Ripristino della funzione valvolare delle vene profonde nella malattia varicosa degli arti inferiori

Prevenzione

Pokrovsky A.V. 1,2, Gradusov EG 2, Ignatiev IM 3, Ahmetzyanov RV 3

1) Istituto di Chirurgia. AV Vishnevsky Ministry of Health della Federazione Russa,
2) Accademia medica russa di specializzazione post-laurea, Mosca, Russia,
3) Corso di chirurgia cardiovascolare, Centro interregionale di diagnostica e clinica, Kazan State Medical University, Kazan, Russia

Il lavoro si è basato sull'analisi dell'esame complesso e del trattamento chirurgico di pazienti con vene varicose di età compresa tra 16 e 78 anni tra il 2006 e il 2010. In totale, sono stati esaminati e operati 1007 pazienti (1.095 arti). Tra questi c'erano 298 (29,6%) uomini e 709 (70,4%) donne.

La distribuzione dei pazienti secondo clinica classificazione CEAP era la seguente: C1 - 3 pazienti, C2 - 215 C3 - 566, C4 - 203 C5 - 29 C6 - 79. Tutti i pazienti sono stati sottoposti ad ultrasuoni scansione duplex, il caso 21 è formato in flebografia retrogrado. Nel 51,2% dei pazienti è stato diagnosticato un reflusso venoso profondo patologico. In pazienti con insufficienza valvolare delle vene profonde condotte 93 operazioni di correzione reflusso profondo, tra 12 - con venature avalvulyatsii congeniti. Indicazioni per le operazioni di recupero sulla valvola venosa profonda installato nelle forme gravi di insufficienza venosa cronica in collaborazione con il riflusso assiale nelle vene profonde in caso di inefficienza dei metodi tradizionali di trattamento chirurgico e conservativo.

I risultati a lungo termine delle operazioni sono stati valutati dopo 18-48 mesi. Per valutare i risultati dei metodi clinici e strumentali applicate di ricerca: scala di gravità della malattia, la qualità della vita questionario, ultrasuoni e raggi X metodi di ricerca contrasto legometriya. Le operazioni volte a ripristinare la funzione valvolare della vena femorale sono un modo efficace per correggere il reflusso venoso e consentire il ripristino della funzione valvolare nell'84% dei casi. Nel periodo postoperatorio a lungo termine, la consistenza della valvola è stata osservata nel 74,6% dei pazienti. L'esecuzione di queste operazioni migliora significativamente il decorso della malattia a causa di una diminuzione del volume malleolare (p<0,001), проявлений симптомов хронической венозной недостаточности (p<0,001) и улучшения качества жизни (p<0,001).

PAROLE CHIAVE: insufficienza valvolare di vene profonde, insufficienza venosa cronica, valvuloplastica, avalvulazione delle vene profonde, formazione di una valvola monoculare.

In che modo gli esercizi ripristinano le valvole delle vene superficiali delle estremità?

In generale, non sono un sostenitore del trattamento di uno specifico problema di salute, perché ogni problema è legato all'intero corpo, alla salute dell'intero organismo. E il corpo è connesso con l'anima. Pertanto, la prima cosa da fare è la preghiera. A proposito, durante la preghiera, i cambiamenti respiratori, che possono già essere considerati un esercizio fisico.

Bene, ok, passiamo agli esercizi. Quindi, respirando. Respirazione completa, ventilazione profonda dei polmoni. Fai lentamente, inizia con un sospiro al giorno, aumenta gradualmente. L'importo ottimale ti sentirai dopo.

A proposito, non sono neanche un sostenitore di esercizi specifici, perché tutto ciò che è naturale nella vita ci cura e così. Quindi il seguente esercizio sta camminando, è meglio da qualche parte nella foresta o nel parco. A meno che non sia possibile avvisare qui semplicemente sopra per sollevare gambe o piedi, rispetto al solito. Questo è utile per le vene. Forzare te stesso non ha bisogno di grandi carichi, cioè di grandi distanze, è meglio prestare maggiore attenzione alla respirazione, che dovrebbe essere misurata e lenta, ma di nuovo profonda.

È anche bello andare in bicicletta. Questo è utile per la ragione che non c'è una tale pressione sui tuoi piedi, ma stanno lavorando attivamente. Ma ancora senza molto stress.

Ma la cosa più importante è quella da dove ho iniziato. La preghiera e l'umore sono psicologici.

Ricostruzione delle valvole delle vene profonde (valvuloplastica)

Ricostruzione delle valvole delle vene profonde (valvuloplastica)

La valvuloplastica con il fallimento delle valvole delle vene profonde è un metodo efficace per migliorare il deflusso venoso. Il ripristino dell'apparato valvolare delle vene profonde è possibile in vari modi, ognuno di essi ha le sue indicazioni. Può essere la sostituzione del segmento venoso interessato con un'altra sede della vena con valvole trattenute o la commutazione del deflusso venoso attraverso i rami con valvole conservate. I migliori risultati si ottengono mediante il ripristino diretto dell'apparato valvolare mediante valvuloplastica microchirurgica.

La valvuloplastica consente di ottenere una buona compensazione del deflusso venoso, che porta a una riduzione dell'edema e della guarigione delle ulcere trofiche. La valvuloplastica delle vene profonde dovrebbe essere condotta da chirurghi vascolari esperti, che possiedono tecniche microchirurgiche e che sono esperti nella patologia del deflusso venoso.

Operazioni su vene profonde nel Centro Vascolare Innovativo

L'innovativo centro vascolare è una delle poche istituzioni mediche in Russia in cui vengono praticate con successo le operazioni ricostruttive su un sistema venoso profondo. Abbiamo la tecnologia e l'esperienza di operazioni di microchirurgia sulle valvole delle vene degli arti inferiori con malattia post-trombotica, metodi di correzione endovascolare di deflusso venoso (angioplastica e stenting delle vene iliache), chirurgia di bypass sulle vene profonde.

La clinica ha diagnosticato a fondo le violazioni del deflusso venoso e le indicazioni per la chirurgia ricostruttiva nelle vene profonde.

Esame preliminare e diagnosi

La scansione delle vene duplex ad ultrasuoni fornisce informazioni sull'anatomia e l'emodinamica del sistema venoso profondo. Con l'aiuto degli ultrasuoni, è possibile rilevare la presenza e la durata del reflusso (flusso sanguigno inverso) attraverso le vene profonde. Il reflusso può essere rilevato a livello delle vene femorali, poplitee o della tibia. Viene determinata la direzione del flusso di sangue lungo le vene perforanti verso la tibia. Con l'aiuto degli ultrasuoni, è possibile identificare le valvole delle valvole venose e la loro funzione durante le prove con la tensione dello stomaco sull'ispirazione (test di Valsalva). L'ecografia delle vene consente di pianificare l'intervento delle valvole venose, ma è difficile valutare la condizione della vena profonda della coscia, poiché è difficile da identificare.

venografia

Lo studio a contrasto delle vene è il metodo di diagnosi finale prima di prendere una decisione sulla ricostruzione delle valvole venose. Venografia fornisce informazioni complete sulla anatomia dei vasi venosi e lo stato delle valvole venose, se viene effettuata dall'alto verso il basso (decrescente flebografia). Per valutare la permeabilità delle vene, è possibile utilizzare una flebografia ascendente con puntura delle vene profonde sottostanti. La valutazione delle valvole può essere eseguita solo con flebografia discendente con l'aiuto del test Valsalva.

MSCT e MRI di flebografia

Per valutare la pervietà delle vene profonde, è possibile utilizzare la moderna tecnologia di imaging con contrasto (MSCT) e senza contrasto (MRI). I dati ottenuti consentono di valutare la pervietà e la struttura anatomica di un sistema venoso profondo, ma non consentono la valutazione della funzione delle valvole venose.

Preparazione per la chirurgia e l'anestesia

La preparazione all'intervento sulle valvole delle vene profonde comprende la pulizia dell'intestino, la rasatura dei capelli nel campo dell'accesso chirurgico. La notte prima dell'operazione, al paziente viene iniettato un lieve sedativo. Immediatamente prima della consegna in sala operatoria, la premedicazione viene effettuata con un lieve ipnotico e analgesico.

Nella sala operatoria, viene inserito un catetere nella vescica e un catetere endovenoso della succlavia per l'infusione di soluzioni durante l'operazione. Ai fini dell'anestesia, usiamo solitamente un catetere epidurale - un'iniezione nella colonna vertebrale e un'iniezione estesa di farmaci per il dolore.

Per monitorare la pressione sanguigna e l'ECG per il paziente è collegato a un monitor speciale.

Varianti di operazione di riparazione della valvola

Accesso alle vene

Molto spesso, un intervento viene eseguito sulle valvole delle vene femorali. In questo caso, un taglio lungo circa 10 cm viene eseguito nella zona inguinale. Dopo la separazione della fibra e la separazione dell'arteria femorale, l'accesso alle vene femorali è reso possibile.

Per l'accesso alla vena poplitea, un approccio può essere usato con la posizione del paziente sull'addome, o l'accesso è effettuato sulla superficie interna del terzo inferiore della coscia e il terzo superiore dello stinco.

valvuloplastica

Il metodo ottimale per trattare il reflusso attraverso le vene profonde è il ripristino diretto della valvola - valvuloplastica. L'obiettivo della valvuloplastica è quello di ripristinare la funzione della valvola, eliminando il difetto anatomico esistente. A seconda dell'approccio, la valvuloplastica è divisa in diversi tipi:

Valvuloplastica diretta

Implica la dissezione della parete venosa sopra la valvola e l'eliminazione diretta del difetto anatomico e funzionale. Il vantaggio del metodo è un chiaro rilevamento di un difetto, opportunità ideali per il ripristino delle valvole delle valvole venose sotto il controllo della visione.

Gli svantaggi sono i rischi di danni all'apparato valvolare durante la dissezione della vena, che possono essere eliminati con una venaotomia trasversale preliminare, seguita dalla dissezione della vena sulla valvola sotto il controllo della visione. La valvuloplastica diretta è un intervento complesso di gioielli che impedisce la sua ampia distribuzione e deve essere eseguita al microscopio.

Valvuloplastica esterna

Implica un restringimento della vena attorno alla valvola per ottenere la chiusura delle valvole. Questa operazione ha solo due vantaggi, è la mancanza della necessità di sezionare la vena e la facilità di esecuzione. Per quanto riguarda l'efficacia, è molto inferiore all'intervento diretto.

La tecnica di tale operazione può essere diversa:

  • L'uso di un anello esterno o una spirale su una vena (metodo di Vvedensky)
  • Una linea di vena sopra la valvola senza aprire il lume (correzione della valvola extravasale)
  • Avvolgere la vena con un pericardio bulbare o un lembo di una protesi vascolare

Il principale svantaggio di questa tecnica è l'effetto incontrollato e la possibilità di restringimento persistente della vena.

Trasposizione della vena femorale

Il significato di questa operazione è di trasferire il flusso di sangue dalla vena femorale alla vena mantenendo le valvole. Può essere una grande vena safena preservata o una profonda vena della coscia. Quindi il flusso inverso di sangue dalla vena iliaca riposa contro queste valvole immagazzinate e il deflusso dall'arto non ne risente.

Tale operazione è molto efficace nel trattamento di una scarica venosa patologica, ma le condizioni per la sua attuazione non sono spesso soddisfatte. La maggior parte delle valvole delle grandi vene safene o profonde sono interessate, il che le rende inadatte all'uso.

Creazione di una nuova valvola venosa

Il principio è costruire una nuova valvola usando il tessuto venoso del paziente. La tecnica di creazione di una valvola dipende dalla situazione con la parete venosa. Se è addensato, allora può essere stratificato, quindi il lembo risultante viene fissato sotto forma di una vela diretta con un lato convesso nella direzione distale. È possibile realizzare una valvola a due lamelle, che è la più fisiologica ed efficace. Se nel lume della vena ci sono corde fibrose dopo la trombosi trasferita, allora puoi usarle come valvole della valvola creata. In assenza di tali condizioni, è possibile creare una valvola con il proprio muro venoso, immerso nel lume.

Trapianto (trapianto) del segmento venoso normale

Al fine di ripristinare l'apparato valvolare in vene non adatte alla valvuloplastica diretta, il segmento venoso può essere sostituito da una porzione della vena ascellare o brachiale con valvole. Con l'aiuto di un taglio sulla spalla, viene presa una sezione di una vena sana con valvole, che viene cucita nella vena femorale. Quindi, un apparato valvolare completo viene ripristinato.

Lo svantaggio di questa tecnologia è la possibilità di sviluppare un allargamento secondario o viceversa cicatrici del segmento trapiantato, poiché le vene si differenziano in qualche modo nella loro struttura.

Possibili complicazioni dopo valvuloplastica

Come dopo ogni intervento chirurgico maggiore dopo valvuloplastica, ci sono complicazioni associate all'intervento stesso:

  • emorragia
  • Danno ai dotti linfatici (linfocore)
  • Danni alla pelle e nervi profondi
  • Suppurazione di una ferita postoperatoria

Nella nostra clinica, tali complicazioni sono una rarità eccezionale.

Le complicazioni specifiche di questo intervento sono:

  • Trombosi del segmento ricostruito
  • Trombosi venosa ascendente
  • Tromboembolismo polmonare

Fortunatamente, queste complicanze sono rare, la loro frequenza non supera l'1% di tutte le operazioni eseguite.

Prognosi dopo valvuloplastica

L'obiettivo principale dell'intervento è quello di migliorare l'emodinamica venosa nell'arto, che alla fine dovrebbe portare alla guarigione delle ulcere trofiche, riducendo l'edema e l'indurimento dei tessuti.

Il risultato del trattamento dipende principalmente dalla corretta determinazione delle indicazioni per la chirurgia. Tale interferenza complesso come valvoplastica, deve essere eseguita dopo aver esaurito tutti i metodi meno complicati correzione deflusso venoso - eliminazione di reflusso e perforanti vene sottocutanee, inefficienza e calzetteria compressione preparazioni venotonicheskih.

Follow-up dopo l'intervento chirurgico

Il passaggio del segmento venoso ricostruito è necessariamente controllato dopo l'intervento chirurgico prima della dimissione dall'ospedale con l'ecografia delle vene.

Successivamente, gli esami del chirurgo vascolare con l'esecuzione degli ultrasuoni dovrebbero essere condotti almeno una volta ogni 6 mesi. Alla fine dell'anno è consigliabile eseguire una risonanza magnetica della flebografia.

Ai pazienti verranno prescritti farmaci che riducono la probabilità di coaguli di sangue. Molto spesso sarà warfarin (sotto il controllo dell'analisi INR), a volte lo assegniamo al team di vendita. È inaccettabile cancellare questi preparati senza consultare un medico.

Insufficienza valvolare di vene degli arti inferiori

Il trattamento dell'insufficienza valvolare delle vene degli arti inferiori inizia con la definizione della causa dello sviluppo della malattia. È interessante notare che questa malattia ha iniziato a diagnosticare anche negli adolescenti. Una delle ragioni del suo sviluppo prematuro è che i medici considerano l'ipodinia e la malnutrizione. Successivamente, parleremo delle varietà di carenza di vene e di come sbarazzarci di questa malattia.

Essenza e caratteristiche dell'insufficienza venosa

Molti medici credono che la patologia delle navi venose sia presente in ogni persona. La ragione di questo fenomeno sta nel fatto che il sangue nelle vene deve costantemente superare la gravità. La sua azione è rafforzata a causa della rettitudine. Il sistema vascolare di qualsiasi persona è costituito da autostrade sottocutanee (10%) e vasi profondi (90%). Sono le vene profonde che formano la base del flusso sanguigno. Per lo stesso motivo, la paura del panico delle persone prima di rimuovere i vasi dilatati a causa delle vene varicose è irragionevole, perché la fornitura di sangue, al contrario, è normalizzata.

Lo sviluppo dell'insufficienza venosa è accompagnato da un anormale movimento del sangue verso la parte inferiore del corpo, vale a dire nelle gambe. Questo processo provoca questo processo allungando le pareti vascolari e rompendo le valvole. Nello stato normale, la valvola si chiude quando arriva il sangue. Quando una persona sviluppa una deficienza, la valvola si ferma per contenere il sangue. Comincia a filtrare.

cause di

Il fallimento delle valvole delle vene degli arti inferiori richiede un trattamento immediato, ma il problema sta nel fatto che l'eziologia del suo sviluppo non è del tutto chiara. Cause comuni che influenzano l'aspetto dei disturbi del sistema vascolare includono la presenza di peso in eccesso, la mancanza di attività fisica e lo stress eccessivo sulle vene. A volte il catalizzatore per lo sviluppo della malattia sono interruzioni ormonali associate allo sviluppo del corpo o alla gravidanza. Le potenziali cause di insufficienza venosa includono:

  • cambiamenti legati all'età nel corpo;
  • problemi nel lavoro del tratto gastrointestinale (stitichezza);
  • ipertensione;
  • assumere farmaci che influiscono sulla viscosità del sangue e sul livello degli ormoni.

Sintomi e manifestazioni di patologia

La malattia si manifesta come le vene varicose. Il paziente lamenta una sensazione di pesantezza costante nelle gambe e nell'edema. Il paziente in piedi appare asterischi vascolari. Come progressione verso queste manifestazioni della malattia si aggiunge la sindrome del dolore. A causa della malnutrizione, la pelle assume un colore biancastro-giallastro. Alcuni pazienti hanno convulsioni. Molto spesso, i pazienti li affrontano durante la notte, il che porta ad affaticamento cronico. Se la valvola è insufficiente, una persona potrebbe riscontrare i seguenti sintomi:

  • perdita di capelli sulle gambe;
  • forte prurito della pelle;
  • un'improvvisa sensazione di intorpidimento delle membra;
  • temperatura eccessivamente bassa della febbre;
  • una sensazione improvvisa di calore.

Le caratteristiche della manifestazione della malattia dipendono direttamente dallo stadio di insufficienza. In alcuni pazienti, la malattia può svilupparsi nel corso degli anni, quindi non prestano attenzione ai sintomi presenti. All'esame fisico con una valutazione visiva del paziente a notare segni di insufficienza venosa può essere un chirurgo, ma è meglio se il paziente va al flebologo con frequenti edema delle gambe e passando sensazione di pesantezza agli arti.

Diagnosi di insufficienza venosa

Nel determinare la malattia, la denuncia del paziente e i risultati dell'esame svolgono un ruolo. Oltre alla valutazione visiva dello stato dei vasi degli arti inferiori, saranno necessari la diagnostica di laboratorio e un esame hardware delle gambe. Il medico valuta le condizioni generali del paziente e quindi dà la direzione dei test necessari. I metodi hardware per diagnosticare l'insufficienza valvolare sono:

  • Ultrasuoni con dopplerografia;
  • venografia;
  • linfografia.

Un esame del sangue generale è obbligatorio. Sulla base della conta piastrinica, dell'emoglobina, degli eritrociti, il flebologo può trarre una conclusione sui parametri della viscosità del sangue. Se si allontanano fortemente dalla norma, il paziente si riferisce alla valutazione dell'emostasi. Questa procedura aiuterà a determinare la probabilità di coaguli di sangue in un particolare paziente.

Tipi di malattia

Quando si tratta dei problemi nel funzionamento delle valvole, i medici parlano dell'insufficienza venosa acuta e cronica. Il disturbo può anche essere funzionale e linfonodale. Il più pericoloso per la vita è l'insufficienza venosa acuta. È caratterizzato da un blocco completo della nave. Lo sviluppo di una forma cronica della malattia con terapia tempestiva può essere completamente interrotto.

cronico

L'insufficienza circolatoria cronica è caratterizzata dalla sconfitta delle vene sottocutanee. In assenza di trattamento, continua a progredire, il che può portare alla sconfitta delle vene profonde e della disabilità del paziente. La malattia è accompagnata da gonfiore nella parte inferiore della gamba. Soffri non solo i muscoli della parte inferiore della gamba, ma anche le caviglie. Nella seconda fase del disturbo, i capelli iniziano a cadere sulle gambe e si osserva la pigmentazione dei tessuti. Al terzo stadio di insufficienza cronica il paziente affronta ulcere e disturbi trofici.

acuto

Quando la vena è ostruita, c'è una forte violazione del flusso sanguigno. Questa condizione i dottori chiamano l'insufficienza vascolare affilata. Questa condizione è pericolosa per 2 motivi. In primo luogo, si sviluppa sempre nelle vene profonde, che di per sé è molto male, perché forniscono al corpo il 90% del sangue. In secondo luogo, questa malattia si sviluppa più spesso sotto l'influenza di lesioni alle gambe. Sulla base di ciò, si può affermare che la nave è danneggiata o pizzicata.

La malattia è accompagnata da un forte dolore agli arti. Se cerchi di alzarti o muovere il piede, il dolore aumenterà. Se sospetti una grave insufficienza venosa, dovresti chiamare immediatamente un'ambulanza. Le compresse fredde possono alleviare le condizioni del paziente. Usano un tessuto naturale denso. Viene abbassato in acqua fredda e quindi applicato alla zona interessata. Questa manipolazione dovrebbe essere ripetuta per almeno 60 minuti. Prima dell'arrivo di un'ambulanza, non devono essere assunti farmaci.

lymphovenous

Questo tipo di malattia colpisce circa il 40% di tutte le persone di mezza età. La malattia si manifesta in forma leggera e pesante. Come è chiaro dal titolo, nei pazienti con questa malattia è difficile non solo il flusso di sangue, ma anche la linfa. Trattare questa malattia con l'aiuto di farmaci, ma l'intervento chirurgico con questo tipo di disturbi raramente dà un effetto positivo.

funzionale

Una caratteristica distintiva di questa forma di insufficienza è che si manifesta in persone con vene assolutamente sane. Molto spesso, la causa del suo aspetto è l'alta crescita di una persona, la presenza di eccesso di peso e l'assunzione di farmaci ormonali. La carenza funzionale è affrontata da chirurghi, insegnanti, parrucchieri e altri professionisti che sono da tempo in piedi. Il trattamento è per lo più conservativo. I pazienti assumono medicinali, indossano maglieria a compressione, in modo che la malattia non influenzi le vene.

Forme di insufficienza valvolare

Questa malattia è difficile da rilevare nella fase acuta. Il paziente può soffrire di un singolo sintomo o incontrare una gamma completa di manifestazioni della malattia. La classificazione standard di CVI (insufficienza venosa cronica) comprende le seguenti varietà della malattia:

  • insufficienza di vene profonde;
  • insufficienza delle vene sottocutanee;
  • insufficienza di vene perforanti.

Molto spesso soffrono di vasi sottocutanei e perforanti. Le vene profonde sono molto raramente colpite. I medici in questi casi parlano di una forma secondaria della malattia.

Insufficienza di vene profonde

Questa patologia si verifica in pazienti con predisposizione genetica alle vene. Le pareti vascolari delle gambe subiscono un'alta pressione costante. Il sangue inizia a filtrare nelle vene ad altri tessuti adiacenti, causando gravi edemi e la comparsa di aree densificate. Anche le navi più piccole soffrono di questo disturbo. cominciano a premere i tessuti gonfiati. Il trattamento per insufficienza venosa profonda è spesso conservativo. Si consiglia ai pazienti di spostarsi di più e applicare unguenti a base di eparina.

Insufficienza delle vene sottocutanee

Il più delle volte nei pazienti con diagnosi di questo tipo di malattia. Le valvole dei canali ipodermici vengono distrutte, che è accompagnata da reflusso verticale. Numerosi studi confermano che tutte le valvole possono soffrire della malattia. Il sangue può fluire nell'anca e una grande linea sottocutanea. La malattia è facilmente rilevabile dagli ultrasuoni.

Insufficienza delle vene perforanti

Le navi perforanti collegano vene profonde e sottocutanee. L'insufficienza valvolare di questo segmento del sistema circolatorio è accompagnata da reflusso ematico orizzontale. Eliminare questa patologia può essere solo attraverso un intervento chirurgico. Molto spesso la malattia si sviluppa nella parte inferiore della gamba.

L'insufficienza delle vene perforanti è accompagnata dalla distruzione di muscoli, collagene e tessuti elastici. Di conseguenza, il sangue inizia a ristagnare e i vasi diventano più densi. A causa del fatto che le valvole non funzionano bene, il deflusso del sangue viene interrotto. Il fluido entra nella vascolatura sottocutanea, che porta al dolore, alla protrusione delle vene e ad una sensazione di pesantezza. La malattia è accompagnata da ulcere trofiche e tromboflebiti.

Gradi di insufficienza valvolare

Per iniziare il trattamento della malattia è necessario dal primo dei suoi sintomi, ma i pazienti raramente così rapidamente si rivolgono al medico. Più spesso il paziente arriva quando le valvole sono gravemente danneggiate e fanno male con le loro funzioni. Formalmente, ci sono 4 gradi di gravità della malattia. La loro descrizione dettagliata è presentata nella tabella sottostante.

Metodi di trattamento

Esistono diversi metodi per trattare il fallimento delle valvole delle vene profonde sulle gambe. Sfortunatamente, usare l'operazione per sbarazzarsi della malattia non funziona. La rimozione delle vene è efficace se sono danneggiate dalle vene varicose, ma i problemi con le valvole rimarranno con voi. L'obiettivo principale del trattamento è la normalizzazione del funzionamento delle valvole vascolari. Questo può essere ottenuto nei seguenti modi:

  • assumere farmaci che normalizzano il tessuto trofico e la composizione del sangue;
  • eseguire esercizi specializzati per i piedi;
  • normalizzare il cibo;
  • ricorrere alle tecniche di fisioterapia;
  • rimuovere chirurgicamente le vene gravemente danneggiate.

I metodi di cura della malattia dipendono direttamente dallo stato di salute del singolo paziente. La terapia compressiva non è adatta a tutti, così come l'uso di anticoagulanti. Se il medico lo consente, puoi utilizzare i decotti a base di erbe per normalizzare la tua condizione.

farmaci

La base del trattamento farmacologico è costituita da farmaci che migliorano il flusso sanguigno nei tessuti e contribuiscono al ripristino dell'elasticità vascolare. I medici prescrivono spesso ai pazienti farmaci antinfiammatori che non solo aiutano ad alleviare il dolore, ma riducono anche l'edema complessivo degli arti. Quando si ispessisce il sangue, i pazienti devono assumere Aspirina e altri agenti antipiastrinici. I farmaci più comunemente prescritti sono:

Il tipo di farmaci soggetti a prescrizione dipende dalle condizioni del paziente. Quando ulcere trofiche nominano farmaci esterni con antisettici, che accelereranno la guarigione delle ferite. Si consiglia ai pazienti con dermatite ed eczema di usare glucocorticosteroidi locali. Assolutamente tutti i pazienti sono nominati flebotonici.

magnetoterapia

Come già inteso dal titolo, questo trattamento di fisioterapia si basa sull'uso di campi magnetici. Si ritiene che tale effetto riduca la viscosità del sangue, elimina il dolore alle articolazioni, ecc. Il paziente è posto in un apparato speciale (magnetoturbotron), che genera campi magnetici. Durante la procedura, le caratteristiche del campo magnetico vengono impostate individualmente per ciascun paziente. Il corso del trattamento è di 10-15 sessioni. I medici raccomandano di passare attraverso le procedure contemporaneamente.

Terapia di compressione

Questo metodo di trattamento si basa sull'aumento della pressione circostante attorno alle vene. La terapia compressiva promuove il rafforzamento del deflusso venoso, la normalizzazione del lavoro delle valvole vascolari, la diminuzione della viscosità del sangue, la riduzione del liquido interstiziale e la rimozione dell'edema. Tale trattamento aiuta a sbarazzarsi dei crampi alle gambe, promuove la guarigione delle ulcere trofiche. La terapia di compressione include:

  • indossare maglieria speciale;
  • applicazione del bendaggio elastico;
  • procedure hardware per la creazione di una compressione variabile.

È conveniente per i pazienti usare la maglieria a compressione nella vita di tutti i giorni. Indossarlo è semplice come collant o calze. Tutti i prodotti sono progettati tenendo conto della struttura anatomica delle gambe, quindi non dare fastidio quando si indossa. I prodotti a compressione possono essere preventivi e curativi. La loro forma è determinata dal medico. Come prevenzione di complicanze con insufficienza valvolare e in assenza di fondi per l'acquisto di maglieria a compressione, è possibile impegnarsi in bendaggio elastico. Le regole per applicare una benda sono le seguenti:

  1. Il tiro è sempre aperto verso l'esterno.
  2. Il piede inizia a ruotare attorno alle dita dei piedi.
  3. Il tallone deve essere avvolto strettamente attorno alla benda.
  4. Sulle sezioni piatte delle gambe vengono applicate speciali imbottiture e sulle caviglie per evitare la formazione di piaghe da decubito.
  5. Verso la coscia, la pressione si indebolisce, ma non aumenta.
  6. Se il bendaggio viene eseguito correttamente, i polpastrelli diventano blu quando sono coricati, ma quando camminano restituiscono il loro colore naturale.

L'azione di compressione con l'aiuto di dispositivi speciali è indicata con progressiva insufficienza valvolare. L'uso più comune della compressione pneumatica. Apparecchio simile al tipo può essere acquistato per uso domestico. La compressione del mercurio viene utilizzata se il paziente ha una grave forma di insufficienza accompagnata da disturbi trofici nei tessuti.

Rimedi popolari

Il trattamento con le erbe è indicato come aggiuntivo. Da solo non può far fronte al fallimento della valvola, ma può eliminare alcuni sintomi spiacevoli di questa malattia. Alle persone che soffrono di questa malattia, i guaritori sono invitati a prendere un decotto della corteccia di ashberry. Per farcela, hai bisogno di 200 grammi di prodotto secco e 1 litro di acqua bollente. La corteccia viene posta in una bottiglia di thermos, versata in un liquido, lasciata in infusione per 10 ore. Il brodo risultante viene assunto a 30 ml / giorno 3 volte al giorno. I seguenti mezzi sono considerati efficaci:

  • Infuso di foglie di corteccia e nocciola. 1 cucchiaino di ciascun tipo di materia prima viene miscelato e quindi versato 250 ml di acqua bollente. Prendete il brodo risultante 75 ml 3 volte al giorno.
  • Bagno di conifere per i piedi. 1 chilogrammo di aghi tritati versare 5 litri di acqua bollente. La soluzione deve essere infusa per 1-2 ore. Applicare una miscela di vassoi. La temperatura del liquido non dovrebbe essere troppo alta.

Esercizi per la malattia

Lo scopo principale dell'educazione fisica in caso di insufficienza valvolare è la normalizzazione del flusso sanguigno nei vasi. Questo è facilitato dal solito camminare sul posto e con le gambe aperte. Seduto su una sedia, è possibile simulare i passaggi in atto. Il movimento dovrebbe iniziare con il tallone. Gli esercizi "Bici" e "Forbici" contribuiscono alla normalizzazione del flusso sanguigno nei vasi. Con il loro aiuto, puoi anche liberarti di una piccola pancia. I medici raccomandano ai pazienti di impegnarsi in una corsa facile.

Conseguenze e complicazioni

Una delle complicanze più comuni dell'insufficienza valvolare sono i cambiamenti trofici della pelle. Ci sono diversi momenti negativi qui. Innanzitutto, non è possibile eliminare completamente le ulcere fino al ripristino del flusso sanguigno. In secondo luogo, attraverso il danno trofico alla pelle del corpo può penetrare virus, batteri e altri microrganismi dannosi. La complicazione più pericolosa è la trombosi, accompagnata da un embolo. Un coagulo di sangue sul sistema circolatorio può raggiungere l'arteria polmonare, che porterà al tromboembolismo. Le possibili complicanze dell'errore valvolare includono:

  • dermatiti;
  • infiammazione erisipelatosa della parte inferiore della gamba;
  • formazione di trombi nelle vene profonde e superficiali.

prevenzione

Le persone che sono geneticamente predisposti alla malattia vascolare dovrebbero camminare più all'aperto. Camminare promuove un deflusso naturale di sangue dagli arti. Un riscaldamento regolare aiuterà ad evitare edema e pesantezza alle gambe. Anche in ufficio, non sedersi costantemente al computer. Si consiglia ai medici di eseguire esercizi leggeri o almeno di camminare nell'armadietto ogni 2-3 ore. Le misure di prevenzione includono:

  • indossare maglieria medica con un leggero grado di compressione;
  • ricevimento di multivitaminici;
  • l'uso di una grande quantità di cibo vegetale;
  • normalizzazione del peso corporeo;
  • diminuzione della quantità di sale utilizzata.

I medici raccomandano di astenersi da sforzi fisici pesanti per le persone con insufficienza valvolare. Non è necessario che tali pazienti vengano coinvolti in scottature, tk. L'influenza ultravioletta influenza negativamente non solo la condizione della pelle, ma anche lo stato dei vasi. In presenza di vene varicose, è necessario abbandonare il bagno, la sauna e fare bagni caldi. Dovrebbero essere sostituiti con una doccia a contrasto, che ha un effetto tonificante su tutto il corpo.

Fiumi venosi con rive trombizzate

La valvola non può essere ripristinata

La prevalenza della trombosi venosa acuta è molto alta e si aggira intorno al 2%. Il trattamento di qualsiasi trombosi venosa profonda degli arti inferiori termina nell'80% dei casi con alterazioni post-trombotiche nella vena, perdita dell'apparato valvolare e, la cosiddetta sindrome post-trombotica.
Il paziente è preoccupato per i vari complessi di reclami. E soprattutto, edema, dolore, disturbi trofici - indurimento della pelle, ulcere trofiche che non sono guarite da anni.
La causa principale di questi disturbi è la perdita di vene dall'apparato valvolare, che impedisce il flusso inverso del sangue attraverso le vene. Sembrerebbe che il lume della vena dopo il trattamento sia ripristinato, il processo di ricanalizzazione abbia luogo, ma l'apparato valvolare non viene ripristinato. Sviluppa un'ipertensione dinamica che causa tutti i suddetti reclami.
Per molti anni i chirurghi stanno cercando di trovare un modo per ripristinare il normale flusso sanguigno venoso dopo trombosi venosa acuta e ricanalizzazione della vena, offrendo vari interventi chirurgici e metodi di trattamento conservativi. Ma fino ad ora nessuno di questi metodi ha permesso di migliorare significativamente la qualità della vita di questa categoria di pazienti e di ottenere una remissione a lungo termine.
Ora, finalmente abbiamo visto un metodo che consente di ottenere il risultato. Questo è un metodo per ripristinare l'apparato valvolare mediante un'operazione a basso traumatico senza l'uso di incisioni. Per capire cosa succede dopo la trombosi venosa profonda, è necessario capire come procede il deflusso del sangue attraverso il sistema degli arti venosi.

Gamba e valvole normali

In una gamba normale, il sangue scorre dal piede al cuore attraverso i tubi chiamati vene. Quando una persona è in piedi, le valvole venose unidirezionali impediscono al sangue di ritornare al piede, sia nelle vene profonde che in quelle superficiali.

Pompa muscolare shin

All'interno dei muscoli del gambo, ci sono molte vene in ogni gamba. Quando i muscoli si contraggono durante i movimenti del piede, della corsa o del piede, comprimono queste vene e spingono il sangue verso il cuore. Questo meccanismo di circolazione del sangue è chiamato una pompa muscolo-venosa. È chiamato metaforicamente il cuore venoso.

Cosa succede quando i coaguli di sangue si formano nelle vene profonde?

Questa condizione è chiamata trombosi venosa profonda. Rallentamento del flusso sanguigno nelle vene, danni alla parete venosa e ipercoagulazione possono causare trombosi nelle vene. Quando ciò accade, il sangue non può scorrere nelle vene. Sviluppa edema e ipertermia della gamba, dal momento che il sangue venoso può fluire nel cuore solo attraverso piccoli canali (collaterali).

Come trombi blocca le vene e danneggia le valvole

I grumi si formano nella vena così come una diga formata nel letto del fiume. Proprio come l'acqua inonda i campi durante uno sversamento. Inoltre, c'è un gonfiore della gamba con trombosi, e proprio come i campi possono drenare solo attraverso i flussi al di fuori del letto del fiume principale.
Con il passare del tempo, i cambiamenti si verificano, questi piccoli canali venosi aumentano e sporgono attraverso la pelle, mentre aumenta il flusso sanguigno. Questo spiega perché la persona che ha sofferto di trombosi venosa profonda ha dilatato le vene sottocutanee. In alcuni casi, queste vene vengono prese per le vene varicose e se le valvole in queste vene funzionano normalmente e vengono rimosse, le condizioni della gamba possono deteriorarsi. Questo è il motivo per cui qualsiasi persona prima dell'operazione per una malattia varicosa dopo una trombosi venosa profonda è necessaria la scansione duplex ad ultrasuoni.
Poiché i canali di deflusso più piccoli aumentano, il gonfiore della gamba diminuisce.
Allo stesso tempo, diversi meccanismi si verificano con trombosi venose e trombi vengono distrutti, grazie a un processo chiamato trombolisi.

Se tutti i coaguli di sangue si dissolvono e la vena viene rilasciata, può rimanere intatta?

Nella maggior parte dei casi, i trombi si dissolvono lasciando cicatrici all'interno della vena. Queste cicatrici si alzano, danneggiano le valvole e restringono il diametro della vena.

Quali problemi portano alla cicatrizzazione delle vene?

Prima di tutto, porta al dolore alle gambe e all'edema.
Se le valvole nelle vene profonde sono danneggiate, il sangue scorre nella direzione opposta - al piede. Ciò provoca un aumento della pressione nei vasi del livello della caviglia, che porta alla comparsa di edema. Molte persone con valvole venose profonde incompetenti dopo trombosi venosa (le valvole non funzionano) provano dolore in posizione eretta. E questo dolore si intensifica durante il giorno e passa, se una persona si sdraia di nuovo.
Alcune persone provano una sensazione di traboccamento con il sangue della parte inferiore della gamba con l'inadeguatezza delle vene profonde.

L'incoerenza della pompa venosa

La formazione di cicatrici nelle vene può portare ad una diminuzione del loro diametro. Ciò porta al fatto che la pompa muscolosfossea della parte inferiore della gamba pompa solo una piccola quantità di sangue. Cioè, c'è insufficiente, difficile drenaggio del sangue dall'arto.
Nel caso di una combinazione di insufficienza dell'apparato valvolare delle vene profonde e l'inefficienza della pompa venosa porta ad edema e dolore alla gamba. Questa condizione è chiamata postthrombotic o sindrome postflebitica.

Cosa può accadere quando si verifica la sindrome post-trombotica?

cambiamenti della pelle si verificano, unendo indurimento, eczema, iperpigmentazione, e come un finale - ulcere trofiche a volte molto grandi, e la gamba può apparire come una bottiglia rovesciata di champagne.
Cosa può aiutare? Il modo migliore è prevenire possibili trombosi venose profonde. Ma questo è come un proverbio: "È meglio essere ricchi e sani di". Se hai la sindrome post-trombotica, solo tre metodi di trattamento possono aiutare: compressione (calze a compressione, collant, bende, in combinazione con una terapia di esercizio appositamente progettata), terapia farmacologica (flebotonie e disaggregati) e chirurgia valvolare (varie varianti restauro dell'apparato valvolare con la prevenzione dello scarico di sangue attraverso vene perforanti insolventi). Nessun altro metodo è stato ancora inventato.
Per aiutare i pazienti con una sindrome di sindrome, sono necessari conoscenza, pazienza e metodi moderni di trattamento - questo è, prima di tutto, il metodo per ripristinare l'apparato valvolare mediante un trauma minore senza l'uso di incisioni. Siamo pronti ad aiutarti.

Insufficienza venosa delle valvole

Caratteristiche della vita moderna - la mancanza di esercizio fisico, seduta prolungata e in piedi sul posto di lavoro, così come alcune caratteristiche innate del sistema vascolare e lo stato di piombo ormonale per malattie associate con deflusso venoso del sangue.

Insufficienza venosa - una malattia associata all'insufficienza delle valvole delle vene profonde. La malattia è molto frequente e familiare a molte persone sorse come il pagamento di una persona per il dritto.

Il principale causa dell'insufficienza venosa cronica è il fallimento delle valvole venose. Le valvole sono disponibili sia in vene profonde che in superficie. Con la trombosi delle vene profonde degli arti inferiori, il loro lume si ostruisce. Nel corso del tempo, il loro lume viene ripristinato, tuttavia, non c'è alcun ripristino delle loro valvole. Le vene diventano anelastiche, si instaura la loro fibrosi. Le valvole della valvola sono distrutte e il normale flusso sanguigno si arresta.

Le valvole sane impediscono il flusso inverso del sangue attraverso le vene delle gambe. Quando sono carenti, il cosiddetto sindrome post-tromboflebitica, e come la sua manifestazione principale è l'insufficienza venosa. Le sue manifestazioni sono diverse, con la presenza di un solo sintomo o più. I pazienti preoccupati per il dolore, pesantezza, gonfiore la sera, andare la mattina, crampi notturni, scolorimento della pelle nel terzo inferiore della gamba e la perdita di elasticità della pelle, la presenza di vene varicose. E l'ultimo segno non appare sempre nella fase iniziale della malattia.

Quali sono le cause del fallimento delle valvole delle vene profonde?

Il meccanismo dell'insufficienza venosa cronica è il seguente. Le valvole danneggiate delle vene profonde delle gambe non possono interferire con il flusso di ritorno in esse. Ciò porta ad un significativo aumento della pressione sanguigna. La parte liquida del sangue - plasma - inizia, come dicono i medici, "sudore" attraverso le pareti delle vene nel tessuto circostante. Questo porta a gonfiore, stringendo i tessuti. L'edema comprime i piccoli vasi della pelle nella regione della parte inferiore della gamba, in particolare le caviglie. Ciò porta alla loro ischemia, risultante in ci sono ulcere trofiche - uno dei principali segni di insufficienza venosa. Per insufficienza venosa cronica può causare l'insufficienza valvola primaria della arti inferiori venosa profonda, ei fattori che portano alle vene varicose gamba (primari o secondari), trombosi venosa profonda gambe.

DLa diagnostica dell'insufficienza venosa cronica si basa principalmente sui metodi ultrasonici. Questi sono:

  • Ecografia Doppler;
  • scansione ad ultrasuoni duplex;
  • Per chiarire ulteriormente le cause dell'insufficienza venosa cronica, possono essere utilizzati anche i metodi radiopachi, come la flebografia.

Trattamento d'insufficienza di valvole di vene profonde lo stesso che nella sindrome post tromboflebitica e nelle vene varicose.

Uno dei principali metodi di prevenzione dell'insufficienza venosa è l'uso della maglia di compressione.

L'abstract dell'autore e la tesi sulla medicina (14.01.17) sul tema: Restauro della funzione valvolare delle vene profonde nella malattia varicosa degli arti inferiori

L'abstract della tesi sulla medicina sul tema Restauro della funzione valvolare delle vene profonde nella malattia varicosa degli arti inferiori

Come manoscritto

Akhmetzyanov Rustem Vilevich

RECUPERO DELLA FUNZIONE VASCOLARE DI VENE PROFONDE IN MALATTIA VARICOSE DI ARTI INFERIORI

ESTRATTO della tesi per il grado di candidato di scienze mediche

Il lavoro è stato svolto presso l'Istituto statale di istruzione superiore per l'istruzione professionale superiore "Kazan State Medical University" del Ministero della Sanità della Federazione Russa.

Consulente scientifico: Dottore in Scienze Mediche, Professor Ignatiev Igor Mikhailovich Avvocati ufficiali:

- Ferri Alexander - MD, Professore, Direttore del Dipartimento di Endoscopia, Generale e Chirurgia Endoscopica delle istituzioni educative di bilancio di Stato di ulteriore formazione professionale «Kazan State Medical Academy" della Federazione Russa Ministero della Salute;

- Sergey Vasilievich Dobrokvashin - Dottore in Scienze Mediche, Professore, Capo del Dipartimento di Chirurgia Generale dell'istituzione educativa di bilancio dello Stato di Istruzione Professionale Superiore "Kazan State Medical University" del Ministero della Salute della Federazione Russa; Organizzazione leader: Istituto statale di istruzione superiore di istruzione professionale superiore "Nizhny Novgorod State Medical Academy" del Ministero della salute della Federazione Russa.

Protezione avviene "_" _ 2013 alle ore 10.00 in occasione della riunione del Consiglio tesi D 208.033.01 allo stato di bilancio istituto di istruzione di ulteriore formazione professionale «Kazan State Medical Academy" della Federazione Ministero della Salute russo (420.012, Kazan, ul. Mushtari, 11).

La tesi può essere trovata nella biblioteca scientifica dell'Accademia medica statale dell'Istituto educativo statale "Kazan State Medical Academy" del Ministero della Salute della Federazione Russa (420012, Kazan, 11 Mushtari St.).

L'abstract dell'autore è stato inviato a "_" _ 2013.

Segretario scientifico del Consiglio di dissertazione, Candidato di scienze mediche,

Professore associato Tukhvatullina Liliya Mukhametzyanovna

Caratteristiche generali del lavoro

L'urgenza del problema. Le malattie venose croniche (CVD) sono diffuse tra la popolazione dei paesi industrialmente sviluppati. L'incidenza delle malattie cardiovascolari a livello mondiale è dell'83,6% (Rabe E., Guex J.J., Puskas A. et al., 2012). Il costo totale del loro trattamento è l'1-3% del budget sanitario. Le ulcere venose attive o guarite si trovano in circa l'1% di tutti gli intervistati (Bogachev V.Yu., Zolotukhin IA, Kuznetsov AN, 2008).

Le vene varicose degli arti inferiori (VBNK) è una delle patologie più comuni tra le malattie chirurgiche, che colpisce un terzo della popolazione adulta e che causa una forte stress psicologico, fisico e finanziario (Sandor T. 2010; Atta NM 2012; Gomez I., Benyahia S., Le Dali J., 2012; Malgor RD, Labropoulos N., 2012). La malattia viene considerato un fattore di rischio per la trombosi venosa profonda ed embolia polmonare (Müller-Bühl U., Leutgeb R., Engeser P. et al., 2012). Con le vene varicose si verificano spesso disturbi trofici che portano ad un calo della qualità della vita dei pazienti e la loro invalidiza-zione e l'esclusione sociale. Nel 29% dei pazienti ha avuto sintomi depressivi associati alla presenza della malattia (Sritharan K., vicolo T.R., Davies AN, 2012). Un ruolo significativo nella emodinamica degli arti inferiori è dato vene profonde, che scorre fuori fino al 85% del volume di sangue (Vahitov M.Sh., OP Bol'sakov, 2011).

Sconfiggere valvole venose profonde quando VBNK si verifica nel 10-15% dei pazienti, e secondo alcuni autori raggiunge 54-86% (Vedenskiy AN, 1983;. Savel'ev aC, Gologorsky VA, Kirienko AI, et al, 2001 Zubarev AR, Krivosheyeva NV, 2007). ulcere venose disponibile frequenza profondo reflusso primario è 73% (Bergan J.J., 2007). guasto della valvola di trombosi venosa profonda (KNGV) è uno dei motivi principali per lo sviluppo e la progressione-Bani delle vene varicose con le forme più gravi di insufficienza venosa cronica (CVI) (Ignat'ev IM, 1999; Mach-Tilov GM 2009; Lurie F., Kistner R., Perrin M., 2010).

Le operazioni per le vene varicose sono tra le più frequenti di tutti gli interventi chirurgici. Il trattamento di routine di questa patologia porta ad una comprensione semplificata di esso e, di conseguenza, agli interventi sui modelli condotti senza tenere conto dei principi patofisiologici e dei tentativi di eliminare le cause dei disturbi emodinamici. Ciò porta ad un'alta frequenza di recidiva postoperatoria.

le dive raggiungono l'80% (Alukhanyan O.A., Aristov DS, Serdyuchenko ID, ecc., 2006; Gavrilenko A.B., 2012). Una delle principali cause di recidiva è il fallimento irrisolto delle valvole delle vene profonde (Sushkov SA, Skomoroshchenko VA, 2012).

Nessun singolo punto di vista sulla fattibilità di un'operazione nella valvola venosa profonda e la scelta di un metodo ottimale di valvoplastica (Perrin M., 2008). Queste operazioni sono estremamente rare. Molti li considerano rischioso, a causa della invasività e altre senza senso, altri credono che la loro efficacia non è sufficiente confermato (M. Lugli, Guerzoni S., Garofalo M., et al, 2009 ;. Moore H.M., Gohel M.S., Davies A.H., 2010). Lo scopo principale di tali operazioni - venosa emodinamica approssimazione manifestazioni fisiologiche, seguita dalla rimozione di CVI.

Da quanto sopra è evidente l'urgenza di ulteriori studi e miglioramento dei metodi di trattamento chirurgico delle vene varicose, la definizione di chiare indicazioni correzione di valvola venosa profonda, così come un approccio differenziato alla scelta dei metodi chirurgici per l'eliminazione di profonda riflusso.

Obiettivo: migliorare i risultati del trattamento dei pazienti con vene varicose degli arti inferiori ripristinando la funzione delle valvole delle vene profonde con l'aiuto dei metodi sviluppati di correzione chirurgica.

1. Studiare la prevalenza dell'insufficienza valvolare delle vene profonde nelle vene varicose degli arti inferiori.

2. Valutare il decorso clinico delle vene varicose con il fallimento delle valvole delle vene profonde degli arti inferiori.

3. Determinare le indicazioni per valvuloplastica e sviluppare un algoritmo per la scelta della modalità di funzionamento per le vene varicose.

4. Studiare l'efficacia della valvuloplastica usando metodi strumentali di ricerca e valutazione della qualità della vita.

5. Analizzare i risultati a lungo termine delle operazioni volte a ripristinare la funzione valvolare delle vene profonde.

Novità scientifica Viene determinata l'influenza dell'insufficienza valvolare delle vene profonde sul decorso clinico della malattia varicosa degli arti inferiori.

La valutazione e l'analisi comparativa dei risultati dei metodi extrastruviali e intravasali di trattamento chirurgico secondo

ripristinando la funzione della valvola venosa profonda sulla base dei seguenti parametri che determinano l'efficienza delle operazioni: valutazione clinica scala della gravità della malattia - venoso Clinical punteggio di gravità (YCSS), la qualità della vita, ultrasuoni angio-scan legometriya.

È stato sviluppato un algoritmo per la selezione di tattiche operative in pazienti con vene varicose.

Indicazioni scientificamente documentate per l'esecuzione di vari tipi di valvuloplastica in pazienti con vene varicose basate su metodi di ricerca clinica e strumentale.

Un modo fondamentalmente nuovo intravazalnoy Valvuloplastica per il trattamento chirurgico di malfunzionamento della valvola venosa profonda in pazienti con vene varicose con un correttore speciale (RF brevetto №95245 del 27.06.2010). Il vantaggio di questa tecnica rispetto ad altri metodi intravasali è stato stabilito.

Per la prima volta in Russia ha introdotto un "metodo di formare una valvola vena femorale monostvorchatogo comune" nel trattamento chirurgico dei pazienti con primaria venosa avalvulyatsiey profonda, insignito del titolo di vincitore del programma del concorso All-russo "Cento migliori prodotti della Russia" nel 2010

Significato pratico. L'algoritmo sviluppato per la scelta del metodo di trattamento chirurgico dei pazienti con vene varicose consente la selezione dei pazienti per la correzione chirurgica dell'insufficienza delle valvole delle vene profonde degli arti inferiori.

Vengono formulate le indicazioni per l'uso di vari metodi chirurgici di intervento in pazienti con insufficienza valvolare delle vene profonde che contribuiscono a migliorare i risultati del trattamento dei pazienti con vene varicose.

L'uso di nuovi metodi chirurgici per il trattamento dell'insufficienza valvolare delle vene profonde consente di fornire una correzione affidabile del reflusso profondo, ridurre il grado di insufficienza venosa cronica e migliorare la qualità della vita dei pazienti.

Attuazione dei risultati del lavoro. I principali risultati della ricerca sono implementati nella pratica del GAUZ "Interregional Clinical Diagnostic Center" MH RT. materiali tesi utilizzati nel processo di insegnamento del dipartimento di malattie chirurgiche â2 con un corso di Chirurgia Cardiovascolare FPC e docenti University Medical "Kazan State Medical University" Ministero della Salute.

Pubblicazioni. Sono stati pubblicati 18 lavori stampati sui materiali della tesi, tra cui 3 opere pubblicate nelle principali riviste scientifiche peer-reviewed stabilite dalla Commissione di attestazione superiore del Ministero dell'Istruzione e della Scienza della Federazione Russa, 1 brevetto per un modello di utilità è stato ricevuto.

Disposizioni di base da proteggere:

1. Uso Valvuloplastica nel complesso trattamento chirurgico delle varici in pazienti dalle classi cliniche S4-C6 della classificazione CEAP, elimina efficacemente l'inconsistenza dell'apparato valvola e avverte pro-progressione dell'insufficienza venosa cronica.

2. Una variante ottimale della ricostruzione della valvola in caso di malattia varicosa deve essere considerata un valvulo-plastica intravasale con un metodo modificato.

3. Il metodo più adatto per la correzione dei assiali reflusso vene profonde sui precedenti a avalvulyatsii inferiore varicosity arto è formazione monostvorchatogo valvola vena femorale comune.

4. L'operazione di valvuloplastica normalizza l'emodinamica venosa degli arti inferiori e migliora la qualità della vita.

Approvazione del lavoro. Principali disposizioni della tesi sono stati discussi e presentati al 19, 21, 22 e 23 ° Annual International Society conferenze Angiologia e Chirurgia Vascolare (Krasnodar 2008, Samara, 2009; Mosca, 2010, San Pietroburgo, 2012); VII e VIII conferenza scientifica-pratico Russia Flebologia Association (Mosca, 2008, 2010); HUL Congresso panrusso dei chirurghi cardiovascolari della Russia NTSSSH. AN Bakuleva RAMS (Mosca, 2011); Il 5 ° Forum Venerea Internazionale di San Pietroburgo (San Pietroburgo, 2012); una sessione congiunta del Dipartimento di Endoscopia, Generale e Chirurgia Endoscopica, Dipartimento di Chirurgia GBOU DPO Kyrgyz State Medical Academy del Ministero della Salute, Dipartimento di malattie chirurgiche RF №1, cattedra di malattie chirurgiche â2 con un corso di Chirurgia Cardiovascolare FPC e docenti, Dipartimento di Chirurgia Generale Università di Medicina KSMU Ministero della Salute.

Portata e struttura del lavoro. Dissertazione descritto alle pagine 135 dattiloscritti e consiste in un'introduzione, una revisione della letteratura +2 teste propri studi discutono i risultati ottenuti, conclusioni, raccomandazioni pratica, letteratura puntatore, comprendente 90 nazionali ed esteri sorgente 166. Il lavoro è illustrato da 37 tabelle e 32 figure.

Materiali e metodi

Il lavoro svolto presso il Dipartimento di malattie chirurgiche â2 con un corso di Chirurgia Cardiovascolare FPC e docenti University Medical "Kazan State Medical University" della Federazione Ministero della Salute e Gause russo "Interregionale Clinical Diagnostic Center" del Ministero della Salute della Repubblica del Tatarstan.

Il lavoro si è basato sull'analisi dell'esame complesso e del trattamento chirurgico di pazienti con vene varicose di età compresa tra 16 e 78 anni tra il 2006 e il 2010. Un totale di 1.095 arti sono stati esaminati e operati in 1007 persone. Tra questi c'erano 298 (29,6%) uomini e 709 (70,4%) donne.

Le manifestazioni cliniche caratteristiche della gravità della malattia e aveva una sensazione di fatica estremità 1026 (93,7%) casi, transitoria o permanente degli arti edema in 877 (80,1%) pazienti, il dolore e gli spasmi nei muscoli - a 472 (43,1 %). I cambiamenti trofici nei tessuti molli sono stati osservati in 311 (28,4%) pazienti, in 79 (7,2%) di loro erano ulcere trofiche dello stinco. La lesione dell'arto inferiore sinistro è stata rilevata in 570 casi (52,1%), la destra - 525 (47,9%). La durata della malattia era da 6 mesi a 60 anni (una media di 12,8 ± 4,6 anni). La distribuzione degli arti inferiori nei pazienti secondo la classificazione internazionale ampliata del CEAP è presentata nella Tabella 1.

La distribuzione degli arti inferiori (n = 1095) in pazienti nelle classificazioni CEAP _

Clinica (C) (ass.) Eziologia (E) (ass. /) Anatomia (A) (ass. /) Fisiopatologia (R) (ass. /)

Cl 3 (0.3) Her 12 (1.1) As 1095 (100) Pr 1095 (SO)

C4 203 (18,5) EP 1083 (98,9) Ad 561 (51,2) Po 0

C5 29 (2,7) Es 0 Ap 1013 (92,5) Pr, o 0

-8 In alternativa, tutti i pazienti sono stati divisi in due gruppi, a seconda della presenza del CLG. Il primo gruppo consisteva di pazienti con KGVV. 530 (561 arti inferiori) sono stati operati su: 168 (31,7%) uomini e 362 (68,3%) donne di età compresa tra 16 e 78 anni.

Il secondo gruppo era composto da 505 pazienti (534 arti inferiori) senza segni di HNGF. Tutti sono stati operati su vene superficiali. Di questi, gli uomini 135 (26,7%), le donne 370 (73,3%). L'età dei pazienti variava da 16 a 76 anni.

Sono stati usati metodi clinici e strumentali per valutare i risultati. I metodi clinici hanno utilizzato la scala di gravità della malattia e un questionario sulla qualità della vita dei pazienti. Per la diagnostica strumentale sono stati utilizzati metodi di indagine a ultrasuoni e radiopachi e legometria.

Per uniformare la valutazione dei pazienti con sintomi di CVI utilizzati valutazione clinica della scala di gravità della malattia - venosa punteggio di gravità clinica (VCS), con una stima puntuale della gravità di prove soggettiva e oggettiva della malattia 10 e il calcolo dell'indice di scala gravità della malattia, pari alla somma dei punteggi per ogni attributo.

Ai fini della valutazione della qualità della vita, è stato utilizzato un questionario di punteggio specializzato sulla qualità della vita di un paziente con CVI - Questionario per insufficienza venosa cronica (CIVIQ). Dopo aver completato il questionario da parte del paziente, i risultati quantitativi sono stati riassunti con il punteggio finale.

Per studiare il sistema venoso degli arti inferiori, sono stati utilizzati metodi di angiografia duplex a ultrasuoni con mappatura color Doppler del flusso sanguigno e dopplerografia a onda continua. La ricerca è stata effettuata sui dispositivi "LOGIQ-400", "LOGIQ-500" e "Voluson 700 Expert". Abbiamo studiato le caratteristiche anatomiche e le anomalie nella struttura del sistema venoso, i parametri qualitativi e quantitativi del reflusso venoso. L'esame è stato condotto in posizione orizzontale e verticale e utilizzando campioni idrodinamici (test standardizzato Valsalva, test di compressione, provocazione del flusso sanguigno durante lo sforzo fisico, respirazione forzata e ritardo).

La flebografia a contrasto ai raggi X è stata eseguita sui dispositivi Advantx GE e Innova 3100 GE usando agenti di contrasto non ionici: ultravista, omnipak e ottica. Le vene sono state contrastate in una posizione orizzontale e verticale

paziente mediante puntura percutanea delle vene femorali e popliteali mediante l'ago di Seldinger nei punti di proiezione standard.

Per valutare la dinamica della sindrome degli arti inferiori edematosa, è stato utilizzato uno strumento standardizzato "1-o-Meter" per misurare il volume malleolare (perimetro della circonferenza delle caviglie) ad una certa distanza dal pavimento.

Caratteristiche degli interventi chirurgici eseguiti.

Tutti i pazienti senza KGVV sono stati sottoposti a chirurgia venectomica combinata sul sistema venoso superficiale.

In pazienti con KNGV seguenti operazioni sono state eseguite: 468 (83,4%) pazienti avevano un venectomy combinato, 39 (7%) pazienti hanno completato valvuloplastica combinato con pazienti utilizzando isolato valvoplastica Venectomy, 54 (9,6%).

Sono stati eseguiti un totale di 93 valvuloplastie. Pertanto, le operazioni sulle valvole delle vene profonde sono state eseguite nell'8,5% dei pazienti inclusi nello studio o nel 16,6% dei pazienti con KGVV. Le indicazioni per valvuloplastica sono state esposte solo nel caso di reflusso assiale su vene profonde con una durata superiore a 5 s dal programma Doppler a ultrasuoni e una velocità lineare media superiore a 5 cm / s. L'operazione di valvuloplastica è stata eseguita in pazienti con forme gravi di CVI. Tutti hanno avuto cambiamenti trofici nei tessuti molli.

Per valutare il gruppo basico identificato di pazienti, tra cui una 81 persona che ha condotto extra ed intrava maglieria valvuloplastica, esclusi pazienti dopo valvola formazione monostvorchatogo, a causa della mancanza di gruppi di controllo in questo gruppo di pazienti. Un gruppo di confronto è stato anche isolato da 46 pazienti dopo una venectomia combinata con un KGV-III / grado. Nella classificazione CEA, i pazienti di entrambi i gruppi erano comparabili e non differivano qualitativamente.

Come operazione protesica, abbiamo utilizzato la valvuloplastica della vena femorale in una delle modifiche (Tabella 2). Una correzione valvolare extravascolare (EBCC) è stata eseguita in 34 pazienti, pari al 36,6% di tutte le operazioni sulle valvole. La correzione valvolare intra-valvolare (IVCC) è stata utilizzata in 47 casi (50,5%), in 18 (19,3%) di essi IVKK è stato eseguito con metodi tradizionali e in 29 (31,2%) con una procedura modificata.

La peculiarità della valvuloplastica modificata era l'uso di uno speciale correttore rotondo (brevetto RF n. 95245 del 27 giugno 2010) durante lo stadio principale -

alette della valvola con la formazione di una nuova linea di commissura. Per prevenire lo sviluppo di ectasia, l'area della valvola è stata bendata sovrapponendo tre suture subventive.

Tipi di chirurgia ricostruttiva eseguita in pazienti con KNEH

Tipo di operazione Quantità

Valvuloplastica extravasale 34 36.6

EECC di A.N. Vedensky 8 8.6

EECC di R. Kistner 20 21.5

EECC S. Raju 6 6.5

Valvuloplastica intravasale 47 50.5

IVKK di R. Kistner 14 15

IVKK di S. Raju 3 3.2

IVKK di V. Sottiurai 1 1.1

IVKK con il metodo modificato 29 31.2

Gruppo principale (EECC + CPI) 81 87.1

Formare una valvola monoblocco OVB 12 12.9

L'operazione di formare una valvola monoculare della vena femorale comune (OBV) secondo J.C. Opie (2008) ha eseguito 12 (12,9%) pazienti. L'essenza dell'operazione consisteva nel tagliare un lembo rettangolare nella parete dell'OBV, da cui si ricavava una futura valvola mono-foglia usando tecniche microchirurgiche. Quest'ultimo si muoveva liberamente nel lume della vena, senza interferire con il flusso di sangue e non prolasso in caso di flusso di sangue retrogrado. Il difetto della parete venosa era coperto con una pezza di politetrafluoroetilene.

I risultati a lungo termine degli interventi chirurgici eseguiti sono stati valutati dopo 12 mesi in 63 pazienti dopo chirurgia valvulo-plastica e in 33 pazienti del gruppo di confronto.

L'analisi statistica è stata effettuata con l'aiuto di BIOSTAT e Microsoft Office Excel 2010. Le caratteristiche cliniche dei pazienti sono presentate utilizzando i metodi di statistica descrittiva (valori medi, percentuali). L'affidabilità della differenza tra i gruppi di studio, a seconda del tipo di tratti analizzati, è stata valutata utilizzando il test t di Student,

x2 - Il criterio di Pearson e il criterio di Fisher (analisi della varianza). Le differenze sono state considerate statisticamente significative in p - un questionario sulla qualità della vita di un paziente con insufficienza venosa cronica

USBB - scala clinica di valutazione della gravità

Firmato in stampa il 18 marzo 2013 Formato 60x84 '/ | 6. Fogli di stampa 1. Carta offset, circolazione 100. Ordine K-19. Stampato in

città di Kazan, st. Mushtari 11, tel. 259-56-48. E-mail: [email protected]

Il testo del lavoro scientifico sulla medicina, la tesi del 2013, Ahmetzyanov, Rustem Vilevich

Istituto educativo del bilancio dello Stato

Istruzione professionale superiore "Kazan State Medical University" del Ministero della Salute della Federazione Russa

Come manoscritto

AHMETZYANOV RUSTEM VILEVICH

RECUPERO DELLA FUNZIONE VASCOLARE DI VENE PROFONDE IN MALATTIA VARICOSE DI ARTI INFERIORI

Tesi di laurea per il grado di candidato di scienze mediche

dottore in scienze mediche, professore

ELENCO DEGLI ACRONIMI 4

CAPITOLO 1. REVISIONE LETTERARIA 12

1.1. Eziologia, patogenesi e classificazione della malattia varicosa 12

1.2. Metodi per ripristinare la funzione valvolare delle vene profonde in una malattia varicosa e la loro valutazione emodinamica

CAPITOLO 2. MATERIALE E METODI DELLO STUDIO 39

2.1. Caratteristiche generali delle osservazioni cliniche 39

2.2. Metodi di ricerca 43

2.2.1. Valutazione della gravità delle manifestazioni di insufficienza venosa cronica degli arti inferiori

2.2.2. Studiare la qualità della vita dei pazienti 45

2.2.3. Ultrasonic Duplex Angioscanning 48

2.2.4. Flebografia radiopaca 52

2.2.5. Lethometry 52

2.3. Caratteristiche degli interventi operativi condotti 53 CAPITOLO 3. RISULTATI DELLA PROPRIA RICERCA E LORO 65 DISCUSSIONE

3.1. Metodi clinici nella valutazione dei risultati dello studio 65

3.1.1. Valutazione clinica generale dei risultati dello studio 65

3.1.2. Valutazione clinica dei risultati delle operazioni di correzione dell'insufficienza valvolare delle vene profonde sulla scala di USBB

3.1.3. Valutazione della qualità della vita nei pazienti dopo operazioni ricostruttive sull'apparato valvolare delle vene profonde

3.2. Valutazione strumentale dei risultati della ricerca 78 3.2.1. Valutazione dei risultati di ecografia angiografica e transferografia a contrasto a raggi X.

3.2.2. Valutazione strumentale dei risultati delle operazioni di correzione per insufficienza venosa profonda profonda

3.2.3. Valutazione della dinamica dell'edema dopo le operazioni di correzione dell'insufficienza valvolare delle vene profonde mediante uno strumento standardizzato "Lego-Meter"

3.3. Valutazione dei risultati dell'operazione di formazione della valvola monoculare 90 della vena femorale comune

DISCUSSIONE DEI RISULTATI DELLO STUDIO 94

RACCOMANDAZIONI PRATICHE 109

ELENCO DELLA LETTERATURA UTILIZZATA PRINCIPALE 110

BV - vena femorale

BPV - una grande vena sottocutanea

VBNK - malattia varicosa degli arti inferiori

IPCC - un indicatore integrale della qualità della vita

IVKK - correzione della valvola intravasale

QOL - qualità della vita

HFG - Insufficienza valvolare delle vene profonde

MMP - metalloproteinasi di matrice

MPV - piccola vena safena

OBV - vena femorale comune

PkV - vena poplitea

CVI - insufficienza venosa cronica

Malattia cronica delle vene

EVKK - correzione della valvola extravasale

CEAR - Classificazione internazionale delle malattie veneree croniche CIIO - questionario sulla qualità della vita per un paziente con insufficienza venosa cronica

USBB - scala clinica di valutazione della gravità

L'urgenza del problema. Le malattie venose croniche (CVD) sono diffuse tra la popolazione dei paesi industrialmente sviluppati. L'incidenza delle malattie cardiovascolari a livello mondiale è dell'83,6% (Rabe E., Guex J.J., Puskas A. et al., 2012). Nei paesi con un sistema di assistenza medica sviluppato, i costi totali per il loro trattamento vanno dall'1 al 3% del budget totale per la salute (Bogachev V.Yu., Zolotukhin IA, Kuznetsov Yu.V., 2008). Fino a tre quarti di questi pazienti presentano lesioni profonde delle vene (Boudouroglou D., Kakkos S.K., Ge-roulakos G., 2004). Le ulcere venose attive o guarite si trovano in circa l'1% di tutti gli intervistati (Bogachev V.Yu., Zolotukhin IA, Kuznetsov Yu.V., 2008). Secondo alcune stime, il costo del trattamento delle ulcere venose negli Stati Uniti varia da 1,9 a 2,5 miliardi di dollari all'anno (Andros G., Armstrong D.G., Attinger C. et al., 2006).

La malattia varicosa degli arti inferiori (VBNK) è una delle patologie più comuni tra le malattie chirurgiche. Nella struttura complessiva della morbilità, è del 5% e tra le lesioni del letto vascolare periferico raggiunge il 40% (Gavrilenko A.B., 2012).

Le vene varicose colpiscono circa un terzo della popolazione adulta, portando a significativi stress psicologici, fisici e finanziari (Sândor T., 2010; Atta NM, 2012; Gomez I., Benyahia S., Le Dali J. et al., 2012; Malgor RD, Labropoulos N., 2012). Secondo alcuni autori, la prevalenza di VBN raggiunge il 57,1% (Bihari I., Tog-noci L., Bihari P., 2012). studio Framingham Famoso ha mostrato una crescita annua di vene varicose in donne e uomini - del 2,6 e 1,9%, rispettivamente (VY Bogachev, Zolotukhin IA, Kuznetsov Yu, 2008).

La malattia è tipica per i pazienti di entrambi gli individui di età matura e di pensionamento, con frequenti disturbi trofici, che porta ad una diminuzione della qualità della vita (QoL) dei pazienti, della loro disabilità e

esclusione ciale. E 'interessante e l'impatto di questa malattia sulla componente psico-emotivo di salute - nel 29% dei pazienti con VBNK segnato sintomi depressivi associati alla presenza della malattia (Sritharan K., vicolo T.R., Davies AN, 2012). L'importanza del problema è aggravato dal fatto che VBNK riconosciuta come un fattore di rischio per la trombosi venosa profonda ed embolia polmonare (Müller-Bühl U., Leutgeb R., Engeser P. et al., 2012).

Ruolo significativo in emodinamica degli arti inferiori è assegnato alle vene profonde, secondo cui fino all'85% dei flussi di volume del sangue (Vakhitov M.Sh., Bolshakov OP, 2011).

Sconfiggere valvole venose profonde in varicosità si verifica in media 10-15% dei pazienti, e secondo alcuni autori raggiunge 54% (Savel'ev aC, Gologorsky VA, Kirienko AI et al, 2001 ;. Ignat'ev IM., Bredikhin PA, Safiullin LI, Obukhov, TN, 2003; Churikov DA, Kiriyenko AM, 2006; AR Zubarev, Krivosheeva NV 2007; Labropoulos N., Leon M., Ge-roulakos G. et al., 1995; Magnusson MB, Nelzen O., Risberg W., Sivertsson R., 2001). A.H. Vedensky (1983) ha notato il fallimento di valvole ed ectasia delle vene profonde nell'86% delle persone con vene varicose. In presenza di ulcere venose, il tasso di reflusso primario per le vene profonde è del 73% (Bergan J.J., 2007). guasto della valvola di trombosi venosa profonda (KNGV) è uno dei motivi principali per lo sviluppo e la progressione di VBNK (Yablokov EG, Kirienko AI Bogachev VY, 1999; Savelyev VS, VA Gologorsky Kiriyenko A I.I. et al., 2001; Mahatilov GM, 2009; Lurie F., Kistner R., Perrin M. et al., 2010). Le forme più gravi di insufficienza venosa cronica (CVI) si osservano quando l'apparato valvolare delle vene profonde è danneggiato (Ignatyev IM, 1999).

Il principale metodo di trattamento delle forme di vene varicose clinicamente espresse è chirurgico, il cui obiettivo è quello di eliminare le manifestazioni di insufficienza venosa (Dobrokvashin C.B., Yakupov P.P., 2008, Sla-

Vini DA, Chugunov AN, Karavaeva H.H. e altri, 2010). Le operazioni per le vene varicose sono tra le più frequenti di tutti gli interventi chirurgici eseguiti nei reparti chirurgici. Secondo A.B. Pokrovsky, solo 154 rapporti del Dipartimento di Chirurgia Vascolare russo Venectomy 33.615 è stato fatto nel 2011 (Pokrovskiy, A.B., Gontarenko VN 2012). Il trattamento di routine di questa patologia porta a una sua comprensione semplificata e, di conseguenza, a interventi strutturati. La maggior parte dei centri flebologiche-zione, sia nel nostro paese e all'estero, il trattamento chirurgico in questa patologia è ridotta alle operazioni sulla superficie e vene perforanti, senza tener conto dello stato di valvola venosa profonda. insufficiente sviluppo del sistema di cura perfetta flebologico nel nostro paese, ha stimolato la creazione di centri medici commerciali, dove gli specialisti non sempre hanno sufficiente esperienza nel trattamento di HZV, per cui il trattamento chirurgico nella maggior parte dei casi è puramente cosmetico in natura, senza tener conto dei principi fisiopatologici e tenta di eliminare le cause di instabilità emodinamica. I precedenti risultati in un'alta frequenza di recidiva postoperatoria del 4-10% negli ospedali e vascolare specializzata 15-80% - in chirurgia generale (Ignat'ev IM, Bredikhin PA, Safiullina LI, Obuhova TN, 2003; Aluha-nyan OA, Aristov DS, Serdyuchenko ID e altri, 2006 ;. Gavrilenko AB, 2012). Una delle principali ragioni di questo è il fallimento delle valvole venose profonde (unrelieved Gavrilenko AB, 1999; Aluhanyan OA, Aristov DS, Serdyuchenko ID e altri, 2006 ;. Sushkov SA, Skomoroschenko VA 2012 ).

Nonostante la lunga storia dello studio delle vene varicose, non esiste un unico punto di vista sull'opportunità di operazioni di restauro e correttivi sulle valvole delle vene profonde degli arti inferiori e la scelta di un metodo ottimale di valvoplastica (Perrin M., 2008).

Le operazioni sulle valvole del sistema venoso profondo con lo scopo di correggere il reflusso sono raramente praticate. Molti li considerano rischiosi,

a causa della invasività di altre altri insignificanti credono che la loro efficienza è insufficiente confermato (Lugli M., S. Guerzoni, Garofalo M. et al, 2009 ;. Moore H.M., Gohel M.S., Davies A.H., 2010).

Lo scopo principale di queste operazioni è di migliorare l'emodinamica venosa negli arti inferiori con l'approccio alla correzione fisiologica e la successiva eliminazione delle manifestazioni CVI.

Da quanto sopra è evidente l'urgenza di ulteriori studi e miglioramento dei metodi di trattamento chirurgico delle vene varicose, la definizione di chiare indicazioni correzione di valvola venosa profonda, così come un approccio differenziato alla scelta dei metodi chirurgici per l'eliminazione del reflusso nelle vene profonde.

Partendo dall'urgenza e dal significato scientifico e pratico del problema in esame per la medicina moderna, abbiamo identificato e fissato l'obiettivo e i seguenti compiti.

Obiettivo: migliorare i risultati del trattamento dei pazienti con vene varicose degli arti inferiori ripristinando la funzione delle valvole delle vene profonde con l'aiuto dei metodi sviluppati di correzione chirurgica.

1. Studiare la prevalenza dell'insufficienza valvolare delle vene profonde nelle vene varicose degli arti inferiori.

2. Valutare il decorso clinico delle vene varicose con il fallimento delle valvole delle vene profonde degli arti inferiori.

3. Determinare le indicazioni per valvuloplastica e sviluppare un algoritmo per la scelta della modalità di funzionamento per le vene varicose.

4. Studiare l'efficacia della valvuloplastica usando metodi strumentali di ricerca e valutazione della qualità della vita.

5. Analizzare i risultati a lungo termine delle operazioni volte a ripristinare la funzione valvolare delle vene profonde.

Novità scientifica L'influenza dell'insufficienza valvolare

profonde vene sul decorso clinico delle vene varicose degli arti inferiori.

Una valutazione e un'analisi comparativa dei risultati ekstravazal-zione e metodi intravazalnyh del trattamento chirurgico per ripristinare la funzione di valvola di venosa profonda sulla base dei seguenti indicatori che determinano l'efficacia delle operazioni: una scala di valutazione clinica della gravità della malattia - venosa clinica Severity Score (VCS), la qualità della vita, l'ecografia scansione di, legometriya.

È stato sviluppato un algoritmo per la selezione di tattiche operative in pazienti con vene varicose.

Indicazioni scientificamente fondate per l'esecuzione di vari tipi di valvuloplastica in pazienti con malattia varicosa sulla base di metodi di ricerca clinica e strumentale.

Un metodo fondamentalmente nuovo per la chirurgia valvuloplastica intravasale per il trattamento chirurgico dell'insufficienza valvolare delle vene profonde nei pazienti con vene varicose è proposto con l'aiuto di un correttore speciale (brevetto RF No. 95245 del 27 giugno 2010). Il vantaggio di questa tecnica rispetto ad altri metodi intravasali è stato stabilito.

Per la prima volta in Russia ha introdotto un "metodo di formare una valvola monostvorchatogo vena femorale comune" per il trattamento chirurgico di pazienti con avalvulyatsiey primaria vene profonde, che ha assegnato il vincitore di tutta la Russia programma concorso "Cento migliori prodotti della Russia" nel 2010

Significato pratico. L'algoritmo sviluppato per la scelta del metodo di trattamento chirurgico dei pazienti con vene varicose consente la selezione dei pazienti per la correzione chirurgica dell'insufficienza delle valvole delle vene profonde degli arti inferiori.

Le indicazioni per l'uso di vari metodi chirurgici di intervento in pazienti con insufficienza valvolare delle vene profonde che contribuiscono a migliorare i risultati del trattamento dei pazienti con vene varicose

L'uso di nuovi metodi chirurgici per il trattamento dell'insufficienza valvolare delle vene profonde consente di fornire una correzione affidabile del reflusso profondo, ridurre il grado di insufficienza venosa cronica e migliorare la qualità della vita dei pazienti.

Attuazione dei risultati del lavoro. I principali risultati della ricerca sono introdotti nella pratica del GAUZ "Interregional Clinical-Diagnostic Center" del Ministero della Sanità della Repubblica del Tatarstan. I materiali della tesi sono utilizzati nel processo educativo del Dipartimento di Malattie Chirurgiche №2 con il corso di chirurgia cardiovascolare del FPK e PPS dell'Università Statale di Medicina dell'Università Statale di Kazan del Ministero della Salute della Federazione Russa.

Pubblicazioni. 18 articoli di ricerca sono stati pubblicati sui materiali della tesi, 3 articoli sono stati pubblicati nelle principali riviste scientifiche peer-reviewed e nelle pubblicazioni incluse nella Lista VAK del Ministero dell'Istruzione e della Scienza della Federazione Russa, è stato ricevuto un brevetto per un modello di utilità.

Disposizioni di base da proteggere:

1. Uso Valvuloplastica nel complesso trattamento chirurgico delle varici in pazienti dalle classi cliniche S4-C6 della classificazione CEAP, elimina efficacemente l'inconsistenza dell'apparato valvola e impedisce la progressione dell'insufficienza venosa cronica.

2. Una variante ottimale della ricostruzione della valvola per la malattia varicosa deve essere considerata la valvuloplastica intravasale con un metodo modificato.

3. Il metodo più adatto per la correzione dei assiali reflusso vene profonde sui precedenti a avalvulyatsii inferiore varicosity arto è formazione monostvorchatogo valvola vena femorale comune.

4. L'operazione di valvuloplastica normalizza l'emodinamica venosa degli arti inferiori e migliora la qualità della vita.

Approvazione del lavoro. Principali disposizioni della tesi sono stati discussi e presentati al 19, 21, 22 e 23 ° Annual International Society conferenze Angiologia e Chirurgia Vascolare (Krasnodar 2008, Samara, 2009; Mosca, 2010, San Pietroburgo, 2012); VII e VIII del convegno scientifico-pratico Russia Flebologia Association (Mosca, 2008, 2010); XVII Congresso Panrusso of Cardiovascular Surgeons russo NTSSSH loro. AN Bakuleva RAMS (Mosca, 2011); Il 5 ° Forum Venerea Internazionale di San Pietroburgo (San Pietroburgo, 2012); una sessione congiunta del Dipartimento di Endoscopia, Generale e Chirurgia Endoscopica, Dipartimento di Chirurgia GBOU DPO Kyrgyz State Medical Academy del Ministero della Salute, Dipartimento di malattie chirurgiche RF №1, cattedra di malattie chirurgiche â2 con un corso di Chirurgia Cardiovascolare FGZH e docenti, Dipartimento di Chirurgia Generale Medical University KSMU del Ministero della Salute.

1.1. Eziologia, patogenesi e classificazione delle vene varicose

Siete Interessati Circa Le Vene Varicose

La frequenza cardiaca per età nelle donne, possibili deviazioni

Prevenzione

Da questo articolo imparerai: quale dovrebbe essere il polso nella norma nelle donne, come i valori normali cambiano con l'età. Cosa possono dire le deviazioni dalla norma....

Come abbassare il polso a casa in modo rapido ed efficace

Prevenzione

Da questo articolo imparerai: come ridurre il polso a casa, applicando i metodi elaborati da anni. Metodi di riduzione rapida del polso mediante esercizi fisici e respiratori speciali e altri metodi non medicamentosi....