Posso avere un'ulcera trofica?

Motivi

La patologia associata alla formazione di ferite aperte sull'epitelio e sui tessuti sottocutanei degli arti inferiori è chiamata ulcera trofica. Nella maggior parte dei casi, il suo aspetto è causato da un cambiamento nella circolazione del sangue nei tessuti e dalla violazione dei processi metabolici in essi. Varicosità e diabete mellito spesso promuovono lo sviluppo di tali ferite aperte non cicatrizzate per 6 o più settimane. La malattia è pericolosa per un malato, ma è sicura per gli altri, perché non è contagiosa.

Ulcera trofica: cause di formazione e sintomi

Ci sono molti fattori che innescano il meccanismo della malattia. Una delle cause primarie è le vene varicose sulle gambe. La varicità è caratterizzata da alterata circolazione del sangue, che in seguito diventa la causa del suo ristagno. Il sangue rinnovato, saturo di sostanze nutritive e ossigeno necessarie, non raggiunge gli arti inferiori, a causa del quale le cellule dei tessuti non ricevono nutrimento, la loro graduale distruzione avviene. Al posto del rigetto delle aree necrotiche dell'epitelio si formano ferite che vengono successivamente trasformate in ulcere. Alla formazione di ulcere trofiche può portare a tali malattie:

  • diabete mellito;
  • insufficienza arteriosa;
  • trombosi venosa;
  • aterosclerosi;
  • disturbi nel lavoro del sistema cardiovascolare;
  • polineuropatia delle gambe;
  • malattie croniche della pelle (eczema);
  • congelamento, ustioni, lesioni varie;
  • disturbi infettivi;
  • Lesioni da radiazioni di aree cutanee o loro malignità.
Torna ai contenuti

Sintomi primari

Vi sono numerosi segni che indicano la comparsa di ulcere trofiche dovute a stasi venosa. Nella fase iniziale dell'istruzione ci sono forti gonfiore e peso degli arti inferiori, e di notte ci sono più casi di convulsioni. Il paziente avverte prurito e sensazione di bruciore alle gambe, la pelle diventa sottile, secca e lucida (lacca), assume una tonalità più scura che si diffonde ulteriormente con il progredire della malattia. Toccando la pelle provoca dolore.

C'è linfostasi, attraverso la pelle comincia a fuoriuscire sotto forma di goccioline di linfa. Sviluppa lo stato predrezvennoe: al centro dell'area interessata si forma una zona bianca di atrofia dell'epidermide, che non può essere immediatamente notata. Più tardi in questo luogo, le ulcere cominciano a formarsi, inizialmente piccole, poi aumentano di dimensioni e iniziano a sanguinare. Le ferite hanno forme e dimensioni diverse, ma i bordi sono tutti sciatti, che si alzano sopra la superficie della pelle.

Qualsiasi contatto con l'area interessata può causare lesioni e infezioni della ferita.

Forma grave della malattia

Gradualmente, le ulcere trofiche sulle gambe si uniscono in una grande, mentre crescono non solo in area, si diffondono nell'entroterra. Nei casi gravi, i muscoli gastrocnemio, il tendine di Achille e anche la tibia sono coinvolti nel processo patologico. La diffusione della malattia al tessuto osseo può causare osteomielite. Dalle ferite c'è una selezione di vari contenuti, che diventa torbida durante il corso dello sviluppo della malattia e inizia a essere rilasciata insieme a fili di pus e fibrina. Spesso intorno all'ulcera c'è la formazione di eczema microbico. Dalle ferite arriva un odore molto sgradevole, il rispetto delle norme igieniche diventa difficile, e indossare vestiti e scarpe provoca disagio. Questa condizione è accompagnata da un forte dolore e porta sofferenza al paziente. La guarigione avviene molto lentamente, al posto delle ulcere, a seguito del successo del trattamento, il tessuto è cicatrizzato.

Posso avere un'ulcera trofica?

Molte persone sono preoccupate per la possibilità di infezione da un'ulcera trofica. Avendo accertato le cause principali della patologia, è possibile rispondere a questa domanda. Dal momento che il fattore che scatena la malattia non è di natura infettiva, significa che non bisogna aver paura della possibilità di infezione. I microrganismi che sono in grado di causare l'infiammazione e il decadimento sono presenti nel corpo di qualsiasi persona, ma si moltiplicano in grandi quantità a causa di disturbi metabolici o cambiamenti nel flusso sanguigno. Pertanto, l'ulcera sulla gamba non è contagiosa. Le persone con un sistema immunitario correttamente funzionante e una normale circolazione del sangue non dovrebbero avere paura del disturbo.

In alcuni casi, lo sviluppo della patologia può essere associato a malattie infettive, ma allora si dovrebbe temere non un'ulcera trofica, che è solo una conseguenza, ma un agente infettivo. I medici riferiscono le ulcere formate a seguito di una lesione infettiva in un altro gruppo e non le chiamano trofiche.

Ulcera trofica alla gamba

L'ulcera trofica è un grande ascesso spiacevole che inizia ad espandersi e si diffonde sulla gamba - dal piede al ginocchio. Molte persone, di fronte all'apparizione di spiacevoli macchie sulle gambe, iniziano a preoccuparsi del possibile sviluppo delle ulcere. È meglio consultare un phlebologist per un consiglio.

La malattia non è contagiosa se non è causata da un'infezione della pelle. Tuttavia, i medici preferiscono riferire le ulcere causate dall'infezione a un altro gruppo, senza contare che siano trofiche.

Le cause delle ulcere trofiche

Macchie massicce sugli arti inferiori - non la norma. Ci sono segni che nel corpo - nelle gambe - si sviluppano violazioni. La pelle comincia a morire.

Questo accade in connessione con lo sviluppo di altre malattie. Le cellule della pelle semplicemente non ricevono la giusta quantità di nutrienti. All'interno i processi metabolici sono rallentati. Succede che una persona non osserva il sistema di una corretta alimentazione, consuma cibi di scarsa qualità e pericolosi. Skin segnala l'inammissibilità di questa modalità.

Tuttavia, questo accade meno spesso di quanto la pelle muoia a causa di una malattia. L'ulcera non inizia immediatamente, ma a un certo stadio e con una malattia stabilita. Ad esempio, la varicità può causare pus pelle solo nella fase critica, quando il trattamento è impossibile. L'output logico è un'operazione.

L'unica cosa è quando la varicosità non viene trattata tempestivamente - se la malattia viene diagnosticata in una ragazza incinta. In questo caso, viene prescritto un trattamento limitato, indossando una benda e un intimo medico. L'operazione viene eseguita in rari casi, quando esiste il rischio di danni alla madre e al bambino. La varicosità può essere curata dopo il parto, fino ad allora si consiglia di fare impacchi e indossare bende.

Il varicosio è una causa estremamente comune di pus.

  • Diabete mellito. La malattia include un disturbo metabolico, una caratteristica eruzione cutanea alle gambe, alle mani, al viso. Le sensazioni di dolore (non così evidenti come in altri casi) iniziano con il piede, raramente si diffonde ulteriormente. Un eventuale piede diabetico diventa una complicazione;
  • Disturbi neurologici - per esempio, lesioni del midollo spinale o del cervello. Le cause della sconfitta variano: dall'infortunio all'ipotermia. È impossibile ottenere un risultato positivo con l'aiuto di pillole e procedure di fisioterapia, alcuni medici non iniziano nemmeno il trattamento tradizionale, passando immediatamente alla chirurgia;
  • Disturbi arteriosi. La condizione è caratterizzata da un aumento della temperatura corporea nelle gambe. I pazienti che incontrano un disturbo sono più forti di altri che lamentano dolore all'alluce e in qualsiasi momento.

Le cause delle ulcere sono poche. Ricordate, le infezioni della pelle alle ulcere non si applicano, la lesione non è correlata alla nutrizione delle cellule della pelle. Le cellule sono colpite a causa della debolezza e dell'incapacità di resistere alle infezioni e l'infezione entra in nuovi domini. Il trattamento in questo caso è diverso - e in molti modi.

Come si manifesta la malattia

Le manifestazioni della malattia dipendono dalle cause della formazione dell'ascesso, perché non sono le stesse. Possono essere distinti per posizione (il dolore è nel piede, si alza nel tallone e raggiunge la coscia), in termini di gravità e grado di sviluppo dei sintomi. Cerchiamo di individuare una serie di segni di sviluppo dell'ulcera trofica:

  • Prima di scurire, la pelle cambia prima di colore: di norma diventa più chiara;
  • Al tatto, la pelle non è più morbida, ma spiacevolmente liscia;
  • Quando le vene varicose - una tensione venosa costante, si sente anche attraverso la pelle, l'eruzione di "stelle" vascolari;
  • Sensazione costante di piedi congelati e brividi nelle gambe, a volte sul retro;
  • Dolore chiaramente espresso

Quando c'è il rischio di ulcere, i medici usano bende speciali o biancheria intima terapeutica. Qualcosa di simile è raccomandato per i pazienti trattati a casa. Il trattamento deve includere l'igiene nelle gambe, evitando il rischio di ammalarsi.

Trattare un'ulcera trofica sulla gamba è più difficile che guadagnare.

Come sbarazzarsi di un'ulcera

Il trattamento delle ulcere trofiche dipende dalla diagnosi. Se un paziente ha il diabete, a una persona non dovrebbero essere somministrati antibiotici - le medicine distruggono l'immunità, importante per sbarazzarsi della malattia. La varicità, ad esempio, in una fase critica, richiede ovviamente un intervento chirurgico, le vene allargate non funzionano più normalmente e muoiono come le cellule della pelle. Se la pelle semplicemente non si libera, le vene possono semplicemente restare attaccate. Con le vene varicose e dopo l'intervento chirurgico, indossare una benda è obbligatorio.

Presta attenzione ad altri sintomi: la suppurazione trofica non si forma in modo indipendente. Se le vene varicose - la gamba costantemente gonfia, il sangue ristagna. Se il diabete è mellito, il corpo mostra i sintomi della malattia. Se è costantemente freddo - difficoltà nella neurologia, il trattamento della fonte dura per il tempo, quanti trattamenti delle ulcere trofiche. La varicità viene trattata per diversi mesi con la condizione che il grado di complicanza della malattia sia basso. Più la malattia è trascurata, maggiore è il rischio di ottenere una disabilità. È preferibile preferire indossare temporaneamente una benda piuttosto che perdere la capacità di muoversi.

L'ulcera trofica non è un'infiammazione, non un tumore, che può essere rimosso mediante semplice penetrazione nel corpo umano. È più complicato, non c'è niente da infiammare - le cellule della pelle muoiono di fame e rimangono sul piede, come promemoria della mancanza di cure per la salute. Resta da normalizzare il sistema di nutrizione e metabolismo, circolazione del sangue e altri sistemi interni. Le cellule sono obbligate a mangiare regolarmente e il compito del trattamento è di restituire i tessuti al loro precedente funzionamento.

La priorità è il trattamento della malattia che ha causato la suppurazione dei tessuti molli. A volte i medici danno alla fonte più attenzione del pus, un tale approccio non può essere definito qualitativo. L'ulcera trofica è una malattia che non si divide nello stadio, il che indica l'esistenza di macchie sgradevoli sulla pelle. Un'ulcera richiede un trattamento non inferiore a una grave malattia.

È possibile chiedere al medico un'operazione speciale che trapianta le cellule sane sulle gambe al sito di ulcera trofica, al fine di evitare cicatrici sgradevoli sul corpo. Le più recenti tecnologie consentono ai piedi di rimanere puliti e lisci, senza cicatrici.

Ci vorrà del tempo per indossare bende per guarire la cicatrice chirurgica.

Misure preventive

I singoli medici ritengono che il miglior trattamento sia l'assenza di malattia. È difficile non essere d'accordo con i professionisti.

Indossare una benda non è l'unica cosa che puoi fare per la tua salute. Rifiuta cattive abitudini, normalizza il cibo, entra per fare sport. Essere in movimento, fornendo il metabolismo e una sana alimentazione delle cellule della pelle.

Quanto è contagiosa l'ulcera trofica?

domanda: Benvenuto! Voglio chiarire se l'ulcera trofica è contagiosa o no? La situazione nella mia famiglia è tale che ho bisogno di andare a lavorare con urgenza, e il mio bambino non è ancora portato all'asilo. La mia vecchia nonna, che aveva un'ulcera trofica, uscì per sedersi con lui. Ma lei si preoccupa che infetterà il bambino, e anche la sua eccitazione mi è stata trasmessa.

rispondere: Buon pomeriggio! Sulla questione se l'ulcera trofica sia contagiosa o meno, la risposta è negativa. Le infezioni possono essere ulcere causate da infezioni della pelle, ma non appartengono alla categoria dei medici trofici. Quest'ultima causa sofferenza al paziente stesso, ma assolutamente sicura per gli altri.

In generale, l'ulcera trofica è una ferita aperta sulla pelle o, più raramente, sulla mucosa, che è sorta a seguito del rigetto del tessuto morto e non guarisce per un periodo prolungato. Il meccanismo dello sviluppo della malattia sta nel seguente: i tessuti non ricevono una nutrizione sufficiente a causa del flusso sanguigno disturbato e iniziano a morire. Questo è l'inizio della malattia. L'ingresso di batteri patogeni nella ferita aperta non farà che esacerbare la situazione, provocare lo sviluppo della malattia e complicanze estese.

Ci sono diverse ragioni per questa malattia. Innanzitutto, spesso la causa è un'insufficienza venosa permanente, associata allo sviluppo di vene varicose o tromboflebiti.

In secondo luogo, la causa della malattia può essere un peggioramento della circolazione arteriosa del sangue, ad esempio, con diabete o aterosclerosi. In terzo luogo, la comparsa di un difetto ulcerativo può portare a una violazione del deflusso del fluido linfatico attraverso i vasi a causa di una malattia chiamata linfedema, congelamento o ustione.

Le ulcere trofiche possono anche verificarsi se la circolazione locale è disturbata, ad esempio, con l'immobilità prolungata, si verificano le cosiddette piaghe da decubito. Ci sono altri motivi. Tuttavia, più spesso (secondo le statistiche, oltre il 70%), lesioni ulcerative simili si verificano sulla pelle degli arti inferiori e sono associate a malattie venose.

Un'ulcera peptica richiede una terapia a lungo termine. Ciò è dovuto al fatto che le ulcere trofiche si sviluppano sullo sfondo di altre malattie, cioè il processo di recupero dipende direttamente dal trattamento della malattia sottostante. Inoltre, possono seriamente turbare la circolazione del sangue e aggravare in modo significativo lo stato di salute umana o portare a nuove malattie. Ecco perché il trattamento può essere difficile e lungo.

E l'ultimo - non cercare modi per trattare le ulcere trofiche nei manuali della medicina tradizionale. Questa è una malattia troppo seria e multiforme, che richiede una diagnosi professionale e una terapia complessa.

Sintomi e trattamento efficace delle ulcere trofiche sulle gambe

La formazione della ferita sulla superficie del piede, che si sviluppa in base al tipo trofico con distruzione metodica dei tessuti epiteliali, si pone in relazione alla presenza in una persona di una malattia come le vene varicose. Se il paziente per un periodo prolungato di tempo soffrono di questa malattia, non impegnato in trattamento o la terapia viene eseguita correttamente utilizzando farmaci, il cui uso in un particolare caso clinico è in ritardo, poi interrotto trofismo estremità inferiore con progressivo peggioramento delle condizioni di salute. La ragione principale per l'apparizione delle ulcere trofiche sul piede è una costante perdita del fluido linfatico, che viene rilasciato dalla parete della nave principale distrutta. Più scarico è voluminoso, più velocemente la ferita cresce di diametro e poi gradualmente si approfondisce negli strati inferiori dell'arto. Il trattamento di questa malattia è sempre complesso con l'uso di un gran numero di un'ampia varietà di farmaci.

Qual è l'ulcera trofica e le ragioni della loro formazione?

Trofico ulcera cutanea - una superficie della ferita, che è formata sul dito, piedi, gambe, o su una porzione diversa degli arti inferiori, in cui il tessuto ha una condizione patologica delle vene con estensione delle pareti, che aveva già raggiunto un livello critico. Questa complicanza può verificarsi non solo negli anziani, i vasi che sono già usurati, ma anche la generazione più giovane a causa della natura del loro stile di vita, presenza di comorbidità, oppure altri fattori che influenzano la condizione di salute dei vasi sanguigni, che si trova nelle gambe.

Più tempo passa senza fornire al paziente un'adeguata assistenza medica, più estesa diventa l'educazione alla ferita. Esecuzione di piaghe molto male al trattamento conservativo e anche dopo la riabilitazione chirurgica, c'è sempre una probabilità che dopo un po 'il paziente di fronte alla malattia ricorrente, dovrà nuovamente essere ricoverato in un ospedale. E 'particolarmente pericoloso quando lo sfondo della distruzione su larga scala della superficie epiteliale della gamba, la ferita si infetta, diventa infiammato, diventa purulenta e lei comincia a distinguersi non solo il fluido linfatico, ma anche fluido, che si accumula a causa di un'attività di microbi patogeni.

Lo sviluppo di ulcere trofiche sulla punta, sullo stinco, sul piede o su altra parte della superficie dell'arto inferiore, si presenta per i seguenti motivi.

Stile di vita sedentario

Il motivo principale per la comparsa di ferite sulle gambe di tipo trofico è il ristagno del sangue venoso. Allo stesso tempo la malattia non si sviluppa in un breve periodo di tempo. Ci devono essere fattori che influenzano la stabilità della circolazione sanguigna attraverso le vene delle gambe. In questo caso, le persone che conducono uno stile di vita sedentario sono tra le prime a cadere nel gruppo di rischio della comparsa di formazioni trofiche in esse.

Il fatto è che le gambe non sono completamente caricate, le valvole venose che forniscono il flusso di sangue, diventano deboli, perdono la loro elasticità e alla fine cessano di partecipare al pompaggio del flusso sanguigno. Le pareti delle vene si allargano, iniziano a scorrere attraverso il fluido linfatico, che agisce come uno stimolo interno. In primo luogo, la dermatite si sviluppa e quindi la pelle sottile viene sostituita da un'ulcera trofica umida.

Attività fisica intensa

Un'altra causa comune dell'aspetto di un'ulcera profonda sulla gamba in una persona è l'esecuzione di un lavoro associato a un grave sforzo fisico sugli arti inferiori. Queste sono le persone che muovono pesi, per lungo tempo durante il giorno sono in piedi, si spostano poco e rimangono in una posizione verticale stazionaria. In questo caso, anche il deflusso del sangue venoso viene disturbato e senza eseguire esercizi speciali che assicurano la sua normale circolazione in tutto il corpo, iniziano a svilupparsi cambiamenti irreversibili negli arti inferiori, che alla fine portano alla formazione della formazione della ferita.

Presa d'acqua insufficiente

Quando il medico consiglia al paziente di bere durante il giorno almeno 2 litri di acqua corrente, questa raccomandazione si basa sull'esperienza pratica e mira a mantenere la salute del paziente. Compreso preoccupa e il mantenimento di una circolazione del sangue stabile nei vasi principali delle gambe.

Negli uomini e nelle donne che bevono poca acqua, il sangue diventa denso, in esso la percentuale di cellule piastriniche aumenta rispetto ad altri componenti del fluido biologico.

Termina con lo sviluppo di una persona come una malattia come la tromboflebite, e poi sulla pelle appare ferita, in apparenza simile a piaghe da decubito.

Fattore ereditario

La debolezza delle pareti delle principali navi negli arti inferiori viene trasmessa insieme alle informazioni genetiche dai genitori ai discendenti futuri. Le vene varicose e le ferite trofiche sulle gambe si riferiscono alla categoria di malattie che sono ereditate e una patologia non può esistere separatamente senza l'altra. Le eccezioni sono solo quei casi in cui i pazienti fin dai primi giorni, quando hanno riscontrato problemi con i vasi dei loro piedi, iniziano a prendersi cura della loro salute e conducono una costante prevenzione volta a prevenire la progressione della malattia.

Cattive abitudini

Il fumo, l'abuso di alcol, l'assunzione di stupefacenti per via parenterale - sono questi i fattori patologici che portano le gambe sistema vascolare pareti delle vene diventano troppo sottili e perdono la loro capacità di trattenere il fluido linfatico fisiologico e scorrevole quantità sufficiente di sangue venoso, garantendo la stabilità del suo volo.

Se una persona inizia la comparsa di ulcere trofiche proprio a causa della sua dipendenza dalle dipendenze, allora è estremamente difficile trattare tali formazioni, perché il corpo ha già esaurito il suo margine di sicurezza sotto l'influenza di sostanze nocive.

La ragione della comparsa di forme di ferita del tipo trofico sotto molti aspetti influenza la prognosi del recupero del paziente e le tattiche di trattamento utilizzate. Ecco perché, essendo alla reception di un flebologo o chirurgo, è necessario fornire al medico le informazioni più affidabili sul suo stile di vita.

I primi segni di ulcere trofiche sulle gambe nella fase iniziale

Come inizia l'ulcera trofica sulla gamba? La sconfitta dello strato epiteliale del piede lungo il tipo trofico, si sviluppa sempre gradualmente con la manifestazione di una sintomatologia del tutto insignificante, che è in realtà un segnale di allarme dell'inizio di una grave malattia. I primi segni della formazione di una ferita trofica sugli arti inferiori sono i seguenti:

  • il gonfiore della gamba è aumentato, su cui le vene sono dilatate (la maggior parte dei pazienti nota che i loro arti hanno letteralmente aumentato più volte, sebbene non abbiano usato una grande quantità di liquido);
  • ci sono periodi di convulsioni notturne, quando improvvisamente, senza motivo, una persona sperimenta un grave spasmo delle fibre muscolari, che può durare da pochi secondi a 5-10 minuti;
  • sulla superficie della pelle nell'area della futura formazione di ulcere, ci sono goccioline di liquido che assomigliano alla rugiada mattutina (questo sta già iniziando a mostrare il liquido linfatico che si accumula nei tessuti delle gambe in eccesso di volume);
  • l'area interessata dell'arto inferiore è fortemente pruriginosa e il prurito è sistematico o periodico all'aumentare del carico sulle gambe;
  • la pelle diventa vernice ed è satura di un pigmento marrone chiaro, come se acquisisse un'abbronzatura leggera;
  • sulla superficie epiteliale del piede appare una piccola ferita, la cui dimensione non supera il diametro del seme di papavero (in futuro aumenta gradualmente e l'ulteriore comportamento della malattia dipende direttamente dalle misure terapeutiche adottate.

Questo elenco di segni primari ci permette di scoprire in modo tempestivo la propensione del paziente a sviluppare una ferita trofica alla gamba e iniziare subito il trattamento dei vasi, in modo che la malattia non diventi complicata.

Fasi e diagnostica

Milestones ulcere trofiche avvengono secondo le dinamiche di progressione della malattia. Ferita per lungo tempo può mantenere la sua dimensione precedente, non crescono di diametro e profondità delle gambe, e talvolta ulcere espansione avviene così rapidamente che i medici non sono sempre in grado di mantenere il processo di distruzione dell'epitelio un solo farmaco. Ci sono i seguenti fase di ferite aperte di tipo trofico:

  1. L'aspetto e la progressione della formazione ulcerativa (compaiono ulcere trofiche secche).
  2. Autopulizia dei tessuti con assegnazione di una grande quantità di linfa.
  3. La diffusione della ferita negli strati profondi dell'epitelio fino all'infiammazione del tessuto osseo dell'arto.
  4. Necrosi di ulcera trofica e cancrena.

Il più rapido sviluppo delle ulcere arteriose, se vi fosse il loro coinvolgimento diretto o indiretto nel processo infiammatorio che si verifica nei tessuti dell'arto inferiore. Prima di iniziare il trattamento, il paziente è obbligato a condurre un esame del corpo con le seguenti misure diagnostiche:

  • esame visivo del grado di gravità della formazione della ferita da parte di un medico come chirurgo o flebologo;
  • effettuare la diagnosi ecografica per determinare lo stato delle navi, la cui espansione ha provocato la malattia;
  • l'apporto di sangue del paziente dalla vena allo scopo di eseguire la sua analisi biochimica per la percentuale di piastrine, eritrociti, leucociti e altre cellule vitali;
  • selezione di strisci dalla superficie dell'ulcera, se vi sono segni di suppurazione e contaminazione batterica.

Dopo aver ricevuto informazioni esaurienti sulla ferita che è presente sulla superficie della gamba del paziente, il medico prescrive farmaci appropriati. L'ulcera trofica nera (uno dei segni di necrosi) è soggetta alla rimozione chirurgica obbligatoria e in altri casi è possibile la terapia conservativa.

Come trattare le ulcere trofiche degli arti inferiori

Come guarire le ulcere trofiche? Questa è la domanda più frequente delle persone che incontrano per la prima volta questo problema e non sono in grado di gestire il volume di informazioni che hanno incontrato nei primi giorni della lotta contro la distruzione della superficie epiteliale delle gambe. Per ottenere l'effetto terapeutico più positivo finalizzato all'eliminazione di una ferita trofica, utilizzare un approccio integrato utilizzando i seguenti farmaci e tecniche:

  • preparazioni nomina paziente fornendo la diluizione del sangue che riducono l'attività delle piastrine, rafforzando le pareti dei vasi sanguigni, per evitare la loro ulteriore distruzione (farmaci di questo gruppo sono disponibili in forma di iniezioni e compresse);
  • vari unguenti per l'applicazione esterna alla superficie dell'ulcera, al fine di migliorare il trofico, rimuovere l'infiammazione, ridurre il rischio di contaminazione batterica;
  • l'introduzione di antibiotici nel corpo del paziente, se i germi entravano nella ferita aperta e iniziava la suppurazione;
  • avvolgendo una gamba malata con tovaglioli antisettici e bende progettate specificamente per combattere questo disturbo;
  • pulendo le ferite di vari tipi di soluzioni antisettiche che riducono il processo infiammatorio, inibiscono la crescita dell'infezione e contribuiscono alla cicatrizzazione dei tessuti epiteliali;
  • escissione chirurgica della zona interessata della pelle, sanificazione dell'ulcera e sua ulteriore sutura.

A seconda del decorso clinico della malattia, il medico curante può utilizzare altri metodi per controllare la superficie della ferita aperta al fine di chiuderla completamente in un breve periodo di tempo. Consulta l'elenco degli antibiotici efficaci per le ulcere trofiche.

Fasi di guarigione e riabilitazione

Il processo di ripristino degli arti inferiori dopo una precedente malattia consiste in diverse fasi. Sulla base della pratica medica già formata nel campo del trattamento delle ulcere trofiche di varia gravità, si distinguono le seguenti fasi di guarigione delle ulcere trofiche:

  1. La formazione di una crosta densa, la cui comparsa indica che il processo di rigenerazione attiva delle cellule epiteliali è già stato avviato. I primi passi sono stati fatti sulla strada per completare la guarigione della gamba.
  2. Ci sono cicatrici dei bordi, il fluido linfatico della ferita non viene più rilasciato e il diametro della ferita stessa sta gradualmente diminuendo.
  3. La superficie dell'ulcera trofica diventa densa, il suo diametro è ridotto, almeno due volte, la sindrome del dolore è scomparsa, non ci sono segni di infiammazione acuta o cronica.
  4. La ferita è coperta dalla pelle e sul luogo in cui è stata lasciata c'era solo una traccia di tessuto fibroso sotto forma di cicatrice.

Al raggiungimento dell'ultima fase di recupero, il paziente deve sottoporsi a una lunga riabilitazione. Include l'esecuzione di ginnastica speciale per le gambe, l'esclusione di uno sforzo fisico pesante sotto forma di sollevamento pesi, una permanenza prolungata in posizione verticale o seduta.

Allo stesso tempo durante i primi 2-3 mesi sarà necessario assumere farmaci che stimolino il deflusso del sangue venoso dagli arti inferiori.

Conseguenze e complicazioni in assenza o trattamento inappropriato

Nell'assenza completa o in un corso terapeutico errato per eliminare le lesioni trofiche alle gambe, si possono sviluppare le seguenti complicanze:

  • ottenere un'ulcera ceppi pericolosi di batteri (Staphylococcus aureus, infezione streptococcica, Pseudomonas aeruginosa), che farà sì che la stragrande piede purulente, odore sgradevole da ulcere venose, e aggravare ulteriormente la salute del paziente;
  • allargamento della ferita di diametro e profondo nell'arto inferiore, quando esiste già un rischio reale di infiammazione del tessuto osseo del piede;
  • la comparsa di malattie concomitanti delle articolazioni (artrite, reumatismi, artrosi), che si trovano troppo vicine all'ulcera trofica;
  • infezione generale del sangue dovuta a un eccesso nel corpo di un'infezione batterica che penetra nel corpo attraverso la superficie della ferita sulla gamba, come attraverso un cancello aperto;
  • amputazione dell'arto inferiore a causa dell'incapacità di ripristinare ulteriormente i tessuti delle gambe danneggiati.

È certamente possibile evitare queste gravi conseguenze e complicazioni, ma per questo è necessario cercare immediatamente un aiuto medico, non appena sono stati scoperti i primi segni dello sviluppo della malattia.

Recensioni di persone

Le opinioni dei pazienti sottoposti a trattamento di lesioni della lesione del tipo trofico sono diverse. Alcuni pazienti sono stati aiutati da unguenti, altri hanno usato i pannolini antisettici, una speciale medicazione e solo a causa dell'effetto di questi farmaci hanno avuto una dinamica positiva di recupero. In generale, le risposte delle persone possono essere suddivise nei seguenti gruppi, che si basano sul tipo di farmaco usato.

Flebotoniki

Durante l'assunzione di questo tipo di farmaci, la maggior parte dei pazienti ha notato un miglioramento nel benessere generale. Le gambe smisero di gonfiarsi, lasciando il peso nei polpacci. Significativamente diminuito la sensazione di dolore, e crampi notturni praticamente non ha disturbato. A causa di queste proprietà farmacologiche dei farmaci flebotonici, i commenti delle persone su questo tipo di medicina possono essere classificati come positivi.

Unguenti per applicazione esterna

Con questo farmaco non è così semplice. Le opinioni dei pazienti erano divise a metà. Alcuni pazienti parlano in modo lusinghiero del modo di trattare le ferite trofiche con unguenti e creme curative, mentre altri esprimono insoddisfazione e riferiscono a un basso effetto terapeutico. Sebbene le dinamiche positive alla ripresa siano ancora presenti.

Tovaglioli e medicazioni antisettici

Recensioni di tovaglioli e bende sono molto positivi, in quanto aiutano a ridurre il dolore, migliorare il deflusso di sangue venoso, fluido linfatico di assorbire, che sta regolarmente dalla ferita aperta.

chirurgia

La maggior parte dei pazienti che sono sopravvissuti un intervento chirurgico si lamentano che dopo aver subito le ulcere trofiche la riabilitazione, hanno interrotto la circolazione del sangue negli arti, è quasi sempre freddo, ei muscoli del suo vecchio elasticità perduta. Uno svantaggio significativo è la durata della riabilitazione postoperatoria (da 6 a 12 mesi). Pertanto, per quanto riguarda questo metodo di trattamento - le opinioni delle persone sono negative.

Il richiamo di ciascun paziente non può essere preso alla lettera, poiché la lesione trofica della superficie epiteliale del piede è un processo individuale e varia in tutto. Questo vale anche per i metodi di trattamento. Ciò che non ha aiutato un paziente può essere una vera panacea per un altro paziente.

Domande frequenti

Le persone, per la prima volta di fronte ai sintomi della comparsa di forme di ferita nel tipo trofico, nella maggior parte dei casi mancano di informazioni sulla malattia. Cercheremo di rispondere alle domande più frequenti.

L'ulcera trofica è infetta?

Dipende dal tipo di aereo per considerare questo problema. La natura dell'origine della ferita di questo tipo è tale che il suo aspetto è associato esclusivamente all'impatto sul corpo umano di una serie di fattori negativi che alla fine hanno portato a una violazione della circolazione venosa negli arti inferiori. Pertanto, questa malattia non può essere infettata da goccioline domestiche o disperse nell'aria semplicemente parlando con una persona che ha problemi con trofia nei tessuti delle gambe.

Il pericolo di lesioni in termini di contagio è che c'è quasi sempre un'abbondante varietà di microflora fungina, virale e batterica al suo interno. La loro presenza viene diagnosticata anche da persone che sono seri su questo problema e regolarmente sottoposti a tutti i corsi di terapia farmacologica prescritti dal medico curante. In caso di contatto con la superficie aperta della formazione ulcerativa, si può effettivamente essere infettati, ma solo da microrganismi estremamente patogeni.

A quale medico rivolgersi?

Il trattamento delle ulcere trofiche si occupa di una ristretta lista di specialisti. Se trovi una malattia simile o sospetti di uno sviluppo graduale della patologia delle principali navi, dovresti registrarti per un consulto con un flebologo. È questo specialista che si occupa del trattamento delle neoplasie trofiche e ripristina il normale funzionamento delle vene. Certo, se i loro muri non sono completamente distrutti e non richiedono un intervento chirurgico. I medici di questa specializzazione possono essere trovati principalmente in grandi insediamenti, dove i medici strettamente specializzati sono più richiesti.

Se una persona vive in una piccola città e il flebologo nel policlinico è assente, come unità dello staff in linea di principio, allora in quel caso è necessario andare a un appuntamento con un chirurgo. Questo medico ha conoscenze simili nel dispositivo delle navi venose. Condurre un esame completo degli arti inferiori, scrivere una direzione per la consegna dei test e il passaggio di altre misure diagnostiche.

Sulla base delle informazioni ricevute, il chirurgo prenderà già una decisione, condurrà un trattamento conservativo o aprirà un'ulcera trofica ed eseguirà il suo risanamento, quindi eseguirà la sutura dei bordi dell'epitelio danneggiato.

Posso curare le ulcere trofiche e per quanto tempo?

Anche dalle forme più gravi di danno alla superficie epiteliale delle gambe con ferite trofiche, è realistico liberarsi del minimo rischio di recidiva in futuro. La durata e il trattamento problematico dipendono da una serie di circostanze. I tempi del recupero e la cicatrizzazione completa dell'ulcera influiscono su fattori chiave come:

  • a quale stadio della malattia una persona si rivolse a un medico;
  • se il paziente soddisfa tutti gli scopi terapeutici prescritti dal medico (anche in termini di riabilitazione);
  • se si è verificata l'infezione batterica della ferita (se sì, quale ceppo del microrganismo è parassitario nei tessuti della gamba);
  • ha un paziente con forte immunità o la funzione protettiva del suo corpo è ridotta;
  • quali farmaci vengono utilizzati e se il corso terapeutico è correttamente formato;
  • qual è la natura delle sue attività professionali (lavoro sedentario, duro lavoro fisico, o si muove molto);
  • età del paziente;
  • presenza o assenza di cattive abitudini.

Tutte queste condizioni e circostanze di vita influenzano i tempi di recupero e recupero dell'epitelio degli arti inferiori. In generale, la durata della guarigione delle ulcere trofiche può richiedere da 2-3 mesi a diversi anni.

Cause, sintomi e come trattare le ulcere trofiche sulle gambe?

Ulcere trofiche alle gambe: si tratta di una ferita aperta, situata sulla pelle degli arti inferiori e formata sullo sfondo del rigetto del tessuto. Le ulcere trofiche sono soggette a un'esistenza prolungata, non guariscono per 6 settimane o più. Nel processo patologico, non solo l'epitelio è coinvolto, ma anche i tessuti sottostanti. Dopo la guarigione delle ulcere trofiche, le cicatrici rimangono sulla pelle. Nonostante l'alto livello di sviluppo della medicina moderna, la terapia delle ulcere trofiche fino ad oggi rimane uno dei compiti più difficili.

Le ulcere trofiche più comuni degli stinchi e dei piedi. Secondo le statistiche, nel mondo di questa patologia colpisce fino a 2 milioni di persone. Circa il 70% dei casi di ulcera è associato ad alcuni o altri disturbi nel funzionamento del letto venoso-vascolare. Le ulcere non si verificano mai spontaneamente, sono precedute da un processo piuttosto lungo di sviluppo di gravi patologie nel corpo. L'identificazione e il trattamento delle ulcere trofiche sono implicate in una branca della medicina come la flebologia.

Cause di ulcere trofiche

Le cause delle ulcere trofiche sono molteplici, tra i quali si possono notare i seguenti fattori:

La formazione di ulcere trofiche, in primo luogo, porta a una malattia come le vene varicose. Sono le vene varicose che contribuiscono al peggioramento del flusso di sangue, portando al suo ristagno. Di conseguenza, sangue fresco, ricco di sostanze nutritive, non è in grado di trasmetterli ai tessuti degli arti inferiori. Il risultato di questa fame è la graduale distruzione delle cellule. Primo, si forma una ferita superficiale che gradualmente si trasforma in ulcera;

La trombosi venosa è un'altra causa comune di ulcera trofica. Hanno lo stesso meccanismo di sviluppo delle vene varicose, solo il risultato del ristagno del sangue è un trombo che blocca il lume dell'arteria;

L'aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori è caratterizzata dalla formazione sulle pareti interne delle placche di grasso che, quando crescono, possono coprire completamente il lume dei vasi. A causa della malnutrizione nei tessuti, iniziano a svilupparsi processi patologici che portano alla formazione di ulcere;

La sindrome di Martorell, che si sviluppa sullo sfondo della malattia ipertensiva esistente ed è in grado di portare alla formazione di shunt all'interno delle vene e delle arterie. Ciò causa anche disturbi circolatori e diventa un meccanismo di innesco nella formazione di ulcere trofiche;

Il diabete mellito può anche portare alla formazione di ferite profonde e non cicatrizzanti sulle gambe;

Alcune malattie sistemiche possono causare lo sviluppo di questa patologia, ad esempio, vasculite, collagenosi, malattie del sangue, disordini metabolici;

Se le regole di igiene personale non vengono osservate, si verifica la piodermite, che può portare alla formazione di ulcere;

Il fattore eziologico è la necrolisi epidermica tossica di Lyell;

Qualsiasi malattia del sistema cardiovascolare può provocare lo sviluppo di ulcere trofiche. Sorgono come risultato di edema pronunciato degli arti inferiori contro uno sfondo di insufficienza circolatoria;

Le malattie infettive possono portare alla formazione di ulcere trofiche - una tubercolosi, la sifilide, malattia tropicale infettiva, ulcere Naga, l'oncocercosi, la leishmaniosi, ecc.;

Le ulcere trofiche possono essere il risultato di malignità di varie lesioni cutanee o si verificano con lesioni radiazioni della pelle;

I fattori che provocano sono ustioni e congelamento degli arti inferiori.

Secondo le statistiche disponibili nel 52% dei casi hanno ulcere trofiche eziologia varicose, nel 14% dei casi di manifestazione associati a disturbi nel funzionamento delle arterie 13% ulcere trofiche verificarsi a causa di diversi fattori. La quota di ulcere che appaiono a seguito di trombosi venosa, pari al 7% dei casi. A causa di ulcere lesioni si verificano nel 6% dei casi. ulcere diabetiche costituiscono il 5% del numero totale di diagnosi.

In generale, qualsiasi malattia delle vene degli arti inferiori (sia profondi che superficiali) con insufficienza venosa può portare alla formazione di ulcere. In questo caso, anche piccoli graffi e ferite possono causare un lungo periodo di ferite non cicatrizzate.

Ulcera trofica con diabete mellito

Le ulcere trofiche nel diabete mellito o nelle ulcere diabetiche si presentano come una complicazione della malattia di base. È noto che nel diabete mellito c'è una violazione dell'assorbimento del glucosio. Le pareti dei vasi si irrigidiscono con questa neuropatia diabetica e si forma l'angiopatia diabetica. Nelle aree colpite, la circolazione del sangue è ostacolata e una carenza di nutrizione tissutale porta alla formazione di ulcere.

Il pericolo di ulcere diabetiche è che può trasformarsi in cancrena, che porterà alla necessità di amputazione degli arti.

I sintomi delle ulcere trofiche

I sintomi delle ulcere trofiche dipendono da ciò che ha causato la loro formazione:

I sintomi delle ulcere trofiche venose. La formazione di ulcere trofiche di origine venosa è sempre preceduta dall'emergere di segni specifici che indicano la progressione della lesione delle vene.

All'inizio della malattia, le persone si accorgono di avere le gambe gonfie. Nell'area dei polpacci e degli arti inferiori c'è una sensazione di pesantezza.

I crampi possono comparire di notte, che tendono a diventare più frequenti. In parallelo c'è bruciore e prurito agli arti inferiori.

Il pigmento della pelle si accumula nella pelle, rendendo la pelle più scura. Con il progredire della malattia, la zona iperpigmentata aumenta di dimensioni.

Nella pelle si accumula emosiderina, provocando lo sviluppo di eczema e dermatite. La pelle stessa diventa più densa, acquista una lacca lucida, quando viene toccata, risponde con sensazioni dolorose.

La linfostasi cresce, può portare al fatto che la linfa scorre attraverso la pelle verso l'esterno e agisce sulla sua superficie sotto forma di goccioline di rugiada.

Con il progredire della malattia, si sviluppa lo stato pre-ulcera, quando al centro della zona lesionale appare una macchia bianca di atrofia epidermica. Allo stesso tempo, una persona potrebbe non notare un danno cutaneo minimo fino a quando il difetto ulcerativo non compare nella zona atrofizzata. All'inizio ha piccole dimensioni e l'ulcera stessa si trova sulla superficie.

Nel tempo, l'ulcera inizia ad approfondirsi, diventando più grande di diametro. Se si verificano diverse ulcere, possono fondersi, formando lesioni estese.

Il processo patologico tende ad espandersi non solo ai lati, ma anche a crescere in profondità. Più profonda è la penetrazione dell'ulcera, più le sensazioni diventano dolorose.

È possibile coinvolgere i muscoli gastrocnemio, il tendine di Achille, la superficie frontale della tibia. Se il processo si è diffuso al tessuto osseo, può provocare lo sviluppo di osteomielite.

Dall'ulcera si distinguono i contenuti di diversa natura. Inizialmente, è emorragico, quindi torbido, può contenere fibrina o pus. Un odore sgradevole proviene dalla ferita. Spesso intorno all'ulcera ulcera trofica si forma l'eczema.

Esiste il rischio di infezione secondaria, che può essere scatenata da batteri condizionatamente patogeni sullo sfondo di una diminuzione dell'immunità locale e generale. Negli anziani, le ulcere trofiche sono spesso complicate dall'infezione micotica. Ciò peggiora notevolmente le prospettive.

Le ulcere trofiche sono accompagnate da forti dolori e portano sofferenza insopportabile a una persona.

Sintomi di ulcere diabetiche. L'ulcera diabetica si sviluppa sullo sfondo del diabete ed è espressa nei seguenti sintomi:

Nella fase iniziale di sviluppo delle ulcere diabetiche, si verifica una perdita di sensibilità degli arti inferiori. Ciò è dovuto alla morte delle terminazioni nervose.

Di notte, una persona inizia a provare dolore.

Il sito di localizzazione di un'ulcera diabetica è il pollice del piede, o la parte superiore delle falangi delle dita. Sulla suola si può formare nel punto in cui si trovano le bave: questa è la superficie del piede o del tallone.

Mentre la malattia progredisce, appare una ferita piccola ma profonda. Quindi aumenta di dimensioni.

Più spesso di altre ulcere, l'ulcera trofica diabetica è complicata dalla cancrena e porta all'amputazione degli arti.

Sintomi di ulcere trofiche aterosclerotiche. Le ulcere trofiche aterosclerotiche si formano sullo sfondo dell'arteriosclerosi dei vasi e hanno il seguente quadro clinico:

Per la fase iniziale di sviluppo delle ulcere trofiche aterosclerotiche, la claudicatio intermittente è caratteristica. La sensibilità dell'arto malato è disturbata, si stanca più velocemente, spesso si blocca.

Posto di localizzazione di ulcere - il lato esterno del piede, la falange del pollice, la zona di tallone.

Le ulcere hanno dimensioni ridotte, forma semicircolare.

I bordi dell'ulcera sono più densi, strappati. La pelle che circonda i margini dell'ulcera ha una sfumatura giallastra.

I contenuti dell'ulcera sono purulenti. Mentre la malattia progredisce, le ulcere riempiono l'intera superficie del piede.

Sintomi di ulcere trofiche Martorella. Questo tipo di ulcera trofica si forma sullo sfondo di un aumento della pressione sanguigna. Il più spesso da tali ulcere soffrono donne all'età di 40 anni e più vecchi.

Una caratteristica delle ulcere nella sindrome di Martorell è la formazione di una papula sull'arto inferiore, che risponde con lieve dolore. Mentre la malattia progredisce, la papula si trasforma in un'ulcera.

Un'altra caratteristica distintiva delle ulcere ipertensive è la simmetria del loro verificarsi. Cioè, si verificano su entrambe le estremità contemporaneamente, il più delle volte nella parte centrale dello stinco.

La progressione dell'ulcera è lenta, differendo in particolare dalla morbilità. C'è un aumentato rischio di infezione batterica.

Fasi di ulcere trofiche

Durante lo sviluppo della malattia, si distinguono quattro stadi principali delle ulcere trofiche, tra cui:

Lo stadio di essudazione (l'inizio dell'infiammazione, la comparsa di focolai necrotici);

Lo stadio della riparazione (pulizia della superficie dell'ulcera dai contenuti necrotici, formazione di granuli, riduzione dell'infiammazione);

Epitelizzazione di stadio (l'emergere di epitelio fresco, stringendo la ferita);

La fase del tessuto cicatriziale (stadio finale, quando il posto dell'ulcera esistente formava tessuto cicatriziale).

Le fasi delle ulcere trofiche possono differire leggermente a seconda di ciò che ha causato il loro verificarsi. Queste differenze sono tipiche per lo stadio iniziale dell'infiammazione, lo stadio di riparazione, l'epitelizzazione e le cicatrici sono tutte ulcere nella malattia non complicata.

La fase iniziale dell'ulcera trofica

La fase iniziale dell'ulcera trofica con le vene varicose è caratterizzata dalla comparsa di aree iperpigmentate sulla pelle. Come la progressione dell'insufficienza venosa, la pelle diventa più sottile, diventa iperemica, e poi appare una macchia biancastra sulla pelle. Se il trattamento non viene effettuato, si forma una crosta che penetra in profondità nei tessuti.

Lo stadio iniziale delle ulcere diabetiche è diverso in quanto l'arto perde la sua precedente sensibilità, questo è causato dalla distruzione delle terminazioni nervose (polineuropatia diabetica).

Sullo sfondo dell'ipertensione, lo stadio iniziale dell'ulcera trofica è caratterizzato dalla comparsa di claudicatio intermittente.

In generale, la manifestazione della malattia è caratterizzata da un danno alla pelle con infiammazione perifocale, aree necrotiche, abbondantemente staccabile con un odore sgradevole di putrefazione. Se il trattamento nella fase iniziale di sviluppo dell'ulcera non viene eseguito, allora minaccia lo sviluppo di complicanze.

Complicazioni e conseguenze delle ulcere trofiche

L'esistenza prolungata di un difetto può causare condizioni sfavorevoli per la salute di una persona, che può portare al ricovero in ospedale.

Le complicanze e le conseguenze delle ulcere trofiche possono essere le seguenti:

Linfangite, erisipela, linfadenite inguinale;

Artrite, artrosi, periostite, tendinite, osteomielite;

Malignazione della ferita (dall'1,6 al 3,5% dei casi);

Miasi ferita, cioè colonizzazione di ulcere con larve di insetti;

Risposte a domande popolari

L'ulcera trofica sulla gamba? No, l'ulcera trofica sulla gamba non è contagiosa.

È possibile bagnare un'ulcera trofica sulla gamba? Non è consigliabile bagnare l'ulcera trofica sulla gamba, poiché ciò può portare allo sviluppo di complicanze e all'attacco di un'infezione batterica. Il trattamento di un'ulcera è necessario con l'aiuto di speciali agenti antibatterici, antisettici e essiccanti.

Quale medico tratta le ulcere trofiche? Le ulcere trofiche sono curate da un chirurgo flebologo.

Come e cosa trattare un'ulcera trofica?

Il medico-flebologo dirà al paziente come e cosa trattare l'ulcera trofica. Lo specialista e il paziente affrontano tutta una serie di compiti. In primo luogo, è necessario ridurre al minimo le manifestazioni della malattia di base, che ha portato alla formazione di ulcere. Cioè, è necessario effettuare una terapia per le vene varicose, ridurre la pressione sanguigna e curare il diabete. In secondo luogo, è necessario svolgere attività mirate alla guarigione dell'ulcera più trofica.

La terapia conservativa generale è ridotta all'uso dei seguenti mezzi:

Trattamento della malattia sottostante con flebotenici, agenti antipiastrinici, disaggregati. Possono essere tali farmaci come pentossifillina, eparina, acido acetilsalicilico, prostaglandine. Ti permettono di regolare i processi di coagulabilità del sangue, promuovere la normalizzazione della circolazione sanguigna, prevenire la stasi venosa. La somministrazione orale e la somministrazione di farmaci sotto forma di iniezioni sono possibili;

La terapia antibiotica viene selezionata tenendo conto della sensibilità dei microrganismi che abitano l'ulcera a specifici antibiotici. Trattamento efficace della ferita con Levomethicina, Hexicon, Fusidina, Miramistina. È possibile utilizzare preparati sotto forma di unguenti o spray per applicazione topica. Se necessario, vengono prescritti antimicotici: fluconazolo, caspofungin, voriconazolo, ecc.;

Per accelerare i processi di rigenerazione, prescrivere farmaci che influenzano i processi metabolici nei tessuti. Può essere Actovegin, Ebermin, Sulfargin;

Gli anestetici sono prescritti per la sindrome da sollievo del dolore.

L'ulcera trofica deve essere regolare. Per cominciare, la ferita viene lavata con una soluzione salina sterile, il tessuto morto viene rimosso dall'essudato. Al termine del sanatorio, applicare un agente antibatterico e coprire l'ulcera con una benda. Se la ferita si trova nella fase di guarigione, la medicazione deve garantire una normale idratazione e respirazione della superficie della ferita. Nel caso in cui ci sia infezione, dovresti scegliere una benda in grado di assorbire gli escrementi e fornire un effetto antisettico. Per questo, vengono utilizzate salviette speciali.

Possibile passaggio di procedure di fisioterapia che contribuiscono all'accelerazione della guarigione dell'ulcera. Le seguenti tecniche sono efficaci: cavitazione ultrasuoni della ferita, irradiazione UV, ossigenazione iperbarica, laser terapia, magnetoterapia.

Quando l'ulcera guarisce e il paziente si sente soddisfacente, è possibile un intervento chirurgico. Sarà finalizzato alla normalizzazione del deflusso venoso e arterioso, per rimuovere le vene che hanno subito dilatazione varicosa.

Anestetico per ulcere trofiche

Il dolore con ulcere trofiche ha intensità diversa. Pertanto, con un forte dolore, prescrivere un anestetico.

Possono essere utilizzati sotto forma di unguenti e spray e possono essere somministrati in forma compressa:

Parmidin. Prodotto sotto forma di compresse e unguenti. Promuove la rimozione di edema, riduce il dolore;

Acido acetilsalicilico e preparati a base di esso: Aspirina, Cefekon;

Preparazioni del gruppo NPVS: Ibuprofene, Ambene, Ketorolak, Naproxen;

È possibile utilizzare unguenti Emla, Dimexide.

Il balsamo di vinilina e romazulan ha un debole effetto anestetico.

Tovaglioli per il trattamento delle ulcere trofiche

Le salviettine sterili per il trattamento delle ulcere trofiche vengono utilizzate nel caso in cui le ferite per lungo tempo non guariscano e non marciscano. La composizione dei tovaglioli comprende agenti antibatterici e componenti che accelerano la rigenerazione dei tessuti.

Puoi usare i seguenti tovaglioli:

Aktivteks. Sono fatti di maglieria, impregnata di medicinali. Quindi ActiveTex F contiene furagina, Activeivex X - clorexidina, ActiveVite HF combina clorexidina e furagina;

Ci sono anche salviette per il trattamento delle ulcere trofiche dalla ditta Hartman, Koleteks, Multiferm, Protex-TM. Tutti loro hanno effetto antibatterico e antisettico;

È possibile utilizzare medicazioni assorbenti, che sono sovrapposte a una copiosa fuoriuscita dalle ulcere. Questi possono essere medicazioni Voskopran, Cetuvit E, Biatin, Branolind N.

Il trattamento delle ulcere trofiche dovrebbe essere completo e tempestivo, una condizione indispensabile è eliminare la malattia di base. Solo in questo modo sarà possibile evitare complicazioni gravi e prevenire il ripetersi della malattia.

Siete Interessati Circa Le Vene Varicose

Aterosclerosi dei vasi cerebrali: cause, sintomi, complicanze, trattamento

Motivi

Aterosclerosi vasi sanguigni cerebrali - Disease, consistenti nella formazione di lesioni vascolari nel lume dei depositi lipidici con la successiva infiammazione....

Pomata Vishnevsky: indicazioni per l'uso, regole di applicazione

Motivi

Unguento Vishnevsky - una droga che è noto a tutti, almeno, su di lui, "qualcosa sentito". Questo strumento è ampiamente utilizzato in chirurgia, puoi usarlo da solo a casa....