametro del lume crescente, e migliora anche l'elasticità degli eritrociti parete plasma, permettendo loro così di passare attraverso i vasi del microcircolo. Il farmaco dilata leggermente le arterie del cuore (vasi coronarici), così come le strutture del cervello.

Dopo aver preso la compressa Trental 100 mg all'interno della pentossifillina ingrediente attivo rapidamente e quasi completamente assorbito nel sangue dall'intestino. È distribuito uniformemente nei tessuti, metabolizzato nel fegato con la formazione di prodotti di decadimento inattivo, che vengono escreti nelle urine.

Indicazioni per l'uso

Compresse riceventi Trental 100 mg è indicato per il trattamento complesso di condizioni patologiche, accompagnato da una compromissione primaria del flusso sanguigno periferico, che includono:

  • Lesioni sclerotiche (deposizione di colesterolo sotto forma di placche sulla parete interna delle arterie con una violazione del flusso sanguigno in essa) arterie periferiche, che è spesso accompagnata da claudicatio intermittente.
  • Danno vascolare patologico, provocato dallo sviluppo a lungo termine del diabete mellito (angiopatia diabetica).
  • Vari disturbi circolatori nelle strutture del cervello sono le conseguenze dello sviluppo prolungato dell'aterosclerosi cerebrale, caratterizzato dalla deposizione di colesterolo nelle arterie del cervello.
  • Cambiamenti distrofici nelle strutture dell'orecchio medio e interno, provocati dal deterioramento della circolazione sanguigna in essi.
  • Vari disordini trofici nei tessuti, provocati da una violazione del flusso sanguigno periferico (ulcere trofiche degli arti inferiori, cancrena).
  • Stati dopo un ictus cerebrale.
  • Vari disturbi circolatori nella retina o nella coroide dell'occhio.

Inoltre, il farmaco viene utilizzato per la terapia complessa dell'otosclerosi, accompagnata dalla sostituzione dei tessuti connettivi di varie strutture dell'orecchio medio e interno sullo sfondo dei disturbi circolatori in esso.

Controindicazioni da usare

L'uso di compresse Trental 100 mg è controindicato in alcune condizioni patologiche e fisiologiche del corpo del paziente, che includono:

  • Sanguinamento volumetrico di varie localizzazioni nel corpo.
  • Infarto miocardico acuto (morte del muscolo cardiaco).
  • Emorragie estese localizzate nella retina dell'occhio.
  • Violazioni gravi del ritmo delle contrazioni del cuore (aritmia).
  • Emorragie nelle strutture tissutali del cervello.
  • Aumento della pressione sanguigna (ipertensione arteriosa), che è difficile da trattare con i farmaci.
  • Ipersensibilità a qualsiasi composto chimico di derivati ​​della metilxantina.
  • Ipersensibilità a uno qualsiasi dei componenti del farmaco.
  • Gravidanza in qualsiasi momento della corrente, allattamento (allattamento al seno).

Con cura il farmaco usato in pazienti con concomitante aumento della pressione arteriosa, che si presta a controllo medico, notevoli disturbi dello stato funzionale del fegato e dei reni, insufficienza cronica della funzione cardiaca contrattile, disturbi dell'emostasi (coagulazione del sangue), che è accompagnato da un aumento della tendenza al sanguinamento, in numero e sullo sfondo dell'uso di farmaci del gruppo farmacologico, anticoagulanti indiretti, e anche dopo il trasferimento fieno in recenti interventi chirurgici precedenti. Prima di prescrivere il farmaco, il medico deve essere sicuro che non ci sono controindicazioni.

Uso corretto, dosaggio

Le compresse di Trental 100 mg sono destinate alla somministrazione orale (somministrazione orale). Sono presi durante o dopo i pasti, non vengono masticati, inghiottiti interi e lavati con acqua a sufficienza. Il medico imposta il dosaggio terapeutico medio del farmaco individualmente. Di solito inizia con 100 mg (1 compressa) 3 volte al giorno. Se necessario, il dosaggio aumenta gradualmente fino a 200 mg 2-3 volte al giorno. La dose singola massima non deve superare i 400 mg. Il dosaggio per i pazienti con una diminuzione dell'attività funzionale del fegato, dei reni, controllata dall'aumento della pressione sanguigna, di solito diminuisce di un fattore 2. La durata del corso di terapia con l'uso di targhe Trental è fissata dal dottore singolarmente.

Reazioni avverse negative

Sullo sfondo della ricezione di compresse di Trental con frequenza diversa, i pazienti possono sviluppare reazioni patologiche negative da alcuni organi e sistemi:

  • Apparato digerente - marcata diminuzione del tono (atonia) della parete intestinale, mancanza di appetito (anoressia), secchezza delle fauci (xerostomia).
  • Sistema nervoso - mal di testa, vertigini periodiche, disturbi del sonno, spasmi della muscolatura scheletrica striata, ansia.
  • Sistema cardiovascolare - il cuore dolore nella regione aritmia (cardialgia) (aritmia), la frequenza cardiaca, la sua accelerazione (tachicardia), diminuzione della pressione arteriosa sistemica (ipotensione).
  • Gli organi di senso sono una disabilità visiva, l'aspetto di un punto cieco nel campo visivo (scotoma).
  • Pelle e tessuto sottocutaneo - aumento della fragilità delle unghie, arrossamento della pelle della parte superiore del corpo con sensazioni di vampate di calore.
  • Sangue e midollo osseo - riduzione del numero di globuli bianchi (leucopenia), le piastrine (trombocitopenia), problemi di coagulazione del sangue sanguinamento nella pelle, membrane mucose, strutture cave del tratto digerente, riducendo la concentrazione di fibrinogeno (gipofibrinogenemia) nel plasma.
  • reazione allergica - un rash sulla pelle, prurito, arrossamento, cambiamenti caratteristici aspetto assomigliare puntura (orticaria), gonfiore pronunciato dei tessuti molli del viso e genitali esterni (angioedema angioedema), reazione sistemica grave ad una riduzione critica nel sangue pressione e lo sviluppo di insufficienza multiorgano.

La comparsa di segni di sviluppo di reazioni patologiche negative è la base per fermare l'uso di compresse Trental e contattare un medico.

Caratteristiche d'uso

Prima della nomina di Trental 100 mg compresse, il medico deve prendere in considerazione una serie di caratteristiche per quanto riguarda l'uso corretto di questo farmaco, che includono:

  • In caso di uso del farmaco in pazienti con diabete mellito corrispondente, è necessario controllare il livello di zucchero nel sangue e, se necessario, regolare il dosaggio di insulina o di farmaci ipoglicemici.
  • Durante il corso della terapia, il monitoraggio periodico della pressione arteriosa sistemica è obbligatorio.
  • L'uso simultaneo di farmaci nel gruppo farmacologico di anticoagulanti richiede il monitoraggio obbligatorio in laboratorio dello stato funzionale del sistema di coagulazione del sangue.
  • Il farmaco viene usato con cautela negli anziani, di solito richiedono una riduzione del dosaggio.
  • I pazienti che hanno ricevuto il farmaco dopo un recente intervento necessitavano di monitoraggio in laboratorio dell'emoglobina e dell'ematocrito.
  • Il fumo può portare ad una diminuzione dell'effetto terapeutico dopo l'assunzione della compressa Trental.
  • Il principio attivo di questo farmaco può interagire con i preparativi di altri gruppi farmacologici, pertanto si dovrebbe essere avvertiti del loro possibile uso da parte del medico curante.
  • Durante l'assunzione di compresse, non è consigliabile eseguire un lavoro associato alla necessità di aumentare la concentrazione di attenzione e una sufficiente velocità delle reazioni psicomotorie.

Nella rete di farmacie, i tablet Trental sono venduti come farmaci da prescrizione. Il loro uso indipendente non è raccomandato, in quanto ciò può portare a varie complicazioni e conseguenze.

Dose in eccesso

Sovradosaggio compresse Trental porta ad una notevole debolezza, nausea, vertigini, cambiamenti nello stato funzionale della corteccia cerebrale con sonnolenza o eccitazione, perdita di coscienza, lo sviluppo convulsioni dei muscoli scheletrici striati, aumento della temperatura corporea, riduzione della pressione arteriosa sistemica, aumento della frequenza cardiaca. In questo caso, la terapia sintomatica viene eseguita nelle condizioni di un ospedale medico, nonché le misure volte a mantenere le funzioni vitali del corpo.

Analoghi di compresse Trental

Simili nella composizione e negli effetti terapeutici per le tavolette Trental sono le preparazioni Vazonit, pentossifillina.

Memoria adeguata

La durata di conservazione di Trental 100 mg compresse è di 4 anni. Devono essere conservati nella confezione originale, scura, asciutta, inaccessibile ai bambini ad una temperatura dell'aria compresa tra +8 e +25 ° C.

Prezzo Trental

Il costo dell'imballaggio delle compresse Trental nelle farmacie di Mosca varia tra 480-533 rubli.

Iniezioni, compresse Trental: istruzione, prezzo, analoghi e recensioni

Da questo articolo medico puoi fare conoscenza con il farmaco Trental. Le istruzioni per l'uso spiegano in quali casi è possibile assumere pillole e iniezioni, che aiuta il medicinale, quali indicazioni per l'uso, controindicazioni ed effetti collaterali. L'annotazione contiene la forma della preparazione e la sua composizione.

Nell'articolo, medici e consumatori possono lasciare solo recensioni reali su Trental, da cui si può scoprire se il farmaco ha aiutato nel trattamento dei disturbi circolatori e dei disturbi trofici negli adulti e nei bambini. Le istruzioni elencano gli analoghi di Trental, i prezzi dei farmaci nelle farmacie e il loro uso in gravidanza.

Una preparazione medicinale che migliora le proprietà reologiche del sangue e contribuisce al miglioramento della microcircolazione nelle aree di ridotta circolazione del sangue è Trental. Istruzioni per l'uso raccomandano l'assunzione di compresse da 100 mg e 400 mg, iniezioni in fiale da 5 ml per il trattamento dell'encefalopatia discirpatoria, ictus ischemico, cancrena, patologia della circolazione periferica.

Forma di emissione e composizione

Trental è prodotto nella forma:

  1. compresse rivestite con film rivestite con enterica;
  2. concentrato per soluzione per infusione (iniezioni), che vengono venduti in fiale da 5 ml.

Il principio attivo è pentossifillina. Le compresse contengono 100 mg di ingrediente attivo, 1 ml di concentrato - 20 mg, nonché componenti ausiliari.

Azione farmacologica

Trental, l'istruzione per l'uso lo conferma, un farmaco vasodilatatore che migliora la microcircolazione, un angioprotettore, un derivato xantinico. Il farmaco migliora le proprietà reologiche del sangue (fluidità) influenzando la deformabilità eritrocitaria patologicamente alterata, inibendo l'aggregazione piastrinica e diminuendo l'aumento della viscosità del sangue. Migliora la microcircolazione in aree con ridotta circolazione sanguigna.

Il meccanismo d'azione della pentossifillina (principio attivo) è associato con l'inibizione della fosfodiesterasi e l'accumulo di cAMP nelle cellule della muscolatura liscia dei vasi sanguigni e delle cellule del sangue.

Fornendo un debole effetto vasodilatatore miotropico, la pentossifillina riduce in qualche modo l'OPSS e dilata leggermente i vasi coronarici. Il trattamento con Trental porta ad un miglioramento dei sintomi dei disturbi della circolazione cerebrale.

Il successo del trattamento con malattia arteriosa periferica occlusiva (ad esempio, claudicazione intermittente) mostrato nella distanza allungamento distanza, eliminando crampi notturni ai polpacci e scomparsa del dolore a riposo.

A cosa serve Trental?

Le indicazioni per l'uso del farmaco includono:

  • patologia della circolazione periferica;
  • patologia degli organi respiratori con ostruzione;
  • encefalopatia discircolatoria, ictus ischemico ed encefalopatia di origine aterosclerotica;
  • insufficienza di circolazione del sangue nei vasi della retina e nella regione dell'orecchio interno;
  • patologia della funzione sessuale associata a insufficienza circolatoria;
  • cancrena, ulcere trofiche e congelamento;
  • La malattia di Raynaud e altre angio-neuropatie.

Istruzioni per l'uso

Compresse Trental

Prendi dentro durante i pasti o subito dopo i pasti, deglutendo intere e con abbastanza acqua.

Dosaggio raccomandato: 1 pz. (100 mg) 3 volte al giorno con un aumento graduale della dose a 2 pz. (200 mg) 2-3 volte al giorno; dosi massime: dose singola - 400 mg, ogni giorno - 1200 mg.

Siete Interessati Circa Le Vene Varicose

Maschera piedi esfoliante

Struttura

Le donne pedicure prestano meno attenzione della manicure, ma con l'arrivo dei giorni caldi, quando le scarpe aperte vengono rimosse dall'armadio, i piedi ben curati diventano uno degli obiettivi principali....

Come bendare adeguatamente le gambe con bendaggio elastico per le vene varicose: istruzioni passo passo

Struttura

Nonostante la varietà di tipi di lino per compressione che esistono oggi, il bendaggio elastico con le vene varicose continua a non perdere terreno....