Trental

Struttura

La descrizione è aggiornata 31/10/2014

  • Nome latino: Trental
  • Codice ATX: C04AD03
  • Principio attivo: pentoxifylline
  • produttore: Aventis Pharma (India)

struttura

loading...

I tablet Trental contengono una sostanza attiva pentoxifylline 100 mg, oltre a sostanze aggiuntive: biossido di silicio, amido, talco, lattosio e magnesio stearato. Il guscio è costituito da talco, biossido di titanio, idrossido di sodio, copolimero acido metacrilico e macrogol 8000.

La soluzione per infusione concentrata in 1 ml contiene il principio attivo pentoxifylline 20 mg, oltre a sostanze aggiuntive: acqua per iniezione e cloruro di sodio.

Le compresse prolungate contengono Trental 400 pentoxifylline nella quantità di 400 mg, oltre a sostanze aggiuntive: magnesio stearato, povidone, talco, gietellosa. La composizione del guscio comprende: alcool benzilico, talco, macrogol 6000, ipromellosa, biossido di titanio.

Forma del problema

loading...

Trental è disponibile in compresse, in compresse a rilascio prolungato con 400 mg di principio attivo e soluzione per infusione concentrata.

Azione farmacologica

loading...

Agente vasodilatatore. La sostanza principale - pentoxifylline. Migliora la microcircolazione e dilata i vasi sanguigni.

Farmacodinamica e farmacocinetica

loading...

Il farmaco inibisce la fosfodiesterasi, influenza positivamente le proprietà reologiche del sangue, migliora microcircolazione, aumenta la concentrazione di ATP negli eritrociti e la concentrazione di cAMP nelle piastrine. Allo stesso tempo, sotto l'azione del farmaco, si nota la saturazione del potenziale energetico, che porta a una diminuzione di OPSS, vasodilatazione, un aumento di IOC e URO senza un effetto significativo sull'impulso. Espandendo il lume delle arterie coronarie, la pentossifillina aumenta il flusso di ossigeno ai tessuti del miocardio, fornendo effetto antianginal. Il farmaco migliora l'ossigenazione del sangue espandendo il lume dei vasi dei polmoni. Trental aumenta il tono dei muscoli respiratori: diaframma e muscoli intercostali. Quando somministrato per via endovenosa, migliora circolazione collaterale, aumenta il volume di sangue per unità di sezione trasversale. Il farmaco ha un effetto positivo sull'attività bioelettrica del cervello, aumentando la concentrazione di ATP. Trental 400 aumenta l'elasticità dei globuli rossi, promuove la disaggregazione piastrinica, riduce l'indice viscosità del sangue. Nella zona con insufficiente apporto di sangue, la pentossifillina migliora la microcircolazione. a claudicatio intermittente, con lesioni occlusive delle arterie periferiche, il farmaco rimuove il dolore a riposo, allevia i crampi notturni nei muscoli del polpaccio e contribuisce all'allungamento della distanza percorribile.

Il principio attivo è ben assorbito e metabolizzato. L'emivita per compresse è di circa un'ora e mezza, per una soluzione - poco più di un'ora. Viene principalmente espulso attraverso i reni (oltre il 90 percento), e anche con i vitelli in misura minore.

Indicazioni per l'uso Trental

loading...

Cosa aiuta la medicina?

Le indicazioni per l'uso del farmaco sono violazioni della circolazione periferica: endarterite obliterante, Claudicatio intermittente con angiopatia diabetica. Il farmaco è efficace nella violazione del trofismo dei tessuti: congelamento, cancrena, vene varicose, sindrome post-trombotica, ulcere trofiche della parte inferiore della gamba.

Esistono ancora indicazioni per l'uso di Trental? Il farmaco è usato per La malattia di Raynaud, a atherosclerosis cerebrale, violazione di una circolazione cerebrale, a neuroinfection di una genesi virale, encefalopatia dyscirculatory, dopo infarto miocardico, con IHD, con impotenza della genesi vascolare, asma bronchiale, BPCO, otosclerosi, violazioni acute dell'afflusso di sangue nella coroide dell'occhio e della retina.

Controindicazioni

loading...

Il farmaco non viene utilizzato per porfiria, infarto miocardico acuto, intolleranza ai derivati ​​della xantina, allattamento al seno, sanguinamento massiccio, con emorragie nella retina dell'occhio, con ictus emorragico. Le infusioni endovenose sono inaccettabili nel flusso incontrollato di ipotensione arteriosa, con grave aterosclerosi delle arterie cerebrali e coronarie, con aritmie. Con ulcera peptica dell'apparato digerente, con CHF, labilità della pressione arteriosa, in assenza di sistemi renali ed epatici, dopo interventi chirurgici, la pentossifillina viene somministrata con cautela. In gravidanza, Trental non si applica.

Effetti collaterali

loading...

Sistema nervoso: convulsioni, ansia, vertigini, mal di testa, disturbi del sonno.

Tessuto adiposo sottocutaneo, pelle: aumento della fragilità delle unghie, gonfiore, "maree" del flusso sanguigno al viso, torace, iperemia della pelle.

Il tratto digestivo: epatite colestatica, esacerbazione della colecistite, atonia intestinale, diminuzione dell'appetito, secchezza delle fauci.

Effetti collaterali dai sensi: percezione visiva alterata, scotoma.

Sistema cardiovascolare: calo della pressione sanguigna, progressione dell'angina pectoris, cardialgia, aritmia, tachicardia.

Sistema emostatico, emopoiesi: sanguinamento nell'intestino, nello stomaco, nelle mucose, nella pelle, nell'ipofibrinogenemia, pancitopenia, leucopenia, trombocitopenia. Reazioni allergiche sotto forma di shock anafilattico, orticaria, prurito, angioedema, iperemia della pelle. Viene anche registrato un aumento degli enzimi epatici, fosfatasi alcalina.

Istruzioni per l'uso Trental (metodo e dosaggio)

loading...

Il farmaco viene assunto per via orale e anche somministrato per via intraarteriosa, per via endovenosa, per via intramuscolare. La dose deve essere prescritta da un medico.

Con la patologia del sistema renale, il farmaco viene prescritto ad una dose del 50-70% dello standard.

Fiale Trental, istruzioni per l'uso

Lo standard produce 2 infusioni endovenose al mattino e al giorno per 200-300 mg del principio attivo insieme a una soluzione di cloruro di sodio. Le infusioni endovenose sono eseguite lentamente, per 10 minuti, vengono iniettati 50 mg (in associazione con 10 ml di cloruro di sodio), seguiti dall'introduzione su un contagocce da 100 mg (insieme a 250 ml di cloruro di sodio, somministrati per almeno un'ora). La dose massima giornaliera può essere calcolata alla velocità di 0,6 mg di sostanza attiva per kg di peso corporeo per ora.

Iniezioni intramuscolari vengono eseguite in profondità 2-3 volte al giorno per 100-200 mg.

È possibile assumere forme di farmaci orali in una dose di 800-1200 mg al giorno per 2-3 dosi. Il dosaggio iniziale è di 600 mg al giorno. Con dinamiche positive, la quantità di pentossifillina viene ridotta a 300 mg al giorno.

Tablets Trental, istruzioni per l'uso

Assumere pillole, lavarsi con acqua, durante l'assunzione o dopo aver mangiato 3 volte al giorno per 100 mg, aumentando gradualmente la dose a 200 mg.

Istruzioni per l'uso Trental 400

Assumere 1 compressa 3 volte al giorno. Massima possibile usare un medicinale nella quantità di 1200 mg di sostanza attiva per 24 ore.

overdose

loading...

Sembra convulsioni tonico-cloniche, eccitazione, sonnolenza, tachicardia, sincope, svenimento, abbassamento della pressione sanguigna, vertigini, debolezza, vomito "fondi di caffè" e altri segni sanguinamento gastrointestinale. Sono necessari lavanda gastrica d'urgenza, introduzione di enterobrots, carbone attivo e terapia postforfora.

interazione

loading...

Secondo l'annotazione, Trental aumenta l'effetto dei farmaci che influenzano la coagulabilità del sangue (agenti trombolitici, anticoagulanti effetti diretti e indiretti), antibiotici (cefotetan, cefoperazone, cefamandolo e altre cefalosporine), acido valproico. Pentoxifylline migliora l'effetto di agenti ipoglicemici orali, insulina, farmaci ipotensivi. La cimetidina è in grado di aumentare il livello di farmaco nel sangue, per aumentare la gravità degli effetti collaterali. Con l'uso simultaneo di altre xantine, si nota un'eccitazione nervosa eccessiva dei pazienti.

Condizioni di vendita

loading...

Condizioni di conservazione

loading...

In un luogo buio inaccessibile ai bambini ad una temperatura di 8-25 gradi Celsius.

Data di scadenza

loading...

Istruzioni speciali

loading...

È necessario controllare la coagulabilità del sangue con la terapia simultanea con anticoagulanti. La terapia con pentossifillina viene effettuata sotto il controllo obbligatorio del livello di pressione sanguigna. Nei pazienti con diabete, i farmaci possono causare ipoglicemia. Dopo interventi chirurgici, è necessario monitorare l'ematocrito e l'emoglobina. Con la pressione sanguigna instabile e bassa, il dosaggio del farmaco è ridotto. Non ci sono dati affidabili sulla sicurezza e l'efficacia di Trental nei bambini. L'inalazione del fumo di tabacco provoca una diminuzione dell'efficacia terapeutica del farmaco. Con le infusioni endovenose, il paziente deve essere in posizione supina.

In Wikipedia, non esiste una descrizione del farmaco.

Compatibilità con alcol

loading...

Con l'alcol non è compatibile.

Trental in gravidanza

loading...

Che cosa è usato da Trental per la gravidanza? Va ricordato che questo farmaco è controindicato in questo periodo della vita.

Analoghi di Trental

loading...

Preparazioni simili sotto forma di soluzione: agapurin, latro, Pentilin.

Quale è meglio - Trental o Pentoxifylline?

Pentoxifylline è il principio attivo di Trental, ma esiste anche un farmaco con un nome simile, che costa molto meno. L'effetto di entrambi i farmaci è essenzialmente lo stesso.

Recensioni Trental

loading...

Recensioni di Trental nei forum

Il farmaco funziona in modo efficace, eseguendo i compiti per cui è destinato. Tuttavia, manifestazioni frequenti di effetti collaterali, come: vertigini, nausea, insonnia. Spesso quando prendi questo farmaco la testa fa male e la pressione aumenta.

Commenti del dottore

Molto efficace, migliora la microcircolazione, utilizzata per il diabete. È possibile utilizzare Trental IV e in compresse da 100 e 400 mg del principio attivo. Gli effetti collaterali sono frequenti. Aumenta la fluidità del sangue dalla soluzione e compresse Trental, che può causare un sanguinamento negli occhi, quindi prima di utilizzarlo è meglio consultare un oculista.

Prezzo Trentala, dove acquistare

loading...

Il prezzo di Trental in compresse da 100 mg è pari a 430 rubli per 60 pezzi. Il costo in Ucraina è di 185 UAH.

Prezzo Trental 400 è 535 rubli per 20 pezzi.

Prezzo Trental in fiale da 5 ml - 170 rubli per 5 pezzi. Acquista in Ucraina può essere una media di 200 UAH.

Trental

loading...

Il farmaco trental è un venotonico ampiamente conosciuto, che può essere utilizzato con successo per il trattamento complesso di varie lesioni della genesi vascolare.

Si differenzia dagli altri farmaci del gruppo con le sue proprietà di influenza positiva sui processi di microcircolazione del sangue su piccoli vasi sanguigni. a causa di ciò, il trofico dei tessuti circostanti viene notevolmente migliorato, le funzioni perse vengono ripristinate. Ha un certo effetto sia in relazione al letto venoso che arterioso.

In questo articolo considereremo perché i medici nominano Trental, comprese le istruzioni per l'uso, analoghi e prezzi per questo farmaco nelle farmacie. Veri commenti di persone che hanno già usato Trental possono essere letti nei commenti.

Composizione e forma di rilascio

Trental è disponibile in compresse, in compresse a rilascio prolungato con 400 mg di principio attivo e soluzione per infusione concentrata.

  • Le compresse di Trental contengono la sostanza attiva pentossifillina 100 mg, oltre a sostanze aggiuntive: biossido di silicio, amido, talco, lattosio e magnesio stearato. Il guscio è costituito da talco, biossido di titanio, idrossido di sodio, copolimero acido metacrilico e macrogol 8000.
  • Le compresse prolungate Trental 400 contengono pentossifillina nella quantità di 400 mg, oltre a sostanze aggiuntive: magnesio stearato, povidone, talco, gietellozu. La composizione del guscio comprende: alcool benzilico, talco, macrogol 6000, ipromellosa, biossido di titanio.
  • La concentrazione della soluzione per infusione in 1 ml contiene il principio attivo pentossifillina 20 mg, oltre a sostanze aggiuntive: acqua per iniezione e cloruro di sodio.

A cosa serve Trental?

Le istruzioni per il farmaco indicano le seguenti indicazioni per l'assunzione di Trental:

  • encefalopatia, ictus ischemico;
  • Malattia di Raynaud, angioneuropatia;
  • origine aterosclerotica;
  • disturbo circolatorio;
  • lesioni agli arti - cancrena, ulcera trofica, congelamento;
  • fornitura impropria o insufficiente di sangue agli organi della vista e dell'udito;
  • disfunzione sessuale associata a circolazione del sangue impropria nei genitali.

Come ogni altro dispositivo medico, Trental è nominato esclusivamente da medici specialisti. Non automedicare.

Azione farmacologica

L'azione del farmaco Trental è finalizzata a migliorare la microcircolazione nelle zone di alterata circolazione del sangue, che si verifica a causa dell'azione degli eritrociti sulla deformabilità patologicamente alterata.

Il componente attivo di Trental - pentossifillina - migliora la fluidità del sangue, che influenza direttamente la microcircolazione. Durante l'applicazione di Trental, vi è anche una leggera dilatazione dei vasi coronarici, che in generale porta ad un miglioramento significativo dei disturbi della circolazione cerebrale.

Sullo sfondo del trattamento intermittente della claudicatio, il successo si manifesta nella riduzione dei crampi notturni nei muscoli del polpaccio, allungando la distanza di deambulazione e la scomparsa del dolore a riposo.

Istruzioni per l'uso

Il dosaggio del farmaco e la durata del corso del trattamento sono selezionati dal medico individualmente.

  • La dose giornaliera media è di 6-8 compresse di Trental. Indizi per l'appuntamento di una forma di targa - prolungamento di terapia o trattamento combinato. Il dosaggio giornaliero massimo non deve superare i 1200 mg.

Soluzione iniettabile:

  • Le fiale di Trental sono somministrate per flebo o per via endovenosa (getto). Per soluzione per infusione utilizzare la soluzione di Ringer, sodio cloruro 0,9% o glucosio 5%. Di solito, prescrivere 100-600 mg, 1 o 2 volte al giorno. La durata delle iniezioni dipende dal dosaggio del farmaco e dal volume totale della soluzione. 100 mg del farmaco vengono somministrati per almeno un'ora.

Iniezione a getto endovenoso: non più di 100 mg e non meno di 5 minuti. Assegna 1-2 volte al giorno. Deve essere garantito che il paziente mantenga una posizione orizzontale. Se necessario, le iniezioni sono combinate con le compresse di Trental.

Trovate le unghie Fungus nemiche giurate! Le unghie saranno pulite in 3 giorni! Prendilo

Quanto velocemente normalizzare la pressione arteriosa dopo 40 anni? La ricetta è semplice, scrivi.

Stanco di emorroidi? C'è una via d'uscita! Può essere curato a casa in pochi giorni, è necessario.

La presenza di vermi dice ODORE dalla bocca! Una volta al giorno, bere acqua con una goccia.

Controindicazioni

Ci sono un gran numero di controindicazioni a Trental, così come le condizioni di ricezione di Trental in base alle quali deve essere esercitato con cautela.

L'uso di compresse Trental è controindicato in caso di:

  • emorragia estesa nella retina;
  • emorragia massiccia di qualsiasi luogo;
  • ictus emorragico;
  • ipersensibilità alla pentossifillina o altro ingrediente;
  • infarto miocardico acuto;
  • la gravidanza;
  • allattamento e allattamento.

Trental non è prescritto ai bambini di età inferiore ai diciotto anni. L'uso di una soluzione farmacologica per infusioni è controindicato in questi casi:

  • emorragia massiccia nella retina;
  • ipersensibilità a qualsiasi ingrediente;
  • aterosclerosi pronunciata delle arterie coronarie o cerebrali;
  • cardiopatia ischemica acuta;
  • gravi disturbi del ritmo cardiaco;
  • ipotensione arteriosa, che è difficile da controllare;
  • tutti i periodi di gravidanza;
  • allattamento e allattamento;
  • età a diciotto anni.

Dal momento che le misure di cautela e per la supervisione di un medico deve essere usato in pazienti con aritmie gravi in ​​pazienti con CHF, grave, con una tendenza a ipotensione arteriosa, ulcera gastrica e duodenale, quando il cambiamento della funzione renale (velocità di filtrazione della creatinina inferiore a 30 ml / min) cambiando grave funzione epatica (rischio di accumulo e di aumento degli effetti collaterali), in operazioni effettuate di recente e sono a rischio di sanguinamento (uso di anticoagulanti, per esempio), disturbi del sistema di coagulazione del sangue (rischio di massi sanguinamento piede).

Effetti collaterali

Quando si assegna una dose elevata di Trental o la rapida introduzione della soluzione nel flusso sanguigno, sono possibili gli effetti collaterali:

  • allergie - orticaria, prurito, arrossamento della pelle, gonfiore, shock anafilattico;
  • sistema cardiovascolare - bassa pressione sanguigna, tachicardia, aumento dell'angina, cardialgia, aritmia;
  • sistema nervoso - vertigini, mal di testa, convulsioni, insonnia, ansia;
  • pelle - viso rosso e pelle della parte superiore del torace, unghie fragili, gonfiore;
  • apparato digerente - atonia intestinale, anoressia;
  • emopoiesi - pancitopenia, trombocitopenia, leucopenia, sanguinamento da capillari e piccoli vasi;
    menomazione della vista;
  • casi rari - meningite asettica, aumento dell'attività delle transaminasi epatiche, colestasi intraepatica.

In caso di sovradosaggio Trental può sviluppare i seguenti effetti: nausea, vertigini, abbassamento della pressione sanguigna, lo sviluppo di tachicardia, perdita di coscienza, convulsioni, carattere tonico-cloniche, arrossamento, febbre, aritmia.

Gravidanza e lactemia

Non sono condotti studi clinici adeguati e ben controllati sulla sicurezza della pentossifillina durante la gravidanza, mentre la pentossifilina ei suoi metaboliti sono escreti nel latte materno. Se necessario, utilizzare durante l'allattamento dovrebbe interrompere l'allattamento al seno.

analoghi

  • Gli analoghi di Trental in compresse sono preparati Agapurin, Vazonite, Pentylin, Pentoxifylline.
  • Preparazioni simili sotto forma di soluzione: Agapurin, Latren, Pentilin.

Attenzione: l'uso di analoghi deve essere concordato con il medico curante.

Il prezzo medio di TRENTAL nelle farmacie (Mosca) è di 450 rubli.

Trental

Compresse rivestite con rivestimento di pellicola enterica bianco, rotondo, biconvesso.

Eccipienti: lattosio - 20 mg Amido - 30 mg Talco - 8,5 mg di biossido di silicio colloidale - 0,5 mg di magnesio stearato - 1 mg.

Composizione Shell: copolimero acido metacrilico - 11.45 mg Sodio idrossido - 0,168 mg macrogol (polietilenglicole) 8000 - 1,4 mg di talco - 0,388 mg di biossido di titanio (E171) - 1.272 mg.

10 pezzi - blister (6) - confezioni di cartone.
15 pezzi - blister (4) - confezioni di cartone.

Trental diminuisce la viscosità del sangue e migliora le proprietà di flusso del sangue (scorrevolezza) per migliorare la deformabilità ridotta degli eritrociti, ridurre l'aggregazione piastrinica e eritrociti, ridurre le concentrazioni di fibrinogeno, riducendo l'attività dei leucociti, e riducendo l'adesione dei leucociti all'endotelio vascolare.

Il principio attivo del farmaco Trental - pentossifillina - è un derivato della xantina. Il meccanismo della sua azione è associato all'inibizione della fosfodiesterasi e all'accumulo di cAMP nelle cellule della muscolatura liscia dei vasi sanguigni e delle cellule del sangue.

Avendo un debole effetto vasodilatatore miotropico, la pentossifillina riduce leggermente la resistenza vascolare periferica generale e dilata leggermente i vasi coronarici.

La pentossifillina ha un debole effetto inotropico positivo sul cuore.

Migliora la microcircolazione in aree con ridotta circolazione sanguigna.

Il trattamento con Trental porta ad un miglioramento dei sintomi dei disturbi della circolazione cerebrale.

Quando occlusive arteriopatie periferiche uso Trental del farmaco porta ad un allungamento della distanza, l'eliminazione della notte crampi ai polpacci e scomparsa del dolore a riposo.

Dopo l'ingestione, la pentossifillina è rapidamente e quasi completamente assorbita. La biodisponibilità assoluta della sostanza di partenza è 19 ± 13%.

Pentoxifylline subisce l'effetto "primo passaggio" attraverso il fegato. La concentrazione del principale metabolita attivo 1- (5-idrossiesil) -3,7-dimetilxantina (metabolita I) nel plasma sanguigno è 2 volte superiore alla concentrazione della pentossifillina iniziale. Il metabolita I è con pentossifillina in equilibrio redox biochimico reversibile. Pertanto, la pentossifillina e il metabolita I sono considerati insieme come un'unità attiva. Di conseguenza, la disponibilità del principio attivo è molto maggiore.

La pentossifillina è completamente metabolizzata nel corpo.

T1/2 La pentossifillina dopo ingestione è di 1,6 ore e oltre il 90% viene escreto dai reni come metaboliti idrosolubili non coniugati.

Farmacocinetica in casi clinici particolari

Nei pazienti con funzionalità renale compromessa, l'escrezione dei metaboliti rallenta.

Nei pazienti con insufficienza epatica T1/2 La pentossifillina è estesa e la sua biodisponibilità assoluta è aumentata.

- malattia occlusiva delle arterie periferiche di origine aterosclerotica o diabetica (ad esempio, claudicazione intermittente, angiopatia diabetica);

- disturbi trofici (ad esempio ulcere trofiche delle gambe, cancrena);

- disturbi circolatori cerebrali (effetti aterosclerosi cerebrale come la scarsa concentrazione, vertigini, disturbi della memoria), ischemico e stato post ictus;

- Disturbi circolatori nella rete e nella coroide dell'occhio;

- otosclerosi, alterazioni degenerative sullo sfondo della patologia dei vasi dell'orecchio interno e perdita dell'udito.

- sanguinamento massiccio (rischio di aumento del sanguinamento);

- sanguinamento estensivo nella retina (rischio di aumento del sanguinamento);

- emorragia nel cervello;

Infarto miocardico acuto;

- Gravidanza (dati insufficienti);

- il periodo dell'allattamento al seno (dati insufficienti);

- età fino a 18 anni;

- intolleranza al galattosio, deficit di lattasi e sindrome da malassorbimento del glucosio-galattosio (dovuta alla presenza di lattosio nella formulazione;

- Ipersensibilità alla pentossifillina, ad altre metilxantine o a qualsiasi sostanza ausiliaria del farmaco.

Con cautela deve essere usato in pazienti con gravi disturbi del ritmo cardiaco (rischio di peggioramento dell'aritmia); ipotensione arteriosa (rischio di ulteriore diminuzione della pressione arteriosa); insufficienza cardiaca cronica; ulcera peptica dello stomaco e del duodeno; funzionalità renale compromessa (QC inferiore a 30 ml / min) (rischio di accumulo e aumento del rischio di effetti indesiderati); grave compromissione della funzionalità epatica (rischio di accumulo e aumento del rischio di effetti collaterali); dopo aver recentemente trasferito interventi chirurgici; a un aumentato rischio di sanguinamento (ad esempio, con violazioni del sistema di coagulazione (rischio di sviluppare sanguinamento più grave)); con l'uso simultaneo con anticoagulanti (incluso con anticoagulanti / antagonisti indiretti di vitamina K); un'applicazione con un inibitore di aggregazione piastrinica (clopidogrel, eptifibatide, tirofiban, epoprostenolo, iloprost, abciximab, anagrelide, FANS / aggiunta di inibitori selettivi di COX-2 /, acido acetilsalicilico, ticlopidina, dipiridamolo); applicazione simultanea con agenti ipoglicemizzanti per ingestione e insulina; applicazione simultanea con ciprofloxacina; applicazione simultanea con teofillina.

Il farmaco è assunto per via orale. Le compresse devono essere deglutite intere, lavate con abbondante acqua, durante o immediatamente dopo i pasti.

La dose è impostata dal medico in accordo con le caratteristiche individuali del paziente.

La dose media del farmaco per somministrazione orale è di 100 mg (1 compressa) 3 volte / die, seguita da un lento aumento della dose a 200 mg (2 compresse) 2-3 volte / die. La dose singola massima è di 400 mg. La dose giornaliera massima è di 1200 mg.

in pazienti con funzionalità renale compromessa (CC inferiore a 30 ml / min) la dose può essere ridotta a 100-200 mg (1-2 compresse) / giorno.

La riduzione della dose, tenendo conto della tollerabilità individuale, è necessaria per pazienti con grave compromissione della funzionalità epatica.

Il trattamento può essere iniziato a piccole dosi in pazienti con bassa pressione sanguigna e in pazienti a rischio a causa della possibile riduzione della pressione arteriosa (pazienti con CAD severa o con stenosi emodinamicamente significative di vasi cerebrali). In questi casi, la dose può essere aumentata solo gradualmente.

Di seguito sono riportate le reazioni avverse che sono state osservate negli studi clinici e nell'applicazione post-marketing del farmaco (la frequenza è sconosciuta).

Dal sistema nervoso: mal di testa, vertigini, meningite asettica, convulsioni.

Disordini della psiche: agitazione, disturbi del sonno, ansia.

Dal sistema cardiovascolare: tachicardia, aritmia, riduzione della pressione sanguigna, angina, "lavaggio" del sangue alla pelle, sanguinamento (compresa emorragia da vasi della pelle, membrane mucose, stomaco, intestino).

Dal sistema digestivo: xerostomia (secchezza delle fauci), anoressia, atonia intestinale, sensazione di pressione e pienezza nello stomaco, nausea, vomito, diarrea, stipsi, ipersalivazione.

Dal fegato e dai dotti biliari: colestasi intraepatica, aumento dell'attività delle transaminasi epatiche, aumento dell'attività della fosfatasi alcalina.

Da parte del sistema di emopoiesi: leucopenia / neutropenia, trombocitopenia, pancitopenia, ipofibrinogenemia.

Dal lato dell'organo della visione: visione alterata, scotoma.

Dalla pelle e dai tessuti sottocutanei: prurito cutaneo, eritema, orticaria, aumento della fragilità delle unghie, edema.

Dal sistema immunitario: reazioni anafilattiche / anafilattoidi, angioedema, shock anafilattico, broncospasmo.

Cimptomy: vertigini, nausea, vomito come "fondi di caffè", caduta della pressione sanguigna, tachicardia, aritmia, arrossamento della pelle
coperture, perdita di coscienza, brividi, areflessia, convulsioni tonico-cloniche. In caso di insorgenza delle violazioni sopra descritte, il paziente deve consultare urgentemente un medico.

trattamento: terapia sintomatica. Quando i primi segni di sovradosaggio (sudorazione, nausea, cianosi) cessano immediatamente di assumere il farmaco. Se il farmaco viene assunto di recente, devono essere prese misure per prevenire un ulteriore assorbimento del farmaco rimuovendolo (lavanda gastrica) o rallentando l'assorbimento (ad esempio, prendendo carbone attivo). Particolare attenzione dovrebbe essere prestata al mantenimento della pressione sanguigna e della funzione respiratoria. Quando convulsive convulsioni sono somministrati diazepam. L'antidoto specifico è sconosciuto.

La pentossifillina aumenta il rischio di sviluppare ipotensione arteriosa con l'uso simultaneo di agenti antipertensivi (ad es. ACE-inibitori) o di altri farmaci con potenziali effetti antipertensivi (ad es. Nitrati).

La pentossifillina può potenziare l'effetto dei farmaci che agiscono sul sistema di coagulazione del sangue (anticoagulanti diretti e indiretti, trombolitici, antibiotici, come le cefalosporine). Con l'uso combinato di pentossifillina e anticoagulanti indiretti (antagonisti della vitamina K) negli studi post-marketing, si sono verificati casi di aumentata azione anticoagulante (rischio di sanguinamento). Pertanto, all'inizio della pentossifillina o quando si modifica la dose, si raccomanda di monitorare il grado di effetto anticoagulante nei pazienti che assumono questa combinazione di farmaci, ad esempio, per condurre un monitoraggio regolare di MHO.

La cimetidina aumenta la concentrazione di pentossifillina e il metabolita attivo I nel plasma sanguigno (rischio di effetti collaterali).

La co-somministrazione con altre xantine può portare ad eccitazione nervosa eccessiva.

L'azione ipoglicemica di insulina o agenti ipoglicemizzanti per l'ingestione orale può essere esacerbata da
uso simultaneo di pentossifillina (aumento del rischio di ipoglicemia). È richiesto un rigoroso monitoraggio delle condizioni di tali pazienti, incluso il regolare controllo glicemico.

In alcuni pazienti, l'uso concomitante di pentossifillina e teofillina mostra un aumento della concentrazione di teofillina. In futuro, ciò potrebbe comportare un aumento o un aumento degli effetti collaterali associati alla teofillina.

In alcuni pazienti con l'uso simultaneo di pentossifillina e ciprofloxacina, si nota un aumento della concentrazione di pentossifillina nel plasma sanguigno. In futuro, ciò potrebbe comportare un aumento o un aumento degli effetti collaterali associati all'uso di questa combinazione.

Con l'uso simultaneo di pentossifillina con inibitori dell'aggregazione piastrinica (clopidogrel, eptifibatide, tirofiban, epoprostenolo, iloprost, abciximab, anagrelide, FANS / aggiunta di inibitori selettivi di COX-2 /, acido acetilsalicilico, ticlopidina, dipiridamolo) possono sviluppare una potenziale effetto additivo, aumentando il rischio di emorragia. Pertanto, si deve usare cautela contemporaneamente alle sopra pentossifillina inibitori dell'aggregazione piastrinica.

Il trattamento deve essere effettuato sotto il controllo della pressione sanguigna.

Nei pazienti diabetici che assumono agenti ipoglicemizzanti, la somministrazione del farmaco in dosi elevate può causare gravi ipoglicemie (può essere richiesta una correzione delle dosi di agenti ipoglicemizzanti e la conduzione del controllo glicemico).

Quando si nomina il farmaco Trental, contemporaneamente agli anticoagulanti, è necessario monitorare i parametri del sistema di coagulazione del sangue.

I pazienti sottoposti a recente intervento chirurgico necessitano di un monitoraggio regolare dell'emoglobina e dell'ematocrito.

Nei pazienti con BP bassa e instabile, la dose di pentossifillina deve essere ridotta.

Nei pazienti anziani può essere necessaria una riduzione della dose del farmaco (aumento della biodisponibilità e diminuzione del tasso di escrezione di pentossifillina).

Il fumo può ridurre l'efficacia terapeutica del farmaco.

Utilizzare in pediatria

La sicurezza e l'efficacia della pentossifillina nei bambini non sono state adeguatamente studiate.

Impatto sulla capacità di guidare veicoli e gestire i meccanismi

Considerando i possibili effetti collaterali (ad esempio, vertigini), occorre prestare attenzione quando si guidano veicoli e si intraprendono attività potenzialmente pericolose.

Il farmaco non è raccomandato per l'uso in gravidanza, tk. non abbastanza dati

Pentossifillina penetra nel latte materno in piccole quantità. Se è necessario utilizzare il farmaco durante l'allattamento, l'allattamento al seno deve essere interrotto (data la mancanza di esperienza nell'applicazione).

Compresse Trental - istruzioni ufficiali per l'uso

ISTRUZIONI
sull'uso medico del farmaco

Numero di registrazione: P N014229 / 01-210508

Nome commerciale della preparazione: Trental ®

Nome internazionale non proprietario (INN): pentossifillina

Forma di dosaggio: compresse rivestite con rivestimento enterico.

struttura:
Principio attivo: Pentossifillina - 100 mg.
eccipienti: lattosio, amido, talco, diossido di silicio colloide, magnesio stearato.
Composizione Shell: copolimero dell'acido metacrilico, idrossile di sodio, macrogol (glicole polietilenico) 8000, talco, biossido di titanio (E 171).

descrizione: soluzione incolore quasi trasparente.

Gruppo farmacoterapeutico: un agente vasodilatatore.
Codice ATX C04AD03

Proprietà farmacologiche
farmacodinamica
Trental migliora la reologia del sangue (flusso) a causa di effetti sulla deformabilità eritrocitaria patologicamente modificati, inibire l'aggregazione piastrinica e ridurre un aumento della viscosità del sangue. Trental migliora la microcircolazione nelle aree di ridotta circolazione sanguigna.
Come ingrediente attivo, Trental contiene un derivato xantina-pentossifillina. Il meccanismo della sua azione è associato all'inibizione della fosfodiesterasi e all'accumulo di cAMP nelle cellule della muscolatura liscia dei vasi sanguigni e delle cellule del sangue.
Avendo un debole rilassamento vasocardico miotropico, la pentossifillina riduce in qualche modo la resistenza periferica generale e dilata leggermente i vasi coronarici.
Il trattamento con Trental porta ad un miglioramento dei sintomi dei disturbi della circolazione cerebrale.
Il successo del trattamento con malattia arteriosa periferica occlusiva (ad esempio, claudicazione intermittente) mostrato nella distanza allungamento distanza, eliminando crampi notturni ai polpacci e scomparsa del dolore a riposo.

farmacocinetica
Dopo somministrazione orale, pentossifillina è rapidamente e quasi completamente assorbita.
Dopo assorbimento quasi completo, la pentossifillina viene metabolizzata. La biodisponibilità assoluta della sostanza di partenza è 19 ± 13%. Il principale metabolita attivo 1- (5-pifossiesil) -3,7-dimetilxantina (metabolita I) ha una concentrazione nel plasma sanguigno che è il doppio della concentrazione iniziale di pentossifillina.
L'emivita della pentossifillina dopo somministrazione orale è di 1,6 ore.
La pentossifillina è completamente metabolizzata e oltre il 90% viene escreto attraverso i reni sotto forma di metaboliti idrosolubili non coniugati. L'escrezione dei metaboliti è ritardata nei pazienti con funzionalità renale compromessa.
Nei pazienti con compromissione della funzionalità epatica, l'emivita della pentossifillina è prolungata e aumenta la biodisponibilità assoluta.

Indicazioni per l'uso
disturbi circolatori periferici aterosclerotica (ad esempio, claudicatio intermittens, diabetica), disturbi trofici (per esempio, ferite alle gambe, cancrena).
Disturbi della circolazione cerebrale (conseguenze dell'aterosclerosi cerebrale, come compromissione della concentrazione, vertigini, disturbi della memoria), condizioni ischemiche e post insulto.
Disturbi della circolazione sanguigna nella retina e nella coroide dell'occhio, otosclerosi, alterazioni degenerative sullo sfondo della patologia dei vasi dell'orecchio interno e perdita dell'udito.

Controindicazioni

  • con maggiore sensibilità alla pentossifillina, ad altre metilxantine o ad uno qualsiasi degli eccipienti;
  • con emorragia massiccia;
  • con ampie emorragie nella retina dell'occhio;
  • con emorragie nel cervello;
  • con infarto miocardico acuto;
  • sotto i 18 anni;
  • durante la gravidanza e l'allattamento.
Con cautela il farmaco deve essere usato in pazienti con:
  • aritmie cardiache gravi (rischio di peggioramento di aritmia);
  • ipotensione arteriosa (rischio di ulteriore abbassamento della pressione arteriosa, vedere paragrafo "Metodo di somministrazione e dose");
  • insufficienza cardiaca cronica;
  • ulcera peptica dello stomaco e del duodeno:
  • alterazione della funzionalità renale (clearance della creatinina inferiore a 30 ml / min) (rischio di accumulo e aumento del rischio di effetti indesiderati, vedere paragrafo "Metodo di somministrazione e dose");
  • grave compromissione della funzione epatica (rischio di accumulo e aumento del rischio di effetti indesiderati, vedere paragrafo "Metodo di somministrazione e dosaggio");
  • dopo aver recentemente trasferito interventi chirurgici;
  • aumento della tendenza al sanguinamento, ad esempio, a seguito dell'uso di anticoagulanti o di disordini nel sistema di coagulazione del sangue (rischio di sviluppare sanguinamento più grave).
Per il sanguinamento, consultare la sezione "Controindicazioni".

Dosaggio e somministrazione
Il dosaggio è stabilito dal medico in accordo con le caratteristiche individuali del paziente.
La dose abituale è: una compressa di Trental tre volte al giorno, seguita da un lento aumento della dose a 200 mg 2-3 volte al giorno. La dose singola massima è di -400 mg. La dose giornaliera massima è di 1200 mg. Il farmaco deve essere deglutito intere durante o immediatamente dopo aver mangiato, spremuto con una quantità sufficiente di baccelli.
Nei pazienti con funzionalità renale compromessa (clearance della creatinina inferiore a 30 ml / min), il dosaggio può essere ridotto a 1-2 compresse al giorno.
La riduzione della dose, tenendo conto della tollerabilità individuale, è necessaria nei pazienti con grave compromissione della funzionalità epatica.
Il trattamento può essere iniziato con basse dosi in pazienti con pressione sanguigna bassa, così come nei pazienti che sono a rischio a causa di una possibile diminuzione della pressione arteriosa (i nazisti con grave malattia coronarica o le odi e noi camente significative stenosi dei vasi del cervello). In questi casi, la dose può essere aumentata solo gradualmente.

Effetti collaterali
Nei casi in cui Trental è usato in grandi dosi, possono verificarsi i seguenti effetti indesiderati:
dal sistema nervoso: mal di testa, vertigini, ansia, disturbi del sonno, convulsioni;
dal lato della pelle e del grasso sottocutaneo: iperemia della pelle del viso, "maree" di sangue sulla pelle del viso e parte superiore del torace, gonfiore, maggiore fragilità delle unghie;
dal sistema digestivo: xerostomia, anoressia, atonia intestinale, sensazione di pressione e trabocco nello stomaco, nausea, vomito, diarrea;
dal sistema cardiovascolare: tachicardia, aritmia, cardialgia, progressione dell'angina, abbassamento della pressione sanguigna;
dal sistema di emostasi e emopoiesi: leucopenia, trombocitopenia, pancitopenia, sanguinamento dai vasi sanguigni, mucose, stomaco, intestino, ipofibrinogenemia;
organi sensoriali: visione alterata, scatoma;
reazioni allergiche: prurito, iperemia cutanea, orticaria, angioedema, shock anafilattico.
Casi molto rari di sviluppo di meningite asettica, all'interno di colestasi epatica e aumento dell'attività delle transaminasi "epatiche", fosfatasi alcalina.

overdose
Il quadro clinico di vertigini, conati di vomito, caduta nel sangue: la pressione, tachicardia, aritmia, arrossamento della pelle, perdita di coscienza, vomito, areflessia, crisi tonico-cloniche,
In caso di insorgenza delle violazioni sopra descritte, è necessario contattare immediatamente il medico.
Il trattamento è sintomatico: un'attenzione particolare deve essere rivolta al mantenimento della pressione sanguigna e della funzione respiratoria. Le convulsioni convulsive vengono rimosse dall'introduzione di diazepam.
Quando i primi segni di sovradosaggio (sudorazione, nausea, cianosi) cessano immediatamente di assumere il farmaco. Fornire una posizione più bassa della testa e della parte superiore del corpo. Segui la pervietà libera delle vie aeree.

Interazione con altri farmaci
La pentossifillina è in grado di potenziare l'azione dei farmaci che riducono la pressione sanguigna (ACE-inibitori, nitrati).
Pentoxifylline può aumentare gli effetti dei farmaci che influenzano la coagulazione del sangue (anticoagulanti indiretti e diretti, trombolitici), antibiotici (compresi cefalosporine).
La cimetidina aumenta la concentrazione di pentossifillina nel plasma (rischio di effetti collaterali).
La co-somministrazione con altre xantine può portare ad eccitazione nervosa eccessiva.
L'effetto di riduzione dello zucchero dell'insulina o degli agenti antidiabetici orali può essere aumentato assumendo pentossifillina (un aumentato rischio di sviluppare ipoglicemia). Il monitoraggio rigoroso di tali pazienti è necessario.
In alcuni pazienti, la somministrazione contemporanea di pentossifillina e teofillina può portare ad un aumento del livello di teofillina. Questo può portare ad un aumento o aumento degli effetti collaterali associati alla teofillina.

Istruzioni speciali
Il trattamento deve essere effettuato sotto il controllo della pressione arteriosa.
Nei pazienti con diabete mellito che assumono farmaci ipoglicemici, la somministrazione di dosi elevate può causare grave ipoglicemia (è necessario un aggiustamento della dose).
All'atto di appuntamento simultaneamente con anticoagulanti è necessario guardare accuratamente indicatori di un sistema di coagulazione di un sangue.
I pazienti sottoposti a recente intervento chirurgico necessitano di un monitoraggio sistematico dell'emoglobina e dell'ematocrito.
La dose somministrata deve essere ridotta nei pazienti con pressione arteriosa bassa e instabile.
Negli anziani può essere necessaria una riduzione della dose (aumento della biodisponibilità e riduzione della velocità di escrezione).
La sicurezza e l'efficacia della pentossifillina nei bambini non sono state adeguatamente studiate.
Il fumo può ridurre l'efficacia terapeutica del farmaco.

Forma del problema
Compresse rivestite con film di rivestimento enterico 100 mg.
Per 10 compresse in blister in PVC / foglio di alluminio. Per 6 blister insieme con le istruzioni per l'uso in una scatola di cartone.

Condizioni di conservazione
Conservare in un luogo buio a una temperatura non superiore a 25 ° C.
Tenere fuori dalla portata dei bambini!

Data di scadenza
4 anni.
Dopo la data di scadenza, il farmaco non può essere utilizzato.

Condizioni di congedo dalle farmacie
Sotto la prescrizione

prodotto da
Azienda Aventis Pharma Ltd., India.
54 / A Maturadas Vassanji Road, Andheri (E), Mumbai - 400093.

Reclami dei consumatori inviati all'indirizzo in Russia
115035, Mosca, ul. Sadovnicheskaya, 82, edificio 2.

Trental: istruzioni per l'uso

Le compresse Trental rappresentano un gruppo di agenti farmacologici che migliorano la microcircolazione del sangue. Sono utilizzati in varie patologie, accompagnati da un significativo deterioramento del flusso sanguigno locale nei vasi.

Descrizione della forma di dosaggio, composizione

Le compresse Trental hanno una forma rotonda, una superficie biconvessa, sono ricoperte con una pellicola di rivestimento enterico di colore bianco. Il principale ingrediente attivo del farmaco è la pentossifillina, il suo contenuto nella prima compressa è di 100 mg. Include anche sostanze ausiliarie aggiuntive, che includono:

  • Diossido di silicio colloidale
  • Biossido di titanio
  • Lattosio.
  • Macrogol.
  • Talco.
  • Copolimero dell'acido metacrilico.
  • Amido.
  • Idrossido di sodio

Compresse Trental 100 mg confezionato in un blister per 10 pezzi. La confezione di cartone contiene 6 blister (60 compresse) e le istruzioni per l'uso del farmaco.

Effetti farmacologici, farmacocinetica

Il principale ingrediente attivo delle compresse di Trental pentossifillina è un derivato chimico della xantina. Inibisce l'attività dell'enzima fosfodiesterasi, con conseguente accumulo di cellule cGMP (acido guaninmonofosfornaya ciclico), che causa il rilassamento della parete vasale muscolo liscio con diametro del lume crescente, e migliora anche l'elasticità degli eritrociti parete plasma, permettendo loro così di passare attraverso i vasi del microcircolo. Il farmaco dilata leggermente le arterie del cuore (vasi coronarici), così come le strutture del cervello.

Dopo aver preso la compressa Trental 100 mg all'interno della pentossifillina ingrediente attivo rapidamente e quasi completamente assorbito nel sangue dall'intestino. È distribuito uniformemente nei tessuti, metabolizzato nel fegato con la formazione di prodotti di decadimento inattivo, che vengono escreti nelle urine.

Indicazioni per l'uso

Compresse riceventi Trental 100 mg è indicato per il trattamento complesso di condizioni patologiche, accompagnato da una compromissione primaria del flusso sanguigno periferico, che includono:

  • Lesioni sclerotiche (deposizione di colesterolo sotto forma di placche sulla parete interna delle arterie con una violazione del flusso sanguigno in essa) arterie periferiche, che è spesso accompagnata da claudicatio intermittente.
  • Danno vascolare patologico, provocato dallo sviluppo a lungo termine del diabete mellito (angiopatia diabetica).
  • Vari disturbi circolatori nelle strutture del cervello sono le conseguenze dello sviluppo prolungato dell'aterosclerosi cerebrale, caratterizzato dalla deposizione di colesterolo nelle arterie del cervello.
  • Cambiamenti distrofici nelle strutture dell'orecchio medio e interno, provocati dal deterioramento della circolazione sanguigna in essi.
  • Vari disordini trofici nei tessuti, provocati da una violazione del flusso sanguigno periferico (ulcere trofiche degli arti inferiori, cancrena).
  • Stati dopo un ictus cerebrale.
  • Vari disturbi circolatori nella retina o nella coroide dell'occhio.

Inoltre, il farmaco viene utilizzato per la terapia complessa dell'otosclerosi, accompagnata dalla sostituzione dei tessuti connettivi di varie strutture dell'orecchio medio e interno sullo sfondo dei disturbi circolatori in esso.

Controindicazioni da usare

L'uso di compresse Trental 100 mg è controindicato in alcune condizioni patologiche e fisiologiche del corpo del paziente, che includono:

  • Sanguinamento volumetrico di varie localizzazioni nel corpo.
  • Infarto miocardico acuto (morte del muscolo cardiaco).
  • Emorragie estese localizzate nella retina dell'occhio.
  • Violazioni gravi del ritmo delle contrazioni del cuore (aritmia).
  • Emorragie nelle strutture tissutali del cervello.
  • Aumento della pressione sanguigna (ipertensione arteriosa), che è difficile da trattare con i farmaci.
  • Ipersensibilità a qualsiasi composto chimico di derivati ​​della metilxantina.
  • Ipersensibilità a uno qualsiasi dei componenti del farmaco.
  • Gravidanza in qualsiasi momento della corrente, allattamento (allattamento al seno).

Con cura il farmaco usato in pazienti con concomitante aumento della pressione arteriosa, che si presta a controllo medico, notevoli disturbi dello stato funzionale del fegato e dei reni, insufficienza cronica della funzione cardiaca contrattile, disturbi dell'emostasi (coagulazione del sangue), che è accompagnato da un aumento della tendenza al sanguinamento, in numero e sullo sfondo dell'uso di farmaci del gruppo farmacologico, anticoagulanti indiretti, e anche dopo il trasferimento fieno in recenti interventi chirurgici precedenti. Prima di prescrivere il farmaco, il medico deve essere sicuro che non ci sono controindicazioni.

Uso corretto, dosaggio

Le compresse di Trental 100 mg sono destinate alla somministrazione orale (somministrazione orale). Sono presi durante o dopo i pasti, non vengono masticati, inghiottiti interi e lavati con acqua a sufficienza. Il medico imposta il dosaggio terapeutico medio del farmaco individualmente. Di solito inizia con 100 mg (1 compressa) 3 volte al giorno. Se necessario, il dosaggio aumenta gradualmente fino a 200 mg 2-3 volte al giorno. La dose singola massima non deve superare i 400 mg. Il dosaggio per i pazienti con una diminuzione dell'attività funzionale del fegato, dei reni, controllata dall'aumento della pressione sanguigna, di solito diminuisce di un fattore 2. La durata del corso di terapia con l'uso di targhe Trental è fissata dal dottore singolarmente.

Reazioni avverse negative

Sullo sfondo della ricezione di compresse di Trental con frequenza diversa, i pazienti possono sviluppare reazioni patologiche negative da alcuni organi e sistemi:

  • Apparato digerente - marcata diminuzione del tono (atonia) della parete intestinale, mancanza di appetito (anoressia), secchezza delle fauci (xerostomia).
  • Sistema nervoso - mal di testa, vertigini periodiche, disturbi del sonno, spasmi della muscolatura scheletrica striata, ansia.
  • Sistema cardiovascolare - il cuore dolore nella regione aritmia (cardialgia) (aritmia), la frequenza cardiaca, la sua accelerazione (tachicardia), diminuzione della pressione arteriosa sistemica (ipotensione).
  • Gli organi di senso sono una disabilità visiva, l'aspetto di un punto cieco nel campo visivo (scotoma).
  • Pelle e tessuto sottocutaneo - aumento della fragilità delle unghie, arrossamento della pelle della parte superiore del corpo con sensazioni di vampate di calore.
  • Sangue e midollo osseo - riduzione del numero di globuli bianchi (leucopenia), le piastrine (trombocitopenia), problemi di coagulazione del sangue sanguinamento nella pelle, membrane mucose, strutture cave del tratto digerente, riducendo la concentrazione di fibrinogeno (gipofibrinogenemia) nel plasma.
  • reazione allergica - un rash sulla pelle, prurito, arrossamento, cambiamenti caratteristici aspetto assomigliare puntura (orticaria), gonfiore pronunciato dei tessuti molli del viso e genitali esterni (angioedema angioedema), reazione sistemica grave ad una riduzione critica nel sangue pressione e lo sviluppo di insufficienza multiorgano.

La comparsa di segni di sviluppo di reazioni patologiche negative è la base per fermare l'uso di compresse Trental e contattare un medico.

Caratteristiche d'uso

Prima della nomina di Trental 100 mg compresse, il medico deve prendere in considerazione una serie di caratteristiche per quanto riguarda l'uso corretto di questo farmaco, che includono:

  • In caso di uso del farmaco in pazienti con diabete mellito corrispondente, è necessario controllare il livello di zucchero nel sangue e, se necessario, regolare il dosaggio di insulina o di farmaci ipoglicemici.
  • Durante il corso della terapia, il monitoraggio periodico della pressione arteriosa sistemica è obbligatorio.
  • L'uso simultaneo di farmaci nel gruppo farmacologico di anticoagulanti richiede il monitoraggio obbligatorio in laboratorio dello stato funzionale del sistema di coagulazione del sangue.
  • Il farmaco viene usato con cautela negli anziani, di solito richiedono una riduzione del dosaggio.
  • I pazienti che hanno ricevuto il farmaco dopo un recente intervento necessitavano di monitoraggio in laboratorio dell'emoglobina e dell'ematocrito.
  • Il fumo può portare ad una diminuzione dell'effetto terapeutico dopo l'assunzione della compressa Trental.
  • Il principio attivo di questo farmaco può interagire con i preparativi di altri gruppi farmacologici, pertanto si dovrebbe essere avvertiti del loro possibile uso da parte del medico curante.
  • Durante l'assunzione di compresse, non è consigliabile eseguire un lavoro associato alla necessità di aumentare la concentrazione di attenzione e una sufficiente velocità delle reazioni psicomotorie.

Nella rete di farmacie, i tablet Trental sono venduti come farmaci da prescrizione. Il loro uso indipendente non è raccomandato, in quanto ciò può portare a varie complicazioni e conseguenze.

Dose in eccesso

Sovradosaggio compresse Trental porta ad una notevole debolezza, nausea, vertigini, cambiamenti nello stato funzionale della corteccia cerebrale con sonnolenza o eccitazione, perdita di coscienza, lo sviluppo convulsioni dei muscoli scheletrici striati, aumento della temperatura corporea, riduzione della pressione arteriosa sistemica, aumento della frequenza cardiaca. In questo caso, la terapia sintomatica viene eseguita nelle condizioni di un ospedale medico, nonché le misure volte a mantenere le funzioni vitali del corpo.

Analoghi di compresse Trental

Simili nella composizione e negli effetti terapeutici per le tavolette Trental sono le preparazioni Vazonit, pentossifillina.

Memoria adeguata

La durata di conservazione di Trental 100 mg compresse è di 4 anni. Devono essere conservati nella confezione originale, scura, asciutta, inaccessibile ai bambini ad una temperatura dell'aria compresa tra +8 e +25 ° C.

Prezzo Trental

Il costo dell'imballaggio delle compresse Trental nelle farmacie di Mosca varia tra 480-533 rubli.

Siete Interessati Circa Le Vene Varicose

Tintura di castagno dalle vene varicose

Struttura

I capillari bluastri rovinano significativamente l'aspetto delle gambe. Se si soffre di un tale problema, prestare attenzione all'estratto di ippocastano. Questo componente è noto da tempo per le sue proprietà positive....

Vene gonfie sul pene - cause, sintomi e trattamento delle vene varicose

Struttura

Espansione della vena sul pene - un problema che può allertare qualsiasi uomo. A causa del fatto che le vene varicose sono rare, molti membri del sesso più forte spesso non sanno cosa aspettarsi dalla malattia, né a nessun medico dovrebbe essere trattato in questa situazione....