Combattere la stitichezza dopo il parto

Tromboflebite

14 agosto 2012

dopo la nascita, Finalmente finita, e la giovane madre può dedicarsi completamente alla sua fastidiosa, ma molto piacevole cura per il bambino. Ma abbastanza spesso le donne hanno alcuni problemi di salute in questo momento. Alcuni fenomeni spiacevoli che si sono verificati durante il periodo di gravidanza, senza problemi "flusso" e nelle settimane successive al parto, costringendo la donna a provare un notevole disagio. Riguarda il postpartum costipazione, che si verificano in circa un terzo delle giovani madri.

Nonostante il fatto che la pressione dell'utero sull'intestino non è più osservata, le manifestazioni di disturbi intestinali provocano altri problemi. In particolare, in una donna che ha appena dato alla luce un bambino, i muscoli della cavità addominale sono molto pigri, i canali di nascita, traumatizzati nel processo di comparsa del bambino, non sono ancora completamente guariti. Inoltre, molte donne dopo la nascita di un bambino soffrono di un altro problema - dopo il parto emorroidi, che, a sua volta, aggrava la situazione con costipazione. Inoltre, molto spesso la stitichezza dopo il parto disturba le donne che hanno sofferto taglio cesareo.

Tipi e stadi di stitichezza

costipazione - questa è la conseguenza di una violazione nel processo di educazione e del successivo movimento attraverso l'intestino delle feci. Con lo sviluppo della stitichezza, il ristagno dei rifiuti digestivi si verifica nell'intestino o nel retto. È consuetudine distinguere diversi tipi di costipazione in base al tratto etio-patogenetico. alimentare la stitichezza si manifesta nel caso in cui una persona rompa il regime alimentare, abbia una dieta inadeguata o usi troppo poco liquido. a discinetico costipazione è compromessa l'attività motoria del colon, inoltre, tale stitichezza può essere ipotonica, ipertonica, spastico. Se il paziente ha un posto organico costipazione, quindi la sua causa è una varietà di vizi e tumori del midollo spinale, così come la presenza di cicatrici e altre formazioni nell'ano e nella zona anorettale.

Riflesso condizionato la stitichezza si manifesta nella condizione di costante soppressione dei desideri di defecazione, in situazioni di stress, così come in presenza di cause neuropsicogene. Questo tipo di stitichezza a volte si sviluppa nei pazienti con ragadi rettali e paraproctitis. costipazione tipo di intossicazione si manifestano in caso di intossicazione da veleni o medicine.

Dal punto di vista del quadro clinico, ci sono tre stadi di stitichezza. a compensata l'atto in stadio di defecazione si verifica dopo 2-3 giorni e mentre il paziente avverte che l'intestino non si è completamente svuotato. Circa la metà dei pazienti ne soffre flatulenza e dolore addominale. a subcompensated lo sgabello di scena è in ritardo per un periodo da 3 a 5 giorni. In questo caso, la defecazione si verifica solo dopo l'assunzione di lassativi o clistere. Nella maggior parte dei casi, la flatulenza si manifesta, il dolore nell'addome è preoccupante, con la defecazione una persona si sente dolorosa.

per scompensata La fase di stitichezza è caratterizzata da una mancanza di feci per 10 o più giorni. L'atto di defecazione si verifica solo dopo clisteri ipertesi o sifoni. Il paziente mostra segni di intossicazione intestinale e, nel processo di palpazione nell'addome, vengono trovate le "feci".

Cause di stitichezza nel puerperio

Ci sono diversi motivi che determinano la manifestazione di stitichezza dopo il parto. Prima di tutto, i cambiamenti nell'intestino possono essere influenzati da una netta differenza nello sfondo ormonale che si verifica dopo il parto. Alla nascita del bambino, i muscoli degli addominali, così come il perineo, si allungano e si indeboliscono notevolmente.

Nei primi giorni dopo la nascita, l'utero continua a premere sull'intestino, che è ancora sufficientemente ingrandito. Alle dimensioni normali, l'utero non ritorna dopo 6-8 settimane. Inoltre, anche l'intestino rimane "in movimento": passa gradualmente alla posizione normale dopo che si è mosso nel processo di portare il bambino. Nel periodo postpartum, una donna è molto spesso disturbata dalla peristalsi intestinale e le feci si muovono più lentamente.

Nelle donne che hanno subito un travaglio grave o un taglio cesareo, il corpo ha appena sovrapposto le suture. A causa della loro dolorosità, e temono anche che i punti dopo l'intervento chirurgico o l'episiotomia si disperderanno, la giovane madre non può tendere a tal punto da regolare la sedia. Non meno problematico è emorroidi, il dolore che si verifica quando diventa spesso un ostacolo alla normale defecazione dopo il parto.

La stitichezza dopo il parto si verifica spesso e come conseguenza di un approccio scorretto all'alimentazione di una madre che allatta. Non meno importante fattore dovrebbe essere considerato una costante tensione psicologica, che è associata a nuovi problemi e preoccupazioni. Inoltre, la causa della costipazione postpartum può essere un'anomalia congenita dell'intestino.

Caratteristiche della stitichezza dopo il parto

Nelle donne nelle settimane postnatali, la stitichezza discinetica di vari tipi si sviluppa prevalentemente. Se una madre che ha appena partorito un bambino è preoccupata stitichezza atonica, allora in questo caso c'è una diminuzione del tono della parete muscolare dell'intestino. Di conseguenza, l'attività motoria dell'intestino rallenta gradualmente, diventa lenta. Fondamentalmente, la stipsi atonica dopo il parto è tipica per le donne che hanno dato alla luce un bambino con taglio cesareo. Dopotutto, l'intestino risponde in questo modo a quasi tutte le operazioni chirurgiche eseguite nella cavità addominale. Alcuni errori nell'alimentazione provocano anche stitichezza atonica nelle donne di nuova data.

Costipazione spastica dopo il parto si verificano quando si alza il tono dell'intestino. Di conseguenza, l'intestino viene bloccato e l'attività dell'intestino diventa improduttiva. Questo tipo di stitichezza nelle giovani madri si verifica principalmente come conseguenza di fattori psicologici.

I tipici sintomi della stipsi atonica sono i dolori addominali di natura traumatica. Inoltre, c'è un trabocco costante dell'intestino, un alto livello di formazione di gas. Una giovane madre può lamentare perdita di appetito, nausea periodica, sensazione di letargia e apatia. Con la defecazione, ci sono abbondanti masse inizialmente dense e dure, c'è dolore. Se si verificano incrinature nel processo, le feci possono uscire con vene sanguinolente o con muco.

I sintomi della costipazione spastica manifestano dolore parossistico e, molto spesso, il dolore si verifica a sinistra. Il paziente è disturbato da costanti manifestazioni di flatulenza, non ha appetito, occasionalmente nausea. La donna diventa irritabile. I desideri per la defecazione si verificano più di una volta al giorno, ma l'intestino non è completamente svuotato.

Ci sono donne appena nate e stitichezza, che si presentano come conseguenza dell'allungamento dell'intestino crasso. Tale stitichezza è una conseguenza del passaggio troppo lungo delle feci lungo l'intestino allungato. Le feci sono molto dure ei sintomi sono simili a quelli di una stitichezza spastica.

Come evitare la stitichezza nel periodo postpartum

Per evitare il verificarsi di stitichezza postpartum, oltre a eliminare i problemi che sono già sorti, è necessario, prima di tutto, sviluppare il menu giusto. Detto questo, quali prodotti possono essere consumati nel processo l'allattamento al seno il bambino Quando si tratta di una madre che allatta, è utile includere nella dieta la farina di grano saraceno, miglio e perla, muesli, oli vegetali e pane nero. È molto importante consumare abbastanza verdure ogni giorno. Immediatamente dopo il parto, una donna è utile a mangiare barbabietole e carote, zucchine, zucca, composta di bevande di frutta secca.

Utile per stitichezza e composta leggera di bacche di uva spina. Per farlo, è necessario prendere un cucchiaio di bacche e un bicchiere d'acqua. Dopodiché, il brodo viene cotto per 10 minuti. Allo stesso tempo, non includere tè forte nel menu, zuppe di consistenza mucosa, semolino e porridge di riso, mirtilli, pere, legumi, noci, pane bianco, in quanto questi prodotti hanno un effetto vincolante. Significativamente rallentare l'attività intestinale può essere anche varietà di formaggio duro.

Per normalizzare le funzioni dell'intestino, dovresti bere una quantità sufficiente di liquido: può essere come l'acqua normale, una composta o un tè debole. Dopo esserti svegliato al mattino hai bisogno di bere un bicchiere vuoto di acqua fredda a stomaco vuoto: questo metodo aiuta efficacemente a stimolare l'intestino. Un'altra raccomandazione: bere prima di andare a letto un bicchiere di acqua tiepida in cui si scioglie il succo di un terzo del limone.

Trattamento della costipazione dopo il parto

Se una donna è molto preoccupata per la stitichezza dopo il parto, può prendere i lassativi. Tuttavia, in questo caso, va ricordato che l'uso prolungato e troppo frequente di tali farmaci (trattamento con lassativi per uno o due mesi diverse volte alla settimana) può portare alla dipendenza. Di conseguenza, nel tempo, può essere necessario un aumento della dose lassativa, poiché l'effetto del trattamento si riduce gradualmente e le manifestazioni di stitichezza diventano più pronunciate. In questo caso, stiamo parlando di entrambi i farmaci e di decotti a base di erbe.

Durante l'allattamento al seno, alcuni lassativi per le donne sono controindicati. Pertanto, prima dell'inizio del trattamento, è necessaria una visita medica obbligatoria. Di norma, durante il periodo dell'allattamento vengono prescritti i preparati forlaks e Fortrans. Spesso usato in questi casi, preparati di lattulosio - Normase, Duphalac, Portalak. A volte nominato candele di glicerina, così come candele con l'olivello spinoso nel caso in cui una donna soffre anche di emorroidi.

Se una donna sviluppa una forma spasmodica di stitichezza, non dovrebbe prendere fondi basati sulla senna. Tali farmaci attivano il tono della parete muscolare dell'intestino, che è inaccettabile con costipazione spastica. Inoltre, tali farmaci possono provocare dolore intestinale in un bambino.

Per trattare la stitichezza dopo il parto è possibile e con l'aiuto di diversi decotti alle erbe, così come altre ricette popolari che aiutano a far fronte efficacemente al problema. Se a una donna viene diagnosticata una forma spastica di stitichezza, allora circa mezz'ora prima di mangiare si consiglia di bere un quarto di tazza di succo di patate, mezzo diluito con acqua. È importante che il succo sia fresco. La giovane madre anche si avvicinerà alla ricetta seguente: è necessario fare bollire due cucchiai delle bacche schiacciate di un fico in un bicchiere di latte o acqua. Un tale decotto in una forma calda viene preso un cucchiaio più volte al giorno.

Per trattare la stitichezza spastica, è possibile preparare un decotto a base di erbe. Per questo, le parti uguali dei frutti di anice, radice di valeriana, erba di ortica, foglie di menta, menta piperita e fragolina di bosco e fiori di camomilla sono mescolati. Un cucchiaio di questa collezione è coperto in un thermos e versato con acqua bollente. Dopo un'ora e mezza di infusione, la miscela viene filtrata e presa due volte al giorno dopo aver mangiato mezza tazza.

Per trattare la forma atonica di stitichezza, vengono utilizzate altre ricette. Effetto efficace ha un'infusione di frutti di cumino, finocchio e anice. Mescolare le materie prime in parti uguali, versare acqua bollente e filtrare in venti minuti. Prendere l'infusione dovrebbe essere una terza tazza tre volte al giorno, circa 30 minuti prima di mangiare. È importante che i semi delle piante siano completamente maturi.

Per la preparazione di un altro infusione, che viene utilizzato per trattare la costipazione dopo il parto, hanno bisogno di prendere parti uguali di frutta di sorbo, maggiorana e ortica, foglie di mora e frutti di colore bluastro di finocchio. Un cucchiaio di questa collezione è versato con un bicchiere di acqua bollente e ha insistito per circa un'ora e mezza in una bottiglia di thermos. Una giovane madre dovrebbe bere l'infusione tre volte al giorno dopo aver mangiato un terzo del bicchiere.

Se la stitichezza non dura a lungo, puoi usarla per trattare il decotto di lino. Una tazza di semi dovrebbe essere bollita in un bicchiere d'acqua e ha insistito per diverse ore. Il decotto si beve prima di coricarsi.

Esercizi fisici contro la stitichezza

Un metodo meraviglioso per sbarazzarsi della stitichezza postnatale sono alcuni esercizi fisici. Inoltre, questo metodo è il più sicuro per una madre che allatta. Con la giusta combinazione di esercizi fisici, non solo è possibile stimolare una contrazione più intensa dell'utero, ma anche evitare il rischio di sviluppare un'ernia della linea mediana dell'addome, oltre a migliorare il tono dei muscoli addominali. Inoltre, l'attività fisica è un ottimo modo per perdere quei chili in più che si sono accumulati durante il periodo di gestazione. In questo semplice esercizio è sufficiente eseguire solo 10 minuti, ripetendoli, se possibile, 2-3 volte al giorno.

Già nei primi giorni dopo la nascita di un bambino, una donna in posizione supina può eseguire esercizi di respirazione. È importante respirare il più profondamente possibile, estraendo la pancia dall'espirazione. In pochi giorni, altri esercizi possono essere introdotti gradualmente nel complesso. In posizione prona la donna preme fortemente le sue ginocchia l'una contro l'altra. Così su muscoli di ispirazione di un fondo pelvico fortemente si affatica, su un'espirazione - si rilassi. Quando si esegue un altro esercizio in posizione supina, è necessario alzare il braccio sinistro e la gamba destra verso l'alto e abbassarli quando si espira. Quindi l'esercizio viene ripetuto con l'altra gamba e la mano. Ripeti ciascuno degli esercizi descritti come necessario almeno cinque volte.

In posizione eretta, posizionare le gambe sulla larghezza delle spalle, allungare le braccia. Le gambe non escono dal pavimento, mentre la mano destra viene ritirata il più indietro possibile. Questi movimenti sono fatti su inalazione, ritornano alla posizione di partenza - su espirazione. L'esercizio viene alternativamente ripetuto in entrambe le direzioni. Un esercizio simile è il busto rivolto ai lati con le mani bloccate nella serratura di fronte a voi. È anche efficace per tirare l'addome e il perineo sull'ispirazione in una posizione a quattro zampe. Allo stesso tempo, la respirazione dovrebbe essere ritardata per alcuni secondi, quindi rilassarsi.

Circa due settimane dopo la consegna, un tale complesso ginnastica dopo il parto è completato da molti altri esercizi. In posizione eretta, sollevare le braccia verso le spalle, mentre i gomiti devono essere portati in avanti. Da questa posizione, una donna solleva la gamba destra, piegata verso il ginocchio, e cerca di toccarle il gomito sinistro con il ginocchio. L'esercizio viene ripetuto più volte in entrambe le direzioni. In seguito questo esercizio può essere leggermente complicato: le gambe sono leggermente posizionate ai lati e i muscoli del perineo sono tesi durante l'innalzamento delle ginocchia.

Tali semplici esercizi possono essere eseguiti da tutte le giovani madri che non hanno subito il taglio cesareo e non hanno ricevuto profonde lacune nel processo del parto.

Coloro che soffrono di costipazione atonica, dopo essersi svegliati al mattino, possono strofinare la pelle intorno all'ombelico, così come sul lato sinistro di esso. I movimenti dovrebbero andare nella direzione dell'area dell'inguine. Questo massaggio dovrebbe essere fatto per cinque minuti, piegando leggermente le gambe. Se c'è una costipazione spastica, allora dovresti fare movimenti morbidi, accarezzando lo stomaco in senso orario. A movimenti è possibile premere un po 'su uno stomaco.

Una giovane madre dovrebbe assicurarsi di non dare da mangiare al bambino nella stessa posizione per lungo tempo. Pertanto, la posa deve essere costantemente modificata.

Anche se la stitichezza dopo il parto è un fenomeno abbastanza spiacevole, ma con il giusto approccio al trattamento e qualche correzione dello stile di vita da parte loro, si può sbarazzarsi abbastanza rapidamente.

Costipazione dopo parto durante l'allattamento: cosa fare e come trattare a casa

Stitichezza - movimento intestinale difficile o incompleto (evacuazione intestinale) o sua assenza per un lungo periodo (da due giorni o più). Molto spesso tali problemi accade ai giovani mamme che vogliono godere di socializzare con il suo bambino, ma semplicemente non è all'altezza, perché lo stomaco tira, diventa una pietra, e la sensazione di sovraffollamento a livello intestinale e dello stomaco veleni esiste. Inoltre, la stitichezza dopo il parto non è un fenomeno raro, e non è assolutamente da riconciliarsi con essa. In primo luogo, è necessario scoprire quale fattore ha provocato anomalie nel lavoro del tratto digestivo, e solo allora iniziare a rimuoverlo con competenza.

motivi

C'è tutta una lista di ragioni per cui ci sono costipazioni dopo il parto: tutte sono in qualche modo legate alla nascita di un bambino. Se sei sopraffatto da questo problema, prova ad analizzare in che modo il tuo corpo è influenzato dallo stile di vita che stai conducendo, e scopri cosa potrebbe aver scatenato tali violazioni nel lavoro del tratto digestivo. Tra i fattori più comuni i medici chiamano il seguente.

Cause fisiologiche:

  • cambiamenti nel background ormonale;
  • l'assunzione di antibiotici porta alla morte di microrganismi benefici che producono sostanze che eccitano la peristalsi intestinale;
  • stretching, allentamento, muscoli letargici (stiamo parlando del perineo e della pressa addominale);
  • subito dopo la nascita per un certo tempo l'utero è aumentato e continua a premere sull'intestino;
  • spostamento graduale dell'intestino nella cavità addominale fino al suo solito posto;
  • disturbi della peristalsi (malfunzionamento dell'attività motoria dell'intestino);
  • la stitichezza regolare dopo il parto durante l'allattamento al seno è spesso spiegata dalla malnutrizione della madre che allatta se stessa mentre fa spuntini e consuma poca acqua;
  • anomalie congenite dell'intestino (reparti allungati, per esempio).

Ragioni psicologiche:

  • costante, la soppressione deliberata di urgenza in bagno, se una donna non presta attenzione alle esigenze dell'organismo e per un lungo periodo di tempo lei non svuotare l'intestino (ad esempio, non aveva tempo, come tutto il mio tempo libero, lei dà il bambino): in questo caso l'intestino smette di produrre naturale segnali per lo svuotamento;
  • paura della tensione dovuta a punti di sutura a seguito di taglio cesareo, rotture, episiotomia o emorroidi;
  • stress legato alla cura del bambino e al nuovo status;
  • overstrain, sindrome da stanchezza cronica.

Quindi il primo consiglio di tutti i medici, cosa fare della costipazione dopo il parto, è scoprire la natura di questo flagello. Ascolta il tuo organismo, capisci cosa c'è di sbagliato in esso ed elimina il fattore provocante. Va tenuto presente che, a seconda delle cause e dei sintomi, i tipi di questo disturbo possono essere diversi. Di conseguenza, i metodi di trattamento saranno diversi.

Fatto curioso. Nel 75% dei casi, la causa della stitichezza dopo la nascita è la secchezza.

classificazione

Se soffri di stitichezza dopo la nascita, cerca di determinare di che tipo si tratta. Una diagnosi corretta ti aiuterà a scegliere il giusto metodo di trattamento. I medici distinguono due tipi.

spastico

È caratterizzato dalle seguenti caratteristiche:

  • aumento del tono intestinale;
  • di conseguenza - ostruzione della peristalsi;
  • è causato da ragioni psicologiche;
  • la formazione delle cosiddette "feci di pecora", quando una feci molto densa e compressa va in piccole porzioni;
  • dei sintomi - dolore parossistico nella parte sinistra del peritoneo, nausea, flatulenza, mancanza di appetito, nervosismo, affaticamento.

Per trattare la costipazione spastica dopo il parto, la giovane mamma si consiglia in primo luogo di stabilire condizioni della sua giornata (dormire, rilassarsi, riposare di più) e mettere in ordine il loro cibo (mangiare regolarmente e non in fuga, bere più acqua, prendere in considerazione le liste di prodotti consigliati e proibiti).

atonico

Questo tipo di stitichezza dopo il parto è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  • diminuzione del tono della parete muscolare dell'intestino;
  • risultato - peristalsi ritardata e fiacca;
  • cause: taglio cesareo, dieta scorretta, assunzione di farmaci;
  • sintomi: defecazione dolorosa, formazione di feci in porzioni enormi, fastidioso, dolore dolorante all'addome, una sensazione di pienezza dell'intestino, nausea, gonfiore, letargia, mancanza di appetito;
  • tra le complicazioni - lacrime (di dimensioni diverse) della mucosa nell'ano e nel retto, l'aspetto del sangue sulla superficie delle feci.

Per eliminare la stitichezza di una specie atonica dopo il parto, le misure domestiche non saranno sufficienti. Per evitare complicazioni, in questa situazione la decisione più corretta è una rapida chiamata a un medico.

Se la costipazione dopo il parto dettato patologia intestinale (allungamento suoi servizi), non appartiene a qualsiasi dei gruppi sopra, anche se i sintomi vi ricorderà spastica. Tuttavia, richiederà un trattamento completamente diverso. Se non sei in grado di determinare da solo perché sei diventato un ostaggio di tali problemi, è meglio non ritardare, andare dal medico e dirgli dei tuoi problemi. Alcuni segnali dal tuo corpo ti chiederanno esattamente quando hai bisogno di suonare l'allarme.

Tieni presente.
. se hai sofferto di stitichezza prima della gravidanza, sii preparato al fatto che questo problema dopo il parto peggiorerà. Quindi non dimenticare tutti i 9 mesi di misure preventive.

sintomatologia

Per non metterti nei guai, devi sapere quando, a quali segni, la stitichezza dopo il parto può diventare un problema reale. Spesso, giovani mamme a causa del loro stress emotivo o troppo presto iniziano a suonare l'allarme, o già troppo tardi. La sintomatologia del disturbo ti dirà quando andare a vedere un medico e iniziare il trattamento:

  • completa assenza o difficoltà (piccole o grandi porzioni, dolore) della defecazione per 2 giorni o meno di 3 volte a settimana;
  • dolori parossistici nella parte sinistra del peritoneo;
  • tirando, dolorante dolore all'addome,
  • nausea;
  • flatulenza;
  • crepe, dolore all'ano;
  • mancanza di appetito;
  • eruttazione costante;
  • nervosismo, affaticamento, irritabilità, apatia;
  • la necessità di sforzarsi durante la defecazione;
  • disturbi del sonno;
  • gonfiore;
  • sensazione di un intestino affollato.

Se hai almeno alcuni di questi sintomi, devi agire tempestivamente. È preferibile non intraprendere un trattamento indipendente (specialmente quando si tratta di una malattia atonica): solo un medico può consigliare cosa fare a casa e quale farmaco può essere usato per trattare la stitichezza postpartum.

Stai attento! Non sempre la nausea e la flatulenza, accompagnate da una temporanea assenza di defecazione dopo il parto, parlano di stitichezza. Prima pensa: non ti dimentichi di mangiare in tempo? Forse lo stomaco e niente da digerire?

trattamento

Dopo che il medico ha determinato le cause e il tipo di malattia, ti consiglierà come eliminare la stitichezza dopo la nascita nel tuo caso. Il corso di terapia include sia ricette mediche che popolari. Essere con qualcuno di loro sono estremamente attenti, soprattutto durante l'allattamento al seno, in modo da non danneggiare il bambino.

farmaci

Il trattamento medico della stitichezza dopo il parto viene eseguito solo con il permesso di un medico. Il più delle volte comporta l'uso di varie candele, clisteri e lassativi.

  • clistere

Molto bene aiuta con il clistere curativo di stipsi postpartum, che migliora la motilità intestinale e diluisce la massa densa delle feci. Esso può essere costituito da infusione lino (1 cucchiaio (possibile con un cucchiaio scivolo) erogatore 20 ml (vetro) acqua bollente, lasciare 3 ore), ma solo sotto forma di calore. La massa totale delle infusioni non deve superare i 50 ml. Un giorno richiederà 3-4 tali procedure.

Quando si allatta dopo il parto, sono consentiti farmaci per la costipazione lassativi come Fortrans, Dufalac, Forlax, sciroppo di lattulosio. Proibito dal Dr. Theiss, Regulax, Dulkolax (Bisacodyl), Gutalax, Chitozan-Evalar, mezzo di ippocastano. Con le forme spastiche, non puoi prendere Sennalax, Glaxenna, Trisasen.

Molto spesso, dopo il parto, i medici prescrivono supposte per stitichezza, che stimolano lo svuotamento dell'intestino anche nei casi di emergenza. Tuttavia, si deve tener conto del fatto che questo è, piuttosto, il primo aiuto medico e non un trattamento a pieno titolo della malattia. Danno solo un sollievo temporaneo, quindi non usare questo metodo regolarmente. In particolare, se non ci sono defecazioni per più di 3 giorni e nessun fondo aiuta, vengono prescritte supposte di glicerina che alleggeriscono significativamente la condizione della giovane madre.

Il miglior farmaco per la stitichezza dopo il parto è quello che il medico nominerà a seguito dell'esame. Se decidi di aiutare la terapia di base con rimedi popolari, di cui ci sono molti sparsi sulla rete, non dimenticare di informare il tuo specialista su questo aspetto e di ascoltare la sua opinione in merito.

Un altro consiglio! Non lasciarsi trasportare dopo la nascita né lassativi, né candele, né clisteri, perché il corpo si abitua molto rapidamente a loro e cessa di reagire.

Rimedi popolari

Si ritiene che il trattamento della costipazione dopo rimedi popolari parto è molto più utile ed efficace di preparazioni medicamentose, dal momento che i primi differiscono nella loro naturalezza. In pratica questo non sempre funziona in questo modo, perché gli infusi e decotti di piante utilizzate nella medicina tradizionale, ha una forte attività e talvolta effetto molto potente sull'intestino che può o peggiorare la situazione o portare al risultato opposto (trigger diarrea). Pertanto, le giovani madri dovrebbero essere estremamente caute, decidendo su tale trattamento.

Costipazione spastica

2 cucchiai di fichi lavati, preparare un bicchiere (200-250 ml) di acqua bollente (latte o acqua naturale). Raffreddarlo. Prendi 1 cucchiaio ogni quanto necessario.

Passare patate fresche sbucciate attraverso un tritacarne (puoi trasformarlo in purea in un frullatore), spremere il succo, diluire con acqua in proporzioni uguali (1: 1). È preferibile assumere 50 ml per 25-30 minuti prima dei pasti (ottenuti tre volte al giorno).

In proporzioni uguali collegare l'ortica, il frutto di anice, la valeriana officinalis, la menta piperita, la fragola selvatica, la camomilla. 1 cucchiaio della miscela secca risultante preparare 200-250 ml (un bicchiere) di acqua bollente, dare un'infusione approfondita (almeno 1,5 ore) in un contenitore ben chiuso. Dopo lo sforzo prendi 100 ml al mattino e alla sera.

Costipazione atonica

Mescolare i frutti di cumino, finocchio, anice (assumere proporzioni uguali). 2 cucchiaini di miscela risultante di birra aromatici (200 ml) tazza di acqua bollente e lasciare per quindici minuti (non di più) dopo sforzo bere 3 volte al giorno 60 ml per circa 20-30 minuti prima dei pasti.

In parti uguali, mescolare origano, frutti di sorbo, foglie di mora, ortica ortica, frutti di finocchio. 1 cucchiaino da tavola (pieno) per infornare 200 ml (un bicchiere) di acqua bollente ripida, insistere per 1,5 ore in un thermos, scolare. Utilizzare da costipazione dopo aver mangiato 60 ml tre volte al giorno.

Sia i rimedi popolari che quelli medicamentosi per la stitichezza dopo il parto dovrebbero essere applicati con competenza, senza fanatismo, sulla raccomandazione di un medico. Questo ci permetterà di far fronte alla malattia in breve tempo, inserire il ritmo normale della vita. Per garantire che la situazione non si ripresenti dopo il recupero, dovrebbero essere prese misure preventive.

E altri consigli

Alcuni consigli più utili aiuteranno a sostenere la terapia di base ed eliminare anche la stitichezza più forte, che avvelena la vita di una donna dopo il parto.

Cibo consigliato:

  1. oli vegetali;
  2. pane grosso;
  3. crusca;
  4. muesli;
  5. porridge di farina d'avena;
  6. calda barbabietola bollita;
  7. verdure al vapore;
  8. un bicchiere di kefir prima di coricarsi.

Cibo vietato:

  • pane bianco;
  • porridge di semola;
  • fagioli;
  • tè forte;
  • mirtilli;
  • noci;
  • crusca di frumento;
  • formaggio solido;
  • riso macinato;
  • mele cotogne;
  • zuppe mucose;
  • pera;
  • fragole e ribes.

Regime di bere:

  1. Bevi più acqua pura possibile.
  2. Composti di frutta secca
  3. Il giorno deve iniziare con un bicchiere d'acqua a stomaco vuoto;
  4. Escludere bevande gassate e latte intero.
  5. Prodotti a base di latte acido
  6. Brodo di uva spina.

Tasse veterinarie:

  1. ortica, dioica;
  2. frutti di anice;
  3. foresta di fragole selvatiche;
  4. radice di valeriana;
  5. menta piperita;
  6. camomilla.

Bagni alle erbe (dopo ogni bagno):

Se entrambe le emorroidi e la stitichezza dopo il parto sono allo stesso tempo, dopo ogni viaggio in bagno si raccomanda di fare un'irrigazione dell'ano con una doccia fredda.

Attività motoria. Anche la stitichezza molto forte non ama l'attività motoria. In modo da provare dopo il parto non sedersi in un unico luogo, e di essere costantemente in movimento: più che camminare a piedi, per fare esercizi postnatale speciali (esercizi di Kegel è particolarmente utile), iscriversi in piscina o fare ciclismo.

Misure preventive

Di solito le giovani madri si calmano molto rapidamente, quando la stitichezza dopo il parto passa e cessano di prendersene cura. Di conseguenza, tutto può ripetersi e persino peggiorare. Per evitare tale sviluppo di eventi, non dobbiamo dimenticare le misure preventive necessarie e utili.

  1. Non farti coinvolgere nell'assunzione di farmaci.
  2. Esegui regolarmente un complesso di esercizi post partum mirati a rafforzare i muscoli del perineo e del peritoneo.
  3. Osservare una dieta speciale (vedi sopra elenchi di alimenti raccomandati e proibiti).
  4. Per evitare la costipazione dopo il parto, è necessario resistere al regime di bere corretto.
  5. Continuo esame da parte dei medici in presenza di eventuali anomalie congenite dell'intestino.
  6. Dopo il parto, sii attenta ai bisogni del tuo corpo, ai primi segnali naturali allo svuotamento vai in bagno.
  7. Rilassati regolarmente, dormi di più, cammina.
  8. Calmati, non preoccuparti delle sciocchezze.
  9. Essere costantemente in movimento

Per far fronte alla stitichezza, che avvelena la vita dopo la nascita, segui queste raccomandazioni. Assicurarsi che non vi siano fattori provocatori (specialmente quelli psicologici), contattare tempestivamente un medico e non dimenticare le misure preventive. Se tutto è fatto correttamente, è possibile ridurre al minimo il danno e le spiacevoli conseguenze di questo disturbo, in modo che non interferisca con il godimento della vita e la piacevole comunicazione con il neonato.

Ci sono una serie di conclusioni sui pericoli del lavaggio dei cosmetici. Sfortunatamente, non tutte le nuove mummie le ascoltano. Il 97% degli shampoo utilizza una sostanza pericolosa Sodium Lauril Sulphate (SLS) o analoghi. Molti articoli sono scritti sull'impatto di questa chimica sulla salute di bambini e adulti. Su richiesta dei nostri lettori, abbiamo testato i marchi più popolari.

I risultati sono stati deludenti: le aziende più pubblicizzate hanno mostrato la presenza di quei componenti più pericolosi. Per non violare i diritti legittimi dei produttori, non possiamo nominare marchi specifici. La società Mulsan Cosmetics, l'unica che ha superato tutti i test, ha ricevuto con successo 10 punti su 10 (leggi). Ogni rimedio è composto da ingredienti naturali, completamente sicuro e ipoallergenico.

Se dubiti della naturalezza dei tuoi cosmetici, controlla la data di scadenza, non dovrebbe superare i 10 mesi. Vieni vicino alla scelta dei cosmetici, questo è importante per te e il tuo bambino.

Costipazione dopo il parto: cosa fare?

Uno dei problemi più delicati per le donne è la stitichezza dopo il parto. Non si presentano in ogni donna durante il parto, ma coloro che hanno riscontrato questo problema causano disagio fisico e psicologico.

La stitichezza è considerata un atto di defecazione difficile o incompleto, che si verifica quando non si svuota l'intestino per 2 o più giorni. Al fine di eliminare correttamente la condizione patologica, è necessario conoscere la causa che lo ha causato.

Perché hai la stitichezza dopo la nascita?

I motivi che causano questa condizione patologica nel corpo femminile sono molti.

Cause fisiologiche:

  • cambiamenti ormonali nel corpo di una donna;
  • muscoli addominali e perineali indeboliti;
  • trauma alla nascita associato alla rottura del perineo;
  • pressione dell'utero allargato sull'intestino;
  • la formazione dell'intestino al suo posto precedente nel periodo postpartum;
  • rallentamento della peristalsi intestinale, specialmente dopo anestesia epidurale, utilizzato per analgesia di parto o per taglio cesareo;
  • malessere della madre;
  • patologia intestinale congenita;

Ragioni psicologiche:

  • soppressione indipendente della necessità di svuotare gli intestini per lungo tempo;
  • paura di irrigidirsi, che si verifica quando ci sono suture nella parete addominale anteriore o perineo;
  • paura di un atto di defecazione dovuto alla presenza di emorroidi;
  • stress postpartum.

Tipi e stadi di stitichezza

Per scegliere il trattamento corretto ed efficace della costipazione dopo il parto, è necessario sapere quale tipo di condizione patologica richiede una terapia.

Ci sono 3 tipi di stitichezza:

  1. Spastica.
  2. Atonica.
  3. Associato con patologia intestinale congenita nella forma del suo allungamento.

Vista spasmodica della stitichezza

Per il tipo spastico i seguenti sintomi sono tipici:

  • tono intestinale aumentato;
  • la peristalsi intestinale è rallentata;
  • la causa dell'evento è molto spesso la barriera psicologica;
  • cal è una massa compatta densa, che viene rilasciata in piccole porzioni ("pecore");
  • accompagnato da dolore parossistico nella regione ileale sinistra;
  • può causare nausea, affaticamento, diminuzione dell'appetito, aumento dell'eccitabilità nervosa.

La base del trattamento è la nutrizione razionale e il rispetto del regime del giorno.

Tipo di stitichezza atonica

Il tipo di stitichezza atonica è caratterizzato dalla presenza di:

  • diminuzione del tono intestinale;
  • peristalsi ritardata;
  • sintomi di un atto doloroso di defecazione;
  • aumentando la quantità di feci.

Le ragioni della sua comparsa sono fisiologiche. Il più delle volte, la costipazione atopica si verifica dopo il taglio cesareo e come risultato di una cattiva alimentazione e del corso della terapia antibiotica.

Con questo tipo di stitichezza, può comparire quanto segue:

  • dolore dolorante;
  • flatulenza;
  • nausea;
  • mancanza di appetito;
  • sensazione di trabocco dell'intestino.

Tale stitichezza dopo il parto si verifica spesso con il sangue a causa di un'ostruzione della membrana mucosa del retto o dell'apertura anale. La comparsa di stitichezza con il sangue dopo il parto richiede un intervento medico. Solo uno specialista sarà in grado di prescrivere una terapia efficace.

Stitichezza con allungamento congenito dell'intestino

L'allungamento congenito dell'intestino può causare stitichezza nel periodo postpartum. Secondo i sintomi, assomiglia a un tipo spastico.

La causa principale della condizione patologica è associata al modo più lungo di passare le feci. Ciò si traduce in un maggiore assorbimento di liquido da loro, che rende le feci difficili.

Se una donna prima della gravidanza aveva emorroidi e costipazione, nel periodo post-partum, la terapia obbligatoria è necessaria per la prevenzione e il trattamento della patologia. La stitichezza con le emorroidi dopo il parto richiede un trattamento immediato.

Caratteristiche della stitichezza nel puerperio

Ogni donna che si trova di fronte a questo problema è interessata al motivo per cui la stitichezza può verificarsi dopo il parto e come trattarla correttamente.

Caratteristiche caratteristiche della stitichezza nel periodo postpartum:

  • spesso sorgono a causa di barriere psicologiche associate alla paura dell'atto di defecazione;
  • sono spesso causati dalla nutrizione irrazionale;
  • le donne sopprimono il tenesmo a causa del prendersi cura di un bambino piccolo;
  • accompagnato da maggiore stanchezza e stress;
  • i metodi di trattamento nelle donne che allattano sono limitati.

Metodi di trattamento

Per rispondere alla domanda su come curare la stitichezza dopo il parto, solo un medico può. Non impegnarsi mai in automedicazione, poiché questo è irto di sviluppo di complicanze nella forma dello sviluppo di un processo cronico.

Come trattare la stitichezza dopo il parto, il medico determina dopo aver determinato la causa del suo verificarsi. Lo schema terapeutico è scelto individualmente per ogni donna. Particolare attenzione viene prestata all'allattamento al seno, poiché non tutti i farmaci sono sicuri per il bambino.

Dieta postpartum

Se una donna ha la stitichezza dopo il parto, come liberarsene rapidamente?

La prima cosa che devi fare con la stitichezza dopo il parto è iniziare a mangiare in modo razionale e in modo equilibrato. Per questo è necessario seguire la dieta postnatale.

I seguenti prodotti sono raccomandati:

  • olio vegetale;
  • pane nero;
  • muesli;
  • crusca d'avena;
  • porridge di grano saraceno, perla e miglio.

Per migliorare l'atto del movimento intestinale, si consiglia di consumare quotidianamente uno dei seguenti alimenti:

  • carote;
  • barbabietole;
  • zucchine;
  • zucca;
  • cavolo, compresi i broccoli;
  • insalata di foglie;
  • spinaci;
  • mele;
  • ciliegie;
  • albicocche;
  • melone.

Bere composte raccomandate di frutta secca o prodotti a base di latte acido.

Per migliorare la peristalsi, i medici raccomandano di iniziare la mattina prendendo 1 tazza di acqua bollita. Una procedura così semplice, eseguita a stomaco vuoto, consente di eliminare il tipo di stitichezza atonica.

In una quantità limitata puoi mangiare:

  • formaggio di varietà dure;
  • riso;
  • pere;
  • mele cotogne;
  • fragole;
  • ribes;
  • zuppe viscide

Nel trattamento della stitichezza dopo il parto non può essere mangiato:

  • pane bianco;
  • crusca di frumento;
  • porridge di semolino;
  • prodotti a base di fagioli;
  • tè;
  • mirtilli;
  • noci.

Il rispetto della dieta nel periodo postpartum aiuterà a far fronte rapidamente al problema. Cosa fare con la stitichezza dopo aver dato alla luce le madri che allattano? Scegli gli alimenti che non sono allergici al bambino. Maggiori informazioni sull'alimentazione di una madre che allatta →

Trattamento conservativo della stitichezza

È l'uso di supposte rettali, lassativi, l'uso di clisteri. Come terapia aggiuntiva, è possibile ricorrere a metodi di cura popolari dopo l'accordo con il medico curante.

Il clistere ti consente di ottenere i seguenti effetti:

  • rafforzare la motilità intestinale;
  • rendere le feci più morbide.

Si raccomanda di non utilizzare più di 3-4 procedure di lavaggio intestinale al giorno.

Durante l'allattamento, i lassativi sono ammessi:

Se una donna non allatta al seno, puoi anche prendere:

  • Dr. Theiss;
  • Regulaks;
  • Dulcolax (Bisacodyl);
  • Gutalaks;
  • Il chitosano-Evalar;
  • significa con un ippocastano.

Prima di usare il farmaco, consultare uno specialista. Con l'allattamento al seno, è possibile sviluppare una colica intestinale in un bambino sullo sfondo dell'assunzione di medicinali da parte della madre.

Se c'è una forma spastica di stitichezza, è vietato assumere droghe contenenti Sena o foglia alessandrina: Sinalalax, Trisasen, Glaxennen. Questi farmaci aumentano la peristalsi intestinale.

Le candele di stitichezza dopo il parto sono molto popolari tra le puerperas. I medici prescrivono spesso supposte di glicerolo rettale, che aumentano la peristalsi intestinale e ammorbidiscono le masse delle feci. Sono nominati in assenza di feci per 3 o più giorni. Consentito durante l'allattamento.

Le candele di stitichezza dopo il parto sono un metodo di emergenza per l'evacuazione dell'intestino. Il loro uso regolare porta ad una mancanza di effetto terapeutico dall'assunzione del farmaco.

Metodi tradizionali di trattamento della stitichezza dopo il parto

Prima di trattare la stitichezza dopo i metodi popolari parto, è necessario consultare un medico. Puoi fare attenzione ai bagni alle erbe, che sono fatti dopo ogni atto di defecazione.

A questo scopo, puoi preparare l'erba:

Queste erbe hanno effetti phytoncide, anti-infiammatori e di essiccazione. Se la stitichezza è accompagnata da emorroidi, puoi lavare l'ano e le emorroidi con una bella doccia.

Esercizio dalla stitichezza

Al fine di sbarazzarsi di stitichezza, è necessario avere un carico fisico sul corpo. Gli esercizi fisici possono migliorare l'attività peristaltica dell'intestino e normalizzarne il tono.

L'allenamento è controindicato a temperatura corporea elevata, colite ulcerosa, diarrea, malattie concomitanti nella fase di esacerbazione.

In caso di stitichezza dopo il parto, la donna deve necessariamente mostrarsi dal medico. Solo uno specialista sarà in grado di identificare la causa dello sviluppo della condizione patologica di una donna e di prescrivere un trattamento efficace.

Autore: Irina Kuleshova, ostetrico-ginecologo,
soprattutto per Mama66.com

Costipazione dopo il parto: cause, diagnosi, trattamento

Perché ci sono costipazione e come affrontarli?

Spesso una giovane donna che si aspetta la nascita del suo primo figlio resiste stoicamente a tutti i tipi di malfunzionamenti nel suo corpo legati alla gravidanza: bruciore di stomaco, stitichezza, nausea, gonfiore, ecc. Lei è aiutata in questo da due pensieri. Il primo è quello di dare alla luce un bambino sano. E il secondo è che dopo la nascita tutto questo disonore cesserà, come per magia, e lei, la madre felice, sarà di nuovo forte, sana e bella. Ma ecco il parto dietro, ma qualcosa di "spiacevoli componenti aggiuntivi" è rimasto, e qualcosa è stato aggiunto. Tra questo "qualcosa" - costipazione, che può complicare la vita dopo la nascita di un bambino.

La stitichezza è un movimento intestinale difficile o sistematicamente incompleto (defecazione) o la sua mancanza entro un giorno e mezzo o più. La stitichezza nel puerperio è associata, di regola, con diverse ragioni:

  • Un brusco cambiamento nello sfondo ormonale.
  • Indebolimento e stiramento dei muscoli addominali e del perineo.
  • Pressione dell'utero. Nel primo periodo postparto, l'utero è ancora ingrandito e in una certa misura continua a spingere l'intestino. (Immediatamente dopo la nascita, la massa dell'utero è di circa un chilogrammo, e ritorna alle dimensioni normali, "non gravide" solo dopo 6-8 settimane).
  • Cambiamento della posizione dell'intestino nella cavità addominale, il suo passaggio graduale al solito posto.
  • Violazione della peristalsi (attività motoria dell'intestino, a causa della quale si muovono le masse alimentari).
  • La paura di sforzarsi a causa di punti di sutura (sovrapposti nel caso di taglio cesareo, episiotomia, rotture) ed emorroidi.
  • Una dieta scelta impropriamente per una madre che allatta.
  • Stress psicologico associato alla cura di un bambino e ad un nuovo stato di famiglia.
  • Caratteristiche congenite dell'intestino, ad esempio, le sue sezioni allungate.

Perché si verifica la stitichezza?

Secondo il meccanismo di occorrenza, ci sono due tipi di disturbi della defecazione.

Il primo tipo - atonico, a cui diminuisce il tono della parete muscolare dell'intestino, la peristalsi diventa pigra, improduttiva. La stipsi atonica si verifica spesso a causa della debolezza muscolare, dopo un taglio cesareo. Questa è la solita reazione dell'intestino a qualsiasi intervento chirurgico nella cavità addominale. Può anche verificarsi a causa di errori nella dieta.

Un'altra forma - spastico stitichezza, quando il tono dell'intestino è elevato e la peristalsi diventa improduttiva a causa dello stato "intrappolato" dell'intestino. Per questo tipo di motivi psicologici sono più caratteristici.

La costipazione atonica può essere accompagnata da dolore doloroso all'addome, sensazione di overflow dell'intestino, aumento della produzione di gas, mancanza di appetito, nausea, letargia, apatia, umore depresso. Quando c'è defecazione della massa delle feci molto, la porzione iniziale è formata, denso, diametro maggiore del normale, la porzione finale è liquida. La defecazione è dolorosa, possono esserci lacerazioni della mucosa del retto e dell'ano, quindi vene di sangue e (o) muco rimangono sulla superficie delle feci.

Con una forma spastica di dolore, parossistica, più spesso nella parte sinistra dell'addome. Ci possono essere flatulenza, mancanza di appetito, stanchezza, nervosismo, irritabilità, nausea, feci sotto forma di cosiddette "sgabelli per pecore" - la sedia è molto densa con piccole parti arrotondate. I desideri per la defecazione possono verificarsi anche più volte al giorno, ma l'evacuazione dell'intestino è incompleta, difficile, in piccole porzioni.

Separatamente, devo dire sulla stitichezza associata all'allungamento dell'intestino crasso. Sebbene esteriormente compaiano come forma spastica, tali costipazioni sono associate non alla contrazione dell'intestino, ma a un più lungo passaggio di masse fecali lungo un percorso più lungo. In questo caso, più acqua viene assorbita dal contenuto intestinale nel corpo e le feci diventano dure. Tratta tale stitichezza non come spastica, ma piuttosto come atonica, ma più su questo più tardi.

Risolvere il problema della stitichezza

Per risolvere il problema della stitichezza, una giovane madre dovrebbe in ogni caso scegliere la dieta giusta, tenendo conto dell'allattamento al seno e delle possibili reazioni allergiche che ogni bambino ha. Utili: cereali, grano saraceno, miglio e orzo perlato, crusca di avena, pane integrale, oli vegetali, frutta e verdura fresca e cotta (carote, barbabietole, zucca, zucchine, spinaci, lattuga, broccoli, cavoli, composte di frutta, melone, mele, albicocche, ciliegie), prodotti di latte acido.

Si può prendere un decotto di bacche di uva spina (un cucchiaio di bacche versare un bicchiere d'acqua e far bollire per 10 minuti, quindi filtrare). Portalo su un quarto di bicchiere 4 volte al giorno, se necessario - puoi aggiungere lo zucchero. Durante la preparazione del tè, puoi aggiungere fette di mele secche o bacche di ciliegie. Con una forma di stipsi atonica, il lavoro delle viscere viene stimolato da un bicchiere di acqua fresca bevuta al mattino a stomaco vuoto.

Se la costipazione non può bere il tè forte, zuppe mucose, polenta, pane bianco, crusca di frumento, riso bianco, mirtilli, mele cotogne, pere, ribes, fragole, fagioli, noci. Le varietà di formaggi duri possono anche rallentare la peristalsi.

Attenzione per favore! Con frequenti e prolungati (più volte alla settimana per 1-2 mesi) l'uso di quasi tutti i lassativi (sia medicamentosi che a base di erbe) può sviluppare dipendenza, richiedendo un aumento della dose di un lassativo. L'effetto del suo uso è indebolito e il problema della stitichezza è aggravato.

Quando l'allattamento al seno non è controindicato prendendo lassativi - Forlax e Fortrans.

Dei lassativi pronti per l'allattamento non possono essere presi: Gutalax, Regulax, Chitozan-Evalar, Dulkolaks (aka Bisakodil), Dr. Theiss - amarezza svedese.

Preparativi (Sennalaks, Glaksenna, Trisasen) basati su Senna (Cassia anche aquifolium) o senna aumentare il tono muscolare della parete intestinale, in modo che non può prendere in forme stitichezza spastica. Durante l'allattamento, prendili molto attentamente, poiché possono causare dolore intestinale nel bambino.

Per risolvere i problemi di stitichezza, la fitoterapia offre tali ricette.

Con forme spastiche di stitichezza

  • Succo di patate appena preparato, diluito in acqua 1 a 1, prendere un quarto di tazza per mezz'ora prima dei pasti 2-3 volte al giorno.
  • Decotto di bacche di fichi in latte o acqua al ritmo di 2 cucchiai di materie prime per 1 tazza di acqua bollente; È necessario lasciarlo raffreddare a temperatura ambiente e prendere 1 cucchiaio 2-4 volte al giorno.
  • Mescolare in parti uguali i frutti di anice, erba di ortica, dioica, rizoma di valeriana officinalis, foglie di fragola selvatica, fiori di camomilla, foglie di menta piperita. Un cucchiaio della raccolta inforna un bicchiere di acqua bollente in un thermos e premere per 1,5 ore, quindi filtrare. Prendi metà bicchiere dopo i pasti al mattino e alla sera.

Con forme atoniche di stitichezza

  • Mescolare in parti uguali i frutti di anice, cumino e finocchio. Preparare 2 cucchiaini della miscela con un bicchiere di acqua bollente, insistere per 15-20 minuti, filtrare, bere una terza tazza 3 volte al giorno per mezz'ora prima dei pasti. Si noti che per questa raccolta i semi devono essere maturi.
  • In parti uguali, prendi il minerale di origano, i frutti di ashberry ordinario, foglie di mora con erba bluastra, erba di ortica e frutta di finocchio. Un cucchiaio della collezione per preparare 1 tazza di acqua bollente, 1,5 ore per insistere in un thermos, scolare, prendere una terza tazza 3 volte al giorno dopo aver mangiato.
  • Il modo più sicuro, efficace e polivalente per sbarazzarsi della stitichezza postpartum è l'esercizio fisico. I muscoli allungati della pressa addominale non danno pieno sostegno agli organi della cavità addominale, c'è il rischio di sviluppare un'ernia della linea bianca (linea mediana dell'addome), l'utero si contrae più lentamente. La pelle flaccida ei muscoli addominali non adornano la figura, esacerbando il disagio emotivo. I muscoli allungati del perineo non possono diventare un supporto affidabile per gli organi pelvici - c'è una minaccia che l'utero affonderà nella vagina, ci sarà un'omissione o una perdita dell'utero.

Regolarmente facendo esercizio fisico, si può sbarazzarsi di acquisito durante la gravidanza, chili di troppo, migliorare l'umore, l'autostima, migliorare lo sfondo emotivo, guadagnare forza. Per me può obiettare: "Che altro la ginnastica, quando io da una stanchezza e così con gambe o piedi sono scambiati!" Va bene, il lavoro la mamma non può essere sottovalutato, ma la fatica non è tanto fisico quanto psicologico, dalla mancanza di sonno per l'eccitazione e la varietà di un decondizionamento muscolare che è emerso a poco a poco nel corso degli ultimi mesi di gravidanza. Senza carichi di forza muscolare non può essere restituito. Non c'è bisogno di strappare la barra, abbastanza per dare la carica di 5-10 minuti al giorno (è consigliabile fare una serie di esercizi più volte al giorno).

Il giorno dopo la consegna

  1. Sdraiato sulla schiena, le braccia sciolte lungo il corpo, le gambe sono leggermente piegate le ginocchia, prendere un respiro profondo e gonfiare l'addome, appena trattenere il respiro e con forza espirare attraverso la bocca, tentando il più possibile di coinvolgere lo stomaco. Ripeti 5 o più volte.

Il terzo giorno dopo la consegna

  1. La posizione di partenza è la stessa, le ginocchia sono premute insieme. Contemporaneamente alla solita inalazione, sottoponete a forti sollecitazioni i muscoli del pavimento pelvico (come per prevenire la defecazione), trattenendo semplicemente il respiro, espirando e rilassando. Ripeti più volte.
  2. La posizione di partenza è la stessa. Contemporaneamente con l'inalazione, sollevare la gamba destra e il braccio sinistro e abbassarli quando si espira. Ripeti con il piede sinistro e la mano destra. Ripeti 5 volte o più.
  3. In piedi, i piedi alla larghezza delle spalle, le braccia protese in avanti. Non strappare le gambe, girare il corpo a destra, prendere la mano destra al massimo, inspirare. Ritorna alla posizione di partenza, espira. Ripeti l'altro modo. Esegui l'esercizio più volte.

Il quarto giorno dopo il parto

  1. La posizione di partenza è come nell'esercizio # 4. Dita per collegare le dita al castello di fronte a lui. Girando il busto, prova a riprendere le mani il più lontano possibile. Ripeti più volte.
  2. Sdraiato sulla schiena, le sue mani sono libere lungo il corpo, le gambe sono piegate alle ginocchia, quando inspira solleva il bacino e lo trattiene per alcuni secondi, con un'espirazione, giù. Ripeti.
  3. Stando a quattro zampe, inalando lo stomaco e il cavallo, trattenendo il respiro per qualche secondo, rilassati con l'espirazione. Ripeti.

2 settimane dopo la consegna

  1. In piedi, alza le mani sulle spalle, spingi i gomiti in avanti. Piegando la gamba destra nel ginocchio e sollevandola, provare a toccare il gomito del gomito sinistro. Ripeti più volte in entrambe le direzioni.
  2. Per complicare l'esercizio numero 6, allargando leggermente le gambe ai lati e al momento di sollevare il bacino per filtrare i muscoli del perineo, come nell'esercizio numero 2. Ripeti più volte.
  3. Distesi sulla schiena, alternativamente portano all'addome piegato alle ginocchia e alle articolazioni dell'anca.

Nel regime proposto, questo complesso può essere eseguito da donne che non hanno avuto taglio cesareo o rotture profonde.

Se hai avuto un intervento chirurgico o lacune complicate nel cavallo, cervice o altre complicazioni, quindi prima di fare esercizi fisici, consultare il medico.

Con le serrature atoniche al mattino, senza alzarsi dal letto, puoi strofinare vigorosamente le dita di entrambe le mani con la pelle intorno all'ombelico e alla sinistra di esso nella direzione della regione inguinale. Le gambe sono leggermente piegate alle ginocchia, il massaggio dovrebbe essere fatto per 4-5 minuti.

Con la stitichezza spastica, al contrario, i tratti morbidi e leggermente accarezzati di tutto l'addome in direzione oraria aiutano.

Per la prevenzione e il trattamento delle emorroidi, dopo ogni atto di defecazione, assicurarsi che l'area dell'ano sia irrigata con una doccia fredda. Alleviare l'irritazione utilizzando mikroklizm all'infusione lino (cucchiaio versare tazza di acqua bollente e infondere 3 ore, 50 ml tipo infusione a siringa leggermente preriscaldato, la procedura può essere ripetuta più volte al giorno se necessario).

Stai attento! L'uso di preparati a base di ippocastano (integratori alimentari, preparati a base di erbe, crema per il trattamento delle vene varicose e delle emorroidi) può ridurre o addirittura ridurre in modo significativo l'allattamento.

L'irrigazione può usare l'infuso di corteccia di quercia (2 parti) e 1 parte di equiseto erba, la radice di Valeriana officinalis o un cavallo di semi di castagno, fiori di camomilla; e un'infusione di 1 parte di foglie di salvia mescolate con 2 parti della corteccia di quercia. Entrambi infusioni vengono preparate nello stesso modo: miscela cucchiaio prodotta tazza di acqua bollente, riscaldata per 15 minuti in un bagno d'acqua per altri 40 minuti infuso. L'infusione viene lasciata raffreddare a temperatura ambiente e filtrata. Compresse, bagni o irrigazione con queste infusioni possono essere effettuate più volte al giorno. Per la procedura, una miscela di infusioni necessario versare nella siringa e irrigare la zona inguinale, senza entrare la siringa nel retto.

In conclusione, voglio sottolineare che il problema che è diventato oggetto della nostra conversazione è spiacevole, ma piuttosto risolvibile. E se segui tutti i consigli del dottore, presto sarai in grado di farcela.

Siete Interessati Circa Le Vene Varicose

Actovegin unguento

Tromboflebite

pomata Aktovegin - un farmaco efficace, che attiva il metabolismo dei tessuti e favorisce la guarigione delle lesioni sulla pelle.Questo strumento è ampiamente utilizzato nella pratica dermatologica ed è prescritto da molti specialisti....

Vene varicose e fumo: c'è una connessione?

Tromboflebite

Le vene varicose sono una malattia in cui le vene superficiali sono anormalmente ingrossate e sinuose, specialmente quelle situate nella parte inferiore delle gambe....