Prolasso rettale

Prevenzione

Il prolasso rettale (o prolasso rettale) è una patologia proctologica rara e viene rilevato solo nello 0,5% dei pazienti. Nelle fasi iniziali del suo sviluppo, non rappresenta una minaccia significativa per la salute e la vita del paziente, ma la sua presenza appesantisce in modo significativo la vita e peggiora la sua qualità, infastidendo sia i problemi quotidiani che influenzando lo stato della psiche da fattori.

In questo articolo, vi faremo conoscere una varietà di cause, forme e stadi, segni, metodi di diagnosi, conservativa, trattamento chirurgico e prevenzione del prolasso del retto. Queste informazioni ti aiuteranno a capire la natura del disturbo, sarai in grado di sospettare in tempo i suoi primi segni allarmanti e in tempo contattare il medico.

Con il prolasso rettale, questa parte dell'intestino esce parzialmente o completamente dall'ano. La malattia è causata dalla mobilità del segmento inferiore dell'intestino. Per questo motivo, il retto si allunga e inizia a "cadere" nell'ano, lasciandolo fuori. Con questa patologia, il paziente può cadere da 1 a 20 cm dell'intestino.

Secondo le statistiche, la malattia viene rilevata con la stessa frequenza nelle persone di diverse età. Due volte più spesso, il prolasso del retto è osservato negli uomini, e questo fatto è spiegato dal fatto che sono i rappresentanti del sesso più forte che sono costretti a impegnarsi in un pesante lavoro fisico.

motivi

Nella maggior parte dei casi, il prolasso del retto è causato da diverse cause e fattori predisponenti. Questa natura polietologica di questa malattia è associata alle peculiarità della struttura di questa parte dell'intestino.

I principali fattori predisponenti alla comparsa del prolasso sono le seguenti caratteristiche anatomiche costituzionali:

  • un mesentere allungato;
  • disposizione verticale della colonna vertebrale sacro-coccigea;
  • un colon sigmoideo allungato;
  • crescita eccessiva o anomala dei muscoli del pavimento pelvico che trattengono l'intestino distale in posizione fisiologica;
  • aumento della pressione intra-addominale;
  • riduzione delle proprietà contrattili dello sfintere anale o dell'ano anulare.

Causando il prolasso del retto può anche alcune condizioni patologiche e disturbi:

  • emorroidi;
  • neoplasia o polipi del retto;
  • propensione a costipazione o diarrea, che portano a frequenti tensioni nell'atto di defecare;
  • trauma e precedente chirurgia per organi pelvici;
  • grave parto durante il travaglio, accompagnato da rottura del perineo o trauma dell'ano;
  • patologie neurologiche: paresi, lesione del nervo, paralisi, neoplasma cerebrale o midollo spinale;
  • associato con il sollevamento di oggetti pesanti o attività fisica pesante, esercizio fisico o attività professionale;
  • frequenti rapporti sessuali nel retto.

forma

A seconda della gravità delle manifestazioni cliniche, gli specialisti distinguono 4 gradi di gravità del prolasso rettale:

  • I - il prolasso della parte dell'intestino dal lume dell'ano si verifica solo quando si sforzano, e dopo la sua cessazione l'intestino è nuovamente retratto in posizione;
  • II - mucosa dell'intestino diventa visibile solo durante la defecazione ed è in grado di ritornare al luogo di loro, ma il processo è estremamente lento, e la condizione patologica risultante può essere accompagnato da sanguinamento minore causato dalla rottura di piccoli vasi sanguigni quando pizzicare parti dell'intestino nelle pieghe;
  • III - il prolasso della parte dell'intestino avviene non solo durante la defecazione, ma anche altri sforzi fisici, e il retto non può essere regolato indipendentemente e il paziente ha spesso emorragia, incontinenza di feci e gas;
  • IV - parte dell'intestino cade anche durante le normali attività (a piedi, cercando di alzarsi da una sedia, ecc...), non può ridurre un sé, i suoi spettacoli mucose segni di lesioni necrotiche e il paziente si lamentava di una violazione della sensibilità e prurito ano.

sintomi

Prolasso prolasso può svilupparsi gradualmente o, in casi più rari, si verifica all'improvviso, dal momento che il tasso di comparsa di questa patologia dipende dalla gravità e l'insieme delle cause che lo causano.

La ragione per la comparsa di primi segni improvvisi della malattia può essere:

  • eccessivo sforzo durante lo svuotamento dell'intestino;
  • tosse, starnuti gravi;
  • sollevando un oggetto pesante.

In tali casi, l'uscita della parte dell'intestino dall'ano è accompagnata da una marcata sindrome da dolore e in alcuni pazienti, a causa di un dolore così intenso, può svilupparsi una reazione d'urto.

Più spesso il prolasso del retto avviene non bruscamente, ma gradualmente. Di solito, per la prima volta, una parte della mucosa cade dall'ano durante gli escrementi, ma dopo di ciò l'intestino ritorna in modo indipendente. L'insorgenza di questo sintomo può passare impercettibilmente per alcuni pazienti, mentre altri sono stimati come sensazioni spiacevoli e un'occasione per il verificarsi di eccitamenti.

Dopo un certo periodo di tempo, la sua durata può essere diversa per i diversi pazienti ed è determinata dall'insieme delle cause della malattia, la parte in caduta del retto non è più autoregolante e il paziente deve restituirla manualmente. Inoltre, vi è uno o l'altro insieme dei seguenti segni della malattia:

  • sensazione di disagio e / o corpo estraneo nell'ano;
  • sensazione di falsa urgenza di defecare;
  • la comparsa di dolori che aumentano con uno sforzo più intenso e il rilascio di feci verso l'esterno;
  • sindrome da dolore intensivo (fino a reazioni da shock) con improvvisa perdita di parte dell'intestino;
  • la comparsa di tracce sul lino dovute allo scarico degli escrementi dal lume della natura mucosa o sanguinante;
  • l'apparizione sulla mucosa del retto di gonfiore, arrossamento e processi distruttivi sotto forma di ulcere.

Se il prolasso del retto continua per un lungo periodo e il paziente non consulta un medico per un trattamento adeguato, la patologia è gravata da disturbi nel funzionamento del sistema urinario. Questi sintomi si manifestano dai seguenti sintomi:

  • frequente voglia di urinare;
  • difficoltà nel rimuovere l'urina;
  • minzione intermittente.

Se la parte dell'intestino lasciato cadere è iniettata in modo errato o errato, le sue parti potrebbero essere compromesse. Di conseguenza, ischemia ed edema si sviluppano su tali siti. Inoltre, un tale disturbo nell'alimentazione di parte del retto può comportare la sua necroticisation e ostacolare in modo significativo un ulteriore trattamento.

In alcuni casi, si verificano le seguenti situazioni:

  • il prolasso del retto è combinato con una malattia proctologica come le emorroidi;
  • le persone la cui professione non è connessa con la medicina, confondono queste due patologie dell'intestino distale, che hanno manifestazioni simili.

Nel primo caso, i sintomi delle malattie si faranno sentire molto più acutamente e accompagnati da sanguinamento più frequente e abbondante. Inoltre, quando si tenta di sondare una parte dell'intestino caduto, il paziente sarà in grado di rilevare la presenza di piccole foche - emorroidi - sulla sua superficie.

Quando falsa autodiagnosi, cioè, in quest'ultimo caso, i pazienti di solito confondere questi due malattia proctology causa della somiglianza dei loro sintomi, come con prolasso dell'ano cade parte dell'intestino, e con emorroidi - emorroidi soltanto. Eliminare l'errore di riconoscimento di tali malattie potrebbero seguente fatto: per sondare porzione dell'intestino prolasso causa prolasso feltro trasversali solchi ricettività mucosa, e le emorroidi - sono percepiti come pieghe longitudinali.

Fasi della malattia

A seconda della gravità dei sintomi clinici i proctologi distinguono durante il prolasso del retto 4 fasi principali:

  • Io - solo la mucosa della parte distale dell'intestino cade dall'ano ed è visibile solo nell'atto di defecazione;
  • II - tutte le parti del retto cadono dall'ano, ma possono auto-correggersi;
  • III - l'intero retto viene rilasciato dall'ano e non può più essere regolato senza aiuto;
  • IV - non solo il retto cade dall'ano, ma anche alcune parti del sigmoide.

diagnostica

Nella maggior parte dei casi, quando si diagnostica il prolasso del retto, non vi è alcuna difficoltà, dal momento che questa malattia è facilmente rilevabile e raramente richiede una differenziazione con altre patologie. Se il paziente si rivolge al medico-proctologo nei primi stadi della malattia, durante l'esame su una sedia speciale il medico gli chiede di simulare il processo di defecazione (cioè, di sforzo). Quando compare una parte della mucosa rettale distale, la diagnosi è confermata. Dopo questo, il medico esegue un esame delle dita del retto e valuta lo stato del sollievo della mucosa.

In alcuni casi, i seguenti tipi di esami sono assegnati per confermare la diagnosi e chiarire il grado di danno tissutale nell'area dell'ano e del retto:

  • Radiografia con sospensione di bario: consente di valutare le caratteristiche anatomiche, il funzionamento, il tono e le condizioni del tessuto muscolare del retto;
  • sigmoidoscopia: dà l'opportunità di valutare visivamente la condizione della mucosa e determinare la gravità delle complicanze insorte durante il prolasso;
  • anoscopia anorettale - eseguita per valutare le funzioni dello sfintere anale;
  • Colonscopia - eseguita per identificare i cambiamenti patologici che hanno causato il prolasso del retto.

Quando si effettuano gli studi sopra descritti, possono comparire segni di una patologia abbastanza comune - cancro del retto. Se si sospetta la presenza di tumori in questa parte dell'intestino, viene effettuata una biopsia tissutale da aree sospette e viene eseguita un'analisi istologica per confermare o negare la malattia.

trattamento

Il piano di trattamento per il prolasso rettale è determinato dalla gravità della patologia, dall'età e dalla salute generale del paziente. Nei bambini che hanno questa malattia spesso causata da diarrea, è spesso sufficiente eliminare le cause del disturbo delle feci e condurre una terapia conservativa volta ad eliminare i segni di infiammazione della mucosa rettale. Lo stesso piano di trattamento può anche essere prescritto per alcuni casi clinici lievi in ​​pazienti adulti.

Le seguenti raccomandazioni possono essere incluse nel piano di trattamento conservativo:

  • eliminazione dei disturbi delle feci (ad esempio, modifica della dieta, trattamento delle malattie che causano disturbi alle feci, ecc.);
  • eliminazione di pesanti sforzi fisici;
  • rifiuto di contatti sessuali anali;
  • rafforzare i muscoli del pavimento pelvico utilizzando esercizio speciale: alternativamente stringendo i muscoli dello sfintere e perineo e del bacino aumento verso l'alto in posizione supina con le gambe piegate le ginocchia (piedi allo stesso tempo devono essere sul pavimento);
  • fisioterapia: massaggio rettale, stimolazione delle fibre muscolari con corrente elettrica, ozono terapia, balneoterapia;
  • iniezione di iniezioni per rafforzare i tessuti nella zona rettale.

Inoltre, al paziente possono essere assegnati vari agenti sintomatici: analgesici, vitamine, tonico generale o farmaci antinfiammatori.

La maggior parte degli esperti nota che la terapia conservativa è efficace solo se il prolasso del retto si verifica non più di 3 anni e il paziente non ha cambiamenti pronunciati nella struttura costituzionale-anatomica di quest'area. Anche con l'efficacia di questo metodo di trattamento, il paziente può successivamente sperimentare le recidive. Pertanto, la maggior parte dei pazienti per liberarsi dei problemi associati al prolasso del retto e prevenire l'incontinenza delle feci vengono prescritte operazioni chirurgiche, eseguite con vari metodi.

La scelta della tecnica chirurgica del prolasso rettale dipende dalla natura dei disturbi nella struttura del retto e dei tessuti circostanti. Per la loro eliminazione può essere applicato:

  • plastica del giorno pelvico e del canale dell'ano;
  • correzione della parte caduta dell'intestino;
  • fissazione delle parti distali del retto;
  • resezione intraperitoneale dell'intestino crasso;
  • combinazione delle tecniche di cui sopra.

Ora, per la correzione del prolasso, varie operazioni possono essere eseguite attraverso un taglio sulla parete addominale o attraverso l'ano dell'operazione:

  • metodo Mikulich - escissione circolare di parte dell'intestino;
  • il metodo del deloma - l'escissione della mucosa intestinale con l'applicazione sulla parete muscolare di una serie di suture delle sue cuciture, situate sopra l'ano sotto forma di un rullo;
  • Il metodo di Nelaton è l'escissione patchwork di una parte dell'intestino.

L'operazione più comune è Deloroma, in quanto è la più sicura in termini di complicanze postoperatorie, dà risultati a lungo termine ed è tecnicamente semplice da eseguire. Tuttavia, non è universale e molti pazienti sono raccomandati altri tipi di interventi chirurgici per eliminare il prolasso. Includono quanto segue:

  1. Operazioni di plastica sul pavimento pelvico con le cuciture delle persone di sinistra, accompagnate o non accompagnate dal deposito nel retto. Tale intervento viene raramente eseguito come metodo indipendente, ma in combinazione con altri metodi chirurgici dà buoni risultati.
  2. Resezione del retto e del colon sigmoideo. Sono tenuti solo per indicazioni speciali. Eseguito come supplemento ad altri metodi.
  3. Resezioni intraperitoneali dell'intestino distale. Sono i metodi più radicali, ma a causa dell'elevata traumatizzazione viene eseguito solo un piccolo numero di pazienti.
  4. Interventi di fissaggio. Tali operazioni implicano l'uso di vari mezzi per supportare l'intestino nella posizione corretta (per esempio, mesh Teflon).

Le più diffuse erano quelle tecniche chirurgiche classiche:

  • Il metodo di Ripstein: fissare l'intestino con la maglia di teflon al promontorio;
  • modifica della procedura di Ripstein - fissazione posterolaterale al sacro mediante una rete sintetica;
  • Metodo-fissazione di Zerenin-Kummel dell'intestino al legamento longitudinale della colonna vertebrale mediante suture nodali nella zona del capo (di norma, questo metodo è più adatto per i pazienti con meno di 35 anni).

Dopo la comparsa dei metodi laparoscopici in chirurgia, i proctologi hanno iniziato a implementarli più spesso nella pratica per eliminare il prolasso rettale. Mediante laparoscopia, gli interventi possono essere eseguiti secondo il principio della fissazione post-loop mediante mesh Teflon. La bassa traumatologia di questa tecnica riduce significativamente il tempo di riabilitazione del paziente dopo l'operazione e riduce il numero di giorni che deve essere speso per il trattamento ospedaliero.

Un esempio di una combinazione di diverse tecniche chirurgiche può essere l'operazione Venglovsky. Combina il metodo di levatoroplastica ed escissione della parte intestinale. Un metodo diverso dall'autore V. Vishnevsky comporta restringimento dell'ano con un intestino intra-fissaggio parallelo alla vescica / utero e fissazione dell'intestino al bordo distale dei legamenti sacrali.

Nell'ambito di questo articolo, sono stati considerati solo i metodi più popolari, e in pratica possono essere letti da più di 200. Ecco perché è meglio spiegare l'essenza dell'intervento solo dal medico curante che, quando sceglie un metodo, prende in considerazione tutte le caratteristiche della malattia.

Al termine del trattamento postoperatorio, al paziente vengono fornite raccomandazioni per la riabilitazione. La loro quantità dipende dal tipo di intervento eseguito.

Metodi di prevenzione

Per prevenire il prolasso del retto, che è particolarmente importante per le persone a rischio di questa malattia proctologica, è possibile raccomandare le seguenti misure:

  1. Compilazione corretta del menu e inclusione in esso di quei prodotti che contribuiscono all'eliminazione di stitichezza o diarrea. Eccezione dalla dieta di prodotti semilavorati, piatti grassi, affumicati e salati.
  2. Trattamento completo dei disturbi delle feci.
  3. Rilevazione tempestiva e trattamento di malattie che contribuiscono allo sviluppo del prolasso del retto.
  4. Dose razionale dell'attività fisica. Particolarmente pericolosi in questo caso sono casi improvvisi di sovraccarico dei muscoli del pavimento pelvico (ad esempio, quando si sollevano pesi).
  5. Rifiuto del sesso anale.

I genitori di pediatri e proctologi dei bambini raccomandano di insegnare ai bambini fin dalla piccola età che la sedia dovrebbe essere regolare, e durante l'atto di defecazione è impossibile sovraccaricare l'area del perineo.

previsioni

La prognosi per il prolasso del retto dipende in gran parte dalla gravità dei cambiamenti anatomici, dalla tempestività e dalla correttezza del trattamento. Secondo alcune statistiche, l'eliminazione del prolasso e il miglioramento della funzione di evacuazione dell'intestino sono possibili in circa il 75% dei pazienti.

A quale dottore applicare

Quando ci sono segni di prolasso del retto, che possono essere rilevati dal paziente con l'aiuto delle dita o visivamente, è necessaria la consultazione del proctologo. Per la diagnosi, il medico esegue esami delle dita e nomina una serie di metodi che consentono di esaminare la natura dei cambiamenti dei tessuti (radiografie, sigmoidoscopia, anoscopia anorettale, colonscopia). Se vi è il sospetto di un tumore nel retto, il paziente è sottoposto a una biopsia tissutale da aree sospette, un'analisi istologica del campione bioptico ottenuto e un oncologo è raccomandato.

prolasso rettale è una rara patologia proctologica e richiede un trattamento immediato, dal momento che il decorso a lungo termine della malattia il paziente può sviluppare una serie di complicazioni, aggravando l'esito e il peso interferisce con il loro stile di vita. In alcuni casi, è sufficiente eliminare le cause di prolasso del tratto intestinale, e di trattamento conservativo, ma nella maggior parte delle situazioni cliniche, i pazienti sono incoraggiati a trattamento chirurgico, che permette di risolvere il problema attuale è più radicale e dare remissione a lungo termine o la cura.

Il chiroproctologo V. O. Kruglov parla del prolasso del retto:

Prolasso rettale: cause, sintomi e trattamento

Circa lo 0,5% dei pazienti con disturbi proctologici soffre di prolasso del retto. Questo è un numero trascurabile, quindi la malattia è considerata molto rara.

Tuttavia, non può essere ignorato: l'assenza di trattamento faciliterà il prolasso dell'intestino per tutta la lunghezza (in un adulto - fino a 20 cm).

Che cos'è e perché sta succedendo?

Vista generale del problema, foto

Gli scienziati ritengono che la malattia inizi con una violazione della pervietà del tratto gastrointestinale - intussuscezione dell'intestino. In altre parole, un intestino viene impiantato nel lume di un altro. Questo fenomeno è caratteristico dei bambini, ma si verifica anche negli adulti.

Eppure non solo per questo motivo si sviluppa la malattia. Ci sono una serie di fattori che provocano la malattia e riguardano le caratteristiche anatomiche del corpo:

  • muscoli del pavimento pelvico deboli (non affrontare la tensione durante la defecazione);
  • profondità anormalmente grande del peritoneo parietale (area tra l'utero e il retto);
  • mesentere troppo lungo (serve a fissare gli organi cavi del peritoneo alla parete dell'addome);
  • un colon sigmoideo allungato (situato di fronte a una linea retta);
  • sfintere anale indebolito;
  • aumento della pressione all'interno della cavità addominale;
  • sacro situato verticalmente e coccige (in norma - ad angolo).

Nessuno dei suddetti fattori non ha il ruolo guida, che causa non solo problemi con la causa esatta della malattia, ma anche la definizione del trattamento ottimale.

A volte nelle donne si osserva il prolasso del retto dopo il parto. Ciò è spiegato dall'eccessivo onere associato al processo stesso della nascita del bambino.

Tuttavia, le statistiche statunitensi indicano un rischio sei volte di sviluppare la malattia nelle donne di età superiore ai 50 anni. Certo, in questi anni di solito non ho figli.

Gli scienziati suggeriscono che le violazioni si verificano durante il parto nella giovinezza e che la patologia dell'età avanzata più vicina diventa pronunciata.

Le statistiche cliniche dei paesi della CSI indicano la suscettibilità della malattia ai bambini e agli uomini adulti. Nei bambini fino a 1 anno, i muscoli dell'intestino semplicemente non hanno il tono giusto, ma i membri maturi del sesso più forte soffrono di malattia a causa di un elevato sforzo fisico.

Inoltre, sono stati registrati casi di prolasso del retto dopo il sesso anale - il frequente rilassamento dello sfintere non passa senza lasciare traccia.

I sintomi di calci prolassati, foto

Foto della fase iniziale

I pazienti che lamentano il prolasso del retto, i sintomi descrivono in modi diversi. In generale, i segni dei medici della malattia li chiamano:

  • L'intestino cade come su 1 cm, e altro;
  • sfintere anale rilassato;
  • defecazione spontanea;
  • incontinenza da gas;
  • costipazione;
  • sanguinamento.

Di solito il retto cade durante la defecazione, ma nella fase avanzata questo processo avviene anche con una semplice accettazione della posizione verticale.

Foto 2, prolasso del retto

Il sanguinamento è causato da una violazione dell'integrità delle navi. Anche se accade raramente ed è debolmente espresso, non si può escludere una tale svolta di eventi.

Qual è la differenza tra emorroidi e prolasso del retto?

Prolasso rettale - così scientificamente chiamato prolasso dell'intestino, le persone ignoranti a volte vengono confuse con le emorroidi. Non è la stessa cosa

Le malattie hanno un'eziologia diversa, sebbene, a prima vista, il nodo nella regione anale possa essere simile al retto. Inoltre, il sanguinamento a volte confonde.

Distinguere i disturbi è abbastanza semplice: il nodo emorroidario ha pieghe longitudinali e il retto - trasverso.

Fasi di prolasso rettale

I medici non si concentrano solo sul trattamento tempestivo del prolasso rettale. Il prolasso del retto nelle donne, negli uomini e nei bambini all'inizio non può disturbare e persino passare inosservato.

Tuttavia, dopo anni, la patologia influenzerà significativamente la qualità della vita umana, in particolare a causa del disagio psicologico. Quindi, la classificazione della malattia è la seguente:

1. Fase I:

  • la mucosa risulta appena un po ';
  • osservato durante la defecazione;
  • l'ano rimane invariato;
  • il retto diventa in posto indipendentemente.

2. Fase II:

  • il muco si rivela più pronunciato;
  • osservato durante la defecazione;
  • l'ano rimane invariato;
  • ritorno indipendente (ma lento) del retto;
  • probabilmente sanguinante.

3. Fase III:

  • una grande parte della mucosa risulta;
  • si verifica come con la defecazione, lo sforzo fisico, la tosse e gli starnuti;
  • incontinenza di feci e gas;
  • il sanguinamento si verifica più spesso;
  • Lo sfintere non si contrazione, ma rimane rilassato;
  • in alcune aree vengono rilevati necrosi (morte) ed erosione (danni superficiali);
  • il retto ripristina solo le dita.

4. Stadio IV:

  • la membrana mucosa si rivela anche senza sforzo (anche in posizione eretta);
  • ci sono anche aree del colon sigmoide;
  • necrosi grave;
  • prurito nell'ano;
  • l'ano è aperto;
  • è molto difficile dirigere il retto.

diagnostica

La diagnosi primaria del prolasso del retto consiste nell'esaminare il paziente. In questo caso, al paziente viene chiesto di accovacciarsi e simulare l'atto di defecazione.

Se il prolasso della mucosa rettale viene osservato visivamente, il medico dovrà solo confermare la diagnosi di prolasso rettale con metodi strumentali:

1. Defectography. I raggi X sono fatti quando si simula la defecazione. Consente di valutare il tono dei muscoli e le caratteristiche della struttura anatomica nella regione pelvica.

2. Recto-manoscopia. Nell'ano viene introdotto un rettoscopio, che ha un oculare e un dispositivo di illuminazione. L'intestino viene esaminato per la presenza di neoplasie e, se necessario, viene eseguita una biopsia. Il dispositivo penetra solo a 20-25 cm di profondità all'interno dell'intestino.

3. Colonscopia. Un esame completo del tratto gastrointestinale viene effettuato dalla causa principale della malattia.

4. Manometria. Valutare il tono dello sfintere anale.

Trattamento del prolasso rettale

Le prime due fasi del prolasso rettale sono trattate con metodi conservativi.

Se la causa è la stitichezza cronica, quindi prendere misure per normalizzare le feci. Se, nel corso della diagnosi, i medici hanno rilevato una qualsiasi malattia primaria, la terapia viene inizialmente indirizzata ad essa.

Inoltre, il paziente dovrà limitarsi a sollevare pesi e dimenticare il sesso anale.

Un ottimo rimedio per il prolasso del retto - esercizi fisici speciali mirati a rafforzare i muscoli del pavimento pelvico. Spesso nominare un massaggio, che viene eseguito direttamente attraverso l'ano.

Anche le iniezioni sclerotizzanti erano ben consolidate. L'essenza di questo metodo è l'introduzione di farmaci che causano la necrosi dei tessuti. Successivamente, nel sito dell'iniezione, si formano cicatrici che restringono l'intestino.

Tuttavia, tale trattamento è possibile solo nei bambini e negli adulti fino a 25 anni di età. Gli studi clinici indicano che in età avanzata la necrosi diventa troppo pronunciata.

Nel terzo e nel quarto stadio della malattia, viene eseguita un'operazione con il prolasso del retto.

I medici nominano 3 modi più efficaci di intervento chirurgico:

  1. Ectomy del retto (rimuovere la sezione drop-out).
  2. Ectomia del colon sigmoideo (mostrata con disturbi più profondi).
  3. Cucire il retto (fissare la sezione a scomparsa con fili o una griglia).

I medici non chiamano alcun metodo-panacea. Tutto dipende dal quadro clinico della malattia, quindi a volte anche prescrivere operazioni combinate. Ad esempio, eseguire prima la resezione e poi - orlare.

Operazione con prolasso del retto, foto 5

In ogni caso, dopo un intervento chirurgico, il paziente deve essere monitorato regolarmente dal medico per 1 anno, e un'attenzione particolare deve essere rivolta alla nutrizione dietetica.

conclusione

Il prolasso rettale è una malattia rara e sgradevole. Ma non fatale. La medicina moderna affronta con successo il trattamento della malattia in tutte le fasi.

Eppure, i medici raccomandano di non ritardare il trattamento in ospedale, perché inizialmente il paziente può essere aiutato con metodi conservativi.

ICD 10: prolasso rettale

Nella classificazione internazionale delle malattie, la patologia è:

Classe XI. Malattie dell'apparato digerente (K00-K93)

K55-K63: altre malattie intestinali

K62 - Altri disturbi dell'ano e del retto

Caratteristiche di trattamento di prolasso di un retto ad adulti

Non tutti sanno come trattare il prolasso del retto. Altrimenti, questa patologia è chiamata prolasso rettale. La sua diagnosi non è difficile. I bambini spesso affrontano un tale problema.

Deflusso rettale

L'intestino umano ha una grande estensione. La sua lunghezza è di 4 metri. La sezione finale è il retto. In esso si formano le masse delle feci e la loro estrazione verso l'esterno. Normalmente, è strettamente collegato e non è spostato. Il prolasso della mucosa rettale è una condizione patologica in cui l'organo si estende parzialmente o completamente oltre l'ano verso l'esterno.

Spesso questo si verifica durante la defecazione con un forte sforzo dei muscoli addominali. La dimensione della sezione drop-out non supera i 25-30 cm. Il gruppo di rischio comprende i bambini in età prescolare. Il più delle volte il retto cade nei bambini di 3-4 anni. La maggior parte degli adulti sono principalmente uomini.

Ci sono 2 forme principali di questa patologia: erniaria e invaginazione. Nel primo caso, la sezione drop-out è rappresentata dalla sacca Douglas e dalla parete anteriore del retto. La base di questa patologia è l'aumento della pressione intra-addominale. Con questa forma di prolasso, il sigmoide e l'intestino tenue possono essere spostati nella regione della tasca di Douglas.

C'è una classificazione di questa patologia. Ci sono 3 gradi di prolasso del retto. Una facile forma di caduta è caratterizzata dal fatto che lo spostamento dell'organo si verifica solo durante lo svuotamento. A 2 gradi, si osserva prolasso durante la defecazione e lo stress fisico. Cadere fuori dal terzo grado è più difficile. In tali pazienti, i sintomi della malattia compaiono durante il movimento nella posizione verticale del corpo.

I principali fattori eziologici

Le cause del prolasso del retto e del suo prolasso sono diverse. I fattori più importanti sono:

  • allungamento del colon sigmoideo;
  • disposizione anormale del sacro e del coccige;
  • aumento della pressione intra-addominale;
  • allungamento del mesentere;
  • bocca aperta dell'ano;
  • condurre procedure chirurgiche sul retto;
  • forti tentativi;
  • tosse intensa;
  • sovraccarico fisico;
  • debolezza dello sfintere esterno;
  • cambiamenti nei muscoli della piccola pelvi.

Nei bambini e negli adulti il ​​prolasso è spesso associato a lesioni meccaniche. Questi possono essere cadute, lividi o danni al midollo spinale. Nell'infanzia, le cause del prolasso rettale comprendono le malattie dell'apparato respiratorio, che sono accompagnate da una tosse. Questo gruppo include bronchite, pertosse, parakoklysh, polmonite. L'abbassamento del retto può essere dovuto allo sviluppo di tumori.

Questi includono cisti, polipi, tumori benigni e maligni. Nelle donne, questa patologia viene spesso diagnosticata dopo il parto. Un certo rischio di sviluppare questa malattia è presente nelle malattie acute e croniche dell'apparato digerente. La ragione è un aumento della pressione intra-addominale sullo sfondo di diarrea, stitichezza e un forte gonfiore.

Più raramente, le cause del prolasso negli adulti sono le emorroidi, l'iperplasia prostatica benigna, la fimosi, l'urolitiasi. Nelle donne è possibile il prolasso del retto nella vagina. Questa patologia è spesso combinata con il movimento dell'utero. Cambiamenti simili sono rivelati durante l'esame ginecologico.

Manifestazioni cliniche di prolasso

Con il prolasso del retto, i sintomi sono specifici. Il prolasso si verifica all'improvviso o gradualmente. I fattori che provocano includono sovraffaticamento, starnuti e tosse forte. Sono possibili i seguenti sintomi:

  • dolore addominale;
  • incontinenza da gas;
  • sensazione di presenza nell'ano di un oggetto estraneo;
  • disagio;
  • scarico di sangue e muco;
  • disuria (rituali frequenti e intermittenti);
  • tenesmo.

Il sintomo più comune è la sindrome del dolore. Può essere molto forte. L'aspetto del dolore è associato alla tensione del mesentere dell'intestino. Nei casi più gravi, lo sviluppo di shock e collasso è possibile. Le persone con la pressione sanguigna stanno cadendo. Quando l'intestino viene ricentrato, la sindrome del dolore scompare o diminuisce in modo significativo. Può intensificarsi durante il lavoro e i movimenti attivi. Dal retto, spesso escono muco e sangue.

La causa è un danno ai vasi sanguigni. L'intestino può essere bloccato, che porta al sanguinamento rettale. Spesso è associata un'infezione. In questo caso si sviluppa la proctite. A volte durante l'esame dell'intestino si determina un difetto ulcerativo. Il suo valore è di 1-3 cm. La perdita parziale è meno pericolosa. In questo caso, la persona è costantemente obbligata a rimettere l'intestino. Se il paziente non è curato, è possibile la necrosi dei tessuti. Svuotare le viscere è difficile. Questo indica lo sviluppo dell'ostruzione. Una grave complicazione del prolasso è la peritonite.

Piano di esame del paziente

Prima di trattare i pazienti, devi mettere la diagnosi giusta ed escludere un'altra patologia. Inizialmente, viene eseguito un esame rettale. Nel corso di questo, il medico valuta le condizioni dello sfintere e della mucosa rettale. Sono possibili le seguenti modifiche:

  • bocca aperta dell'ano;
  • gonfiore;
  • arrossamento;
  • presenza di ulcere;
  • il sangue;
  • una grande quantità di muco;
  • una sezione cadente lunga alcuni centimetri.

Quest'ultimo ha una forma cilindrica o conica. Il suo colore è rosso vivo. Possibile tonalità cianotica. Al centro c'è un'apertura a fessura. Questa è l'apparenza della porzione caduta dell'intestino. Lo studio viene effettuato a riposo e durante lo sforzo. Necessariamente è necessario escludere una perdita di siti a emorroidi. Per questo è necessaria una ricerca con le dita.

Il nodo può essere palpato. È piccolo e denso. È un sito allargato della vena emorroidaria. Sono richiesti i seguenti studi strumentali:

  • sigmoidoscopia;
  • colonscopia;
  • biopsia;
  • clisma opaco;
  • manometria anorettale.

L'esame endoscopico consente di escludere emorroidi e altre malattie. Questo studio aiuta a rilevare l'intussuscezione. Con le scansioni del sigma e del retto, viene valutata la condizione del sigma e del retto. Questa ricerca deve essere preparata. È necessario pulire l'intestino con un clistere ed escludere l'assunzione di cibo prima della procedura.

Il medico non dovrebbe solo distinguere il prolasso da un'altra patologia, ma anche stabilire le cause della sua insorgenza. Ciò richiederà una colonscopia. Ti permette di esaminare l'intero intestino crasso. La diverticolite o un tumore sono spesso trovati. In caso di ulcere, viene eseguito un esame istologico. Per questo, viene preso un pezzo di tessuto. È necessario stabilire il grado di prolasso. Questo dipende dalle tattiche terapeutiche.

Tattiche terapeutiche per il prolasso

Che cosa fare con un prolasso del retto è noto a tutti i chirurghi e proctologi esperti. Il trattamento a casa è possibile solo a 1 e 2 gradi di questa patologia. Consultazione medica obbligatoria. Il trattamento conservativo include:

  • introduzione di sostanze sclerosanti;
  • elettrostimolazione;
  • la ginnastica;
  • aderenza a una dieta.

Gli esercizi non sempre danno l'effetto desiderato. Tale terapia può essere efficace per i bambini. Con il prolasso del retto, il trattamento con sostanze sclerosanti è usato raramente e solo per le persone sotto i 25 anni di età. Se il prolasso di grado lieve si sviluppa durante la gravidanza o dopo il parto, è importante insegnare al paziente posture speciali durante la defecazione.

I metodi di trattamento ausiliari includono la dieta. Permette di normalizzare le feci, prevenire lo sviluppo di diarrea e costipazione. Il prolasso, come le emorroidi, è più efficace da trattare chirurgicamente. Le tattiche conservative sono possibili con lo sviluppo di invaginazione e prolasso nei giovani, che si osserva non più di 3 anni.

Se le emorroidi sono trattate con sclerosante, legatura, coagulazione o ectomia, allora con il prolasso la lista degli interventi chirurgici è diversa. Il più spesso, le operazioni seguenti con prolasso del retto:

Se necessario, parte dell'intestino viene proiettata sulla parete addominale anteriore. Questo è richiesto in caso di necrosi. Spesso effettuato resezione. Parte dell'area abbandonata viene rimossa. Esistono modi di ritaglio seguenti:

  • circolare;
  • patchwork;
  • con sovrapposizione.

Molto spesso ano di plastica. Ti permette di rafforzare i muscoli e restringere la presa. Vengono utilizzati filati sintetici assorbibili di lavsan, filo e altri materiali plastici. Recentemente, le operazioni sono eseguite tramite accesso laparoscopico. Con un lungo colon sigmoideo o presenza di un'ulcera solitaria, la parte distale dell'intestino crasso viene asportata. Un metodo efficace di trattamento è la retrospezione (fissazione dei legamenti).

Prognosi e possibili complicanze

Non tutte le persone si rivolgono per aiuto in tempo, imbarazzato dalla loro malattia. In assenza di trattamento, sono possibili le seguenti conseguenze:

  • infiammazione (sviluppo di proctite);
  • infrazione;
  • necrosi tessutale;
  • rottura dell'intestino;
  • sanguinamento;
  • ulcerazione o erosione;
  • peritonite;
  • emorroidi;
  • formazione del tumore.

Complicazioni si verificano anche dopo l'intervento chirurgico. A volte si sviluppa il sanguinamento rettale. Altre complicazioni chirurgiche includono la divergenza dei bordi dell'anastomosi, l'incontinenza delle feci e la stitichezza. Con un trattamento improprio, sono possibili ricadute prolasso. Il più pericoloso è una complicazione, come la necrosi dei tessuti intestinali. Si sviluppa in seguito a inceppamenti e lesioni al corpo. In questa situazione, è richiesta la rimozione del tessuto morto. Tali pazienti non possono normalmente essere svuotati.

La prognosi con prolasso è spesso favorevole. Il trattamento chirurgico è efficace nel 75% dei casi. Dopo di ciò, la funzione intestinale viene ripristinata. Alcune persone hanno ricadute. Ciò accade nel caso in cui i principali fattori predisponenti non siano stati eliminati. Per prevenire le ricadute, è necessario ridurre l'attività fisica, mangiare bene, normalizzare le feci e abbandonare il sesso anale.

Misure preventive per la profilassi

La perdita dell'intestino è una patologia pericolosa. Può essere prevenuto. Per questo, è necessario osservare le seguenti raccomandazioni:

  • abbandonare il sesso anale;
  • normalizzare le feci;
  • curare le malattie croniche dell'intestino e dello stomaco;
  • rafforzare i muscoli addominali;
  • Non esagerare durante la defecazione;
  • svuotando l'intestino solo con un forte desiderio;
  • condurre uno stile di vita mobile e sano.

È necessario prevenire lo sviluppo di malattie respiratorie nei bambini (pertosse, bronchite). Un aspetto importante è la prevenzione della stitichezza e della diarrea. Per fare ciò, è necessario arricchire la dieta con cibi che contengono molte fibre (verdure, frutta, bacche), bere più liquidi e rifiutare cibi ruvidi e grassi. Il cibo dovrebbe essere sempre fresco. Per prevenire infezioni intestinali acute, è necessario lavare a fondo verdure e frutta, bere solo acqua bollita e rifiutare l'uso di prodotti scaduti.

La prevenzione delle complicanze con prolasso in via di sviluppo dell'intestino comprende un trattamento tempestivo al medico e un trattamento adeguato. Quindi, il prolasso del retto si verifica sia nei bambini che negli adulti. Solo il trattamento chirurgico dà l'effetto desiderato. Ignorare la malattia può portare a gravi conseguenze. Nel caso della necrosi, le persone diventano spesso disabili. Se si aderisce chiaramente alla nomina di un medico, è possibile eliminare il rischio di complicanze.

Prolasso rettale

Sul prolasso del retto ha rappresentato un decimo di tutte le malattie dell'intestino crasso. In medicina, viene usato il termine "prolasso rettale". I proctologi distinguono tra specie diverse, ma in realtà sono tutte accompagnate da un'uscita con l'eversione della parte interna della sezione finale del retto attraverso l'ano.

La lunghezza del segmento caduto varia da 2 cm a 20 o più. La malattia si verifica durante l'infanzia fino a quattro anni. Ciò è dovuto alle caratteristiche anatomiche dello sviluppo dell'intestino nei bambini. Tra i pazienti adulti di uomini circa il 70%, le donne in 2 volte di meno. Le persone con un'età lavorativa di 20-50 anni sono più spesso malate.

Quali cambiamenti si verificano nel retto?

La struttura anatomica del retto intende svolgere la funzione di confinamento e ritiro delle masse fecali. In realtà, il sito non è dritto, perché ha 2 curve (sacrale e perineale). Ci sono 3 divisioni, dal basso verso l'alto: anale, ampollare e nadpirilny. L'ampolla è la parte più larga e lunga.

La membrana mucosa che ricopre il lato interno del muro è rivestita di epitelio con cellule caliciformi che producono muco protettivo. I muscoli hanno una direzione longitudinale e circolare. Particolarmente potente nell'area degli sfinteri. Con il prolasso e altre malattie del retto, la forza degli sfinteri diminuisce di 4 volte.

Prima del retto nelle donne, il peritoneo forma una tasca, è limitato all'utero, la parete posteriore della vagina. Ai lati ci sono potenti muscoli rettali-uterini, che collegano gli organi della piccola pelvi all'osso sacro, fissando gli organi. Questo spazio si chiama Douglas. Viene preso in considerazione dai chirurghi con sospetto accumulo di liquidi nella cavità addominale.

Il prolasso del retto può procedere attraverso il meccanismo erniario o per intussuscezione (piegatura). Il prolasso erniario è causato dallo spostamento della tasca di Douglas verso il basso insieme alla parete intestinale anteriore. La debolezza dei muscoli del pavimento pelvico porta ad una discesa graduale completa ed esce nell'ano.

Sono coinvolti tutti gli strati, il cappio dell'intestino tenue e il colon sigmoideo. Nel caso di intussuscezione, il processo è limitato all'inserimento interno tra la divisione diretta o sigmoidea. Fuori non è osservato.

Perché si verificano fallout?

Le principali cause del prolasso del retto:

  • indebolimento delle strutture legamentose del retto;
  • crescita della pressione intra-addominale.

Un ruolo importante è svolto dallo sviluppo di un apparato di sostegno muscolare nell'uomo. I muscoli sono:

  • pavimento pelvico;
  • la stampa addominale;
  • sfinteri dell'ano (sia interni che esterni).

L'indebolimento è possibile se vi è una violazione dell'innervazione, dell'afflusso di sangue, a seguito di un processo infiammatorio dopo dissenteria, con colite ulcerosa, distrofia generale e forte perdita di peso. Le caratteristiche anatomiche che aumentano il rischio di prolasso del retto comprendono un lungo mesentere della parte terminale dell'intestino, una piccola concavità del sacro.

Crescita della pressione intra-addominale:

  • quando si sollevano pesi;
  • nelle persone con stitichezza;
  • nelle donne durante il parto.

La piegatura è formata dalla concavità della colonna vertebrale sacro-coccigea. Se è insufficientemente espresso o assente, l'intestino non rimane e scivola verso il basso.

La combinazione di fattori di rischio provoca un prolasso del retto, anche con uno stress moderato. Gli studi condotti hanno dimostrato che la principale causa di prolasso nei pazienti era:

  • 40% - malattie con costipazione lunga;
  • nel 37% dei casi - lavori pesanti connessi al sollevamento di merci;
  • 13% - traumi della colonna vertebrale e del midollo spinale causati dalla caduta sulle natiche dall'altezza, l'atterraggio con un paracadute, un forte colpo al sacro;
  • Il 7% delle donne ha notato segni dopo il parto grave;
  • 3% - ha sofferto di frequente diarrea e ha perso peso in maniera significativa.

La rigidità può essere causata da una forte tosse (soprattutto nei bambini, i fumatori), polipi e gonfiore del retto, adenoma prostatico negli uomini, urolitiasi, fimosi nei ragazzi.
Frequenti gravidanze, attività lavorativa sullo sfondo di gravidanze multiple, una pelvi stretta, un grande feto è accompagnata dalla perdita simultanea della vagina e dell'utero, lo sviluppo dell'incontinenza urinaria.

Tipi e gradi di violazione

È consuetudine distinguere tra diversi tipi di ricaduta:

  • membrana mucosa;
  • ano;
  • tutti gli strati del retto;
  • intussuscezione interna;
  • con l'uscita esterna del sito invaginato.

Il prolasso del prolasso è diviso in gradi:

  • I - si verifica solo con la defecazione;
  • II - è associato sia alla defecazione che al sollevamento della gravità;
  • III - si verifica durante la deambulazione e in piedi prolungati senza carico aggiuntivo.

Il decorso clinico della malattia differisce per fasi:

  • Compensazione (lo stadio iniziale) - il prolasso è osservato durante defecazione, è aggiustato senza sforzo indipendentemente;
  • subcompensazione - si osserva sia in defecazione che in uno sforzo fisico moderato, la correzione è possibile solo in modo manuale, l'insufficienza dello sfintere di primo grado dell'ano viene rilevata durante l'esame;
  • scompenso - la ricaduta si verifica quando si tossisce, si starnutisce, si ride, allo stesso tempo, non vengono trattenute feci e gas, si determina una deficienza dello sfintere di grado II-III.

Come si manifesta la malattia?

I sintomi di prolasso del retto si sviluppano gradualmente. A differenza delle crepe e delle emorroidi, la sindrome del dolore è meno pronunciata. Il prolasso primario può verificarsi con un brusco aumento della gravità, durante lo sforzo durante la defecazione. Dopo la sedia, ogni volta che devi spostare il sito in posizione.

Ci sono casi di fallout inaspettati associati al sollevamento del carico, che sono accompagnati da così tanto dolore che una persona perde conoscenza. La sindrome dolorosa è causata dalla tensione del mesentere. Molto spesso i pazienti si lamentano:

  • con moderati dolori tiranti e doloranti nell'addome inferiore e nell'ano, intensificarsi dopo la defecazione, il lavoro fisico, andare rinfrescando;
  • sensazione di un oggetto estraneo nell'ano;
  • incontinenza di feci e gas;
  • falsi desideri per lo svuotamento (tenesmo);
  • abbondante scarico di muco, una mescolanza di sangue nelle masse fecali (il sangue viene rilasciato quando traumatizza la mucosa, le emorroidi);
  • spesso incontinenza, minzione frequente.

Con l'invaginazione interna nella regione della parete anteriore dell'intestino, vengono rilevati edema e iperemia, eventualmente ulcerazioni poligonali fino a 20-30 mm di diametro. Ha un fondo poco profondo senza granulazione, bordi lisci.

Se la direzione viene eseguita in modo errato o tardivo, si verifica una violazione. Il crescente gonfiore peggiora l'afflusso di sangue. Ciò porta alla necrosi dei tessuti caduti. La più pericolosa è la discesa insieme al retto dei cappi dell'intestino tenue nella tasca di Douglas. Immagine rapidamente in via di sviluppo di ostruzione acuta e peritonite.

Metodi di rilevamento

La diagnosi include l'esame del proctologo, l'esecuzione di test funzionali e tipi strumentali. Il paziente è incoraggiato a tendere. La parte caduta dell'intestino sembra un cono, un cilindro o una palla con la presenza di un buco simile a una fessura nel centro, il colore è rosso vivo o bluastro. Quando si toccano sanguinamenti.

Una volta ripristinato il flusso sanguigno, la mucosa diventa normale. Nella ricerca per dito, il proctologo valuta la forza dello sfintere, rivela emorroidi e polipi anali. Per le donne con segni di prolasso del retto, è richiesto un ginecologo.

La recto-manoscopia può rilevare l'invaginazione interna, l'ulcera della parete anteriore. L'esame colonscopico chiarisce le cause del prolasso (diverticolite, tumori), consente di prelevare materiale sospetto dalla mucosa a una biopsia e un'analisi citologica. La diagnostica differenziale del cancro viene effettuata.

Il metodo di irrigoscopia con l'introduzione del contrasto serve a identificare l'intussuscezione, il colon lungo (dolichosigma), aiuta a identificare la violazione della pervietà, atonia. Con il metodo della defectografia, viene specificato il grado di prolasso.

Lo studio con sostanza radiopaca viene effettuato sullo sfondo della simulazione dell'atto di defecazione. La manometria anorettale consente una valutazione oggettiva del lavoro dell'apparato muscolare del pavimento pelvico.

Cosa fare nelle diverse fasi della malattia?

Il trattamento del prolasso del retto comprende misure conservative e intervento chirurgico. La maggior parte dei proctologi sono scettici riguardo alla terapia farmacologica e in particolare ai metodi di trattamento tradizionali.

È considerata una scelta giustificata di tattiche conservative nella terapia dei giovani, con prolasso parziale, invaginazione interna. Gli specialisti si aspettano un risultato positivo in questo caso solo se la malattia non dura più di tre anni.

  • Esercizi speciali per rafforzare i muscoli del pavimento pelvico;
  • una dieta viene scelta a seconda del disturbo delle feci (lassativo o fissativo);
  • supposte rettali glicerina aiutare con costipazione, con belladonna - alleviare il dolore e il disagio;
  • elettrostimolazione dei muscoli;
  • l'introduzione di farmaci sclerosanti che fissano temporaneamente la mucosa.

Si consiglia di indossare una benda di supporto, escludere qualsiasi attività fisica. Come trattare un paziente sceglie un medico in base all'età, al grado di prolasso, alle malattie concomitanti.

Esercizi consigliati

Esercizi per ripristinare il tono muscolare sono particolarmente adatti per le donne dopo il parto. Sono semplici in esecuzione, quindi vengono eseguiti a casa. Ogni esercizio dovrebbe essere ripetuto almeno 20 volte, gradualmente il carico dovrebbe essere aumentato.

In posizione supina sul retro, piegare e avvicinare il piede il più vicino possibile ai glutei. Fai un'uscita nel ponte sulle scapole mentre stai ancora stringendo i glutei e lo stomaco. È possibile che dopo diversi sollevamenti rimanga fermo un minuto in posizione statica. È importante non trattenere il respiro.

Dalla posizione di sedersi con le gambe allungate, "assomiglia" alle natiche all'indietro. La compressione dei muscoli del perineo può essere inavvertitamente praticata al lavoro seduto su una sedia, durante il trasporto. Nella compressione, indugiare per alcuni secondi.

L'uso della chirurgia

Solo il trattamento chirurgico garantisce il recupero completo e il rafforzamento del retto. Per la chirurgia, viene utilizzato l'accesso al cavallo, laparotomia (dissezione dell'addome). Nei casi lievi, le tecniche laparoscopiche sono utilizzate con successo.

Sono utilizzati i seguenti tipi di intervento:

  • La resezione (taglio) della parte del retto del prolasso - viene eseguita mediante ritaglio circolare o a chiazze, la parete muscolare è rafforzata da una sutura di raccolta.
  • Plasticità dei muscoli e del canale anale - è fatto con lo scopo di restringere l'ano cucendo i muscoli-levators al retto. La fissazione con una speciale struttura del filo, fili, materiali autoplastici e sintetici dà frequenti complicazioni, ricadute e quindi meno pratica.
  • La resezione del colon - è necessaria per il dolicosigma, la presenza di ulcere. Quando viene rilevata una lesione necrotica, la parte dell'intestino viene rimossa con la formazione di una connessione sigmoidale.
  • Fissazione (rektopeksiya) del reparto finale - deposito ai legamenti longitudinali della colonna vertebrale o sacro. I tipi combinati di intervento uniscono la rimozione di un sito di un retto con fissazione del reparto rimasto e una plasticità di muscoli.

La tattica di trattare i bambini con prolasso del retto può essere trovata in dettaglio in questo articolo.

Come dare il primo soccorso in caso di perdita improvvisa?

Nella fase iniziale della malattia in un adulto, l'intestino cade con poco sforzo, ma da solo. Alcuni pazienti sanno come forzare la loro volontà a tagliare i muscoli dell'ano e disegnare nell'intestino.

Altri metodi si basano sul prendere posizione sull'addome con un bacino rialzato, stringendo le natiche con le mani, respirando profondamente nella posizione del ginocchio-gomito. L'uomo può farlo bene. In caso di forte dolore e sospetta violazione, dovrebbe essere chiamata un'ambulanza.

Aiutare meglio il bambino insieme. Il bambino è sdraiato sulla schiena. Una persona alza e allarga le gambe. Un altro - lubrifica la parte caduta con vaselina e le dita con movimenti morbidi attacca l'intestino nell'ano, a partire dalla fine. Per l'area dell'intestino non scivola nella sua mano, tenerlo con una garza o un pannolino pulito.

Metodi popolari

Le raccomandazioni dei guaritori tradizionali si basano sulla garanzia dell'azione stimolante dei brodi vegetali sul retto e sui muscoli che la circondano. Per questo offriamo:

  • bagni sedentari con aggiunta di brodo di salvia, ippocastano, spore, corteccia di quercia, fiori di camomilla;
  • Compresse a base di succo di mela cotogna, brodo di pastore;
  • aira radicolare per somministrazione orale.

Conseguenze del prolasso non trattato

Al momento della cancellazione dei pazienti sottoposti a chirurgia non può essere escluso conseguenze negative in forma di gangrena dell'intestino strozzato, colite ischemica, polipi, infiammazione locale (proctite, ascesso), ulcere venose mucosa, cancro rettale.

Efficacia del trattamento

I proctologi ottengono la completa eliminazione del prolasso con l'aiuto di una tempestiva operazione nel 75% dei pazienti. È importante che, per un effetto positivo persistente, il paziente osservi correttamente il regime e controlli la nutrizione. Attività fisica categoricamente controindicata. È necessario eliminare tutti i fattori di rischio e le cause della malattia.

prevenzione

Le persone a rischio dovrebbero usare misure per prevenire il prolasso dell'intestino. Questo include:

  • eliminazione della costipazione cronica con la dieta, assunzione di almeno 1,5 litri di acqua al giorno;
  • trattamento di malattie che causano tosse, cessazione del fumo;
  • eseguire "carica" ​​per il tono del muscolo perineo e ano;
  • rifiuto da sforzo fisico pesante, camminare o stare in piedi.

In caso di sintomi, non esitate a contattare un medico specialista e seguire il suo consiglio. Il trattamento aiuterà ad evitare grossi problemi in futuro.

Siete Interessati Circa Le Vene Varicose

Vene varicose nello stomaco

Prevenzione

La varicosità si sviluppa quando vi è una violazione del flusso sanguigno dello stomaco. La condizione è solitamente accompagnata da un cambiamento nella struttura delle navi, come l'allargamento, l'allungamento, la formazione di anelli o nodi....

Ciò che minaccia le vene varicose dell'utero

Prevenzione

Vene varicose - vene varicose nell'utero. Questa condizione richiede un trattamento, in quanto potrebbe portare in futuro all'infertilità o portare ad altri seri problemi di salute....