Caratteristiche del trattamento della tromboflebite in gravidanza

Motivi

Thrombophlebitis è una condizione caratterizzata dalla presenza di infiammazione nelle pareti della nave e la formazione di trombi in questo luogo. Le donne incinte sono particolarmente inclini a questa patologia. Ciò è dovuto a cambiamenti che si verificano nel corpo immediatamente dopo l'inizio della gravidanza. In primo luogo, in connessione con la ristrutturazione del corpo, il sangue si condensa. Un ulteriore carico sul sistema vascolare è fornito dalla placenta - il terzo cerchio della circolazione. In termini successivi, lo sviluppo della tromboflebite è influenzato dall'utero cresciuto, che causa un aumento della pressione intra-addominale. La patologia delle vene profonde si verifica in tre donne in gravidanza su un migliaio, le vene superficiali sono più spesso colpite.

La tromboflebite durante la gravidanza ha il suo codice nel sistema ICD-10:

  • Sconfitta O22.2 di vene superficiali;
  • O22.3 sconfitta di vene profonde di gambe.

Fattori di rischio per la tromboflebite

La gravidanza di per sé è un fattore di rischio per la formazione di coaguli di sangue, in considerazione di tutti i motivi sopra esposti. Tuttavia, se sono presenti ulteriori fattori, il rischio di sviluppare tromboflebiti diventa significativamente più alto:

  • alto indice di massa corporea;
  • da lungo tempo in posizione seduta o in piedi, riposo a letto prolungato;
  • infezione;
  • malattie cardiache e sistema vascolare;
  • vene varicose;
  • aumento della coagulabilità del sangue (ereditaria o acquisita);
  • ricevimento di contraccettivi ormonali, preparazioni di glucocorticosteroid;
  • gestosi tardiva.

I sintomi della malattia nelle donne in gravidanza

Di solito la tromboflebite durante la gravidanza è un processo associato alle vene varicose delle gambe. Le vene della regione pelvica e i vasi profondi degli arti inferiori sono più spesso colpiti.

Un processo acuto è caratterizzato da un improvviso sviluppo del dolore nei muscoli delle gambe durante la deambulazione. La sindrome del dolore può verificarsi quando i muscoli della parte inferiore della gamba vengono compressi o massaggiati. Sotto la pelle, un tronco venoso è sentito sotto forma di un crochet denso e doloroso. Le gambe si gonfiano, diventano cianotiche. Quando le vene profonde degli arti inferiori sono colpite, il gonfiore è più pronunciato, la temperatura può anche aumentare e appaiono segni di intossicazione generale.

A volte il danno acuto alle vene può svilupparsi nell'immediato periodo postpartum (da due settimane a un mese dopo la nascita).

La diagnosi di tromboflebite nelle donne in gravidanza non differisce dalle normali misure diagnostiche: un esame del sangue per la coagulazione, l'esame ecografico dei vasi degli arti inferiori; esame Doppler ad ultrasuoni. Se i sintomi della malattia indicano la sconfitta delle vene profonde delle gambe, viene prescritta la flebografia.

Come metodo diagnostico in gravidanza, è vietata la scintigrafia con fibrinogeno. Può provocare lo sviluppo di ipotiroidismo nel feto.

Metodi per la terapia della tromboflebite

Il trattamento delle lesioni tromboflebitiche dei tronchi venosi in donne in gravidanza richiede un approccio speciale. La maggior parte dei farmaci usati ha la capacità di penetrare la barriera placentare e può influire negativamente sullo sviluppo del feto. Decidere l'urgenza del trattamento e i metodi di terapia dovrebbero essere decisi solo da un flebologo.

Quale sarà il trattamento: conservativo o operativo, è risolto sulla base della gravità del processo tromboflebitico, la posizione del trombo, la durata della gravidanza e le peculiarità del suo corso. Spesso, il trattamento viene eseguito in un ospedale. L'obiettivo principale della terapia è ripristinare il flusso del sangue attraverso i vasi degli arti inferiori. I metodi di trattamento sono scelti più risparmiando. Ad esempio, con le lesioni del tronco venoso della parte inferiore della gamba e il terzo inferiore della coscia, è preferibile solo la terapia farmacologica. Nei primi stadi dello sviluppo della malattia, vengono usati unguento con eparina, troxerutina, compresse con fenilbutazone. È obbligatorio utilizzare la biancheria da compressione non solo per il trattamento della tromboflebite, ma anche come misura preventiva. Sull'arto colpito impongono bende fresche e creano una posizione elevata delle gambe.

Il principale trattamento farmacologico è l'uso dei seguenti gruppi di farmaci:

  • anti-infiammatori;
  • agenti antipiastrinici;
  • antistaminici;
  • venotoniki;
  • trombolitici.

La tromboflebite nelle donne in gravidanza non viene trattata con antibiotici, poiché il processo è di natura non purulenta (asettica). Durante la gravidanza, non è possibile utilizzare anticoagulanti indiretti. In accordo con le raccomandazioni internazionali generalmente accettate, i farmaci di prima scelta nelle donne in gravidanza sono eparine a basso peso molecolare. Sono sicuri ed efficaci.

Il rapido processo di tromboflebite ascendente, in particolare le vene profonde, richiede un intervento chirurgico urgente. L'urgenza è dovuta al fatto che questa condizione minaccia lo sviluppo del tromboembolismo dell'arteria polmonare.

Rimuovere parte del tronco vascolare insieme a masse trombotiche. Per una trombectomia nelle donne in gravidanza applicare l'anestesia locale. Con l'aiuto delle moderne tecnologie, il medico determina la posizione esatta del trombo ed effettua una resezione della nave colpita. In contrasto con la sconfitta delle vene profonde, con la sconfitta della superficie, viene utilizzato l'intervento di Troyanov-Trendelenburg (che applica una legatura alla grande vena sottocutanea della coscia).

Se, dopo il completamento del corso di terapia o dell'intervento chirurgico, sulla base dei test diagnostici di controllo, vengono determinate le dinamiche positive, quindi la donna è autorizzata ad auto-somministrarsi. Tali nascite non richiedono condizioni particolari o allenamento, tranne che per il costante utilizzo della biancheria intima da compressione prima e dopo il parto. Al momento della consegna, viene utilizzato il bendaggio elastico dei piedi.

Per la prevenzione delle donne in gravidanza che hanno un alto rischio di tromboflebite, prescrivere farmaci eparina e acido acetilsalicilico.

L'autotrattamento della tromboflebite delle vene superficiali o profonde delle gambe in donne in gravidanza è inaccettabile, poiché questa malattia minaccia la vita non solo della madre, ma anche del bambino. Il trattamento dovrebbe essere fatto solo da un medico.

Trombosi venosa profonda durante la gravidanza

La trombosi venosa profonda è una condizione in cui si formano coaguli di sangue durante la vita, cioè coaguli di sangue. Di regola, la trombosi è localizzata principalmente nell'area degli arti inferiori. Altre varianti della formazione di coaguli di sangue sono estremamente rare. Circa il 20% del numero totale di abitanti della terra soffre di trombosi venosa profonda. Allo stesso modo, c'è la sindrome post-trombotica, che è una complicazione tardiva. Occasionalmente, ci sono casi di coaguli di sangue a livello delle vene superficiali. Questa forma di trombosi ha una prognosi migliore e non è praticamente accompagnata da complicanze.

motivi

Il semplice fatto della gravidanza può diventare la risposta a una domanda, da quello che può esserci una trombosi venosa profonda alle future mamme. Guardando come la malattia si manifesta durante la gravidanza, i medici hanno scoperto che la formazione di coaguli di sangue si verifica a causa del fatto che la vena cavo inferiore in una donna incinta è schiacciata dal lato dell'utero. Ciò comporta un aumento degli indici di pressione idrodinamica nella regione della vena cava inferiore. Pertanto, il diametro delle vene profonde aumenta in modo significativo a causa del lento flusso di sangue. Data la tendenza delle donne incinte a scarsa mobilità, questo provoca una stasi venosa con localizzazione nelle vene del tronco situate nelle gambe.

Nelle prime fasi della gravidanza e nell'ultimo trimestre, il corpo della futura mamma si sta preparando per il travaglio e, di conseguenza, una naturale perdita di sangue. Ciò significa che più lungo è il periodo di gestazione, maggiore è la produzione di proteine ​​plasmatiche del tipo procoagulante e la mobilità fibrinolitica del sangue sottostante. Stasi venosa e gepirkoagulyatsii abbastanza per aumentare al massimo il rischio di trombosi venosa. Se questi fattori sono presenti, si crea una situazione trombotica critica nel corpo della donna incinta. Eventuali stress e fattori aggiuntivi portano alla trombosi. Sullo sfondo di questo stato del corpo, lo sviluppo della trombosi venosa può essere causato da un comune raffreddore.

sintomi

Da notare come lo sviluppo della trombosi venosa nel primo trimestre o negli stadi finali della gravidanza sia abbastanza semplice. La malattia è accompagnata da manifestazioni caratteristiche, che indicano una violazione della circolazione sanguigna a livello delle vene profonde, ma mantiene il normale afflusso arterioso. I primi segni e i sintomi successivi possono differire a seconda della localizzazione del problema.

Come il segno più comune della malattia, è possibile determinare il gonfiore e il cambiamento del colore naturale della pelle nel punto in cui il coagulo di sangue è localizzato. Allo stesso modo, il rossore può essere riconosciuto. La futura madre si lamenta di una sensazione di pesantezza e calore alle gambe. Allo stesso tempo, la sindrome del dolore progredisce e diventa più ovvia nel tempo. In futuro, è accompagnato dal dolore nella regione retrosternale, da gravi attacchi di tosse e febbre. Ciò aumenta il rischio di separazione e movimento del trombo nei vasi polmonari. Casi in cui la trombosi venosa non sembra essere esclusa.

Diagnosi di trombosi venosa profonda in donne in gravidanza

La diagnosi di trombosi venosa durante la gravidanza non è facile. Le difficoltà nella diagnosi sono causate dalla somiglianza dell'ipertensione venosa delle vene profonde con deficit linfo-venoso. Inoltre, durante la gravidanza, gli impulsi dolorosi possono essere ridistribuiti, il che impedisce anche la corretta diagnosi. Ad esempio, un paziente può lamentare dolore diffuso nell'addome inferiore, gambe.

Ancora più difficile è la diagnosi in condizioni in cui la trombosi venosa è accompagnata da patologie della gravidanza stessa. Ad esempio, le seguenti violazioni possono complicare il processo di determinazione di una malattia:

  • preeclampsia,
  • polidramnios e gravidanze multiple,
  • alti rischi di parto prematuro o aborto spontaneo.

Per identificare tempestivamente la malattia, la futura mamma dovrebbe consultare direttamente un medico o un flebologo. Lo specialista nomina un numero di test di laboratorio e conduce un sondaggio utilizzando l'attrezzatura appropriata.

complicazioni

Più pericolosa è la trombosi venosa in gravidanza, quindi questo è l'impatto negativo che ha sul corpo di una futura madre. La malattia fa male sia la donna incinta che il bambino. Come potenziali complicazioni sono il tromboembolismo e la cancrena, che portano alla morte.

trattamento

Cosa puoi fare

Il compito fondamentale della futura madre è di consultare un medico se si riscontrano i primi segni di problemi agli arti e alle vene stesse. Non puoi curare la malattia a casa, usando metodi di medicina alternativa, ecc. I sospetti per la diagnosi richiedono l'aiuto immediato di un medico competente, specialmente se si tratta di una malattia che si sviluppa durante la gravidanza.

Cosa fa il dottore

Curare una trombosi venosa durante la gravidanza non è facile. La ragione per la complessità del trattamento è la necessità di risoluzione simultanea e complicazioni della trombosi e problemi associati al cuscinetto fetale. Ecco perché, nel quadro del fornire il primo soccorso alle future mamme per la preparazione al lavoro futuro, gli specialisti prestano grande attenzione alla prevenzione della malattia.

Il trattamento della malattia può essere conservativo o chirurgico. Il trattamento chirurgico viene utilizzato quando la malattia comporta complicazioni che minacciano la vita. In questi casi, quando decidono cosa fare con la malattia, la maggior parte dei medici preferisce il taglio cesareo e la successiva plicatura.

prevenzione

Mangiare in modo sano e il modo giusto di vivere senza cattive abitudini è un modo efficace, se non si previene il rischio di sviluppare trombosi, quindi ridurlo in modo significativo. Prevista anche la profilassi ospedaliera per le donne incinte, che consiste nella terapia con anticoagulanti e disaggregati.

Trombosi venosa profonda degli arti inferiori e gravidanza

Il trattamento della trombosi venosa profonda degli arti inferiori durante la gravidanza non è un compito facile. Ciò è dovuto alla necessità di affrontare in parallelo i problemi associati alla trombosi venosa e ai problemi della stessa gravidanza. Inoltre, la trombosi delle vene profonde degli arti inferiori, che si è verificata durante la gravidanza, si verifica in condizioni sfavorevoli dal punto di vista dell'ipertensione venosa. La sindrome postgromboflebitica in gravidanza, di regola, procede più severamente a causa del fallimento dell'apparato valvolare delle vene dell'estremità coinvolta nella trombosi venosa.

A questo proposito, è importante prevenire la trombosi venosa profonda negli arti inferiori durante la gravidanza e il primo periodo postparto in donne che hanno fattori di rischio per l'insorgenza della trombosi venosa profonda.

Nei casi in cui il corso della gravidanza è complicato da una malattia come la trombosi venosa profonda degli arti inferiori, vi è un reciproco appesantimento degli stati. Ciò si manifesta non solo nell'aspetto clinico, ma introduce anche ulteriori difficoltà nella diagnosi e nel trattamento della trombosi venosa e può anche apportare modifiche al piano di gestione della gravidanza e alle tattiche di consegna.

Cause di trombosi nelle vene profonde degli arti inferiori durante la gravidanza e subito dopo la nascita sono i seguenti. Questa compressione meccanica della vena cava inferiore del utero gravido, a seguito dell'aumento della pressione idrodinamica nella vena cava inferiore porta ad un aumento del diametro delle vene profonde delle gambe a causa della velocità di flusso inferiore in esso. Questo, combinato con la tendenza delle donne in gravidanza di inattività crea l'effetto di stasi venosa nelle principali vene degli arti inferiori.

All'aumentare del periodo di gestazione, il corpo della madre si prepara per il parto e, di conseguenza, per la perdita di sangue. A questo proposito, specialmente nell'ultimo trimestre, c'è una maggiore sintesi di proteine ​​plasmatiche procoagulanti (fibrinogeno, protrombina, fattori VII, VIII, IX, X), una diminuzione dell'attività fibrinolitica del sangue.

stasi venosa e ipercoagulabilità - due dei tre fattori della triade di Virchow, obbligatoria per l'insorgenza di trombosi venosa nel corpo crea abbastanza tromboopasnuyu allarmante situazione, che può essere facilmente realizzato in trombosi, se ci sono fattori di rischio più supplementari.

Questi includono l'età superiore ai 35 anni, che aumenta il rischio di trombosi venosa 2 volte, trombosi venosa precedente, obesità, sindrome nefrosica, emoglobinuria parossistica notturna, sindrome mieloproliferativi, iperomocisteinemia con il contenuto di omocisteina nel sangue di oltre 18,5 mmol / L.

Tra i difetti congeniti del sistema di coagulazione, i più noti sono: carenza di antitrombina III, carenza di proteine ​​C e S.

Per il verificarsi di trombosi venosa profonda nelle donne in gravidanza spesso non è sufficiente solo per danneggiare l'intima della vena con la formazione di un sito per il fissaggio del trombo. Questo ostacolo è assente nella trombosi venosa precedentemente trasmessa, che è un fattore di rischio per trombosi venosa profonda negli arti inferiori nelle donne in gravidanza. Durante la gravidanza, i fattori che danneggiano il rivestimento interno delle vene possono essere un comune raffreddore, un esame vaginale, una maggiore concentrazione di estrogeni circolanti e malattie autoimmuni concomitanti.

Negli ultimi anni, i ricercatori hanno attirato l'attenzione degli anticorpi del lupus anticoagulante e degli anticorpi anticardiolipina, che sono stati combinati in una sindrome antifosfolipidica. Si verifica in ogni sesta donna incinta e spesso causa trombosi delle vene profonde degli arti inferiori durante la gravidanza.

Il fattore del rischio di complicanze trombotiche è la nascita stessa. Durante il travaglio si verifica una potente espulsione dei mediatori, che attraverso la via linfatica può influire sull'intima delle vene. Questo effetto è notevolmente amplificato in caso di parto chirurgico, soprattutto con urgenza.

Dopo la nascita, le vene pelviche sovraccarichi da tempo rimangono grandi, mentre il flusso di sangue verso l'utero è drasticamente ridotto, che crea in essi stasi venosa e quindi le condizioni per la trombosi venosa nel periodo post-parto.

diagnosi clinica di trombosi delle vene profonde durante la gravidanza è piuttosto complicato a causa della ipertensione venosa iniziale degli arti inferiori con insufficienza linfa-venosa delle gambe, in particolare il lato sinistro, nonché la ridistribuzione degli impulsi del dolore che riguarda la gravidanza. Quindi, il più delle volte i pazienti lamentano dolore diffuso nell'addome inferiore e / o nella gamba. Ulteriori difficoltà sorgono quando la trombosi venosa profonda si sviluppa nel corso della gravidanza patologica - preeclampsia, polidramnios, gravidanza multipla, minaccia di aborto.

Tattiche di trattamento della trombosi delle vene profonde durante la gravidanza e dipende non solo dalla natura della trombosi, la sua posizione, il livello di attività del processo trombotico, la presenza di complicazioni tromboemboliche, ma anche sui tempi di gravidanza, materna e condizione fetale. Nel caso in cui, dopo aver effettuato le procedure diagnostiche complesse trovato che la minaccia di complicazioni pericolose per la vita (embolia polmonare e cancrena venosa) al momento non esiste, trombosi venosa profonda, il trattamento deve essere conservatore.

E il conduttore incondizionato nella terapia conservativa è l'eparina. Non attraversa la barriera placentare e attraverso il latte, non ha proprietà teratogene e mutagene.

La tattica del parto in donne in gravidanza che hanno subito una trombosi venosa profonda sono per lo più conservatrici e dettate in maggior misura da indicazioni ostetriche. Tuttavia, nei casi in cui i fenomeni acuti di trombosi non si sono ancora completamente arrestati, è più sicuro, a nostro avviso, eseguire un taglio cesareo, seguito da una venatura al di sopra del limite prossimale della trombosi.

Per il successo del controllo della trombosi venosa profonda degli arti inferiori durante la gravidanza, è necessaria una cooperazione ottimale tra ostetrico-ginecologo, emostatico e, se necessario, chirurghi vascolari.

Il rilevamento attivo dei fattori di rischio per la trombosi venosa in tutte le fasi della gravidanza e l'attuazione, se necessario, della prevenzione della formazione di trombi è il modo in cui dovrebbe essere presa per ridurre la mortalità materna e infantile.

L'esperienza nell'uso della plasmaferesi terapeutica in donne in gravidanza con trombosi venosa profonda degli arti inferiori ci consente di raccomandarlo come mezzo attivo di correzione dell'emostasi, delle proprietà reologiche del sangue e della microcircolazione. La sua elevata efficacia terapeutica, così come l'assenza di complicazioni dal suo utilizzo, rendono possibile utilizzarlo non solo a scopo terapeutico, ma anche a scopo profilattico, quando altri metodi di prevenzione sono inefficaci.

La gravidanza è possibile con la trombosi e come trattare la patologia nelle donne incinte?

La gravidanza è possibile con la trombosi?

La coagulazione del sangue è un meccanismo speciale che inizia quando i vasi sanguigni sono danneggiati. Tuttavia, succede che il sistema fallisce e si formano dei coaguli di sangue nei vasi sanguigni senza comprometterne l'integrità. Una simile deviazione è spesso osservata nelle donne in gravidanza, il cui corpo deve portare un doppio carico.

Tuttavia, non pensare che in presenza di trombosi venosa profonda degli arti inferiori la gravidanza sia impossibile. Trasportare e dare alla luce un bambino, avendo una malattia simile, si può, inoltre, molto bene. Il compito principale della madre in questo caso è una visita regolare dal medico per valutare le condizioni delle vene colpite.

Non prendere alcuna misura per eliminare i sintomi della trombosi. Soprattutto è necessario astenersi dall'utilizzare pomate o gel senza prescrizione medica, poiché la maggior parte di essi sono rigorosamente controindicati in gravidanza.

Possono insorgere problemi con la trombosi, che si è sviluppata nel primo trimestre di gravidanza. Tuttavia, il medico può consentire al bambino di essere salvato se la donna non ha subito l'esame a raggi X.

A trombosi di vene profonde a donne incinte in 2 e 3 trimestre la situazione è più favorevole. La gravidanza può essere prolungata se il paziente non ha altre complicanze ostetriche. La loro presenza o assenza influisce anche sul processo di consegna.

Se ci sono complicazioni, il medico può nominare un taglio cesareo per salvare la vita e la salute del bambino - sua madre. Se non vi è alcun rischio di EP (embolia polmonare), la donna è pienamente capace di partorire in modo naturale.

motivi

Quando si raccoglie un'anamnesi, un medico di solito determina la presenza di diversi fattori che predispongono allo sviluppo della trombosi nelle vene profonde del paziente. Le principali cause della malattia includono:

  • malattie infettive precedentemente trasferite;
  • prolungata permanenza sulle gambe (specialmente se la donna ha un lavoro "in piedi");
  • gravi violazioni nel processo del metabolismo lipidico (grasso) nel corpo di una futura madre;
  • patologia del sistema cardiovascolare;
  • problemi precedentemente osservati con coagulabilità del sangue, accompagnati da ipercoagulabilità;
  • uso contraccettivo orale prolungato o incontrollato;
  • trattamento con glucocorticoidi;
  • gestosi (tossicosi tardive);
  • anemia di donne incinte;
  • osservanza prolungata del riposo a letto.

Le cause più comuni di trombosi venosa profonda sono le complicanze della gravidanza sotto forma di eclampsia o anemia. Se l'anemia si sviluppa prima del concepimento del bambino, allora deve essere curata prima che la donna pensi di pianificare una gravidanza.

Nelle donne in gravidanza, lo sviluppo di trombosi porta spesso a ristagni di sangue nei vasi. Ecco perché le future mamme dovrebbero muoversi di più e stare in una posizione seduta o in piedi meno.

Fattori di rischio

I fattori di rischio che possono portare alla trombosi nelle vene profonde sono:

  • interventi chirurgici eseguiti da una donna;
  • presenza di vene varicose;
  • l'obesità;
  • quinta gravidanza (o più);
  • lesioni frequenti;
  • aumento della pressione intra-addominale, ecc.

In presenza di tali deviazioni e situazioni potenzialmente pericolose, una donna durante la gravidanza necessita di un'attenta supervisione medica. Sarà una garanzia di successo e nascita di un feto sano.

Cos'è una malattia pericolosa?

Non vi è alcun effetto sul feto sulla trombosi venosa se il processo patologico non influisce sul cordone ombelicale o sui tessuti della placenta. Ma la malattia è pericolosa per la salute della futura madre, quindi non puoi chiudere gli occhi finché il bambino non nasce.

Spesso accade che i coaguli di sangue (coaguli di sangue) interferiscano con il flusso sanguigno e talvolta lo coprano completamente. L'occlusione della vena porta gradualmente alla necrosi dei tessuti situati nelle immediate vicinanze del vaso sanguigno malato. È la necrosi del tessuto che rappresenta il più grande pericolo per la salute di una donna incinta.

sintomi

Determinare la presenza di trombosi durante la gravidanza può essere dovuto alla comparsa di caratteristiche per i suoi sintomi:

  • tirando dolore nella zona dei muscoli delle gambe;
  • gonfiore dei piedi, specialmente a tarda sera, anche se non è esclusa la presenza di edema;
  • comparsa di cosiddette aree "lucide" nella zona interessata;
  • aumento della temperatura corporea;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • frequenti attacchi di cefalea (mal di testa).

Nel corso del tempo, i sintomi possono peggiorare, diventare più intensi e causare molta sofferenza alla futura madre. Notando l'intensificazione dei sintomi, è necessario cercare immediatamente l'aiuto di un medico senza prendere misure indipendenti.

Quale medico tratta la trombosi nelle donne in gravidanza?

Se c'è il sospetto di sviluppare una trombosi in una futura mamma, ha bisogno di cercare aiuto da un ostetrico-ginecologo e un chirurgo vascolare (flebologo). Questi specialisti condurranno un esame completo che aiuterà a stabilire le vere cause della malattia e dirigerà tutti gli sforzi per eliminarlo senza rischi per la salute del feto.

diagnostica

L'individuazione tempestiva della trombosi durante la gravidanza è la chiave per la salute della futura madre e la sicurezza per il bambino. Prima di tutto, il medico effettua un esame fisico, durante il quale viene eseguita la palpazione, mirata a stabilire il grado di lesione delle vene. Le estremità vengono anche esaminate per la tromboflebite, che è una delle cause più comuni di trombosi.

Tuttavia, questo non è sufficiente, quindi il flebologo deve scrivere al paziente la direzione per i seguenti studi clinici:

  • UAC, dove viene dato un posto speciale alla formula dei leucociti;
  • analisi su AChVT (tempo di tromboplastina parziale attivata);
  • sangue sul coagulogramma;
  • esame del sangue per l'indice di protrombina;
  • determinazione del livello di fibrinogeno nel sangue;
  • analisi sull'aggregazione piastrinica, ecc.

Tutti questi studi possono essere svolti a turno, a volte possono aver bisogno di essere ripetuti. Ciò contribuirà a ottenere i risultati più accurati, che avranno un impatto diretto sullo sviluppo di un regime terapeutico.

Per confermare la diagnosi, a una donna viene inoltre dato uno studio Doppler. Con il suo aiuto, viene determinato il grado di pervietà delle vene e viene determinata anche la localizzazione esatta dei trombi. Durante la dopplerografia, il medico valuta le condizioni dell'apparato valvolare. Se la diagnosi e dopo questo è in discussione, la futura madre si terrà una flebografia.

Caratteristiche del trattamento

Il trattamento della trombosi durante la gravidanza ha lo scopo di ripristinare il flusso sanguigno completo in una vena malata. Di norma, la terapia viene eseguita in ambiente ospedaliero, perché solo così il paziente può essere sotto controllo medico 24 ore su 24.

È obbligatorio che a una donna venga assegnato un riposo a letto e l'applicazione di bendaggi compressivi alle aree colpite dell'arto. In questo caso, le gambe dovrebbero sempre trovarsi in una posizione leggermente rialzata.

Se il trattamento non farmacologico non aiuta, alla paziente in stato di gravidanza possono essere prescritti farmaci che eliminano i sintomi della malattia senza il rischio di aborto.

Terapia farmacologica

Il trattamento farmacologico della trombosi durante la gravidanza include l'uso di tali farmaci come:

  • Eparina non frazionata (per via endovenosa).
  • Eparina a basso peso molecolare (dopo l'avanzamento del trattamento con eparina non frazionata). Questa è la preparazione di calcio Nadroparina.
  • Aspirina nella dose più bassa (0,002 g / 24 ore).
  • Pentoxifylline.
  • Preparati antibatterici
  • Medicinali volti a migliorare il flusso di sangue in una vena malata.

Se il medico lo consente, il trattamento per la trombosi durante la gravidanza può essere con l'aiuto di unguenti speciali. Tuttavia, se la malattia sta progredendo rapidamente o vi sono alcune controindicazioni, questa tecnica terapeutica non viene utilizzata.

Intervento chirurgico

Se è stato trovato un trombo di flottazione nella vena, un dispositivo speciale - un filtro cava - viene inserito nella cavità del paziente in stato di gravidanza nella cavità della nave malata. Possono anche essere eseguite altre operazioni che impediscono un'ulteriore migrazione del coagulo di sangue lungo i vasi verso il tronco polmonare. La terapia trombolitica e anticoagulante viene quindi eseguita.

prevenzione

Alla trombosi non è passato in ombra un periodo così felice come la gravidanza, deve essere prevenuto. Per questa futura madre si raccomanda di seguire queste semplici regole:

  • Non trascurare l'uso del lino da compressione per prevenire il ripetersi di trombosi;
  • impegnarsi in ginnastica per donne incinte;
  • più per muoversi e camminare all'aria aperta;
  • Per migliorare il flusso di sangue negli arti inferiori, utilizzare bende elastiche;
  • applicare anticoagulanti prima del concepimento del bambino;
  • sottoporsi ad un regolare esame presso il ginecologo per tutto il periodo della gravidanza, che contribuirà ad evitare lo sviluppo di varie patologie potenzialmente pericolose per il feto e la futura madre.

Queste semplici raccomandazioni aiuteranno una donna incinta a evitare le spiacevoli conseguenze che portano a una malattia così pericolosa e sgradevole come una trombosi.

prospettiva

La prognosi del trattamento della trombosi nelle donne in gravidanza è favorevole nella maggior parte dei casi. Se una donna non trascura gli esami preventivi con un medico, segue tutte le sue istruzioni e aderisce esattamente alle istruzioni riguardanti la terapia della malattia, quindi non ha complicazioni.

La prognosi avversa per la trombosi nelle donne incinte può essere se la diagnosi precoce o la mancanza di un trattamento adeguato. In questo caso, entrambi possono soffrire - sia la madre che il futuro bambino.

Se un trombo entra nei polmoni, sarà estremamente difficile prevenire conseguenze pericolose. Nel migliore dei casi, il paziente affronta una disabilità, nel peggiore dei casi - un esito fatale.

Influenza della malattia sul processo di consegna

Molti pazienti che hanno avuto trombosi durante la gravidanza si chiedono se sia possibile dare alla luce un bambino con successo, avendo problemi di salute simili? Naturalmente, nessuno può dare una risposta univoca a questa domanda, perché tutto dipende da diversi fattori:

  • gravità della malattia;
  • trimestre di gravidanza, in cui si è verificato lo sviluppo della patologia;
  • salute generale di una donna.

In ogni singolo caso, il metodo di consegna (naturale o di consegna con l'aiuto di CS) è selezionato individualmente. Quindi, se c'è una trombosi che galleggia nelle fasi successive di sviluppo, le donne spendono un taglio cesareo, ma nei primi stadi della malattia del bambino potrebbero nascere in modo naturale.

Vale la pena ricordare che la trombosi non è un verdetto, e non è un ostacolo alla gravidanza. Se una donna controlla attentamente la sua salute e visita regolarmente un medico per esami preventivi e test aggiuntivi, non ci sarà alcun pericolo per lei o per il bambino. Pertanto, se ti è stata diagnosticata una "trombosi" durante la gravidanza, non farti prendere dal panico. Sii più attento alla tua salute e segui tutte le istruzioni che ti sono state date dal tuo medico.

Thrombophlebitis in gravidanza

La tromboflebite in gravidanza è una patologia frequente nelle donne con uno sfondo gravoso di tromboflebiti e nelle donne che incontrano per la prima volta questo problema. Ciò è spiegato da cambiamenti fisiologici nel corpo di una donna durante la gravidanza, caratteristiche del sistema circolatorio durante questo periodo. Questa patologia può portare a varie complicazioni della gravidanza e al processo del parto. È necessario correggere le proprietà reologiche del sangue nel tempo nel caso di questa patologia prima della gravidanza e trattare questa malattia durante la gravidanza.

Codice ICD-10

Cause di tromboflebite in gravidanza

Qual è il rischio di tromboflebite in gravidanza? Questo problema preoccupa molte donne, e per questo c'è una buona ragione. Ci possono essere gravi complicanze, sia durante il parto che nel primo periodo postpartum, che minacciano la vita di una donna e possono causare condizioni settiche.

La gravidanza è un periodo nella vita di una donna, quando tutti gli organi interni si adattano allo sviluppo del feto e alla sua attività vitale. Gli stessi cambiamenti si verificano con il sistema ematopoietico. Come meccanismo per compensare il sanguinamento atteso durante il parto, le proprietà reologiche del sangue cambiano. In questo caso, vi è un ispessimento del sangue, che è caratterizzato da un aumento del numero di elementi del sangue, comprese le piastrine, nonché un aumento del livello di fibrinogeno, protrombina e altri fattori di coagulazione del plasma. Questa condizione assicura principalmente un aumento della funzione di ossigeno del sangue per fornire ossigeno sufficiente sia per la madre che per il bambino, e aumenta anche il potenziale per ostacolare il precedente sanguinamento fisiologico durante il travaglio. Questa è la base per il deterioramento del flusso sanguigno nelle vene e la formazione di trombi, e in presenza di altri fattori di rischio questo può diventare la base della tromboflebite.

I fattori di rischio per la formazione di tromboflebiti durante la gravidanza includono:

  1. peso corporeo eccessivo, che peggiora il flusso di sangue attraverso le vene a causa delle caratteristiche anatomiche della posizione dei vasi venosi;
  2. insufficiente attività motoria, così come un modo di lavoro sedentario - questo riduce il tono delle vene e peggiora il flusso di sangue lungo di loro con la formazione di edema;
  3. malattie del sistema cardiovascolare, che sono accompagnate da un peggioramento della funzione di pompaggio del cuore e dalla formazione di edema, che contribuisce a un'ostruzione meccanica per deflusso di sangue;
  4. complicanze della gravidanza sotto forma di gestazione precoce;
  5. ricevimento di contraccettivi o altri agenti ormonali alla vigilia della gravidanza.

Tutti questi fattori in presenza di un ispessimento fisiologico del sangue contribuiscono allo sviluppo di tromboflebiti in gravidanza. Pertanto, la ragione principale per lo sviluppo di questa patologia dovrebbe essere considerata le caratteristiche fisiologiche del sistema circolatorio di una donna in gravidanza insieme ai fattori di rischio di questa patologia.

causa anche della trombosi durante la gravidanza può essere considerato malattie infettive di donne, chirurgia precedente, vene varicose, traumi, infiammazioni locali, reazioni allergiche.

patogenesi

Per scoprire la patogenesi della tromboflebite durante la gravidanza, è necessario smontare alcune caratteristiche di questo processo. È necessario distinguere chiaramente due concetti di base: tromboflebite e flebotrombosi. La flebotrombosi è la formazione di un trombo nella parete venosa, che è intatto, cioè senza il relativo processo infiammatorio in esso. La tromboflebite è una malattia delle vene del grande circolo della circolazione, che è caratterizzata dalla formazione di un trombo nel loro lume con infiammazione della parete vascolare.

La patogenesi della tromboflebite ha diverse fasi. Prima di tutto, ci devono essere cambiamenti locali nel muro della vena sotto forma di trauma al guscio interno e una violazione della sua integrità. Questo è accompagnato da una violazione del flusso di sangue locale in questo luogo a causa del fatto che c'è un vortice di flusso sanguigno. La donna incinta ha sangue più denso, che contribuisce a una stasi sanguigna ancora più marcata in questo luogo, e la maggiore quantità di fattori di coagulazione nel sangue di una donna incinta contribuisce al fatto che ci sono tutte le condizioni per la formazione di un trombo. In questo caso, ci sono tutte le condizioni per la stasi del sangue, la formazione di un trombo e la presenza di qualsiasi processo infettivo nel corpo induce l'intero complesso di reazioni per la formazione di tromboflebiti. Se una donna prima della nascita soffriva di una patologia del sistema venoso sotto forma di vene varicose degli arti inferiori, tali violazioni delle caratteristiche anatomiche contribuiscono ulteriormente alla formazione di tromboflebiti. Frequentemente, la tromboflebite si forma nel primo periodo postpartum e questo è considerato uno stato settico postpartum.

Per localizzazione, che si trova più spesso in gravidanza, si distinguono le tromboflebiti delle vene profonde e superficiali - rispettivamente, tromboflebite delle vene del bacino e degli arti inferiori.

Date queste caratteristiche, è necessario dire che le donne con una storia di malattia sono a rischio e ciò richiede misure preventive prima della gravidanza.

I sintomi della tromboflebite in gravidanza

Tromboflebite durante la gravidanza, in caso di malattia varicosa, spesso localizzata nelle vene degli arti inferiori, e nel periodo post-parto è più comuni del bacino tromboflebite delle vene.

I primi segni di tromboflebite in gravidanza possono comparire in periodi successivi, quando i cambiamenti sono espressi il più possibile, il che si spiega con un aumento del peso corporeo della donna incinta, una diminuzione dell'attività motoria e cambiamenti reologici nel sangue.

La tromboflebite delle vene degli arti inferiori ha un decorso più leggero, poiché la localizzazione del processo consente di diagnosticare le malattie nel tempo. In questo caso, i sintomi di questa malattia sono i seguenti: c'è congestione della vena infiammata, un aumento locale della temperatura della pelle sopra, dolore locale e gonfiore dei tessuti molli lungo la vena. Con la palpazione locale della vena interessata, il dolore aumenta. Questi sintomi sono accompagnati da altre manifestazioni sistemiche del processo infiammatorio in forma di sindrome da intossicazione - può aumentare la temperatura corporea, mal di testa e dolore in tutto il gamba, riduzione delle prestazioni e la condizione generale peggiora. Se le donne hanno concomitanti vene varicose degli arti inferiori, allora tali vene saranno allargate, blu, ramificate. Tali sintomi sono molto pericolosi per una donna incinta, poiché questa condizione peggiora la nutrizione del feto e la sua crescita.

La tromboflebite nell'inguine durante la gravidanza è meno comune, ma si manifesta con sintomi simili: dolore, iperemia locale, ipertermia, gonfiore del tessuto. In questo caso, a causa della localizzazione di questo processo, è necessaria una diagnosi differenziale con ernia inguinale.

Se la tromboflebite è localizzata nelle vene del bacino, allora questa è una patologia più seria a causa della complessità della diagnosi e della possibilità di sviluppare complicazioni rapide.

La tromboflebite delle vene del bacino è più frequente nel primo periodo postpartum, specialmente nelle donne con taglio cesareo. In questo caso, una donna avverte un dolore acuto nell'addome o nel bacino, le manifestazioni della sindrome da intossicazione - temperatura corporea, nausea, vomito, aumento del mal di testa. Quando si esegue un esame, a volte in caso di localizzazione ravvicinata del nodo venoso è possibile palpare la compattazione dolorosa. Questo ti permette di sospettare la tromboflebite e richiede un'azione immediata.

Questi sono i principali sintomi della tromboflebite in gravidanza, che consentono di sospettare patologie e adottare misure urgenti.

Dove fa male?

Complicazioni e conseguenze

Le complicanze della tromboflebite durante la gravidanza possono essere molto gravi in ​​caso di diagnosi o trattamento intempestivi. La conseguenza di tromboflebite degli arti inferiori può essere acuta insufficienza venosa, tromboembolia circolazione sistemica, trombo flottante, e flebite acuta. Se il processo riguarda le vene del bacino, allora il processo settico si diffonde con la minaccia di trombosi della vena cava inferiore.

Diagnosi di tromboflebite in gravidanza

La diagnosi di tromboflebite in gravidanza deve essere il più precoce possibile per il trattamento tempestivo e la prevenzione delle complicanze. Per questo, se compaiono dei sintomi, consultare un medico.

La diagnosi dovrebbe iniziare con un'accurata raccolta di dati anamnestici. Allo stesso tempo, è necessario dettagliare i reclami e chiarire quando è iniziata la malattia, come si sono sviluppati i sintomi e se ci sono stati cambiamenti sistemici. È anche necessario scoprire se c'è una storia di donne di vene varicose degli arti inferiori. Quindi è necessario esaminare le gambe e determinare la condizione delle vene superficiali e la presenza di edema.

Le analisi sono un indicatore importante per la diagnosi di tromboflebite in gravidanza, nonché per il monitoraggio degli indicatori di base dello stato di una donna incinta. Condurre test generali e speciali - un esame del sangue generale con la determinazione delle piastrine, un test delle urine generale, feci, un esame del sangue biochimico. Ci possono essere cambiamenti nella forma di un aumento dell'ematocrito, un aumento della quantità di fibrinogeno e ESR. Metodi speciali di esame consentono di chiarire la profondità dei cambiamenti nelle proprietà reologiche del sangue - per questo utilizzare il coagulogramma, il tempo di sanguinamento del duca e il tempo di coagulazione del burker. Qui, si possono osservare cambiamenti nella forma di un aumento del tempo di protrombina e un indice di protrombina, e il tempo di coagulazione del burker diminuisce. Un indicatore speciale - D-dimero - conferma la presenza di coaguli di sangue ed è il più importante di tutti gli indicatori.

La diagnosi strumentale di tromboflebite in gravidanza significa la conferma quanto prima possibile della diagnosi, così come il controllo del feto. Per questo, l'ecografia viene sempre eseguita con la determinazione della condizione fetale e nelle ultime fasi della gravidanza - la cardiotocografia, che consente di determinare lo stato del battito cardiaco fetale e il tono dell'utero.

Speciali metodi strumentali per la diagnosi di tromboflebite in gravidanza sono la dopplerografia di vasi con scansione duplex ultrasonica. Questo metodo consente di determinare la condizione della vena interessata e la circolazione del sangue in essa. Un metodo basato sulla riflessione di un segnale ultrasonico da oggetti mobili di elementi a forma di sangue, che consente di ottenere un'immagine. È anche possibile eseguire flebografia, ma questo metodo è invasivo e non è raccomandato in gravidanza.

Cosa è necessario esaminare?

Diagnostica differenziale

La diagnosi differenziale della tromboflebite in gravidanza deve essere effettuata a seconda della localizzazione del processo. In caso di sospetto di tromboflebite delle vene pelviche, devono essere escluse altre condizioni settiche postpartum, embolia con liquido amniotico, emorroidi e altre condizioni.

Nel caso di localizzazione del processo nelle vene degli arti inferiori, deve essere esclusa la flebotrombosi, l'insufficienza arteriosa acuta, la trombosi acuta delle vene profonde degli arti inferiori. Queste patologie hanno sintomi simili, ma è possibile stabilire la diagnosi mediante esame ecografico strumentale delle vene degli arti.

La tromboflebite delle vene localizzate nell'inguine deve essere differenziata da un'ernia. Nel caso di un'ernia inguinale è una scossa positiva tosse sintomo, e non ci sono segni di infiammazione locale, mentre in tromboflebite inguinale avere dolore, arrossamento e ipertermia locale all'inguine. momento molto importante per stabilire la diagnosi di tromboflebite durante la gravidanza di svolgere tutti i metodi di ricerca che possono prevenire lo sviluppo di complicanze per la madre e per il feto.

A chi rivolgersi?

Trattamento della tromboflebite in gravidanza

Il trattamento della tromboflebite in gravidanza deve essere diretto non solo all'eliminazione dei sintomi, ma anche alla prevenzione delle complicanze. Utilizzare metodi di trattamento conservativi e operativi. I metodi conservativi di trattamento consistono nell'uso di medicinali nel periodo acuto e nel trattamento popolare e omeopatico nel periodo di remissione.

È anche importante aderire alle misure di base che impediscono lo sviluppo di complicanze nella tromboflebite.

Il regime dovrebbe essere a riposo a letto con una posizione con le gambe sollevate. È necessario bendare le estremità inferiori con bende elastiche o indossare calze speciali che aiutano a stabilizzare la tromboflebite.

Il trattamento farmacologico della tromboflebite fornisce alcune caratteristiche durante la gravidanza. Considerando il processo asettico di infiammazione nella parete venosa, l'uso di antibiotici non è raccomandato. Anche durante la gravidanza, è controindicato l'uso di anticoagulanti indiretti. Pertanto, i principali gruppi di farmaci in questo caso sono:

  1. flebotonica - farmaci che sono tropici per il muro delle vene e hanno un effetto rilassante sui vasi;
  2. Agenti e agenti anti-infiammatori che impediscono la coagulazione di elementi uniformi;
  3. eparina e anticoagulanti diretti;
  4. antistaminici;
  5. trombolitici.

I farmaci principali che vengono utilizzati come terapia locale sono flebotonici. Portano il minimo danno, quindi sono ampiamente utilizzati in gravidanza.

Flebodia o Detralex È un farmaco che è un eccellente venotone recitazione. Il meccanismo d'azione del farmaco è quello di attivare il tono della muscolatura liscia della parete venosa, migliorare la sua elasticità e aumentare l'attività funzionale durante il flusso sanguigno. Il principio attivo del farmaco riduce l'estensibilità dello strato muscolare della parete vascolare, previene la stasi del sangue e migliora la reologia del sangue. Il farmaco agisce sulla parete interna della vena stabilizzandolo, il che aiuta a ridurre l'aggregazione delle piastrine all'endotelio della vena. Questo effetto riduce la produzione di mediatori dell'infiammazione e previene il danneggiamento delle valvole delle vene.

Il farmaco è disponibile sotto forma di compresse e viene utilizzato in dosi: una compressa due volte al giorno durante i pasti. Le controindicazioni all'assunzione del farmaco sono un'intolleranza individuale del principio attivo. Durante la gravidanza, il farmaco viene utilizzato nel terzo trimestre. Il corso del trattamento dipende dalle caratteristiche individuali, ma in media dura circa tre mesi. Gli effetti collaterali del farmaco sono possibili sotto forma di manifestazioni dispeptiche e reazioni neurovegetative sotto forma di sudorazione, tachicardia, aumento dell'emotività.

Dei farmaci antinfiammatori usano diclofenac sodico, aspirina - ma l'uso durante la gravidanza è ad alto rischio, quindi la domanda sull'uso di questi farmaci è decisa dal medico in un caso specifico.

Diclofenac sodico - preparato dal gruppo di farmaci anti-infiammatori non steroidei, che ha un marcato anti-infiammatori, analgesici e inibisce il rilascio di mediatori infiammatori. Nel caso di un farmaco tromboflebite impedisce il processo di diffusione e mantiene una condizione asettica e riduce il grado di danneggiamento della parete venosa. La preparazione ha varie forme farmacologiche di rilascio sotto forma di capsule, compresse, supposte e unguenti. Gli effetti collaterali del farmaco - è il suo effetto pronunciato sulla mucosa dello stomaco, con acidità e la stimolazione della formazione di ulcere. Forse l'effetto del farmaco sul sistema nervoso sotto forma di sindrome di astenoneurotic, così come l'effetto sul midollo osseo. Controindicazioni all'uso del prodotto - è ulcera peptica o gastrite hyperacid, asma bronchiale, le reazioni allergiche al farmaco nella malattia passato, fegato e reni, che possono influenzare la sua elaborazione. In gravidanza, le forme orali del farmaco sono proibiti nel terzo trimestre, in questo caso, la capacità di trattamento locale con pomate solo con il permesso del medico. L'unguento deve essere applicato alle vene colpite due volte al giorno in una piccola quantità, non lasciare l'unguento di notte, è meglio pulire la pelle prima di andare a letto.

Aescusan - un medicamento naturale a base di erbe per il trattamento e la prevenzione delle tromboflebiti. La preparazione comprende la tintura naturale di ippocastano e vitamina tiamina. Con questo farmaco ha effetto venotonica, e riduce anche l'edema, migliora il flusso sanguigno e linfatica nei capillari e riduce l'infiammazione dovuta alla stabilizzazione della parete del vaso. A causa della stimolazione della produzione di prostaglandine, Escuzane protegge l'endotelio vascolare dalla perossidazione. Il farmaco è disponibile sotto forma di gocce. Prendilo con dieci gocce tre volte al giorno, può essere sciolto in acqua o lavato con acqua. Controindicazioni per l'uso del farmaco - è l'ipersensibilità al farmaco o ai suoi componenti, così come il primo trimestre di gravidanza. Quando la gravidanza è raccomandata solo nel secondo e terzo trimestre. Gli effetti collaterali sono possibili sotto forma di fenomeni dispeptici, sensazione di vampate di calore, sudorazione, reazioni allergiche.

Il trattamento operativo di thrombophlebitis durante gravidanza in una maniera progettata, di regola, non usa. L'intervento chirurgico viene eseguito in casi particolari quando vi è il rischio di complicanze gravi. Una tale complicazione può essere un trombo fluttuante, che ha un movimento verso l'alto ed è localizzato in una piccola o grande vena safena. È meccanicamente semplice eseguire l'operazione nel volume di rimozione di questo trombo-trombectomia. L'operazione viene eseguita in anestesia locale con una posizione speciale degli arti inferiori - sono leggermente abbassati. In questo caso, un taglio viene effettuato in basso vicino alla caviglia e in alto, dopo di che viene rimossa la vena sottocutanea. Una fase importante è il periodo postoperatorio in cui è necessario aderire al riposo a letto con successivo bendaggio stretto degli arti inferiori.

Se stiamo parlando di trombosi postparto delle vene pelviche, allora un metodo immediato di trattamento è un intervento chirurgico immediato, poiché questa condizione è minacciata da gravi complicanze. La laparotomia inferiore viene eseguita con revisione della cavità pelvica e il volume dell'intervento chirurgico viene risolto intraoperatoriamente in base al sito della lesione e al grado di cambiamenti locali.

Trattamento tradizionale della tromboflebite in gravidanza

I metodi tradizionali di cura della colite sono ampiamente utilizzati dalle future mamme a causa di danni minimi al bambino. Ci sono molti trattamenti con l'uso di entrambe le erbe e rimedi popolari e farmaci omeopatici. L'effetto principale di questo trattamento è un miglioramento del tono delle vene degli arti inferiori e un miglioramento delle proprietà reologiche del sangue. Per una migliore azione locale, varie compresse sono ampiamente utilizzate:

  1. Il miele, come fonte naturale di nutrienti e oligoelementi che aumentano l'immunità locale, ha un pronunciato effetto tonico sui vasi e stimola la rigenerazione, è ampiamente usato per il trattamento delle tromboflebiti. Per creare un miele farmaci hanno bisogno di fare una soluzione di tre cucchiai di miele e cinque gocce di olio di lino, e poi una soluzione di mettere su un panno di garza e applicare per la notte come impacco sulla zona colpita dell'arto inferiore.
  2. Il cavolo migliora il flusso del sangue attraverso le vene, riducendo la stasi del sangue rimuovendo l'edema locale. Dal cavolo sono fatti anche gli impacchi: per questo è necessario lavare una foglia di cavolo con acqua calda, oliarla e metterla sul sito della vena per la notte, quindi fasciare.
  3. Gli impacchi di Assenzio sono anche ampiamente usati in questo caso. Per fare questo, preparare infuso di assenzio e acqua bollita, poi dopo averlo sistemato si deve diluire in pari quantità di panna acida e lubrificare le vene colpite. Quindi è necessario ripetere tre volte al giorno, facendo compresse per trenta minuti.
  4. Devi fare uno strumento speciale con tre cucchiai di miele, dieci gocce di aloe, cinque gocce di olio di olivello spinoso e qualche goccia di succo di carota. Questo è per mescolare e fare compresse per due o tre ore una volta al giorno.

Infusioni di erbe ampiamente usate:

  1. La tintura di ippocastano può essere acquistata in farmacia o cucinata da solo. Per fare questo, devi prendere dieci castagne, pulirle e aggiungere alcol a questo guscio. Infondere per almeno una settimana, prima dell'uso, è possibile diluire l'acqua bollita in un rapporto di uno a uno, e quindi prendere tre volte al giorno per due cucchiai prima dei pasti.
  2. L'infusione di foglie di ortica, che viene preparata secondo lo schema standard, dovrebbe essere presa su un cucchiaino due volte al giorno prima dei pasti.
  3. Tre mele medie dovrebbero essere tagliate a pezzi, versare un litro d'acqua e cuocere per mezz'ora, quindi insistere per un'altra ora, filtrare e assumere una composta di questo tipo su un bicchiere tre volte al giorno.

I rimedi omeopatici non solo possono migliorare il tono della parete venosa, ma migliorano anche le proprietà reologiche del sangue. I preparativi di base:

  1. Venoflegel - un rimedio omeopatico combinato dal gruppo di flebotonie. Il farmaco attiva il tono dei muscoli lisci della parete venosa, ne riduce l'elasticità e l'estensibilità, aumentando la sua attività funzionale durante il flusso sanguigno. Il principio attivo del farmaco previene la stasi del sangue e migliora la reologia del sangue. Viene rilasciato sotto forma di un unguento e applicato due volte al giorno alle zone colpite degli arti inferiori. Non ha una controindicazione Non sono stati rilevati effetti collaterali.
  2. Edas 203 È un farmaco omeopatico che colpisce localmente la parete venosa aumentando il tono della parete venosa e attivando i processi di riparazione endoteliale della vena. Il farmaco è disponibile sotto forma di un unguento e viene utilizzato tre volte al giorno, diffondendo le aree interessate. Controindicazioni per l'uso - ipersensibilità allergica ai componenti del farmaco. Non sono stati rilevati effetti collaterali.
  3. Giobbe di Venum - Rimedio combinato omeopatico dal gruppo di flebotonie di azione sistemica. Il farmaco agisce principalmente sulle piastrine, riducendo la loro adesione e normalizza anche il flusso di sangue nelle vene. Il farmaco viene prodotto sotto forma di granuli omeopatici e preso due granuli mezz'ora prima dei pasti, non devono essere lavati con acqua, ma semplicemente si dissolvono. Non ha una controindicazione Gli effetti collaterali sono rari, ma ci possono essere nausea e reazioni cutanee allergiche.

Questi sono i metodi di base del trattamento popolare che contribuiscono alla normalizzazione del tono vascolare e delle proprietà reologiche del sangue nel caso del loro uso a lungo termine. Data la loro innocuità per il feto, tali metodi di trattamento possono essere utilizzati per le donne a rischio.

prevenzione

Le misure per prevenire le malattie possono essere non specifiche. Prima di tutto, le donne che soffrono di vene varicose degli arti inferiori devono adottare misure preventive:

  • È necessario indossare collant o calze speciali a maglia in base al grado di compressione necessario o per realizzare bende con bende elastiche;
  • Non permettere a scarpe e vestiti stretti di evitare la compressione;
  • deve essere una modalità motore sufficiente, ma senza carichi di alimentazione. Devi camminare all'aria aperta per almeno due ore al giorno;
  • è necessario osservare un regime idrico sufficiente - per evitare l'edema, ma non per consentire la disidratazione;
  • Non utilizzare alcun farmaco senza consultare un medico, in quanto ciò può danneggiare il bambino;
  • È meglio prevenire la malattia diversi mesi prima che la gravidanza sia pianificata.

Tali semplici misure preventive eviteranno complicazioni durante la gravidanza.

La tromboflebite durante la gravidanza è minacciata da molte complicanze, quindi è importante conoscere i sintomi di questa malattia e in caso di manifestazioni cliniche simili consultare un medico. Il trattamento di questa patologia è selezionato individualmente e viene utilizzato solo nel periodo acuto della malattia. In uno stato di remissione, sono raccomandati rimedi popolari e rimedi omeopatici. È necessario monitorare la propria salute e trattare meglio tutte le malattie prima della gravidanza.

Esperto medico-editor

Portnov Alexey Alexandrovich

Istruzione: Kyiv National Medical University. AA Bogomolets, specialità - "Affari medici"

Siete Interessati Circa Le Vene Varicose

Se è possibile bere l'alcool a emorroidi e come abbassare la sua o la sua influenza dannosa

Motivi

Nello svolgere azioni celebrative ognuno di noi ha un periodo di riposo con la famiglia, gli amici, accetta i visitatori con feste, piatti vari e bevande alcoliche....

Come prendere Detralex con le vene varicose

Motivi

Le vene varicose sono una malattia molto comune che è difficile da trattare. Di norma, con questa patologia, viene praticato un trattamento complesso, inclusi i farmaci....