Trattamento di tromboflebite acuta delle vene degli arti inferiori

Motivi

Il sistema circolatorio soffre spesso di fattori esterni e interni. Nei casi avanzati senza iniziare una terapia adeguata, la malattia può portare a gravi conseguenze che minacciano la vita umana.

Codice ICD-10

La tromboflebite delle vene superficiali è un processo infiammatorio nella parete della nave, che porta alla formazione di coaguli di sangue (trombi).

Nella terminologia medica, il nome della malattia ha il codice I 80.0

Cause e fattori di rischio

La malattia può verificarsi a causa dell'influenza di fattori:

  • Lesione del muro della nave. Le vene localizzate sulla superficie della pelle sono spesso danneggiate durante le manipolazioni mediche, durante gli sport o nelle situazioni quotidiane.
  • Violazione della circolazione sanguigna dovuta allo stile di vita sedentario. Il lento flusso sanguigno può essere associato al riposo a letto dopo le fratture degli arti, la compressione delle bende o lo sviluppo di malattie del sistema cardiaco.
  • Aumento della coagulabilità del sangue. Spesso la propensione a trombosi di vene superficiali può esser ereditata o si alza dopo le infezioni trasferite, a violazioni di scambio ormonale, formazione di tumori maligni.
  • persone con eccesso di peso;
  • età oltre 45 anni;
  • condizione dopo parto grave, aborto medico o gravidanze multiple;
  • dipendenza da cattive abitudini;
  • fluidi endovenosi frequenti in persone con dipendenza.

La posizione preferita della tromboflebite è la grande vena sottocutanea della parte inferiore della gamba.

Ci sono due correnti della malattia:

  • Indipendentemente o durante il trattamento, il trombo può smettere di crescere e l'infiammazione viene neutralizzata. A volte il coagulo chiude completamente il lume vascolare e il flusso sanguigno scorre attraverso le vene profonde, bypassando la nave colpita, che alla fine cessa di funzionare.
  • I processi patologici non si fermano e la tromboflebite è complicata dalla coagulazione del trombo quando esposta ed entra nel flusso sanguigno generale, causando embolia e blocco dell'arteria nei polmoni.

Forme e stadi

La malattia è divisa in diversi gruppi:

  • La forma acuta di tromboflebite delle vene superficiali ha un inizio intenso con un aumento della temperatura, edema bruscamente pronunciato e iperemia nella zona interessata.
  • La tromboflebite cronica si sviluppa come conseguenza delle vene varicose ed è caratterizzata da uno sviluppo lento. Quando si preme sul sito di infiammazione, una persona avverte dolore. L'estremità si gonfia dopo un lungo carico o alla fine di una giornata di lavoro. In assenza di terapia, il rischio di ulcere trofiche è alto.
  • La tromboflebite purulenta si verifica con l'attacco di un'infezione che ha attraversato la pelle ed è accompagnata da intossicazione, deterioramento delle condizioni generali, febbre. A volte questa forma può essere complicata dallo sviluppo di tromboflebiti settici, un ascesso.
  • L'infiammazione delle vene in diverse aree contemporaneamente diventa un segno di formazione maligna e richiede una diagnosi urgente per determinare la causa.
  • La tromboflebite ascendente è la forma più pericolosa della malattia, in cui vi è un significativo aumento di trombi. Il processo patologico dalla grande vena safena sale fino alla piega inguinale.

sintomatologia

La tromboflebite di superficie inizia con un leggero arrossamento dell'area interessata. Mentre si sviluppa, l'infiammazione si diffonde all'intera vena e, di conseguenza, sporge sopra la superficie della pelle sotto forma di un filo che ripete la forma della nave. A volte la malattia colpisce le vene più piccole che partono dal sito della lesione.

La pelle delle estremità inferiori si gonfia, il paziente avverte un prurito continuo, le sensazioni del dolore sono di un carattere bruciante pulsante.

Lo stato generale dell'uomo gradualmente peggiora. La temperatura può raggiungere i 38 gradi, c'è un brivido, disturbi del sonno. Con l'attaccamento del processo infettivo, si può sviluppare un ascesso o una sepsi.

diagnostica

Per identificare la malattia, vengono utilizzati i seguenti metodi:

  1. Esame visivo dell'area interessata, palpazione dei nodi venosi e raccolta di disturbi e anamnesi.
  2. Reovasografia degli arti per determinare lo stato della circolazione.
  3. Angioscanning. Il metodo fornisce l'immagine più precisa dei cambiamenti nella parete venosa - la dimensione del trombo, il grado di occlusione della nave.
  4. Scansione duplex: la diagnosi consente di determinare la posizione esatta del coagulo di sangue e il grado di pervietà dell'anastomosi.
  5. Ricerca di laboratorio:
  • ROVERE con la formula (c'è un aumento dei leucociti, aumento della VES);
  • analisi per proteina C-reattiva;
  • tempo di coagulogramma e coagulazione.
  1. Venografia: esame a raggi X con mezzo di contrasto.

A chi rivolgersi?

Ai primi segni di tromboflebite venosa, va visitato un flebologo. Dopo aver esaminato e determinato la causa della malattia, il medico nominerà un consulto di specialisti ristretti: un chirurgo vascolare, un endocrinologo, un oncologo.

trattamento

La terapia della malattia è complessa. Con un trattamento tempestivo nel miele. l'instaurazione della malattia può essere sconfitta senza un intervento chirurgico.

Trattamento conservativo

I metodi terapeutici sono volti a:

  • prevenire la transizione dell'infiammazione alle vene profonde;
  • ridotto rischio di complicanze;
  • eliminazione della trombosi.
  • Durante il periodo di terapia il paziente deve indossare biancheria di compressione o una benda di bendaggio elastico. Nel periodo acuto sono escluse l'attività fisica e l'attività lavorativa associata alla tensione degli arti inferiori.

Se vi è il sospetto di tromboembolismo, il paziente deve rispettare il rigoroso riposo a letto.

  • Da farmaci prescrivono farmaci che rafforzano le pareti delle vene, diluiscono il sangue e riducono il rischio di ristagno.
  • In presenza di infezione, vengono presi antibiotici di un ampio spettro di azione.
  • Uso di anticoagulanti locali sulla base di eparina sotto forma di gel o unguento per ridurre la sindrome del dolore.
  • Il ricevimento degli enzimi aiuta a ridurre il gonfiore delle gambe.
  • Per eliminare l'infiammazione nominare i FANS. Questo gruppo di farmaci deve essere preso con cautela: hanno una serie di effetti collaterali.

fisioterapia

Quando viene prescritta la trombosi i seguenti effetti:

  • UFO per ridurre l'infiammazione della pelle;
  • radiazione infrarossa - rimuove la pastosità delle gambe, aumenta la rigenerazione;
  • elettroforesi con l'uso di soluzioni medicinali - attiva il trofico nei tessuti e riduce il rischio di effetti collaterali, fornendo sostanze utili direttamente sul luogo della lesione;
  • magnete - stimola il tessuto muscolare e allevia il ristagno del flusso sanguigno;
  • Laserterapia - viene utilizzato per migliorare la nutrizione dei tessuti e la rimozione delle tossine.

Modi popolari

  • Per alleviare il dolore, puoi applicare freddo, avvolto in un asciugamano.
  • Foglia di cavolo leggermente sbattuta con un coltello o un martello, oliata con olio vegetale e applicata su una vena dolorante durante la notte.
  • Kalanchoe ha proprietà rigenerative e toniche. Per un impacco medico la foglia della pianta viene attorcigliata attraverso un tritacarne e insiste sull'alcol per 7 giorni. Rastirku usa un mese. Le proprietà medicinali più utili sono le foglie inferiori della Kalanchoe.
  • Fern è un agente antibatterico ed è usato con successo nel trattamento delle malattie della pelle. Grazie agli oli essenziali che compongono la pianta, c'è una diminuzione dell'infiammazione nella vena. Le foglie di felce sono mescolate con kefir e applicate sulla pelle nel sito della lesione. In alto avvolgere con un film e fissare con una benda. L'impacco viene eseguito prima di coricarsi.
  • L'assunzione di aceto di sidro di mele rafforza le pareti vascolari e riduce la coagulazione del sangue. 1 cucchiaio. Il cucchiaio viene aggiunto a 200 ml di acqua e mescolato con miele. La miscela risultante viene presa per via orale o spalmata con una vena infiammata.
  • La tintura di ippocastano viene preparata usando la vodka o l'alcol. Il medicinale viene tenuto in un luogo buio per 2 settimane e consuma 35 gocce tre volte al giorno per mezz'ora prima dei pasti.
  • Le cipolle sono mescolate con miele e conservate in un luogo caldo per un massimo di tre giorni. Successivamente, la miscela viene conservata in frigorifero e prendere 1 cucchiaio prima dei pasti. Il corso del trattamento è di un mese.
  • Anche come impacco anti-infiammatorio puoi usare miele naturale, foglie di baffi dorati, tintura su boccioli di betulla.
  • Un decotto di ortica o nocciola dovrebbe essere assunto dopo un pasto come tè.

I metodi della medicina alternativa non forniscono una cura completa per la tromboflebite, ma possono ridurre i sintomi della malattia e sono più preferibili per le persone che hanno reazioni allergiche ai farmaci.

Metodi chirurgici

Uno dei modi efficaci per trattare la trombosi venosa è la chirurgia.

Indicazione per l'operazione:

  • rischio di embolia;
  • tromboflebite ascendente;
  • trovare un coagulo di sangue in una vena grande o piccola safena;
  • la transizione del processo infiammatorio ai vasi profondi;
  • vene varicose.
  • età oltre 70 anni;
  • insufficienza cardiaca, patologia del sistema polmonare;
  • reazioni allergiche al lattice.

Nella tromboflebite, ci sono interventi mirati sia a ridurre la progressione della trombosi sia a eliminare completamente il problema.

  1. Trombectomia - rimozione di un trombo usando un catetere sottile, che viene iniettato in una vena. L'intervento viene eseguito in anestesia locale.
  1. Cross -ectomia - vestendo e tagliando una grande nave sottocutanea.
  2. Rimozione della vena safena mediante una sonda speciale. Il metodo è piuttosto traumatico e doloroso, le violazioni di un innervation e un'infiammazione supplementare di tegumenti di gambe o piedi nel periodo postin vigore sono frequenti.
  3. La rimozione dell'intera vena ruotandola verso l'esterno viene effettuata su vasi con un diametro di almeno 10 mm.
  4. La sclerobliterazione è l'introduzione di uno sclerosante nel vaso venoso, che incolla le pareti e rimuove il vaso dal flusso sanguigno totale.

complicazioni

  • la diffusione della malattia nelle profondità dei tessuti;
  • trombosi progressiva;
  • infezione e comparsa di formazioni purulente, ascesso;
  • sepsi;
  • transizione a una forma cronica;
  • In rari casi, il processo patologico può influenzare le vene sulle braccia o sul collo;
  • rischio di separazione di trombi e blocco dei vasi vitali;
  • malattie della pelle, ulcere trofiche, cancrena, necrosi;
  • l'aspetto della cellulite a causa di un'alimentazione inadeguata dei tessuti.

prevenzione

La tromboflebite delle vene può essere evitata durante una serie di eventi semplici:

  • Evita uno stile di vita sedentario.
  • Impegnarsi in una moderata attività fisica: ballare, nuotare, andare in bici o trascorrere il più tempo possibile all'aria aperta e camminare.
  • Indossare scarpe comode per la stagione, senza tacco alto o piattaforma.
  • Seguire il peso con l'aiuto della nutrizione razionale: escludere fast food, grassi trans, bevande gassate dolci, caffè, energia, farina e prodotti affumicati.
  • In modo tempestivo, curare le malattie croniche nel corpo, effettuare regolarmente visite mediche o esami medici programmati.
  • Evita stress intensivo sulle gambe.
  • Non esporre le estremità a temperature troppo alte o basse.
  • Bere abbastanza liquidi - almeno 2 litri al giorno.
  • Dopo una giornata di lavoro, è consigliabile fare un pediluvio con sale marino e dare loro una posizione elevata durante il riposo.

prospettiva

Quando vai dal dottore nella fase iniziale della malattia, il disturbo può essere completamente curato.

A volte la tromboflebite provoca il blocco completo della vena o della dissoluzione. Ma la circolazione del sangue in questi casi non viene violata.

La maggior parte dei casi del processo infiammatorio viene eliminata in modo sicuro e una persona può tornare allo stile di vita abituale.

Caratteristiche della tromboflebite delle vene superficiali sulle gambe

L'atteggiamento verso la tromboflebite come malattia del sistema venoso è duplice:

  • alcuni scienziati ritengono che sia una complicanza comune delle vene varicose con la localizzazione più frequente sulle gambe;
  • altri sostengono che la lesione delle vene avviene senza vene varicose, un ruolo importante è assegnato all'umore allergico dell'endotelio vascolare (guscio interno).

Riassumendo entrambi i punti di vista, si suppone che tromboflebite superficiale degli arti inferiori è una manifestazione di ragioni diverse, ma il risultato è lo stesso - terreni friabili pareti infiammate con masse trombotiche sovrastanti il ​​flusso sanguigno. Il grado di disturbo circolatorio dipende dalla dimensione del trombo. Il trattamento tempestivo consente di minimizzare le conseguenze, evitando complicazioni.

Connessioni di vene superficiali e profonde

Le vene superficiali si trovano all'esterno a una profondità di 2-3 cm. Quasi si trovano nello spessore del tessuto adiposo. La rete è ramificata. La più grande è la grande vena safena. È nella sua vena che vengono rilevati fino al 95% dei casi di tromboflebite. Nella zona della piccola vena safena, i trombi e l'infiammazione si verificano molto meno frequentemente.

La parte superficiale del sistema venoso degli arti inferiori assicura il deflusso del sangue dalla pelle delle dita, dei piedi, delle piccole articolazioni, dello stinco e della coscia. L'apparato valvolare dei vasi venosi è molto più debole che nelle vene profonde. Inoltre, non esiste una "pompa" ausiliaria dai muscoli gastrocnemio per pompare il sangue. I vasi sottocutanei sono molto vulnerabili, facilmente comprimibili.

Nel 5-10% dei casi, la tromboflebite di superficie cattura simultaneamente i vasi profondi.

Quali fattori sono coinvolti nello sviluppo della tromboflebite

L'emergere di infiammazione (flebite) e poi trombosi venosa sulle gambe contribuisce alla confluenza di diversi fattori:

  1. Lesioni del muro - la localizzazione superficiale mette a rischio considerevole una vena ipodermica. Qualsiasi trauma meccanico (livido, taglio) colpisce la struttura della parete del vaso, distrugge e indebolisce le connessioni delle fibre muscolari fini. Anche il "lividi" o, più correttamente, un piccolo ematoma da contusioni, può essere continuata sotto forma di perdita di tono con l'estensione della vena. A fattori traumatici devono includere varie procedure mediche per via endovenosa relative al posizionamento del catetere per l'uso a lungo termine, soluzioni infusione endovenosa, vena legatura quando sulle ossa e le articolazioni delle operazioni degli arti inferiori.
  2. Rallentamento del flusso sanguigno - il tasso di flusso sanguigno diminuisce con insufficienza cardiaca congestizia, in caso di riposo a letto prolungato in pazienti con malattie cardiache, cervello, con una posizione fissa della gamba nella benda di gesso dopo una frattura.
  3. La modifica delle proprietà fisiche e chimiche del sangue - aumento della coagulazione durante la perdita di liquidi (vomito, diarrea, emorragie, ricevono elevati dosaggi di diuretici), aumentando la quota di proteine ​​grossolani migliorare agglutinazione piastrine (bonding). La viscosità del sangue aumenta con l'aumento del livello di glucosio nel diabete mellito. Nel periodo postoperatorio, è stato dimostrato il fatto dell'ingresso di un enzima trombokinase nel flusso sanguigno dai tessuti distrutti e il suo ruolo stimolante nella formazione di trombi.

Questi processi avvengono con malattie infettive a lungo termine, disturbi ormonali, neoplasie maligne e trattamento con determinati farmaci.

La flebite della parete venosa può servire come manifestazione dell'umore allergico del corpo, procedere senza infezione. Questo processo è chiamato asettico. È più pericoloso attaccare un'infezione "dormiente" dai focolai non trattati esistenti nella bocca, rinofaringe, genitali. A seconda dei microrganismi, la flebite può assumere una forma purulenta.

Cause di tromboflebite

Le cause della tromboflebite delle vene superficiali e profonde differiscono poco. I più frequenti sono:

  • lesioni gravi, compreso l'intervento chirurgico;
  • malattie infettive;
  • la presenza di ipersensibilità e reazioni allergiche;
  • tumori maligni;
  • cambiamenti ormonali con l'obesità, l'uso di contraccettivi;
  • frequenti procedure endovenose in ospedale e l'introduzione di tossicodipendenti nel filone dei tossicodipendenti.

Per le donne, un fattore di rischio significativo è il periodo di gravidanza, una condizione dopo un aborto medico.

Classificazione della tromboflebite

Tutte le tromboflebiti infettive, a seconda delle cause specifiche, sono suddivise in:

  • post-operatorio;
  • dopo il parto (anche dopo l'aborto);
  • associato a processi purulenti;
  • complicazione del tifo.

Le forme non infettive (asettiche) sono suddivise in base alle violazioni più frequenti da parte di:

  • complicazione delle vene varicose degli arti inferiori;
  • stress post-traumatico;
  • malattie cardiache concomitanti;
  • la migrazione.

A seconda del decorso della malattia, la tromboflebite può essere acuta, subacuta e cronica.

Caratteristiche del decorso clinico

La tromboflebite acuta delle vene superficiali inizia improvvisamente con un aumento della temperatura corporea, dolore alle gambe lungo le vene. La sindrome del dolore aumenta con il movimento, la flessione delle articolazioni. Edema locale è possibile.

Chiarire un anamnesi aiuta a stabilire un legame con un trauma recente, l'aborto, l'infezione respiratoria. Durata della forma acuta - fino a un mese.

La forma subacuta non mostra il dolore acuto, sono un lungo carattere nenyuschy. La temperatura non sale I sigilli lungo le vene non sono molto dolorosi. Il colore della pelle cambia al centro dell'infiammazione, diventa marrone cianotico. La durata della malattia è 1-4 mesi.

La tromboflebite superficiale cronica accompagna il più delle volte vene varicose delle gambe. Sullo sfondo di vene varicose sintomi (debolezza, gonfiore, crampi ai polpacci, dolore durante la deambulazione) v'è un fascio stretto nel corso del sito venoso. Allo stesso tempo, la clinica di insufficienza venosa sta crescendo a causa di ulcere trofiche sul piede. Flusso ondulato caratteristico con periodi di esacerbazione e sbiadimento.

diagnostica

La diagnosi di tromboflebite nelle vene superficiali delle gambe non causa difficoltà. Tutti i sintomi sono chiaramente manifestati e determinati dal paziente.

Per chiarire il grado di influenza sulla vena profonda della coscia, i seguenti metodi di esame possono essere utili:

  • reovasografia: determina il grado di riempimento delle navi;
  • dopplerografia ad ultrasuoni - fissa il segnale riflesso, imposta la velocità del flusso sanguigno nel vaso;
  • scansione duplex: consente di visualizzare i contorni della vascolatura, il diametro a diversi livelli, la dimensione del trombo.

Com'è il trattamento senza chirurgia?

Obiettivi del trattamento della tromboflebite superficiale:

  • prevenire la transizione del processo infiammatorio e la trombosi nelle vene profonde;
  • ridurre il rischio di complicanze tromboemboliche;
  • rimuovere l'infiammazione e fattori che contribuiscono ad aumentare la trombosi.

Il trattamento ambulatoriale può essere effettuato se la diagnosi ha stabilito l'assenza di una transizione alle vene profonde. Altrimenti, il ricovero è necessario.

I metodi di trattamento conservativo includono:

  • bendaggio stretto 24 ore su 24 o indossando una calza a compressione nei primi 10 giorni, quindi è consentito indossare biancheria da frantumazione solo durante il giorno;
  • terapia farmacologica locale e interna.
  • per la rimozione del dolore e l'infiammazione limitante - freddo sulla zona compatta e dolorosa della vena 2-3 giorni;
  • Unguento eparina, gel di Lyoton, che colpisce i piccoli trombi, gel chetonico per alleviare l'infiammazione.
  • preparazioni di azione venotonica - Detraleks, Troxevasin;
  • farmaci anti-infiammatori - Reopyrin, Butadion, Ibuprofen, antibiotici ad ampio spettro per via intramuscolare;
  • agenti antipiastrinici - Acido acetilsalicilico, Curantil, Trental;
  • secondo le indicazioni, è possibile utilizzare i farmaci che rimuovono l'aumentata sensibilità dei vasi venosi - Tavegil, Suprastin, Loratadine.

Per sciogliere trombo acuto derivanti nelle prime 6 ore su una malattia possono essere utilizzati agenti fibrinolitici - streptochinasi plasmina, tripsina, chimotripsina, urochinasi.

Durante i periodi di remissione con tromboflebite cronica, vengono utilizzate le possibilità di fisioterapia:

  • irradiazione con raggi ultravioletti;
  • procedure a infrarossi;
  • solljuks.

I bagni terapeutici balneologici sono mostrati nella fase di remissione. Località rinomate di Pyatigorsk e Sochi (Matsesta), che utilizzano l'applicazione di fanghi naturali e fonti di idrogeno solforato.

Metodi chirurgici

L'uso della chirurgia è possibile in assenza di risultati dal trattamento conservativo. I metodi di scelta sono:

  • vestizione di una grande vena superficiale della coscia;
  • crossectomia - allocazione aggiuntiva e intersezione degli afflussi per prevenire la diffusione dell'infezione;
  • flebectomia radicale - medicazione e rimozione di tutte le vene colpite.

Come cambia un trombo in una nave?

Sullo sfondo dello sviluppo di tromboflebiti superficiali, l'ulteriore decorso della malattia dipende dal "comportamento" del trombo. Qui le opzioni sono possibili.

Sotto l'influenza del trattamento o diminuisce l'infiammazione spontanea. Anche il trombo diventa più piccolo. Copre parzialmente o completamente il lume della vena. Con la sovrapposizione completa, la vena si svuota e cade. In questo caso, il pericolo di staccare un pezzo di trombo e trasformarlo in un embolo è ridotto al minimo.

Se l'effetto della terapia non è presente, la flebite continua a svilupparsi e diffondersi in altri siti. Il trombo diventa "fluttuante". La testa è attaccata alla parete venosa e l'altra estremità si muove liberamente nella cavità della nave. Le pareti friabili causano la separazione di parte del trombo. L'embolo si sposta più spesso verso le vene cave, verso l'atrio destro ed entra nelle arterie polmonari. Quindi c'è una complicanza pericolosa - trombosi dell'arteria polmonare o dei suoi rami più piccoli.

Complicazioni di tromboflebite superficiale

La tromboflebite delle vene superficiali non porta spesso a complicanze. Questo è più tipico per la sconfitta delle vene profonde. Tuttavia, la mancanza o l'inadeguatezza del trattamento può causare:

  • flemmone e ascesso sulla gamba;
  • dermatite di tipo eczema;
  • embolia negli organi interni;
  • infiammazione dei linfonodi regionali (linfoadenite più spesso nella regione inguinale);
  • sviluppo di sepsi generale;
  • neurite ischemica.

prevenzione

La base per la prevenzione della tromboflebite in una persona sana è la conservazione della mobilità, la lotta contro l'eccesso di peso. Se necessario, nel rispetto del riposo a letto, si consiglia di effettuare movimenti attivi nelle gambe, anche sdraiati, si possono tirare le calze su se stessi e sulla schiena, costringendo i muscoli del polpaccio a lavorare.

Nel periodo postoperatorio, la tromboflebite si verifica nel 13-21% dei casi. La lotta con tromboflebite postoperatoria viene eseguita in ospedale nella fase di preparazione per l'operazione prevista. Le bende per il piede sono fatte, il risanamento dei denti, le tonsille palatine e altri possibili fuochi cronici sono controllati.

Il trattamento prescritto da un medico deve essere condotto in stretta conformità con i dosaggi raccomandati del farmaco. Non passare a modi popolari e consigli estranei.

Tromboflebite delle vene sottocutanee

Tromboflebite delle vene sottocutanee

Qual è la tromboflebite delle vene sottocutanee?

La tromboflebite delle vene sottocutanee degli arti inferiori o della tromboflebite superficiale è una malattia in cui i trombi appaiono nel lume delle vene sottocutanee. Poiché le vene si trovano vicino alla pelle, questo fenomeno è accompagnato da infiammazione - arrossamento della pelle, dolore, edema locale.

Infatti, la tromboflebite della vena safena è una malattia "doppia". Perché, in primo luogo, le pareti venose si infiammano. E in secondo luogo, un coagulo di sangue si forma nella vena - un trombo.

La tromboflebite superficiale in un numero schiacciante di casi si manifesta come una malattia acuta.

Gli afflussi varicosi trasformati di una grande (e / o piccola) vena safena, così come le vene perforanti, sono spesso trombizzati. Ma in assenza di trattamento, la trombosi si estende alla grande (piccola) vena sottocutanea e, ulteriormente, alle vene profonde.

Cause di tromboflebiti delle vene superficiali

La causa di qualsiasi trombosi è una combinazione di tre fattori:

-cambiare la configurazione della vena (ad esempio, la trasformazione varicosa) e, di conseguenza, "torcere" il sangue nel lume della nave.

- "Condensazione" della propensione al sangue (ereditaria o acquisita) alla trombosi

- danno alla parete venosa (iniezione, trauma, ecc.)

La causa principale e più frequente dell'insorgenza di tromboflebite superficiale è considerata varicosa. Anche i fattori di rischio più comuni sono:

- gravidanza e parto;

- malattie endocrine e oncologiche.

Tromboflebite superficiale: sintomi e manifestazioni

Nelle fasi iniziali, la tromboflebite superficiale degli arti inferiori può non essere molto evidente nelle manifestazioni. Un leggero arrossamento della pelle, sensazione di bruciore, edema insignificante - molti pazienti semplicemente non prestano attenzione a tutto questo. Ma il quadro clinico cambia molto rapidamente e i segni di tromboflebiti delle vene superficiali diventano palpabili e molto scomodi:

- l'aspetto di "noduli" e sigilli nella vena;

- aumento della temperatura locale;

- cambiamento nel colore della pelle nell'area di una vena infiammata.

Trattamento di tromboflebite superficiale

Per trattare la tromboflebite delle vene superficiali, vengono utilizzate diverse tecniche e combinazioni di queste.

- Terapia compressiva - indossare calze a compressione, bendaggi elastici speciali;

- ricevimento di farmaci antinfiammatori e analgesici non steroidei;

- A livello locale, nella zona di infiammazione - a freddo;

- secondo le indicazioni - assunzione di farmaci che "diluiscono" il sangue.

Il trattamento chirurgico di emergenza della tromboflebite acuta delle vene sottocutanee è di solito prescritto nei casi in cui la trombosi non infetta gli afflussi, ma direttamente le vene sottocutanee grandi o piccole. Quindi, con la tromboflebite ascendente di una vena grande o piccola safena, il tronco della vena sottocutanea principale viene trombizzato. Quando la trombosi della grande vena safena si diffonde alla coscia, la tromboflebite è considerata in ascensione. Per una piccola vena safena - questo è il terzo medio e superiore dello stinco.

In questo caso (se tecnicamente possibile), o obliterazione laser endovenosa o cross -ectomia, viene utilizzata la medicazione della vena grande (piccola) safena e dei suoi affluenti.

Se ascendente tromboflebite ha già portato alla penetrazione di un coagulo di sangue in una vena profonda - è irto con la comparsa di embolia polmonare - un margine di trombi e l'occlusione dell'arteria polmonare. Questa situazione si verifica nel caso della diffusione della trombosi dalle vene sottocutanee nelle vene profonde ("muscolari").

In questa situazione (se tecnicamente possibile), un trombo viene rimosso dalle vene profonde e viene eseguita una crosstectomia - una legatura della vena safena in bocca.

Tromboflebite sottocutanea

Tromboflebite acuta di Wen sottocutaneo degli arti inferiori

Il significato del termine tromboflebite acuta di Wen sottocutaneo degli arti inferiori nell'enciclopedia della biblioteca scientifica

Tromboflebite acuta di Wen sottocutaneo degli arti inferiori - Il più delle volte si verifica a causa di danni meccanici e chimici alla parete venosa, dopo somministrazione endovenosa di farmaci, spesso come un processo reattivo per influenza, angina, polmonite, tubercolosi, tifo, ecc. Molto spesso osservato nelle persone che soffrono di vene varicose degli arti inferiori, in particolare nel 31,5% delle donne in gravidanza con vene varicose.

Il processo infiammatorio è localizzato principalmente nella parete di vena safena bacchette grandi, cosce e loro affluenti, colpisce prevalentemente vena sottocutanea terzo superiore della gamba, i terzi inferiori e mediana del femore e possono essere irregolare, segmentale o comune.

Clinica e diagnosi Tromboflebite acuta delle vene sottocutanee degli arti inferiori si manifesta con dolore o tensione moderata o grave (infiltrazione) lungo la vena sottocutanea, iperemia della pelle sopra di essa. Quando è coinvolto nel processo infiammatorio dei tessuti circostanti vi è una peripliografia, lo stato di salute generale con tromboflebiti segmentarie limitate delle vene sottocutanee non ne risente. Con un comune processo tromboflebitico, la condizione generale dei pazienti peggiora, l'aumento della temperatura corporea (fino a 38 ° e più). C'è una piccola leucocitosi con un moderato spostamento della formula a sinistra e una maggiore ESR. Un tratto patognomonico importante tromboflebite acuta delle vene sottocutanee è l'assenza di gonfiore dell'arto colpito. Dopo alcuni giorni il processo acuto si trasforma in subacuto, e dopo 2-3 settimane i fenomeni infiammatori si fermano, ma solo dopo 2-4 mesi il lume della vena interessata viene ripristinato. La tromboflebite acuta delle vene sottocutanee può essere la causa di gravi complicanze che derivano dalla diffusione del processo trombotico dal sottocutaneo alle vene principali: a) attraverso la bocca della grande safena della coscia; b) attraverso la bocca della piccola vena safena della parte inferiore della gamba; c) attraverso le vene di comunicazione.

Il processo trombotico con vene sottocutanee nella vena principale è più spesso diffuso con insufficiente fissazione del trombo alla parete venosa. In questo caso si forma un "trombo fluttuante" che può raggiungere una lunghezza di 15-20 cm e penetrare nella vena femorale. Con la diffusione della trombosi nella direzione prossimale, il dolore si osserva lungo la superficie mediale anteriore della coscia. Pertanto, per i segni clinici di tromboflebite acuta grande femore vena safena tra i terzi medie e superiori dovrebbe sollevare la questione di un intervento chirurgico di emergenza - flebectomia grande safena nella regione della bocca - come prevenire la diffusione femorale trombosi venosa. Va ricordato che "il trombo galleggiante" è una potenziale fonte di tromboembolia dell'arteria polmonare.

Trattamento. Nella tromboflebite acuta e subacuta delle vene superficiali, di solito è indicato l'intervento chirurgico, che nel 90% dei casi dà una cura permanente. Solo la tromboflebite, insorta nelle vene invariate e di carattere limitato, è soggetta a trattamento conservativo. Il trattamento chirurgico della tromboflebite acuta è controindicato anche con: ostruzione delle principali vene, malattie cardiache scompensate, infarto miocardico, processo infiammatorio nei polmoni e nella cavità addominale. Nei casi gravi di tromboflebite acuta, è auspicabile eseguire l'intervento dopo la scomparsa del processo infiammatorio acuto. Tecnica di intervento chirurgico con tromboflebite acuta delle vene sottocutanee poco differisce da quello di flebectomia nel caso di vene varicose. Tuttavia, quando tromboflebite prossimale del femore grandi safena trombosi venosa pas proliferazione vena femorale resezione mostra grande safena in combinazione con trombectomia. Quando espresso periflebiticheskih fenomeni coprono una vasta porzione dei tessuti circostanti, incisione produrre frange infiltrato infiammatorio e vena trombosi viene rimossa insieme con la pelle e del tessuto sottocutaneo. Va ricordato che un'incisione troppo grande può causare un'eccessiva tensione della pelle con lo sviluppo della sua necrosi marginale. Le vene trombizzate, senza fenomeni pronunciati non frizionali, vengono solitamente rimosse da un'incisione lineare o frange e rivestono tutti i rami del tronco principale della vena safena. Le vene non modificate vengono rimosse dal metodo di Bebkokk. Alla fine dell'operazione, una fascia di pressione viene applicata all'arto e la posizione elevata viene data all'arto operato. Il 2 ° - 3 ° giorno dopo l'operazione, quando il paziente inizia a camminare, viene applicata una fascia elastica sull'arto operato.

Nel periodo postoperatorio, vengono mostrati antibiotici e anticoagulanti. Di quest'ultimo, il finylin più comunemente usato è 0,03 g 1 - 2 volte al giorno sotto il controllo dell'indice di protrombina e del tempo di coagulazione. In questo caso, la protrombina del sangue dovrebbe rimanere allo stesso livello - 0,60-0,70. È necessario cancellare il finilin riducendo gradualmente la dose giornaliera a 1/4 di tavolo / giorno per 10 giorni dal momento di stabilizzazione del livello normale di protrombina ematica. Pazienti dopo cancellazione finilina dovrebbero ricevere acido acetilsalicilico (ASA), 0,25 g di 4 volte al giorno, che inibisce l'aggregazione piastrinica e l'adesione, inoltre, non richiede particolari monitorare lo stato del sistema di coagulazione del sangue.

Tromboflebite delle vene sottocutanee

introduzione

Tromboflebite delle vene sottocutanee (tromboflebite delle vene superficiali o tromboflebite superficiale) è una malattia infiammatoria delle vene superficiali. Molto spesso, con tromboflebite, le vene superficiali degli arti inferiori e la regione inguinale sono danneggiate. La tromboflebite si sviluppa nelle persone che soffrono di vene varicose.

A differenza delle vene profonde con tromboflebiti delle vene sottocutanee, si sviluppa una pronunciata reazione infiammatoria, accompagnata da forti sensazioni di dolore. A sua volta, l'infiammazione danneggia la parete della vena, che contribuisce allo sviluppo e alla progressione della trombosi. Inoltre, vene superficiali non sono circondati da muscoli, in modo che quando la contrazione muscolare non aumenta pezzi coagulo rischio di frattura e la migrazione attraverso il sangue (embolia), tromboflebite superficiale quindi potenzialmente pericoloso.

A volte la tromboflebite può verificarsi ripetutamente, specialmente nelle malattie cancerogene o in altre gravi malattie degli organi interni. Quando la tromboflebite si verifica come una malattia concomitante con il processo oncologico nel corpo, questa condizione è anche chiamata sindrome di Trousseau.

Sintomi di tromboflebite superficiale

I primi sintomi della tromboflebite sono il dolore e il gonfiore locali, la pelle nella regione della vena in cui la tromboflebite si è sviluppata in una tonalità marrone o rossa e anche solida. Poiché una vena si è formata nella vena, si ispessisce lungo la sua lunghezza.

Diagnosi di tromboflebite superficiale

La diagnosi viene solitamente effettuata dopo la raccolta di dati anamnestici e l'esame. Per confermare la diagnosi, viene eseguita una scansione duplex a ultrasuoni a colori.

Trattamento di tromboflebite superficiale

Nella maggior parte dei casi, la tromboflebite delle vene superficiali passa in modo indipendente. Il trattamento di solito include farmaci antidolorifici come l'aspirina o altri farmaci antinfiammatori non steroidei che aiutano a ridurre il dolore e l'infiammazione. Inoltre, antiaggreganti e anticoagulanti (farmaci per fluidificare il sangue) sono usati per ridurre la coagulazione del sangue. Nelle tromboflebiti gravi viene utilizzata l'anestesia locale, il trombo viene rimosso e viene indossata la fascia di compressione da indossare.

Se la tromboflebite si sviluppa nelle vene superficiali della regione pelvica, vi è un'alta probabilità di migrazione di trombi e lo sviluppo di tromboflebite venosa profonda e tromboembolia arteriosa polmonare. Per prevenire lo sviluppo di queste complicanze nella tromboflebite delle vene profonde e superficiali nella regione pelvica, è raccomandato un trattamento chirurgico urgente in ambiente ospedaliero.

Trombosi e tromboflebite delle vene sottocutanee

È noto che la tromboflebite ascendente nel sistema di una vena grande o piccola safena dà fino al 3% di tutte le cause di trombosi venosa profonda. Allo stesso tempo, nella pratica angiurgica di emergenza, le questioni di diagnosi e trattamento di questa patologia rimangono controverse e il flebologo non dovrebbe essere guidato in questa materia.

Ogni anno, fino a 80 pazienti con una diagnosi di tromboflebite delle vene sottocutanee degli arti inferiori vengono consegnati alla reception del City Hospital No. 1 da un'ambulanza di policlinici e varie istituzioni mediche della città di Irkutsk. Dopo un angiosurgeon e un esame ecografico, 35-45 pazienti vengono ricoverati nel reparto di chirurgia vascolare. L'errore diagnostico più comune è l'erisipela degli arti inferiori.

Il motivo predominante che porta alla trombosi e tromboflebite delle vene sottocutanee, vene varicose apparso con emodinamica venosa gravi e cambiamenti morfologici lordi nelle pareti delle vene. In singoli casi il punto di partenza per lo sviluppo di malattie oncologiche acciaio trombosi venosa, lesioni degli arti inferiori, chirurgia prolungata utilizzando miorilassanti, varie dermatiti o stato trombofilico pelle. Nella maggior parte dei casi, il processo infiammatorio coinvolge il grande sistema vena safena, e casi di trombosi piccole safene sono stati isolati. L'età dei pazienti variava da 34 a 75 anni, di cui il 55% di tutti i pazienti erano ancora più di 55 anni. Tra il numero totale di donne in età fertile, il 12% erano donne.

Nel primo giorno dopo l'inizio della malattia, di regola, i pazienti vengono molto raramente. In un periodo di 2-5 giorni (il più favorevole per l'operazione), il 45% è stato ricevuto. Da 5 a 10 giorni - fino al 35%, e in termini successivi - il restante 25%. La malattia si manifesta con entrambi i segni locali e generali: tenuta lungo le vene safena, dolore al sigillo sito alla palpazione o senza congestione lungo le vene trombosi, di tenuta dei tessuti molli intorno al vene, ipertermia locale e generale. Nel caso di vene varicose espressi in assenza di trattamento farmacologico adeguato richiesto soltanto parecchi giorni per la distribuzione alla bocca trombosi grande o piccola safena con la conseguente formazione di trombo flottante sciolto.

Dal 2000 al 2004 166 pazienti sono stati sottoposti a chirurgia d'urgenza nel reparto di chirurgia vascolare. La maggior parte delle operazioni sono state eseguite in anestesia locale. Venticinque pazienti sottoposti a trombectomia dalla bocca di una grande vena safena e rimosso un trombo allentato passando alla vena femorale. Ripetutamente durante l'intervento è stato confermato che il livello di trombosi del tronco delle vene sottocutanee era sempre significativamente più alto (di 10-15 cm), determinato prima dell'operazione visivamente e palpatoria.

Sono stati isolati casi clinicamente attendibili di tromboembolismo a piccole focale dell'arteria polmonare dopo tali operazioni. Non ci sono stati casi di embolia polmonare massiva dopo queste operazioni. La maggior parte dei pazienti nel periodo postoperatorio è stata sottoposta a trattamento medico complesso, inclusa l'eparinizzazione, e è stato prescritto un regime motorio attivo.

  1. Un errore nella diagnosi di trombosi e tromboflebiti delle vene sottocutanee degli arti inferiori nella fase preospedaliera è fino al 50%, il che causa ulteriori errori tattici e medici.
  2. Il tipo di esame più informativo nel processo diagnostico deve essere considerato un esame duplex o tridimensionale del letto venoso del paziente.
  3. Solo il trattamento medicamentoso, senza rischi, deve essere limitato nei casi di trombosi delle vene sottocutanee della parte inferiore della gamba o trombosi delle vene varicose del terzo inferiore della coscia.
  4. In caso di diagnosi affidabile di trombosi del tronco di una vena grande o piccola safena, raggiungendo il luogo di confluenza con un sistema venoso profondo, il trattamento chirurgico deve essere considerato l'unico modo efficace per prevenire la trombosi venosa profonda.
  5. Nel caso di diagnosi di un trombi fluttuante della vena iliaca o femorale o esterna, è richiesto l'accesso standard alle vene principali e la loro allocazione su una lunghezza sufficiente.
  6. La trombectomia completa dalla bocca della grande vena safena più di una settimana dall'inizio dello sviluppo della trombosi è spesso impossibile a causa della stretta fissazione delle masse trombotiche alle pareti della vena.
  7. In caso di massicce venose conglomerati trombizzate sulla tibia e femore senza significative perivazalnogo processo espediente o eliminare direttamente questi conglomerati o attraverso piccoli fori venotomicheskie evacuati massa trombotica.
  8. In caso di diagnosi di trombosi a livello della bocca di una grande vena safena in donne in gravidanza e entro un periodo non superiore a 2-5 giorni, il trattamento chirurgico deve essere eseguito con urgenza.
  9. La fase chirurgica non è il trattamento finale della malattia. È obbligatorio dopo l'operazione deve essere eseguita trattamento medico complesso, come talvolta trascurato trombosi perforanti sospesi, che possono anche essere modi di diffusione della trombosi nelle vene profonde.

Tromboflebiti delle vene superficiali: diagnosi e trattamento

Circa l'articolo

Per la citazione: Kiyashko V.A. Tromboflebiti delle vene superficiali: diagnosi e trattamento / / BC. 2003. № 24. C. 1344

Attualmente, i termini medici usano spesso termini come la flebotrombosi e la varicotromboflebite. Tutti sono legittimi per l'uso, ma i seguenti punti dovrebbero essere presi in considerazione. La flebotrombosi è considerata un'ostruzione arteriosa acuta dovuta all'ipercoagulabilità, che è il meccanismo principale. Ma così in 5-10 giorni il trombo emerso provoca un'infiammazione reattiva dei tessuti che circondano le vene con lo sviluppo della flebite, cioè la trasformazione del flebotombrosi in tromboflebite.

Il termine "varicotromboflebite" indica chiaramente la causa originale della trombosi, che si verifica sullo sfondo delle vene varicose già esistenti in un paziente.

La suddetta patologia del sistema venoso in un numero schiacciante di casi clinici si verifica nel sistema grande e molto meno spesso nel sistema delle piccole vene safeniche.

Le tromboflebiti delle vene degli arti superiori sono estremamente rare, e principalmente i fattori che provocano la loro comparsa sono molteplici punture per la somministrazione di farmaci o una prolungata presenza di un catetere nella vena superficiale.

Particolare attenzione dovrebbe essere rivolta ai pazienti con trombi spontaneamente in crescita sugli arti superiori e inferiori, non associati ad effetti iatrogeni. In questi casi, si può sospettare il fenomeno della tromboflebite, come manifestazione di una reazione paraneoplastica causata dalla presenza di una patologia oncologica del paziente, che richiede un esame multi-piano approfondito.

La trombosi nel sistema delle vene superficiali provoca gli stessi fattori che causano la trombosi del sistema venoso profondo degli arti inferiori. Questi includono: età superiore a 40 anni, la presenza di vene varicose, malattie oncologiche, gravi disturbi del sistema cardiovascolare (scompenso cardiaco, l'occlusione dei grossi vasi), mancanza di esercizio fisico, dopo una grande operazione, un'emiparesi fenomeno, emiplegia, l'obesità, la disidratazione, infezioni banali e sepsi, la gravidanza e parto, uso di contraccettivi orali, traumi agli arti e interventi chirurgici nell'area del canale venoso.

La tromboflebite può svilupparsi in qualsiasi parte del sistema venoso superficiale, con il sito più comune sulla tibia nel terzo superiore o medio, e la terza parte inferiore del femore. Il numero schiacciante di casi di tromboflebite (fino al 95-97%) è stato osservato nel bacino di una grande vena safena (Kabirov AV et al., Kletskin AE et al., 2003).

Ulteriore sviluppo della tromboflebite può effettivamente andare in due versioni:

1. Decorso relativamente favorevole della malattia, sullo sfondo del trattamento in corso, il processo si stabilizza, si arresta la formazione di trombi, si arresta l'infiammazione e inizia il processo di organizzazione del trombo, seguito dalla ricanalizzazione del dipartimento corrispondente del sistema venoso. Ma questo non può essere considerato una cura, perché c'è sempre un danno all'apparato valvolare inizialmente modificato, che aggrava ulteriormente il quadro clinico dell'insufficienza venosa cronica.

I casi clinici sono anche possibili quando un trombo fibroso modificato distrugge densamente una vena e la sua ricanalizzazione diventa impossibile.

2. L'opzione più sfavorevole e pericolosa in termini di sviluppo del carattere locale di complicanze - crescente trombosi nel corso della grande vena safena alla fossa ovale o passare attraverso il processo di trombotiche-communicants vene al sistema venoso profondo della gamba e la coscia.

Il pericolo principale della malattia secondo la seconda forma di realizzazione è la minaccia dello sviluppo di complicanze come embolia polmonare (PE), la cui fonte può essere sistema trombo di piccole o safena ed una seconda trombosi sorta di vene profonde degli arti inferiori fluttuante.

Giudice tromboflebite frequenza è già abbastanza difficile nella popolazione, ma se si adotta la posizione che, tra ricoverato nel reparto di chirurgia di pazienti affetti da questa patologia di oltre il 50% ha avuto le vene varicose, visti i milioni di pazienti affetti da questa patologia nel paese, questa cifra sembra abbastanza impressionante e il problema acquista un grande significato medico e sociale.

L'età dei pazienti varia da 17 a 86 anni e anche più anziani, e l'età media è di 40-46 anni, cioè il contingente abile della popolazione.

Tenuto conto del fatto che la vena di tromboflebite superficiale del paziente condizione generale e il benessere, di regola, non sono interessati e rimanere soddisfacente, crea il paziente ed i suoi familiari illusione di relativa prosperità e la possibilità di una varietà di metodi di auto-medicazione.

Come risultato di tale comportamento del paziente comporta ritardi nel tentativo di fornire assistenza qualificata, e sono spesso il chirurgo ha affrontato con forme complicate di questa malattia "semplici", dove c'è un'alta tromboflebite ascendente o profonda dell'arto trombosi venosa.

Il quadro clinico della malattia è abbastanza tipico sotto forma di indolenzimento locale nella proiezione delle vene sottocutanee a livello della parte inferiore della gamba e della coscia con il coinvolgimento di tessuti che circondano le vene nel processo, fino allo sviluppo di una forte iperemia di questa zona, la presenza di sigilli non solo della vena ma anche del tessuto sottocutaneo. Più lunga è la zona di trombosi, più pronunciato è il dolore all'arto, che costringe il paziente a limitare i suoi movimenti. Possibili reazioni ipertermiche sotto forma di brividi e aumento della temperatura a 38-39 ° C.

Abbastanza spesso, anche una banale malattia respiratoria acuta diventa il momento provocatorio per l'insorgenza della tromboflebite, specialmente nei pazienti con vene varicose degli arti inferiori.

L'ispezione viene sempre eseguita da due lati: dal piede alla zona inguinale. Si richiama l'attenzione sulla presenza o assenza della patologia del sistema venoso, sulla natura della decolorazione della pelle, sull'iperemia locale e sull'ipertermia, sull'edema dell'arto. L'iperemia espressa è tipica per i primi giorni della malattia, gradualmente diminuisce entro la fine della prima settimana.

Con localizzazione di tromboflebiti in una piccola vena safena, le manifestazioni locali sono meno pronunciate rispetto alle lesioni del tronco della grande vena safena, che è dovuta alle peculiarità dell'anatomia. Il lenzuolo superficiale della fascia della fascia, che copre la vena, impedisce la transizione del processo infiammatorio ai tessuti circostanti. Il punto più importante è scoprire il momento della comparsa dei primi sintomi della malattia, la velocità della loro crescita e se il paziente ha tentato di medicare il processo.

Quindi, secondo A.S. Kotelnikova et al. (2003), la crescita di un trombo nel sistema di una grande vena safena sale fino a 15 cm al giorno. E 'importante ricordare che quasi un terzo dei pazienti con trombosi ascendente della grande vena safena vero limite superiore di esso è 15-20 cm al di sopra del livello determinato da segni clinici (VS Saveliev, 2001), vale a dire, questo fatto dovrebbe a considerare ogni chirurgo consigliare i pazienti con tromboflebite venosa a livello dell'anca che non si è verificato il funzionamento indebito ritardo per evitare l'embolia polmonare.

Inoltre, l'iniezione locale di anestetici e farmaci antinfiammatori nella zona della vena trombizzata sulla coscia non è consigliabile, poiché, fermando il dolore, ciò non impedisce la crescita del trombo nella direzione prossimale. Dal punto di vista clinico, questa situazione diventa difficile da controllare e la scansione fronte-retro è davvero possibile solo per essere utilizzata in istituti medici molto grandi.

Diagnosi differenziale deve essere effettuato con erisipela, linfangite, dermatite di varie eziologie, eritema nodale.

Diagnostica strumentale e di laboratorio

Una lunghissima diagnosi momento della vena superficiale tromboflebite diventare medico esclusivamente sulla base dei sintomi clinici, come praticamente senza venoso caratteristiche del flusso sanguigno non invasivi. L'introduzione dei metodi diagnostici ultrasonici in pratica ha aperto una nuova tappa nello studio di questa patologia comune. Tuttavia, il medico deve sapere che tra i metodi di diagnosi ultrasonica della trombosi venosa definire ruolo per la scansione duplex, come solo può essere usato per definire una chiara trombosi confine, grado di organizzazione di un coagulo di sangue, pervietà delle vene profonde, lo stato delle comunicanti e l'apparato di valvola del sistema venoso. Sfortunatamente, l'alto costo di questa apparecchiatura riduce drasticamente il suo uso pratico in contesti ambulatoriali e ospedalieri.

Questo studio illustrato principalmente in pazienti con sospetta trombosi embologenic, cioè quando v'è una transizione dalla superficie trombo nel sistema venoso profondo attraverso l'anastomosi safeno-femorale o safeno-poplitealnoe.

Lo studio può essere eseguito in diverse proiezioni, il che aumenta significativamente il suo valore diagnostico.

La testimonianza è fortemente ridotta. La necessità della sua implementazione avviene solo nel caso della diffusione di un trombo dalla grande vena safena alle vene femorali e iliache comuni. Inoltre, questa ricerca viene eseguita solo in quei casi in cui i risultati della scansione fronte-retro sono discutibili e la loro interpretazione è difficile.

Metodi diagnostici di laboratorio

Nella solita analisi clinica del sangue si richiama l'attenzione sul livello di leucocitosi e sul livello di ESR.

È auspicabile studiare la proteina C-reattiva, il coagulogramma, il trombelastogramma, il livello dell'indice di protrombina e altri indicatori che caratterizzano lo stato del sistema di coagulazione. Ma la portata di questi studi è a volte limitata alle capacità del servizio di laboratorio dell'istituto medico.

Uno dei punti importanti che determinano l'esito della malattia e anche il destino del paziente è la scelta delle tattiche per l'opzione di trattamento ottimale per il paziente.

Quando la tromboflebite è localizzata a livello shin, il paziente può sottoporsi a un trattamento ambulatoriale, sotto la costante supervisione del chirurgo. In queste condizioni, è necessario spiegare al paziente e ai suoi parenti che in caso di segni di trombosi diffusi a livello dell'anca, il paziente potrebbe dover essere ricoverato in un ospedale chirurgico. Il ritardo nell'ospedalizzazione è irto di sviluppo di complicanze, fino al verificarsi di EP.

Nei casi in cui la tromboflebite si trova a livello dello stinco, trattata per 10-14 giorni, non si presta alla regressione, anche la domanda di ospedalizzazione e la terapia più intensiva della malattia dovrebbero essere sollevate.

Una delle questioni principali nel trattamento dei pazienti con tromboflebiti delle vene superficiali è la discussione la necessità per il paziente di rispettare rigorosamente il riposo a letto.

Attualmente, il fatto riconosciuto è che il rigoroso riposo a letto viene mostrato solo ai pazienti che hanno già avuto segni clinici di EP o che hanno dati clinici chiari ei risultati della ricerca strumentale indicano la natura embologata della trombosi.

L'attività motoria del paziente dovrebbe essere limitata solo dallo sforzo fisico (correre, sollevare pesi, fare qualsiasi lavoro che richieda una considerevole tensione muscolare delle estremità e della pressa addominale).

Principi generali di trattamento della tromboflebite venosa

Questi principi sono veramente comuni sia per il trattamento conservativo che operativo di questa patologia. I compiti principali del trattamento questi pazienti sono:

  • Agisce in modo estremamente rapido sul fuoco della trombosi e dell'infiammazione per prevenirne l'ulteriore diffusione.
  • Cerca di prevenire la transizione del processo trombotico in un sistema venoso profondo, che aumenta significativamente il rischio di sviluppare EP.
  • Il trattamento deve essere un metodo affidabile per prevenire la trombosi ripetuta del sistema venoso.
  • La tecnica di trattamento non dovrebbe essere strettamente fissata, poiché è determinata principalmente dalla natura dei cambiamenti che si verificano sull'arto in una direzione o nell'altra. Cioè, è abbastanza logico spostare o integrare un metodo di trattamento con un altro.

Naturalmente, trattamento conservativo è mostrato alla maggioranza assoluta dei pazienti con tromboflebite superficiale "bassa" delle vene sottocutanee.

Ancora una volta, va sottolineato che una ragionevole attività motoria del paziente migliora la funzione della pompa muscolare, il principale fattore determinante nel fornire deflusso venoso nel sistema della vena cava inferiore.

L'uso della compressione esterna (bendaggio elastico, golf, collant) nella fase acuta dell'infiammazione può causare qualche disagio, quindi questo problema dovrebbe essere deciso individualmente.

La questione dell'uso di antibiotici in questa categoria di pazienti è piuttosto controversa. Il medico deve ricordare le possibili complicazioni di questa terapia (reazioni allergiche, intolleranza, provocazione di ipercoagulabilità del sangue). Inoltre, la questione dell'opportunità di usare anticoagulanti (specialmente l'azione diretta) in questo contingente di pazienti è tutt'altro che ambigua.

Il medico è obbligato a ricordare che l'uso di eparina dopo 3-5 giorni può causare trombocitopenia in un paziente, e una diminuzione della conta piastrinica di oltre il 30% la sospensione necessaria di terapia con eparina. Cioè, ci sono difficoltà nel monitoraggio dell'emostasi, specialmente in ambito ambulatoriale. Pertanto, il più appropriato è l'uso di eparina a basso peso molecolare (dalteparina, nadroparina, enoxaparina), poiché raramente causano sviluppo trombocitopenia e non richiedono tale stretta monitoraggio del sistema di coagulazione. Positivo è il fatto che questi farmaci possono essere somministrati a un paziente 1 volta al giorno. In un ciclo di trattamento solo 10 iniezioni, e poi trasferiti alle anticoagulanti paziente di azione indiretta.

Negli ultimi anni, per il trattamento di questi pazienti sono comparse forme unguenti di eparina (lyoton-gel, Gepatrombin). Il loro principale vantaggio sono le dosi di eparina abbastanza elevate, che vengono prese direttamente al centro della trombosi e dell'infiammazione.

Una menzione speciale dovrebbe essere fatta dell'effetto mirato sui cambiamenti tromboflebitici nella preparazione Gepatrombin ("Hemofarm" -Yugoslavia), prodotto sotto forma di unguenti e gel.

Diversamente Lioton esso contiene 2 volte meno di eparina, ma i componenti aggiuntivi - allantoina e dexpantenolo, una parte di unguento e gel "Gepatrombin", così come olio essenziale di pino, una parte del gel hanno un'azione antinfiammatoria pronunciata, ridurre il fenomeno del prurito e dolore locale nella zona delle tromboflebiti. Vale a dire contribuire al sollievo dei sintomi principali di tromboflebite. Il farmaco Gepatrombin ha un forte effetto antitrombotico.

A livello locale si applica applicando uno strato di pomata alle aree interessate 1-3 volte al giorno. In presenza di unguento superficiale ulceroso viene applicato sotto forma di un anello con una larghezza fino a 4 cm lungo il perimetro dell'ulcera. La buona tolleranza del farmaco e i suoi molteplici effetti sull'attenzione patologica mettono questo farmaco in prima linea nel trattamento di pazienti con tromboflebiti sia in ambito ambulatoriale che in regime di ricovero ospedaliero. La gepatrombina può essere utilizzata in un complesso di trattamento conservativo o come mezzo per fermare l'infiammazione dei nodi venosi, dopo l'operazione eseguita di Troyanov-Trendelenburg, come metodo di preparazione per il secondo stadio dell'operazione.

Un complesso di trattamento conservativo dei pazienti dovrebbe includere farmaci anti-infiammatori non steroidei, avendo anche un effetto analgesico. Ma il clinico deve ricordare che viene prestata estrema attenzione nell'assegnare questi fondi a pazienti con malattie del tratto gastrointestinale (gastrite, ulcera peptica) e malattie renali.

Ben provato nel trattamento di questa patologia è già noto a medici e pazienti flebotoniki (rutozide, trokserutin, diosmin, ginko-biloba e altri) e desagregants (acido acetilsalicilico, pentossifillina). Nei casi più gravi, vasta flebitah mostrato reopoliglyukina trasfusione endovenosa di 400-800 ml / a 3 a 7 giorni considerando lo stato cardiaco del paziente a rischio di ipovolemia e rischio di edema polmonare.

La terapia enzimatica sistemica nella pratica ha un'applicazione limitata a causa dell'elevato costo del farmaco e di un ciclo di trattamento molto lungo (da 3 a 6 mesi).

La principale indicazione per il trattamento chirurgico di tromboflebite, come precedentemente detto, è la crescita di un trombo nel corso della grande vena safena sopra del terzo medio del femore o la presenza di un trombo nel lume della femorale comune o vena iliaca esterna, confermata flebograficheski o scansione duplex. Fortunatamente, l'ultima complicazione si verifica meno frequentemente, solo il 5% dei pazienti con ascendente tromboflebite (II Zatevakhin et al., 2003). Anche se i rapporti aneddotici presumere che il tasso di complicazioni, raggiungendo anche il 17% in questo gruppo di pazienti (NG Horev et al., 2003).

Metodi di anestesia - ci sono diverse opzioni: anestesia locale, conduttiva, peridurale, anestesia endovenosa, intubazione.

La posizione del paziente sul tavolo operatorio ha un valore definito - l'estremità del piede del tavolo deve essere abbassata.

Un'operazione universalmente riconosciuta con tromboflebite ascendente della grande vena safena è Operazione di Troyanov-Trendelenburg.

approccio chirurgico utilizzato dalla maggior parte dei chirurghi, è abbastanza tipico - incisione obliqua sotto l'inguine da Chervyakov o piega più inguinale. Ma è importante prendere in considerazione il punto clinico principale: se v'è un dato utensile o segni clinici della transizione del trombo nel lume della vena femorale comune, è più opportuno applicare una sezione verticale, che fornisce il controllo della vena grande safena trombosi e il tronco della vena femorale comune, richiedendo a volte il suo serraggio sulla il momento della trombectomia.

un po ' caratteristiche tecniche dell'operazione:

1. Isolamento obbligatorio, intersezione e medicazione del tronco della grande vena safena nella regione della sua bocca.

2. Con l'apertura del lume della vena grande safena e scoperto in un coagulo di sangue che va oltre il livello della valvola di ostialnogo, il paziente deve fare trattenere il respiro al culmine di ispirazione durante l'operazione in anestesia locale (o è un anestesista in altri tipi di anestesia).

3. Se il trombo non è "nato da solo", attraverso l'anastomosi safeno-femorale il catetere a palloncino viene accuratamente introdotto all'altezza di inspirazione e viene eseguita la trombectomia. Il flusso sanguigno retrogrado dalla vena iliaca e anterograda dalla vena femorale superficiale viene controllato.

4. La cultura della grande vena safena è necessariamente cucita e fasciata, dovrebbe essere breve, poiché un moncone troppo lungo è un "incubatore" per l'insorgenza della trombosi, che minaccia lo sviluppo di PE.

Per discutere le opzioni per questa operazione di routine, si dovrebbe prestare attenzione al fatto che alcuni chirurghi suggeriscono di eseguire una trombectomia da una grande vena safena nell'operazione di Troyanov-Trendelenburg, e quindi di iniettare in essa uno sclerosante. L'opportunità di tale manipolazione è dubbia.

La seconda fase dell'operazione - per eliminare varici trombosi e tronchi per singole indicazioni prodotte in un periodo di 5-6 giorni a 2-3 mesi come sollievo di infiammazione locale, per prevenire suppurazione delle ferite nel periodo postoperatorio, in particolare con disturbi della pelle trofici.

Quando si esegue la seconda fase dell'intervento, il chirurgo deve necessariamente eseguire una medicazione della vena perforante dopo una trombectomia preliminare, che migliora i processi di guarigione.

Tutti i conglomerati di noduli varici devono essere rimossi per evitare ulteriori sviluppi dei disordini trofici.

Una vasta gamma di chirurghi generali e angiochirugisti è impegnata nel trattamento chirurgico di questo contingente di pazienti. La semplicità apparente del trattamento a volte porta a errori tattici e tecnici. Pertanto, questo argomento è quasi sempre presente alle conferenze scientifiche.

1. Zatevakhin II con co-autori. "Angiologia e chirurgia vascolare" № 3 (Appendice), 2003, pp. 111-113.

2. Kabirov A.V. con co-autori. "Angiologia e chirurgia vascolare" №3 appendice 2003, pp. 127-128.

3. Kletskin A.E. con co-autori. "Angiologia e chirurgia vascolare" № 3 (Appendice), 2003, pp. 161-162.

4. Kotelnikov A.S. con co-autori. "Angiologia e chirurgia vascolare" № 3 (allegato), 2003, pp. 168-169.

5. Revskoy A.K. "Tromboflebite acuta degli arti inferiori" di M.Meditsin, 1976.

6. Savelyev VS Flebologia 2001

7. Khorev N.G. "Angiologia e chirurgia vascolare" n. 3 (Appendice), 2003, pp. 332-334.

Siete Interessati Circa Le Vene Varicose

Come scegliere la lingerie di compressione

Motivi

Informazioni generaliMaglieria a compressione è ampiamente usato per mantenere il diritto, in termini di fisiologia, di pressione negli arti inferiori di una persona....

Come prendere un tromboassi?

Motivi

Come prendere TromboAss?TromboAss è una droga popolare tra pazienti e medici per la prevenzione della trombosi e dell'embolia. Il componente attivo di questo farmaco è l'acido acetilsalicilico ampiamente noto....